Quota di Mercato dei Motori di Ricerca: Chi Guida la Corsa nel 2022

Google domina il mercato dei motori di ricerca, ma conoscere le quote di mercato può essere utile, soprattutto per il proprietario di un negozio di ecommerce che vuole posizionarsi in determinati paesi o su specifici dispositivi.

Quando si dice “ottimizzare per i motori di ricerca”, Google è sempre il primo motore di ricerca che viene in mente.

Novità: ci sono anche altri motori di ricerca.

Questi motori di ricerca ricevono una gran quantità di traffico… ma non sempre sono popolari come Google.

Facciamo un’analisi approfondita della quota di mercato complessiva dei motori di ricerca e di come si presenta in base alle regioni, ai paesi e al mondo.

TL;DR: Quota di Mercato dei Motori di Ricerca

  • Google domina il mercato dei motori di ricerca con una quota media dell’86-96% in tutto il mondo.
  • A giugno 2022 la quota di mercato globale di Google era del 91,88%.
  • Baidu regna sovrano in Cina con una quota di mercato del 75,54%.
  • A differenza di altri paesi, il mercato della ricerca in Russia ha due attori principali: Google e Yandex.
  • Le persone che utilizzano Google sui loro dispositivi mobili sono più numerose di quelle che lo utilizzano da computer desktop (95% contro 85%).

Ecco i Motori di Ricerca

Google

Homepage di Google
Homepage di Google

Google è stato fondato da Larry Page e Sergey Brin nel 1998.

Il suo nome deriva dalla parola “googol”, un termine matematico che indica ciò che si ottiene moltiplicando 10 per 100 volte (è 1 con 100 zeri).

Prima che Google e la sua azienda madre, Alphabet, diventassero la terza azienda da mille miliardi di dollari mai creata, Page e Brin hanno cercato di venderla.

Nel 1999 proposero di vendere Google a Excite (un’altra azienda internet) per 750.000 dollari, ma Excite rifiutò la loro offerta. Solo cinque anni dopo, Google ha raccolto 1,67 miliardi di dollari con la sua Offerta Pubblica Iniziale (IPO) nel 2004.

Oltre a ottimizzare i propri algoritmi per fornire i migliori risultati alle richieste degli utenti, Google si occupa anche di attività quali:

Numero di ricerche: A partire dal 2022, Google elaborerà più di 100.000 query di ricerca al secondo. Si tratta di oltre 8,5 miliardi di ricerche giornaliere.

Fatturato annuale: Nel 2021, il fatturato annuale di Google raggiungerà i 257 miliardi di dollari. È la prima volta che supera la soglia dei 200 miliardi di dollari.

Microsoft Bing

Homepage di Microsoft Bing
Homepage di Microsoft Bing

Microsoft ha introdotto Bing nel 2009 per sostituire le sue offerte precedenti, Live Search, Windows Live Search e MSN Search. Nel 2020 ha ribattezzato Bing in Microsoft Bing.

Microsoft ha sviluppato MSN Search come risposta a Google. Ma dal lancio di Windows Live Search nel 2006, i motori di ricerca di Microsoft sono rimasti indietro rispetto a Google.

Nel 2010, Bing ha iniziato a gestire i risultati di ricerca di Yahoo. Nel 2010 ha anche stretto un accordo con Facebook per offrire agli utenti risultati di ricerca personalizzati; ha aggiunto i dati sociali di Facebook ai risultati di ricerca in modo che gli utenti potessero vedere cosa “piaceva” ai loro amici.

In base alle recensioni di SerpWatch e Search Engine Journal, Bing ha capacità di ricerca di immagini migliori rispetto a Google, permettendo agli utenti di filtrare le immagini per dimensione, colore o tipo.

Numero di ricerche: Sebbene Bing non abbia un numero di utenti pari a quello di Google, a giugno 2022 ha ricevuto oltre 1 miliardo di visite mensili.

Fatturato annuale: Microsoft Bing ha generato 8,53 miliardi di dollari di ricavi pubblicitari da ricerca nel 2021, con un aumento del 10,2% rispetto ai 7,74 miliardi di dollari del 2020.

Yahoo

Homepage di Yahoo
Homepage di Yahoo

Prima che Google regnasse sovrano, Yahoo era il re di internet.

Jerry Yang e David Filo fondarono Yahoo nel 1994. Inizialmente chiamarono il sito “David and Jerry’s Guide to the World Wide Web” prima di cambiare il nome in Yahoo, che sta per “Yet Another Hierarchical Organized Oracle”

Al suo apice, nei primi anni 2000, Yahoo è stato valutato 125 miliardi di dollari.

Yahoo era una tale forza che i fondatori di Google Larry Page e Sergei Brin si offrirono di vendere Google a Yahoo per 1 milione di dollari nel 1998, ma Yahoo rifiutò.

