Giulia Tosato è Community Manager e organizzatrice di eventi. Attiva nella Community italiana di WordPress, è organizzatrice e speaker di Meet-up e WordCamp. Ecco i suoi profili Linkedin, WordPress.org e Twitter.

D1. Qual è il tuo background e cosa ti ha fatto avvicinare a WordPress?
Ho iniziato ad occuparmi di comunicazione e marketing digitale per una piccola azienda, una decina di anni fa, e in quell’occasione ho conosciuto WordPress, che al tempo era semplicemente uno strumento per il mio lavoro. Quando sono diventata freelance, WordPress è diventato una necessità professionale dall’importanza sempre crescente.
Il contatto con la community è arrivato qualche tempo dopo, quando ho iniziato a frequentare gli eventi (in particolare, il freelancecamp) e ho avuto la fortuna di conoscere delle persone che già facevano parte della community italiana, nel momento in cui questa si stava ricostituendo.

Al centro del mio lavoro oggi ci sono il community management e l’organizzazione di eventi. Alla base della mia professione, anni di studio ed esperienze come specialista di comunicazione e marketing digitale: definizione di strategie, realizzazione e diffusione di contenuti.
Libera professionista per vocazione, oggi in una relazione felicemente “monogama” con una azienda che organizza eventi e corsi di formazione.
Nella community WordPress, oltre ad essere stata lead organizer di WordCamp Verona 2018, partecipo al team “Community”: co-organizzo un meetup e faccio il possibile per aiutare altri a fare lo stesso, ho partecipato all’organizzazione di diversi WordCamp.

D2. Come e quando hai iniziato a organizzare eventi come il WordCamp?
Il primo WordCamp a cui ho partecipato è stato a Torino nel 2016. A questo primo WordCamp sono andata senza conoscere nessuno, perciò ho deciso di partecipare subito come volontaria: mi sembrava un ottimo modo per essere coinvolta, fare amicizia, rendermi utile. Mi piaceva l’idea di mettermi in gioco, di avere un ruolo attivo, ma certo non avrei potuto immaginare quanto sarei diventata attiva!
Quei due giorni sono stati letteralmente una rivelazione: ho conosciuto tantissime splendide persone, mi sono sentita parte di qualcosa di grande, mi sono sentita coinvolta, inclusa, responsabilizzata. Mi sono innamorata della community e ho da subito desiderato fare qualcosa di più: così quando Carola Speri mi ha chiesto di organizzare insieme il WordPress Meetup di Verona (l’incontro mensile della community locale), sono stata subito entusiasta. Oggi l’appuntamento mensile a Verona continua regolarmente, e ad ogni serata partecipano dalle 20 alle 40 persone.
Da questo meetup è nato il WordCamp Verona del 12-13 Ottobre 2018, che ho organizzato assieme a Carola ed un fantastico team di persone conosciute proprio al meetup.

(Ho raccontato questo mio percorso in un talk, a WordCamp Milano 2016)

D3. Qual è la cosa che ti dà maggiori motivazioni a lavorare a questo tipo di eventi
Ti posso dire facilmente quale non è la maggiore motivazione: il ritorno professionale. Che c’è stato, in modi però molto traversi – mi spiego meglio: non ho mai cercato clienti attraverso il mio ruolo nella community, e anzi ho dovuto qualche volta rifiutare delle richieste di collaborazione, per mancanza di tempo. Il ritorno che ho avuto è stato in termini di crescita delle mie competenze soprattutto relazionali, organizzative: e questo sì, mi ha dato nel tempo un vantaggio professionale importante, senza dubbio.

Ma quello che veramente mi ha sempre motivato a partecipare alla community e organizzare questo tipo di eventi è il valore delle amicizie, dei legami e delle relazioni che si creano. Ho ricevuto moltissimo, umanamente parlando, dalle persone che ho conosciuto. Ho visto nascere amicizie e collaborazioni, ho potuto coinvolgere nuove persone – le quali hanno a loro volta trovato nella community energie, valori, opportunità; e questo mi gratifica. Essenzialmente, mi piace far incontrare le persone, far accadere le cose. Questa è la mia motivazione.

D4. Cosa dovrebbe sapere chi decide di organizzare un evento come un WordCamp prima di iniziare?
Se vuoi organizzare un evento del genere, devi prima di tutto sapere come relazionarti con le persone. Organizzare un evento vuol dire tenere insieme (o, in ogni caso, fare parte di) una squadra di persone, e quindi essere dotati di una certa, per così dire, sensibilità relazionale.
Devi sapere anche che ci sarà molto lavoro, ci saranno momenti stressanti, momenti in cui sembra che il lavoro non sia riconosciuto. Devi saperti concentrare sulle cose importanti ed eventualmente tralasciare i dettagli.
E soprattutto, sapere che ci saranno enormi soddisfazioni, alla fine!

D5. Cosa ti piace fare quando non sei al lavoro?
Mi piace anche semplicemente concedermi il tempo per non fare niente! Leggere, cucinare, passeggiare, stare con gli amici. Mi piace il mio lavoro, e così finisco anche nel tempo libero per dedicarmi ad approfondire temi legati al web, alla comunicazione, al community management. E certo, mi piace viaggiare, mi piacerebbe viaggiare di più, ma questo chi non te lo direbbe?

D6. Chi dovremmo intervistare dopo di te e perché?
Laura Sacco, perché è un’altra delle persone a cui la partecipazione alla community WordPress ha cambiato la vita: ha un’esperienza preziosa da condividere. Laura è una delle persone straordinarie che svolgono un ruolo importantissimo in questa community. È una delle prime persone che ho conosciuto, e nel tempo ha fatto un percorso bellissimo.


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani