È probabile che la maggior parte dei siti web che vi vengono in mente finiscano in .com o .it. Senza dubbio ne avete incontrato anche alcuni che finiscono in .org o .edu.

Ma sapevate che potete anche registrare un dominio che finisce in .pizza?

Quelle lettere alla fine di un indirizzo web sono chiamate estensioni di dominio ed esistono circa 1.500 possibilità. Alcune sono riservate a specifiche organizzazioni o persone, ma la maggior parte delle estensioni sono registrabili da chiunque.

Questo rende la scelta del nome di dominio per il vostro sito web un po’ complicata. Dovreste scegliere yourbusiness.bingo o yourbusiness.fish? Se vendete pesce, quest’ultimo potrebbe essere più adatto.

In questo articolo introduciamo le estensioni di dominio: vedremo cosa sono, a cosa servono e come scegliere la migliore per il vostro sito web.

Cos’È un’Estensione di Dominio?

Le estensioni di dominio sono le lettere che seguono il periodo finale in un URL. Tra le estensioni più comuni ci sono .com, .org e .net.

Un altro termine per parlare di estensione di dominio è dominio di primo livello (che trovate abbreviato anche come TLD dall’inglese Top Level Domain). Questo perché potete pensare alle parti di un nome di dominio come livelli di importanza.

In cima, abbiamo le estensioni di dominio. A questo livello, i domini sono divisi in grandi categorie.

Per esempio, l’estensione di dominio .de classifica il dominio nella categoria “tedesco”. Usare .gov significa che il dominio è nella categoria “organizzazione governativa statunitense”.

Le estensioni di dominio non sono sempre usate in questo modo, e ci arriveremo tra poco, ma era l’intenzione originale.

Il livello successivo è il dominio. Questa è la parte subito prima dell’estensione. Indica a quale sito web appartiene l’URL. Nell’URL kinsta.com, per esempio, “kinsta” è il dominio.

A volte c’è un altro livello chiamato sottodominio. I sottodomini organizzano un sito web in parti separate. Per esempio, l’immagine qui sotto mostra l’URL blog.example.com.

Qui, “blog” è il sottodominio. Il dominio potrebbe anche contenere altri sottodomini come support.example.com o email.example.com.

Illustrazione sull’anatomia di un URL che mostra le diverse parti che lo compongono
Come si compone l’URL di una pagina web. (Fonte: Ahrefs)

Quando registrate un nome di dominio, dovrete scegliere sia il nome che l’estensione. I sottodomini e qualsiasi cosa nell’URL che viene dopo l’estensione possono essere creati in seguito.

La maggior parte dei siti web che ti vengono in mente probabilmente finiscono in .it o .com. Ma sapevi che puoi anche registrare un dominio che finisce in .pizza? 🍕😄 Scopri di più qui 👇 Clicca per twittare

Perché Esistono le Estensioni di Dominio?

Lo scopo originale delle estensioni di dominio era quello di classificare i siti web per tipologia.

Per esempio, qualsiasi sito web con un indirizzo che termina con .com doveva essere un sito commerciale.

Ma come sapete, tutti i tipi di siti web usano .com. Con l’evoluzione di Internet, le estensioni di dominio sono state spesso usate in modo diverso da come era stato originariamente previsto.

Ecco un esempio che potrebbe esservi meno familiare: l’estensione .fm dovrebbe designare un sito web della Micronesia. Ma attualmente è usata da molte stazioni radio e siti di streaming audio.

Ci sono estensioni, come .gov, che sono limitate a specifiche organizzazioni. Ma molte altre sono aperte a chiunque.

Se possedete un sito web, l’estensione del vostro dominio serve a diversi scopi. Può dire alle persone su che tipo di sito si trovano, può ispirare fiducia e può contribuire a creare un URL accattivante e memorabile.

Chi Si Occupa delle Estensioni di Dominio?

La Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN) gestisce le estensioni di dominio attraverso le sue divisioni, la Internet Assigned Numbers Authority (IANA).

Un registro designato dall’ICANN gestisce ogni estensione. Il registro mantiene un database di tutti i nomi di dominio che usano quell’estensione.

