Non è possibile visitare un sito web senza prima accedere a un Domain Name Server (DNS). Nel mentre, potreste ricevere un messaggio del tipo “Il Server DNS non risponde”. Questo messaggio vi dice che i sistemi di denominazione decentralizzati responsabili della trasformazione dei nomi host in indirizzi IP non hanno risposto.

Ci sono diverse cause per questo tipo di errori del DNS. Per fortuna, la maggior parte di questi errori si risolve facilmente. Potrebbe infatti essere sufficiente riavviare il computer o cambiare browser.

In questo articolo spiegheremo cosa vuol dire il messaggio “Il Server DNS non risponde” e analizzeremo alcune delle cause più frequenti. Poi vi illustreremo alcune soluzioni per risolvere il problema, sia su Windows che su macOS.

Cominciamo!

Cosa Significa “Il Server DNS non risponde”?

Un DNS è un sistema di denominazione che prende i nomi a dominio alfanumerici (o “hostname”) e li trasforma in indirizzi IP numerici. In sostanza, i server DNS fanno da traduttori.

Quando si inserisce un indirizzo web nel browser, questo viene inoltrato dal router a un server DNS, dove viene poi risolto e restituito come indirizzo IP. Tuttavia, se il server DNS non è in grado di completare correttamente la risoluzione del nome, il risultato finale può essere un messaggio che vi informa che il server DNS non risponde.

“Il Server DNS non risponde” significa quindi che il vostro browser non è stato in grado di stabilire una connessione a Internet. In genere, gli errori DNS sono generati da problemi dell’utente, che si tratti di una connessione di rete o Internet, di impostazioni DNS configurate in modo errato, oppure di un browser non aggiornato. Questi errori possono anche essere dovuti ad un’interruzione temporanea del server che rende il DNS non disponibile.

Pertanto, è possibile che si possa risolvere il problema semplicemente passando da un browser all’altro. In altri casi, potrebbe essere necessario disattivare le connessioni, cambiare i server DNS o eseguire la pulizia della cache del DNS.

Come Risolvere l’Errore “Il Server DNS non Risponde” in Windows e macOS (11 Soluzioni)

Ora che abbiamo spiegato il significato del messaggio e conosciamo alcune possibili cause, possiamo metterci al lavoro per risolvere il problema. Ecco 11 possibili soluzioni per liberarci dal messaggio “Il Server DNS non Risponde” su dispositivi Windows e Mac.

1. Passare a un Altro Browser

Il primo passo è quello di testare le connessioni DNS. Potrebbe bastare solo cambiare o aggiornare il browser web.

Come si passa a un altro browser?

Provate ad accedere al web da un altro browser. Ad esempio, se il vostro browser predefinito è Safari o Google Chrome, provate ad accedere al sito web con Mozilla Firefox o Microsoft Edge.

Se cambiando browser il messaggio scompare, probabilmente vi basterà aggiornare il browser predefinito all’ultima versione o disinstallarlo e reinstallarlo. Ma se il messaggio “Il Server DNS non Risponde” è ancora lì, potete escludere il browser dalle possibili cause del problema.

2. Connettersi con un altro dispositivo

Se il problema non è il browser, forse lo è il dispositivo in uso. Per questo motivo potrebbe essere utile collegarsi a un secondo dispositivo e accedere al sito che non riuscite a vedere.

Come ci si collega a un altro dispositivo?

Prendete il vostro telefono e provate ad accedere al sito con cui avete problemi utilizzando la stessa rete di prima.

Ricevete ancora l’errore “DNS Server Not Responding”? Questo potrebbe indicare che il problema è il router.

Non ne siete così sicuri? Collegatevi al sito utilizzando i dati del cellulare. Se funziona, avrete la risposta che il problema è in realtà dal vostro lato e non dipende dal sito.

