WordPress ha iniziato come strumento di blogging open source nel 2003 ed è cresciuto fino a diventare il sistema di gestione dei contenuti più popolare da allora. Ormai, grazie alla sua lista di funzionalità in espansione, la piattaforma non solo soddisfa le esigenze dei blogger e delle piccole imprese online, ma serve anche il funzionamento di settori più ampi come l’istruzione. Scuole, insegnanti e studenti di tutto il mondo sfruttano le possibilità della piattaforma e sfruttano i numerosi vantaggi che WordPress – come base dei siti web – può offrire nel campo dell’istruzione.

L’importanza dell’istruzione

L’istruzione è uno degli aspetti fondamentali più importanti per una crescita economica sostenibile. Migliora la produttività delle persone, la loro capacità di ascoltare e pensare in modo più efficace e di immaginare le cose in modo più creativo. L’investimento nel capitale umano è essenziale per lo sviluppo del benessere economico di un paese, di conseguenza un’istruzione di qualità dovrebbe essere indispensabile. Tutti i soldi spesi per l’istruzione si ripagheranno da soli molte volte in futuro.

L’elenco dei vantaggi generali dell’istruzione per gli individui è infinito. Oltre a sviluppare il modo di pensare e di risolvere i problemi, apre le porte a diversi luoghi di lavoro e aumenta il proprio reddito finanziario. La strada per un salario più alto è un livello di istruzione più elevato, di conseguenza l’apprendimento paga a lungo termine.

Educazione degli studenti

Educazione degli studenti

Secondo i dati della ricerca paper published by the Department for Business, Innovation and Skills, l’istruzione ha anche benefici sociali: le persone che hanno studiato nell’istruzione superiore hanno molte meno probabilità di commettere reati, diventare alcolisti o fumatori.

L’effetto dell’istruzione sull’economia è enorme. C’è un’interessante correlazione tra il PIL e il livello di istruzione. Prima di tutto, più alto è il PIL pro capite, più soldi possono essere spesi per l’istruzione superiore. La relazione lineare è vera anche se ci si avvicina a questa correlazione dall’altro lato. Più alto è il livello di istruzione, più alto è il PIL pro capite. Quindi il capitale umano è un fattore chiave in tutti i sensi.

Il grafico sottostante mostra il collegamento tra il livello di istruzione e il reddito. Un laureato guadagna il 70% in più all’età di 22 anni rispetto a un liceale.

Collegamento tra il livello di istruzione e il reddito

Collegamento tra il livello di istruzione e il reddito / Fonte dei dati: Brookings.edu

Un altro modo per mostrare l’importanza dell’istruzione è quello di confrontare i guadagni complessivi dell’intera vita di persone con diverse qualifiche – come mostrato nel grafico sottostante. Le persone che hanno conseguito la laurea triennale guadagnano quasi cinque volte di più nella vita rispetto a quelle che non hanno frequentato il liceo.

Guadagno totale a vita in base al livello di istruzione

Guadagno totale a vita in base al livello di istruzione / Fonte dei dati: Brookings.edu

Sapendo quanto possa essere preziosa l’istruzione, non sorprende che Warren Buffet abbia fatto un’offerta agli studenti della Columbia Business School nel 2009:

Warren Buffet

In questo momento, pagherei 100.000 dollari per il 10% dei futuri guadagni di ognuno di voi… Molti di voi sono una risorsa da un milione di dollari in questo momento.

Warren Buffet
Magnate Americano degli affari e Investitore

Dopo aver esaminato l’importanza dell’educazione, diciamo qualche parola su come lo sviluppo della tecnologia influisce sulle abitudini di apprendimento.

Tecnologia nell’istruzione

Gli ultimi decenni hanno portato a un enorme progresso tecnologico. Ci sono molti nuovi dispositivi e servizi che sono entrati a far parte della nostra vita quotidiana e non possiamo nemmeno immaginare la nostra vita senza di essi: smartphone, tablet, internet insieme a Facebook, Twitter e Google.

Oggi ogni scuola superiore, college e università ha un sito web dove si possono trovare tutte le informazioni che li riguardano, gli iPad sono utilizzati anche nell’istruzione primaria, gli studenti possono iscriversi ai corsi universitari online e mettersi in contatto con i loro compagni e insegnanti attraverso internet. Una lezione o una presentazione non esiste più senza computer, gli insegnanti informano i loro studenti sull’argomento della prossima lezione o sulla data dell’esame via e-mail, inoltre caricano i risultati dei test nel sistema educativo unificato basato su software dell’istituto.

La diffusione della tecnologia nel campo dell’istruzione è solo agli inizi, ma sempre più soluzioni online come l’e-learning e l’apprendimento a distanza stanno per arrivare in prima linea nei prossimi anni. La popolarità e la diffusione dell’educazione online non è affatto una sorpresa; molte persone si rivolgono ad essa per eliminare le lunghe distanze, la mancanza di tempo o le spese elevate.

Peter Drucker, il famoso consulente di management, educatore e scrittore di numerosi grandi libri, aveva già previsto questa tendenza nel 1997 in una dichiarazione piuttosto scioccante.

Peter Drucker

Le università non sopravvivranno. Il futuro è al di fuori del campus tradizionale, al di fuori dell’aula tradizionale. L’apprendimento a distanza si sta diffondendo rapidamente.