Per esempio, .com, .net e varie altre estensioni sono gestite da VeriSign, una società statunitense. Le estensioni con marchio sono solitamente gestite dall’azienda che le ha registrate. Per esempio, il registro .samsung è gestito da Samsung.

Filiali governative o non-profit possono gestire le estensioni con codice Paese. Per esempio, l’operatore del registro per .in è il National Internet Exchange of India.

Questi registri appaltano l’estensione a società di registrazione accreditate dall’ICANN. Queste sono le aziende dove potete registrare il vostro nome di dominio, come Google Domains o Cloudflare.

Infografica con le organizzazioni che si occupano della registrazione del nome di dominio
Le organizzazioni responsabili della registrazione dei nomi di dominio. (Fonte: WHOIS)

Tipi di Estensioni di Dominio

Ci sono tre tipi di estensioni di dominio: TLD generici, TLD sponsorizzati e TLD country-code o con codice Paese.

TLD Generici (o gTLDs)

La categoria dei TLD generici include le estensioni che tutti conosciamo, come:

  • .com
  • .org
  • .net

Queste sono state alcune delle prime estensioni di dominio e sono state etichettate come “generiche” per differenziarle dalle estensioni country-code.

Nel 2011, l’ICANN ha iniziato a permettere alle organizzazioni di registrare le proprie estensioni di dominio generico. Questo ha portato alle estensioni di marca e a molte altre estensioni casuali. Per esempio:

  • .pharmacy
  • .baseball
  • .istanbul
  • .toyota

Tra le estensioni di dimensioni possibili ci sono anche .info, .edu, .biz, .ninja o .cloud
Esempi di estensioni di dominio.

TLD Sponsorizzati (sTLDs)

I TLD sponsorizzati sono estensioni usate da un’entità specifica come un’azienda, un ramo del governo o un altro tipo di organizzazione. Per esempio, alcuni degli sTLD più comuni sono:

  • .gov (governo degli Stati Uniti)
  • .edu (istituzioni educative post-secondarie accreditate negli Stati Uniti)
  • .mil (esercito degli Stati Uniti)

Alcuni sTLD meno conosciuti sono:

  • .museum (musei)
  • .cat (siti web in lingua catalana)
  • .jobs (siti web con annunci di lavoro)

TLD Country Code (ccTLDs)

I TLD country-code, cioè con codice Paese, rappresentano un Paese specifico, come .jp per il Giappone. Ogni estensione di dominio con codice Paese ha le sue regole. Alcuni sono limitati alle organizzazioni del Paese, mentre altri sono disponibili per chiunque.

Alcuni ccTLD comuni includono:

  • .ru (Russia)
  • .cn (Cina)
  • .de (Germania)
  • .ca (Canada)

Quali Sono le Estensioni di Dominio Più Comuni?

Anche se sono disponibili più di mille estensioni di dominio, alcune sono molto più frequenti di altre. Vediamo le più famose.

.com

Questa è quella che tutti conosciamo meglio. Non sorprende che quasi il 50% dei siti web usino l’estensione di dominio .com.

Forse un tempo indicava un sito commerciale, ma oggi possiamo considerarla l’estensione di dominio predefinita.

.net

Come .com, anche .net è una delle prime estensioni di dominio. È stata creata per essere usata da organizzazioni coinvolte nelle tecnologie di rete.

In questi giorni, .net è spesso usato come alternativa a .com. Le aziende che non possono ottenere il loro dominio .com preferito scelgono .net.

.org

.org è stato creato per essere usato dalle organizzazioni non-profit ed è ancora l’estensione di dominio preferita da queste organizzazioni.

L’estensione .org è aperta all’uso di chiunque. Tuttavia, se scegliete un dominio .org, la maggior parte delle persone non si aspetta che il vostro sito sia commerciale.

.edu

Nei primi giorni delle estensioni di dominio, .edu poteva essere usato da qualsiasi organizzazione focalizzata sull’istruzione.

Dal 2001, l’estensione è stata limitata alle istituzioni post-secondarie accreditate da un’agenzia in una lista specifica. Questo significa che le istituzioni non lo usano spesso al di fuori degli Stati Uniti.

.gov

L’estensione .gov può essere usata solo da organizzazioni governative statunitensi. Inizialmente era solo per i siti del governo federale, ma nel 2003 è stata aperta ai governi statali, locali e tribali.

Alcuni rami del governo non usano .gov, come il Servizio Postale degli Stati Uniti, che usa usps.com.

.mil

.mil è limitato alle divisioni, ai servizi e alle agenzie dell’esercito statunitense. Gli Stati Uniti sono l’unico Paese con un’estensione di dominio per il suo corpo militare.

.ru, .cn, .uk, ecc.

Molti codici Paese sono ancora comunemente usati per i siti web di quei Paesi. Potete per esempio supporre che un sito con estensione .jp sia effettivamente giapponese.

Ma alcune estensioni di dominio con codice Paese sono state cooptate per altri scopi, incluso il prossimo in questa lista.

.io

Se avete già visto qualche sito con estensione .io, probabilmente apparteneva a un’azienda tech. Negli ultimi anni .io è diventato sempre più popolare tra le startup tecnologiche perché allude all’ I/O (Input/Output), un gergo tecnologico molto diffuso.

Le aziende scelgono .io perché contrassegna il loro sito web come legato alla tecnologia. È popolare anche perché i domini .io sono spesso disponibili quando la versione .com è già presa.

Ma IO sta anche per Oceano Indiano (Indian Ocean in inglese). Lo scopo originale dell’estensione di dominio era quello di designare i siti web del territorio britannico dell’Oceano Indiano.

.int

.int sta per internazionale ed è una delle estensioni di dominio con i requisiti più severi. Può essere usata solo da organizzazioni e programmi approvati da un trattato internazionale. Per esempio, il sito web dell’Agenzia Spaziale Europea risiede su esa.int.

Tuttavia, alcuni vecchi domini .int che non soddisfano i requisiti, come ymca.int, sono stati mantenuti.

.mobi

Il TLD .mobi indica che un sito è ottimizzato per i dispositivi mobili. Un sito che usa .mobi deve rispettare i requisiti stabiliti dal registro.

Oggigiorno, quasi tutti i siti sono mobile-friendly, quindi scegliere l’estensione .mobi per un sito separato ha meno senso di una volta.

Cosa Implica l’Estensione del Dominio per il Vostro Sito Web?

Potreste chiedervi se è davvero così importante l’estensione che scegliete per il vostro sito web. Cosa fa un’estensione di dominio per il vostro sito in termini pratici?

Innanzitutto, è la prima impressione del vostro sito web per le persone che vi atterrano. Prima ancora che abbiano cliccato sul link e visto il design e i contenuti del sito, le persone notano se l’URL finisce per .com, .org, o .ninja, e ognuno di essi darà loro un’impressione diversa.

In secondo luogo, alcune estensioni di dominio sono più costose da registrare rispetto ad altre. Per esempio, è probabile che pagherete di più per un nome di dominio .io che per uno che finisce in .com.

Ma l’estensione del vostro dominio non è una scelta che dovreste fare solo in base al costo. Tenete presente che potreste fare più soldi con un sito .com affidabile che con lo stesso sito registrato con un nome di dominio .biz.

L’estensione del vostro dominio non influenza (almeno non direttamente) l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Poco dopo la creazione dei nuovi gTLD, è stato chiesto a Matt Cutts di Google come avrebbero influenzato la SEO.

Lui ha chiarito che Google cercherà sempre di restituire il miglior risultato per la query, indipendentemente dal TLD utilizzato dal sito.

Tuttavia, l’estensione del vostro dominio può influenzare indirettamente il vostro page rank.

Avere un nome di dominio memorabile e degno di fiducia giova alla SEO del vostro sito perché le persone sono più propense a cliccare e a collegarsi a esso.

Come Scegliere la Migliore Estensione di Dominio per il Vostro Sito Web

Scegliere un nome di dominio, compresa l’estensione, è una decisione importante.

Dopo tutto, è il posto in cui il vostro sito web vivrà d’ora in poi. Seguite queste buone pratiche per scegliere l’estensione di dominio che porterà più benefici al vostro sito web.

Quando Siete in Dubbio, Scegliete .Com

Per la maggior parte dei siti web, il vecchio e affidabile .com è la strada da percorrere. La gente riconosce e si fida di .com. Se dovessero indovinare il sito web del vostro marchio, probabilmente inizierebbero con yourbrandname.com.

Ci sono alcuni casi in cui ha senso usare un’estensione diversa.

Prova l’eccezionale supporto all’hosting WordPress del nostro team di supporto di prima classe! Chatta con lo stesso team che supporta i nostri clienti Fortune 500. Dai un’occhiata ai nostri piani.

Se la vostra organizzazione rientra in una categoria che ha una ben nota estensione di dominio designata, potete usare quella. Per esempio, una non-profit dovrebbe usare .org, mentre un’università statunitense dovrebbe usare .edu.

Alcune aziende vogliono enfatizzare la loro posizione. Se sono in Canada, potrebbero scegliere .ca (ma .com è meglio, se operano a livello globale).

Anche se .com è la migliore estensione di dominio per i marchi, anche il nome del vostro marchio è importante.

Quindi cosa fare se il dominio tuobrandname.com è occupato?

Scegliere un’estensione diversa potrebbe avere senso. Nella maggior parte dei casi, dovreste comunque scegliere qualcosa di familiare per le persone, come .net.

Rendere l’URL Memorabile

Se le persone seguono un link verso il vostro sito web, l’URL non ha molta importanza.
Se invece sono capitate sul vostro sito tempo fa e vogliono rivisitarlo, o se ne hanno sentito parlare da un’altra persona, devono ricordare il vostro nome di dominio.

Quando si tratta di memorabilità, .com vince. I domini che usano .com sono oltre il 33% più memorizzabili degli URL che utilizzano altri domini di primo livello. Quando le persone dimenticano un dominio, è 3,8 volte più probabile che pensino che finisca in .com piuttosto che altro.

Tuttavia, alcune delle nuove estensioni TLD permettono alle aziende di creare domini memorabili e più creativi. Per esempio, se la vostra attività è Pasta Guru, ora potreste registrare pasta.guru (qualcuno ha già registrato quel dominio).

Statistiche di growthbadger sulla probabilità di memorizzare i domini e sulla loro percezione di affidabilità: .com vince, seguito da .co e .org
Quanto sono affidabili e memorabili le estensioni di dominio? (Fonte: GrowthBadger)

Chiarire lo Scopo del Sito

Le estensioni di dominio erano inizialmente destinate a classificare i siti in base al loro scopo o tipologia.

Anche se le cose sono più flessibili al giorno d’oggi, il vostro nome di dominio dà ancora alle persone un indizio sull’argomento di cui tratta il vostro sito.

Il default è .com perché può essere usato per quasi tutto. Ma se scegliete un’estensione diversa, assicuratevi che dia ai visitatori l’impressione corretta sull’argomento trattato nel vostro sito web.

Evitare Domini dal Suono Sospetto

È più probabile che inseriate i dati della vostra carta di credito su buywidgets.com o su buywidgets.zip?

Se avete scelto il primo, non siete gli unici.

Le persone tendono a diffidare di specifiche estensioni di dominio, spesso con buone ragioni. Ci sono estensioni di cui i siti spam hanno quasi interamente preso il controllo.

Quindi come si fa a evitare che un nome di dominio suoni poco affidabile?

A meno che non vi qualifichiate per qualcosa come .gov o .mil, la cosa migliore da fare è attenersi a (avete indovinato) .com.

Una lista che confronta le estensioni di dominio sicure da quelle percepite come sospettose
Estensioni di dominio sicure vs. sospettose. (Fonte: Softpedia)

È Possibile Inventare un’Estensione di Dominio?

Con tutte queste parole assurde alla fine degli URL, potreste inventarvene una vostra?

Tecnicamente, la risposta è sì. Potete fare domanda per registrare una nuova estensione di dominio generico (gTLD). Anche se, per la maggior parte degli individui e dei proprietari di piccole imprese, non è un’opzione realistica.

Prima di tutto, non potete fare domanda in qualsiasi momento: dovete aspettare che l’ICANN apra le iscrizioni. Nessuno sa quando questo avverrà, ma molti ipotizzano il 2022.

Forse siete disposti ad aspettare così a lungo. Successivamente, dovrete pagare una tassa di iscrizione. Durante l’ultimo periodo di registrazione, questa tassa ammontava a 185.000 dollari.

Se ritenete che questo sia un investimento degno per assicurare l’estensione di dominio unica del vostro marchio, potete iniziare a compilare la domanda. ICANN ha una lista di requisiti che la vostra estensione di dominio dovrà soddisfare. Per esempio, non può essere “confusamente simile” a un altro TLD.

Avrete anche bisogno della capacità tecnica di agire come registro per tutti i siti che usano questa estensione.

In altre parole, yourbrandname.com funzionerà benissimo per il vostro sito web.

Come Registrare un’Estensione di Dominio

Potete scegliere la vostra estensione di dominio quando registrate il vostro nome di dominio.

Non tutte le estensioni di dominio sono disponibili presso tutti i registrar di domini. Tuttavia, i principali registrar come Google Domains, GoDaddy e Namecheap avranno molti TLD, compresi quelli più comuni.

Alcune estensioni saranno probabilmente più costose di altre. Se avete scelto un nome di dominio e un’estensione che sapete essere disponibile, potete fare shopping presso alcune società di registrazione per vedere chi offre il prezzo migliore.

Schermata di una lista di estensioni di dominio su NameCheap
Opzioni di estensione di dominio su NameCheap.

Alcune estensioni di dominio meno comuni saranno offerte solo da società di registrazione di nicchia.

Se non riuscite a trovare un posto dove registrare l’estensione che avete scelto, potete provare a capire chi se ne occupa. Per farlo, visitate questa lista di TLD. Fate clic sull’estensione che volete e scorrete verso il basso fino a “Registry Information”.

Dovreste vedere un link all’organizzazione che ha registrato l’estensione. In alcuni casi, sarà una società di registrazione di nomi di dominio che potete utilizzare.

Il gTLD potrebbe anche appartenere a un marchio o a un’organizzazione che ha intenzione di tenere l’estensione per sé.

Si Può Cambiare l’Estensione di un Dominio?

Vorreste aver scelto un’estensione di dominio diversa per il vostro sito web?

Potete cambiarla impostando un reindirizzamento 301. I reindirizzamenti 301 fanno sapere ai motori di ricerca che la pagina a cui volete inviare i visitatori si è spostata.

Per prima cosa, dovrete registrare il vostro nuovo nome di dominio e creare un clone del vostro sito usando l’estensione aggiornata. Poi reindirizzerete tutti i vostri URL all’ultima versione.

Ecco un pratico tutorial su come reindirizzare il vostro sito WordPress a un nuovo dominio.

Cambiare il nome del vostro dominio può influenzare temporaneamente la SEO. Ma se lo fate bene, il vostro posizionamento in classifica dovrebbe tornare rapidamente alla normalità.

Vuoi sapere a cosa servono quelle lettere alla fine di un indirizzo web? 🤔 Scoprilo qui ⬇️ Clicca per twittare

Riepilogo

Può trattarsi di qualche breve lettera alla fine del vostro nome di dominio, ma l’estensione di dominio è una parte essenziale del vostro sito web.

Può far sembrare l’URL del sito web affidabile e memorabile, oppure può fare il contrario. Può fare la differenza su quanto costa creare e mantenere il vostro sito web e può dare alle persone che lo visitano informazioni su di esso.

L’uso delle estensioni di dominio è cambiato nel tempo e continuerà a cambiare.

In futuro, i nuovi TLD potrebbero superare i vecchi standard. Per esempio, .io potrebbe diventare l’estensione per ogni azienda tecnologica. A oggi, in ogni caso, un TLD collaudato come .com o .org è ancora la scelta migliore.

Avete appena registrato il vostro nuovo nome di dominio? Portatelo live! Aggiungetelo al vostro sito Kinsta.


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.