Questo articolo riporta un elenco di framework e linguaggi con informazioni sul rispettivo funzionamento con l’Hosting di Applicazioni e Hosting di Database di Kinsta.

Se il framework o il linguaggio che desiderate utilizzare non è presente nell’elenco, contattate i nostri team vendite o supporto.

Adobe Content Server

Forse. Al momento l’Hosting di Applicazioni e di Database non supporta applicazioni che richiedono uno storage persistente. Se Adobe Content Server necessita di uno storage persistente su disco, al momento non possiamo ospitarlo; in caso contrario, possiamo ospitarlo ma non possiamo fornire supporto tecnico.

Applicazioni Angular

Sì. Le applicazioni Angular sono supportate; tuttavia, è necessario seguire la guida all’hosting di siti statici.

In particolare, i siti statici richiedono uno script chiamato start nei rispettivi file package.json e utilizzano il pacchetto serve per servire le risorse statiche. (index.html, stili, font, immagini). Funziona in modo simile al repository hello world di Gatsby.

ASP.NET

Sì. Gli utenti possono eseguire applicazioni realizzate con Dotnet Core. DotNet Core può essere eseguito in container Linux; si veda questo esempio.

.NET si sta muovendo verso un ambiente Core/Cross-platform supported/cloud-ready. L’ASP.NET Core Runtime Docker hub contiene alcuni container Docker pre-costruiti per Core, .NET samples contiene alcuni esempi di configurazioni tipiche di MS SQL + ASP.NET Core con Docker compose.

Astro

Si. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Astro.

Cascade CMS

Forse. Potrebbe essere possibile ospitare Cascade CMS con un Dockerfile, esiste un repository GitHub, ma richiede molte modifiche. Sarà necessario sapere come scrivere i Dockerfile e comprendere i requisiti tecnici di Cascade CMS. Kinsta non è in grado di fornire assistenza tecnica.

CodeIgniter

Sì. CodeIgniter è un’applicazione basata su PHP, quindi durante il processo di distribuzione Kinsta installa automaticamente le dipendenze definite nel file composer.json.

commercetools

Sì. commercetools utilizza Java, JavaScript e PHP e può essere eseguito sull’Hosting di Applicazioni.

Repliche del database

No. Al momento non forniamo repliche del database.

Indirizzi IP Dedicati

Non forniamo indirizzi IP dedicati. Ogni nuova distribuzione può avere un pod programmato su un host diverso, il che comporta un indirizzo IP diverso. Un cambio di indirizzo IP può avvenire anche se Kubernetes deve spostare un pod su un altro host a causa del consumo di risorse o se il pool di nodi su cui si trova è in fase di aggiornamento.

Deno

Si. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Deno.

Accesso diretto SSH ai pod

No. Al momento non forniamo accesso diretto SSH ai pod, ma speriamo di poterlo sviluppare in futuro. Per un database, è possibile utilizzare connessioni esterne per accedere ai dati.

Django

Si. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Django. Si può seguire questa guida per configurare un’applicazione Django su Kinsta.

Docusaurus

Sì. Abbiamo un esempio rapido di repo GitHub per Docusaurus. Abbiamo anche una guida su come creare un sito statico con Docusaurus.

Flask

Sì. Abbiamo un esempio di repo GitHub per Flask.

Flutter

Sì. Se l’applicazione Flutter è un’applicazione web e ha un Dockerfile, è supportata dall’Hosting di Applicazioni.

Gatsby

Sì. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Gatsby.

Go

Sì. Abbiamo un esempio rapido di repo GitHub per Go.

Applicazioni headless come sanity.io

Sì. Il backend utilizzerebbe la piattaforma Sanity e il front-end ReactJS.

Affinché questo funzioni sull’Hosting di Applicazioni, è necessario modificare gli script nel file package.json del progetto Sanity nel modo seguente:

"scripts": {
"dev": "npx -y @sanity/cli start",
"build": "npx -y @sanity/cli build",
"start": "npx -y serve dist"
},

È anche necessario aggiungere il nome di dominio temporaneo di MyKinsta (their-app-name.kinsta.app) assegnato all’applicazione nelle impostazioni delle origini del progetto/API/CORS.

Incremental Static Regeneration su Next.js

Sì. Funziona sull’hosting dell’applicazione; per maggiori informazioni su come configurare l’app, si legga questo articolo di Next.js.

Jamstack

Sì. Abbiamo i seguenti repository GitHub di esempio:

Java

Sì. Abbiamo un repository GitHub di esempio per Java.

Joomla

Forse. L’Hosting di Applicazioni supporta solo applicazioni stateless e Joomla non è stato progettato per essere utilizzato in un ambiente stateless. Tuttavia, è tecnicamente possibile eseguire Joomla come applicazione stateless. Esiste un plugin che può memorizzare i file statici su S3 ed esiste un’immagine docker ufficiale di Joomla.

Laravel

Si. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Laravel.

Magento

No. Magento richiede uno storage su disco persistente, che al momento non offriamo nell’ambito del servizio di Hosting di Applicazioni.

Mastadon

Forse. È possibile eseguire Mastadon sull’Hosting di Applicazioni, ma richiede molte risorse, quindi il costo di esecuzione potrebbe essere elevato. È probabile che si abbia bisogno di un pod da 4GB perché utilizza ~1,5GB di RAM. Inoltre, non c’è ancora uno storage persistente, quindi se il pod viene spostato o ciclato, dovrà recuperare tutto. I pod non si riavviano spesso, ma quando lo fanno, il filesystem viene ripristinato al filesystem del container originale.