Peter Drucker
Consulente di Gestione, Educatore e Autore

Uno studio from Docebo – un fornitore di soluzioni Cloud E-Learning riporta una prognosi di tendenza simile, che si riflette bene nel seguente grafico. Ciò dimostra l’enorme crescita prevista nel mercato dell’e-learning fino al 2020 solo negli Stati Uniti.

Crescita del mercato dell'e-learning negli Stati Uniti

Crescita del mercato dell’e-learning negli Stati Uniti

WordPress in Educazione

WordPress, che dieci anni fa era una piattaforma di blogging di base, è oggi il sistema di gestione dei contenuti (CMS) più utilizzato e diffuso. Oltre il 29% dei siti web utilizza oggi WordPress, il che significa milioni di siti. Non c’è da stupirsi che attorno ad esso si sia costruito un ecosistema e una comunità complessa. Le possibilità of WordPress are endless – può essere utilizzato per costruire semplici blog, siti di aste, forum, anche siti web governativi. Perché l’istruzione dovrebbe essere un’eccezione?

WordPress viene probabilmente utilizzato nei modi più disparati (comprese le possibilità offerte da Internet) nell’istruzione superiore, il CMS appare sempre più spesso sui siti web di college e università, ad esempio sui siti ufficiali del Bates College, University of Florida, University of British Columbia, Georgia State University, Boise State University.

Bates College

Bates College

University of Florida

University of Florida

University of British Columbia

University of British Columbia

Georgia State University

Georgia State University

Boise State University

Boise State University

Il numero di scuole superiori che riconoscono l’ampia gamma di opzioni offerte da WordPress è in aumento, ne fanno uso nel maggior numero possibile di campi. Un forte argomento a favore di WordPress (oltre alla sua popolarità e versatilità) è l’idea di non perdere tempo a educare le persone con l’aiuto di particolari sistemi interni, quando una grande piattaforma di pubblicazione web può presentare una soluzione più valida, senza contare che le conoscenze acquisite su come utilizzare WordPress possono essere utilizzate anche dopo gli studi, a casa o al lavoro.

Non c’è da stupirsi che WordPress come materia sia già insegnato in numerose scuole e università come parte del programma di formazione informatica. Gli studenti possono iscriversi alle lezioni di WordPress in numerose università (una classe di questo tipo può costare circa 100 dollari, però) dove si educano le conoscenze di base o intermedie di WordPress: le basi del CMS stesso, il cruscotto, la creazione e la modifica di pagine e post, la moderazione dei commenti. Inoltre, gli studenti possono imparare a personalizzare un sito, come e quando utilizzare i plugin.

Gli argomenti relativi a questo CMS – proprio come l’Introduzione a WordPress e le classi intermedie di WordPress che offre l’Università del Missouri-St.

Funzione WordPress Multisito

Tornando all’uso di WordPress nel campo dell’istruzione, una delle soluzioni più popolari di WordPress, spesso adottata dalle università, è la funzione WordPress Multisite, disponibile nel pacchetto di base unificato dal 2010, quando è stata pubblicata la versione 3.0 di WordPress. Vediamo prima cos’è esattamente un multisito:

Un insieme di siti all’interno di una singola installazione WordPress è una rete multisito, dove è necessario un accesso da parte di un super amministratore per aggiungere nuovi siti. I siti possono usare temi e plugin in comune, e non hanno directory separate sul vostro server, hanno solo le loro directory per il caricamento dei media e tabelle indipendenti all’interno del database.

WordPress multisito

WordPress multisito

Uno dei maggiori vantaggi del multisito è che è possibile installare o eliminare plugin e temi per tutti i siti della rete in modo sincrono, e anche aggiungere un numero infinito di installazioni ad una rete. Di conseguenza, l’istruzione può beneficiare di più siti utilizzati come blog, ad esempio, dove gli insegnanti possono aggiungere facilmente gli studenti alle nuove installazioni attraverso l’area amministrativa. Possono usare l’applicazione mobile WordPress per leggere i nuovi post del blog dei loro studenti e approvare i commenti.

Bloggare aiuta gli studenti a sviluppare le loro capacità di scrittura, lettura, ascolto e conversazione; per non parlare di quanto sia grande la piattaforma di un blog per condividere pensieri e opinioni con gli altri. Poiché gli hacker feroci sono comuni al giorno d’oggi, la sicurezza è importante sia per le reti multisito che per le installazioni singole. Uno dei compiti fondamentali che un insegnante (come amministratore) può gestire senza l’aiuto di uno sviluppatore è sempre l’aggiornamento di WordPress all’ultima versione disponibile.

Edublogs

L’altra soluzione amata di WordPress di cui l’istruzione superiore si avvale spesso, è Edublogs, il più grande fornitore di blog sull’istruzione. Il sistema è basato su WordPress ed è simile ai siti ospitati su wordpress.com, ma mentre quest’ultimo è stato inventato per il blogging generale, Edublogs si rivolge specificamente all’istruzione – è una comunità per insegnanti, studenti, educatori.

Edublogs è utilizzato principalmente per i contenuti creati dagli studenti piuttosto che per le informazioni e i contenuti forniti dalle istituzioni. Gli studenti scrivono articoli e li condividono tra loro, postano video, idee, link ecc. e possono commentare i post dei loro compagni sul blog. Edublogs è ampiamente utilizzato come sito web pubblico della classe – aperto sul web -, dove gli educatori possono condividere con gli studenti gli orari delle lezioni, i compiti e il contenuto delle lezioni.

