Passa al contenuto

Cornershop Creative Sposta 110 Siti su Kinsta e Gestisce in Modo Efficiente 1,2 Milioni di Visite al Mese

Cornershop Creative sposta 110 siti su Kinsta e gestisce efficacemente 1,2 milioni di visite al mese

Istantanea

Fondata nel 2012, Cornershop Creative è una premiata azienda di servizi online impegnata ad ascoltare attentamente le organizzazioni no-profit e le piccole imprese clienti. Il loro focus consiste nell’aiutare le organizzazioni a trarre il massimo dal web. Se i vostri obiettivi risiedono nel design del sito web, nella raccolta fondi, nella promozione, nelle vendite o nell’impegno, il loro team ha l’esperienza tecnica per realizzarlo!

Con sede negli Stati Uniti, ma operando come un team completamente distribuito fin dall’inizio, si sono concentrati su WordPress per anni, e molto del nostro lavoro per il settore no-profit si è concentrato sull’integrazione dei siti WordPress con una varietà di piattaforme CRM focalizzate sul no-profit. Cornershop ha iniziato con un team di tre persone e ora ha circa 30 membri, tra cui designer, sviluppatori, project manager ed esperti di contenuti e SEO.

Ecco la nostra intervista a Ben Byrne, co-fondatore di Cornershop Creative.

Il Problema

All’inizio, abbiamo cercato di “andare incontro ai clienti dove si trovavano” in termini di hosting, lasciando che fossero loro a decidere dove ospitare i propri siti, perché non volevamo trovarci in una situazione in cui i nostri clienti si aspettavano che fossimo disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per qualsiasi problema di hosting.

“Con il tempo, però, abbiamo scoperto che impiegavamo troppo tempo ad apprendere le idiosincrasie di troppi host, così abbiamo deciso di consigliare tre diverse opzioni di hosting a seconda delle esigenze del cliente. Tuttavia, anche con questi “host preferiti”, continuavamo ad avere problemi – molti problemi!

Ad esempio, a volte, ci imbattevamo in problemi che riguardavano il modo in cui il nostro WordPress di base leggermente personalizzato funzionava con l’infrastruttura dell’host. Anche se queste personalizzazioni non erano complicate, sembravano creare scompiglio con alcuni host (specialmente DreamPress).

Abbiamo anche avuto problemi con gli host che non prevedevano account di agenzia (ogni sito era legato ad un account diverso), tempi di inattività, aggiornamenti che rompevano tutto, supporto scadente che dava risposte inutili o dava la colpa a noi per qualsiasi problema, costo per le prestazioni e altro. Fondamentalmente, se c’è un problema che si può avere con un host, noi l’abbiamo avuto!

Alla fine ci è stato chiaro che avevamo bisogno di un singolo host cui affidare l’intera portata della nostra base di clienti e fornire un hosting performante e un ottimo supporto ad un prezzo che i nostri clienti no-profit – compresi quelli molto piccoli e attenti al budget – potessero permettersi, essendo anche in grado di gestire siti con oltre 100.000 visite al mese.

La Soluzione

Abbiamo iniziato la nostra caccia ad un nuovo host compilando una lunga lista di potenziali host basata sulle nostre esperienze passate e sulle recensioni e gli studi pubblicati online. È stata una sfida, però, perché avevamo molti requisiti e preferenze.

“Abbiamo esaminato tutto ciò che segue:

  • L’host rivela informazioni tecniche come i core della CPU o i PHP worker?
  • L’host supporta git, ssh e wp-cli? (questo non era negoziabile, poiché usiamo questi strumenti per gestire le implementazioni e gli aggiornamenti)
  • L’host supporta account in stile agenzia?
  • L’host supporta il multisito? (questo non era criticamente importante ma era da considerare)
  • L’host offre ambienti di staging?
  • L’host offre un CDN e altri tipi di cache?
  • L’host offre una generosa quantità di spazio su disco?

Era chiaro fin dall’inizio che Kinsta era uno dei pochi candidati “finalisti” che spuntava tutte queste caselle, mentre a molti host ne mancavano diverse. Una volta che abbiamo avuto circa sette finalisti, ci siamo presi un po’ di tempo per mettere in piedi i siti su ogni host e abbiamo eseguito i nostri test di carico basati su jMeter per vedere come gli host resistevano al traffico pesante che aggirava il tipo di caching su cui gli host più economici fanno affidamento per fornire buone prestazioni.

Kinsta si è comportato molto bene nei nostri test di performance, in particolare considerando il prezzo. Da lì, si è trattato di lavorare con un addetto alle vendite per ottenere risposte alle nostre domande. Alla fine abbiamo ristretto la nostra scelta a Kinsta e Flywheel, e la capacità di Kinsta di fornirci un accesso SSH+git completo li ha messi in cima alla lista

Il Risultato

Siamo stati estremamente soddisfatti della nostra decisione di lavorare con Kinsta e attualmente abbiamo oltre 110 siti su Kinsta, gestendo collettivamente oltre 1,2 milioni di visite al mese. Infatti l’altro giorno stavo facendo lo Slacking al mio co-fondatore: “Abbiamo preso molte buone decisioni nel corso degli anni qui e sento che Kinsta è stata una delle migliori.

“Il nostro team di supporto ora deve confrontarsi con un numero radicalmente inferiore di problemi legati al downtime rispetto ai nostri precedenti host ‘preferiti’.

Il supporto via chat di Kinsta è comodo e di facile accesso e gli addetti al supporto sono competenti e disponibili. Abbiamo anche trovato il team migrazioni eccellente sia nelle comunicazioni che negli aspetti tecnici della migrazione di oltre 60 siti da una varietà di host (e situazioni di gestione DNS) su Kinsta.

Quello che non potevamo prevedere quando abbiamo iniziato a lavorare con Kinsta all’inizio del 2021 erano i cambiamenti che Kinsta avrebbe introdotto e che ci confermano continuamente di aver preso una buona decisione.

La transizione di Kinsta a Cloudflare – che era il nostro proxy preferito per le prestazioni e la sicurezza prima di iniziare a lavorare con Kinsta – è stata complicata a volte, ma è assolutamente una decisione giusta per noi e per i nostri clienti. I miglioramenti allo staging, come il push selettivo, sono stati grandiosi. E abbiamo lavorato agevolmente con il team vendite, dato che abbiamo continuato ad aumentare il numero di siti che il nostro piano può ospitare.

Abbiamo iniziato con il piano Enterprise 1 e ora siamo su un piano personalizzato per agenzie che supporta fino a 150 siti! Senza Kinsta, non credo che saremmo stati in grado di crescere così tanto come abbiamo fatto nell’ultimo anno”

Risorse e Documentazione Come Nessun Altro

Penso che una delle gradevoli sorprese che abbiamo avuto dal passaggio a Kinsta sia stato (specialmente i nostri sviluppatori) continuare a vedere gli articoli del blog di Kinsta apparire nei nostri risultati di ricerca su Google mentre cerchiamo di identificare plugin, risolvere problemi tecnici o individuare le best practice.

Il blog di Kinsta è una risorsa incredibile non solo per la documentazione tecnica sulla piattaforma di Kinsta in particolare, ma per lo sviluppo di WordPress in generale.

Passare a Kinsta è stata una delle migliori decisioni che abbiamo preso da quando abbiamo fondato Cornershop Creative quasi 10 anni fa – non potremmo crescere così velocemente senza di loro.
Katie Keith
Ben Byrne, Co-Founder
cornershopcreative.com

Pronti a iniziare? Centinaia di organizzazioni utilizzano la nostra infrastruttura per far crescere la loro attività, compresi blog ad alto traffico, start-up, agenzie, università, e aziende Fortune 500. Saremmo felici di averti con noi. Scopri i nostri piani

Ti piace quello che vedi? Entra in Kinsta!

Dai un'occhiata ai nostri piani: vanno dal livello base alle soluzioni più estese. Scegli quello che ti si adatta meglio, oppure contattaci se hai bisogno di una soluzione su misura!

Vedi i Piani Contattaci