A volte può essere più conveniente lavorare con WordPress sulla macchina locale. Tuttavia, se non avete familiarità con l’installazione locale di WordPress, potreste chiedervi se è una cosa che potete gestire da soli.

La buona notizia è che l’installazione di WordPress a livello locale può essere effettuata in pochi semplici passaggi. Potrete testare nuove funzionalità, sperimentare progetti di sviluppo o costruire un sito WordPress prima di passarlo in produzione. Un’installazione locale di WordPress può aiutarvi a fare tutto questo.

In questo articolo, vedremo come installare WordPress in locale su Windows e Mac, utilizzando DevKinsta, DesktopServer, XAMPP, WAMP e MAMP.

Cominciamo!

Introduzione all’Installazione Locale di WordPress

Qui da Kinsta, abbiamo un ambiente di staging che permette di lavorare in sviluppo e test. Ma l’installazione locale di WordPress ha anche altri vantaggi. Ad esempio, forse siete in viaggio e non avete accesso al Wi-Fi. In questo caso, potreste richiedere un’installazione locale per continuare a lavorare.

Inoltre, quando si tratta di manipolare i file e di modificarli sul vostro computer, un’installazione locale a volte può essere più veloce. Di solito non c’è bisogno di configurare niente per essere operativi.

Se volete installare WordPress in locale, è necessario configurare sulla macchina uno stack AMP locale. Nel caso di WordPress, AMP sta per Apache, MySQL, PHP. Questi sono i software necessari per replicare quello che un host WordPress gestito avrebbe in esecuzione per voi sul suo server web.

Ci sono molti soluzioni a disposizione. Le più comuni sono WAMP, XAMPP e MAMP. Questi sono ottimi strumenti e ve li descriveremo tutti.

Tuttavia, sono progettati per funzionare con una varietà di altri software e strumenti e potrebbe esserci una curva di apprendimento. Pertanto, inizieremo con l’introduzione di DesktopServer, che in realtà è stato progettato e ottimizzato come stack AMP locale appositamente per WordPress.

Tieni WordPress in casa tua con un'installazione locale 🏡Click to Tweet

Come Installare WordPress in Locale con DevKinsta

DevKinsta è lo strumento di sviluppo locale per WordPress progettato da Kinsta e vi consente di creare siti WordPress in locale con un solo clic: dispone di database avanzati, strumenti di gestione delle email e si integra perfettamente con MyKinsta.

Ma soprattutto, DevKinsta è completamente gratuito!

DevKinsta is a free suite of local development tools to build, test, and deploy WordPress sites

DevKinsta

Prima di immergerci nella procedura di installazione di DevKinsta, ecco alcune delle caratteristiche principali:

DevKinsta è disponibile in download gratuito per macOS e Windows. Il supporto per Linux arriverà in futuro.

Vediamo come configurare DevKinsta sul vostro computer.

Come Scaricare e Installare DevKinsta

Per iniziare, scaricate l’ultima versione di DevKinsta da qui.

Quando avviate DevKinsta per la prima volta, Docker Desktop verrà installato come dependency. DevKinsta usa Docker Desktop per creare ambienti WordPress containerizzati.

Durante il processo di installazione di DevKinsta, potreste visualizzare un pop-up che dice “Docker Desktop necessita di un accesso privilegiato”. Se vedete questo messaggio, fate clic su “OK” e fornite la password per l’account utente in modo che Docker Desktop possa essere installato correttamente.

Dopo aver fornito la password per l’installazione, DevKinsta installerà Docker Desktop insieme ad alcune immagini Docker. L’installazione può richiedere del tempo a seconda della velocità della vostra connessione Internet, quindi potete anche allontanarvi dal computer per un po’.

Come Creare un Sito WordPress Locale con DevKinsta

DevKinsta supporta tre metodi per la creazione di siti WordPress locali.

Durante il processo di creazione del sito, a seconda della vostra versione di macOS o Windows, vi potrebbe essere richiesto di fornire la vostra password utente o di confermare le autorizzazioni tramite popup. Su alcuni sistemi operativi, DevKinsta richiede autorizzazioni estese per scrivere i file del vostro sito su disco.

  1. Nuovo sito WordPress vi consente di creare un sito locale con lo stack di hosting predefinito composto da Nginx, MySQL, PHP 7.4 e l’ultima versione di WordPress .
  2. Importa da Kinsta vi permette di clonare un sito ospitato su Kinsta sul vostro computer locale in pochi clic. Dopo aver terminato il lavoro, potete persino riportare le modifiche in un ambiente di staging di Kinsta!
  3. Sito personalizzato vi consente di creare un sito locale con uno stack di hosting personalizzato. Con questa opzione potete scegliere la versione PHP che preferite, specificare il nome del database e abilitare il multisite di WordPress.
Con DevKinsta avete tre metodi per creare siti WordPress locali.

Con DevKinsta avete tre metodi per creare siti WordPress locali.

Diamo un’occhiata più da vicino a ciascun metodo di creazione del sito.

Nuovo Sito WordPress

Per iniziare, selezionate l’opzione “Nuovo sito WordPress”. Per questo metodo di creazione del sito, tutto ciò che dovete fare è specificare un nome del sito, il nome utente dell’amministratore di WordPress e la password dell’amministratore di WordPress. Dopo aver compilato questi tre campi, fate clic su “Crea sito”.

Creare un nuovo sito WordPress in DevKinsta.

Creare un nuovo sito WordPress in DevKinsta.

Importa da Kinsta

La seconda opzione è importare l’ambiente di un sito già ospitato su Kinsta. Per farlo, fate clic su “Importa da Kinsta” e fornite i vostri dati di accesso a MyKinsta.

Dopo aver effettuato l’accesso, selezionate l’ambiente Kinsta che desiderate clonare sul vostro computer locale. DevKinsta supporta sia gli ambienti live che quelli di staging su Kinsta, quindi assicuratevi di scegliere quello corretto.

Dopo aver fatto clic su un ambiente, specificate se il sito è un’installazione multisito e fate clic su “Importa sito” per avviare la clonazione del sito.

Clonazione del vostro sito live con la funzione "Importa da Kinsta".

Clonazione del vostro sito live con la funzione “Importa da Kinsta”.

Sito Personalizzato

La terza e ultima opzione, “Sito personalizzato”, consente di configurare impostazioni specifiche per l’installazione locale di WordPress.

Ecco le impostazioni che potete modificare con questo metodo di creazione del sito:

Personalizzazione di un’installazione locale di WordPress con DevKinsta.

Personalizzazione di un’installazione locale di WordPress con DevKinsta.

Dopo aver configurato le impostazioni desiderate, fate clic su “Crea sito” per avviare il processo di creazione del sito.

Navigazione nella Schermata “Site Info” di DevKinsta

Dopo aver creato un sito, vedrete la schermata “Site Info”. Ogni sito creato in DevKinsta ha la propria pagina “Site Info” e potete pensare a questa schermata come al pannello di controllo per un sito WordPress locale.

In questa schermata, trovate informazioni utili come i dettagli sull’identità del sito, la versione PHP, quella di WordPress, la modalità SSL, le  credenziali del database, il nome host del sito.

La schermata “Site Info” include anche comodi pulsanti per aprire il vostro sito locale in un browser web, inviare un sito a un ambiente di staging di Kinsta, avviare Adminer per la gestione del database e accedere alla bacheca di amministrazione di WordPress della vostra installazione locale di WordPress.

Esaminiamo gli aspetti chiave di ciascuna sezione della schermata “Site Info”.

La schermata "Site Info" in DevKinsta.

La schermata “Site Info” in DevKinsta.

La parte superiore della schermata “Site Info” contiene informazioni generali sul vostro sito WordPress.
Se siete sviluppatori, “Site Path” e “Site Host” vi saranno particolarmente utili.
“Site Path” si riferisce alla posizione dell’installazione di WordPress sul file system locale e potete fare clic sull’icona della cartella per entrarci direttamente e iniziare a modificare temi, plugin e altro.
“Site Host” è un nome di dominio .local personalizzato (es. https://kinstalife.local) che potete usare per accedere a un sito WordPress locale in un browser web.

La sezione “SSL and HTTPS” contiene un interruttore HTTPS, che genera automaticamente un certificato SSL per il vostro sito WordPress locale e vi consente di accedere al sito tramite HTTPS.

La sezione “Database” mostra le impostazioni del database per il vostro sito WordPress locale. Queste informazioni servono se desiderate accedere al vostro database WordPress tramite lo strumento di command line MySQL o tramite uno strumento di gestione del database di terze parti.

Infine, la sezione “WordPress” mostra la vostra versione del Core WordPress, lo stato della modalità multisite e include anche un interruttore per abilitare la modalità WP_DEBUG per risolvere i problemi del vostro sito WordPress.

Gestione di Più Siti in DevKinsta

Per le agenzie e gli sviluppatori che lavorano su più progetti contemporaneamente, DevKinsta consente di gestire e lanciare più siti WordPress locali! Ogni sito WordPress locale gestito da DevKinsta viene eseguito nel proprio ambiente containerizzato. Ciò significa che ogni sito ha la sua versione PHP personalizzabile, la sua versione di WordPress, la posta in arrivo e altro ancora.

Per visualizzare l’elenco dei siti DevKinsta, fate clic sull’icona del sito nella barra laterale di sinistra.

Lancio di più ambienti WordPress locali con DevKinsta.

Lancio di più ambienti WordPress locali con DevKinsta.

In questa schermata potete vedere un elenco di tutti i vostri siti WordPress locali. Per aggiungere un altro sito, fate clic sul pulsante “Aggiungi sito”.

Gestione di più siti WordPress locali con DevKinsta.

Gestione di più siti WordPress locali con DevKinsta.

Integrazione di MyKinsta in DevKinsta

Per gli utenti con siti WordPress ospitati su Kinsta, DevKinsta semplifica l’invio delle modifiche online in un ambiente di staging di Kinsta. Per inviare un sito locale a Kinsta, basta fare clic sul pulsante “Invia allo Staging” nella pagina “Site Info”.

Invio del sito WordPress locale a un ambiente di staging di Kinsta.

Invio del sito WordPress locale a un ambiente di staging di Kinsta.

Se necessario, vi verrà chiesto di inserire le vostre credenziali di MyKinsta.

Sarà quindi necessario selezionare un sito di destinazione su cui eseguire il push. Tenete presente che questo processo sovrascriverà i contenuti dell’ambiente di staging corrente, se esiste.

Scelta di un ambiente di staging a cui inviare le modifiche.

Scelta di un ambiente di staging a cui inviare le modifiche.

Infine, fate clic su “Invia allo Staging” per confermare l’azione.

Conferma l'azione

Conferma l’azione “Invia allo Staging”.

Dopo aver inviato il vostro sito WordPress locale a Kinsta, potete quindi visualizzare il sito tramite l’URL dell’ambiente di staging. Se necessario, potete portare lo staging live su MyKinsta.

Come Usare Adminer per Gestire il Database

DevKinsta include uno strumento ultraleggero di gestione del database chiamato Adminer. Come accade con il phpMyAdmin che usiamo per i siti ospitati su Kinsta, Adminer vi fornisce un’interfaccia web per modificare le tabelle del database, eseguire query sul database, importare ed esportare backup e altro ancora.

Per avviare Adminer, fate clic sul pulsante “Database Manager” nella parte superiore della pagina “Site Info”. Adminer si aprirà quindi nel browser web predefinito.

Fate clic su "Database Manager" per accedere ad Adminer in DevKinsta.

Fate clic su “Database Manager” per accedere ad Adminer in DevKinsta.

Dopo aver avviato Adminer, vedrete le tabelle del vostro database WordPress. Lo screenshot qui sotto mostra il database del nostro sito di test “kinstalife”. Sotto la colonna “Tabella”, potete vedere le tabelle WordPress predefinite come wp_comments, wp_posts, etc.

Database WordPress in Adminer.

Database WordPress in Adminer.

Per modificare una voce del database, fate clic sulla tabella desiderata. Ad esempio, se vogliamo modificare la home e l’URL del nostro sito WordPress, possiamo fare clic sulla tabella wp_options.

Fate clic su "Seleziona dati" per modificare le tabelle del database di WordPress.

Fate clic su “Seleziona dati” per modificare le tabelle del database di WordPress.

In questa pagina, possiamo modificare option_value con siteurl per aggiornare l’URL del nostro sito WordPress, e lo stesso può essere fatto anche per l’URL della home.

Modifica di "option_value" di un database di WordPress con Adminer.

Modifica di “option_value” di un database di WordPress con Adminer.

Adminer supporta anche l’importazione e l’esportazione del database. Ciò è utile per lavorare con i file di backup del database come quelli che includiamo con i backup scaricabili.

Per importare un file di database, fate clic su “Importa” nell’angolo in alto a sinistra di Adminer. Fate clic su “Scegli file” per selezionare un backup del database e poi su “Esegui” per avviare il processo di importazione. Adminer supporta sia i file .sql raw sia i file compressi .sql.gz.

Importazione di un backup del database con Adminer.

Importazione di un backup del database con Adminer.

Per esportare un backup completo del database, fate clic su “Esporta” nell’angolo in alto a sinistra di Adminer. Selezionate “gzip” per il formato di output, “SQL” per il formato del database e lasciate invariate le altre impostazioni. Fate clic su “Esporta” per avviare il processo di backup.

Adminer esporterà quindi il vostro database WordPress in un file .sql.gz compresso.

Esportazione di un backup del database da Adminer.

Esportazione di un backup del database da Adminer.

Infine, Adminer supporta l’esecuzione di comandi SQL, il che significa che potete eseguire query di database sul vostro database WordPress. Ad esempio, se state cercando di trovare la quantità di dati automaticamente caricati nel vostro database, potete eseguire in Adminer un comando SQL come quello mostrato di seguito:

SELECT SUM(LENGTH(option_value)) as autoload_size FROM wp_options WHERE autoload='yes';

Per eseguire una query sul database, fate clic su “SQL Command” nell’angolo superiore sinistro di Adminer. Specificate una query di database e fate clic su “Esegui” per eseguire il comando.

Interrogazione del vostro database con un comando SQL in Adminer.

Interrogazione del vostro database con un comando SQL in Adminer.

Con l’integrazione di DevKinsta Adminer, avete un controllo avanzato sul vostro database WordPress.

Che abbiate bisogno di modificare tabelle di database, importare o esportare backup o eseguire complessi comandi SQL, DevKinsta ha pensato a tutto!

Come Ispezionare la Posta in Uscita da WordPress

DevKinsta include un server SMTP integrato e uno strumento di acquisizione delle email. Ciò consente ai vostri siti WordPress locali di inviare email in uscita come se fossero siti di produzione live. Tuttavia, le email inviate verranno acquisite e archiviate nella casella di posta in arrivo di DevKinsta.

Questo vi offre il meglio di entrambi i mondi: potete usare DevKinsta per testare la funzionalità di posta elettronica in uscita per workflow di marketing automation, conferme di ordini WooCommerce e molto altro, senza inviare spam alle caselle di posta dei vostri visitatori e clienti.

Per accedere alla casella di posta in arrivo di DevKinsta, fate clic sull’icona della posta nella barra laterale di sinistra.

DevKinsta include un server SMTP integrato e uno strumento di acquisizione delle email.

DevKinsta include un server SMTP integrato e uno strumento di acquisizione delle email.

Nella casella di posta in arrivo, vedrete l’elenco di email in uscita che sono state acquisite. Nello screenshot qui sotto, potete vedere una email in uscita dal nostro sito di test “kinstalife”.

Una email in uscita nella casella di posta in arrivo di DevKinsta.

Una email in uscita nella casella di posta in arrivo di DevKinsta.

Per controllare una email in uscita, fate clic su di essa. Per ogni email, DevKinsta vi consente di controllare l’indirizzo di origine (“from”), l’indirizzo del destinatario (“to”), il corpo del testo, l’orario di consegna e altro ancora.

Modalità di visualizzazione delle email di DevKinsta.

Modalità di visualizzazione delle email di DevKinsta.

Potete anche scegliere di visualizzare l’email in modalità HTML, testo normale o raw. La modalità HTML è utile per testare i modelli di email HTML, mentre la modalità raw vi consente di ispezionare direttamente le intestazioni delle email come la versione MIME e X-Mailer .

Per saperne di più su DevKinsta, unitevi al forum ufficiale della community e leggete la documentazione di DevKinsta.

Come Installare WordPress in Locale con DesktopServer

DesktopServer è un ottimo prodotto per WordPress di ServerPress, che può rendere l’installazione locale di WordPress un gioco da ragazzi:

La schermata di DesktopServer

La schermata di DesktopServer

Potete lanciare una nuova installazione di sviluppo in pochi secondi con il semplice clic di un pulsante. Questo strumento supporta pienamente anche multisite e WP-CLI e funziona sia su Windows che su Mac.

ServerPress ha sia una versione gratuita che una versione premium. Quest’ultima costa 99,95 dollari all’anno. La versione premium offre alcune funzionalità avanzate, come ad esempio:

Potete scegliere la versione più adatta alle vostre esigenze. Se avete solo bisogno di fare qualche test veloce, la versione gratuita va benissimo.

Passo 1: Scaricare DesktopServer sul Computer

Per installare WordPress in locale, è necessario prima di tutto scaricare DesktopServer dal sito web. Esiste sia una versione per Windows che una versione per Mac. Per questo esempio, utilizzeremo la versione per Windows.

Sul sito web, fate clic sul pulsante Free Download in alto a destra (o Buy Premium se è quello che preferite):

Il sito web di ServerPress

Il sito web di ServerPress

Partirà automaticamente il download del file .zip sul vostro computer.

Passo 2: Avviare il Programma di Installazione di DesktopServer

Una volta che il file è stato scaricato, il passo successivo è quello di lanciare il programma di installazione di DesktopServer. Prima di farlo, decomprimere il file appena scaricato. Questa operazione potrebbe richiedere alcuni minuti.

Una volta terminato, cliccate su Install DSL:

L'applicazione DesktopServer Installer

L’applicazione DesktopServer Installer

Al primo avvio del programma, vi verrà chiesto di riavviare con i privilegi di amministratore. Selezionate Continue. Vi verrà richiesto di accettare i termini di servizio e di scegliere un’opzione per la vostra installazione:

La finestra di installazione di DesktopServer

La finestra di installazione di DesktopServer

Lasciate selezionata l’opzione New Desktop Installation, quindi fate clic su Continue. Inizierà la procedura di installazione, che può richiedere un po’ di tempo.

Quando sarà finito, vi si presenterà un popup che vi farà sapere che l’operazione è stata completata. Vi dice anche in quale directory del vostro computer potete trovare l’applicazione. Quando avete finito, cliccate su Finish.

Passo 3: Abilitare i Plugin e Avviare i Servizi Apache e MySQL

Una volta completata l’installazione, potrete abilitare una moltitudine di plugin di sviluppo:

La schermata dei plugin per sviluppatori DesktopServer

La schermata dei plugin per sviluppatori DesktopServer

Ecco una rapida panoramica dei plugin per sviluppatori che potete utilizzare quando installate WordPress localmente. Consigliamo vivamente i plugin Bypass login e DS-CLI.

Tenete presente che alcune di queste opzioni sono disponibili solo con la versione premium. Quando avete finito, selezionate Next. Vi verrà chiesto se volete avviare i servizi web e database, quindi clicca di nuovo su Next.

Passo 4: Creare un Nuovo Sito di Sviluppo

Quando avete finito di abilitare i plugin e di avviare i servizi web e di database, il prompt successivo sarà quello di selezionare Create a new development website:

La possibilità di creare un nuovo sito web di sviluppo in DesktopServer

La possibilità di creare un nuovo sito web di sviluppo in DesktopServer

Qui il programma installerà WordPress per voi. Dovrete scegliere il nome del vostro sito, che sarà anche il suo indirizzo locale. Chiameremo il nostro “testsite”, quindi il nostro URL di sviluppo sarà “testsite.dev” sulla nostra macchina locale:

La schermata per creare il nome di un sito in DesktopServer

La schermata per creare il nome di un sito in DesktopServer

DesktopServer permette di creare effettivamente diverse progetti, rendendoli quasi come template pre-costruiti. Nel nostro caso, però, vogliamo semplicemente una nuova installazione.

DesktopServer ha sempre l’ultima versione di WordPress come progetto predefinito. Questo significa che non dovete preoccuparvi di scaricarlo manualmente dalla repository e di decomprimerlo.

Di default, la root del sito si trova nella cartella My Documents. Se va bene per voi, potete lasciarlo così com’è. Tuttavia, per facilitare l’organizzazione, abbiamo cambiato la nostra directory principale in una cartella che abbiamo creato nella root della nostra unità C: chiamata “wordpress”.

Quando siete pronti, cliccate su Create. Vedrete quindi l’URL dell’installazione locale di WordPress. Cliccateci sopra per terminare l’installazione.

Passo 5: Installare e configurare il sito WordPress

Cliccando sul link che abbiamo appena menzionato, il vostro sito WordPress locale si aprirà in una scheda del browser:

Una nuova pagina di installazione di WordPress

Una nuova pagina di installazione di WordPress

Dopo aver scelto la lingua, il passo successivo è quello di dare al vostro sito un titolo e scegliere un nome utente (se avete intenzione di mettere online il sito in seguito, non usate “admin” come nome utente, come potete leggere di più nella nostra guida alla sicurezza di WordPress), una password forte, e il vostro indirizzo email:

La pagina di benvenuto di un nuovo sito WordPress

La pagina di benvenuto di un nuovo sito WordPress

Quando avete finito, selezionate Installa WordPress. È tutto! Avete appena installato WordPress in locale e il vostro sito è attivo e funzionante. Ora potete sfogliare il vostro sito locale per configurarlo e testarlo.

Nel nostro caso, andremo su “testsite.dev” nella barra degli indirizzi del nostro browser. Dal momento che abbiamo selezionato il plugin bypass login durante la configurazione, c’è un menu a tendina dove possiamo selezionare il nostro admin ed essere registrati automaticamente. Ovviamente non lo userete in un sito di produzione, ma è molto utile in un ambiente dev.

Altri Suggerimenti su DesktopServer per l’Installazione Locale di WordPress

Per il modo in cui Windows gestisce le autorizzazioni dei file, è possibile che al momento dell’accesso venga visualizzato un messaggio relativo al mancato aggiornamento di WordPress:

Messaggio di aggiornamento WordPress fallito

Messaggio di aggiornamento WordPress fallito

Per risolvere il problema, è sufficiente aprire il prompt dei comandi come amministratore ed eseguire il seguente comando all’interno della directory di WordPress:

attrib -s *.*
Autorizzazioni LAMP per WordPress

Autorizzazioni LAMP per WordPress

Se avete bisogno di ulteriori indicazioni o istruzioni su questo argomento, potete saperne di più su ServerPress.

Per creare altri siti WordPress o modificarli, è sufficiente lanciare nuovamente il file DesktopServer.exe. È possibile interrompere e riavviare i servizi, creare nuovi siti, modificarli, esportarli e importarli, ecc. Per accedere a phpMyAdmin, potete cliccare sul pulsante Sites in basso a sinistra:

desktopserver sites

Il pulsante ‘Sites’ nell’applicazione DesktopServer

In alternativa, potete inserire “localhost” nella barra degli indirizzi del vostro browser. In questo modo viene visualizzata l’interfaccia di amministrazione su localhost:

L'interfaccia di amministrazione del localhost di DesktopServer

L’interfaccia di amministrazione del localhost di DesktopServer

Da lì è possibile ottenere i link a tutti i vostri siti WordPress, così come i link alla dashboard e a phpMyAdmin.

Un’altra ottima funzionalità è la possibilità di lanciare WP-CLI (o DS-CLI) con un solo clic. Se avete selezionato l’opzione DS-CLI durante la configurazione di cui sopra, ci sarà un link all’interno della vostra dashboard. Basta fare clic sul link per avviare i comandi WP-CLI.

DesktopServer include anche una funzione di esportazione, che permette di esportare il vostro sito WordPress direttamente in un sito live o in un file .zip. Si noti che per questo è necessaria la versione premium.

Come Installare WordPress in Locale su Windows Utilizzando WAMP

Se desiderate installare WordPress in locale su un computer Windows, potete farlo anche con WampServer, noto anche come WAMP. WAMP è un software che raggruppa il web server Apache, PHP e MySQL specificamente per i dispositivi Windows. Vediamo come utilizzarlo per installare WordPress in locale.

Passo 1: Scaricare e Installare WAMP sul Computer

Il primo passo è scaricare e installare il software WAMP sul vostro computer. È possibile farlo visitando il sito web di WampServer e selezionando Start Using WampServer:

Il sito web WampServer

Il sito web WampServer

Questo vi porterà automaticamente alla sezione download del sito, dove potrete scegliere tra due versioni: WampServer 32 bit e WampServer 64 bit. Scegliete quella consigliata per il vostro sistema operativo.

Se non siete sicuri se il vostro sistema operativo è a 32 bit o a 64 bit, potete scoprirlo navigando su Impostazioni > Info:

Le specifiche del dispositivo

Le specifiche del dispositivo su Windows

Nella sezione Device specifications (Specifiche del dispositivo), potrete scoprire il vostro tipo di sistema operativo.

Passo 2: Eseguire il file Wampserver.exe per avviare l’installazione

Dopo aver scaricato il software, fate clic sul file wampserver.exe per avviare il programma di installazione. Questo potrebbe richiedere un minuto o due.

Inoltre, prendete nota della directory dove questo file viene stato scaricato, perché dovrete rivederlo in seguito:

La finestra di configurazione di Wamp

La finestra di configurazione di Wamp

Vi verrà richiesto di completare la procedura di installazione con una serie di istruzioni a video.

Hai bisogno di un hosting veloce, sicuro e adatto agli sviluppatori per i siti dei vostri clienti? Kinsta è stata progettata avendo in mente gli sviluppatori di WordPress, fornisce un sacco di strumenti e un cruscotto potente. Scopri i nostri piani

Durante la procedura, vi sarà chiesto di definire un browser web. Potete sempre cambiare questa opzione impostando il browser che preferite navigando su Program Files del vostro computer.

Passo 3: Creare un Nuovo Database MySQL

Il passo successivo è creare un database MySQL vuoto. Dopo aver lanciato WAMP, ci sarà un’icona verde nell’angolo in basso a destra dello schermo.

Cliccate sull’icona, poi su phpMyAdmin. Questo vi porterà automaticamente alla schermata di login nel vostro browser:

phpmyadmin login

La pagina di login di phpMyAdmin

Nel campo username, inserite “root”, lasciate vuoto il campo password e poi selezionate il pulsante Go. Poi cliccate su Databases:

phpmyadmin databases

La pagina Databases in phpMyAdmin

Nella sezione Create Databases, dovrete dare un nome al vostro nuovo database. Poi cliccate su Create. È tutto. Ora avete creato il vostro database.

Passo 4: Installare WordPress ed Estrarre i File

Una volta creato il database, il passaggio successivo è l’installazione locale di WordPress. Per farlo, visitate WordPress.org e cliccate su Get WordPress, seguito da Download WordPress:

La pagina di download su WordPress.org

La pagina di download su WordPress.org

Questo scaricherà un file .zip sul vostro computer. Il passaggio successivo è quello di estrarre i file. Fate clic sulla cartella e selezionate Estrai tutto.

Una volta fatto questo, cliccate con il tasto destro del mouse sulla cartella e selezionate Copy. Torna alla cartella sul vostro computer dove avete scaricato WAMP e incollateci dentro la cartella “wordpress”.

A questo punto, se lo desiderate, potete anche rinominare la cartella “wordpress”. Il nome della cartella sarà l’URL dell’installazione locale di WordPress. Per questo tutorial, rinomineremo la nostra cartella in “mytestsite”.

Passo 5: Aprite il Vostro Sito WordPress Locale nel Vostro Browser Web

Aprite il vostro browser e digitate nella barra di ricerca “http://localhost/mytestsite/”. Naturalmente, sostituite “mytestsite” con il nome della vostra cartella “wordpress”.

Il software presenterà quindi una serie di prompt per la configurazione dell’installazione di WordPress. Selezionerete una lingua e rivedrete le informazioni del database (la stessa serie di passaggi di cui abbiamo parlato nella sezione precedente). Quando avete finito, cliccate su Let’s go! :

La pagina dei dettagli del database di una nuova installazione di WordPress

La pagina dei dettagli del database di una nuova installazione di WordPress

Nella schermata successiva inserirete le informazioni del vostro database. Il nome sarà quello lo stesso del vostro database, il nome utente è “root” e potete lasciare vuoto il campo della password.

Poi fate clic sul pulsante Run the installation. Poi potete dare un nome al vostro sito e creare un nome utente e una password. Quando avete finito, selezionate Install WordPress. Quando il software ha concluso l’installazione, vi mostrerà un messaggio di Success!

Dopo di che, potete cliccare su Log In. Questo vi porterà alla pagina di login del pannello di amministrazione del vostro sito WordPress.

Questo è tutto! Ora avete installato un ambiente di test locale.

Come Installare WordPress in Locale su Mac Utilizzando MAMP

Se state cercando un software server locale da utilizzare per un computer Mac, potreste prendere in considerazione MAMP. MAMP è l’abbreviazione di Macintosh, Apache, MySQL e PHP. È incredibilmente user-friendly e facile da usare.

Passo 1: Scaricare e Installare MAMP sul Computer

Come per le due sezioni precedenti, il primo passo è quello di scaricare e installare MAMP sul vostro computer. È possibile farlo dal sito ufficiale di MAMP:

La schermata di download di MAMP

La schermata di download di MAMP

Si noti che mentre è possibile scaricare e utilizzare MAMP gratuitamente, sono disponibili anche piani premium.

Passo 2: Lanciare MAMP e Avviare i Server

Una volta terminato il download, cliccate sul file mamp.pkg. Apparirà una finestra di installazione. Selezionate il pulsante Continue per seguire la serie di messaggi:

La finestra di installazione di MAMP

La finestra di installazione di MAMP

Successivamente, andate su Go > Applications sul computer e fate clic sulla cartella MAMP:

La cartella delle applicazioni di MAMP

La cartella delle applicazioni di MAMP

All’interno di questa cartella, cliccate sull’icona dell’elefante di MAMP:

L'icona dell'applicazione MAMP

L’icona dell’applicazione MAMP

Questo aprirà una nuova finestra. Cliccate su Start Server:

L'opzione MAMP start server

L’opzione MAMP start server

Una volta avviati i server Apache e MySQL, MAMP aprirà automaticamente la pagina WebStart nel vostro browser.

Passo 3: Creare il Database e Aggiornare le Informazioni degli Utenti

Ora è il momento di creare un nuovo database. Nella pagina WebStart, selezionate Tools > phpMyAdmin:

Aprire phpMyAdmin dalla pagina WebStart di MAMP

Aprire phpMyAdmin dalla pagina WebStart di MAMP

Una volta aperto phpMyAdmin, cliccate sulla scheda Database. Date un nome al vostro database e selezionate Create:

Creazione di un nuovo database per il vostro sito MAMP locale

Creazione di un nuovo database per il vostro sito MAMP locale

Successivamente, sarà necessario aggiornare le credenziali utente del database MySQL per l’account predefinito che MAMP crea per voi, in quanto ne avrete bisogno per completare la procedura di installazione di WordPress. Tornate alla schermata iniziale di phpMyAdmin e fate clic sulla scheda User Accounts.

Poi, cliccare su Modifica privilegi per l’account con il nome utente mamp:

Modifica dell'account utente predefinito phpMyAdmin di MAMP

Modifica dell’account utente predefinito phpMyAdmin di MAMP

Selezionate la scheda Change password, inserite la password preferita e premere Go:

Modifica della password predefinita dell'account MAMP in phpMyAdmin

Modifica della password predefinita dell’account MAMP in phpMyAdmin

Potete quindi chiudere phpMyAdmin.

Passo 4: Installare WordPress e Accedere al Sito da Localhost

Ora visitate il sito WordPress.org e scaricate l’ultima versione di WordPress. Poi decomprimete la cartella ‘wordpress’ una volta terminato il download. Cliccate con il tasto destro del mouse sulla cartella e selezionate Copia.

Tornare a Go > Applications > MAMP sul computer e aprire la cartella htdocs:

La cartella htdocs nell'applicazione MAMP

La cartella htdocs nell’applicazione MAMP

All’interno di questa cartella, incollate la cartella di WordPress appena copiata. Suggeriamo di rinominarla in “mytestsite” o qualcosa di simile:

Rinominare l'installazione locale di MAMP WordPress

Rinominare l’installazione locale di MAMP WordPress

Poi navigate su “http://localhost/8888/mytestsite” in una nuova scheda. Vi sarà chiesto di inserire le vostre credenziali del database e di dare un nome al vostro sito:

Completamento della procedura guidata di installazione di WordPress

Completamento della procedura guidata di installazione di WordPress

Una volta completate le istruzioni per l’installazione di WordPress, avrete finito! Se avete bisogno di ulteriori istruzioni su questo passaggio, potete fare riferimento alla sezione precedente di questo post.

Come Installare WordPress in Locale Utilizzando XAMPP

XAMPP è un altro popolare ambiente di sviluppo PHP che si può usare per installare WordPress localmente. È possibile utilizzarlo per Windows, macOS o Linux. Qui, vi spiegheremo come farlo per Windows, anche se la procedura è in gran parte la stessa per gli utenti Mac.

Passo 1: Scaricare e Installare XAMPP sul Computer

Visitate il sito web di Apache Friends, e, accanto al pulsante verde Download, selezionate XAMPP per Windows (o qualsiasi sistema operativo stiate usando):

Il sito web Apache Friends

Il sito web Apache Friends

Il software si scarica automaticamente sul vostro computer. Una volta terminato, fate clic sul file .exe per avviare il programma di installazione.

Si noti che per macOS, questo sarà un file .dmg. Una volta aperto, cliccate sull’icona XAMPP e trascinatelo nella vostra cartella Applicazioni.

Passo 2: Scegliere i Componenti che si Desidera Installare

Dopo aver eseguito il programma di installazione, vi verrà chiesto di scegliere i componenti da installare. I più importanti da selezionare sono Apache, MySQL, PHP e phpMyAdmin:

La schermata dei componenti di configurazione XAMPP

La schermata dei componenti di configurazione XAMPP

Potrete deselezionare gli altri componenti, in quanto non sono necessari. Quando avete finito, cliccate sul pulsante Next e selezionate la cartella su cui volete installare XAMPP.

Cliccate nuovamente sul pulsante Next, ignorate il prompt Bitnami e selezionate nuovamente Next.

Passo 3: Avviare il Pannello di Controllo di XAMPP e Testare il Server

Nella schermata finale, avviate il pannello di controllo di XAMPP. Nel pannello che si apre, potete fare clic sui pulsanti Start accanto sia ad Apache che a MySQL:

Il pannello di controllo di XAMPP

Il pannello di controllo di XAMPP

Dopo averli avviati, lo stato dovrebbe diventare verde. Ora è il momento di testare il vostro server. Potete farlo inserendo “http://localhost/” nel vostro browser web. Se funziona, avrete aggiunto con successo XAMPP al vostro computer.

Passo 4: Scaricare WordPress e Creare un Database

Il passaggio successivo è quello di installare WordPress sul vostro computer. Potete farlo andando su WordPress.org e cliccando su Get WordPress.

Quando avrete scaricato il pacchetto, estraete i file e copiate la cartella. Poi navigate fino alla cartella XAMPP del vostro computer, individuate e aprite la cartella htdocs.

Di seguito, creare una nuova cartella all’interno della cartella htdocs. Potete darle un nome simile a “mytestsite”. All’interno di questa cartella, incollate i file di WordPress.

Ora è il momento di creare il vostro database.

Tornate al pannello di controllo di XAMPP e selezionate Admin, accanto a MySQL. Questo lancerà phpMyAdmin.

Cliccate su Databases, poi date un nome al vostro database e selezionate Create (potete fare riferimento alle sezioni precedenti se avete bisogno di ulteriori indicazioni).

Potete assegnare al vostro database il nome che volete. Tuttavia, consigliamo di mantenerlo semplice e memorizzabile, come “test_db”.

Passo 5: Installare WordPress in Locale Visitando il Sito nel Browser

Per completare la procedura, potete visitare il sito “http://localhost/mytestsite” nel vostro browser. Ricordatevi di sostituire “mytestsite” con qualsiasi nome abbiate dato alla vostra cartella WordPress.

Vi verrà richiesto di selezionare una lingua, di dare un nome al vostro sito e di inserire i vostri dati nel database. Poi potrete accedere al vostro sito WordPress e iniziare a utilizzare il vostro ambiente locale!

Se sei diretto in un posto con Wi-Fi limitato oppure vuoi modificare e manipolare rapidamente i file, un'installazione locale di WordPress può semplificarti la vita. Scopri come fare! 💻Click to Tweet

Riepilogo

Impostando un ambiente locale di WordPress, potete testare nuove funzionalità e sviluppare completamente i vostri siti WordPress prima di metterli in linea. Infatti, ci sono svariati metodi per installare WordPress in locale sul vostro computer.

In questo articolo vi abbiamo spiegato come è possibile farlo sia su Mac che su Windows tramite i software di ambiente server locale DevKinsta, DesktopServer, WAMP, MAMP o XAMPP. Anche se le istruzioni specifiche variano a seconda dello strumento utilizzato, la procedura può essere riassunta in cinque fasi principali:


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani