David Ogilvy, che ora è conosciuto come il padre della pubblicità, è stato uno dei migliori copywriter che sia mai vissuto. E che cosa aveva da dire sull’importanza delle headline?

“In media, le persone che leggono la headline sono cinque volte di più persone di quelli che leggono la body copy. Quando hai scritto il vostro titolo, hai speso ottanta centesimi del vostro dollaro.”

Oggi i writer non dedicano abbastanza tempo ai titoli. Questo è probabilmente il motivo principale per cui nessuno legge i loro contenuti. Ma voi non dovete fare questo errore.

Vediamo perché le headline sono così importanti, come è possibile crearne di così accattivanti che la gente non possa fare a meno di cliccarci sopra, e come mettere alla prova i migliori disponibili per l’analisi delle headline.

Come vi catturano @buzzfeed e @upworthy? Con le loro magnetiche headline! 🎣 Abbiamo visto come vengono creati dai migliori della classe e abbiamo testato per voi i migliori tool di analisi delle headline!Click to Tweet

Perché le Headline Sono Così Importanti?

David Ogilvy era un uomo del 20° secolo. È nato nel 1911 ed è morto nel 1999.

Ha vissuto durante la nascita e il crollo dell’Unione Sovietica, ha visto la lenta morte dell’impero britannico e due guerre mondiali.

Il 20° secolo fu anche un secolo di sorprendente innovazione tecnologica in cui gli aeroplani sono passati da tecnologia nascente a un normale mezzo di trasporto, i computer sono diventati un oggetto di consumo e il mondo è stato connesso da Internet.

Tuttavia, nonostante tutte le turbolenze politiche, la violenza senza precedenti e il vertiginoso progresso tecnologico, in un certo senso, è stato anche un periodo molto più tranquillo.

Pensateci. Per gran parte della vita di Ogilvy, i media erano giornali, riviste, radio e TV.

Riuscite a ricordare com’era il mondo prima di Internet, dei social media e degli smartphone? Quello era il mondo di Ogilvy.

E quel mondo adesso non c’è più. Tutti abbiamo accesso illimitato a socializzazione, intrattenimento e conoscenza. E ogni volta che andiamo su Internet, siamo bombardati da tentativi finalizzati a catturare la nostra attenzione.

C’è un’email di un amico, un cugino che ha lasciato un commento sulla foto della vostra vacanza, ci sono tre post da leggere, c’è un nuovo episodio di podcast, due dei vostri YouTuber preferiti sono appena entrati in una faida

E poi ci sono tutti gli annunci di Google, Facebook, Instagram, YouTube e podcast.

Ora, pensate a questo: se i titoli dei giornali erano così importanti ai tempi di Ogilvy, non pensate che siano ancora più importanti ora che siamo sempre attratti verso innumerevoli direzioni?

Nel mondo di oggi non mancano i contenuti. Il ruolo di un buon titolo è quello di fare una promessa, come spiega chiaramente Andy Cristodina, co-founder e CMO di Orbit Media:

“Prima che qualcuno di noi faccia clic su qualunque cosa, facciamo un calcolo costi-benefici in una frazione di secondo. […] Il compito del titolo è quello di mettere in evidenza il vantaggio e promettere al visitatore che ne varrà la pena. E questo in meno di un secondo. Più specifico è il vantaggio, maggiore è la probabilità che il visitatore faccia clic. I grandi titoli fanno promesse specifiche.”

Ecco il concetto illustrato:

Cosa succede nel cervello dei vostri visitatori quando sono davanti ad una headline

Cosa succede nel cervello dei vostri visitatori quando sono davanti ad una headline (origine immagine: orbitmedia.com)

Se non attirate l’attenzione del lettore, cioè è soddisfatta l’equazione costi/benefici, li perderete perché in pochi secondi passeranno a qualcosa di più interessante.

Il titolo è la prima cosa che la gente vede quando visita il vostro blog, vedono i vostri contenuti sui social media o si arrivano al vostro sito da una pagina dei risultati dei motori di ricerca.

Tenete presente che, se avete un titolo debole, non importa quanto siano ottimi i vostri contenuti: nessuno li leggerà.

Quindi, come scrivere una buona headline?

Comprendete il Vostro Pubblico di Riferimento

Sapete qual è la base del copywriting persuasivo? Le ricerche di mercato.

Questa probabilmente non è la risposta che vi aspettavate. La gente spesso immagina che il miglior copy sia scritto in un impeto di genio creativo. Ma la realtà è molto più banale.

Il miglior copy è scritto da copywriter che comprendono il proprio pubblico di riferimento meglio di quanto il pubblico di riferimento capisca se stesso.

E non potete arrivarci semplicemente seduti lì cercando di immaginare cosa spinge le persone che volete raggiungere.

No. Dovete uscire là fuori e prendere il toro per le corna. E come fare?

Supponiamo che avete un blog sulla dieta keto. In questo caso, probabilmente avrete già almeno qualche esperienza di questa dieta e capite perché la gente ne è attratta. Ma potete portare il vostro copywriting ad un livello superiore con le ricerche di mercato.

Reddit

Reddit è il forum online più popolare in rete, con subreddits praticamente per qualsiasi argomento possa venirvi in mente.

La subreddit r/keto conta 1,3 milioni di membri, tutti interessati alla dieta chetogenica.

Potete imparare molto sul vostro pubblico di riferimento semplicemente visitando questa subreddit ogni giorno, osservando quali post ottengono il maggior numero di voti, vedendo quali sono i problemi più comuni, ecc.

Subreddit su Keto

Subreddit su Keto

YouTube

Youtube è il sito di video hosting più famoso al mondo ed è il secondo motore di ricerca.

Perché non vedere cosa dicono gli YouTuber più popolari della vostra nicchia?

Ad esempio, Tristan Haggard gestisce il canale Primal Edge Health, che ha oltre 120.000 iscritti.

Il canale Primal Hedge Health di YouTube

Il canale Primal Hedge Health di YouTube

Ora, se andate alla sezione “Video”, fate clic su “Ordina per” e scegliete “Più popolari”: vedrete tutti i video in classifica, in ordine di popolarità.

Video del canale Primal Hedge Health

Video del canale Primal Hedge Health

Questo vi consente di vedere quali argomenti risuonano maggiormente tra il vostro pubblico di riferimento e anche quali sono i titoli che funzionano bene.

E se fate clic su uno dei video, sarete in grado di vedere i commenti e raccogliere informazioni ancora più approfondite sulle caratteristiche del vostro pubblico.

Commenti dal canale Primal Hedge Health

Commenti dal canale Primal Hedge Health

Tenete presente che i commenti di Youtube sono generalmente pieni di persone che pubblicano meme, quindi preparatevi a setacciare molti commenti inutili.

L’analisi dei canali di YouTube popolari nella vostra nicchia di mercato è un buon modo per migliorare la comprensione del pubblico di riferimento.

Blog

E, naturalmente, se volete creare un blog su qualcosa, dovreste dare un’occhiata alla concorrenza.

Ad esempio, ruled.me è un popolare blog sulla keto con oltre 115.000 iscritti, ed è pieno di risorse sulla keto.

Potete analizzare il contenuto, vedere cosa fa per bene, cosa manca e quindi produrre qualcosa di meglio.

Il blog ruled.me

Il blog ruled.me

Ora, keto è un semplice esempio di ricerca di mercato perché è un argomento molto popolare, ma potete fare lo stesso praticamente con qualsiasi cosa.

Ricordate: i migliori copywriter sono quelli che comprendono meglio il loro pubblico di riferimento, quelli che eseguono ricerche approfondite sui clienti.

Quando si tratta di copywriting, la ricerca non è mai troppa.

Utilizzate le Formule delle Headline

Conoscete il detto “I buoni artisti copiano, i grandi artisti rubano”?

Bene, “rubare” i titoli è una consuetudine nel mondo del copywriting perché sappiamo già cosa funziona e cosa no. Quindi non provate a reinventare la ruota. Usa le formule di headline.

Una delle migliori risorse per le formule delle headline è il libro di Jon Morrow “52 Headline Hacks”, che potete scaricare gratuitamente.

Nel suo libro Morrow parla di:

Formula How-to Headlines

Formula How-to Headlines

Formula List Headlines

Formula List Headlines

Bonus Headline Hacks

Bonus Headline Hacks

Ci sono anche due appendici:

Scrivere titoli usando queste formule potrebbe sembrare robotico e senza ispirazione, ma il copywriting riguarda i risultati, non la creatività.

Una volta imparate queste formule, inizierete a vederle ovunque. Sono utilizzate dai giornali, dalle riviste e dai blog di maggior successo. Perché?

Perché funzionano.

Naturalmente, se volete portare il vostro copywriting ad un livello superiore, non è sufficiente avere un file da scorrere con questi template, dovete esercitarvi a usarle fino a quando queste formule non saranno così radicate nella vostra mente che non dovete cercarle più.

Ad esempio, quando Justin Blackman decise di migliorare le sue headline, scrisse 10.211 titoli in 106 giorni.

Si è impegnato a scrivere 100 titoli al giorno per 100 giorni, e lo ha fatto davvero, nonostante lo scetticismo di alcune persone sulla sua capacità di farlo realmente.

Di conseguenza, è diventato molto più veloce nella stesura dei titoli, fino al punto da riuscire a tirar fuori più di 80 titoli senza cercare le formule, e buttare giù 100 titoli durante una pausa pranzo.

In più, non solo è diventato più veloce, ma è anche migliorato. E potete vedere come sono migliorati i suoi titoli mentre andava avanti con la sua sfida.

Justin ha condiviso 16 titoli sudati. Volete sapere cosa c’era in cima a quella lista?

“Mettetevi al lavoro.

Nessun hack, articolo o template può avere lo stesso effetto di mettersi i guanti e sporcarsi. Arriva il momento di smettere di leggere e iniziare a fare. La pratica rende permanenti. È l’unico modo per far durare le cose.”

Non avete bisogno di fare tutto come Justin, ma se volete imparare a scrivere headline migliori, allora dovete esercitarvi. Non c’è proprio modo di evitarlo.

Certo, 100 headline al giorno sono una cosa pazzesca … Ma potete farne 10 al giorno?

Utilizzate Parole Potenti

Le parole potenti sono parole che suscitano un’emozione specifica.

Ad esempio, le parole “Commovente” e “Entusiasmante” sono edificanti, mentre le parole “Allarmante” e “Devastante” vi mettono in guardia.

Potete usare parole potenti per ravvivare i vostri titoli e attirare l’attenzione del lettore.

Date un’occhiata a questa headline di Cosmopolitan che Sumo presenta tra le “401+ Parole di Potenza Incredibilmente Utili per Aumentare le Conversioni”:

Headline di Cosmopolitan

Headline di Cosmopolitan

Cosmo avrebbe potuto scrivere “Ariana Grande ha Lanciato un Nuovo Colore di Capelli Argento” . Ma è davvero interessante? Okay, si è tinta i capelli, e allora?

Ma “Ariana Grande ha Lanciato un Nuovo Scioccante Colore di Capelli Argento” vi fa venire immediatamente voglia di saperne di più. Cosa c’è di così scioccante al riguardo? Cosa ha fatto Ariana adesso??

Come potete vedere, le parole di potenza possono rendere un titolo molto più persuasivo.

Quindi andate a prendere l’elenco di Sumo delle 401+ parole potenti e iniziate a usarle oggi stesso nei vostri titoli.

Imparate dai Migliori

Non è sufficiente imparare le formule, usare parole potenti e inventare le vostre headline.

Dovete anche studiare i maestri del copywriting analizzando gli outlet con i migliori titoli:

BuzzFeed

BuzzFeed è stata fondata da Jonah Peretti e John S. Johnson III nel 2006.

Sin dall’inizio, l’azienda si è concentrata sui contenuti virali. Hanno iniziato ad aggregarli e poi sono passati anche loro alla produzione, e ora sono ben noti per le loro articoli-lista e per i loro quiz.

Headline di BuzzFeed

Headline di BuzzFeed

Anche se probabilmente è inesatto affermare che BuzzFeed ha aperto la strada alle headline acchiappaclick, l’azienda lo ha sicuramente portato a un livello completamente nuovo, al punto da ispirare un sito web di parodia, ClickHole.

Bassim Eledath ha analizzato le headline di BuzzFeed usando tecniche di data science. Cosa ha scoperto?

Apparentemente, la lunghezza media di una headline di BuzzFeed è di 11,85 parole.

Lunghezza Media delle Headline di BuzzFeed

Lunghezza Media delle Headline di BuzzFeed

Ha quindi concentrato la sua attenzione sui titoli di 11 parole e ha scoperto la struttura più comune delle headline di BuzzFeed:

Struttura Comune dele Headline di BuzzFeed

Struttura Comune dele Headline di BuzzFeed

Secondo la ricerca di Bassim, la sequenza più frequente seguiva una struttura CD, NNS, WDT, VBP.

In effetti, il 16% di tutti i titoli inizia con un numero, il che non sorprende dato il ruolo che gli elenchi hanno avuto nel successo di BuzzFeed:

Headline che iniziano con numeri

Headline che iniziano con numeri

Ora, qualunque cosa voi pensiate di BuzzFeed, dovete ammettere che i loro titoli funzionano, quindi ha senso studiarli.

UpWorthy

UpWorthy è stata fondata nel 2012 da Eli Pariser e Peter Koechley.

La loro mission è “cambiare ciò a cui il mondo presta attenzione”, che significa che producono contenuti virali con una prospettiva “progressiva”.

Upworthy.com

Upworthy.com

Sono in qualche modo un outlet più serio di BuzzFeed e i loro titoli sono più lunghi e meno acchiappaclic.

Cosmopolitan

Cosmopolitan fu fondato nel 1886 come rivista di famiglia, poi trasformatato in rivista letteraria e, nel 1965, divenuto rivista femminile.

Cosmopolitan.com

Cosmopolitan.com

Con così tanta esperienza alle spalle, Cosmo ha davvero padroneggiato l’arte di scrivere headline avvincenti ed è un ottimo esempio di come creare un titolo su cui le persone vorrano far clic senza eccedere nell’acchiappaclic.

Daily Mail

Daily Mail è un giornale tabloid britannico fondato nel 1896.

È stato ampiamente criticato per inaffidabilità e sensazionalismo, ma è ancora estremamente popolare (è il secondo quotidiano più diffuso del Regno Unito).

Ora, Daily Mail potrebbe non essere la migliore fonte di informazioni, ma sapete cosa fanno davvero bene i tabloid? Le headline.

Dailymail.co.uk

Dailymail.co.uk

Potreste essere un po’ scettici all’idea di studiare i titoli di BuzzFeed, UpWorthy, Cosmo e DailyMail perché non sono esattamente pubblicazioni che hanno vinto il Premio Pulitzer.

Tuttavia, dovreste mettere in attesa per un secondo il giornalista che è in voi e analizzare attentamente quelle headline su cui la gente non può fare a meno di fare clic. Non volete imparare a fare lo stesso?

L’A/B Test delle Vostre Headlines

Ai vecchi tempi, passavate molto tempo a creare il miglior titolo possibile e, una volta arrivato alla rotativa, era fuori dalle vostre mani. Nessuna pressione, eh?

Oggi è praticamente lo stesso se parliamo dei media a stampa.

Ma se pubblicate un articolo sul vostro sito web, il titolo non è inciso nella roccia.

In effetti, potete testarne diverse varianti e poi scegliere il vincitore. Ma come funziona esattamente?

Tutto si riduce ad un metodo di ottimizzazione del tasso di conversione chiamato A/B test.

Quando si esegue un A/B test, si creano due varianti dello stesso sito web, una è la versione di controllo (A) e l’altra è la versione sperimentale (B).

Quindi, dividete il vostro traffico in due e ne inviate metà alla versione A e metà alla versione B.

Poi lasciate che il test venga eseguito fino a quando non raggiunge una significatività statistica, guardate i risultati, determinate quale variante è la migliore e tenete il vincitore.

A/B testing

A/B testing

Quindi, se state testando i titoli, dovete creare due varianti dello stesso post con l’unica differenza dei titoli.

Quindi eseguite un test per determinare quale titolo risuona di più tra il vostro pubblico.

Per quel che riguarda gli A/B test, ci sono molte opzioni in circolazione, ma ecco le prime quattro che dovresti tenere in considerazione:

Tuttavia, tenete presente che, affinché un test funzioni, deve raggiungere una significatività statistica. Cosa significa?

Significa che ddovete indirizzare una certa quantità di traffico verso ciascuna variante, per essere sicuri che lo schema che vedete non sia casuale.

Probabilità e significatività statistica

Probabilità e significatività statistica

Ad esempio, se si invia un solo visitatore alla pagina A e un visitatore alla pagina B, i risultati saranno privi di valore. Perché?

Perché, ad esempio, non potete sapere con certezza che il sito B ha funzionato meglio proprio a causa della headline.

Forse l’unica persona che avete inviato era semplicemente di ottimo umore quel giorno ed è per questo che ha deciso di intraprendere l’azione da voi desiderata.

Tuttavia, più visitatori inviate verso ciascuna delle due variante, più è probabile che il risultato non sia solo rumore statistico.

Quindi, se inviate 10 visitatori a ciascun sito, il risultato diventa più affidabile, e quindi sarà ancora più affidabile con 100 visitatori, e ancora di più con 1.000 e così via.

Ad un certo punto, il risultato raggiunge una significatività statistica del 95% (probabilità che non sia rumore statistico) e a quel punto è considerato abbastanza affidabile da potervi basare le vostre decisioni.

Tutto ciò significa che se volete eseguire gli A/B test, dovrete avere molto traffico e, maggiore è il traffico (ecco come far crescere il traffico per il tuo sito), più preziosi sono gli A/B test.

Quindi, se siete solo agli inizi, non preoccupatevi degli A/B test, ma teneteli in considerazione se avete già molti visitatori ogni mese.

I Migliori Tool di Analisi delle Headline

Ora, se tutto questo parlare di ricerche di mercato, formule dei titoli e A/B test non ha distrutto la vostra percezione romantica del copywriting, allora preparatevi per il colpo finale: gli strumenti di analisi delle headline.

Sì, è possibile utilizzare software che analizza le headline per capire come possano essere migliorate.

Diamo un’occhiata più da vicino alle soluzioni più popolari sul mercato:

1. Advanced Marketing Institute Headline Analyzer

Va bene, quindi l’analyzer delle headline dell’Advanced Marketing Institute potrebbe farvi venire nostalgia per i primi anni 2000, ma non lasciatevi ingannare dal suo aspetto, può essere davvero utile.

I migliori strumenti di analisi delle headline: Advanced Marketing Institute Headline Analyzer

Advanced Marketing Institute Headline Analyzer

Digitate la vostra headline nel campo di testo, scegliete una categoria e premete “Submit for Analysis”.

Alle prese con tempi di inattività e problemi con WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per le performance e per la sicurezza! Dai un’occhiata ai nostri piani

Avrete quindi un’analisi della headline come questa:

Risultati dell'Advanced Marketing Institute Headline Analyzer

Risultati dell’Advanced Marketing Institute Headline Analyzer

Come potete vedere, il nostro titolo è quasi all’interno dell’intervallo “copywriter professionale”, il che non è male.

Questo strumento gratuito di analisi delle headline è un ottima soluzione per valutare rapidamente quanto sia interessante il vostro titolo.

2. Sharethrough Headline Analyzer

Sharethrough headlines analyzer è uno strumento più sofisticato che non solo vi dice come vi collocate rispetto ad altri copywriter, ma vi dà anche suggerimenti per migliorare i vostri titoli.

I migliori strumenti di analisi delle headline: Sharethrough Headline Analyzer

Sharethrough Headline Analyzer

Vi basta digitare il titolo nel campo di testo e premere “Find Out” per ottenere un’analisi come questa:

Analisi di Sharethrough Headline

Analisi di Sharethrough Headline

Come potete vedere, potete dare un’occhiata ai vostri punti di forza, ma, soprattutto, ottenere suggerimenti su cosa migliorare che potrete implementare immediatamente e poi eseguire nuovamente lo strumento sul titolo aggiornato.

Avrete anche un punteggio di coinvolgimento e un punteggio per le impressioni:

Risultati di Analisi di Sharethrough Headline

Risultati di Analisi di Sharethrough Headline

Nel complesso, il tool di analisi delle headline Sharethrough è un ottimo strumento gratuito ed è utile soprattutto quando state impararando a scrivere headline avvincenti.

3. CoSchedule Headline Analyzer

CoSchedule headline analyzer è lo strumento di analisi delle headline più popolare in circolazione.

I migliori strumenti di analisi delle headline: CoSchedule Headline Analyzer

CoSchedule Headline Analyzer

Tutto quello che dovete fare è digitare il titolo nel campo di testo e fare clic su “AAnalyze Now”.

Tuttavia, per ottenere l’analisi del titolo, è necessario fornire alcune informazioni personali:

Informazioni richieste da CoSchedule Headline Analyzer

Informazioni richieste da CoSchedule Headline Analyzer

Vi verrà anche chiesto di rispondere ad alcune domande sulla vostra azienda:

Dovrete rispondere anche ad alcune domande relative alla vostra azienda

Dovrete rispondere anche ad alcune domande relative alla vostra azienda

Dopo aver trasmesso le informazioni richieste, otterrete l’analisi della headline con il punteggio complessivo, l’analisi della lunghezza, l’anteprima della ricerca di Google e altro ancora.

Punteggio CoSchedule Headline

Punteggio CoSchedule Headline

Il nostro titolo è al di sotto della media e il suggerimento è di aumentare al suo interno il numero di parole non comuni.

Analisi lunghezza di CoSchedule Headline

Analisi lunghezza di CoSchedule Headline

Sembra che il nostro titolo debba essere abbreviato.

È interessante perché Sharethrough ha affermato che la lunghezza era uno dei suoi punti di forza.

Tuttavia, quando diamo un’occhiata all’anteprima di Google Search, diventa chiaro quale sia il problema.

Anteprima Ricerca in CoSchedule Headline Analyzer

Anteprima Ricerca in CoSchedule Headline Analyzer

Come potete vedere, questo titolo non funziona su Google, il che è un male se state scrivendo l’articolo pensando al traffico dei motori di ricerca.

Immagino che dovremo inventare un titolo più breve!

L’headline analyzer di CoSchedule è senza dubbio il migliore di tutti questi strumenti perché fornisce un’analisi rigorosa e molte informazioni.

Naturalmente, dovete tenere presente che, sebbene gli headline analyzer sono strumenti preziosi, non dovreste trattare la loro analisi come vangelo.

Quindi non fissatevi sul vostro punteggio esatto. Ciò che conta è avere un’idea generale di come il titolo si comporta rispetto agli altri e vedere se è possibile mettere in atto uno qualsiasi dei suggerimenti forniti.

Considerate i risultati delle analisi che otterrete come linee guida generali, ma non dovreste considerarle come istruzioni da seguire rigorosamente.

Inoltre, utilizzare i tool di analisi dei titoli è un ottimo modo per sviluppare un’intuizione di copywriting: più li usate, meno ne avrete bisogno e alla fine vi sentirete abbastanza sicuri da scrivere i titoli da soli.

E se Non Riuscite a Trovare Idee per le Headline?

Quando siete lì a sforzarvi di scrivere un titolo, non perdere tempo a fissare una pagina vuota, non vi sarà di aiuto.

Aprite subito “52 Headline Hacks” di Jon Morrow per ispirarvi. E se ciò non fosse d’aiuto?

Allora è il momento di usare i generatori di titoli!

4. Sumo Kickass Headline Generator

Sumo Kickass Headline Generator vi chiede di iniziare selezionando il tipo di contenuto di cui avete bisogno per creare un titolo.

I migliori strumenti di analisi delle headline: Sumo Kickass Headline Generator

Sumo Kickass Headline Generator

Verrete quindi reindirizzati a una pagina con campi di testo che dovrete compilare per visualizzare i suggerimenti per la headline.

I suggerimenti vengono generati immediatamente.

Suggerimenti di Headline in Sumo Kickass Headline Generator

Suggerimenti di Headline in Sumo Kickass Headline Generator

Come potete vedere, non ha funzionato bene per questo particolare argomento, ma potrebbe andar bene per altri argomenti.

Inoltre, giocare con questo strumento è un buon modo per memorizzare i template dei titoli!

5. Inbound Now Blog Title Idea Generator

Inbound Now Blog Title Idea Generator è uno strumento semplice ma divertente che vi permette di generare idee per le vostre headline.

I migliori strumenti di analisi delle headline: Blog Title Idea Generator di Inbound Now

Blog Title Idea Generator di Inbound Now

Tutto quello che dovete fare è cliccare sul pulsante “Click to Generate Title Idea!” ed avrete un template di headline.

Non vi piace? Fate di nuovo clic sul pulsante. Prima o poi genererà qualcosa che suona bene per voi.

6. Impact Blog Title Generator

Impact Blog Title Generator è simile al Blog Title Idea Generator di Inbound Now, ma dispone di un maggior numero di funzionalità, ha un look eccezionale ed è complessivamente migliore (senza offesa, Inbound Now, dico solo le cose come stanno!).

I migliori strumenti di analisi delle headline: Blog Title Generator di Impact

Blog Title Generator di Impact

Dovrete digitare il vostro argomento nel campo di testo e premere il pulsante “Next”.

Verrete quindi indirizzati a una pagina in cui vi viene fornito un modello di headline da personalizzare compilando i campi di testo.

Template delle Headline nel Blog Title Generator di Inpact

Template delle Headline nel Blog Title Generator di Inpact

Potrete, quindi, generare un altro template di headline, oppure fare clic sul pulsante a forma di cuore per aggiungere il titolo al vostro notebook.

È un generatore di titoli davvero impressionante e la funzione notebook è molto utile se volete provare una varietà di idee di headline.

7. Portent Content Idea Generator

Portent Content Idea Generator è un ottimo generatore di titoli con un design unico ed elegante.

I migliori strumenti di analisi delle headline: Content Idea Generator di Portent

Content Idea Generator di Portent

Tutto quello che dovete fare è inserire l’oggetto in un campo di testo e premere la freccia per procedere.

Otterrete non solo un titolo, ma anche una spiegazione del ragionamento alla base.

Utilizzare il Content Idea Generator di Portent

Utilizzare il Content Idea Generator di Portent

Queste bolle con le spiegazioni sono preziose per chi vuole imparare a scrivere titoli migliori.

8. SEOPressor Blog Title Generator

SEOPressor è un altro generatore di headline da provare.

I migliori strumenti di analisi delle headline: SEOPressor Blog Title Generator

SEOPressor Blog Title Generator

Basta inserire la parola chiave nel campo di testo, utilizzare il menu a discesa per descriverla, quindi premere il pulsante “Generate Titles”.

Utilizzare il Blog Title Generator di SEOPressor

Utilizzare il Blog Title Generator di SEOPressor

Come vedete, i titoli sono solidi. Chi non vorrebbe leggere “La Guida del Miliardario sugli Strumenti delle Headline che Ti Aiuta a Diventare Ricco”? Forse avrei dovuto scrivere io quell’articolo!

Ci sono anche suggerimenti su come scrivere le headline.

Non abbiate paura di utilizzare i generatori di titoli. Il blocco dello scrittore è una cosa reale. A volte avete solo bisogno di un piccolo aiuto per far venir fuori la vostra creatività.

Riepilogo

Le headline sono elementi cruciali dei post di un blog, delle pagine di vendita e di quasi tutti i contenuti. I titoli creano o distruggono il contenuto.

Non conta quanto sia forte il vostro articolo. Se non riuscite a destare l’interesse della gente, nessuno lo leggerà. Come evidenziato da tutti i post virali acchiappaclick, anche un pezzo mediocre può ottenere molta attenzione se combinato con un titolo convincente.

Ora, nessuno vi sta dicendo che dovreste trasformare il vostro blog in un clone di BuzzFeed, ma dovete imparare a scrivere titoli che attirino l’attenzione.

E non dimenticate cosa ha detto Ogilvy. Quando avete scritto la vostra headline, avete speso ottanta centesimi dal vostro dollaro. Quindi, assicuratevi di spenderli bene.


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani