Il vostro dominio è il vostro indirizzo digitale. Anche se gli lanciate un nuovo design, prendete l’indirizzo sbagliato, e potresti perdere clienti prima ancora che vedano il vostro sito web.

Prendete quello giusto, invece, e il vostro indirizzo aprirà la porta per far entrare i visitatori e farli rimanere per un po’. Il nome del dominio infonde un senso di professionalità e pulizia che inizia dalla barra degli indirizzi.

E con quasi 2 miliardi di siti web in circolazione, la competizione per accaparrarsi il perfetto nome di dominio è più feroce che mai. Quindi, come scegliere il nome perfetto per il vostro sito web? Abbiamo per voi otto ottimi consigli per assicurarvi che il vostro nome di dominio sia perfetto per i vostri obiettivi.

Ecco di cosa parleremo oggi:

Senza ulteriori indugi, vediamo cosa sia effettivamente un nome di dominio e perché una rosa con qualsiasi altro nome non è altrettanto bella.

Cosa c’è in un Nome di Dominio?

Quando facciamo riferimento a un nome di dominio, ci riferiamo specificamente alla parte compresa tra “https” e l’estensione (“.com”). Vale a dire, il nostro nome di dominio è “Kinsta”. Ecco un layout visivo di un nome di dominio:

Domain name

Domain Name (BrandYourself)

Ora, apriamo una breve parentesi storica per rispondere alla domanda shakespeariana: cosa c’è in un nome di dominio?

Alle origini (le prime origini) di Internet, i nomi di dominio non erano utilizzati. Invece, gli utenti associavano gli indirizzi IP a siti web specifici e digitavano una stringa di numeri come 192.168.0.1.

Questo, ovviamente, è diventato praticamente impossibile da gestire una volta che Internet ha cominciato a crescere.

Le parole, molto più facili da ricordare rispetto ad una stringa numerica, cominciarono a circolare come un nuovo metodo per raggiungere i siti web. E così nacquero i nomi di dominio.

Continuando con l’analogia con il nostro indirizzo, il vostro nome di dominio è l’indirizzo del vostro sito web, ma l’indirizzo IP – con cui comunica il Domain Network System – è come le coordinate GPS.

Entrambi possono portarvi nello stesso posto, ma uno è molto più semplice da trovare per gli esseri umani. Prendete, ad esempio, questo indirizzo: www.dogs.com.

Diverso nome dominio di PetSmart

Il diverso nome dominio di PetSmart

Se ci avete cliccato sopra, probabilmente sarete rimasti piuttosto sorpresi nel veder caricare PetSmart (e forse un po’ invidiosi).

Un nome di dominio forte come quello dell’esempio precedente aiuta le persone a trovare il vostro sito senza alcun intervento. Non sono necessarie complicate stringhe di numeri o motori di ricerca.

Sfortunatamente, con questa strategia non avrete molta trazione nell’era moderna, con quasi 332,4 milioni di domini registrati. Dogs.com è stato registrato nel 1998. E ciò che è ancora più frustrante è che un terzo dei domini .com sono inutilizzati.

Ma solo perché non riuscite a strappare un dominio composto da una sola parola, come nell’esempio di sopra, non significa che non potete trovare un grande nome di dominio. Ecco le otto strategie che abbiamo visto dare buoni risultati.

1. Scegliete la Combinazione più Facile da Ricordare

I nomi di dominio sono venuti fuori perché gli esseri umani hanno dei limiti di memoria. Anche se potete evitare di fare salto nelle neuroscienze, dovreste comunque tenere a mente questi limiti quando scegliete il vostro nome di dominio.

Nello specifico, più stressate la memoria di lavoro, più gli esseri umani faticano a completare i compiti. C’è un limite di “buffer” per le informazioni che la memoria di lavoro può conservare.

Working-Memory Buffer

Working-Memory Buffer (origine immagine: Nielson Norman Group)

E anche se sembra un limite di buon senso, non è così chiaro come sembra. Il modo in cui “gli oggetti” cadono nella memoria umana dipende dagli oggetti stessi e dal fatto che si associno con un qualsiasi altro sistema di memoria.

Ciò significa che, sebbene un indirizzo web come “www.catsdogs.com” sia significativamente più lungo di “www.animalia.com”, probabilmente sarà più facile da ricordare per la maggior parte delle persone.

Perché? Perché “gatti” e “cani” costituiscono due elementi, mentre “animalia” richiederà alla maggior parte delle persone di ricordare tre elementi distinti:

  • La parola “animal”.
  • La lettera “i”.
  • La lettera “a”.

Naturalmente, questo esempio non vale più se qualcuno ha conoscenze di biologia, ma illustra chiaramente il punto.

Ciò che è facile da ricordare non dipende sempre dalla concisione, poiché il riconoscimento può avere la meglio sulla concisione. Più sono riconoscibili gli elementi del vostro nome di dominio, più facile – e quindi più utilizzabile – sarà il vostro indirizzo.

Come regola generale, cercate di mantenere gli elementi in questione limitati a non più di sette.

Miller's Law

Miller’s Law (origine immagine: Prototypr)

Spesso è definito “il numero magico di Miller”: diversi studi condotti negli ultimi decenni hanno rilevato che il limite ai “pezzi” di memoria a breve termine (elementi) è sette, più o meno due.

(Nota che la memoria di lavoro e la memoria a breve termine sono tecnicamente entità separate, ma per il nostro contesto – e gran parte della psicologia – sono sicure da usare in modo intercambiabile).

Ma, dato il deterioramento del “buffer” che si verifica quando le persone sono costrette a ricordare più oggetti, se riuscite a ridurre il valore a più di sette, è meglio.

Questo vale soprattutto con riguardo alla nostra prossima strategia.

2. Rendete il Vostro Indirizzo Mobile-Friendly

A partire dal secondo trimestre del 2018, i dispositivi mobili generano il 51,89% del traffico internet.

Traffico Mobile siti web

Traffico Mobile siti web (origine immagine: Statista)

È interessante notare che questo numero è diminuito rispetto al valore assunto nel terzo trimestre del 2017, ma il fatto rimane:

Almeno la metà delle persone che utilizzano il vostro indirizzo di dominio sta per arrivarci attraverso un dispositivo mobile.

Il che significa che dovete pensare a tutte le vittime del sistema di autocorrezione e rendere il vostro dominio quanto più possibile memorabile e conciso.

Esempi di nomi di dominio facili e ottimizzati per i dispositivi mobili che vengono subito in mente sono Google e Bing. Sono brevi, semplici e tutti sanno scriverli.

Esempi molto meno mobile-friendly sono, ad esempio, il sito web di Martha Stewart e la famigerata homepage di Comic-Con.

Sebbene entrambi questi nomi di dominio hanno colpito nel segno per essere memorabili, perdono punti perché generano facilmente erroti di battitura e, nel caso di Comic-Con, richiedono agli utenti di cambiare tastiera per digitare.

Dominio mobile con trattino

Dominio mobile con trattino (origine immagine: GadgetHacks)

Quindi, quando scegliete il vostro nome di dominio, provatelo prima sul vostro telefono cellulare. È facile da scrivere? Se siete un esperto digitatore di telefoni, chiedete di provarlo sul vostro telefono a qualcuno un po’ meno esperto di voi.

(Questo è un test di usabilità basilare del vostro nome di dominio, ed è una buona idea provarlo prima di registrare qualsiasi nome).

Ora, cambiamo marcia e parliamo di SEO.

3. Aggiungete Parole Chiave (Quando Hanno Senso)

Le parole chiave nei nomi di dominio sono molto simili allo zucchero a velo sulle cialde.

È un bel bonus, ma non una vera necessità. Se potete, e ha senso usare una parola chiave, dovreste farlo. In media, il 63% dei domini con le migliori performance ha nel proprio URL parole chiave.

Parole chiave nei nomi di dominio

Parole chiave nei nomi di dominio (HigherVisibility)

Tuttavia, se non riuscite a mettere dentro una parola chiave, queste comunque danno una spinta minima alla vostra SEO, se proprio ne hanno una, e dovrebbero essere attentamente soppesate se state pensando di rielaborare la vostra strategia in modo da inserirle.

Rand Fishkin, fondatore del gigante SEO Moz (e ora leader di Sparktoro), ha espresso queste considerazioni sui nomi di dominio ricchi di parole chiave:

Non hanno il peso che avevano prima e generano associazioni negative (con utenti e motori di ricerca) che sarebbero da evitare.

Quindi, zucchero a velo. Buono da aggiungere con moderazione, ma non necessario, e se ne mettiamo troppo, rischia di avere effetti deludenti sul vostro prossimo sito fisico.

Come curiosità, tuttavia, chiunque voglia aprire un sito web nel settore del gioco d’azzardo o dei giochi – in particolare la nicchia di Fortnite – dovrà muoversi velocemente. Secondo Verisign, queste parole chiave stanno andando via come dolci appena sfornati nel secondo trimestre del 2018.

Parole chiave di tendenza nei nomi di dominio

Parole chiave di tendenza nei nomi di dominio (origine immagine: Verisign)

In ogni caso, attenetevi a ciò che ha un senso e date la priorità a ciò che è memorabile, tipizzabile e legato al brand (che è il nostro prossimo suggerimento), che va al di là delle parole chiave.

4. Scegliete Nomi di Dominio Utilizzabili come Brand

Nessun elenco di strategie sui nomi di dominio sarebbe completa senza parlare dell’importanza del brand.

Il 77% dei clienti effettua acquisti in base al marchio associato al prodotto. Ciò che è ancora più folle è che il 90% di quelle decisioni nasce da associazioni inconsce del marchio con sensazioni positive.

Esempi di nomi di dominio con elevata associazione al brand comprendono Amazon, IBM e Tesla.

Sfortunatamente, la scelta di un nome di dominio utilizzabile come brand non è proprio chiara e semplice come per altri nostri consigli, ma un buon test è quello di dire ad alta voce il nome del dominio e vedere se suona come un brand. Ad esempio:

  • Va: lularoe.com
  • Non va: salmonroe.com
  • Va: doreimefashion.com
  • Non va: doreimefasolatido.com

Ma se siete in difficoltà, ci sono dei marketplace per questo, anche se costano parecchio. Brandpa è uno di questi marketplace. Il suo ticket più economico vi prenderà $1,000.

Brandpa

Brandpa

Tra gli aspetti positivi, avrete un logo con il vostro acquisto. Qualcosa che lascerà un’impressione sugli utenti entro i primi dieci secondi di visualizzazione (e quindi, un’impressione del tuo marchio).

D’altra parte, quel cartellino del prezzo non è poco per un nuovo sito web. Per una soluzione leggermente più conveniente, si può dare un’occhiata a BrandDo, nel cui marketplace si trovano più voci a tre cifre.

BrandDo

BrandDo

Abbiamo esaminato l’importanza della memorabilità, della facilità di utilizzo dei dispositivi mobili, delle parole chiave e della utilizzabilità del vostro nome di dominio come brand, ma c’è un altro fattore da tenere in considerazione – idealmente prima di procedere alla registrazione.

L’aspetto legale.

5. Chiarite l’Ambito Legale Prima della Registrazione

Avete registrato il vostro nome di dominio … ma ecco che, qualche settimana dopo, ricevete una lettera da parte degli uffici legali di qualcuno, che guadagna cinque volte più denaro di voi ogni trenta secondi, che vi ingiunge di smettere e desistere.

Non è una bel quadro, ma non è nemmeno una cosa insolita. Accertarsi che il proprio potenziale nome di dominio non sia un marchio registrato è assolutamente necessario se volete evitare di essere coinvolti in contenziosi indesiderati.

Per fortuna, è abbastanza facile da verificare. Per i siti Web che opereranno negli Stati Uniti, è possibile verificare lo stato del marchio effettuando una ricerca del sito veb dell’Ufficio marchi e brevetti degli Stati Uniti (United States Patent and Trademark Office).

United States Patent and Trademark Office

United States Patent and Trademark Office

Detto questo, è una buona idea controllare anche una fonte secondaria. La navigazione nel sistema USPTO non è semplice come fonti alternative come Trademarks411 e WIPO.

WIPO

WIPO

E quando si tratta di questioni legali, non si sbaglia mai a controllare due volte, giusto? Soprattutto quando la “fiducia” può essere un fattore decisivo nella giurisprudenza sui nomi di dominio, come ha scoperto Bloomberg.

Altre cose da tenere a mente quando si considerano i marchi è la confusione che si può generare nei consumatori. Se il vostro nome di dominio potrebbe essere ragionevolmente confuso con un altro dominio con cui è in concorrenza, allora potreste uscrire sconfitti da un arbitrato.

Che dire di un sito web tutto su WordPress? Ecco cosa ha da dire il team di WordPress:

Per vari motivi relativi al nostro marchio WordPress, vi chiediamo se state per avviare un sito su WordPress o relativo ad esso che non usi “WordPress” nel nome del dominio. Provate a utilizzare “wp” o un’altra variante. Non siamo avvocati, ma dei bravi avvocati ci dicono che dobbiamo fare così per preservare il nostro marchio. Inoltre, molti utenti ci hanno detto questo li confonde.

In poche parole, non correte rischi.

Inoltre, se il vostro sito web viene opera al di fuori degli Stati Uniti, adesso o in futuro, vi consigliamo di acquisire familiarità e di controllare i marchi registrati nei rispettivi paesi.

Questo ci porta alla nostra ultima strategia per la scelta del nome di dominio: capire con che cosa concluderlo.

6. Scegliete la Giusta Estensione

Il grande great top level .com è ancora il re delle estensioni di dominio, sia per SEO che per memorabilità.

Ma ci sono molte più estensioni di dominio di quante ce ne fossero in passato, e se le usate strategicamente non dovreste avere problemi.

Hanno avuto una crescita esplosiva. Le nuove estensioni “non tradizionali” sono cresciute del 145% dal 2016 al 2017.

Crescita estensioni dei domini

Crescita estensioni dei domini (origine immagine: The Domain Name Association)

Così, mentre il .com reclama la corona, per ora, le tendenze stanno cambiando nel mondo delle estensioni. E questa è una buona notizia per un nuovo sito web.

Poiché i suffissi del nuovo dominio – .xyz, .tech, .nyc, ecc. – sono di gran lunga più accessibili rispetto ai tradizionali domini di primo livello.

Intervallo prezzi estensioni di dominio

Intervallo dei prezzi delle estensioni di dominio (origine immagine: Name Ninja)

E l’accessibilità è un fattore che, a meno che voi non siate conglomerati di mostri, deve essere bilanciato rispetto agli altri elementi.

Se riuscite ad afferrare un .com per un prezzo decente – è possibile – dovresti farlo, purché questo soddisfi tutti gli altri requisiti che abbiamo evidenziato.

In caso contrario, è meglio optare per una nuova estensione di dominio. Data la tendenza, l’accettabilità di questa può solo aumentare nel tempo.

Vi chiedete dove registrare il vostro nuovo nome di dominio? Cercate in posti come Name.comGoogle DomainsNameCheap, e eNom.

In definitiva, la cartina di tornasole per un’estensione dipenderà da quanto il nome del vostro dominio aderisce agli altri fattori qui delineati come utilizzabile per il brand, memorabile e digitabile.

Se non è digitabile su mobile o memorabile, non potete davvero permettervi di perdere il .com, ma se lo è, .co sta diventando sempre più popolare nei settori commerciali e nei siti web di medio livello.

Questo chiude l’analisi delle nostre strategie per la scelta del nome di dominio, anche se la seguente potrebbe essere considerata una strategia bonus. Se avete problemi a trovare un nome, ci sono svariati generatori in circolazione che possono aiutarvi nella ricerca.

Esaminiamone alcuni.

7. Strumenti di Ricerca dei Nomi di Dominio

Cercare un nome di dominio che soddisfi tutti questi requisiti può sicuramente essere più facile a dirsi che a farsi. Fortunatamente, potete affidarvi in parte ad un generatore, nel caso in cui il vostro team creativo avesse bisogno di una pausa.

DomainWheel

DomainWheel</a è un generatore di nomi di dominio semplice e facile da usare, creato dal fantastico team di ThemeIsle. Basta inserire una parola chiave e dare un’occhiata a tutti i domini disponibili. Tira fuori anche domini che hanno assonanza, fanno rima e dei suggerimenti casuali.

DomainWheel

DomainWheel

NameMesh

Con generatori multipli, con suggerimenti basati su SEO, nomi brevi, domini comuni e nuove estensioni di dominio, NameMesh è uno strumento plug and play che prende una parola e vi offre tutte le possibilità a cui potreste pensare.

NameMesh

NameMesh

Ecco una panoramica dei risultati che ha generato per “musica”.

Risultati NameMesh

Risultati NameMesh

Se siete nel settore della musica, potreste afferrare subito quel nome di dominio.

Bust a Name

Con un nome di dominio invidiabile, Bust a Name è relativamente semplice nel design se messo a confronto con NameMesh o DomainWheel, ma i risultati sono forniti molto più velocemente e sono molto creativi.

Bust a Name

Bust a Name

Basta digitare una parola, selezionare le estensioni, premere il pulsante “Go” e attendere che vengano fuori i risultati.

Ecco un esempio con il termine di ricerca “audio”.

Risultati Bust a Name

Risultati di Bust a Name

Ciò che manca nel design è compensato da suggerimenti intelligenti e semplicità.

E ricordate, se con uno di questi strumenti trovate un fantastico nome di dominio ma poi cambiate idea, potete sempre trasferire il vostro dominio senza perdere tutti i vantaggi SEO.

8. Acquisire un Dominio Esistente o Scaduto per Fare un Salto in Avanti

Ultimo ma non meno importante, potreste pensare all’acquisizione di un dominio esistente. Perché? Perché un dominio esistente potrebbe già avere alcune delle seguenti caratteristiche:

  • Backlink autorevoli. Utilizzatea uno strumento come Ahrefs per controllare i backlink esistenti.
  • Alta autorità di dominio (Moz) e rating del dominio (Ahrefs).
  • Alto PageRank. Google utilizza ancora PageRank internamente.
  • Traffico e brand esistenti.

Anche un piccolo vantaggio può farvi posizionare più velocemente. Potete usare uno strumento come Expired Domains o Flippa domains per trovarli.

Tuttavia, dovreste anche stare molto attenti quando seguite questa strategia. Prima di tutto, controllate eventuali marchi esistenti.

In secondo luogo, se il dominio è attualmente utilizzato da un marchio esistente che state cercando di acquisire, controllate i suoi schemi di traffico. Una costante tendenza al ribasso potrebbe forse significare che, a partire da un certo momento, è stato penalizzato da Google. O potrebbe semplicemente significare che hanno smesso di lavorare sul dominio.

Verifica del traffico

Verifica del traffico

In terzo luogo, controllate gli attuali backlink del dominio con lo strumento Site Explorer di Ahref. Se molti backlink provengono da siti di spam, non è un buon indice. Potrebbe significare che il dominio/proprietario del sito a un certo punto ha pagato per i backlink o addirittura ha subito un attacco SEO negativo.

Ancora una volta, quando si tratta di acquisire un dominio esistente, assicuratevi di controllare tutti gli aspetti. Se non sapete come, ci sono molti esperti di SEO nella comunità che potete assumere.

Come Scegliere un Nome di Dominio: Riepilogo

I nomi di dominio sono il vostro indirizzo digitale. Possono influenzare in modo significativo la percezione del vostro marchio da parte del visitatore.

Sfortunatamente, la maggior parte dei nomi di successo come “Dogs.com” sono stati presi nei primi giorni di Internet. Ma questo non significa che non riuscirete a trovare un nome di dominio eccezionale per il vostro nuovo sito web.

Seguite questi otto suggerimenti quando scegliete un nuovo dominio:

  • Rendetelo memorabile.
  • Mantenete semplice la digitazione su mobile.
  • Aggiungete parole chiave … ma solo se hanno senso.
  • Scegliete un nome di dominio utilizzabile come brand: sono preziosi e più facili da raggiungere rispetto a termini generici.
  • Assicuratevi di non inciampare nel marchio registrato di nessuno.
  • Scegliete l’estensione appropriata. Sebbene .com è ancora al primo posto, le estensioni nuove e molto più economiche stanno diventando più popolari di giorno in giorno, quindi potrebbe valere la pena di considerarle.
  • Usate un strumento di generazione di nomi di dominio se vi siete bloccati e vi state lambiccando il ​​cervello per un nome.
  • Considerate la possibilità di saltare la prima fase del processo acquisendo un dominio scaduto o esistente.

Trovare il nome di dominio perfetto è come trovare la canzone perfetta. Quello che funziona meglio per la vostra azienda e che si accorda di più con gli utenti cambierà immancabilmente. Ma, seguendo questi otto suggerimenti, sarete sicuro di avere un nome di dominio che resisterà alla prova del tempo.

28
Condivisioni