Tra GitLab e GitHub, qual è la migliore piattaforma di sviluppo per il vostro team nel 2021? Qual è la soluzione migliore per le vostre necessità?

Queste sono le domande chiave a cui risponderemo nell’articolo di oggi.

Sia GitLab che GitHub sono piattaforme di sviluppo con una forte attenzione al sistema open source Git per il controllo di versione distribuito. Un enorme 87,2% degli sviluppatori intervistati si affida a Git per il controllo di versione, per la collaborazione e per un deployment più agevole.

Git è diventato uno strumento fondamentale per i team di sviluppo nelle startup, nelle imprese e anche nelle posizioni governative. Potete usare Git anche su Kinsta.

Ecco perché scegliere lo strumento giusto per il vostro team è così importante.

Approfondiamo le differenze tra GitLab e GitHub, i loro benefici e svantaggi, e quale dovreste scegliere.

Le Basi di Git e dei Repository Git Basati sul Cloud

Se siete dei principianti e non avete mai usato Git, dovreste imparare alcuni fondamenti prima di scegliere l’opzione giusta. Se invece siete già utenti Git esperti, saltate pure questa sezione.

Git è un sistema di controllo di versione (version control system o VCS) open source che permette di salvare “istantanee” di un progetto software. In sostanza, tiene traccia di tutte le modifiche apportate a qualsiasi programma.

Ciò che lo distingue dal controllo di versione tradizionale è che si può lavorare su diverse versioni di rami del software e gestirle tutte allo stesso tempo.

Potete poi testarli unendoli con un ramo (branch) di staging, e poi con la versione live quando finalizzate una variante migliore.

I branch di Git
I rami (branch) di Git (Fonte)

Solo con Git si ha questa libertà di lavorare su una grande varietà di versioni contemporaneamente. È un must-have per ogni team che vuole fare uno sviluppo basato sulle caratteristiche.

Con Git, tutto questo avviene localmente sul vostro computer. Ma potete anche richiedere e dare accesso ad altri sviluppatori manualmente, usando una LAN, per esempio.

Repository Git condiviso
Repository Git condiviso (Fonte)

Quando si lavora con grandi team remoti o distribuiti, la maggior parte delle aziende si rivolge a soluzioni basate sul cloud. E qui entrano in gioco GitLab e GitHub.

Offrono uno spazio di memorizzazione illimitato basato su cloud per i repository. Gli sviluppatori di tutto il mondo possono facilmente collaborare al codice. E possono farlo senza dover impostare una LAN virtuale o condividere manualmente i repository.

Ma i repository Git basati su cloud come GitHub e GitLab vanno oltre la funzionalità Git di base. Includono anche strumenti di gestione del progetto, collaborazione e distribuzione per aiutare a migliorare il flusso di lavoro dello sviluppo.

Il nostro articolo di confronto Git vs GitHub spiega questi aspetti in modo più dettagliato.

Ora, vediamo il confronto tra GitLab e GitHub.

💥 GitLab vs. GitHub💥 Qual è quello giusto per te e il tuo team? 👩‍💻 Clicca per twittare

GitLab vs GitHub: Le Basi

Cominciamo con le basi, esplorando rapidamente ogni piattaforma e ciò che ogni azienda mette a disposizione.

Cos’È GitLab?

Homepage di GitLab
Homepage di GitLab

GitLab è una piattaforma Git e DevOps basata sul cloud che aiuta gli sviluppatori a monitorare, testare e distribuire il loro codice.

Un repository Git nel cloud era il principale punto di forza di GitLab. Ma la piattaforma si è evoluta oltre le sue semplici origini. Oggi, GitLab offre una vasta gamma di caratteristiche DevOps, come l’integrazione continua, la sicurezza e anche strumenti di distribuzione delle app.

GitLab ha iniziato come un’alternativa open source self-hosted a GitHub. Ora offre anche piani SaaS gratuiti e a pagamento basati sul cloud.

