Gli errori di WordPress sul vostro sito non sono uno scherzo. Anche se alcuni possono causare solo piccoli inconvenienti, ce ne sono altri che altri possono causare gravi problemi. I tempi di inattività, gli aggiornamenti, le installazioni non riuscite e le risorse mancanti possono impedire ai visitatori di accedere o utilizzare il vostro sito. Questo danneggia la vostra credibilità e potenzialmente influisce sul vostro reddito.

Sarebbe quasi impossibile conoscere ogni potenziale errore di WordPress. Tuttavia, la comprensione di alcuni dei più comuni problemi di WordPress riscontrati dagli utenti può essere utile a diagnosticare e risolvere i problemi di WordPress quando si presentano.

Questo post analizza gli errori più frequenti di WordPress. Ho inserito delle risorse per aiutarvi a eliminare ognuno di questi errori, in modo che possiate rimettere rapidamente in funzione il vostro sito web.

Cominciamo!

Dai 404 ai file multimediali interrotti, questa guida vi aiuterà a eliminare gli errori di WordPress per un buon. ❌Click to Tweet

65+ dei Più Comuni Errori di WordPress e Come Correggerli

Per affrontare tanti argomenti diversi in un unico articolo, li ho approssimativamente organizzati per tipologia. Di seguito troverete una descrizione generale dei vari componenti del vostro sito WordPress e dei problemi che potrebbero verificarsi, seguita dagli errori specifici e dalle loro soluzioni.

Errori 400

Gli errori etichettati con un numero compreso tra 400 e 499 sono errori del client HTTP. Questo di solito significa che qualcosa è andato storto durante la comunicazione tra il browser che il visitatore del vostro sito sta usando e il server del vostro sito.

1. 400 Bad Request

Errore 400 in Google Chrome

Errore 400 in Google Chrome

La risposta a 400 Bad Request è una soluzione completa per quando il vostro server subisce un errore del client, ma non rientra in una categoria specifica. Ciò significa che questo errore ha diverse possibili cause, tra cui:

Tra le possibili soluzioni vi sono il controllo dell’URL per verificare la presenza di errori di battitura, lo svuotamento della cache del browser e dei cookie, lo svuotamento della cache del DNS e la disattivazione delle estensioni del browser.

2. 403 Forbidden

Ci sono molte misure in atto per mantenere il vostro sito WordPress al sicuro, compresi i vari livelli di “permessi”. Anche se questa funzione può impedire alle persone che non dovrebbero avere accesso al vostro sito di entrare, a volte può causare problemi se i permessi non sono impostati correttamente.

Un errore 403 Forbidden rientra in questa casistica:

Errore 403 Forbidden in Google Chrome

Errore 403 Forbidden in Google Chrome

Per risolvere il problema, è necessario reimpostare i permessi del file o generare un nuovo file .htaccess. Questo problema può anche essere il risultato di un problema con un plugin, il vostro Content Delivery Network (CDN), o la protezione hotlink.

3. 404 Not Found

Un errore 404 si verifica quando un utente tenta di accedere a una pagina web che non esiste. Invece di trovare la risorsa che cercava, vedrà una pagina simile a questa:

Pagina di errore 404 di Kinsta

Pagina di errore 404 di Kinsta

Questo problema è relativamente innocuo, ma comunque frustrante per gli utenti. Per evitarlo, assicuratevi di correggere periodicamente i link non funzionanti sul vostro sito e implementate dei reindirizzamenti se cancellate una pagina o la spostate su un nuovo URL.

4. 405 Method Not Allowed

L’errore 405 Method Not Allowed è il modo del vostro server per dire che ha ricevuto la richiesta del browser ma che l’ha rifiutata per qualche motivo.

Ci sono diversi modi possibili per risolvere questo problema, tra cui il rollback degli aggiornamenti recenti del tema e dei plugin, il controllo della configurazione del server e dei log di errore e il debug del codice dell’applicazione.

5. 413 Request Entity Too Large

Se questo errore appare nel vostro browser, significa che il server del sito a cui state cercando di accedere non può elaborare la richiesta HTTP che avete fatto perché è troppo grande.

Questo accade spesso se cercate di caricare un file molto “pesante”. È possibile risolvere questo problema aumentando la dimensione massima della richiesta HTTP.

6. 429 Too Many Requests

Se un utente tenta di accedere a una certa risorsa troppe volte in un breve lasso di tempo, potrebbe ricevere un errore 429 Too Many Requests. Questo è il modo in cui il vostro server blocca i comportamenti sospetti.

Per aiutare a prevenire i cyberattacchi sulla pagina di login che possono portare a un errore 429, è possibile modificare il suo URL predefinito. Altre soluzioni includono il test per i conflitti di temi e plugin.

Errori 500

Qualsiasi errore sul vostro sito che sia etichettato con un numero compreso tra 500 e 599 indica che, per qualche motivo, il vostro server non è in grado di eseguire una data richiesta. Ecco alcuni degli esempi più comuni.

7. 500 Internal Server Error

Oltre ad impedire agli utenti di accedere al vostro sito, un 500 Internal Server Error può avere un impatto negativo sulla vostra SEO, se non viene risolto rapidamente:

Un Internal Service Error in Google Chrome

Un Internal Service Error in Google Chrome

Purtroppo, l’errore 500 ha molte possibili cause e soluzioni, che possono rendere difficile la risoluzione di questo problema. Si può iniziare con lo svuotare la cache del browser e ricaricare la pagina. Se questo non dovesse funzionare, potete immergervi in metodi di debug più tecnici.

8. 501 Not Implemented

Questo errore significa che il vostro server non ha le funzionalità necessarie per completare la richiesta effettuata dal browser dell’utente. È probabile che il server non riconosca il metodo di richiesta.

Come nel caso di un errore 500, un errore 501 può far retrocedere il posizionamento del vostro sito nella classifica dei motori di ricerca, se non lo risolvete entro poche ore. Potete provare a ricaricare la pagina, a cancellare la cache del browser e a disabilitare qualsiasi impostazione del proxy attivo per risolverlo.

Tuttavia, probabilmente dovrete contattare il vostro host per chiedere aiuto.

9. 502 Bad Gateway

Nei casi in cui un server agisce come proxy o ‘gateway’ per un altro, c’è la possibilità che gli utenti possano incontrare un errore 502 Bad Gateway. Questo si verifica quando il proxy riceve una risposta non valida dal server in entrata.

Un errore 502 può avere un impatto sulla SEO, quindi è meglio eliminarlo in fretta. Ricaricare la pagina e pulire la cache del browser sono ottimi punti di partenza. Se queste soluzioni non funzionano, controllate se ci sono problemi con il vostro DNS, provate a disabilitare il CDN o il firewall, o contattate il vostro host per assistenza.

