In un precedente articolo di knowledgebase, abbiamo parlato dei trackback. Oggi vogliamo parlare dei pingback, che sono leggermente diversi, anche se i termini sono spesso abbinati. Un pingback è fondamentalmente un commento automatico che viene creato quando un altro blog si collega al vostro sito. Ci possono anche essere pingback automativi, che vengono creati quando ci si collega ad un articolo all’interno del proprio blog.

Come Funziona un Pingback

Allora, cos’e’ esattamente un pingback? Beh, per capirlo meglio, ecco un esempio di pingback.

  • La persona A pubblica qualcosa sul proprio blog e rimanda a un articolo sul blog della persona B.
  • Un pingback viene automaticamente inviato al blog della persona B e viene generato un commento che la persona B può quindi approvare.

Nota: Entrambi i blog devono avere i pingback abilitati perché questo funzioni. A seconda del tema di WordPress, i pingback normalmente appaiono sopra o sotto i commenti standard di un post. Se si utilizza un sistema di commenti di terze parti come Disqus, i commenti di pingback non vengono visualizzati.

Come Disabilitare i Pingback

I pingback possono essere un ottimo modo per essere informati sulle persone che si collegano al vostro blog, ma possono anche essere fastidiosi. Ci sono strumenti migliori per tracciare i backlink e le citazioni, come Ahrefs, Buzzsumo e SEMrush. Quindi, nella maggior parte dei casi, sarebbe meglio disabilitare i pingback sul vostro blog WordPress. Seguite i passaggi qui sotto.

1. Disattivare i Pingback Provenienti da Altri Blog

Cliccate nell’area “Discussione” della bacheca di WordPress e deselezionate l’opzione “Permetti i link di notifica da altri blog (pingback e trackback) per i nuovi articoli”.

disattivare i pingback

2. Disattivare i Propri Pingback

Per disabilitare l’auto-pingback si hanno un paio di opzioni. Si può utilizzare il plugin gratuito No Self Pings, oppure si può utilizzare un plugin premium come perfmatters (sviluppato da un membro del team di Kinsta), che vi permette di disabilitare l’auto-pingback, oltre ad avere altre opzioni per ottimizzare il vostro sito WordPress.

Disattivare l'auto-pingback con perfmatters
Disattivare l’auto-pingback con perfmatters

Oppure potete creare un child theme, dopo aver fatto un backup del vostro sito, e aggiungere quanto segue al file functions.php del child theme.

Importante! Modificare il codice sorgente di un tema WordPress potrebbe interrompere il vostro sito se non viene fatto correttamente. Se non vi sentite a vostro agio a modificare il codice, contattate uno sviluppatore.
function wpsites_disable_self_pingbacks( &$links ) {
  foreach ( $links as $l => $link )
        if ( 0 === strpos( $link, get_option( 'home' ) ) )
            unset($links[$l]);
}

add_action( 'pre_ping', 'wpsites_disable_self_pingbacks' );

Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 32 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.