Blog degli studenti

Blog degli studenti

Un esempio affascinante di come usare Edublogs è Ms. Cassidy’s Classroom Blog, dove Ms. Cassidy dà una bella visione della vita scolastica e dei programmi della sua classe:

Il blog dell'aula della signora Cassidy

Il blog dell’aula della signora Cassidy

Condivide storie interessanti nei post del suo blog insieme a molte foto e video, dando la possibilità di commentare sotto ogni post. C’è anche un blog didattico per ogni studente di 6 anni raccolto sul sito della signora Cassidy, dove pubblica le opere di ogni bambino che rendono orgogliosi i genitori.

Edublogs ha alimentato 2,5 milioni di blog dal 2005. Ci interessava sapere perché hanno scelto WordPress e che tipo di feedback ricevono dagli utenti. Abbiamo contattato il project manager dell’azienda, Ronnie Burt, che ha gentilmente risposto alle nostre domande. Potete leggere le risposte qui sotto.

Ronnie Burt

Edublogs è basato su WordPress, qual è stato il motivo per cui hai messo il tuo voto su questo CMS? Quali sono i principali vantaggi dell’utilizzo di questo sistema di gestione dei contenuti? C’erano altre alternative?

Quando Edublogs è stato lanciato, più di 9 anni fa, era davvero tutto incentrato sul blogging, e WordPress era appena uscito come lo strumento di blogging preferito. Infatti, Edublogs è stato lanciato appena una settimana o due prima di WordPress.com! Non c’era nient’altro come WordPress MU (ora Multisito) che ci permettesse di avere una piattaforma di auto-servizio per educatori e studenti. Così ci siamo messi d’accordo!

Nel corso degli anni, abbiamo visto sempre più utenti sfruttare WordPress in molti modi diversi. In effetti, è per questo che abbiamo recentemente ri-brandellato il nostro servizio di hosting gestito per l’istruzione come CampusPress, per togliere il “blog” dal nome.

Perché pensi che la gente ami usare il tuo sistema basato su WordPress a partire dal feedback che ricevi?

La parte più bella della mia giornata è riuscire a vedere il lavoro che gli studenti di 5 anni fanno sulla nostra piattaforma. WordPress è semplicemente super facile e intuitivo, il che rende felici i nostri utenti. Dall’altro lato, abbiamo insegnanti che bloggano su un blog che potrebbe non essere troppo tecnico. Ma sono in grado di pubblicare sul web e di fare cose piuttosto incredibili. Inoltre, non c’è dubbio che i temi e l’aspetto dei siti siano le cose più importanti per i nostri utenti.

Ritiene che ci siano dei punti deboli in WordPress che dovrebbero essere corretti per aiutarla a diffondersi ulteriormente?

Sono davvero entusiasta dei recenti miglioramenti e mi concentro su un migliore supporto di più lingue in WordPress. Questo è un punto debole che migliora ad ogni nuova uscita. Il core team fa un ottimo lavoro per mantenere le cose al minimo, ma un punto debole è che WordPress può diventare rapidamente una bestia quando gli utenti aggiungono una tonnellata di plugin o non sono veramente sicuri di quello che stanno facendo. Questo può spaventare le persone nel tempo.

Ronnie Burt
Project Manager, Edublogs e CampusPress

SchoolPress

Un altro strumento al servizio dell’istruzione è SchoolPress, un’applicazione web open source alimentata da WordPress per studenti, insegnanti e classi. È costruito con WordPress Multisite. L’app è stata lanciata in beta all’inizio di agosto 2014, ed è ancora in fase di sviluppo, ma sembra assolutamente promettente. Permette agli educatori di iniziare lezioni online aperte, su invito o con approvazione (pubbliche o private). Possono aggiungere incarichi con date di scadenza. C’è un’opzione per gli studenti di caricare/pubblicare i loro lavori in modo che gli insegnanti possano seguire i loro progressi di apprendimento. I membri di una classe online possono anche avviare discussioni in un forum o inviare messaggi diretti l’uno all’altro, e sono incluse anche le funzionalità dei social network. La beta dell’app è un inizio solido, attendiamo con ansia i risultati di ulteriori sviluppi.

Il WordPress Poliedrico nell’educazione

È quasi impossibile enumerare in quanti modi WordPress viene utilizzato nel campo dell’educazione. Grazie alla flessibilità della piattaforma, di tanto in tanto nascono nuove idee su come adattare l’ampia gamma di funzionalità di WordPress al servizio della formazione. Ecco alcuni dei modi più comuni di usare WordPress nelle scuole.

Sito Web della Scuola

Sempre più scuole gestiscono il loro intero sito web su WordPress, e questo avviene sicuramente per un motivo. WordPress è open source, facile da usare, scalabile, personalizzabile e aggiornato frequentemente.

Anche nel 2014, molte scuole usano sistemi vecchi e obsoleti che gestiscono i loro siti web. A causa del possibile malfunzionamento di questi sistemi antiquati, le scuole di solito pagano ogni anno una grossa somma di denaro per farli riparare o aggiornare. WordPress (essendo open source) è gratuito e i siti più piccoli possono essere migrati a WordPress in modo semplice e relativamente veloce.

Come può un distretto scolastico risparmiare fino a 300.000 dollari in 5 anni solo passando a WordPress?

Ci sono persone avventurose che modernizzano non solo uno, ma anche 70 siti web scolastici contemporaneamente con l’aiuto di WordPress, perché pensano che i tanti vantaggi ne valgano la pena. Cameron Barrett, il responsabile di Web Site Innovation & Strategy di Newark, Public Schools che vanta diversi anni di esperienza, ha riconosciuto le opportunità di WordPress e ha modernizzato i siti web delle scuole pubbliche di Newark.

Il seguente caso di studio racconta la vera storia di questo enorme progetto. Speriamo di poter dimostrare la potenza di WordPress attraverso questo esempio. Fidatevi, vale la pena di leggerlo!

Cameron Barrett

Lei ha guidato la migrazione di oltre 70 siti web da un SaaS proprietario terribilmente scadente a WordPress per la più grande scuola pubblica del New Jersey, Newark Public Schools. Quali erano i problemi del sistema precedente? Quali sono state le ragioni esatte che l’hanno portata a un completo cambiamento del CMS?

Ho accettato il lavoro presso le scuole pubbliche di Newark (NPS) perché ero stanco di lavorare nel mondo aziendale. Ho avuto un’offerta di lavoro per gestire il processo di progettazione di UX per una grande azienda di e-tailer qui nel nord di New Jersey, che stava passando da una piattaforma vecchia di 15 anni a qualcosa di più moderno. Il lavoro avrebbe richiesto frequenti viaggi in Polonia per lavorare con i loro sviluppatori, e mia moglie non era contenta dell’ultimo lavoro (World Economic Forum) che ho avuto che richiedeva viaggi internazionali. Così, ho rifiutato l’offerta di fare il 30% in meno di lavoro per il più grande distretto scolastico pubblico di New Jersey.

Sembra pazzesco, vero? Non quando ti rendi conto che vengo da una famiglia piena di insegnanti. Entrambi i miei genitori erano insegnanti che lavoravano per il Dipartimento delle Scuole Dipendenti dal Dipartimento della Difesa (D.O.D.D.D.S) – che è il sistema scolastico internazionale che educa i figli dei militari che sono di stanza in luoghi lontani. La maggior parte della mia infanzia è stata trascorsa crescendo in luoghi di cui la maggior parte della gente non ha mai sentito parlare. In un caso, si trattava di un territorio americano situato nel mezzo del Pacifico meridionale, su un’isola delle dimensioni di Manhattan. Un’altra era una base di comunicazioni militari top secret nel nord dell’Inghilterra che negli anni ’80 non era nemmeno sulle mappe.

Così, dopo 15 anni di lavoro per piccole imprese, grandi aziende, startup, grandi ONG, campagne presidenziali, società di sviluppo open source e tutto il resto, ho visto l’opportunità di prendere le mie competenze e applicarle in un campo che non avevo ancora sperimentato, ma che conoscevo molto bene: le scuole. Quando sono entrato a far parte di NPS, ho dedicato molto tempo ad educare il management sul vantaggio di licenziare i loro fornitori di tecnologie proprietarie e di adottare soluzioni più aperte e flessibili. Ho accettato il lavoro solo dopo che mi è stato promesso il completo controllo della tecnologia del sito web che guida i siti web rivolti al pubblico.

Non appena mi sono immerso nella soluzione del fornitore precedente, ho subito visto il problema. Il loro codice era vecchio, lento, chiuso, proprietario e mi impediva di fare qualsiasi tipo di sviluppo personalizzato. Ad esempio, all’inizio del 2014 stavano ancora consegnando un modello che stava caricando una versione di jQuery del 2007. E siccome hanno caricato questo al di fuori della parte del template < head> che potevo controllare non potevo semplicemente sovrascriverlo con una versione più recente, dato che non è possibile caricare due versioni di jQuery nel DOM del browser senza molte rotture.

Un altro esempio sono i modelli super-antiquatizzati che stavano usando come default. Ognuno dei nostri siti web scolastici è stato consegnato in un miscuglio di HTML con non meno di 6-8 file Flash/SWF, la maggior parte dei quali erano in grado di caricare il testo dei titoli dei widget e un carosello di immagini. Questo modello è stato anche cotto in un layout basato su una tabella. Inutile dire che questi siti sono completamente falliti sulla maggior parte degli smartphone e dei dispositivi mobili.

Chiaramente, una revisione era in ordine.

Perché avete scelto WordPress (rispetto agli altri CMS)? Come avete convinto le scuole che WordPress sarebbe stato l’ideale per loro?

Per questo particolare progetto ho guardato sia WordPress che Drupal. Stavo costruendo i siti di Drupal quando Matt Mullenweg si biforcò con la biforcazione b2, e ricordo di averlo incontrato alla O’Reilly Open Source Conference a Portland nel 2003 o nel 2004. Era così giovane! Ma ricordo che era molto entusiasta di incontrare il “Cam Barrett di CamWorld”, il mio blog pionieristico (non più online).