10. 503 Service Unavailable

Quando appare un errore 503 Service Unavailable, significa che per qualche motivo il vostro server non è raggiungibile. Anche se il vostro sito web è attivo, non sarà accessibile agli utenti.

Ciò può essere dovuto alla manutenzione ordinaria, all’alto livello di traffico o a un problema più serio con il vostro server. La buona notizia è che un errore 503 non influenzerà il vostro posizionamento nei motori di ricerca. Tuttavia, può comunque essere molto fastidioso per chi visita il vostro sito. Per risolverlo, potete provare a:

Se nessuna di queste soluzioni funziona, il modo migliore di agire è quello di mettersi in contatto con il team di supporto del vostro host.

11. 504 Gateway Timeout

Come un errore 502, la risposta 504 Gateway Timeout è il risultato di un problema di comunicazione tra un server in entrata e un proxy. In sostanza, significa che il secondo server è andato in timeout in attesa che il primo risponda a una richiesta.

Questo tipo di errore può influire negativamente sulla vostra SEO. Le soluzioni possibili includono ricaricare la pagina, la disabilitazione di qualsiasi impostazione del proxy attivo, il controllo del DNS per verificare la presenza di problemi e la disabilitazione temporanea del CDN.

Errori legati al server

Il vostro server è responsabile dell’archiviazione di tutti i file del vostro sito WordPress e della comunicazione con i browser per rendere i vostri contenuti disponibili agli utenti.

Mentre gli errori 400 e 500 già elencati coinvolgono in qualche modo il vostro server, ci sono anche alcuni problemi più specifici di WordPress che possono essere causati da problemi con il vostro server.

12. Errore nel Limite di Memoria di WordPress

Il vostro fornitore di hosting assegna una certa quantità di memoria del server al vostro sito. Nel caso in cui si raggiunga il limite di memoria del vostro server, si può incorrere in problemi di installazione di un nuovo plugin o tema, o il caricamento di file multimediali sul vostro sito.

Invece di aggiungere con successo la vostra nuova risorsa, vedrete un messaggio che recita: “Fatal error: allowed memory size has been exhausted”. Se questo accade, potete provare ad aumentare il vostro limite di memoria PHP modificando il file wp-config.php.

In alternativa, potreste controllare quanto spazio su disco state usando e considerare l’aggiornamento a un nuovo piano di hosting che offre più spazio per il vostro sito WordPress in crescita.

13. Il File Caricato Eccede la Direttiva upload_max_filesize in php.ini

Analogamente, il vostro host fissa anche un limite alla dimensione massima dei singoli file che potete caricare sul vostro server. Potete vedere questo limite navigando su Media > Add New nella dashboard di WordPress e cercando la dimensione massima dei file da caricare (la dimensione predefinita di upload a Kinsta è di 128 MB):

La dimensione massima del file di upload elencata nel WordPress Media Uploader

La dimensione massima del file di upload elencata nel WordPress Media Uploader

Se avete bisogno di caricare un file più grande della dimensione massima specificata, potete modificare il limite modificando il vostro file php.ini. In alternativa, potete contattare il vostro fornitore di hosting per discutere il problema con loro.

Questo è molto più semplice e meno rischioso che cercare di cambiarlo da soli e non dovrebbe essere un problema per il team di supporto del vostro hosting.

14. Fatal Error: Maximum Execution Time Exceeded

I server hanno limiti di tempo sulla durata di esecuzione degli script (di solito 30 secondi, a Kinsta il tempo massimo di esecuzione predefinito è di 300 secondi). Nel caso in cui uno script PHP sul vostro sito WordPress richieda più tempo del limite di tempo assegnato, probabilmente vedrete il messaggio: “Fatal error: maximum execution time exceeded”.

Potete risolvere questo problema aumentando il tempo di esecuzione del vostro sito. Per farlo, dovrete trovare lo script troppo lungo, che probabilmente fa parte di un plugin o di un tema, e rimuoverlo.

15. Upload: Failed to Write File to Disk

L’aggiunta di immagini ai vostri post e alle vostre pagine può renderli più utili, interessanti, e guidare un traffico organico aggiuntivo. Tuttavia, sarà difficile farlo se vedrete un messaggio come “Upload: Failed to write file to disk” ogni volta che cercate di aggiungere file multimediali al vostro sito.

Questo errore è spesso dovuto ad autorizzazioni di file non corrette. È possibile risolvere questo problema modificando le autorizzazioni dei file tramite File Transfer Protocol (FTP).

Tuttavia, può anche essere un problema con il vostro server. Quando si caricano i file su WordPress, questi vengono prima salvati in una cartella temporanea sul vostro server. Poi, vengono spostati nella directory appropriata di WordPress. Se la modifica delle autorizzazioni dei file non risolve questo errore, contattate il vostro host e chiedetegli di svuotare la directory dei file temporanei, in quanto potrebbe essere piena e impedire il caricamento.

16. Secure Connection Error

Quando si aggiornano i file di base della vostra installazione di WordPress, il vostro sito deve connettersi a WordPress.org. A volte, a causa della configurazione del vostro server, questo non è possibile. Il risultato è un avviso nella dashboard di WordPress.

Poiché si tratta di un problema direttamente collegato al vostro server, probabilmente dovrete contattare il vostro host per risolverlo. Il vostro server potrebbe essere sotto attacco DDoS, nel qual caso l’errore dovrebbe risolversi da solo a breve. In alternativa, potete provare a risolvere il problema da soli puntando il vostro server verso WordPress.org attraverso il protocollo Secure Shell Protocol (SSH).

Errori Legati alla Sicurezza

Implementare le migliori pratiche di sicurezza di WordPress sul vostro sito è saggio. Gli attacchi cibernetici potrebbero causare gravi danni che richiedono molti soldi per essere riparati. Purtroppo, a volte le misure adottate per proteggere il vostro sito possono portare ad errori.

Info

Se ospitate il vostro sito su Kinsta, vi offriamo una garanzia di sicurezza e ripuliremo gratuitamente il vostro sito dal malware.

17. Errore 521 di Cloudflare

Anche se si tratta di un errore 500 come quelli descritti nella sezione precedente, questo è specifico di Cloudflare. Questa popolare piattaforma viene utilizzata come CDN e per la protezione contro gli attacchi DDoS e altri attacchi.

Vedere un errore 521 sul vostro sito significa che Cloudflare non può connettersi al vostro server. O è fuori uso o sta bloccando il servizio per qualche motivo. In generale, controllate che il vostro server sia attivo e che il suo firewall abbia tutti gli intervalli IP di Cloudflare nella whitelist: in questo modo saprete cosa sta causando il problema. È quindi possibile prendere provvedimenti per lavorare con il vostro host e risolverlo.

18. “Sorry, This File Type Is Not Permitted for Security Reasons”

Come misura di sicurezza, WordPress dispone di un elenco standard dei tipi di file consentiti. Questo impedisce ai malintenzionati di aggiungere al vostro sito file eseguibili che potrebbero compromettere le informazioni sensibili degli utenti.

Se un utente cerca di caricare un tipo di file che non è in quella lista, vedrà un messaggio come: “Sorry, this file type is not permitted for security reasons”:

Il messaggio

Il messaggio “Sorry, this file type is not permitted for security reasons”

Per abilitare l’upload di tipi di file non consentiti nelle impostazioni predefinite di WordPress potete modificare il file wp-config.php.

Il plugin WP Extra File Types può essere usato come soluzione alternativa.

19. “Sorry, You Are Not Allowed to Access This Page”

Abbiamo già brevemente accennato ai permessi dei file in questo articolo, ma per ricapitolare, essi determinano chi può modificare determinati file sul vostro sito WordPress. Questo mantiene il vostro sito web al sicuro da hacker che potrebbero voler inserire codice dannoso.

Tuttavia, se le impostazioni dei vostri permessi non sono corrette, potrebbero inavvertitamente bloccare l’accesso al vostro sito a voi o agli utenti benintenzionati.

Questo può portare ad un errore di lettura: “Sorry, you are not allowed to access this page”.

 Il messaggio di errore

Il messaggio di errore “Sorry, you are not allowed to access this page”

Ci sono molte possibili soluzioni a questo problema. Potreste voler provare le seguenti:

Nel peggiore dei casi, potete anche ripristinare un backup del vostro sito o ripristinare WordPress.

20. “Installation Failed: Could Not Create Directory”

Ogni volta che installate un plugin o un tema sul vostro sito WordPress, i suoi file vengono aggiunti al vostro server. Se durante un’installazione o un aggiornamento si riceve un messaggio che dice “Installation failed: Could not create directory”, significa che per qualche motivo WordPress non è stato in grado di aggiungere i file necessari al vostro server.

Lo stesso vale per gli aggiornamenti dei plugin e dei temi. Questo è un altro errore relativo alle autorizzazioni dei file.

Per risolvere il problema, assicuratevi di avere i permessi di scrittura nelle vostre directory wp-admin, wp-content e wp-include tramite FTP.

21. Autorizzazioni File Non Corrette

Oltre a negarvi l’accesso ad alcune aree del vostro sito, come nel caso dell’errore “Sorry, you are not allowed to access this page”, le autorizzazioni errate dei file possono impedirvi di:

D’altra parte, se le vostre autorizzazioni per i file non sono troppo forti, lascerete il vostro sito web vulnerabile e correrete il rischio che gli hacker accedano ai vostri file. Lì possono cancellare i contenuti, rubare i dati o aggiungere il proprio codice dannoso.

Se vi imbattete in uno dei problemi di cui sopra, o sospettate di essere stati hackerati, potreste voler verificare i vostri permessi di file tramite SFTP:

La finestra dei permessi dei file in FileZilla

La finestra dei permessi dei file in FileZilla

I valori numerici di default per WordPress sono 755 per le cartelle e 644 per i file.

22. ERR_SSL_PROTOCOL_ERROR

I certificati Secure Sockets Layer (SSL) sono una misura di sicurezza utilizzata per la cifratura dei dati. In questo modo si evita che gli hacker rubino dati sensibili, come le informazioni della carta di credito, mentre vengono trasferite tra i server.

Se avete recentemente cambiato fornitore di hosting o avete installato un nuovo certificato SSL sul vostro sito, potreste vedere un ERR_SSL_PROTOCOL_ERROR nel vostro browser. Ciò significa che, per qualche ragione, il vostro server non è stato in grado di stabilire una connessione sicura.

Ci sono diversi passi da compiere per risolvere questo problema, tra cui l’aggiornamento del browser e del sistema operativo, la verifica del certificato SSL, la disabilitazione delle estensioni del browser e la cancellazione della cache del browser e dei cookie.

23. ERR_SSL_VERSION_OR_CIPHER_MISMATCH

L’errore ERR_SSL_VERSION_OR_CIPHER_MISMATCH potrebbe indicare che il vostro browser o sistema operativo non è aggiornato. Potrebbe anche essere dovuto a problemi con il vostro certificato SSL, o apparire dopo aver migrato il vostro sito WordPress verso un nuovo host.

Se l’aggiornamento del browser e del sistema operativo non aiuta, controllate se il vostro certificato SSL non corrisponde al nome. In alternativa, la cancellazione dello stato SSL del vostro computer potrebbe risolvere il problema o il vostro certificato SSL potrebbe essere obsoleto.

24. Avviso di Contenuto Misto

Quando si aggiunge un certificato SSL al sito WordPress, questo inizierà ad eseguire HTTPS invece di HTTP. Nel caso in cui il vostro sito web stia cercando di caricare contemporaneamente contenuti o script HTTPS e HTTP, vedrete un avviso relativo al contenuto misto (mixed content).

Questo probabilmente sarà letto come una variante dell’errore che abbiamo già visto: “This site is not fully secure”. Per risolvere l’errore, sarà necessario seguire alcuni passi per determinare quali risorse HTTP si stanno caricando e rimuoverle o sostituirle con risorse HTTPS.

Errori dei Media WordPress

Nel mondo di WordPress, i “media” si riferiscono per lo più a file di immagini ma comprendono anche video e audio. Anche se questi elementi possono fornire contenuti interessanti e coinvolgenti per i vostri utenti, a volte sono difficili da incorporare a causa di vari errori che possono sorgere nel processo.

25. Errore HTTP di WordPress (Caricamento dell’Immagine nella Libreria Media)

Mentre cercavate di caricare un file nella libreria multimediale di WordPress, è possibile che vi siate imbattuti in un vago ‘errore HTTP’. Questo appare generalmente come un piccolo popup box sul lato destro del caricatore di immagini.

Ci sono alcune possibili cause per questo problema, tra cui una sessione di login scaduta, caratteri non ammessi nel nome del file, autorizzazioni errate e problemi dal lato server.

Per prima cosa, iniziate a rinfrescare la pagina. Se questo non funziona, provate a ridimensionare o a rinominare il vostro file multimediale. Se non siete fortunati, dovreste controllare i vostri permessi o disattivare temporaneamente i plugin e il tema. Nel caso in cui non riusciste ancora a completare il caricamento, potreste voler contattare il vostro host.

