Il controllo delle versioni di WordPress vi aiuta a tenere traccia delle modifiche al vostro sito WordPress per monitorare ciò che sta accadendo e, se necessario, annullare le modifiche. Queste modifiche possono essere semplici modifiche come le correzioni a un post o modifiche più tecniche come quelle alla codebase del vostro sito.

In questo post, spiegheremo cos’è il controllo delle versioni e come si applica a WordPress. Approfondiremo poi alcuni degli strumenti che è possibile utilizzare per implementare il controllo delle versioni sul vostro sito WordPress.

Che Cos’è il Controllo della Versione di WordPress?

Un sistema di controllo delle versioni tiene traccia dei cambiamenti di un file (o dei file) nel tempo in modo da poter vedere come sono cambiate le cose e, se necessario, tornare a una versione precedente.

Applicato a WordPress, il controllo versioni consente di tenere traccia delle modifiche che voi, o altri, apportate al vostro sito.

In un contesto WordPress, il controllo delle versioni può tenere traccia di azioni come:

Non solo è possibile vedere queste modifiche, ma è anche possibile annullarle o tornare a una versione precedente, se necessario.

Per quanto riguarda lo sviluppo, il controllo versioni può anche aiutare gli sviluppatori a gestire le modifiche alla codebase, permettendo loro di clonare sezioni di codice su cui lavorare prima di “fonderlo” nuovamente nella codebase principale. A seconda della complessità del vostro sito WordPress, potreste trovare utile anche questa funzionalità.

Un esempio molto limitato di controllo versioni nel contesto di WordPress è la funzione Revisions integrata in WordPress, che consente di confrontare le modifiche a un post o pagina e ripristinare una versione precedente, se necessario:

La funzione Revisions integrata in WordPress

La funzione Revisions integrata in WordPress

Potete anche implementare sistemi molto più robusti e, a seconda del sistema di controllo versioni di WordPress utilizzato, sarete in grado di monitorare le modifiche ai file del vostro sito e al suo database.

Quali Sono i Vantaggi del Controllo della Versione di WordPress?

Ci sono alcuni grandi vantaggi nell’impostare il controllo versioni di WordPress.

In primo luogo, il controllo versioni vi permette di essere più sicuri quando apportate modifiche al vostro sito. Avete fatto una modifica che ha rotto qualcosa? Nessun problema, potete semplicemente tornare indietro a una versione funzionante del vostro sito.

In secondo luogo, se avete un team di persone che vi aiutano con il vostro sito WordPress, sarete in grado di lavorare in modo più efficiente insieme grazie alla possibilità di monitorare tutto ciò che sta accadendo. Inoltre, se si utilizza un approccio che supporta branching e merging, gli sviluppatori saranno in grado di duplicare parte del codice del vostro sito su cui lavorare e poi “fonderlo” nel vostro sito live quando sarà pronto.

Infine, il controllo versioni aiuta a monitorare ciò che sta accadendo nel vostro sito. Vi permette per esempio di verificare se uno dei vostri editori ha aggiornato un post già pubblicato. Se lo hanno fatto, è possibile vedere cosa hanno cambiato e, se necessario, revocare facilmente le modifiche.

Le migliori Opzioni per il Controllo di Versione di WordPress

Ci sono diverse soluzioni per il controllo delle versioni: le potete scegliere in base alle vostre conoscenze tecniche e a quanto volete che sia completo il vostro sistema di controllo versioni.

Ecco le soluzioni per il controllo versioni di WordPress che tratteremo più in dettaglio:

  • Git: ci sono diversi modi per utilizzare Git con WordPress, inclusi i repository hosted come Github, GitLab, Bitbucket, ecc.
  • Il plugin VersionPress: anche questo implementa Git ma in modo molto più naturale, anche se è ancora in fase beta.
  • WP Rollback: è un sistema molto semplice per ripristinare gli aggiornamenti per temi e plugin.
  • Bedrock: creato dal team di Roots, Bedrock è configurato in modo da poter mantenere facilmente un repository per il controllo versioni. Date un’occhiata al nostro tutorial su su come usare Bedrock con Kinsta.

E, naturalmente, è anche possibile utilizzare il sistema integrato di WordPress Revisions per monitorare e annullare le modifiche.

Come Utilizzare Git con WordPress

Git è un sistema di controllo versioni open source creato da Linus Torvalds nel 2005. È un po’ tecnico, ma senza dubbio è uno dei sistemi di controllo versioni più popolari e utilizzato da tutti i tipi di sviluppatori. Non è cioè specifico per WordPress.

Generalmente, preferirete gestire il codice del vostro sito WordPress in un repository hosted come GitHub, Bitbucket, o GitLab. Potete poi inviare il vostro sito da quel repository al vostro server live secondo le vostre necessità.

Se volete usare Git con WordPress, avete alcune opzioni diverse.

In primo luogo, se il vostro sito è ospitato su Kinsta, abbiamo a disposizione il client Git, così potete implementare SSH in e usare il vostro repository Git da qualsiasi servizio, inclusi GitHub, GitLab e Bitbucket. Per saperne di più, vi invitiamo a leggere questo articolo della knowledge base.

Altrimenti, ci sono degli strumenti specifici per WordPress e strumenti generali per vi aiutano a fare il rilascio da Git.

Se volete una soluzione specifica per WordPress, ci sono due buone opzioni:

  • WP Pusher: vi permette di distribuire temi e plugin da qualsiasi repository Git. Notate che questo strumento si concentra specificamente su temi e plugin.
  • Revisr: offre un approccio molto più completo all’utilizzo di Git con WordPress. Potete tenere traccia di tutto il vostro sito, incluso il vostro database, in un repository Git. Potete anche effettuare il commit delle modifiche dall’interno del vostro dashboard WordPress, ripristinare i file e fare modifiche push/pull verso un repository remoto (come Bitbucket o GitHub)./li>
L'interfaccia del plugin Revisr

L’interfaccia del plugin Revisr

È anche possibile utilizzare strumenti come Beanstalk e DeployBot.

Come Usare VersionPress per il Controllo di Versione

VersionPress è un progetto open source che mira a “portare tutta la potenza di Git a WordPress”, facendo un controllo versioni sia per i file del vostro sito che per il database. Anche se si affida a Git, VersionPress è interessante perché fa le cose un po’ diversamente dai metodi visti sopra.

La cosa unica di VersionPress è che tiene traccia di ogni piccolo cambiamento e lo fa con un linguaggio umano naturale. Per esempio, invece di registrare un cambiamento nel vostro database, VersionPress vi dirà che qualcuno “ha aggiornato il post Hello World!“ Ovviamente, questo rende Git molto più utile e accessibile nel contesto di un sito WordPress.

Confronta ad esempio un elenco di azioni in VersionPress con l’elenco di azioni nella schermata di Revisr che abbiamo visto sopra. Notate la differenza?

L'interfaccia VersionPress

L’interfaccia VersionPress

Vi dà anche la possibilità di annullare o ripristinare qualsiasi modifica, fare il backup del vostro sito, creare ambienti di staging e fare un merge dei database, fare un push verso i repository Git, e altro ancora.

Anche se sembra decisamente bello, è importante notare che VersionPress è ancora considerato un “Developer Preview”. Lo sviluppatore dice che non andrebbe usato su un sito di produzione.

Per installare VersionPress, dovete aver installato Git sul vostro server e aver abilitato proc_open().

Importante


Kinsta non supporta VersionPress a causa del requisito proc_open(), che non abilitiamo per motivi di sicurezza. Se state ospitando il vostro sito WordPress su Kinsta, potete ancora usare Git per il controllo delle versioni usando uno qualsiasi dei metodi della sezione precedente.

Come Utilizzare WP Rollback per Annullare gli Aggiornamenti

WP Rollback non è così completo come le soluzioni precedenti e funziona solo con temi e plugin di WordPress.org. Tuttavia, è uno strumento di controllo delle versioni davvero utile, anche se su una base più limitata.

Avete mai aggiornato un tema WordPress o un plugin e rendervi conto che rompeva qualcosa sul vostro sito?

Beh, prima di tutto, per evitare che questo accada dovreste usare un sito di test! Ma se state eseguendo aggiornamenti su un sito live e qualcosa va storto, è utile poter tornare alla versione precedentemente funzionante, almeno fino a quando non riuscite a capire cosa non va.

Per aiutarvi a farlo, WP Rollback aggiunge un nuovo pulsante Rollback nell’interfaccia dei plugin del vostro sito: così potete fare un “rollback” qualsiasi tema o plugin WordPress alla loro versione precedente:

La nuova opzione Rollback

La nuova opzione Rollback

È quindi possibile scegliere la versione esatta a cui si desidera tornare:

Scegliere la versione a cui ritornare

Scegliere la versione a cui ritornare

Il controllo delle versioni vi dà un ampio controllo sul codice del vostro sito. Scoprite i più interessanti strumenti WordPress per il controllo versioni! 🙀😸 Click to Tweet

Riepilogo

Il controllo delle versioni vi aiuta a tenere traccia delle modifiche al vostro sito WordPress in modo da poter rimanere al passo con ciò che sta accadendo e, se necessario, tornare indietro.

Se lavorate in team, il controllo delle versioni vi aiuta anche a impiegare flussi di lavoro più efficienti con un sistema di branching e merging. I membri del team possono duplicare una parte specifica del vostro sito su cui lavorare e poi “fonderlo” nuovamente nel codice principale quando è pronto per andare in scena.

Nel caso di WordPress, avete diverse opzioni per il controllo delle versioni, a seconda delle vostre esigenze e conoscenze tecniche.

Si vi occupate di sviluppo, Git è un’ottima opzione per il controllo delle versioni. Kinsta supporta il client Git e potete anche usare strumenti come WP Pusher (per temi e plugin), Revisr, Beanstalk e DeployBot per fare l’implementazione da repository Git hosted, come GitHub.

Per implementazioni più semplici e meno tecniche, avete opzioni come la funzione di revisione integrata di WordPress e/o il plugin WP Rollback.

Infine, anche se non è ancora pronto per andare in scena, VersionPress offre l’implementazione di Git più specifica per WordPress ed è sicuramente un progetto interessante da tenere d’occhio.

Avete domande su come iniziare a controllare versioni in WordPress? Fateci sapere nei commenti.

5
Condivisioni