App Mobili

Forse. Dipende dall’applicazione; è possibile ospitare il backend di un’applicazione mobile sull’Hosting di Applicazioni, ma non è possibile creare o distribuire l’applicazione mobile stessa.

MODX

Forse. MODX è una piattaforma CMS open-source in PHP, ma potrebbe richiedere uno storage persistente che l’Hosting di Applicazioni al momento non supporta. Se il sito può essere eseguito senza storage persistente, può essere ospitato sull’hosting di Applicazioni.

Moodle

No. Per funzionare correttamente, Moodle richiede uno storage/volume persistente; non può funzionare come applicazione stateless (in cui nessun file critico viene scritto sul filesystem). Questo significa che non possiamo supportarla, perché ogni distribuzione cancellerebbe alcuni dati su cui si basa Moodle.

MSSQL

No. MSSQL richiede uno storage persistente, che al momento non offriamo nell’ambito dell’hosting di applicazioni. Quando lo storage persistente sarà disponibile nell’hosting di applicazioni, dovrebbe essere possibile eseguirlo, secondo quanto riportato in questo articolo.

n8n

Si. La documentazione su n8n di Docker raccomanda lo storage persistente come best practice, ma non è esplicitamente richiesto:

“È importante conservare i dati nella cartella /root/.n8n perché contiene i dati degli utenti n8n e, cosa ancora più importante, la chiave di crittografia per le credenziali… …La persistenza della cartella /root/.n8n anche quando si utilizzano database alternativi è la best practice consigliata, ma non esplicitamente richiesta.”

Pertanto, dovrebbe funzionare anche su un hosting di applicazioni senza storage persistente se si utilizza un database; tuttavia, funzionerà meglio se lo storage persistente è disponibile all’interno dell’hosting di applicazioni.

NodeJS

Si. Per NodeJS abbiamo i seguenti repository GitHub di esempio:

Abbiamo anche diverse guide:
Configurare un’applicazione Node.js
Creare un’applicazione Node.js con un Dockerfile
Configurare un’applicazione Node.js per inviare email

NuxtJS

Sì. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per NuxtJS.

PHP

Sì. Abbiamo i seguenti repo GitHub di esempio per PHP:

Questa guida spiega come configurare un’applicazione PHP su Kinsta.

Prestashop

No. Il file ufficiale di docker-compose specifica un volume di archiviazione persistente e al momento non supportiamo l’archiviazione persistente.

QPDF

Forse. QPDF è uno strumento a riga di comando. Il sito web riporta anche questo:

QPDF è incluso nella maggior parte delle distribuzioni Linux e in molte altre distribuzioni software.

Questo indica che si tratta di un’applicazione basata su Dockerfile, che si basa sullo strumento CLI. Esistono alcuni repository pubblici su GitHub che installano QPDF all’interno del Dockerfile con alcuni comandi; ecco un esempio. Se si aggiungono gli stessi comandi al Dockerfile, è possibile utilizzare QPDF; tuttavia, non lo abbiamo testato sulla nostra piattaforma.

QPDF è una libreria C++ e potrebbe richiedere l’installazione di componenti aggiuntivi sull’istanza Linux per poter essere compilata correttamente.

Ruby

Si. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Ruby on Rails.

Scala

Sì. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per Scala.

Shopify

Forse. Tutti i repo di github di Shopify sono per diverse parti dell’applicazione; non è possibile il self-hosting dell’intero sito. Tuttavia, si può usare Hydrogen per creare una vetrina personalizzata in self-hosting, che sarà utilizzabile sull’Hosting di Applicazioni se si crea un Dockerfile.

Shopware

Sì. Shopware è una piattaforma commerciale aperta e headless, basata su Symfony 5.4 (PHP) e Vue.js 2.6, che può essere ospitata su un hosting di Applicazioni.

Spider Storage Engine in MariaDB

No. Al momento non è supportato perché utilizza un livello superiore di clustering del database.

Statamic

Si. Statamic è basato su Laravel, il che significa che è una normale applicazione basata su PHP, quindi Kinsta installa automaticamente le dipendenze definite nel file composer.json durante il processo di distribuzione.

Symfony

Si. Symfony è un framework PHP per creare siti e applicazioni web e può essere eseguito sull’Hosting di Applicazioni.

SvelteKit

Si. SvelteKit è un framework UI che compila i componenti in vanilla JavaScript e può essere eseguito sull’Hosting di Applicazioni.

Velo by Wix

No. Velo non ha un’opzione self-hosted. È possibile utilizzare solo Wix Cloud, quindi non si può accedere al codice da utilizzare sul nostro hosting di applicazioni.

VuePress

Si. Abbiamo un esempio di avvio rapido su GitHub per VuePress.

Applicazioni per Windows Server

Forse. Se l’applicazione può essere eseguita in un container Linux, potrebbe essere possibile ospitarla sull’Hosting di Applicazioni.

Wix

No. Wix non è open source, quindi non è possibile accedere al codice per spostare l’applicazione o il sito web sui nostri servizi di hosting.

Yarn

Sì. Yarn è supportato per l’Hosting di Applicazioni.