Tra problemi di rete, manutenzione del server e supporto agli utenti, gestire un’applicazione web può diventare super complicato e il tempo sembra non bastare mai.

APM è un sistema che fornisce monitoraggio, tracciamento e analisi unificate sia per il frontend che per il backend di un’applicazione. Tutte queste informazioni rendono molto più facile la diagnosi e la correzione dei problemi, al fine di fornire la migliore esperienza utente possibile.

In questo articolo spiegheremo esattamente cos’è uno strumento APM e perché dovreste usarne uno.

Daremo poi un’occhiata alle migliori soluzioni presenti oggi sul mercato, comprese diverse opzioni open source. Abbiamo molti punti da coprire, quindi tuffiamoci subito!

Introduzione ad APM e agli Strumenti APM

APM sta per Application Performance Management. A volte viene anche chiamato Application Performance Monitoring, soprattutto negli ultimi anni.

Anche se le due espressioni sono spesso usate in modo intercambiabile, c’è una leggera differenza tecnica tra management (gestione) e monitoring (monitoraggio). La gestione implica un ruolo più attivo rispetto al monitoraggio, il che implica tipicamente una scansione automatica e regolare delle applicazioni web.

Allora, cos’è APM? In breve, si tratta di monitorare la velocità sia dal punto di vista dell’utente che dal punto di vista del backend per trovare potenziali problemi e ostacoli alle prestazioni nelle applicazioni web.

I dati vengono poi usati per diagnosticare, risolvere i problemi e cercare soluzioni al fine di migliorare l’esperienza dell’utente. Gli strumenti APM sono le suite software usate per raccogliere e analizzare tutti questi dati.

Così tanto debug da fare e sempre poco tempo per farlo. ⏳ Gli strumenti APM facilitano il monitoraggio della tua applicazione web, e questa nostra raccolta ti aiuta trovare quella giusta per le tue esigenze. Clicca per saperne di più 👇Click to Tweet

Gli Elementi Chiave di APM

L’industria APM è un settore piuttosto ampio e molte aziende offrono strumenti che tecnicamente potrebbero essere chiamati APM. La frase è diventata talmente ambigua da far sì che la società di ricerca Gartner abbia creato una lista di criteri che il software dovrebbe soddisfare per poter usare il termine APM.

La definizione originale comprendeva cinque elementi chiave:

Tuttavia, questa è una definizione abbastanza tecnica e il paesaggio è in costante evoluzione. Così, qualche anno dopo, Gartner ha rivisto le sue linee guida e ha ridotto l’elenco a tre soli elementi essenziali:

L’elenco rivisto è molto più facile da capire in senso pratico.

Il monitoraggio dell’esperienza digitale si riferisce all’esperienza che i vostri utenti stanno avendo con la vostra applicazione. Sono soddisfatti di come tutto funziona? Hanno problemi o si imbattono in bug e anomalie? Uno strumento APM dovrebbe aiutarvi a scoprire questi problemi.

La scoperta, il tracciamento e la diagnostica delle applicazioni fanno esattamente quello che sembra: scavano nei dettagli del vostro software per scoprire e diagnosticare potenziali problemi.

Infine, l’intelligenza artificiale è comunemente usata per supportare l’automazione di questi processi.

Questi sono gli elementi fondamentali che dovrete cercare quando prendete in considerazione qualsiasi soluzione APM.

Perché Dovreste Usare uno Strumento APM

Uno strumento APM fornisce un’unica piattaforma in cui è possibile monitorare e gestire tutti i software e le applicazioni. Questo consolidamento da solo può costituire un enorme impulso all’efficienza e alla produttività.

La bacheca unificata della maggior parte degli strumenti APM fornisce un controllo unico per il monitoraggio delle prestazioni di PHP, la gestione degli aggiornamenti, l’osservazione dei conflitti e la correzione degli errori. Ciò consente agli sviluppatori e ai team IT di fornire la migliore esperienza utente possibile per i loro clienti.

Altri vantaggi di un APM includono:

In altre parole, APM non è un vantaggio solo per voi, ma anche per i vostri clienti. È uno scenario vantaggioso per tutte le parti.