Vi dà anche strumenti essenziali di project management per monitorare e controllare il lavoro dei membri del vostro team. Non è solo un sistema di controllo di versione per il codice sorgente del vostro software.

Cos’È GitHub?

Homepage di GitHub
Homepage di GitHub

GitHub è una delle piattaforme originali Git basate sul cloud che permette agli sviluppatori di ospitare e monitorare le loro modifiche al codice. Si è anche evoluto per diventare una piattaforma di sviluppo completa.

È però un pacchetto meno “ready-made” rispetto a GitLab, perché opta per dare agli sviluppatori la possibilità di implementare app e integrazioni liberamente attraverso il marketplace di GitHub.

L’obiettivo è quello di utilizzare la vibrante comunità di GitHub e lasciare che contribuisca alle funzionalità che mancano.

GitLab e GitHub Sono la Stessa Azienda?

No, i due servizi online sono offerti da aziende completamente diverse. GitLab Inc. è un’azienda privata, completamente remota, con 1.303 persone nello staff.

GitHub è un’azienda figlia di Microsoft, con la sua sede principale a San Francisco e oltre 1.600 dipendenti in tutto il mondo.

Sebbene sia una domanda che compare ripetutamente – e un’idea sbagliata – le due aziende sono completamente estranee, oltre ad essere concorrenti. È un po’ come pensare che Coca-Cola e Pepsi siano la stessa azienda.

Microsoft Possiede Anche GitLab?

No, Microsoft non possiede GitLab, solo GitHub.

GitLab è una società privata con quote di minoranza detenute da diversi investitori VC e fondi di investimento VC. In particolare, Goldman Sachs e Iconiq Capital sono investitori significativi in GitLab.

GitLab ospitava i suoi servizi su Microsoft Azure, ma è passato a Google Cloud Platform dopo che Microsoft ha acquisito GitHub.

GitLab vs GitHub: Analogie

Ok, ora sappiamo che nonostante offrano, a prima vista, servizi molto simili, le aziende non sono collegate al 100%.

Successivamente, diamo un’occhiata ad alcune delle analogie più specifiche al di là del livello superficiale del nome e della homepage. Inizieremo con un approfondimento delle caratteristiche.

GitLab contro GitHub: Ripartizione delle Caratteristiche

Quando si tratta delle caratteristiche generali di alto livello, ci sono poche differenze tra i due servizi. La maggior parte delle caratteristiche offerte da GitLab compaiono anche in GitHub, e viceversa.

Caratteristica GitLab GitHub
Git
Versione self-hosted ✓ (con piano Enterprise)
Integrazione continua e consegna ✓ (con app di terze parti)
Documentazione basata su wiki
Anteprima delle modifiche al codice
Issue Tracker
Revisione del codice
Assegnatari di più issue ✓ (Piano a pagamento) ✓ (Solo repository pubblico sul piano gratuito)
Schede di project management
Conversazioni di squadra
Rilevamento del tempo ✓ (Con App)
Strumenti di sicurezza e conformità
Test delle prestazioni del carico ✓ (Piano a pagamento) ✓ (Con App)
Test delle prestazioni del browser ✓ (Piano a pagamento) ✓ (Con App)
Iterazioni e pianificazione dello sprint (incluso il grafico di burndown) ✓ (Piano a pagamento) ✓ (Con App)
Issue Dependencies ✓ (Piano a pagamento)

Non ci sono aree significative in cui un fornitore offre supporto e l’altro no. La differenza è nel modo in cui si può accedere a queste funzioni.

In molti casi, è necessario usare un’app o un’integrazione di terze parti con GitHub. Potete ottenere lo stesso risultato – la funzionalità – ma dovete fare alcuni passaggi extra per arrivarci. Tratteremo questa differenza in modo più dettagliato più avanti, quando indicheremo dove i servizi differiscono l’uno dall’altro.

Passiamo oltre l’elenco delle caratteristiche, e diamo un’occhiata più da vicino a come i due strumenti si posizionano rispetto a Git nello specifico.

Controllo di Versione e Funzionalità Git

Le funzionalità di Git e i comandi di base rimangono per lo più gli stessi tra le due piattaforme:

  • Branch: Create una linea di sviluppo indipendente con il comando branch. Può rappresentare una caratteristica minore, una versione di sviluppo o il ramo principale.
  • Fork: Un fork è una copia personale di uno specifico repository di codice che ogni sviluppatore può usare e sperimentare, anche se collabora dall’esterno. In seguito si possono poi inviare richieste per unire i cambiamenti fatti in questo fork con un altro ramo.
  • Pull: Una richiesta di pull (o richiesta di merge in GitLab) è un invio di suggerimenti di modifiche di codice al ramo modificato. Una volta accettata, integra automaticamente le modifiche al codice nel ramo interessato. Uno sviluppatore senior o un team di QA testerà tutte le modifiche prima di incorporarle nel ramo principale.
  • Merge: Il nome usato da GitLab per le richieste di pull.

A parte rinominare le richieste di pull come merge – che può essere più intuitivo – c’è poca differenza tra le effettive funzionalità di base di Git.

Ma quando si tratta del flusso di lavoro raccomandato usando queste caratteristiche, sono piuttosto diverse. GitLab e GitHub hanno punti di vista diversi su come sia un flusso di lavoro di codifica ideale, e copriremo queste differenze nella nostra prossima sezione.

Il sistema di controllo di versione e Git sono, naturalmente, il nucleo di ciò che questi strumenti hanno da offrire, ma ormai sono diventati solo le basi di un servizio più completo.

Entrambe le piattaforme offrono una vasta gamma di strumenti di collaborazione, revisione del codice e gestione dei progetti.

Collaborazione, Codice e Gestione dei Progetti

Entrambe le piattaforme includono strumenti integrati di collaborazione e revisione del codice. Questo fa parte del kit essenziale incluso in entrambe le versioni gratuite.

Per esempio, è possibile visualizzare e discutere le richieste di pull (o merge) in tempo reale, apportare modifiche e ottenere una panoramica visiva completa delle differenze di codice.

Strumenti di revisione del codice GitHub
Strumenti di revisione del codice GitHub

Questi strumenti evidenziano tutti i cambiamenti e facilitano il compito per chiunque stia rivedendo il codice. Possono aiutarvi a catturare gli errori in anticipo, riducono la possibilità di errori fatali o le falle di sicurezza.

La schermata qui sopra mostra GitHub, ma GitLab offre strumenti di collaborazione e revisione del codice altrettanto potenti.

Entrambe le piattaforme includono anche strumenti essenziali per la gestione dei progetti.

Per esempio, in GitLab, potete creare una gerarchia logica tra le issue, aggiungere elenchi di compiti e descrizioni, e assegnare diversi sviluppatori a rami diversi.

Strumenti di gestione dei progetti GitLab
Strumenti di gestione dei progetti GitLab

GitLab dà inoltre ai vostri manager l’accesso ai grafici di progresso come i grafici di burndown e altri strumenti di visualizzazione.

In GitHub, potete anche categorizzare problemi, richieste di pull e note in progetti specifici. Oltre a questo, è possibile impostare e tracciare le pietre miliari e misurare la produttività con vari grafici e report.

Esistono inoltre più di 500 applicazioni di gestione dei progetti e integrazioni disponibili sul marketplace di GitHub.

Pagine GitHub vs Pagine GitLab

Sia GitHub che GitLab offrono gratuitamente pagine web statiche con informazioni sul vostro progetto software e sul vostro repository.

Gli sviluppatori su entrambe le piattaforme possono poi facilmente fare un fork del progetto per iniziare a fare le loro modifiche e sperimentarle.

Pagine GitHub
Pagine GitHub

GitHub offre un tutorial di configurazione di base, compresi alcuni temi di base per aiutarvi a creare il vostro sito.

Né GitHub né GitLab offrono un’elaborazione dinamica lato server, come avreste bisogno con i file PHP o ASP. Potete solo pubblicare contenuti web statici come HTML e CSS.

Mentre questo significa che non potete spostare il vostro sito WordPress direttamente su GitHub o GitLab, potete ancora avere il controllo di versione in WordPress se avete la configurazione adeguata. Con Kinsta, potete fare una richiesta pull direttamente dal vostro repository Git usando SSH.

Piano Gratuito con Repository Illimitati

Entrambi i servizi offrono piani gratuiti con repository illimitati (pubblici e privati). Limitano anche l’accesso a funzioni avanzate di gestione, sicurezza e conformità nelle loro opzioni gratuite.

Queste ultime caratteristiche sono in cima alla lista delle priorità di qualsiasi impresa, ma i piccoli team e i freelance non ne sentiranno molto la mancanza.

Tutto considerato, le due opzioni sono abbastanza simili. Naturalmente, questo forse non vi aiuta molto in termini di scelta di uno strumento rispetto all’altro.

Quindi scaviamo un po’ più a fondo ed esploriamo alcune delle differenze tra queste piattaforme Git.

GitLab vs GitHub: Differenze Chiave

Come probabilmente avete indovinato dai loro nomi, GitLab e GitHub hanno molte cose in comune.

Ma questo non significa che non ci siano differenze. In questa sezione, copriremo le principali discrepanze tra le due piattaforme.

Continuous Integration o Integrazione Continua

Forse la differenza più significativa nell’esperienza dell’utente è la dedizione di GitLab a CI (continuous integration o integrazione continua) e un flusso di lavoro DevOps.

Gli strumenti GitLab CI vi permettono di costruire, mettere in staging e distribuire il codice automaticamente senza dover fare affidamento su aggiornamenti manuali o integrazioni goffe e personalizzate.

CI per GitLab
CI per GitLab

Se usate già una soluzione PaaS come Kubernetes, l’integrazione con GitLab vi permetterà di distribuire, mettere in staging, testare e scalare le vostre app automaticamente.

Lavorando solo all’interno di GitLab, il vostro team di sviluppo può concentrarsi sull’invio di aggiornamenti minori più volte al giorno, piuttosto che raggrupparli in grandi rilasci.

Una delle cose cruciali che fa sì che questo accada è lo strumento di test automatico che analizza automaticamente il codice per potenziali rischi di sicurezza.

Mentre è possibile impostare un flusso di lavoro CI/CD con GitHub, è necessario lavorare con uno strumento CI di terze parti come TravisCI o CircleCI. Non avete la stessa piattaforma di funzioni CI che interagiscono direttamente con il vostro repository GitHub.

GitHub Flow vs GitLab Flow

Mentre la tecnologia e le caratteristiche sottostanti di Git sono praticamente identiche, il flusso di lavoro consigliato non è lo stesso. Neanche lontanamente.

GitHub sottolinea la velocità, mentre GitLab sottolinea l’affidabilità. Questo è il succo della differenza tra le due piattaforme di repository cloud.

Flusso GitHub vs flusso GitLab
Flusso GitHub vs flusso GitLab (Fonte)

GitHub sostiene un approccio di sviluppo veloce e focalizzato sulle caratteristiche per unire (includere) i nuovi rami con il ramo master. Questo flusso di lavoro è perfetto per piccoli team e progetti Agile.

Il ramo master è sempre pronto per il deploy, cosa che vi assicura di poter ripristinare rapidamente lo status quo se qualcosa va storto. Si può tornare alla versione precedente in pochi secondi.

Nel flusso di lavoro di GitLab, si creano più rami stabili oltre al master, di solito almeno produzione e pre-produzione. Questo significa un processo di test a più fasi in cui una singola revisione del codice sulla richiesta di merge non è sufficiente.

Per i team più piccoli, può rallentare il processo fino a quando una nuova caratteristica è in produzione. Ma se avete un team dedicato al QA, è un modo per permettere al vostro team Ricerca e Sviluppo di lavorare liberamente su nuove funzionalità senza preoccuparsi di testare ogni singolo minuto di cambiamento del codice.

Alcuni concludono che questo rende GitLab la piattaforma Git più attenta alla sicurezza, ma anche GitHub supporta lo stesso flusso di lavoro. È solo che non lo raccomanda ufficialmente.

Piattaforma Completa vs. Mercato

GitLab ha adottato l’approccio di una piattaforma completa e confezionata, piuttosto che dare a chiunque la possibilità di costruire la propria piattaforma con diverse applicazioni.

Questo non significa che sia completamente privo di integrazioni. GitLab supporta integrazioni con Asana, Jira, Microsoft Teams, Slack, Gmail e oltre 30 altre applicazioni e piattaforme.

Ma anche se avete delle opzioni, sono molto più limitate rispetto a quelle di GitHub. GitHub conta attualmente 374 applicazioni gratuite nel suo mercato, con un alto numero di opzioni a pagamento.

Mercato GitHub
Mercato GitHub

Ma dovete ricordare che è attraverso queste integrazioni di terze parti che GitHub offre alcune delle caratteristiche out-of-the-box di GitLab.

Per esempio, GitLab offre caratteristiche come l’integrazione continua, il monitoraggio del tempo e i backup di default. Con GitHub, invece, avreste bisogno di un’app per queste funzionalità, come l’app gratuita CI Jenkins.

Le automazioni di GitHub Actions rendono possibile il CI/CD senza strumenti di terze parti, ma non avrete lo stesso livello di supervisione.

Nota: se l’app GitHub stessa è gratuita, il servizio di terze parti costa comunque denaro.

Installazione Self-Hosted per Server Privato

GitLab ha esordito come una piattaforma open source self-hosted. Detto questo, avete ancora la possibilità di ospitare una versione privata di GitLab sulle vostre macchine virtuali.

E potete farlo con un piano GitLab gratuito, mentre per GitHub è disponibile solo per i piani GitHub enterprise.

Open Source

GitLab offre funzioni gratuite del piano aziendale e fino a 50.000 minuti di CI per organizzazioni o piccoli team che lavorano su software open source.

GitLab per l'Open Source
GitLab per l’Open Source

GitLab stesso è un software open source, e la versione self-hosted è gratuita per chiunque.

Questo non vuol dire che GitHub non sia una buona opzione per il codice open source, in quanto offre accesso immediato alla maggior parte di questi sviluppatori. GitHub li incoraggia anche a contribuire all’open source ogni venerdì, espandendo regolarmente il numero di risorse pubbliche disponibili.

I team di sviluppatori di GitHub contribuiscono anche a progetti open source, in particolare Git LFS e altri progetti legati a Git.

Piani a Pagamento e Prezzi: GitHub Enterprise vs GitLab Ultimate

Mentre entrambi i piani gratuiti offrono repository pubblici e privati illimitati, c’è una notevole disparità nei prezzi dei piani a pagamento.

Il piano Premium di GitLab parte da 19 dollari per utente/mese. Dà ai manager accesso alla gestione dei progetti e ai controlli di integrità del codice.

Prezzi di GitLab
Prezzi di GitLab

Allo stesso modo, i piani a pagamento per GitHub si concentrano anche su strumenti di collaborazione avanzati (per i repository privati) così come le caratteristiche di sicurezza e conformità.

Ma c’è una netta differenza tra le due piattaforme nei prezzi.

Il piano GitHub Team parte da 4 dollari per utente/mese.

Prezzi di GitHub
Prezzi di GitHub

GitLab Ultimate vi costerà 99 dollari per utente/mese contro i 21 dollari per utente/mese di GitHub Enterprise.

GitLab posiziona il suo piano gratuito come concorrente del piano Team di GitHub mentre il suo piano Premium è la controparte del piano Enterprise.

Ma in termini di strumenti di sicurezza e conformità, avrete bisogno del piano GitLab più costoso per rispecchiare le caratteristiche di GitHub.

GitLab vs GitHub: Qual È l’Opzione Migliore?

Sfortunatamente, come la maggior parte delle cose nella vita, non c’è una chiara “scelta migliore per tutti”. Dipende dal vostro team, dalla vostra organizzazione, dagli obiettivi e dai casi d’uso.

In termini di funzionalità out-of-the-box e self-hosting, GitLab è in testa. Ma GitHub è in una posizione unica come leader del mercato. Ha un numero molto più alto di integrazioni e applicazioni.

  • Per i repository privati self-hosted, GitLab è la scelta migliore. Potete iniziare senza dover pagare alcun canone di abbonamento mensile.
  • Entrambe le opzioni sono ottime per i progetti open source, con GitLab che offre funzioni premium gratuitamente e GitHub che offre l’accesso a un pool più grande di sviluppatori open source attivi.
  • Per i progetti commerciali, GitHub offre un piano aziendale significativamente più economico.
  • Se state cercando di entrare in DevOps, GitLab è la scelta più ponderata e probabilmente più economica. (Potete iniziare gratuitamente senza fare affidamento su altri servizi a pagamento).

Dipende anche da quali strumenti i vostri team già usano e con quali hanno padronanza. Se GitLab non offre un’integrazione con uno strumento che usate regolarmente, ma GitHub sì, questo lo renderà la scelta più ovvia per voi.

E dato che GitHub offre più di 300 integrazioni in più rispetto a GitLab, questo non è uno scenario inverosimile.

Perché GitHub È Più Popolare di GitLab?

Uno dei motivi principali per cui GitHub è più popolare di GitLab è che GitHub ha avuto un vantaggio: è stato lanciato nel 2008, mentre GitLab ha iniziato come progetto open source nel 2011.

Ma con le funzionalità di integrazione continua incorporate e un’opzione gratuita per i server privati e self-hosted, GitLab sta iniziando a recuperare terreno. Secondo un sondaggio, GitLab ha guadagnato una quota di mercato del 4,6% dal 2018-19, mentre GitHub è sceso dello 0,4%.

Ma anche così, nell’ultimo sondaggio per sviluppatori di Stack Overflow del 2020, l’82,8% degli intervistati dice di usare GitHub, e solo il 37% dice di usare GitLab.

Uso degli strumenti collaborativi del codice
Uso degli strumenti collaborativi del codice (Fonte)

Mentre GitHub è ancora la scelta predefinita per i nuovi sviluppatori, questo sta lentamente cambiando mentre GitLab si trasforma in una piattaforma specializzata con caratteristiche e vantaggi unici.

L'87,2% degli sviluppatori si affida a Git per il controllo versioni, la collaborazione e un deployment più fluido. 👩‍💻 Assicurati che il tuo team adoperi lo strumento giusto con l'aiuto di questa guida ✅ Clicca per twittare

Riepilogo

Come professionisti dello sviluppo nel 2021, non potete permettervi di ignorare strumenti come Git o i principali fornitori di repository cloud come GitHub e GitLab.

La stragrande maggioranza degli sviluppatori, dei team e delle aziende usa questi strumenti per garantire che ogni pezzo di codice sia rivisto attentamente prima di andare live, e che nessun contributo venga ignorato.

Mentre le differenze tra gli strumenti sembrano minime in superficie, la differenza principale è questa: GitLab offre una piattaforma DevOps completa. Al contrario, GitHub offre una profonda estensibilità attraverso il suo marketplace di app.


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.