Al giorno d’oggi, quasi ogni software o applicazione web richiede un database nel backend. L’aumento delle transazioni che avvengono al secondo e i terabyte di dati immagazzinati richiedono un quadro stabile e flessibile per ospitare e servire quei dati.

Naturalmente, per le startup, entra in gioco anche la questione dei costi. Ma cosa succederebbe se vi dicessimo che potete accedere e persino costruire questo database gratuitamente, senza vincoli?

Sì, avete sentito bene: il database PostgreSQL garantisce tutto ciò che abbiamo menzionato sopra, compresi alcuni vantaggi extra! In questo articolo esamineremo i vari aspetti di PostgreSQL che gli permettono di stare in piedi in un segmento in rapida evoluzione.

Andiamo subito al sodo.

Cosa È PostgreSQL?

Il logo PostgreSQL, che mostra il testo sotto una testa di elefante blu stilizzata delineata in bianco e nero.
Logo PostgreSQL (Fonte immagine: Uberconf)

PostgreSQL è un sistema di database open-source e altamente stabile che fornisce supporto a diverse funzioni di SQL, come chiavi esterne, subquery, trigger e diversi tipi e funzioni definite dall’utente. Aumenta ulteriormente il linguaggio SQL offrendo diverse caratteristiche che scalano e riservano meticolosamente i carichi di lavoro dei dati. È utilizzato principalmente per memorizzare i dati per molte applicazioni mobili, web, geospaziali e di analisi.

Approfondiremo ogni aspetto di PostgreSQL in questo articolo, iniziando con le sue caratteristiche chiave nella prossima sezione. Mettiamoci al lavoro.

Cosa faresti se potessi accedere e costruire un database gratuitamente, senza vincoli? 👀 PostgreSQL potrebbe essere la soluzione 🚀 Clicca per twittare

Caratteristiche Chiave di PostgreSQL

Ci sono alcune caratteristiche chiave del database PostgreSQL che lo rendono unico e un grande favorito rispetto ad altri database. Attualmente, è il secondo database più utilizzato, dietro solo a MySQL.

Diamo un’occhiata a queste caratteristiche in modo più dettagliato.

Affidabilità e Conformità agli Standard

PostgreSQL offre una vera semantica ACID per le transazioni e ha un supporto completo per chiavi esterne, join, viste, trigger e stored procedure, in molti linguaggi diversi. Include la maggior parte dei tipi di dati di SQL come INTEGER, VARCHAR, TIMESTAMP e BOOLEAN. Supporta anche la memorizzazione di oggetti binari di grandi dimensioni, tra cui immagini, video o suoni. È affidabile in quanto offre una grande rete di supporto incorporata nella comunità. PostgreSQL è un database tollerante all’errore grazie al suo logging write-ahead.

Estensioni

PostgreSQL vanta diverse robuste caratteristiche tra cui il recupero point-in-time, il Multi-Version Concurrency Control (MVCC), i tablespace, i controlli di accesso granulari, la replicazione asincrona, un raffinato pianificatore/ottimizzatore di query e la registrazione write-ahead. Il Multi-Version Concurrency Control permette la lettura e la scrittura concorrente delle tabelle, bloccando solo gli aggiornamenti concorrenti della stessa riga. In questo modo si evitano i conflitti.

Scalabilità

PostgreSQL supporta Unicode, set di caratteri internazionali, codifiche di caratteri multi-byte ed è localizzato per l’ordinamento, la sensibilità alle maiuscole e alle minuscole e la formattazione. PostgreSQL è altamente scalabile nel numero di utenti concorrenti che può ospitare e nella quantità di dati che può gestire. Inoltre, PostgreSQL è multipiattaforma e può funzionare su molti sistemi operativi tra cui Linux, Microsoft Windows, OS X, FreeBSD e Solaris.

Caricamento Dinamico

Il server PostgreSQL può anche includere il codice scritto dall’utente attraverso il caricamento dinamico. L’utente può specificare un file di codice oggetto; per esempio, una libreria condivisa che implementa una nuova funzione o tipo e PostgreSQL lo caricherà come richiesto. L’abilità di modificare il suo funzionamento al volo lo rende unico per implementare rapidamente nuove strutture di archiviazione e applicazioni.

