Avete bisogno di aggiornare manualmente un plugin di WordPress? Vi abbiamo già mostrato alcuni modi per installare un plugin di WordPress. Ora, partendo dal precedente articolo, illustreremo alcuni modi per aggiornare manualmente i plugin di WordPress quando gli aggiornamenti automatici della bacheca non funzionano. La maggior parte delle volte gli aggiornamenti automatici funzionano bene. Ma la maggior parte delle volte non vuol dire sempre. Quindi è una buona idea imparare ad aggiornare manualmente un plugin di WordPress per poter agire nei casi limite.

Aggiornamento importante: a partire da WordPress 5.5, potete aggiornare i plugin e i temi caricando un pacchetto .zip dal vostro computer all’interno della bacheca di WordPress.

manually update wordpress plugin

Come Aggiornare Manualmente un Plugin WordPress

In questa sezione vi mostreremo come aggiornare un plugin di WordPress in tre diversi modi:

1. Come Aggiornare un Plugin WordPress dalla Bacheca di WordPress

Prima di passare alla sezione dell’aggiornamento manuale, ecco un rapido promemoria sull’aggiornamento automatico dei plugin.

Saremo sintetici perché probabilmente avete già familiarità con questo metodo di aggiornamento dei plugin di WordPress. Tutto quello che dovete fare è andare alla scheda Plugin nella vostra bacheca di WordPress, vedere un avviso che un plugin non è aggiornato e fare clic sul pulsante Aggiorna ora per aggiornare automaticamente il plugin:

Aggiornare i Plugin di WordPress

Aggiornare i Plugin di WordPress

WordPress prende poi automaticamente l’ultima versione e la installa per voi – non è più necessario l’inserimento manuale.

Il metodo sopra descritto funziona benissimo… fino a quando non lo sarà più. Cioè, mentre gli aggiornamenti automatici dei plugin dovrebbero funzionare il 99% delle volte, potreste imbattervi in alcune situazioni specifiche in cui:

  • L’aggiornamento automatico del plugin fallisce per un qualche motivo. Quando ciò accade WordPress in genere vi dirà “Aggiornamento del plugin fallito“.
  • State utilizzando un plugin di terze parti che non supporta gli aggiornamenti automatici. Mentre la maggior parte dei plugin di terze parti abilita gli aggiornamenti automatici, a volte ci possono essere dei problemi che possono impedire il loro corretto funzionamento.

In queste situazioni, è necessario sporcarsi le mani e aggiornare manualmente il plugin. Anche se questo potrebbe sembrare un po’ scoraggiante, in realtà è abbastanza semplice. Siamo sincerci, e vi mostreremo esattamente come…

2.Come Aggiornare Manualmente i Plugin di WordPress via SFTP o FTP

Per la stragrande maggioranza delle persone, il modo migliore per eseguire questi aggiornamenti manuali è tramite SFTP/FTP. Quindi, a meno che non abbiate già familiarità con WP-CLI, vi consigliamo di utilizzare il metodo SFTP/FTP. Il metodo FTP è veloce, semplice e non influisce sulla configurazione del vostro plugin.

Per iniziare avrete bisogno di alcuni strumenti e di informazioni:

  • Un programma FTP. Questo vi permette di collegarvi al vostro sito tramite SFTP/FTP. FileZilla è una buona soluzione gratuita (lo useremo per i nostri screenshot e la nostra guida), ma potete scegliere il programma che preferite.
  • I vostri dati SFTP. Vi mostreremo dove trovarli per il vostro account Kinsta. Se non siete clienti di Kinsta, potete richiederli al vostro host.

Per trovare i dati SFTP su Kinsta, aprite la dashbord MyKinsta e andate su Siti > Info. I dati SFTP si trovano nella sezione SFTP/SSH del cruscotto. Per il nostro task sono necessarie tutte e quattro le informazioni: Host, Nome utente, Password e Porta:

Dati SFTP su Kinsta

Dati SFTP su Kinsta.

Una volta che avete queste informazioni, aprite il programma FTP di vostra scelta e connettetevi al vostro sito. Ecco le informazioni specifiche che dovrete inserire nel box Connect:

  • Host – dal cruscotto di Kinsta (o i dati che avrete dal vostro host se non usate Kinsta). Se state utilizzando Filezilla per connettervi, dovete aggiungere sftp:// prima del vostro URL per abilitare la connessione SFTP utilizzata da Kinsta.
  • Username – dal cruscotto di Kinsta (o i dati che avrete dal vostro host se non usate Kinsta).
  • Password – dal cruscotto di Kinsta (o i dati che avrete dal vostro host se non usate Kinsta).
  • Porta – dal cruscotto di Kinsta (o i dati che avrete dal vostro host se non usate Kinsta).

Una volta connessi al vostro sito via FTP, utilizzate la struttura delle cartelle nella scheda Remote site per navigare fino alla vostra cartella dei plugin. Potete vedere il percorso nella schermata sottostante:

Elenco dei plugin di WordPress

Elenco dei plugin di WordPress

Quindi rinominate la cartella del plugin che desiderate aggiornare cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse e scegliendo Rinomina. Ad esempio, se volete aggiornare il plugin add-from-server, fate clic con il tasto destro del mouse e rinominatelo add-from-server-old:

Rinominare la cartella del plugin di WordPress

Rinominare la cartella del plugin di WordPress

Anche si potete sempre cancellare subito il vecchio plugin – rinominarlo vi permette di avere ancora i file prontamente disponibili nel caso qualcosa vada storto. Una volta verificato che tutto funzioni correttamente, però, è necessario cancellare la vecchia versione.

Caricate l’Ultima Versione del Vostro Plugin

Una volta rinominata la cartella, è necessario scaricare la versione più recente del plugin. Se il plugin è nell’elenco di WordPress.org, è sufficiente fare clic sul pulsante Download nella pagina del plugin:

Scaricare l'ultima versione del plugin di WordPress

Scaricare l’ultima versione del plugin di WordPress

Per gli altri plugin, è necessario ottenere la versione più recente dallo sviluppatore. Quindi, utilizzate uno strumento per aprire il file .zip scaricato ed estraete la cartella al suo interno:

Estrarre il plugin WordPress

Estrarre il plugin WordPress

Quindi, cercate la cartella che avete estratto nella scheda Local site del vostro programma FTP e caricatela nella cartella dei plugin sul vostro server:

Caricare manualmente il plugin WordPress

Caricare manualmente il plugin WordPress

Una volta completato il caricamento dei file, il plugin dovrebbe essere aggiornato all’ultima versione. Potete verificarlo andando nella scheda Plugin della vostra bacheca di WordPress:

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi
Ultima versione del plugin

Ultima versione del plugin

Controllate che il plugin sia ancora attivo (dovrebbe esserlo). Poi, se non notate alcun bug, dovreste cancellare la vecchia cartella dal server utilizzando il programma FTP.

Nota – fino a quando non cancellate la vecchia cartella, potreste vedere il plugin elencato due volte nella vostra scheda Plugin. È normale e la vecchia copia andrà via una volta eliminata la vecchia cartella.

Ora i vostri plugin dovrebbero essere aggiornati al 100%! E poiché nulla di ciò che avete fatto ha avuto effetto sul database di WordPress, tutte le impostazioni del vostro plugin dovrebbero rimanere intatte dopo l’aggiornamento.

3. Come Aggiornare Manualmente i Plugin WordPress Tramite WP-CLI

Nota – questo metodo non funziona se non è possibile aggiornare automaticamente un plugin perché gli aggiornamenti automatici non sono disponibili. Questo è solo un metodo alternativo all’utilizzo del metodo di aggiornamento dalla bacheca di WordPress – non può sostituire al 100% in tutte le situazioni il metodo SFTP descritto sopra.

Usare WP-CLI per aggiornare un plugin è abbastanza semplice. Supponendo che siate già connessi al vostro server via SSH e che abbiate familiarità con le basi di WP-CLI, tutto quello che dovete fare è eseguire il comando:

wp plugin update plugin-slug

Per seguire il nostro precedente esempio di Add From Server, è sufficiente eseguire l’operazione:

wp plugin update add-from-server
Aggiornamento manuale del plugin WordPress tramite WP-CLI

Aggiornamento manuale del plugin WordPress tramite WP-CLI

Per altri comandi ed esempi, consultate la documentazione ufficiale relativa ai plugin di WP-CLI.

Altre letture:

Come Disinstallare un Plugin di WordPress (il Modo Corretto)
Come Scaricare le Vecchie Versioni dei Plugin di WordPress


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 28 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.