Se passate molto tempo online, probabilmente avete familiarità con il concetto di “dati nella cache” Sapete che il termine si riferisce ai dati memorizzati da qualche parte, ma potreste non avere una chiara idea del perché questo avvenga. Capire cos’è una cache e come funziona è essenziale per comprendere il web moderno.

Potete memorizzare i dati nella cache di un browser o di un server. Memorizzare questi dati permette di raggiungerli in modo più facile e veloce. Questo significa che potete offrire un’esperienza migliore agli utenti del vostro sito. Come utenti internet, potete anche caricare i siti web più velocemente.

In questo articolo, analizzeremo approfonditamente i dati della cache. Parleremo del tipo di dati che vengono memorizzati, del perché la cache è importante e dei pro e contro della cancellazione di queste informazioni.

Cominciamo!

Come Funzionano i Dati in Cache

Per prima cosa, è essenziale stabilire quali sono i molti tipi di dati in cache. I più comuni includono:

  • Informazioni che vengono memorizzate nella cache locale, per esempio, su PC, portatili e dispositivi smart
  • File del sito web che vengono memorizzati sul vostro server
  • Dati di siti web memorizzati nel vostro browser

In ognuno di questi casi, i dati che vengono salvati non sono proprio simili. Un’applicazione potrebbe memorizzare alcuni file nella memoria cache per caricarli più velocemente. Il vostro sito WordPress o il vostro host web potrebbero memorizzare file o copie delle pagine nella cache per migliorare le prestazioni. Allo stesso modo, il browser potrebbe salvare alcuni file in locale, in modo da non doverli ricaricare ogni volta che visitate un sito.

In tutti questi casi, i dati memorizzati nella cache migliorano l’esperienza dell’utente offrendo prestazioni migliori. Con questo, intendiamo tempi di caricamento più rapidi, indipendentemente dal fatto che si stia parlando di un’app o di un sito web.

In generale, la cache dei dati funziona più o meno allo stesso modo in ogni situazione. Qualcuno imposta delle regole per stabilire quali informazioni vengono memorizzate, dove e per quanto tempo. I dati in cache di solito hanno una data di scadenza. Questo assicura che non si rimanga bloccati a caricare file o informazioni obsolete molto tempo dopo aver aggiornato il sito web o l’applicazione.

Pronto a scoprire tutto sui dati della cache? 👩‍💻 Scopri quali sono i dati che vengono memorizzati, perché la cache è importante, i pro e i contro della cancellazione di queste informazioni e molto altro 👇 Clicca per twittare

Perché i Dati nella Cache Sono Importanti

Se siete assidui frequentatori del nostro blog, sapete che teniamo molto alle prestazioni dei siti web. Fare in modo che il vostro sito web si carichi più velocemente è essenziale per fornire la migliore esperienza utente possibile.

Se configurato correttamente, il caching può ridurre drasticamente i tempi di caricamento su tutta la linea. Diciamo, per esempio, che la home page del vostro sito ci mette un po’ a caricare a causa di un gran numero di immagini. Ci sono diverse cose che potete fare per assicurarvi che la pagina venga visualizzata il più velocemente possibile, come ad esempio:

  1. Comprimere le immagini prima o durante il caricamento per ridurre le dimensioni dei file
  2. Usare formati di immagine che in media non pesano tanto
  3. Utilizzare un Content Delivery Network (CDN) che può memorizzare le immagini nella cache
  4. Optare per un host web che gestisce la cache a livello di server, come Kinsta
  5. Configurare i file che il browser del visitatore dovrebbe mettere in cache

Delle cinque possibili ottimizzazioni delle prestazioni, tre di queste riguardano la cache. Oltre ad utilizzare un web host affidabile, il caching dei dati è forse il modo più efficace per far sì che il vostro sito si carichi più velocemente.

Tuttavia, la cache non è una bacchetta magica. Come abbiamo detto prima, le cache sono destinate ad essere temporanee. Non potete salvare gli stessi dati all’infinito e aspettarvi che rimangano rilevanti. I siti web e le applicazioni ricevono aggiornamenti regolari (almeno quelli buoni!). Questo significa che occasionalmente potreste dover cancellare la cache.

I Pro e i Contro della Cancellazione della Cache

Se non state riscontrando alcun problema, potete lasciare che i dati della cache scadano da soli. D’altra parte, non ci sono effetti negativi significativi nel cancellare i dati della cache oltre al fatto che dovrete ricaricare tutto da zero (una volta). Se cancellate i dati della cache del vostro browser, potreste registrare tempi di caricamento leggermente più lunghi per determinati siti web.

Nella maggior parte dei casi, non c’è bisogno di cancellare i dati della cache, a meno che non si verifichi un errore. Se c’è un sito web che non funziona come dovrebbe, o se state riscontrando un errore HTTP quando cercate di accedervi, cancellare i dati della cache è una delle operazioni che spesso raccomandiamo per risolvere il problema.

Se gestite un sito WordPress, potreste avere anche altre ragioni per voler cancellare la cache. Può essere una buona idea cancellare la cache ogni volta che fate delle modifiche significative al vostro sito, come cambiare tema, aggiungere plugin, cancellare pagine o anche caricare nuovi prodotti.

Fare questo assicura che i nuovi dati possano essere caricati correttamente. A seconda del vostro host o del plugin di caching che usate, la cache del vostro sito web potrebbe cancellarsi ogni volta che aggiornate il vostro contenuto.

Come Cancellare i Dati nella Cache (3 Metodi)

Per cancellare i dati nella cache si procede in modo molto diverso a seconda del lato dell’equazione in cui ti trovate. Se gestite un sito web, dovrete cancellare i dati nella cache a livello di server (o attraverso il vostro CDN, se ne state utilizzando uno).

D’altra parte, se siete un utente finale, cancellerete i dati della cache attraverso il vostro browser. Analizziamo entrambe le situazioni.

1. Cancellare la Cache del Browser

Se state usando un PC o un portatile, potete leggere la nostra guida completa per cancellare la cache del browser. Cancellare la cache sui dispositivi mobili funziona un po’ diversamente.

Per i dispositivi mobili, ci sono due tipi di dati nella cache che potete cancellare:

  1. Dati dell’applicazione in cache: Questi sono i file che le applicazioni salvano nella cache del vostro dispositivo per migliorare i tempi di caricamento. Di solito, questo tipo di dati si cancella attraverso le opzioni di gestione dell’applicazione.
  2. Dati della cache del sito web: Queste sono le informazioni che i siti web salvano sul dispositivo tramite la cache del browser. Il modo in cui cancellate questi dati dipende dal browser mobile che usate.

Cancellare la cache del browser su un dispositivo mobile è relativamente semplice. Per esempio, se state utilizzando la versione mobile di Chrome, potete aprire il menu Impostazioni e andare su Privacy e sicurezza > Cancella dati di navigazione. Poi selezionate l’opzione Immagini e file nella cache nella scheda Avanzate.

Cancellazione dei dati di navigazione nel browser Chrome.
Cancellazione dei dati di navigazione nel browser Chrome.

La procedura varia a seconda del browser che utilizzate. Per semplificarvi la vita, ecco le istruzioni per cancellare la cache in Safari (dato che Chrome e Safari sono i due browser più popolari al mondo).

2. Cancellare i Dati della Cache del Server

Se memorizzate i dati nella cache a livello di server e utilizzate WordPress, avete un paio di modi per cancellare quei file. Il vostro web host potrebbe memorizzare i dati nella cache a livello di server. In questo caso, dovreste poter cancellare questi dati dal vostro pannello di controllo del servizio di hosting.

È esattamente il caso di Kinsta. Se siete utenti di Kinsta, avete accesso al pannello di controllo MyKinsta. Da lì, potete andare su Siti e selezionare il sito web in questione.

Poi passate alla scheda Strumenti. Qui, vedrete l’opzione Cancella cache alla voce Cache del sito.

Cancella cache nella dashboard di MyKinsta.
Cancella cache nella dashboard di MyKinsta.

MyKinsta vi permette anche di modificare le date di scadenza della cache. Per farlo, selezionate l’opzione Modifica > Cambia scadenza cache.

Cambiare la data di scadenza della cache in MyKinsta.
Cambiare la data di scadenza della cache in MyKinsta.

In generale, se impostate delle date di scadenza della cache ragionevoli, non dovreste aver bisogno di cancellarla manualmente. Di default, Kinsta cancella la cache del vostro sito ogni ora, che dovrebbe essere una frequenza sufficiente per la maggior parte dei siti web. Per prevenire problemi con gli utenti che caricano informazioni non aggiornate, cancelliamo la cache ogni volta che una pagina o un post in WordPress vengono aggiornati.

Se state utilizzando un plugin per la cache di WordPress, questo dovrebbe avere un’opzione per cancellare la cache manualmente. I passaggi esatti variano a seconda del plugin di caching che avete, quindi vi consigliamo di controllare la documentazione ufficiale del plugin per maggiori informazioni.

3. Cancellare la Cache del CDN

Un CDN mette in cache i dati del vostro sito web o della vostra applicazione in cluster di server in tutto il mondo. Quando i visitatori cercano di accedere al vostro sito, le richieste vengono indirizzate al server più vicino. Questo serve una versione in cache del vostro sito o una parte dei suoi dati.

In breve, un CDN vi aiuta a migliorare le prestazioni del vostro sito riducendo il suo carico di lavoro. I server di un CDN sono di solito ottimizzati per gestire un traffico notevole senza colli di bottiglia. Inoltre, i dati del vostro sito non hanno bisogno di viaggiare così lontano. Possono essere recuperati da un server vicino che fa parte del CDN.

Se state usando un CDN, questo dovrebbe includere un’opzione per cancellare i file della cache del vostro sito dai suoi server. Noi di Kinsta usiamo il CDN di Cloudflare per tutti i siti web dei nostri clienti. Potete anche cancellare la cache del CDN attraverso il pannello di controllo di MyKinsta.

Selezionate la scheda Kinsta CDN e aprite le impostazioni del vostro sito. All’interno, troverete l’opzione Cancella cache CDN.

Cancella cache CDN in MyKinsta.
Cancella cache CDN in MyKinsta.

Se avete un provider CDN alternativo, dovrete controllare la sua documentazione e trovare le istruzioni per cancellare la cache. Non dovrebbe essere difficile trovare questa opzione, dato che è una cosa che dovrete eseguire quando utilizzate un CDN.

Capire cos'è la cache e come funziona è fondamentale per capire il web moderno... e questa guida è perfetta per iniziare 💪 Clicca per twittare

Riepilogo

Il caching dei dati è una parte essenziale del web moderno. Ricaricare ogni risorsa di ogni sito web ogni volta che viene visitato è inefficiente. Sfruttando il caching, potete dire ai browser dei visitatori quali dati devono memorizzare e per quanto tempo prima che scadano. Inoltre, se avete un host rispettabile o un CDN (preferibilmente entrambi), avrete anche accesso al caching a livello di server.

Ricapitoliamo velocemente i tre metodi per cancellare i dati memorizzati:

  1. Cancellare la cache del browser.
  2. Cancellare i dati memorizzati dal server.
  3. Cancellare la cache del CDN.

Avete domande sul caching dei dati? Scrivetele nella sezione commenti qui sotto!


Tieni tutte le tue applicazioni, database e Siti WordPress online e sotto lo stesso tetto. La nostra piattaforma cloud ad alte prestazioni è ricca di funzionalità e include:

  • Semplici configurazione e gestione dalla dashboard di MyKinsta
  • Supporto esperto 24/7
  • I migliori hardware e network di Google Cloud Platform, con la potenza di Kubernetes per offrire la massima scalabilità
  • Integrazione di Cloudflare di livello enterprise per offrire velocità e sicurezza
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center e 275+ PoP in tutto il mondo

Prova tu stesso con 20 dollari di sconto sul primo mese di Hosting di Applicazioni o Hosting di Database. Esplora i nostri piani oppure contattaci per trovare la soluzione più adatta a te.