Cavolo, mi sento vecchio. 🙂

Ad ogni modo, Drupal è stata la mia piattaforma preferita nel 2004 dopo la perdita di MovableType. Ho costruito un enorme sito per la comunità di snowboard per la rivista Snowboard Magazine nel 2004 e ho anche contribuito a convincere The Onion a convertirsi a Drupal dalla loro soluzione proprietaria. È interessante notare che, secondo me, hanno superato anche questo e ora si stanno occupando di qualcos’altro. Non avevo dato molto a WordPress, però, fino alla fine degli anni 2000, quando ho notato che un numero enorme di siti web e blog vi era migrato.

drupal vs wordpress

Per quanto volessi usare Drupal per NPS, e ho riconosciuto che la comunità degli sviluppatori era eccellente, ho dovuto considerare il costo dello sviluppo personalizzato che sarebbe stato necessario. Gli sviluppatori di Drupal non sono a buon mercato; almeno non quelli buoni. Ho iniziato a guardare WordPress e, dato che tra il 2010 e il 2013 avevo recentemente costruito un gruppo di piccoli siti di clienti in WordPress, mi sono reso conto che WordPress poteva essere utilizzato come un robusto CMS.

Il fatto che abbia un framework di plugin aperto e migliaia di plugin (anche se non tutti ben codificati) è stato sufficiente a convincermi a scegliere WordPress piuttosto che Drupal. Infine, credo che abbiamo aspettato Drupal 8 per quelli che sembrano anni. Amo quella comunità, ma non riesco a sistemare il loro programma di rilascio rotto. Troppi cuochi in cucina? Non lo so proprio. So solo che sono stanco di aspettare. Ho anche riconosciuto che trovare un esperto locale di WordPress per aiutare un distretto scolastico rurale con i loro siti web sarebbe stato molto più facile che trovare un esperto locale di Drupal in una zona rurale.

Solo per avere un’idea più chiara di quanto sia grande il progetto, potreste condividere alcuni dati con noi? Quanto tempo è durata la migrazione? Si sono verificati problemi imprevisti?

È davvero difficile da valutare a causa del modo in cui i nostri precedenti fornitori archiviavano i file. Grazie al bizzarro modo in cui il lavoro del CMS con architettura NET, si può navigare verso la stessa pagina in tre modi diversi a seconda del punto di partenza. L’architettura delle informazioni di default era un vero e proprio incubo.

Stimerei che le nostre 70 sedi scolastiche e il sito del distretto messi insieme fossero circa 10.000-15.000 pagine. Il numero di documenti e di mezzi di comunicazione era di circa 50.000-100.000 documenti. Di nuovo, molto difficile da determinare perché quando ho scavato a fondo ho scoperto che il CMS SaaS del fornitore conservava lo stesso documento 70 volte, una volta per ogni scuola. Non ti prendo in giro. Ciò significa che ogni volta che un documento di politica distrettuale viene rilasciato alle scuole, viene memorizzato 70 volte nel CMS. Alla fine si è trattato di molti, molte migliaia di documenti in più di quelli realmente necessari. Un tale spreco di spazio su disco. Ciò ha anche reso quasi impossibile mantenere sincronizzati i documenti tra i siti scolastici.

La migrazione è stata piuttosto semplice. Il nostro partner di sviluppo ha scritto un content scraping script in PHP che cercava un blocco di codice specifico che sapevamo essere in ogni template e succhiava tutto l’HTML, le immagini e i documenti collegati che si trovavano tra l’inizio e la fine di quel blocco di codice. Concesso, questo ha anche risucchiato e importato il terribile .NET-output “MSHTML” con un carico di classi CSS e ID non necessari. Stiamo ancora pulendo questa roba, poiché si tratta per lo più di un processo manuale che consiste nell’esaminare ogni pagina che è stata auto-generata dallo script di migrazione dei contenuti.

migrare il codice

Ma nel complesso, ho iniziato a pianificare questo progetto nel gennaio 2014, ho assunto lo sviluppatore a maggio. Abbiamo iniziato la codifica vera e propria solo il 1° luglio 2014, a causa delle montagne di burocrazia e del processo di approvvigionamento burocratico che ho dovuto navigare all’interno del distretto scolastico statale. Questo da solo ha ritardato le cose di qualche mese.

Ho progettato il tema internamente, il che ha dimezzato i nostri costi di sviluppo. Il fornitore di sviluppo ha fatto installare un server di staging entro una settimana e il tema personalizzato è stato codificato entro la fine di luglio. Questo ci ha dato tutto il mese di agosto per ripulire i contenuti e risolvere i problemi. Ce l’abbiamo fatta a malapena e abbiamo lanciato i siti il 29 agosto 2014. Siamo stati costretti a farlo perché il contratto SaaS del precedente fornitore è scaduto il 31 agosto 2014.

Abbiamo lanciato un po’ incompleto e abbiamo passato le ultime due settimane a rimettere in forma i siti web della scuola. Durante questo processo di pulizia, abbiamo scoperto che lo script di importazione dei contenuti ha mancato alcune pagine, PDF e alcune risorse multimediali. Per fortuna, ho usato uno strumento di raschiatura del sito chiamato DeepVacuum per raschiare l’intero sito HTML, gli asset e i file, in modo da avere una copia locale raschiata del sito memorizzata in DropBox a cui possiamo fare riferimento quando scopriamo una pagina che è necessaria ma lo script di importazione non è stato trovato. Questo gratta e vinci è di 4,51 GB di dati e sono 23.138 file.

Oltre al fatto che WordPress è una piattaforma open source e facile da usare, l’utilizzo di WordPress permette di risparmiare molto denaro. Quanti soldi siete riusciti a risparmiare nel caso di questo progetto?

È impossibile fare i conti per tutti gli oltre 14.000 distretti scolastici pubblici di questo paese. Ma posso dirvi che NPS pagava un fornitore 60.000 dollari all’anno per la sua soluzione CMS SaaS. Questo ha pagato il CMS SaaS, l’hosting e un contratto di supporto.

Poiché NPS non ha nessun sysadmin interno in grado di mantenere un server web patchato e sicuro, stiamo pagando WP Engine per un server gestito dedicato di livello Premium II, che costa 1200 $/mo (14.400 $/anno). Abbiamo pagato 9000 dollari per lo script di importazione personalizzato e altri 30.000 dollari per lo sviluppo personalizzato, la configurazione e vari altri servizi di sviluppo. Quest’anno il totale di quest’anno è esattamente lo stesso importo che pagavamo ogni anno al fornitore SaaS. Alla fine, abbiamo il controllo dello sviluppo della soluzione e possiamo offrirla ad altri distretti scolastici pubblici che vogliono seguire il nostro esempio.

grafico dei prezzi

I costi del secondo anno sono solo il costo dell’hosting: 14.400 dollari all’anno e se scegliamo di pagare per un contratto di supporto agli sviluppatori, allora c’è anche questo costo. Immagino che la maggior parte dei distretti scolastici che vogliono seguire le nostre orme troverebbe un esperto locale di WordPress che possa fungere da primo punto di contatto per qualsiasi problema di sviluppo incentrato sullo sviluppo da affrontare. Non c’è bisogno che questi piccoli distretti scolastici pubblici continuino a usare il denaro dei contribuenti per pagare un costoso venditore SaaS proprietario. Non ha senso quando WordPress più un esperto locale di WP può fare un lavoro migliore – per molto meno.

Le mie proiezioni dei costi quinquennali passando a WordPress portano a risparmiare al distretto scolastico tra i 150.000 e i 300.000 dollari. E‘ ancora di più quando si comincia a capire che usare WordPress come framework applicativo può sostituire altri sistemi proprietari che le scuole stanno pagando.

Ecco un esempio: Usiamo Blackboard Connect, che è il sistema che invia telefonate automatiche e messaggi di testo ai genitori ogni volta che c’è una giornata di neve o qualche altro messaggio ad alta priorità che deve essere comunicato. Newark è un quartiere molto urbano, e uno dei fatti della maggior parte dei quartieri urbani di questo paese è che la popolazione cambia il proprio numero di cellulare molto spesso quando cambia piano o passa da un telefono prepagato all’altro.

Ciò significa che una grande percentuale dei numeri di telefono nel nostro database BlackBoard Connect non è nemmeno valida o finiamo per svegliare centinaia di persone sfortunate alle 4:00 del mattino in un giorno di neve – le persone che hanno ricevuto quel numero dopo. Mantenere aggiornato il database dei numeri di telefono di Blackboard Connect è un compito erculeo. Abbiamo alcune persone che lo fanno come parte della Community Outreach all’interno di NPS, ma non sarà mai al 100% o addirittura all’80%.

La soluzione, quindi, è rimuovere completamente il problema del numero di telefono dalla soluzione e fare i vostri messaggi ad alta priorità in un altro modo. La soluzione è ovvia: notifiche push alle applicazioni iOS/Android installate sugli smartphone dei nostri genitori. Per meno di 1000 dollari possiamo usare AppPresser per farlo. AppPresser è un plugin/app WordPresser che collega gli hook del sistema operativo mobile nativo per le notifiche push a WordPress tramite una build PhoneGap. Questo ci fornisce un’applicazione iOS e Android molto, molto semplice, che può rendere i siti nella vista del browser mobile e ricevere notifiche push inviate direttamente dalla nostra interfaccia di amministrazione WordPress.

Questo non è ancora completo, ma ci aspettiamo di avere le nostre app sull’Apple Store e su Google Play entro le prossime sei settimane, giusto in tempo per la stagione invernale e per quei meravigliosi messaggi delle 4:00 del mattino.

Sulla base delle frasi sopra citate, immagino che raccomandereste con forza WordPress anche ad altre scuole 🙂

Sì! WordPress è cresciuto. Non è più il piccolo strumento di blogging che aveva iniziato ad essere. La brillantezza che le ha permesso di crescere into the open ecosystem è oggi ciò che l’ha trasformata in una piattaforma che ospita quasi 1 su 4 siti web su Internet. Ha senso che anche i distretti scolastici, le grandi ONG, le organizzazioni non profit, i governi delle città, il governo federale e altre istituzioni e organizzazioni migrino su WordPress.

Smettila di pagare quei costosi venditori SaaS. Smettete di acquistare software a livello aziendale! Non ne hai bisogno. WordPress può fare tutto ciò che un CMS aziendale può fare e anche di più, e se si dispone di una soluzione di un fornitore esistente che non è possibile sostituire, allora è molto probabile che si possa collegare WordPress ad esso tramite una API o query dirette al database. I venditori di imprese intelligenti se ne rendono conto e si stanno aprendo sempre di più ogni anno.

Cameron Barrett
Il Responsabile dell’innovazione e della Strategia del Sito Web Presso le Scuole pubbliche di Newark

Oltre ai siti web delle scuole, WordPress viene utilizzato anche per creare siti web delle classi, che sono buoni esempi di insegnanti che utilizzano WordPress per i blog. Di solito condividono idee, compiti, programmi di classe e informazioni con i loro studenti e i loro genitori. Un Class Blog può essere utilizzato in diversi modi. Alcuni educatori pubblicano informazioni e programmi per i loro studenti, tengono aggiornati i genitori e alcuni di loro usano i blog della classe per collaborare e discutere. I blog di educatori personali e professionali sono utilizzati per condividere consigli con altri educatori e informazioni con un pubblico più vasto.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

Gli insegnanti che gestiscono blog personali possono aumentare la loro collaborazione con altri esperti e studenti, ottenendo così idee più innovative per i loro pensieri, teorie o anche scoperte scientifiche. Nel caso dei blog degli educatori, l’obiettivo è quello di raggiungere un pubblico più ampio e rilevante e di lanciare uova per commentare attivamente i post, poiché queste discussioni e feedback porteranno gli educatori a migliorare le loro pratiche di insegnamento e a portare le loro idee alla perfezione.

Libreria WordPress

Libreria WordPress

WordPress può essere utilizzato anche come blog della biblioteca e come sistema di gestione dei contenuti della biblioteca nelle scuole, un modo intelligente per informare gli studenti e i genitori, condividere notizie sulla biblioteca, recensioni di libri e coinvolgerli in un complesso “programma di lettura”. Il sito web della biblioteca può funzionare su WordPress così come la gestione dell’intero database della biblioteca può essere risolto facilmente con WP. Kyle ML Jones e Polly-Alida Farrington hanno scritto an entire book sull’argomento: Utilizzo di WordPress come sistema di gestione dei contenuti della biblioteca: Con WordPress, potete dare agli utenti un facile accesso ai contenuti digitali della vostra biblioteca.

WordPress come Sistema di Gestione dell’apprendimento

Naturalmente, l’istruzione non si svolge solo nei college e nelle università, tutto il mondo di internet è un’enorme macchina educativa, dove si possono trovare materiali utili su migliaia di argomenti. Ci sono molte risorse gratuite, ma è possibile trovare opzioni premium/pagate per radicarsi in un campo di interesse/studio. Molti degli esperti di un argomento hanno riconosciuto questa opportunità e offrono le loro competenze, corsi o materiale didattico in cambio di denaro. Inutile dire che WordPress è in grado di gestire questo! Esaminiamo quindi i modi in cui potete creare e vendere i vostri corsi online.

I plugin più popolari del Learning Management System sono i seguenti:

Paid Memberships Pro

Paid Memberships Pro

Paid Memberhips Pro è un popolare plugin di WordPress per coloro che vogliono aggiungere una fonte di reddito ai loro siti, blog. Il plugin permette agli educatori – o a chiunque voglia beneficiare delle proprie competenze – di essere pagati sul proprio sito dai lettori che sono desiderosi di iscriversi e di accedere ai loro corsi o tutorial. Controlla questo post per saperne di più sui plugin per l’iscrizione.

LearnDash

LearnDash

Potete vendere i vostri corsi online con l’aiuto del plugin Premium WordPress di LearnDash LMS, specifico per chi desidera che il proprio sito sia un sistema di gestione dell’apprendimento. È un plugin perfetto per educatori, formatori e istituzioni educative. Nel plugin sono integrate diverse opzioni di pagamento, è possibile vendere i corsi a un prezzo unico o richiedere un abbonamento mensile agli utenti. Il numero di corsi e video è illimitato, è possibile creare un quiz e avere una discussione in tempo reale con i propri utenti. Inoltre, è compatibile con tutti i temi del WP.

WP Courseware

WP Courseware

WP Courseware è il terzo famoso plugin LMS per i siti di e-training, che serve per scopi simili ai precedenti plugin menzionati sopra. Offre interfacce di formazione facili da gestire, corsi illimitati, la possibilità di importare/esportare corsi, esportare libri di voto e altro ancora.

Sensei

Sensei

Sensei di Woothemes è probabilmente il plugin più conosciuto per gli stessi scopi del corso. Fornisce una facile creazione di contenuti con tutti i campanelli e i fischietti di cui un plugin LMS ha bisogno, tra cui l’analisi dei corsi, la valutazione a quiz e la banca delle domande; aiutando a trasformare il vostro sito in una scuola online.

Temi Educativi Popolari WordPress

La gente paga un’enorme quantità di denaro per l’istruzione (sia online che tradizionale), comprensibilmente i creatori di temi vorrebbero prendere una frazione di questo mercato. Per questo motivo, oltre ai plugin LMS, ci sono numerosi temi che si concentrano sull’educazione. Sono tutti progettati per le scuole o per i corsi online. Due esempi dall’infinita lista di temi educativi belli e famosi:

WPLMS Learning Management System non è un tema semplice ma un LMS complesso. È il tema educativo WordPress più avanzato che concede il permesso di gestire e vendere corsi online. Il tema sfrutta la massima capacità di WordPress, BuddyPress e WooCommerce. Permette al proprietario del sito di creare corsi illimitati, unità all’interno dei corsi; ci sono diverse opzioni come statistiche, record, quiz e domande che migliorano l’esperienza dell’utente e rendono il vostro sito sorprendente.

Tema WPLMS

Tema WPLMS

Academy – Learning Management Theme è adatto anche per i corsi online. Si tratta di un tema piatto e moderno che fornisce un elenco di funzionalità estese come i profili degli utenti, le valutazioni dei corsi, i certificati dei corsi, i progressi degli studenti, l’integrazione sociale. Non si tratta di un semplice tema, ma di una piattaforma di e-learning completamente pratica con molte opzioni di personalizzazione per massimizzare il vostro fatturato e la soddisfazione degli utenti.

Tema Academy

Tema Academy

WordPress è una soluzione completa

Abbiamo cercato di delineare la varietà di supplementi premium (plugin) disponibili per coloro che desiderano ottenere un livello di istruzione superiore e sfruttare le opportunità tecnologiche. Nonostante le diverse esigenze, oggi esiste almeno una soluzione WordPress per ogni problema, che semplifica la vita degli utenti. Ad esempio, se una scuola desidera passare a WordPress e modernizzare il proprio sito web grazie alla nostra guida, i web designer sono lì per aiutarla.

Ci sono alcuni designer che si sono specializzati nella progettazione di siti web scolastici basati su WordPress. Una di queste importanti aziende di web design nel Regno Unito è Lemongrass Media. Nell’intervista che segue, spiegano perché stanno usando WordPress per costruire siti web scolastici e che tipo di feedback ricevono dalle scuole in merito all’usabilità del CMS:

I progettisti e gli sviluppatori di Lemongrass Media hanno molti anni di esperienza nella costruzione di siti web scolastici e utilizzano sempre WordPress per la fondazione di questi progetti. I loro futuri clienti (scuole) sanno cos’è esattamente WordPress? Che tipo di feedback ricevono dai clienti esistenti riguardo a WordPress? Leggi l’intervista qui sotto per le risposte.

Steve Telford

Siete specializzati nella progettazione e nello sviluppo di siti web scolastici basati su WordPress. Perché avete scelto WordPress (rispetto ad altri CMS)?

WordPress è altamente versatile dal punto di vista dello sviluppo e ci permette di fornire alle scuole una grande varietà di funzionalità che non è mai stata utilizzata o vista prima nel web design scolastico. Essere open source significa che continuerà sempre a migliorare e a crescere. Gli ultimi aggiornamenti, tra cui il 4.0 (Benny), hanno portato la piattaforma a passi da gigante. Dal punto di vista del cliente, hanno bisogno di un back end semplice da utilizzare e intuitivo. Secondo noi, WordPress ha ottenuto il punteggio più alto per la facilità d’uso e la gestione quotidiana.

Come convincete i vostri clienti a costruire i loro siti su WordPress?

Spieghiamo loro i vantaggi del software open source e diamo loro una dimostrazione del back end. Accoppiato con il nostro portfolio di design, questo è di solito sufficiente a convincerli.

I clienti sanno almeno cos’è WordPress? Di solito hanno una visione chiara di come vorrebbero far costruire il loro sito?

Alcuni lo fanno sì, dipende dal livello di comprensione che hanno. Occasionalmente un cliente avrà l’errata convinzione che WordPress sia principalmente una piattaforma di blogging e rimane sempre piacevolmente sorpreso quando gli mostriamo tutte le funzionalità CMS di un sito web WordPress e i siti grandi e complessi che sono stati costruiti e quanto siano semplici da aggiornare e mantenere. Il 99% dei clienti ha un’idea approssimativa del tipo di look e della sensazione che gli piace con alcuni siti web di esempio, ma non una chiara visione del design. Attraverso domande dettagliate, traduciamo i loro pensieri in un concetto e lavoriamo da lì.

Che tipo di feedback ricevete di solito dalle scuole? Sono in grado di gestire facilmente l’utilizzo e la modifica del loro sito? A loro piace?

Il feedback delle scuole è sempre fantastico, soprattutto perché il software precedente che utilizzavano è talmente antiquato che un aggiornamento a WordPress di solito li spazza via. La formazione è molto semplice e la stragrande maggioranza di loro aggiorna facilmente i propri siti su base giornaliera. Attraverso il nostro contratto di assistenza, siamo sempre disponibili ad offrire un paio di mani in più per mantenere il sito fresco e utilizzato nel modo in cui era stato originariamente previsto. In breve, WordPress è stato realizzato per il Web Design della scuola.

Steve Telford
Direttore di Lemongrass Media

Riassumendo

Il nostro obiettivo con questa guida era quello di evidenziare quanti modi di usare WordPress nel campo dell’educazione. La nostra formazione non è rappresentativa, abbiamo cercato di menzionare gli aspetti più importanti. Ci sono ancora molti modi per usare WordPress al servizio dell’educazione (collaborazione di gruppo, ePortfolio, archivio per le risorse), un certo numero di plugin meno comuni ma molto utili sono disponibili per educatori e studenti.

Il sistema di gestione dei contenuti di WordPress ha ottenuto grandi risultati e ha già dimostrato la sua popolarità. Noi di Kinsta pensiamo però che il vero boom di WordPress debba ancora arrivare. Nei prossimi anni il numero di servizi, soluzioni, plugin e temi legati a WordPress crescerà a passi da gigante. Di conseguenza, si amplieranno anche le opportunità di utilizzo del CMS nel campo dell’istruzione.

Speriamo che molti di voi abbiano apprezzato WordPress. Nel caso in cui abbiate già familiarità con essa, e utilizziate una delle soluzioni sopra menzionate in pratica, ci piacerebbe sentire le vostre esperienze e i vostri risultati nella sezione commenti qui sotto!


Se questo articolo ti è piaciuto, allora amerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ottieni supporto 24/7 dal nostro team esperto di WordPress. La nostra infrastruttura alimentata da Google Cloud si concentra su scalabilità, prestazioni e sicurezza. Lascia che ti mostriamo la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani