SSH è uno dei migliori strumenti nella cintura degli attrezzi di uno sviluppatore. Può essere utilizzato per configurare ambienti avanzati, manipolare i siti, utilizzare ottimi strumenti come WP-CLI per automatizzare le attività comuni su WordPress o accedere ad un sito quando ogni altro tentativo fallisce. In questo articolo vedremo cos’è SSH e come connettersi al server via SSH.

Primi Passi con SSH

Secondo le specifiche, SSH è “un protocollo per l’accesso remoto sicuro e altri servizi di rete sicuri su una rete non protetta”. In altre parole: non è altro che un modo per autenticarsi su un computer e accedere ai servizi che offre.

Per accedere al container del vostro sito avrete bisogno di due cose: un client SSH e i dati di accesso.

Client SSH

Su OSX e Linux avete tutto il necessario per iniziare, potete utilizzare SSH dal terminale senza alcun software particolare. Su Windows avrete bisogno di un client SSH, il più popolare dei quali è Putty. Più avanti offriremo agli utenti di Windows un breve tutorial su Putty.

Dati di Login

Per accedere tramite SSH avrete bisogno di almeno quattro dati:

  • Indirizzo del server
  • nome utente
  • password
  • porta

L’indirizzo del server è solitamente il vostro nome dominio o IP. Da Kinsta utilizziamo l’indirizzo IP del sito.

In alcuni casi, se dovesse essere richiesta la porta predefinita, potrebbe non essere necessario specificarla. Da Kinsta prendiamo sul serio la sicurezza, quindi utilizziamo porte diverse per siti diversi.

Se siete un cliente Kinsta puoi trovare i dati del vostro server nel vostro cruscotto di amministrazione MyKinsta. Tutti i nostri piani includono accesso SSH. Selezionate il sito cui desiderate connettervi, e troverete tutti i dati di cui avete bisogno.

Infatti, se state utilizzando il terminale, potete semplicemente copiare e incollare il comando generato per voi nella sezione SSH per connettervi istantaneamente (ovviamente dovrete sempre inserire la vostra password).

Il Comando SHH di Kinsta

Il Comando SHH di Kinsta

Configurazione di Putty

Questa sezione è per utenti di Windows. Se siete su Mac o Linux, saltate alla sezione successiva. Dopo aver scaricato Putty, potete eseguirlo facendo doppio clic sull’icona. Vedrete una schermata simile a questa:

Putty

Putty su Windows

Potete iniziare subito incollando l’indirizzo del server nel campo del nome host. Di fianco inserite il numero di porta, assicuratevi che il protocollo sia impostato su SSH e fate clic in basso su apri.

Dovreste vedere una finestra simile ad un terminale Linux. Questa chiederà il vostro nome utente, inseritelo e premete invio. Fate lo stesso con la password, premete invio e dopo qualche istante dovresti essere autenticati.

Lungo il percorso è possibile che riceviate una notifica sulle fingerprints RSA o altre questioni. Premere tranquillamente OK per andare avanti.

Collegarsi Tramite SSH nel Terminale

Questa sezione è riservata agli utenti Mac e Linux. Se siete utenti Windows e avete già configurato Putty, saltate questa sezione.

Su Mac o Linux tutto ciò che dovete fare è aprire il terminale e inviare un comando. Il comando assume il seguente forma:

ssh username@hostname -p portnumber

Sostituite i dati con il vostri nome utente, nome host e numero di porta effettivi e premete Invio. Vi verrà chiesta la password, digitatela e premete invio. Se ricevete notifiche su RSA fingerprints o altre questioni simili. Premete pure Invio o “y” per proseguire.

Trasmissione di Comandi

Da questo punto in avanti, l’esperienza sarà la stessa sia su Windows che su Mac. Ora avete la possibilità di trasmettere comandi, proprio come fareste nel terminale del vostro computer. Ci sono molte cose interessanti che potete fare, specialmente se siete su un server Kinsta!

Messaggio di apertura SSH su Kinsta

Messaggio di apertura SSH su Kinsta

Un avvertimento. L’accesso SSH di solito vi dà molta più libertà di quanta ne avreste normalmente. Ciò implica la possibilità di fare un disastro. Potreste cancellare la vostra intera directory di WordPress, tutte le vostre immagini, interrompere i servizi essenziali sul vostro server. Siate sempre cauti quando utilizzate SSH, perché accidentalmente si possono fare molti danni.

Utilizzare WP-CLI

WP-CLI è un’interfaccia per WordPress da riga di comando e offre ogni sorta di ottimi strumenti. I server di Kinsta dispongono di WP-CLI nativamente, quindi è possibile iniziare a utilizzarlo non appena si effettua il login. Per altri server, potrebbe essere necessario installarlo da sé. Date un’occhiata al sito Web per ulteriori informazioni.

Una volta installato e avviato WP-CLI. è possibile trasmettere alcuni comandi! Per farlo dovrete spostarvi in una directory dove è installato WordPress. Se non siete sicuri di dove vi trovate, utilizzate il comando ls per visualizzare il contenuto della directory corrente.

Da Kinsta arriverete nella home directory del vostro sito. Avrete bisogno di navigare verso la directory pubblica utilizzando cd public per entrare nella root directory di WordPress.

Digitate wp plugin list per ottenere un elenco di tutti i plugin disponibili nel sito.

Lista di plugin

Lista di plugin in WP-CLI

Per fare qualcosa di più utile, potreste eseguire wp plugin update --all, che aggiornerebbe tutti i vostri plugin in una volta, oppure wp plugin update --all --dry-run, che vi darà una lista dei plugin che verrebbero aggiornati se doveste inviare il primo comando.

Ci sono molti utili comandi WP-CLI. Date un’occhiata alla documentazione per maggiori informazioni.

Cos’Altro Possiamo Fare?

La risposta in breve è: quasi tutto. Ora potete iniziare ad utilizzare strumenti come git, Composer, WP-CLI e altri per avere un maggiore controllo sul vostro sito web e sul vostro ambiente di distribuzione. Se sei un client Kinsta Enterprise, puoi persino utilizzare strumenti come npm.

SSH è un ottimo strumento per interagire con il vostro server ed è piuttosto semplice prendere l’avvio. Buon divertimento con SSH!

67
Condivisioni