26. Il Pulsante Add Media Non Funziona

Nel Classic Editor di WordPress, il pulsante Add Media è una caratteristica importante:

Il pulsante Add Media nel Classic Editor WordPress

Il pulsante Add Media nel Classic Editor WordPress

Questo pulsante consente di caricare rapidamente nuovi file multimediali o di selezionarne uno dalla vostra libreria dei media per aggiungerlo al vostro articolo. Tuttavia, a volte il clic sul pulsante non serve a nulla o può mancare del tutto nell’editor.

Se questo è il caso, il problema è probabilmente dovuto a un conflitto di plugin o di temi. È possibile risolverlo aggiungendo la funzione define ('CONCATENATE_SCRIPTS', false) al file wp-config.php o risolvendo i potenziali errori di compatibilità.

27. File Multimediali Rotti

Se aprite la vostra libreria dei media e scoprite che tutte le vostre immagini sono sparite completamente o sono state sostituite con dei segnaposto, i vostri file potrebbero essere “rotti”:

File di immagini rotte nella Mediateca

File di immagini rotte nella libreria dei media

Questo può accadere per una grande varietà di motivi, tra cui:

Per risolvere il problema, potete provare a resettare i permessi dei file per la directory di uploads a 755. Se questo non dovesse funzionare, verificate che non ci siano dei conflitti tra i plugin. Dopo di che, se le vostre immagini sono ancora rotte, contattate il vostro provider di hosting per vedere se la causa è un problema del server.

28. “There Has Been an Error Cropping Your Image”.

Nella libreria dei media di WordPress è possibile implementare modifiche minori alle immagini caricate, come ad esempio rotazioni e ridimensionamenti. Nel tentativo di fare questo tipo di modifiche, potreste vedere il messaggio: “There has been an error cropping your image”.

Ci sono due possibili cause per questo errore. La prima è che state eseguendo su una versione obsoleta di PHP, nel qual caso si può semplicemente aggiornarlo per correggerlo. D’altra parte, il vostro server potrebbe non avere il necessario pacchetto Graphics Draw (GD).

In questo caso, dovrete seguire i passi appropriati per l’installazione in base alla vostra configurazione. In caso di problemi, è necessario contattare il proprio fornitore di servizi di hosting per ottenere aiuto.

29. Anteprima Facebook Non Corretta

La condivisione social può essere un metodo efficiente per costruire il pubblico del vostro sito web. Tuttavia, a volte potreste visualizzare l’immagine in miniatura sbagliata quando i vostri post sono condivisi su Facebook.

Questo accade spesso quando più immagini nel vostro post includono il tag Open Graph (OG). Facebook usa questo tag per indovinare quale immagine dovrebbe usare per la miniatura, ma quando più immagini lo includono, la piattaforma si confonde.

Un modo per risolvere questo problema è utilizzare le funzionalità di condivisione social di Yoast SEO. Impostando la miniatura di Facebook tramite questo plugin, potete assicurarvi che l’immagine corretta abbia il tag OG al suo posto.

Errori nel Database

La vostra installazione di WordPress è composta da due parti fondamentali: i file e il database. Anche se è più probabile che interagisciate regolarmente con i primi, anche il vostro database è vitale affinché il vostro sito funzioni correttamente.

30. Error Establishing a Database Connection

Nel caso in cui il vostro sito web non riesca a stabilire una connessione con il vostro database MySQL, non sarà in grado di recuperare i dati necessari per visualizzare i vostri contenuti. Al contrario, vedrete un errore come questo:

Error Establishing a Database Connection

Error Establishing a Database Connection

Questo impedirà agli utenti di visualizzare il frontend del vostro sito e vi bloccherà anche dal cruscotto di WordPress. La causa più comune di questo errore è che le credenziali del vostro database non sono corrette. È possibile modificarle nel file wp-config.php.

31. Il Database WordPress È Corrotto

“Corruzione“ è un termine generico applicato ai database e ai file WordPress quando sono ormai compromessi o inutilizzabili. Questo spesso si traduce in un errore nella creazione di una connessione al database.

L’ideale sarebbe ripristinare un backup del database per sostituire la versione corrotta. Se questo non è possibile, potete anche correggere questo errore aggiungendo la funzione define(‘WP_ALLOW_REPAIR’, true) al vostro file wp-config.php.

Lettura consigliata: date un’occhiata a questa guida su come risolvere e riparare i problemi del database WordPress.

Errori PHP

PHP è un linguaggio di codifica che è parte integrante di WordPress. I problemi legati alla sua funzionalità possono impedire la modifica del sito o causare messaggi e notifiche intrusive. Potete anche correggere alcuni di questi problemi usando un plugin WordPress per il database.

32. Errori PHP in WordPress

Quando c’è un problema con il PHP del vostro sito WordPress, vedrete un messaggio o un avviso nella parte superiore della dashboard di WordPress che vi indica qual è il problema e quali sono i file interessati.

Questi messaggi sono destinati agli sviluppatori, in modo che possano scavare nel codice dei loro siti e rivedere il problema. Se non avete esperienza con il PHP, cercare di risolvere questi errori potrebbe causare più problemi al vostro sito.

Nel caso in cui questo descriva la vostra situazione, non preoccupatevi. Gli errori di PHP non dovrebbero impedire il funzionamento del vostro sito o impedire agli utenti di accedervi.

L’ideale sarebbe contattare lo sviluppatore di qualsiasi plugin o tema correlato che potrebbe star causando il problema. Altrimenti, potete assumere uno sviluppatore che vi aiuti a risolvere il problema.

33. “Missing a Temporary Folder”

Ogni volta che caricate un file sul vostro sito WordPress, questo viene prima memorizzato in una cartella temporanea prima di essere spostato nella sua directory permanente. Tuttavia, impostazioni PHP errate sul vostro server potrebbero impedire l’accesso a questa cartella temporanea, causando un errore sul vostro sito WordPress.

Per risolvere questo problema dovete accedere al vostro server via FTP e aggiungere la seguente funzione al file wp-config.php:

define('WP_TEMP_DIR', dirname(__file__). '/wp-content/temp/');

Poi, potete aggiungere una nuova cartella denominata temp alla directory wp-content.

Errori dei File WordPress

Dai vostri post e pagine ai vostri plugin e temi, la vostra installazione di WordPress contiene centinaia se non migliaia di file. Gli errori relativi a questi componenti chiave possono portare a contenuti persi o non disponibili.

34. “Destination Folder Already Exists”.

Quando installate un nuovo tema o un plugin sul vostro sito WordPress, viene creata una cartella sul vostro server per memorizzarne i file. Se tentate di installare un plugin o un tema, e una cartella con lo stesso nome è già salvata sul vostro server, vedrete un errore di lettura “Destination folder already exists…Plugin installation failed”:

Errore

Errore “Destination folder already exists

Il primo passo da fare quando ci si trova di fronte a questo problema dovrebbe essere quello di verificare se il plugin o il tema è già installato.

In caso contrario, accedete al vostro server via FTP e navigate fino alla vostra cartella wp-content. Poi, guardate attraverso i vostri plugin o temi per vedere se esiste una cartella con lo stesso nome del componente che state tentando di installare. Una volta eliminata quella cartella, potete provare di nuovo l’installazione.

35. Manca il Foglio di Stile del Tema WordPress

Il CSS è un linguaggio di codifica che determina lo “stile” del vostro sito. Questo può includere colori, font e una varietà di altri elementi che rendono il vostro sito web interessante da guardare.

Quando si tratta di temi WordPress, tutti i CSS necessari sono contenuti in un file chiamato ‘stylesheet’ (cioè il foglio di stile).
Se il foglio di stile del vostro tema non è disponibile, il vostro sito non sarà in grado di caricarlo correttamente, e vedrete un errore:

Errore

Errore “Stylesheet is missing” nella lista dei temi di WordPress

Ciò può verificarsi anche durante un’installazione del tema:

Un'installazione del tema fallita a causa di un foglio di stile mancante

Un’installazione del tema fallita a causa di un foglio di stile mancante

Questo potrebbe accadere perché il foglio di stile del vostro tema non è stato caricato sul vostro server, o perché il nome del tema non è corretto e quindi non può essere trovato. Per risolvere il problema, accedete al vostro server via FTP e navigate nella sottodirectory del vostro tema.

Poi, cercate il foglio di stile del vostro tema. Se non c’è, recuperatelo dai file del vostro tema e caricatelo sul vostro server. Assicuratevi che il file si chiami style.css e che sia salvato nella corretta cartella del tema.

36. Errori del File Pluggable.php

Il file pluggable.php del vostro sito WordPress consente agli utenti, ai plugin e ai temi di ignorare le funzionalità principali. Se un plugin o un tema non è codificato in modo corretto, può causare un conflitto con questo file.

Il problema apparirà come un messaggio di errore php nel cruscotto di WordPress che fa riferimento al file pluggable.php.
Tuttavia, la causa del problema non è di solito all’interno del file pluggable.php stesso, ma potrebbe essere il vostro file wp-config.php o functions.php, per esempio.

Dovrete invece trovare la vera localizzazione del conflitto nel messaggio di errore. Navigate poi fino al file corrispondente e correggetelo rimuovendo spazi, linee vuote o qualcosa di simile.

37. I File di WordPress Sono Corrotti

Proprio come il vostro database WordPress può corrompersi, così anche i suoi file. Questo li renderà inaccessibili, il che è un grosso problema, soprattutto quando si tratta di file di base.

I file corrotti possono essere il risultato di un guasto del server, di permessi non corretti o di un errore di versione di PHP. La soluzione più semplice è ripristinare il backup di un sito. Questo è una questione di pochi clic su MyKinsta.

Per prima cosa, accedete alla dashboard di MyKinsta. Andate su “Sites” sul lato sinistro e poi fate clic sul sito di WordPress per il quale dovete ripristinare un backup.

Ripristinare WordPress dal Backup in MyKinsta

Ripristinare WordPress dal Backup in MyKinsta

Scegliete l’opzione di backup che preferite tra quelle fornite e fate clic sul pulsante “Restore to a” per decidere se volete che il vostro backup venga ripristinato sul vostro sito live o di staging.

Ripristino di un backup di WordPress su un sito live in MyKinsta

Ripristino di un backup di WordPress su un sito live in MyKinsta

Dovrete quindi confermare il ripristino del backup inserendo il nome del vostro sito. Poi fate clic su “Restore”. Questo sovrascriverà il vostro ambiente live.

In alternativa, potete sostituire i file di base scaricando WordPress, cancellando i file corrotti via FTP, e poi caricando nuove copie dal file WordPress .zip.

Errori del Browser

I visitatori accedono al vostro sito web utilizzando browser di loro scelta. Ciò significa che vari errori del browser possono impedire agli utenti di raggiungere il vostro sito. Prevenirli vi aiuterà ad evitare di perdere traffico.

38. Avviso “Not Secure’” in Chrome

Durante la navigazione in Internet con Google Chrome, avrete notato che alcune pagine riportano l’avviso “Not Secure’” accanto al loro URL:

L'avviso

L’avviso “Not Secure’” in Google Chrome

Il browser visualizza questo avviso quando un sito web non utilizza un certificato SSL. Se le vostre pagine attivano questi messaggi nei browser degli utenti, possono danneggiare la credibilità del vostro sito, influenzare il livello di traffico, la SEO e i tassi di conversione. Per evitare che questo accada, è possibile installare un certificato SSL.

Più recentemente, Chrome ha iniziato a mostrare i messaggi di avviso ERR_SSL_OBSOLETE_VERSION per i siti web che non utilizzano TLS 1.2 o 1.3.

39. Errore del browser “Your Connection Is Not Private”

Ancora peggio dell’avviso “Not secure” in Chrome è la pagina “Your connection is not private”. Questo errore impedisce agli utenti di accedere facilmente al vostro sito, a causa di un problema con il certificato SSL (o della sua totale mancanza).

Se incontrano questa pagina, gli utenti possono spaventarsi e allontanarsi dal vostro sito per paura che le loro informazioni personali vengano rubate. Potete cercare di evitare che ciò accada assicurandovi che il vostro certificato SSL sia installato correttamente, ma potrebbe anche essere un problema lato client che i vostri utenti dovranno risolvere da soli.

40. ERR_TOO_MANY_REDIRECTS

Un loop di reindirizzamento, che spesso viene visualizzato con l’errore “ERR_TOO_MANY_REDIRECTS”, avviene quando c’è un errore di configurazione dei reindirizzamenti sul server.

Ad esempio, questo potrebbe significare che l’URL 1 punta all’URL 2, ma l’URL 2 punta all’URL 1, causando un ciclo infinito. Gli utenti possono provare a correggere questo errore cancellando i cookie del sito e la cache del browser. Si può anche provare a determinare la natura del loop di reindirizzamento, al fine di capire la fonte del problema e quindi risolverlo.

41. ERR_CONNECTION_REFUSED

Come molti problemi del browser, il problema ERR_CONNECTION_REFUSED di solito non è causato da qualcosa di specifico di WordPress. Tuttavia, se gli utenti vi contattano perché non possono accedere al vostro sito a causa di questo messaggio in Chrome, è comunque utile poter dire loro come risolvere il problema.

L’errore ERR_CONNECTION_REFUSED si verifica perché il browser dell’utente non è riuscito a connettersi al server del vostro sito. Questo potrebbe essere un problema dal lato del server, nel qual caso dovreste controllare se il vostro sito è fuori servizio e contattare il vostro fornitore di hosting. In alternativa, potete provare ad istruire i vostri utenti a riavviare i loro router e a cancellare le cache del browser.

42. ERR_EMPTY_RESPONSE

Il problema ERR_EMPTY_RESPONSE si verifica quando il browser dell’utente invia una richiesta al vostro sito e il vostro server non invia nulla. Le correzioni più comuni per questo problema sono la cancellazione della cache del browser e il ripristino delle impostazioni di rete.

Potreste anche consigliare agli utenti che stanno riscontrando questo problema di disabilitare le estensioni di Chrome che stanno utilizzando e provare a disabilitare temporaneamente il loro software antivirus.

43. Errore del Browser DNS_PROBE_FINISHED_NXDOMAIN

Il vostro DNS è il sistema che prende l’indirizzo IP del vostro sito web e lo trasforma in un dominio leggibile, come kinsta.com. Se il vostro DNS non riesce a tradurre correttamente il vostro dominio nell’indirizzo IP del vostro sito, gli utenti che navigano da Chrome vedranno l’errore del browser DNS_PROBE_FINSHED_NXDOMAIN.

I primi passi per risolvere questo problema sono il rilascio e il rinnovo dell’indirizzo IP. Se questo non dovesse funzionare, potete suggerire agli utenti di provare a disattivare temporaneamente il loro software antivirus o le reti private virtuali (VPN).

Risoluzione dei Problemi Relativi a Vari Errori di WordPress

Mentre molti errori di WordPress possono essere ricondotti a una causa specifica, alcuni sono un po’ più difficili da diagnosticare. Possono avere molteplici possibili origini o ricondurre a un dettaglio che non sembra significativo.

Di seguito riportiamo una serie di problemi di WordPress che non rientrano perfettamente nelle categorie che abbiamo trattato finora.

Stanco di avere problemi con il tuo sito WordPress? Ottieni il miglior e più veloce supporto di hosting con Kinsta! Dai un’occhiata ai nostri piani

44. Lo Schermo Bianco della Morte

Uno degli errori più famosi di WordPress è lo schermo bianco della morte (“white screen of death” o WSoD). Esso fa sì che il vostro sito venga visualizzato come una pagina bianca vuota. Questo problema può anche bloccare il vostro accesso alla dashboard di WordPress. Di solito, è causato da un problema di compatibilità con i plugin.

La migliore linea d’azione per risolverlo è trovare il plugin che sta causando il conflitto e rimuoverlo. Altre possibili cause includono errori di sintassi, il raggiungimento del limite di memoria del sito e problemi con i permessi dei file.

45. Se Rimanete Bloccati Fuori dall’Admin WordPress

La vostra dashboard WordPress è molto importante per numerose ragioni, tra cui la correzione di molti errori comuni di WordPress. Tuttavia, a volte i problemi che si verificano sul vostro sito possono bloccare la vostra dashboard WordPress.

Ci sono molte possibili cause per questo problema. Se è possibile, provate a determinare se siete bloccati fuori a causa di un problema separato, e poi prendete provvedimenti per risolvere il problema alla radice. Potete anche provare a ripristinare un backup del vostro sito, o disabilitare un plugin di sicurezza via FTP se credete che vi stia trattenendo dal backend del vostro sito.

46. Non È Possibile Connettersi Tramite SSH o SFTP

A volte, la gestione di WordPress o la risoluzione dei problemi richiedono l’accesso diretto al server. SFTP vi permette di accedere ai vostri file mentre SSH permette un’ampia varietà di altre attività remote (ecco una guida su come iniziare con SSH).

Se state tentando di utilizzare SFTP o SSH per raggiungere il server ma non riuscite a connettervi, potrebbe essere necessario cancellare gli indirizzi IP non aggiornati dal file known_hosts.

47. Connessione SSH Rifiutata

Nel caso in cui stiate cercando di connettervi al vostro server tramite SSH, e vedete un messaggio con la scritta “Connection refused” nell’interfaccia della command line, il problema è leggermente diverso:

Il messaggio di errore Connection refused nel Terminal

Il messaggio di errore Connection refused nel Terminal

Invece di modificare known_hosts, dovrete controllare alcune cose relative alla vostra configurazione SSH.

Per prima cosa, assicuratevi che sul vostro server sia installato un daemon SSH. Dovreste anche controllare le vostre credenziali e determinare se la porta che state usando è aperta. Il problema potrebbe anche essere dovuto alle impostazioni del firewall.

48. Briefly Unavailable for Scheduled Maintenance

Ogni volta che eseguite aggiornamenti sul sito WordPress, questo va temporaneamente in modalità di manutenzione. Durante questo periodo, chiunque provi ad accedere al vostro sito vedrà un messaggio che dice qualcosa del genere: “Briefly unavailable for scheduled maintenance. Check back in a minute“:

Il messaggio

Il messaggio “Briefly unavailable for scheduled maintenance” in WordPress

Non si tratta di un vero e proprio errore, perché è una situazione normale, ma gli utenti possono interpretarlo in modo diverso. Se vi contattano a questo proposito, ma non avete riscontrato problemi da parte vostra, raccomandate loro di ricaricare la pagina.

Se vedete questo messaggio mentre eseguite gli aggiornamenti in WordPress, d’altra parte, il vostro sito potrebbe essere rimasto bloccato in modalità manutenzione.

49. WordPress Bloccato in Modalità Manutenzione

La chiusura del browser nel bel mezzo di un aggiornamento o l’esecuzione di aggiornamenti di massa dei plugin può causare il blocco del sito in modalità di manutenzione. In questo caso, vedrete lo stesso messaggio che gli utenti vedono sul frontend quando si eseguono gli aggiornamenti.

Fortunatamente, risolvere questo problema è abbastanza semplice. Tutto quello che dovete fare è accedere ai file del vostro sito via FTP e cancellare quello denominato .maintenance:

Il file .maintenance in FileZilla

Il file .maintenance in FileZilla

Dopo di che controllate il vostro sito: tutto dovrebbe essere di nuovo a posto.

50. Le Modifiche Non Sono Visibili sul Vostro Sito Live

Se vi siete impegnati a fondo per aggiornare il vostro sito, ma poi avete controllato il frontend e vi siete accorti che nessuna modifica è visibile, potreste sentirvi frustrati. La buona notizia è che questo problema è di solito molto semplice da risolvere.

Il più delle volte è il risultato di un problema di caching. Per prima cosa, potete provare a cancellare la cache del vostro browser. Se le modifiche non sono ancora visibili e utilizzate un plugin per la cache, controllate la sua documentazione per imparare a cancellare anche la cache del plugin.

51. Programmazione Saltata

Un programma di pubblicazione costante è parte di una forte strategia di contenuti. WordPress vi aiuta in questo senso, consentendovi di pianificare i post da pubblicare in date e orari specifici.

scheduled post trigger

Il plugin Scheduled Post Trigger

Purtroppo, non sempre funziona come previsto, con conseguenti errori di programmazione. In generale, le soluzioni più rapide a questo problema sono disponibili tramite plugin, come Scheduled Post Trigger o WP Scheduled Posts Pro, oppure modificando i cron job.

Qui a Kinsta, configuriamo i vostri cron job WordPress in modo che vengano eseguiti a livello di sistema con intervalli di 15 minuti.

52. Aggiornamento Automatico Non Riuscito

Per aiutare il vostro sito a rimanere aggiornato all’ultima versione di WordPress, potreste avere gli aggiornamenti automatici abilitati. Ciò può essere utile per snellire questo aspetto della manutenzione del sito web e mantenere il vostro sito sicuro, ma a volte può anche causare problemi.

Gli autoaggiornamenti a volte possono fallire, nel qual caso il vostro sito può andare giù e non essere più disponibile per gli utenti. La soluzione consigliata è quella di effettuare invece un aggiornamento manuale.

53. Problemi di Importazione di WordPress

Per una serie di motivi, potreste scoprire che avete bisogno di importare contenuti nel vostro sito WordPress. Questa è una pratica abbastanza comune tra gli sviluppatori, e per questo compito vengono spesso utilizzati vari plugin.

Sfortunatamente, le importazioni possono facilmente portare a timeout PHP o HTTP. Per evitare questi problemi, è possibile:

Potrebbe anche essere necessario contattare il vostro fornitore di servizi di hosting per risolvere questo problema.

54. Problemi di Performance di WordPress

Le prestazioni del vostro sito sono più o meno sinonimo di velocità. Le pagine che caricano velocemente consentono di migliorare l’esperienza utente e la SEO, quindi è importante monitorare e ottimizzare la velocità del vostro sito. Pingdom è un pratico strumento per testare i tempi di caricamento da posizioni differenti:

pingdom tools test

Il sito web di Pingdom Website Speed Test

Dopo aver testato il vostro sito, Pingdom vi darà un elenco di suggerimenti su come migliorare le sue prestazioni. Le soluzioni più comuni includono la compressione delle immagini, il caching e l’abilitazione di un CDN.

55. WordPress Non Sta Inviando le Email

L’email marketing è una strategia chiave per molti siti WordPress e può aumentare il livello di traffico e i tassi di conversione. Ci sono diversi plugin disponibili che possono permettervi di inviare email dalla vostra dashboard WordPress, integrando comodamente la vostra piattaforma di email marketing con il backend del vostro sito.

Spesso, se le vostre email non vengono inviate ai vostri abbonati, è a causa della configurazione del vostro server. Il vostro host può avere dei limiti sulle risorse che il vostro sito può utilizzare, il che impedisce l’invio delle email.

Se sospettate un problema relativo al server, contattate il vostro host. Potrebbe essere necessario aggiornare il vostro piano. In alternativa, il plugin che state usando potrebbe essere la fonte del problema. Controllate i suoi forum di supporto e la documentazione per i problemi più frequenti o contattate lo sviluppatore per il supporto.

Infine, le email inviate da WordPress possono essere contrassegnate come spam. Se un utente vi contatta per una email mancante, ditegli di controllare la cartella della posta indesiderata, per sicurezza.

56. Errori di Sintassi di WordPress

Gli errori di sintassi si riferiscono a problemi di sintassi o di struttura del codice. Questo può includere segni di punteggiatura o altri errori di battitura utilizzati in modo non corretto. In alcuni casi, un errore di sintassi può bloccare la vostra dashboard e rompere il vostro sito.

Nonostante la causa di fondo apparentemente insignificante, questo tipo di errore è piuttosto grave. Si verifica spesso quando si incollano snippet di codice che si trovano online. Se avete fatto qualcosa del genere di recente, è probabilmente la causa del vostro problema.

Per risolverlo, navigate fino alla posizione dello snippet di codice che avete incollato usando l’FTP, e correggetelo oppure rimuovetelo.

57. La Barra Laterale di WordPress Appare Sotto il Contenuto

Le barre laterali possono essere utili per visualizzare i contenuti chiave per i vostri utenti, come il menu di navigazione, la funzione di ricerca WordPress, le icone social e persino i disclaimer. Se però la vostra barra laterale appare strana perché appare sotto il vostro contenuto invece che accanto ad esso, avete un problema.

Questo è spesso il risultato di un uso improprio dei tag <div> in uno o più file del tema. Sarà necessario rintracciare la fonte del problema per correggere il codice e risolverlo. Questo potrebbe anche verificarsi a causa di problemi con la larghezza del vostro sito, un errore della proprietà float, o altri problemi con il vostro tema WordPress.

58. Testo Bianco e Pulsanti Mancanti nel Visual Editor

Il vostro editor di WordPress è piuttosto importante. Senza di esso, aggiungere nuovi contenuti al vostro sito sarebbe molto più difficile. Se avete mai aperto il Classic Editor per scoprire che mancano tutti i pulsanti della barra degli strumenti e il vostro colore del testo è impostato su bianco, probabilmente avete sentito il disagio che deriva dal non avere accesso a questa funzionalità.

Spesso questo errore è dovuto a un conflitto di plugin o a un problema di caching. Se la cancellazione della cache del browser o la disattivazione dei plugin non risolve il problema, potrebbe essere necessario sostituire alcuni dei file di base di WordPress.

59. Problemi con i Feed RSS di WordPress

I feed RSS sono un modo semplice per rafforzare il vostro sito. Sono particolarmente utili per i siti di notizie e altri centri di contenuti. Tuttavia, gli errori nei vostri feed RSS possono apparire poco professionali e impedire agli utenti di visualizzare i contenuti.

Questi errori possono verificarsi a causa di spazi extra o interruzioni di linea a seguito della chiusura dei tag PHP nel file functions.php o nei plugin. Potete rintracciarli e rimuoverli per eliminare questo problema. In alternativa, potrebbe anche essere necessario testare le incompatibilità di plugin e temi o semplicemente disabilitare la funzione di default dei feed RSS di WordPress.

60. WordPress Failed to Open Stream

Se vedete un messaggio di errore con la scritta “failed to open stream”, significa che WordPress non è stato in grado di aprire un file a cui si fa riferimento da qualche parte nel vostro codice.

Questo errore può essere causato da una varietà di problemi, ma il messaggio di solito vi dirà qual è la fonte del problema. Le possibili risposte includono:

La linea d’azione necessaria per correggere il problema dipenderà dalla risposta che vedrete. Può essere che manchi un file, che i permessi siano impostati in modo errato o che WordPress abbia problemi a connettersi a un’API di terze parti.

61. Errore nella Reimpostazione della Password

Se gli utenti sono in grado di registrarsi per gli account sul vostro sito, potrebbero a volte avere bisogno di reimpostare le loro password. In alcuni casi, l’email di reset della password di default fornisce un link che indirizza gli utenti alla pagina di login, dove vedranno un messaggio che recita: “This key is invalid or has been used. Please try to reset the password again”.

Di solito, questo è un problema di cache. Se sul vostro sito è installato un plugin per il caching, assicuratevi di aver disabilitato il caching per la pagina My Account nelle impostazioni del plugin. Sono stati segnalati anche casi di conflitti con i plugin CAPTCHA.

62. La Pagina di Login Continua ad Aggiornarsi

Se facendo clic sul pulsante Log In della pagina di login di WordPress la pagina si aggiorna invece che portarvi alla dashboard, potrebbe esserci qualcosa che non va:

La schermata di login di WordPress

La schermata di login di WordPress

Questo problema può essere dovuto a un conflitto di plugin, a indirizzi WordPress errati o a un file .htaccess corrotto.

63. WordPress Continua a Disconnettervi

A differenza dell’errore di aggiornamento della pagina di login, questo problema consente di accedere brevemente alla dashboard di WordPress, ma poi all’improvviso vi riporta indietro. Questo è spesso dovuto a un problema con le impostazioni del vostro sito WordPress.

Se si verifica questo errore, il contenuto dei campi WordPres Address e Site Address nelle impostazioni generali probabilmente non corrispondono:

L'indirizzo WordPress e l'indirizzo del sito nelle impostazioni generali

L’indirizzo WordPress e l’indirizzo del sito nelle impostazioni generali

Questo può includere differenze apparentemente piccole, come ad esempio se entrambi gli URL includono o meno www all’inizio. Modificare gli URL in modo che corrispondano dovrebbe risolvere questo problema.

Se non siete in grado di farlo tramite il vostro dashboard perché WordPress continua a disconnettervi, potete fare il lavoro modificando il vostro file wp-config.php.

64. “Are You Sure You Want to Do This?”

Gli errori di WordPress più frustranti sono quelli che non danno alcuna indicazione su ciò che potrebbe causarli. Un errore del tipo “Are you sure you want to do this?” è uno di questi.

Il più delle volte, questo è il risultato di un conflitto di plugin o di temi e può essere risolto con la risoluzione standard dei problemi per quella situazione. Nel caso in cui questo non dovesse funzionare, probabilmente sarà necessario sostituire il file wp-config.php.

65. “Another Update In Progress”

Normalmente, l’errore “Another update is currently in progress” appare quando state tentando di eseguire un aggiornamento di un plugin o di un tema mentre WordPress sta ancora eseguendo un aggiornamento di base.

Spesso questo accade durante gli aggiornamenti automatici della sicurezza del core. Il messaggio dovrebbe scomparire automaticamente una volta terminato il primo aggiornamento. Se non lo fa, avete un errore tra le mani. È possibile risolverlo in phpMyAdmin cancellando la riga core_updater.lock dalla tabella wp_options.

66. Errore Durante lo Spostamento nel Cestino

WordPress vi permette di cancellare facilmente i post e le pagine del vostro sito con un semplice clic. Tuttavia, vari problemi possono portare ad un errore quando si cerca di spostare i contenuti nel cestino.

Ciò può avvenire a causa di un problema di caching o di un conflitto di plugin. Può anche essere dovuto a corruzione del database o ad autorizzazioni errate dei file.

67. Errori di Installazione di WordPress

Anche se WordPress è famoso per il suo semplice processo di installazione di cinque minuti, potreste comunque avere dei problemi. I potenziali problemi includono l’errore di stabilire una connessione al database e i 500 Internal Server Errors, di cui abbiamo parlato altrove in questo articolo.

Potreste anche incontrare un messaggio di errore che dice “Headers Already Sent”. Questo è probabilmente dovuto a spazi non necessari o tag PHP nel vostro codice. Il messaggio dovrebbe dirvi dove si trova il problema e potete risolverlo modificando il relativo file.

68. “The Site Is Experiencing Technical Difficulties”.

Questo errore è diventato più frequente dal lancio di WordPress 5.2. Di solito appare durante gli aggiornamenti del core, dei plugin o dei temi:

Lettura di un messaggio di errore:

Lettura di un messaggio di errore: “The Site Is Experiencing Technical Difficulties.”

Un messaggio di errore che recita: “The site is experiencing technical difficulties.”

La causa dell’errore “The Site Is Experiencing Technical Difficulties” è tipicamente un errore di limite di memoria PHP o un conflitto di plugin. È possibile aumentare la memoria del sito in diversi modi.

Per risolvere un conflitto tra plugin, provate a disattivare i plugin e poi riattivarli uno per uno per vedere quale di essi fa riapparire l’errore.

Info

Il limite di memoria predefinito per i clienti Kinsta è impostato a 256 MB. Se ospitate il vostro sito WordPress su Kinsta non dovreste avere problemi di mancanza di memoria.

69. Il Vostro Sito WordPress Non È Disponibile

Un sito non disponibile può portare a perdite di traffico e di entrate. Se siete sicuri che il vostro sito WordPress non è disponibile, il primo passo è determinare se la causa è un errore di WordPress o se il vostro server è in difficoltà. I sintomi di altri errori di WordPress possono farvi capire il problema di fondo.

Se non sono presenti, potete provare a controllare i log di errore del vostro server. Ecco come fare in MyKinsta:

Accesso ai registri di errore di MyKinsta

Accesso ai registri di errore di MyKinsta

Se il vostro server non è in grado di funzionare correttamente o non ha idea di cosa stia succedendo, dovreste contattare il vostro fornitore di hosting per chiedere aiuto.

I passaggi per correggere qualsiasi errore di #WordPress: Leggere questa guida. ✅ È tutto. Qui ci sono proprio tutti i passaggi da compiere. 😃Click to Tweet

Riepilogo

L’ultima cosa che ogni proprietario di un sito vuole è che il suo sito WordPress non sia disponibile per gli utenti o che mostri problemi. Questo non solo vi fa perdere vendite, le visualizzazioni degli annunci, la SEO, le conversioni e persino le commissioni di affiliazione potreste aver guadagnato.

Farà anche sembrare il vostro sito meno affidabile e danneggerà la reputazione del vostro marchio, che potrebbe essere davvero difficile da riparare.

Ecco perché abbiamo raggruppato questi errori comuni di WordPress in un’unica pagina per aiutarvi a trovare una soluzione nel modo più semplice possibile e a rimettere rapidamente in carreggiata la vostra attività. Non è conveniente?

Avete domande sugli errori di risoluzione dei problemi sul vostro sito WordPress? Chiedete nella sezione commenti qui sotto!


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani