rel="nofollow" è un attributo HTML che vi permette di dire a Google e ad altri motori di ricerca di non trasferire alcun valore SEO ad uno specifico link. Essenzialmente, come suggerisce il nome, dice ai crawler di Google di non “seguire” il link.

Ecco alcune situazioni in cui potreste trovare utile l’attributo nofollow per i link esterni:

  • Link sponsorizzati/annunci pubblicitari: se si riceve un pagamento per un link, direttamente o tramite qualcosa come un programma di affiliazione, è consigliabile applicare un tag nofollow per evitare di sembrare parte di un link scheme.
  • Contenuti non affidabili: l’attributo nofollow vi permette di dire “Sto collegando questa pagina, ma non voglio essere visto come garante del suo contenuto”. Questo è particolarmente utile per gestire i link spam inseriti nei commenti, ma potreste anche trovare utile inserirlo nei vostri contenuti.

Mentre alcuni webmaster sostengono di utilizzare i nofollow su tutti i link esterni come tattica SEO, Matt Cutts, di fama Google, ha dichiarato che utilizzare i nofollow in questo modo non è necessario.

In questo post, vi mostreremo due modi per aggiungere link nofollow in WordPress. Potete cliccare qui sotto per passare direttamente al vostro metodo preferito:

Come Aggiungere i Link Rel Nofollow in WordPress Utilizzando l’Editor Gutenberg

Se utilizzate il nuovo editor Gutenberg e avete bisogno di utilizzare l’attributo rel nofollow solo di rado, non è difficile aggiungere manualmente il codice.

Questo metodo va bene per tutti i link aggiunti nei normali contenuti di WordPress. Se invece volete inserire il nofollow nei commenti, il plugin di cui parliamo più avanti in questo articolo offre un’implementazione più semplice.

Innanzitutto, aprite la vostra pagina o il vostro articolo ed evidenziate il testo che volete trasformare in un link, quindi fate clic sull’icona del link nella barra dei menu che appare:

Evidenziare il testo in Gutenberg per creare un link
Evidenziare il testo in Gutenberg per creare un link

Vi verranno presentate alcune opzioni per il vostro link. Inserite l’URL del link nella parte superiore, quindi attivate l’opzione “I motori di ricerca dovrebbero ignorare questo link (contrassegnarlo come nofollow)“:

Selezione dell'opzione nofollow nel modale dei link di Gutenberg
Selezione dell’opzione nofollow nel modale dei link di Gutenberg

E il gioco è fatto! Avete aggiunto un attributo rel="nofollow" al vostro link.

Come aggiungere link rel nofollow in WordPress manualmente con il codice (editor classico)

Questo metodo usa l’editor classico, ma i passaggi sono molto simili a quelli di Gutenberg.

Per iniziare, aggiungete un normale link ipertestuale (lo renderete nofollow tra un secondo!):

Inserire un normale link in WordPress
Inserire un normale link in WordPress

Quindi, selezionate il link e andate alla scheda Testo dell’editor di WordPress. Dovreste vedere il codice HTML del vostro link:

Aprire la scheda Testo per visualizzare l'HTML del link
Aprire la scheda Testo per visualizzare l’HTML del link

Per aggiungere l’attributo nofollow:

  • Trovate la parte del codice HTML che dice href="examplesite.com"
  • Aggiungiete rel="nofollow" dopo quella parte, con uno spazio in mezzo
Aggiungere l'attributo nofollow al link HTML
Aggiungere l’attributo nofollow al link HTML

E questo è tutto! Ora potete tornare alla scheda Visuale dell’editor di WordPress e continuare a scrivere il vostro post.

Il vostro link apparirà al 100% normale nella scheda Visuale, ma l’attributo nofollow rimarrà al suo posto.

Potete eseguire un processo simile per aggiungere link nofollow in altre aree che utilizzano l’editor di testo di WordPress, come un widget di testo.

Per ulteriori informazioni sui link nofollow e dofollow, consultate il nostro articolo sulla checklist SEO.


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.