3 Esempi di APM in Azione

Se vi state chiedendo come tutto questo si traduce in un uso commerciale reale, ecco tre esempi di organizzazioni che implementano l’APM con successo:

Gli strumenti APM possono essere usati in una vasta gamma di scenari per raggiungere molti e diversi obiettivi. Qualunque cosa faccia la vostra azienda, è probabile che possiate impiegare APM a vostro beneficio.

Quali Sono i Vantaggia di APM per gli Utenti WordPress

I proprietari di siti WordPress, in particolare, traggono vantaggio dal loro utilizzo per monitorare e massimizzare le prestazioni. Potete tenere sotto controllo plugin, temi, chiamate al database e altre transazioni sul vostro sito per trovare colli di bottiglia.

Questo vi permette di risolvere rapidamente i problemi e di mantenere un’eccellente esperienza utente sul vostro sito. Potete usare gli strumenti APM per eseguire il debug delle pagine che caricano più lentamente e controllare i processi non necessari che potrebbero causare elevati sovraccarichi di lavoro e stress al server.

La maggior parte degli APM funzionerà con installazioni WordPress, ma alcuni offrono caratteristiche più specifiche per particolari piattaforme.

Le vedremo nel corso della nostra lista.

Come Scegliere uno Strumento APM

Ecco alcune caratteristiche che dovrebbero essere incluse in qualsiasi strumento APM:

  1. Monitoraggio approfondito delle transazioni commerciali, delle infrastrutture, dell’esperienza degli utenti e delle prestazioni della rete.
  2. Un solido sistema di reporting e di analisi da un’unica bacheca.
  3. La capacità di immergersi in profondità nei dati.

Oltre a questo, il prezzo sarà ovviamente una elemento da tenere in considerazione. Alcuni di questi strumenti, in particolare quelli destinati all’uso aziendale, possono essere costosi. Tuttavia, quando guardate il prezzo, assicuratevi di tenere conto dei risparmi che otterrete grazie all’aumento della produttività e alla riduzione dei tempi di fermo macchina.

Lo Strumento Gratuito APM di Kinsta

Prima di approfondire i migliori strumenti APM che potete usare su qualsiasi piattaforma, vogliamo prenderci un momento per parlarvi dello strumento APM gratuito di Kinsta. Tutti i nostri clienti, indipendentemente dal loro piano, hanno accesso a Kinsta APM, uno strumento gratuito che consente di diagnosticare i colli di bottiglia delle prestazioni sul vostro sito WordPress.

Kinsta APM vi fornisce informazioni su transazioni PHP lente, query MySQL, richieste esterne e altro ancora. Kinsta APM è stato costruito specificamente per il monitoraggio dei siti WordPress, in modo da poterlo usare per identificare rapidamente plugin e temi problematici.

Guardate il video qui sotto per saperne di più su come usare lo strumento APM di Kinsta per risolvere i problemi di prestazioni del vostro sito.

Gli 8 Migliori Strumenti APM

Ora che ci siamo occupati dei preliminari, passiamo alla lista dei migliori strumenti APM sul mercato. Qui ci sono opzioni per tutti, dalle piccole imprese e dai team di sviluppo fino alle imprese più grandi.

Abbiamo incluso cinque strumenti premium insieme a tre opzioni gratuite e open source, quindi ogni budget è coperto.

Prezzo di partenza Prova gratuita Caratteristica di spicco A chi è destinato
Datadog 31 dollari al mese 14 giorni Visualizzazione chiara dei dati sulle prestazioni Piccola impresa
Loupe 50 dollari al mese 30 giorni Potente web client Impresa e specialisti IT
AppDynamics Su richiesta 15 giorni Approfondimenti aziendali basati sui dati Impresa
StackifyRetrace 79 dollari al mese 14 giorni Punteggi nell’applicazione per la misurazione rapida delle prestazioni Sviluppatori di software
New Relic 99 dollari al mese Piano libero limitato Potente monitoraggio specifico per WordPress Aziende basate su WordPress
Stagemonitor Gratuito N/A Widget browser per il monitoraggio durante il processo di sviluppo Sviluppatori basati su Java
Scouter Gratuito N/A L’alternativa FOSS all’AppDynamics Piccola impresa
Pinpoint Gratuito N/A Ampia panoramica sui dati, fino alla visibilità delle transazioni a livello di codice Impresa

Diamo ora un’occhiata più da vicino a ognuno di questi strumenti APM.

1. Datadog

APM Datadog

APM Datadog

Datadog offre una visibilità completa su applicazioni, server e piattaforme basate sul cloud. Funziona su un’ampia gamma di prodotti e usa un sistema di integrazione che facilita la connessione.

Datadog offre un potente monitoraggio dell’esperienza utente, che consente di tenere d’occhio i tempi della rete, le transazioni e altro ancora. Fornisce inoltre notifiche sui problemi in tutto lo stack del software.
La parte migliore di Datadog è la chiarezza con cui visualizza le prestazioni. La bacheca personalizzabile consente di costruire un sistema di monitoraggio personale che dà visibilità a ciò che serve quando serve.

I prezzi di Datadog partono da 31 dollari al mese per host. Ci sono una varietà di piani e componenti aggiuntivi disponibili così potete assicurarvi di ottenere le caratteristiche di cui avete bisogno. È disponibile anche una prova gratuita di 14 giorni. Il suo prezzo ragionevole e la facilità d’uso lo rendono un APM solido per aziende di tutte le dimensioni.

2. Loupe

APM Loupe

APM Loupe

Loupe è progettato principalmente per i clienti aziendali e gli specialisti IT, anche se la sua facilità d’uso e la sua rapida configurazione lo rendono un’opzione decente anche per le piccole imprese.

Anche se non copre così tante applicazioni come alcuni altri strumenti APM, Loupe offre tutte le basi che ci si aspetta da una suite APM. Inoltre, si distingue dagli altri con alcune caratteristiche uniche.

Una delle opzioni più utili è il raggruppamento automatico degli eventi di log, così non perdete tempo a cercare la fonte del problema. C’è anche un eccellente client web che vi permette di estrarre le informazioni da qualsiasi computer o dispositivo.

Loupe parte da 50 dollari al mese per il piano base, mentre le soluzioni aziendali partono da 500 dollari al mese. È disponibile anche una prova gratuita di 30 giorni per fare un giro con il software prima di impegnarvi.

3. AppDynamics

AppDynamics APM

AppDynamics APM

Le caratteristiche di spicco di AppDynamics sono l’altissima visibilità offerta, anche in ambienti complessi, e il suo sistema potenziato con l’intelligenza artifiale per catturare i problemi di performance e i colli di bottiglia e correggerli rapidamente.

A parte questo, AppDynamics offre le solite caratteristiche di una suite APM: applicazione, infrastruttura e monitoraggio dell’utente finale. Può anche fornire approfondimenti e raccomandazioni di business traducendo i dati di performance in risultati di business.

Hai bisogno di un hosting veloce, sicuro e adatto a chi sviluppa siti web? Kinsta è stata progettata pensando a chi sviluppa in WordPress: offre un sacco di strumenti e un cruscotto potente. Dai un’occhiata ai nostri piani

Inoltre, questa soluzione è supportata dal colosso del software Cisco. Quindi non dovete preoccuparvi di un supporto inaffidabile o della mancanza di aggiornamenti.

AppDynamics offre una prova gratuita di 15 giorni. Dopo di che i prezzi sono disponibili su richiesta. Può essere piuttosto costoso (nell’ordine delle migliaia di dollari all’anno), quindi è probabilmente più adatto per le imprese e per le aziende di medie e grandi dimensioni.

4. Stackify Retrace

Stackify Retrace APM

Stackify Retrace APM

Stackify Retrace è uno strumento APM progettato specificamente per gli sviluppatori. Controlla la presenza di bug e colli di bottiglia, e quindi invia avvisi al canale di scelta come SMS o Slack.

Questo strumento è stato progettato per essere facile da usare. Per questo motivo, è una soluzione Software-as-a-Service (SaaS) facile da scalare.

Inoltre, tutti i vostri registri sono raggruppati in un’unica posizione centralizzata, il che li rende più facili da esaminare. Probabilmente la migliore caratteristica offerta è il punteggio delle prestazioni della app, che consente di ottenere un rapido quadro di come la vostra applicazione sta funzionando.

Per Stackify Retrace avete a disposizione una prova gratuita di 14 giorni. Dopo di che il prezzo parte da 79 dollari al mese.

5. New Relic

New Relic APM

New Relic APM

New Relic è un potente strumento APM che si presenta come una “piattaforma di osservabilità”. È all’altezza di questa promessa: una delle sue caratteristiche più forti è la visualizzazione estremamente chiara che offre dell’intero stack di software.

Un altro settore in cui New Relic si distingue è la sua unica funzionalità specifica per WordPress. Quando si imposta New Relic su un sito WordPress, apre diverse nuove funzionalità di monitoraggio che consentono di tenere facilmente sotto controllo i plugin e i temi e gli hook di WordPress.

New Relic offre un piano gratuito a vita (anche se con alcune limitazioni), oltre a diversi livelli premium che partono da 99 dollari al mese. Oltre al nostro strumento APM gratuito integrato, i siti Kinsta supportano anche New Relic per il monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni.

6. Stagemonitor

L'APM Stagemonitor

L’APM Stagemonitor

Stagemonitor è un APM specifico per Java, progettato principalmente per applicazioni web. Questo lo rende un po’ più limitato rispetto alle altre soluzioni di questa lista. Se lavorate principalmente con applicazioni basate su Java, Stagemonitor potrebbe essere un buon biglietto da visita.

La caratteristica principale di questo strumento è sicuramente il widget del browser che consente di monitorare e raccogliere analisi durante lo sviluppo dell’applicazione. Questa capacità unica rende facile rivedere il codice mentre si lavora, e fa di Stagemonitor uno struemento ideale per gli sviluppatori web.

Ciliegina sulla torta, Stagemonitor è un software libero e open source (Free and Open Source Software – FOSS). In altre parole, non vi costerà nulla.

7. Scouter

L'APM Scouter

L’APM Scouter

Scouter si presenta come alternativa FOSS all’AppDynamics. Non siamo sicuri che sia all’altezza di questo clamore, ma è comunque uno strumento APM solido e dalla buona reputazione e usarlo non vi costerà un centesimo (mentre AppDynamics non ha nemmeno un prezzo sul suo sito web).

Scouter può monitorare le applicazioni basate su Java, sia web che native. È anche in grado di monitorare le più popolari piattaforme di database per server web, tra cui Nginx, Apache, MySQL, Redis e MongoDB.

Non si tratta esattamente del software più bello che abbiamo mai visto, ma copre tutte le basi di uno strumento APM, incluse le attività degli utenti, le metriche delle risorse e i tempi di risposta. Scouter è una soluzione APM di FOSS, quindi non ci sono costi da sostenere.

8. Pinpoint

Pinpoint APM

Pinpoint APM

Pinpoint è uno degli strumenti open source APM più popolari. Rivolto agli utenti aziendali, Pinpoint è progettato per monitorare sistemi distribuiti su larga scala in PHP e Java.

Il punto di forza principale di questa soluzione è la potente panoramica che fornisce, che mostra come tutte le parti del vostro stack di applicazioni si integrano e lavorano insieme. Pinpoint vanta anche la visibilità delle transazioni a livello di codice e la possibilità di impostare il monitoraggio senza alterare il codice.
Poiché Pinpoint è un’opzione di software libero, provarlo non vi costerà un centesimo.

Riepilogo

Sia che stiate cercando di razionalizzare il vostro budget IT, di alleviare il peso sul vostro team di supporto o semplicemente di fornire la migliore esperienza utente possibile, gli strumenti APM possono esservi d’aiuto.

Si tratta però di uno spazio competitivo e scegliere la soluzione giusta per il lavoro può essere difficile.

Se cercate uno strumento APM che fornisca queste nozioni di base, tuttavia, dovreste partire con il piede giusto:

  1. Monitoraggio completo per l’esperienza utente, le transazioni commerciali, le infrastrutture e i tempi di risposta.
  2. La capacità di immergersi in profondità in quei dati.
  3. Un robusto cruscotto per il tracciamento delle analisi e dei rapporti.

Avete domande sulla gestione delle prestazioni delle applicazioni? Fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto!


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 28 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.