Nel 2000, Yahoo è riuscito infine ad ottenere che Google alimentasse la sua ricerca sul web. Nel 2002, Yahoo ha offerto di acquistare Google per 3 miliardi di dollari. Questa volta Google ha rifiutato, affermando di valere almeno 5 miliardi di dollari. Nel 2004 Yahoo ha abbandonato Google per la propria tecnologia di ricerca.

Nel 2008, Google dominava già il mercato della ricerca. Quindi, per scalzare il gigante della ricerca, Microsoft si offrì di acquisire Yahoo per 44,6 miliardi di dollari (o 31 dollari per azione), un premio del 62% rispetto al prezzo di chiusura di Yahoo. Microsoft ha poi ritirato l’offerta dopo che Yahoo ha dichiarato che era “troppo bassa”.

Nel 2016 Yahoo è stata venduta a Verizon per 5 miliardi di dollari. Verizon aveva già acquisito AOL nel 2015 per 4,4 miliardi di dollari, quindi ha unito Yahoo e AOL sotto il suo brand “Oath”.

Nel 2021, Apollo Global Management ha acquisito Verizon Media (precedentemente nota come Oath), il cui portafoglio comprendeva AOL e Yahoo, per 5 miliardi di dollari – la metà di quanto pagato da Verizon per AOL e Yahoo.

Numero di ricerche: Nel 2022, Yahoo conta oltre 700 milioni di utenti attivi mensili e riceve 3,4 miliardi di visite mensili.

Fatturato annuale: Nel 2021, Yahoo guadagnerà 873,8 milioni di euro (circa 920 milioni di dollari).

Baidu

Homepage di Baidu
Homepage di Baidu

Baidu è stata fondata e incorporata da Robert Li ed Eric Xu nel 2000. Ha sede nel distretto Haidan di Pechino ed è il più grande motore di ricerca cinese.

Li e Xu hanno lanciato Baidu come sito web indipendente con un finanziamento di 1,2 milioni di dollari da parte delle importanti società di venture capital Integrity Partners e Peninsula Capital.

Il nome di Baidu è tratto da una poesia cinese: “La tavola di giada verde nella festa delle lanterne“. Scritta da Xin Qiji (1140-1207), la poesia parla della ricerca dei propri sogni nonostante le distrazioni… che è essenzialmente ciò che fa un motore di ricerca.

Numero di ricerche: A giugno 2022, Baidu ha ricevuto 5,4 miliardi di visite mensili.

Fatturato annuale: Nel 2021 Baidu ha registrato un fatturato annuo di 19,5 miliardi di dollari.

Yandex

Homepage di Yandex
Homepage di Yandex

Yandex.ru è un motore di ricerca russo fondato nel 1993 da Arkady Volozh e Ilya Segalovich. Il suo nome sta per “Yet Another iNDEXer”

Yandex è stato lanciato ufficialmente nel 1997 e ha introdotto la pubblicità contestuale nel 1998. Nel 2000 è stata registrata come azienda autonoma.

Tra il 2000 e il 2011, Yandex si è concentrata sulla costruzione della sua presenza in paesi come Bielorussia, Ucraina, Kazakistan, Uzbekistan e Turchia. Nel 2011, Yandex è stata quotata alla Borsa di New York con un’offerta pubblica iniziale (IPO) di 1,3 miliardi di dollari.

Il vantaggio di Yandex rispetto agli altri motori di ricerca è la sua capacità di comprendere l’inflessione russa per le query di ricerca, una caratteristica fondamentale dato che le parole russe possono assumere quasi 20 finali diversi per indicare la loro relazione reciproca.

Numero di ricerche: A giugno 2022, Yandex riceve 3,8 miliardi di visite mensili.

Ricavi annuali: Nel 2021 Yandex ha guadagnato 356 miliardi di rubli russi (equivalenti a 6,74 miliardi di dollari).

DuckDuckGo

Homepage di DuckDuckGo
Homepage di DuckDuckGo

DuckDuckGo è un motore di ricerca internet fondato da Gabriel Weinberg nel 2008.

Ciò che distingue DuckDuckGo dagli altri è il suo impegno a proteggere la privacy dei suoi utenti. DuckDuckGo non raccoglie o memorizza le informazioni personali e non indirizza annunci pubblicitari. L’impostazione predefinita è privata, a differenza di altri motori di ricerca che in genere mantengono le informazioni private solo quando si utilizza la modalità in incognito.

Numero di ricerche: A giugno 2022, DuckDuckGo registra una media di almeno 92 milioni di visite al giorno.

Ricavi annuali: DuckDuckGo è in attivo dal 2014 e ha un fatturato annuo di oltre 100 milioni di dollari.

Qual è la Quota di Mercato del Motore di Ricerca di Google?

La quota di mercato di Google oscilla tra l’86% e il 96%, a seconda della località. Ha dominato il mercato dei motori di ricerca sin dalla sua introduzione nel 1997. La quota di mercato globale del motore di ricerca, a giugno 2022, è pari al 91,88%.

A che Punto Sono gli Altri Motori di Ricerca?

Secondo StatCounter, a giugno 2022 la quota di mercato globale di Google era pari al 91,88%, seguita da Bing al 3,19%, Yandex all’1,52%, Yahoo all’1,33%, Baidu allo 0,76% e DuckDuckGo allo 0,64%. Altri motori di ricerca costituiscono il restante 0,68%.

Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca per tutti i dispositivi da StatCounter
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca per tutti i dispositivi da StatCounter

I dati di SimilarWeb mostrano che Google è in cima alla classifica dei motori di ricerca mondiali con il 90,63%, Yahoo segue con il 3,25%, Bing con il 2,88%, Yandex con lo 0,45%, Naver con lo 0,44% e altri motori di ricerca con il 2,34%.

Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca per tutti i dispositivi da SimilarWeb
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca per tutti i dispositivi da SimilarWeb

Quota di Mercato dei Motori di Ricerca in base al Dispositivo (a Giugno 2022)

Nell’ottobre 2016, il traffico mobile ha finalmente superato quello desktop.

Da allora, i motori di ricerca hanno modificato gli algoritmi per favorire i contenuti mobili e premiare la reattività ai dispositivi mobili.

Possiamo confrontare le quote di mercato dei motori di ricerca tra i vari dispositivi per vedere se il dispositivo è un fattore di utilizzo. Ad esempio, Google è in cima alle quote di mercato dei motori di ricerca per i dispositivi desktop e mobili, ma esercita il suo dominio soprattutto sulla ricerca mobile, con una quota di mercato del 93-95%.

Ciò suggerisce che la maggior parte dei telefoni cellulari utilizza Google come motore di ricerca predefinito oppure che la ricerca mobile di Google offre un’esperienza più fluida rispetto agli altri.

Desktop

Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su desktop da StatCounter
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su desktop da StatCounter
  • Google – 84,73%
  • Bing – 8,66%
  • Yahoo – 2,59%
  • Yandex – 1,49%
  • DuckDuckGo – 0,90%
  • Baidu – 0,64%
  • Altri – 0,99%
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su desktop da SimilarWeb
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su desktop da SimilarWeb
  • Google – 85,56%
  • Bing – 7,61%
  • Yahoo – 2,54%
  • Yandex – 0,75%
  • Naver – 0,72%
  • Altri – 2,81%

Dispositivi Mobili

Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su dispositivi mobili secondo StatCounter
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su dispositivi mobili secondo StatCounter
  • Google – 95,31%
  • Yandex – 1,54%
  • Baidu – 0,83%
  • Yahoo – 0,73%
  • Bing – 0,53%
  • DuckDuckGo – 0,5%
  • Altri – 0,56%
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su dispositivi mobili da SimilarWeb
Quota di mercato mondiale dei motori di ricerca su dispositivi mobili da SimilarWeb
  • Google – 93,38%
  • Yahoo – 3,63%
  • Bing – 0,35%
  • Naver – 0,3%
  • Yandex – 0,27%
  • Altri – 2,08%

Quota di Mercato dei Motori di Ricerca in Base al Paese (a Giugno 2022)

Diamo un’occhiata alle quote di mercato dei motori di ricerca nei paesi con una grande base di utenti internet.

Google domina nella maggior parte dei paesi oltre a Cina e Russia. Baidu domina in Cina con una quota di mercato del 75,54% (contro il 3,56% di Google), mentre Google e Yandex si dividono il mercato dei motori di ricerca della Russia.

Stati Uniti (U.S.)

Quote di mercato dei motori di ricerca negli Stati Uniti da StatCounter
Quote di mercato dei motori di ricerca negli Stati Uniti da StatCounter
  • Google – 86,99%
  • Bing – 7,02%
  • Yahoo – 3,11%
  • DuckDuckGo – 2,42%
  • Yandex – 0,12%
  • Ecosia – 0,10%
  • Altri – 0,24%

Regno Unito (U.K.)

Quota di mercato dei motori di ricerca per il Regno Unito da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca per il Regno Unito da StatCounter
  • Google – 91,74%
  • Bing – 5,14%
  • Yahoo – 1,64%
  • DuckDuckGo – 0,87%
  • Ecosia – 0,32%
  • Yandex – 0,15%
  • Altri – 0,14%

Canada

Quota di mercato dei motori diricercain Canada da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca in Canada da StatCounter
  • Google – 91,18%
  • Bing – 5,51%
  • Yahoo – 1,58%
  • DuckDuckGo – 1,31%
  • Yandex – 0,12%
  • Ecosia – 0,10%
  • Altri – 0,20%

Australia

Quota di mercato dei motori di ricerca in Australia da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca in Australia da StatCounter
  • Google – 93,37%
  • Bing – 4,63%
  • Yahoo – 0,84%
  • DuckDuckGo – 0,80%
  • Ecosia – 0,15%
  • Yandex – 0,08%
  • Altri – 0,13%

Cina

Quota di mercato dei motori di ricerca in Cina da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca in Cina da StatCounter
  • Baidu – 75,54%
  • Bing – 11,47%
  • Sogou – 4,83%
  • Google – 3,56%
  • Haosou – 2,20%
  • Shenma – 1,74%
  • Altri – 0,66%

Federazione Russa

Quota di mercato dei motori di ricerca per la Federazione Russa da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca per la Federazione Russa da StatCounter
  • Yandex – 49,02%
  • Google – 48,08%
  • Mail.ru – 1,24%
  • Bing – 0,84%
  • DuckDuckGo – 0,40%
  • Yahoo – 0,31%
  • Altri – 0,11%

Quota di Mercato dei Motori di Ricerca in Base alla Regione (a Giugno 2022)

Il dominio di Google è evidente anche quando si guarda alla quota di mercato dei motori di ricerca nelle diverse regioni, soprattutto in Sud America, dove il 96,35% di tutti gli utenti di internet si rivolge a Google.

Nord America

Quote di mercato dei motori di ricerca in Nord America da StatCounter
Quote di mercato dei motori di ricerca in Nord America da StatCounter
  • Google – 88,38%
  • Bing – 6,48%
  • Yahoo – 2,66%
  • DuckDuckGo – 2,01%
  • Yandex – 0,11%
  • Ecosia – 0,10%
  • Altri – 0,26%

Sud America

Quota di mercato dei motori di ricerca in Sud America da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca in Sud America da StatCounter
  • Google – 96,35%
  • Bing – 2,35%
  • Yahoo – 0,95%
  • DuckDuckGo – 0,12%
  • Petal Search – 0,08%
  • Ecosia – 0,08%
  • Altri – 0,07%

Europa

Quote di mercato dei motori di ricerca in Europa da StatCounter
Quote di mercato dei motori di ricerca in Europa da StatCounter
  • Google – 91,91%
  • Bing – 3,87%
  • Yandex – 1,75%
  • Yahoo – 0,98%
  • DuckDuckGo – 0,58%
  • Ecosia – 0,33%
  • Altri – 0,58%

Asia

Quota di mercato dei motori di ricerca in Asia da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca in Asia da StatCounter
  • Google – 92,40%
  • Yandex – 2,40%
  • Baidu – 1,63%
  • Bing – 1,54%
  • Yahoo – 1,08%
  • Naver – 0,37%
  • Altri – 0,58%

Africa

Quota di mercato dei motori di ricerca per l'Africa da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca per l’Africa da StatCounter
  • Google – 95,90%
  • Bing – 2,86%
  • Petal Search – 0,44%
  • Yahoo – 0,35%
  • Ananzi – 0,24%
  • DuckDuckGo – 0,09%
  • Altri – 0,12%

Oceania

Quota di mercato dei motori di ricerca in Oceania da StatCounter
Quota di mercato dei motori di ricerca in Oceania da StatCounter
  • Google – 93,36%
  • Bing – 4,63%
  • Yahoo – 0,86%
  • DuckDuckGo – 0,80%
  • Ecosia – 0,15%
  • Yandex – 0,08%
  • Altri – 0,12%

Quota di Mercato dei Motori di Ricerca nel 2022

Google è il leader indiscusso della ricerca online e detiene la maggiore quota di mercato dei motori di ricerca. Ma questo non significa che bisogna ignorare gli altri motori di ricerca più popolari, soprattutto se si vuole che il proprio sito web si posizioni in Cina o in Russia.

La ricetta per il successo è semplice: i motori di ricerca vogliono offrire agli utenti i risultati di ricerca più pertinenti. Quindi, create contenuti di qualità e seguite le best practice per costruire un sito web facile da usare per posizionare il vostro sito su tutti i motori di ricerca.

Iniziate scegliendo un buon provider di hosting. È una delle cose su cui la maggior parte delle persone sorvola, senza sapere che un hosting web economico porta a spendere di più. L’hosting a basso costo è spesso lento e questo può portare i motori di ricerca a penalizzare un sito web.

Date un’occhiata ai piani di hosting premium di Kinsta per avere i vantaggi di un sito web affidabile e performante per i negozi di ecommerce.