Architettura di PostgreSQL

Il server PostgreSQL ha una struttura semplice, composta da una memoria condivisa, processi in background e una struttura di directory di dati. In questa sezione, discutiamo ogni componente e come interagiscono tra loro. Di seguito riportiamo un’illustrazione dell’architettura PostgreSQL. Inizialmente, il client invia una richiesta al server. Poi, il server PostgreSQL elabora i dati utilizzando buffer condivisi e processi in background. Il file fisico del server di database PostgreSQL è memorizzato nella directory dei dati.

Il diagramma dell'architettura PostgreSQL, che mostra il testo sotto una gerarchia di processi PostgreSQL blu, delineati in nero
Illustrazione dell’architettura PostgreSQL (Fonte immagine: Wikimedia Commons)

Memoria Condivisa

La memoria condivisa è riservata al caching del log delle transazioni e al caching del database. Inoltre ha elementi come Shared Buffers, WAL Buffers, Work Memory e Maintenance Work Memory. Approfondiamo ogni argomento qui di seguito.

Shared Buffers (Buffer Condivisi)

Questi buffer servono a minimizzare il DISK IO del server. Per raggiungere questo obiettivo, è giusto impostare il valore del buffer condiviso al 25% della memoria totale se abbiamo un server dedicato a PostgreSQL. Il valore predefinito dei buffer condivisi dalla versione 9.3 in poi è di 128 MB. È imperativo cercare di ridurre al minimo la contesa quando diversi utenti vi accedono simultaneamente. I blocchi usati più di frequente dovrebbero rimanere nel buffer il più a lungo possibile. Questo permette di accedere ai dati più velocemente.

WAL Buffers

I buffer WAL memorizzano temporaneamente le modifiche al database. Il file WAL consiste nei contenuti scritti dal buffer WAL in un punto predeterminato nel tempo. I file WAL e i buffer WAL sono significativi per recuperare i dati durante il backup e il ripristino.

Work Memory

Questo spazio di memoria è utilizzato per le operazioni di bitmap, l’ordinamento, l’unione di join e hash join per scrivere i dati nei file temporanei del disco. L’impostazione predefinita dalla versione 9.3 in poi è di 4 MB.

Maintenance Work Memory

Questo spazio di memoria è utilizzato per operazioni di database come ANALYZE, VACUUM, ALTER TABLE e CREATE INDEX. L’impostazione predefinita dalla versione 9.4 in poi è di 64 MB.

Processi in Background

Ogni processo in background è integrale ed esegue una funzione unica per gestire il server. Alcuni importanti processi in background sono ulteriormente elaborati di seguito:

Processo Checkpointer

Quando si verifica un checkpoint, il buffer sporco viene scritto nel file. Il Checkpointer essenzialmente scrive tutte le pagine sporche dalla memoria al disco e pulisce l’area del buffer condiviso. Se il database va in crash, la perdita di dati può essere misurata ottenendo la differenza tra il tempo dell’ultimo checkpoint e il tempo di arresto di PostgreSQL.

Processo di Scrittura in Background

Aggiorna i log e le informazioni di backup. Fino alla versione 9.1, questo processo era integrato insieme al processo di checkpoint che veniva eseguito regolarmente. Tuttavia, dalla versione 9.2 in poi, il processo checkpointer è stato separato dal processo di background writer.

WAL Writer

Questo processo scrive e scarica periodicamente i dati WAL sul buffer WAL nella memoria persistente.

Archiver

Se abilitato, questo processo ha la responsabilità di copiare i file di log WAL in una directory specificata.

Logger/Logging Collector

Questo processo scrive un buffer WAL sul file WAL.

File di Dati/Struttura della Directory dei Dati

PostgreSQL ha diversi database che insieme formano un cluster di database. Quando viene inizializzato, vengono creati i database template0, template1 e Postgres. La creazione del nuovo database dell’utente avviene attraverso i template di database, che consistono nelle tabelle del catalogo di sistema. Anche se l’elenco delle tabelle in template0 e template1 è lo stesso dopo l’inizializzazione, solo il database template1 può creare gli oggetti di cui l’utente ha bisogno, quindi il database utente viene creato clonando il database template1.

I dati necessari per il cluster sono memorizzati all’interno della directory dei dati del cluster, che è anche chiamata “PGDATA”. Consiste di diverse sottodirectory. Alcune importanti sono menzionate di seguito:

  • Global: La sottodirectory Global consiste in tabelle di cluster come il database degli utenti.
  • Base: La sottodirectory Base è la posizione fisica del tablespace predefinito. Contiene diverse sottodirectory per database, all’interno delle quali sono memorizzati i cataloghi di sistema.
  • PID: Il file PID consiste nell’attuale ID del processo postmaster (PID).
  • PG_VERSION: Questa sottodirectory consiste nelle informazioni sulla versione del database.
  • PG_NOTIFY: Questa sottodirectory contiene i dati di stato LISTEN/NOTIFY. Questi file possono essere utili per la risoluzione dei problemi.

Perché Usare PostgreSQL?

Oltre a fornire una serie di caratteristiche come indici, viste e stored procedure, PostgreSQL ha molto di più da offrire, in particolare:

  • Supporto linguistico
  • Open-Source
  • Object-Relational Database
  • Prestazioni
  • Estensibilità
  • Capacità di load balancing
  • Affidabilità
  • Internazionalizzazione

Esaminiamole in modo più dettagliato.

Supporto Linguistico

PL/PGSQL è un linguaggio procedurale nativo fornito da PostgreSQL che ha diverse caratteristiche moderne. Supporta il tipo di dati JSON che è leggero e assicura la flessibilità inclusa in un unico pacchetto. Di conseguenza, PostgreSQL supporta diversi linguaggi di programmazione e protocolli tra cui Perl, Ruby, Python, .Net, C/C++, Java, ODBC e Go.

Open-Source

È gratuito e open-source: questo è di gran lunga il vantaggio più significativo di PostgreSQL. È stato sostenuto da più di 20 anni di sviluppo della comunità, che a sua volta ha contribuito al suo alto livello di integrità. Il suo codice sorgente è disponibile sotto una licenza open-source che vi permette di usarlo, modificarlo e implementarlo come meglio credete e senza costi aggiuntivi.

Object-Relational Database

Oggetti, classi e sovraccarico di funzioni sono direttamente supportati in PostgreSQL. È possibile estendere i tipi di dati per creare tipi di dati personalizzati, grazie alle loro caratteristiche orientate agli oggetti. Questo garantisce un’alta flessibilità per coloro che si occupano di sviluppo e che operano con modelli di dati complessi che richiedono l’integrazione del database.

L’ereditarietà delle tabelle è un’altra caratteristica supportata da PostgreSQL grazie alle sue caratteristiche orientate agli oggetti. La tabella figlia può ereditare le colonne dalla sua tabella madre, oltre alle altre colonne che la tabella figlia possiede, rendendola diversa da se stessa.

Prestazioni

Le operazioni di scrittura in PostgreSQL possono essere eseguite simultaneamente senza il bisogno di blocchi di lettura/scrittura. Gli indici sono utilizzati per velocizzare le query quando si ha a che fare con grandi quantità di dati, il che permette ai database di trovare una riga specifica senza dover scorrere tutti i dati.

Con PostgreSQL, potete anche creare un indice di espressione, che lavora sul risultato di un’espressione o di una funzione piuttosto che solo sul valore di una colonna. È supportata anche l’indicizzazione parziale, in cui solo una parte della tabella è indicizzata. Supporta anche la parallelizzazione della lettura delle query, la compilazione Just-in-time (JIT) delle espressioni e le transazioni annidate (tramite i punti di salvataggio) garantendo grandi prestazioni ed efficienza.

Estensibilità

PostgreSQL è altamente estensibile poiché il suo funzionamento è basato sul catalogo, cioè le informazioni sono memorizzate in database, colonne, tabelle, ecc. PostgreSQL non solo conserva una grande quantità di informazioni nei suoi cataloghi ma anche dettagli sui tipi di dati, metodi di accesso, funzioni e così via. Potete anche arrivare a scrivere i vostri codici da diversi linguaggi di programmazione senza ricompilare il vostro database e definire i vostri tipi di dati.

Capacità di Load Balancing

Garantisce alta disponibilità e load balancing attraverso il funzionamento del server standby, la pianificazione continua, la preparazione del primario per i server standby, l’impostazione di un server standby, la replica in streaming, gli slot di replica, la replica a cascata e l’archiviazione continua in standby. Inoltre, PostgreSQL supporta la replica sincrona, dove due istanze di database possono essere eseguite allo stesso tempo e il database principale viene sincronizzato contemporaneamente con il database secondario, assicurando ulteriormente l’alta disponibilità.

Affidabilità

Oltre a memorizzare i dati in modo sicuro e a permettere all’utente di recuperare i dati quando la richiesta viene elaborata, è supportato da una comunità di collaboratori che regolarmente trovano bug e cercano di migliorare il software. E questo rende PostgreSQL più affidabile.

Internazionalizzazione

Il processo di progettazione del software in modo che possa essere utilizzato in regioni diverse è noto come internazionalizzazione. Supporta i set di caratteri internazionali attraverso codifiche di caratteri multibyte, ordinamenti ICU, Unicode ed è localizzato per l’ordinamento, la formattazione e la sensibilità alle maiuscole e alle minuscole. Visualizzare i messaggi generati da PostgreSQL nella lingua di vostra scelta è un esempio di internazionalizzazione.

Quando Usare PostgreSQL

Avete bisogno di costruire query e relazioni complesse che devono essere aggiornate frequentemente e mantenute coerentemente nel modo più economico possibile? PostgreSQL potrebbe essere un’opzione adatta. Non solo PostgreSQL è gratuito, ma è anche multipiattaforma e non solo limitato al sistema operativo Windows. Se volete analizzare i dati, PostgreSQL fornisce una vasta quantità di espressioni regolari come base per il lavoro analitico.

È anche uno dei migliori database quando si tratta di supporto CSV. Semplici comandi come “copy from” e “copy to” aiutano nell’elaborazione veloce dei dati. Se c’è un problema di importazione, viene lanciato un errore e l’importazione si ferma immediatamente. Le sezioni seguenti copriranno alcune delle applicazioni più comuni di PostgreSQL nel mondo moderno. Cominciamo.

Dati Geospaziali del Governo

L’estensione PostGIS Geospatial database per PostgreSQL è senza dubbio vantaggiosa. Quando viene utilizzato insieme all’estensione PostGIS, PostgreSQL supporta gli oggetti geografici e può essere usato come un archivio di dati geospaziali per sistemi informativi geografici (GIS) e servizi basati sulla localizzazione.

Industria Finanziaria

PostgreSQL è un sistema DBMS ideale per l’industria finanziaria. Dal momento che è completamente compatibile con ACID, è una scelta ideale per OLTP (Online Transaction Processing) poiché questi database hanno bisogno di essere scritti, letti e aggiornati frequentemente, con un’enfasi sull’elaborazione veloce. È anche adatto all’esecuzione di analisi del database. Può essere integrato con qualsiasi software che esegue operazioni matematiche come Matlab e R.

Dati Scientifici

I dati scientifici richiedono terabyte di dati. È imperativo gestire i dati nel modo più efficiente possibile. PostgreSQL fornisce meravigliose analisi e un potente motore SQL. Questo aiuta a gestire una grande quantità di dati con facilità.

Tecnologia Web

I siti web spesso hanno a che fare con centinaia o migliaia di richieste al secondo. Se chi sviluppa sta cercando una soluzione economica e scalabile, PostgreSQL sarebbe la soluzione migliore. PostgreSQL può eseguire siti web dinamici e applicazioni come parte di una robusta alternativa allo stack LAMP, cioè lo stack LAPP. (Linux, Apache, PostgreSQL, PHP, Python e Perl)

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

Produzione

Molte startup e grandi imprese usano PostgreSQL come soluzione principale di archiviazione dati per prodotti, soluzioni e applicazioni su scala internet. Le prestazioni della catena di approvvigionamento possono essere ottimizzate usando questo DBMS open-source come backend di archiviazione. Di conseguenza, questo permette alle aziende di ridurre i costi operativi del loro business.

Sfide Operative di PostgreSQL

Finora abbiamo solo cantato le lodi di PostgreSQL, quindi è giusto che vi mostriamo un paio di difetti in cui potreste inciampare mentre vi divertite con lui. Ecco alcune sfide operative che potreste incontrare durante il processo di adozione di PostgreSQL.

  • Mancanza di un ecosistema di database maturo: PostgreSQL vanta una delle comunità in più rapida crescita ma, al contrario dei venditori di database tradizionali, la comunità PostgreSQL non ha il comfort di un ecosistema di database sviluppato.
  • La scarsità di competenze: PostgreSQL è spesso accoppiato con vari database, come MongoDB. Ora, ogni database ha bisogno di abilità specializzate e assumere personale tecnico con la competenza PostgreSQL desiderata può essere un ordine alto da soddisfare. Insieme agli strumenti di gestione per PostgreSQL, gli esperti di database e i team DevOps hanno bisogno di affrontare vari database di diversi fornitori. Questo può essere difficile da gestire quando non è possibile passare da un processo all’altro.
  • Incoerenza: Poiché PostgreSQL è uno strumento open-source, diversi team di sviluppo IT all’interno di un’organizzazione possono iniziare a sfruttarlo organicamente. Questo potrebbe portare a un altro blocco stradale: la mancanza di un unico punto di conoscenza per tutte le istanze di PostgreSQL nell’ambiente IT. Un altro problema che potrebbe derivare dai diversi team che cercano di risolvere lo stesso problema è la duplicazione e la ridondanza del lavoro.

Alternative Chiave di PostgreSQL

Ecco alcune alternative chiave di PostgreSQL che potete sfruttare per il vostro sito WordPress.

MySQL

Il logo di MySQL, che mostra il testo sotto un corpo di delfino blu stilizzato e inclinato.
Logo MySQL (Fonte immagine: Mecdata)

Quando pensate ai database, la vostra mente salta immediatamente a MySQL. È stata un’opzione abbastanza onnipresente nel campo dello sviluppo per molto tempo prima che iniziassero a spuntare alternative valide. Era usato da oltre il 39% degli sviluppatori nel 2019. Anche se non ha la versatilità di PostgreSQL, può ancora tornare utile per vari casi d’uso come le applicazioni web scalabili.

MySQL è stato mantenuto da Oracle fin dal suo inizio nel 1995. Oracle offre anche versioni d’élite di MySQL con plugin proprietari, servizi supplementari, estensioni e un robusto supporto agli utenti. Per capire meglio MySQL, dovete avere una migliore comprensione dei modelli client-server e dei database relazionali. In parole povere, i vostri dati sono partizionati in varie aree di memorizzazione separate note anche come tabelle, al contrario di scaricare tutto in una grande unità di memorizzazione solitaria. Questa è l’essenza di un database relazionale.

Oltre a essere una piattaforma di database affidabile e solida, è abbastanza facile da padroneggiare. La curva di apprendimento non è così ripida come alcuni dei suoi contemporanei perché non è necessario avere una conoscenza completa di SQL per iniziare a lavorare con MySQL.

Se usate WordPress per il vostro sito web e volete capire come far funzionare MySQL più velocemente, la cosa migliore sarebbe perfezionare il vostro database per allinearlo con il modo in cui usate WordPress. In termini tecnici, questo è noto come MySQL Performance Tune. Il vantaggio ovvio dell’ottimizzazione di MySQL è un tempo di caricamento più breve insieme a un sito web complessivamente più veloce. Oltre a questo, se mantenete il vostro database correttamente, dovrete vedere un miglioramento costante nella vostra crescita anche se si espande.

MariaDB

Il logo di MariaDB, che mostra il testo sotto un leone marino marrone stilizzato delineato in blu.
Logo MariaDB (Fonte immagine: Docker Hub)

MariaDB è un fork commercialmente supportato del sistema di gestione di database relazionali MySQL che vanta un approccio fondamentalmente diverso per soddisfare le esigenze del mondo moderno. Il motore di archiviazione di MariaDB, costruito appositamente e collegabile, offre supporto per carichi di lavoro che in precedenza avevano bisogno di una vasta gamma di database specializzati. Questo gli permette di essere un one-stop shop per le organizzazioni, sia sul cloud che sull’hardware commodity che preferiscono.

Potete implementare MariaDB in pochi minuti per casi d’uso analitici, transazionali o ibridi per offrire una destrezza operativa senza rivali senza rinunciare alle caratteristiche chiave dell’impresa. Questo include la piena conformità SQL e ACID reale.

MariaDB offre i seguenti prodotti ai suoi utenti:

  • MariaDB Enterprise: MariaDB Enterprise è una soluzione di database open-source di livello assoluto e di produzione che può affrontare carichi di lavoro analitici, transazionali o ibridi analitici/transazionali con eleganza. MariaDB Enterprise possiede anche la capacità di scalare da database a colonne e standalone a database SQL completamente distribuiti che possono eseguire milioni di transazioni al secondo. Vi permette anche di effettuare analisi interattive e improvvisate su miliardi di righe.
  • MariaDB Community Server: MariaDB Community Server è il database relazionale open-source utilizzato da una vasta maggioranza di sviluppatori oggi. Non solo MariaDB Community Server è compatibile con Oracle, MySQL e vari altri database, ma è anche garantito per rimanere open-source per sempre. Le caratteristiche salienti includono l’archiviazione a colonne per l’analisi, l’SQL moderno, i motori di archiviazione collegabili e l’alta disponibilità.
  • MariaDB SkySQL: SkySQL è conosciuto come un’offerta Database-as-a-Service (DBaaS) che porta la potenza completa di MariaDB Enterprise nel cloud insieme al suo supporto per carichi di lavoro analitici, transazionali e ibridi. SkySQL è costruito su Kubernetes e rinnovato per servizi e infrastrutture cloud. SkySQL si è fatto un nome in questo spazio combinando self-service e facilità d’uso con capacità di supporto di prim’ordine e affidabilità aziendale. Abbastanza evidente dall’ultima affermazione, questo comprende tutto ciò che è necessario per eseguire in modo sicuro i database cardine nel cloud insieme alla governance aziendale.

Grazie alla sua compatibilità con MySQL, potete sfruttare MariaDB come “stand-in” per MySQL praticamente senza conseguenze.

Migliori Pratiche per il Vostro Database

Quando pensate alle piattaforme beginner-friendly per chi possiede siti web per la prima volta, probabilmente state pensando a WordPress. WordPress vi permette di ottenere molto senza alcuna precedente esperienza di codifica. Tuttavia, per estrarre il massimo valore da WordPress, dovete anche avere una chiara comprensione di come funzionano alcuni dei suoi elementi di base. Per esempio, se state usando WordPress per il vostro sito web da un po’ di tempo, è probabilmente un buon momento per acquisire una comprensione di come funzionano i database di WordPress.

Questo fa nascere immediatamente una domanda comune: perché WordPress ha bisogno di un database dopo tutto? Potrebbe non sembrare, ma in WordPress c’è più di quanto non appaia. C’è un sacco di lavoro dietro le quinte per farlo funzionare in modo efficiente, indipendentemente dalle dimensioni del vostro sito web.

Per approfondire, dovete sapere che un sito WordPress è composto da un sacco di tipi di dati diversi. Ora è ovvio che tutte queste informazioni vengono memorizzate in un database consolidato di WordPress. Questo database è parte integrante del vostro sito WordPress, salvando tutte le modifiche che voi o i vostri visitatori fate e permettendo al vostro sito web di funzionare senza problemi. Ecco alcuni dati che sono raccolti nel vostro database WordPress:

  • Informazioni organizzative come tag e categorie.
  • Impostazioni dell’intero sito.
  • Pagine, articoli e contenuti correlati.
  • Dati relativi a temi e plugin.
  • Commenti e dati degli utenti.

Quando installate un sito web WordPress, una parte del processo è la creazione di un database per esso. Di solito, questo avviene automaticamente. Tuttavia, c’è una disposizione se volete creare un database manualmente, o anche sfruttare un database esistente con un nuovo sito web.

La seguente sezione parlerà delle pratiche raccomandate per il vostro database WordPress.

Usare uno Strumento di Gestione del Database

La funzione di base degli strumenti di gestione del database è quella di permettervi di guardare il contenuto del vostro database. Affinché un database funzioni senza problemi, l’utilizzo di uno strumento di gestione di database potrebbe essere la vostra scelta migliore. In generale, gli strumenti di gestione del database consolidano le funzioni che soddisfano le esigenze di tre distinti professionisti del database:

  • I database analyst possono estrarre i dati da fonti multiple. Questo è seguito dalla pulizia, integrazione e preparazione dei dati per l’analisi. Per gli analisti di database, avere la possibilità di collaborare su set di dati e query senza dover dipendere dall’IT per l’accesso è un requisito fondamentale.
  • I database developer hanno bisogno di strumenti che permettano loro di scrivere codice di alta qualità la prima volta e di mantenerlo senza problemi. I database developer apprezzano la collaborazione e gli strumenti di automazione per la programmazione. Questo permette loro di condensare i cicli di sviluppo senza aumentare il rischio.
  • I database administrator sfruttano gli strumenti ideati per monitorare le prestazioni e la salute del database. Affrontano compiti che vanno dal dipanare e diagnosticare le ostruzioni delle prestazioni all’esecuzione dei cambiamenti nello schema del database.

Quando cercate sul mercato uno strumento di gestione di database che soddisfi i vostri requisiti aziendali, dovreste cercare strumenti che possano portare i test, lo sviluppo del database e i compiti di distribuzione nel processo di delivery continua e integrazione continua rendendo più facile stare al passo con lo sviluppo dell’applicazione.

Un efficace strumento di gestione del database dovrebbe anche permettere la visualizzazione dei dati da risultati tabellari a grafici, istogrammi e diagrammi, con una facile distribuzione a chi è responsabile di prendere le decisioni. Dovrebbe anche aiutare gli amministratori a localizzare i problemi prima che si verifichino in produzione, individuando le istruzioni SQL e le applicazioni che non si adattano bene all’aumento del volume delle transazioni.

Adminer (precedentemente conosciuto come phpMinAdmin) è uno strumento gratuito e open-source per la gestione del database che offre tonnellate di caratteristiche utili e un’interfaccia utente più elegante. Potete facilmente implementare questo pratico strumento di gestione del database sul vostro server, e tutto quello che dovete fare è caricare il suo singolo file PHP, puntare il vostro browser a esso e fare il login.

Usare un Plugin per il Database

Se volete valutare la qualità di un sito web, guardate prima di tutto il suo database. Ogni granello di informazione associato al vostro sito web trova la sua strada nel vostro database WordPress. Alcune di esse sono cruciali, mentre altre sono solo un ostacolo per voi. Questo include tabelle sbagliate, vecchie bozze, commenti di spam. Per evitare che ostacolino il vostro sito web, avete bisogno di ricorrere ai plugin del database di WordPress.

I plugin per il database possono presentarsi in varie forme. Alcuni plugin si possono usare per pulire il database dai file spazzatura su base mensile o settimanale. Altri plugin si possono usare per fare il backup del vostro database prima di apportare modifiche, per esempio, durante una migrazione. Oltre a migliorare la velocità del vostro sito web, potete usare i plugin del database per fornire un’esperienza utente più efficiente e migliorare le vostre possibilità di posizionarvi più in alto nei motori di ricerca.

Diagnosticare e Riparare il Vostro Database

Come utente di WordPress, probabilmente avete avuto a che fare con un paio di fastidiosi errori di WordPress. Ecco uno dei messaggi di errore più comuni che potreste aver incontrato:

Questo significa che le informazioni di nome utente e password nel tuo file wp-config.php non sono corrette o che non possiamo contattare il server del database su localhost.
Errore nello stabilire una connessione al database

L’importanza di sistemare il vostro database dovrebbe essere abbastanza ovvia. Non solo gli errori di WordPress ostacolano il corretto funzionamento del vostro sito web, ma possono avere un effetto dannoso sull’esperienza del consumatore. Installazioni e aggiornamenti falliti, tempi morti e risorse mancanti possono avere un impatto negativo nel vostro potenziale di guadagno e danneggiare la vostra credibilità.

Scopri cos'è PostgreSQL e cosa lo distingue in un settore in rapida evoluzione 🚀 Clicca per twittare

Riepilogo

PostgreSQL è un sistema di gestione di database relazionali libero e open-source che si concentra sulla conformità e l’estensibilità SQL. Grazie agli oltre 30 anni di sviluppo attivo, PostgreSQL è uno degli strumenti di database open-source più utilizzati al mondo.

In questo articolo abbiamo coperto alcune delle caratteristiche salienti di PostgreSQL, la sua architettura, i suoi casi d’uso, i benefici, le sfide operative e le alternative chiave. Abbiamo concluso con alcune pratiche raccomandate per mantenere il vostro database WordPress in condizioni ottimali mentre continuate a crescere.


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.