3. Avviare il Computer in Modalità Provvisoria

Il messaggio di errore “Il Server DNS non Risponde” può essere visualizzato anche nel caso in cui il sistema operativo non funziona correttamente. Consigliamo quindi di provare ad avviare il dispositivo Windows in modalità provvisoria e verificare se il messaggio scompare.

In questo modo si limitano i file e le risorse utilizzate per l’esecuzione di Windows, e questo potrebbe risolvere il problema.

Come si avvia il computer in modalità provvisoria?

Per avviare Windows 10 in modalità provvisoria, fate clic sul pulsante Windows e poi passate il mouse sull’icona Arresta:

Il pulsante Arresta di Windows
Il pulsante Arresta di Windows

Quindi, tenendo premuto il tasto Maiuscolo, selezionate Riavvia il Sistema:

L'opzione di riavvio di Windows
L’opzione di riavvio di Windows

Nella finestra che vi appare, fate clicca su Risoluzione dei problemi > Opzioni Avanzate. In Opzioni avanzate, selezionate Impostazioni di avvio, poi Riavvia. Appariranno altre opzioni. Premete 4 o 5 per abilitare la modalità provvisoria o abilitare la modalità provvisoria con rete. Il computer si riavvierà quindi in modalità provvisoria.

Se utilizzate Windows 7 o precedente, potrete riavviarlo in modalità provvisoria andando su Arresta > Riavvia. Poi, mentre il sistema si avvia, tenete premuto il tasto F8.

La procedura è simile sui dispositivi macOS.

Mentre la macchina si riavvia, tenete premuto il tasto Maiuscolo. Una volta visualizzato il logo Apple, potrete rilasciarlo. Il dispositivo si avvierà quindi in modalità provvisoria.

Con il computer in modalità provvisoria, provate ad accedere nuovamente al sito web. Se non sembra esserci un problema di connessione di rete, il problema potrebbe essere generato da un software o un’installazione di terze parti, come ad esempio un’applicazione antivirus.

4. Disattivare Temporaneamente il Software Antivirus e il Firewall

Se cambiando browser non risolvete il problema del messaggio “Il Server DNS non risponde”, allora potreste provare a disattivare temporaneamente il firewall. Il software antivirus e i firewall sono fondamentali per la salvaguardia dei vostri dispositivi, ma a volte possono interferire con le connessioni di rete.

Come si disattiva temporaneamente il software antivirus e il firewall?

Gli utenti Windows possono farlo accedendo al pannello di controllo e selezionando Aggiornamenti e sicurezza > Sicurezza di Windows > Protezione da virus e minacce > Gestisci impostazioni.

Gli utenti Mac possono trovare questa opzione in Preferenze di Sistema > Sicurezza e Privacy > Firewall.

Una volta disattivato il firewall, provate ad accedere nuovamente al sito web dal vostro browser. Se il problema è risolto, potreste considerare la possibilità di cambiare il software antivirus o di riconfigurare le impostazioni della vostra applicazione. In entrambi i casi, ricordatevi di riattivare il vostro firewall una volta terminato.

5. Disattivare le Connessioni Secondarie

Se non avete risolto disattivando il software antivirus o il firewall, un’altra possibile soluzione potrebbe essere quella di disabilitare le connessioni secondarie disponibili sul vostro dispositivo. Dovete essere sicuri che sia attiva solo la connessione che state utilizzando.

Come si disattivano le connessioni secondarie?

In Windows, nella casella di ricerca della barra delle applicazioni del vostro desktop, digitate “Connessioni di rete”. Poi fate clic su “Visualizza connessioni di rete“:

Connessioni di rete Windows
Connessioni di rete Windows

Questo vi porterà alla pagina delle Connessioni di rete. Tutte le connessioni che non sono al momento in uso avranno accanto una X rossa. Cliccate con il tasto destro del mouse su una di queste e poi selezionate Disabilita:

Disabilitare le connessioni secondarie in Windows
Disabilitare le connessioni secondarie in Windows

Ripetete l’operazione per tutte le altre connessioni non attive. Quando avete finito, riavviate il browser e provate ad accedere di nuovo al sito web.

Se utilizzate macOS, potete farlo cliccando sull’icona Apple, quindi scegliendo Preferenze di Sistema > Rete. Le vostre connessioni saranno elencate sul lato sinistro della finestra.

Impostazioni di rete in macOS
Impostazioni di rete in macOS

Per scollegare o disattivare una connessione di rete, selezionatela e poi cliccate sul segno () in fondo alla finestra.

6. Disattivare la Funzione Peer-to-Peer di Windows

Se utilizzate Windows e le soluzioni precedenti non hanno eliminato il messaggio di errore “Il Server DNS non Risponde”, c’è un’altra soluzione da provare: la funzione Peer-to-Peer (P2P). Nota: questa è un’opzione che si trova solo in Windows 10.

Questa funzione permette di preservare la larghezza di banda di download per il dispositivo in uso. In sostanza, consente di scaricare un aggiornamento di Windows una sola volta, quindi di utilizzare il dispositivo per distribuire o condividere la versione aggiornata su altri computer che fanno parte della rete locale.

A volte, però, può anche interrompere i processi del DNS. Pertanto, si può provare disattivare la funzione per vedere se in questo modo il messaggio di errore viene eliminato.

Come si disattiva la funzione Peer-to-Peer di Windows?

Fate clic sull’icona di Windows, poi su Impostazioni (icona dell’ingranaggio) > Aggiornamento & Sicurezza:

L'opzione Aggiornamento e sicurezza nelle impostazioni di Windows
L’opzione Aggiornamento e sicurezza nelle impostazioni di Windows

Selezionate Ottimizzazione consegna nella finestra che vi si apre sul lato sinistro:

Il menu Ottimizzazione consegna di Windows
Il menu Ottimizzazione consegna di Windows

Accanto all’opzione “Consenti il download da altri PC”, attivate l’interruttore che disabilita la funzione:

L'interruttore della funzione Windows P2P
L’interruttore della funzione Windows P2P

Quando avete finito, riavviate il computer e provate ad accedere nuovamente al sito web. Se ancora non va, non vi preoccupate troppo. Abbiamo ancora altre soluzioni da provare.

7. Riavviare il Router

Il passo successivo per la risoluzione del problema è quello di riavviare il router. In questo modo la cache del router verrà svuotata e potreste così risolvere il problema che genera il messaggio “Il Server DNS non Risponde”.

Come si riavvia il router?

La maggior parte dei modem è dotata di un pulsante di accensione che permette di spegnerli. Dopo circa un minuto, riaccendete il modem e aspettate che ristabilisca la connessione. Una volta fatto, controllate se riuscite ad accedere a internet dal vostro browser.

A volte non basta semplicemente riavviare il router. Consigliamo di riavviarlo scollegandolo completamente e poi attendere almeno 30 secondi prima di ricollegarlo e riaccenderlo.

8. Installare Driver di Rete Aggiornati sul Computer

Un’altro possibile responsabile del messaggio “Il Server DNS non Risponde” è il driver della scheda di rete Windows, che potrebbe non essere aggiornato. In questo caso, cercate un nuovo driver per il vostro adattatore oppure aggiornate il driver che avete già.

Come si installano i driver aggiornati delle schede di rete?

Ci sono diversi modi per aggiornare il driver della scheda di rete. Potete farlo manualmente, cosa che si dovrebbe fare solo se si ha una certa familiarità con i driver. In alternativa, potete aggiornarlo utilizzando uno strumento automatico come Driver Easy o Snappy Driver Installer (SDI):

Il sito web di Snappy Driver Installer
Il sito web di Snappy Driver Installer

Entrambe le soluzioni riconosceranno automaticamente il vostro sistema e individueranno i driver appropriati. Consigliamo questo metodo perché elimina il rischio di errori umani, come il download o l’installazione sul dispositivo del driver sbagliato.

Una volta scaricato SDI e terminata l’installazione dei driver aggiornati, riavviate il computer. Poi provate a ricollegarvi ad internet, per vedere se avete risolto il problema.

9. Svuotare la Cache del DNS e Reimpostare l’IP

Se dalle cause dell’errore avete eliminato il vostro browser, il software antivirus e il router, allora è il momento di rivolgere la vostra attenzione alle impostazioni del DNS. Come per la cache del router, può essere che il vostro DNS debba essere cancellato prima di poter effettuare correttamente la connessione a Internet, oppure che il vostro IP abbia bisogno di un reset.

Come si svuota la cache DNS e si ripristina l’IP?

Se utilizzate Windows, iniziate digitando “cmd” nel campo di ricerca nella barra delle applicazioni e poi selezionate l’app Prompt dei Comandi:

L'applicazione Prompt dei Comandi nel menu di Windows
L’applicazione Prompt dei Comandi nel menu di Windows

Nella finestra che vi appare, inserite “ipconfig/flushdns” (nessuna virgoletta) e premete Invio:

Il prompt dei comandi in Windows dopo la pulizia della cache del DNS
Il prompt dei comandi in Windows dopo la pulizia della cache del DNS

Al termine dell’operazione verrà visualizzato un messaggio che vi informa che la cache del DNS è stata svuotata con successo. Ripetete la procedura per i seguenti comandi:

ipconfig /registerdns 
ipconfig /release 
ipconfig /renew

Se utilizzate un dispositivo Mac, potete eseguire la pulizia della cache del DNS aprendo il Terminale (premete i tasti Command + Spazio e poi digitate “Terminal” in Spotlight). Nella finestra del Terminale, inserite quanto segue:

dscacheutil -flushcache

Premete quindi il tasto Invio. Non ci sarà un messaggio di successo, come invece avviene sui dispositivi Windows. Con questo semplice comando, la cache del DNS verrà svuotata. Per maggiori informazioni, fate riferimento alla nostra guida in cui spieghiamo come svuotare la cache del DNS in Windows, Mac e Chrome.

10. Disattivare IPv6

IPv6 è l’ultima versione dell’Internet Protocol che permette di instradare il traffico tra le reti e Internet. Purtroppo, l’IPv6 è tra le possibili cause del messaggio “Il Server DNS non Risponde”.

Pertanto, un’altra soluzione da provare è quella di disabilitare l’IPv6 sul vostro computer.

Come si disattiva l’IPv6?

In Windows, aprite il vostro pannello di controllo delle Connessioni di Rete, quindi fate clic con il tasto destro del mouse sulla vostra connessione corrente. Nel menu a discesa, selezionate Proprietà:

L'opzione Proprietà delle connessioni di rete in Windows
L’opzione Proprietà delle connessioni di rete in Windows

Nella scheda Networking del pannello che si apre, scorrete verso il basso fino a trovare la versione 6 del protocollo Internet (TCP/IPv6):

ipv6 windows
Internet Protocol Version 6 (TCP/IPv6) nelle Connessioni di Rete di Windows

Se è selezionata, deselezionate la casella, quindi fate clic su OK. Aggiornate il browser e provate a connettervi di nuovo a Internet.

Per disabilitare l’IPv6 in macOS, è necessario prima individuare l’interfaccia di rete che state utilizzando. Aprite l’applicazione Terminale ed eseguite questo comando:

networksetup -listallnetworkservices

Se volete disattivare l’IPv6 per una connessione wireless, utilizzate il seguente comando:

networksetup -setv6off Wi-Fi

Per una connessione Ethernet, va invece utilizzato:

networksetup -setv6off Ethernet

Quindi premete Invio e aggiornate il browser per vedere se il problema è risolto.

11. Cambiare il Server DNS Predefinito su Windows

Un’altra soluzione che potrebbe risolvere il problema “Il Server DNS non Risponde” in Windows è quella di cambiare il server DNS predefinito. In Windows 7, 8 o 10, il primo passo è quello di accedere alle proprietà della connessione di rete.

Come si cambia il server DNS predefinito?

Fate clic sul pulsante Windows nell’angolo in basso a sinistra della barra delle applicazioni. Nel campo di ricerca, digitate “Connessioni di rete”, quindi, nel menu che vi appare, selezionate “Visualizza connessioni di rete“:

Il pannello di controllo Visualizza Connessioni di Rete nel menu di Windows
Il pannello di controllo Visualizza Connessioni di Rete nel menu di Windows

Scegliete quindi l’adattatore Internet che state utilizzando (WLAN per le connessioni di rete wireless o LAN per le connessioni via cavo ethernet). Cliccate con il tasto destro del mouse sull’adattatore Internet, poi su Proprietà:

La voce di menu Proprietà connessione di rete in Windows
La voce di menu Proprietà connessione di rete in Windows

Nella finestra che appare, scegliete la versione 4 del protocollo Internet (TCP/IPv4) e cliccate sul pulsante Proprietà:

Il pannello delle proprietà Wi-Fi in Windows
Il pannello delle proprietà Wi-Fi in Windows

Per assegnare manualmente al server DNS un indirizzo diverso, selezionate Utilizza i seguenti indirizzi del server DNS e inserite l’indirizzo di un server alternativo:

Il pannello degli indirizzi del server DNS in Windows
Il pannello degli indirizzi del server DNS in Windows

Ad esempio, potete inserire il server DNS di Google, che è “8.8.8.8”, sotto Server DNS preferito. Poi potete aggiungere “8.8.4.4” sotto Server DNS alternativo e quindi premere OK.

Se utilizzate macOS, potete individuare queste impostazioni cliccando sull’icona Apple, poi su Preferenze di Sistema:

La voce di menu Preferenze di sistema in Mac
La voce di menu Preferenze di sistema in Mac

Quindi selezionate l’icona network. Scegliete la vostra rete corrente e cliccate sul pulsante Avanzate:

Il pulsante Avanzate nella finestra Sistema di rete del Mac
Il pulsante Avanzate nella finestra Sistema di rete del Mac

Nella scheda DNS, fate clic sul pulsante (+) accanto a “Indirizzi IPv4 o IPv6” e premete Invio:

Inserire nuove informazioni del DNS in macOS
Inserire nuove informazioni del DNS in macOS

Dopo aver inserito le nuove informazioni del DNS, cliccate su OK poi su Applica. Riavviate il browser e visitate il sito web a cui stavate cercando di accedere. Il problema de “Il Server DNS non Risponde” dovrebbe essere finalmente risolto.

Riepilogo

Cercare di accedere a un sito web e ricevere un messaggio “Il Server DNS non risponde” può essere irritante. Anche se le cause dell’errore possono essere molte, la buona notizia è che la maggior parte di queste cause può essere rimossa facilmente.

Come abbiamo visto in questo articolo, avete 11 possibili soluzioni da provare per eliminare il messaggio “Il Server DNS non Risponde”, sia in Windows che in macOS:

  1. Passare a un altro browser e, se necessario, aggiornare il browser predefinito alla versione più recente.
  2. Connettersi con un altro dispositivo
  3. Avviare il computer in modalità provvisoria.
  4. Disattivare temporaneamente il software antivirus e i firewall.
  5. Disattivare le connessioni secondarie.
  6. Disattivare la funzione Peer-to-Peer di Windows.
  7. Riavviare il router.
  8. Installare driver aggiornati delle schede di rete presenti sul computer.
  9. Svuotare la cache del DNS e reimpostare l’IP.
  10. Disattivare l’IPv6.
  11. Cambiare il server DNS predefinito.

Lettura consigliata:
Come risolvere il codice di errore DNS_PROBE_FINISHED_BAD_CONFIG.
Come risolvere il codice di errore DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN