In Kinsta, massimizzare le prestazioni dei siti dei nostri clienti è una delle nostre massime priorità. Ogni parte del nostro stack di hosting, dalle nostre VM ottimizzate per il calcolo C2 alle nostre configurazioni software altamente ottimizzate, è stata selezionata tenendo conto delle prestazioni.

Una rete di consegna dei contenuti (CDN) è una componente fondamentale di uno stack di hosting moderno, e siamo orgogliosi di offrire Kinsta CDN – una CDN premium alimentata da Cloudflare – senza costi aggiuntivi. In questo articolo, imparerete di più su Kinsta CDN, e come abilitarlo per il vostro sito WordPress.

Kinsta CDN

Tutti i siti ospitati su Kinsta sono protetti dalla nostra integrazione gratuita con Cloudflare. Oltre a un firewall di livello aziendale e alla protezione DDoS, i clienti Kinsta hanno anche accesso a un CDN HTTP/3 ad alte prestazioni alimentato dalla robusta rete globale di Cloudflare.

Quanto è veloce Kinsta CDN?

Per testare le prestazioni del nuovo Kinsta CDN, abbiamo eseguito una serie di test di benchmark da 10 sedi in tutto il mondo. Per questo test, abbiamo usato un blog WordPress con un tema personalizzato e una varietà di contenuti testuali e grafici ospitati nel centro dati di Google Cloud in Iowa, USA. In totale, la pagina che abbiamo testato ha fatto più di 30 richieste di asset statici (JS, CSS, immagini, font, ecc.) e ha pesato 3,2 MB. Infine, abbiamo misurato il tempo di caricamento della pagina completa tre volte per località e abbiamo calcolato il tempo medio in ogni località.

Durante i nostri test di benchmark delle prestazioni, abbiamo scoperto che l’abilitazione di Kinsta CDN ha portato a una riduzione fino al 44% del tempo di caricamento delle pagine. Nella tabella qui sotto, puoi vedere i risultati prima e dopo confrontati per diverse località.

Tenete a mente che le località che sono in prossimità del server di origine che abbiamo usato per eseguire i nostri test (Iowa, USA) potrebbero non vedere un aumento delle prestazioni con Kinsta CDN.

Posizione Nessun CDN (secondi) Kinsta CDN (secondi) Percentuale Diff
Francoforte 2.64 2.19 -17.05%
Amsterdam 3.05 1.7 -44.26%
Londra 2.78 1.55 -44.24%
New York 1.16 0.835 -28.02%
Dallas 0.721 0.849 +17.75%
San Francisco 1.1 1.2 +9.09%
Singapore 4.91 3.41 -30.55%
Sydney 4.72 3.95 -16.31%
Tokyo 2.83 2.18 -22.97%
Bangalore 4.43 4.82 +8.80%

Con una rete che si estende su quasi 200 sedi in più di 100 paesi, Cloudflare gestisce una delle più grandi reti CDN del mondo. In confronto, altri popolari fornitori di CDN come KeyCDN, Bunny CDN e StackPath hanno meno di 60 punti di presenza (PoP).

Questo significa che abilitando Kinsta CDN, il tuo sito WordPress sarà in grado di servire asset statici da molti più luoghi in tutto il mondo senza la necessità di pagare per servizi aggiuntivi!

Vantaggi di Kinsta CDN

Sfruttando la rete di Cloudflare, Kinsta CDN offre una serie di vantaggi rispetto ai tradizionali fornitori di CDN. Esaminiamo alcuni dei maggiori vantaggi di Kinsta CDN:

Supporto HTTP/3

Kinsta CDN è dotato di supporto nativo per HTTP/3, l’ultima revisione del protocollo HTTP. Rispetto a HTTP/2, HTTP/3 offre handshake 0-RTT più veloci, requisiti di crittografia SSL, migliori prestazioni e altro ancora.

Ora che i principali browser web come Chrome e Firefox hanno aggiunto il supporto HTTP/3, è importante che anche i fornitori di CDN inizino a supportarlo. In questo momento, Kinsta CDN è uno dei pochi CDN che supportano HTTP/3. Detto questo, non dovete preoccuparvi se i browser dei vostri visitatori non supportano ancora HTTP/3, poiché Kinsta CDN tornerà automaticamente a HTTP/2 quando necessario.

Supporto del dominio primario

Cloudflare è un servizio di reverse proxy, il che significa che non avrete bisogno di un dominio secondario per approfittare delle sue varie funzionalità. Grazie a Kinsta CDN, le risorse della cache del tuo sito possono essere servite dal tuo dominio primario invece che da un dominio CDN secondario.

Mentre Google sostiene che non c’è alcun vantaggio SEO nel servire le immagini dal tuo dominio primario, ci sono ancora alcuni vantaggi nel non dover fare affidamento su un dominio CDN secondario. Per esempio, se si condivide un URL di immagine che utilizza un dominio CDN secondario, potrebbe restituire un errore HTTP 404 se si cambia il provider CDN in futuro. Facendo il caching e servendo le risorse statiche attraverso il tuo dominio primario, non dovrai preoccuparti di questo problema.

Infine, essere in grado di servire risorse dal dominio primario senza dover affrontare la riscrittura degli URL per un dominio secondario migliora anche la compatibilità con WordPress multisito.

Come abilitare Kinsta CDN

Per abilitare Kinsta CDN, accedi a MyKinsta e vai a Sites > Your Site > Kinsta CDN, e clicca su Enable Kinsta CDN.

Abilita Kinsta CDN in MyKinsta.
Abilita Kinsta CDN in MyKinsta.

Successivamente, conferma la creazione della zona cliccando su Enable Kinsta CDN sulla finestra di dialogo popup.

Confermate di voler abilitare Kinsta CDN facendo clic sul pulsante Abilita Kinsta CDN.
Confermate di voler abilitare Kinsta CDN facendo clic sul pulsante Abilita Kinsta CDN.

Come disattivare (o eliminare) Kinsta CDN

Dopo che Kinsta CDN è stato abilitato, il segno di spunta verde accanto alla voce Abilitato indica che Kinsta CDN è attivo! In questa pagina, vedrai anche due pulsanti –Disable e Clear CDN Cache.

Disabilitate Kinsta CDN o cancellate la cache CDN in MyKinsta.
Disabilitate Kinsta CDN o cancellate la cache CDN in MyKinsta.

Test di Kinsta CDN

Poiché Kinsta CDN non usa un dominio CDN secondario, non è possibile verificare che il CDN stia funzionando ispezionando l’URL dei file statici, ma è possibile testarlo con uno strumento di test della velocità del sito web.

Prima di procedere con i test di velocità, si consiglia di controllare le intestazioni HTTP di una risorsa statica per confermare che sta caricando da Kinsta CDN. Ci sono due modi per controllare le intestazioni HTTP: browser web e terminale.

Come controllare Kinsta CDN con un browser web

Potete usare gli strumenti per sviluppatori integrati nel vostro browser web per controllare se Kinsta CDN sta funzionando. Per questo esempio, useremo Google Chrome per ispezionare le intestazioni HTTP per una risorsa statica. Per lanciare gli strumenti di sviluppo di Chrome, fare clic con il tasto destro del mouse sulla pagina e fare clic su Inspect.

Fate clic con il tasto destro e selezionate Ispeziona per lanciare gli strumenti di sviluppo di Chrome.
Fate clic con il tasto destro e selezionate Ispeziona per lanciare gli strumenti di sviluppo di Chrome.

Poi, clicca sulla scheda Network e ricarica la pagina. Mentre la pagina viene caricata, vedrai un elenco delle risorse statiche della pagina sul lato sinistro della finestra degli strumenti di sviluppo. Per verificare che Kinsta CDN funzioni correttamente, clicca su qualsiasi risorsa statica (CSS, JS, file immagine o font web) che viene caricata dal tuo dominio.

Intestazioni HTTP negli strumenti di sviluppo di Chrome.
Intestazioni HTTP negli strumenti di sviluppo di Chrome.

Nella scheda Headers, scorri verso il basso fino a vedere Response Headers. In questa sezione, dovresti vedere un’intestazione cf-cache-status con un valore di HIT. Se vedi un valore diverso come MISS o DYNAMIC, prova ad aggiornare la pagina alcune volte per caricare la cache del CDN.

Come controllare Kinsta CDN nel terminale

Se hai familiarità con l’uso di Terminal (linea di comando), puoi anche controllare le intestazioni HTTP con il comando curl. Per prima cosa, dovrai trovare l’URL di una risorsa statica sul tuo sito. Per farlo, fai clic destro su un’immagine sul tuo sito e copia l’URL.

Poi, usate il comando qui sotto e sostituite l’URL alla fine del comando con l’URL della vostra risorsa.

curl -L -s -o /dev/null -D - https://kinstacdn.kinstalife.com/wp-content/uploads/2021/01/post-one.jpg

Dopo aver eseguito questo comando, dovreste vedere una risposta come questa:

Cercate cf-cache-status: HIT e ki-cache-tag in risposta al curl di una risorsa statica nel Terminal.
Cercate cf-cache-status: HIT e ki-cache-tag in risposta al curl di una risorsa statica nel Terminal.

Se Kinsta CDN è abilitato, dovresti vedere un valore HIT accanto all’intestazione cf-cache-status. Se vedi DYNAMIC o MISS invece di HIT, prova ad eseguire il comando un paio di volte in più per adescare la cache CDN. Dovreste anche vedere l’intestazione ki-cache-tag nella risposta, che indica che la risorsa è servita dal nostro CDN Kinsta.

Note importanti

Ecco alcune note importanti riguardanti l’integrazione di Kinsta CDN.

Riassunto

Kinsta CDN è un CDN ad alte prestazioni disponibile per tutti i clienti Kinsta senza costi aggiuntivi. È alimentato dalla nostra integrazione gratuita con Cloudflare e serve automaticamente i tuoi contenuti da oltre 200 PoP in tutto il mondo. Se avete domande su Kinsta CDN, non esitate a contattare il nostro team di supporto 24/7 per ulteriore assistenza!