WordPress è il sistema di gestione dei contenuti più diffuso e Mailchimp è il suo equivalente per l’email marketing.

Quindi, perché non combinare le due cose?

In questa guida scoprirete come configurare Mailchimp per WordPress. Grazie a questo strumento potrete attivare i moduli opt-in sul vostro sito web, impostare campagne di email marketing e inviare email ogni volta che pubblicate un nuovo articolo sul blog.

Iniziamo a scoprire come aggiungere Mailchimp a WordPress!


Perché Usare Mailchimp per WordPress?

La libreria di plugin di WordPress offre già una vasta gamma di plugin e widget per l’email marketing e la creazione di liste.

La domanda che sorge spontanea è: cosa rende Mailchimp più interessante rispetto alle decine di alternative? Perché dovreste usare Mailchimp sul vostro sito WordPress?

Ecco perché:

  • Mailchimp offre un account gratuito per un massimo di 2.000 contatti. Molte applicazioni di email marketing di alto livello non propongono piani gratuiti e, se li hanno, è difficile battere le funzioni offerte da Mailchimp.
  • Con Mailchimp potete creare moduli di opt-in attraverso un metodo manuale o con un plugin. Queste due opzioni consentono una configurazione piuttosto flessibile. WordPress supporta la codifica personalizzata e ci sono molti plugin per Mailchimp, quindi è possibile utilizzare quello che vi fa sentire più a vostro agio.
  • È anche possibile usare Mailchimp per i moduli di registrazione al sito web. Gli utenti arrivano sul vostro sito e creano un profilo utente; questi moduli sono spesso usati nei siti web di membership, negli eCommerce e nei forum.
  • Il processo di progettazione delle email di Mailchimp è impareggiabile. Grazie ai suoi bellissimi modelli e all’editor drag-and-drop, non vi serve essere designer o esperti di email marketing per creare campagne straordinarie. Inoltre, avete a disposizione un’ampia libreria di template.
  • Diversi strumenti di automazione collegano gli aggiornamenti di WordPress alle email di Mailchimp, consentendovi di inviare email per cose come i nuovi articoli e come email di benvenuto o campagne drip quando le persone si iscrivono alla vostra lista.
  • Mailchimp dispone di strumenti avanzati di targeting per dare a chi vi legge o ai di WordPress la possibilità di scegliere quali email ricevere. Potete anche scegliere il target in base al tipo di utente.
  • Se non vi piacciono i plugin o i metodi principali per integrare Mailchimp con WordPress, potete sempre usare estensioni di terze parti, visto che ce ne sono centinaia sul mercato. Questo è solo uno dei vantaggi di Mailchimp, uno strumento di email marketing piuttosto popolare.
  • Potete visualizzare le statistiche di Mailchimp sul cruscotto di WordPress, ma sono ricche di informazioni essenziali come i tassi di apertura delle email, i click e le posizioni degli utenti.
  • Mailchimp si integra perfettamente con i siti web WooCommerce, aiutandovi a inviare email transazionali automatiche per cose come messaggi di carrello abbandonato, ricevute e codici coupon.
  • L’integrazione di Mailchimp e WordPress vi permette di sfruttare un’ampia gamma di altre funzioni di automazione e marketing al di fuori del solito email marketing. Per esempio, potete collegare i vostri account di social media, lanciare annunci digitali basati sulle email, creare landing page e molto altro ancora.

Come potete vedere, Mailchimp offre una suite di strumenti piuttosto solida. Ma quando ottimizzate Mailchimp per WordPress e integrate l’intero processo, diventa una piattaforma di marketing molto più utile per il vostro sito web.

WordPress è il re dei CMS. E Mailchimp è il re dei programmi di email marketing. Quindi, perché non mettere insieme le due cose? 🤝Click to Tweet

Come Configurare un Account Mailchimp

I primi due passi per configurare Mailchimp per WordPress sono:

  • Avere un sito WordPress
  • Creare un account Mailchimp

Dopo aver creato questi due account, possiamo procedere a collegarli tra loro con un plugin o un codice (per saperne di più, leggete sotto).

La nostra guida su come iniziare a lavorare con Mailchimp copre la maggior parte del processo che va dal sito web di Mailchimp a come muoversi nella bacheca di Mailchimp.

Come breve promemoria, ecco i passaggi per avviare un account Mailchimp, oltre ad alcuni suggerimenti aggiuntivi non riportati nella guida:

Iniziate dal sito web di Mailchimp.com e controllate le sue caratteristiche per assicurarvi che sia esattamente la piattaforma di email marketing che volete usare per il vostro sito WordPress.

Una volta pronto, fate clic sui pulsanti Iscriviti gratis o Inizia oggi: entrambi vi portano alla stessa pagina per creare un account.

Nella homepage di Mailchimp, fate clic su uno dei pulsanti
Sulla homepage di Mailchimp, fate clic su uno dei pulsanti “Inizia” o “Iscriviti”

Vi verrà chiesto di selezionare un piano tariffario Mailchimp. Vi consigliamo di iniziare con il piano Free fino a quando non avrete superato il limite massimo di 2.000 utenti o non avrete bisogno di una delle funzioni premium.

Scegliete il piano Free per avviare l'account Mailchimp
Scegliere il piano Free per avviare l’account Mailchimp (Fonte immagine: Mailchimp.com)

Le schermate seguenti vi mostrano i campi in cui digitare la vostra email e il nome utente e la password desiderati. Vi verrà inoltre richiesto di indicare a Mailchimp il vostro nome, cognome e potenzialmente altre informazioni personali per completare la configurazione dell’account. Il sito contiene anche un quiz sul marketing che potete ignorare, ma è utile per individuare le giuste funzioni nella vostra bacheca.

Modulo Mailchimp con le informazioni di base per configurare un account
Compila campi come il vostro nome, la tua ragione sociale e l’URL del vostro sito web (Fonte immagine: Mailchimp.com)

Dopo aver fatto tutto questo, Mailchimp vi manda alla bacheca principale, dove vedrete un messaggio di benvenuto, statistiche rapide sull’invio di campagne e dettagli sulla dimensione della vostra mailing list.

Leggete la nostra guida su come usare MailChimp (e costruire la vostra mailing list) per continuare il processo.

Configurare Mailchimp per WordPress significa integrare l’account Mailchimp attuale per inserire un modulo Mailchimp nel vostro sito WordPress, per esempio nella homepage, nella barra laterale o nell’header.

Con un modulo incluso nel vostro sito, tutti i dati inseriti dagli utenti vengono trasferiti dal modulo del sito alla bacheca di Mailchimp. Potete gestire tutti gli aspetti della mailing list da Mailchimp, con opzioni per il targeting, la suddivisione degli utenti in gruppi e la visualizzazione delle statistiche. Potete anche modificare il design del modulo di iscrizione in Mailchimp.

L’obiettivo principale dell’integrazione di Mailchimp per WordPress è quello di creare una mailing list. Tutto ciò che segue dipende dalla vostra creatività, dal desiderio di inviare email e dal tipo di attività che gestite. Mailchimp è ricco di strumenti per soddisfare tutte le vostre esigenze, come per esempio:

  • Inviare email di benvenuto automatiche per coloro che si iscrivono dal vostro modulo
  • Creare newsletter mensili per il vostro punto vendita
  • Collegare l’integrazione con il vostro negozio di ecommerce per la consegna delle ricevute
  • Impostare messaggi di carrello abbandonato
  • Inviare altre email transazionali

Come Configurare Mailchimp su WordPress

Le integrazioni di Mailchimp sono disponibili in molte forme diverse, alcune delle quali includono:

  • Creare un modulo di iscrizione Mailchimp senza plugin sul vostro sito WordPress.
  • Creare un modulo di iscrizione a Mailchimp con un plugin da inserire in un sito WordPress.
  • Inserire un modulo di iscrizione Mailchimp sul vostro sito WordPress come widget, nella barra laterale, nel footer o in altre aree widget.
  • Collegare il vostro sito WordPress in modo che si verifichino azioni automatiche come l’invio di aggiornamenti degli articoli del blog o di messaggi di ecommerce dal vostro sito WordPress.

Nella sezione seguente tratteremo il collegamento del vostro sito WordPress a Mailchimp e completeremo tutti i tipi di integrazione menzionati. Potrete quindi decidere quella che ha più senso per la vostra organizzazione in base al costo, ai requisiti di competenza e a ciò che risulta con i moduli e le email più belli.

Come Creare un Modulo di Iscrizione Mailchimp per WordPress Senza Plugin

Mailchimp offre un proprio plugin per WordPress (anche se noi lo sconsigliamo) e potete trovare diversi plugin di terze parti per aggiungere un modulo Mailchimp a WordPress. Tuttavia, chiunque dovrebbe sapere come aggiungere un modulo Mailchimp a WordPress, o a qualsiasi sito web, senza installare un plugin.

Rinunciare a un plugin ha i suoi vantaggi, dalla riduzione del numero di plugin sul vostro sito WordPress alla riduzione del tempo dedicato alla progettazione del modulo e alla sua installazione sul sito.

Andate alla bacheca di Mailchimp e selezionate la voce di menu Audience. In questo modo si accede alla bacheca con i dati del pubblico, che elenca i diversi pubblici e il numero di iscritti a ciascuna lista.

Un “audience” è il modo in cui Mailchimp chiama una mailing list. Le audience sono database di liste di email che registrano tutte le informazioni di contatto dei clienti.

Per creare un modulo su Mailchimp, dovete prima capire che le audience sono direttamente collegate ai vostri moduli. Quando create un modulo, tutti i dati raccolti vengono inviati a una delle vostre liste di destinatari.

Per fortuna, per impostazione predefinita, il piano Free di Mailchimp collega automaticamente il vostro pubblico principale a tutti i moduli che create (visto che nel piano Free potete avere un solo pubblico). Con i piani più avanzati, dovete assegnare un pubblico a ogni modulo.

La pagina della Mailchimp Audience Dashboard mostra informazioni come il nome della vostra lista (in questo caso, abbiamo chiamato il pubblico “Lista WordPress”) e il numero di iscritti nel pubblico. Dentro ci trovate i link Add Subscriber (aggiungere abbonati), Import contacts (importare contatti) e quello per creare moduli di iscrizione (Signup forms).

L'Audience Dashboard mostra il nome della vostra mailing list e diversi pulsanti per aggiungere abbonati, importare contatti e creare moduli di iscrizione.
La bacheca Audience mostra diversi dettagli sul vostro pubblico.

Ora che avete compreso il concetto di pubblico per Mailchimp, andate alla voce di menu Signup Forms nella scheda Audience Dashboard.

Questo pulsante vi porta a una pagina per creare, personalizzare e incorporare i moduli di Mailchimp.

Andate alla scheda Signup Forms per creare e incorporare i moduli, quindi inseriteli nel vostro sito WordPress.
Andate alla scheda “Signup Forms” per creare e incorporare moduli per il vostro sito WordPress

Con Mailchimp sono disponibili diversi tipi di moduli di iscrizione.

Più avanti parleremo di opzioni alternative, ma il modo classico per aggiungere un modulo Mailchimp a WordPress è il costruttore di moduli incorporati, chiamato Embedded Forms.

Pertanto, fate clic sul pulsante Select accanto all’opzione Embedded Forms.

L’opzione Embedded Forms serve a generare codici HTML da incorporare su siti o blog per raccogliere contatti
Usate l’opzione “Embedded Forms” per generare moduli rapidi da incorporare con codice su WordPress

In questa pagina vedrete un menu con stili di moduli come Classic, Condensed, Horizontal, Unstyled e Advanced.

Fate liberamente clic su questi stili per vedere l’aspetto di ciascuno di essi. Il modulo Classic è di solito un buon inizio, mentre i moduli Condensed e Horizontal offrono un design più moderno. Le schede dei moduli Unstyled e Advanced funzionano bene se volete fare personalizzazioni più imponenti.

Le cinque etichette che identificano i tipi di moduli in Mailchimp
Ci sono cinque tipi di moduli tra cui scegliere in Mailchimp

Per esempio, passando alla scheda Condensed cambia ciò che vedete nel modulo Preview.

Come vedete offre un design leggermente più elegante e un numero minore di campi, il che lo rende ideale per un’area del vostro sito web in cui non c’è molto spazio.

L’anteprima dello stile con l’opzione Condensed.
La scheda “Condensed” elimina la maggior parte dei campi e comprime le dimensioni del modulo

La scheda Unstyled, invece, priva l’intero modulo di qualsiasi stile: vi consente di inserirlo nel vostro sito WordPress e di lasciarlo nella sua forma grezza o di personalizzare successivamente il CSS in WordPress per ottenere un aspetto più personalizzato. La scheda Advanced funziona in modo simile all’opzione Unstyled, ma consente personalizzazioni più complesse.

Anteprima dell’opzione Unstyled che, come l’Advanced, è riservato a personalizzazioni più complesse
I moduli “Unstyled” e “Advanced” sono preferibili per le personalizzazioni più complesse

Detto questo, tornate alla scheda Classic.

Ci piace lo stile Classico per il suo design modesto, per la capacità di integrarsi in qualsiasi sito web e per la possibilità di aggiungere più o meno campi del modulo.

Vi invitiamo a esplorare le varie impostazioni della scheda Classic e a osservare come ogni impostazione modifichi lo stile mostrato nella sezione Anteprima.

Per esempio, possiamo selezionare il pulsante di opzione Show Only Required Fields, in modo che l’anteprima nasconda tutti i campi tranne quello dell’indirizzo email.

Impostazione dello stile Classic con cui mostrare solo i campi obbligatori
Il modulo “Classic” ha un’impostazione per mostrare solo i campi obbligatori

Dall’altro punto di vista, potreste voler includere più campi. In questo caso, scegliete il pulsante di opzione Show All Fields.

Ora abbiamo campi di iscrizione “non obbligatori” come First Name, Last Name e persino uno per i compleanni, Birthday, delle persone iscritte.

Il pulsante Show All Fields rivela campi come First Name, Last Name, e Birthday
Il pulsante “Show All Fields” rivela campi per indicare nome, cognome e compleanno

Inoltre, non è una cattiva idea cercare tra le impostazioni aggiuntive, come per esempio:

  • Show Interest Group Fields
  • Show Required Field Indicators
  • Show Format Options
  • E il campo Optional Form Width
Creazione del codice di inserimento del modulo Mailchimp
Creare il codice di inserimento del modulo di Mailchimp

Una volta terminata la personalizzazione del modulo di Mailchimp, scorrete fino in fondo alla pagina per individuare la sezione Copy/Paste Onto Your Site.

Non dovete sapere nulla di questo blocco di codice, solo che contiene gli elementi di stile e di database per presentare il vostro modulo nel modo giusto e raccogliere tutti i dati inseriti.

Selezionate l’intero blocco di codice e copiatelo negli appunti del vostro computer.

Il codice del modulo di Mailchimp copiato nel riquadro apposito
Quando avete finito di progettare, copia il codice del modulo

Ora dobbiamo inserire il modulo nel vostro sito WordPress.

Per farlo, aprite la bacheca del vostro sito WordPress.

I moduli incorporabili di Mailchimp possono essere inseriti in qualsiasi punto del sito che accetti un codice HTML incorporabile. Quindi, potete creare un nuovo articolo, una pagina, una pagina di prodotto o un widget: tutti dovrebbero supportare il codice HTML. Potreste anche aprire una pagina o un articolo pubblicato in precedenza per inserire il modulo da qualche parte.

Per il nostro tutorial ci siamo spostati sulla homepage del sito, dove inseriremo il modulo in fondo alla pagina sotto un elenco di prodotti.

Per fare questo nell’editor dei blocchi visuali, fate clic sul pulsante Add Block (ha la forma di un segno più +). Sfogliate la collezione di blocchi disponibili su WordPress oppure digitate “HTML” nella barra di ricerca (Search).

Trovate il blocco Custom HTML e inseritelo nella pagina o nell’articolo di WordPress.

Il blocco Custom HTML e il segno + per aggiungere un nuovo blocco
Clicca sul pulsante “Aggiungi blocco” e trova il blocco “HTML personalizzato”

Il blocco Custom HTML vi permette di incollare l’HTML da qualsiasi fonte. In seguito, WordPress elabora l’HTML per mostrare il suo vero design.

Posizionate un cursore nel campo del blocco Custom HTML e incollate il codice del modulo Mailchimp che avete copiato negli appunti.

Dovreste vedere il codice nel blocco.

Il codice Mailchimp visto in formato HTML
Incollate il codice Mailchimp precedentemente copiato nel blocco “Custom HTML”

Selezionate il pulsante Preview all’interno del blocco Custom HTML per verificare l’aspetto del modulo.

Questo dimostra che abbiamo aggiunto correttamente un modulo Mailchimp per WordPress al sito web.

Il modulo visto in modalità anteprima
Seleziona il pulsante “Preview” per vedere come apparirà l’HTML sul frontend

Per completare il processo, fate clic sul pulsante Publish o Update di WordPress.

Naviga nel frontend della pagina e controllate che tutto sia corretto.

Anteprima del modulo
Controllate il frontend per visualizzare il nuovo modulo e testarlo

Dovreste anche pensare a testare la funzionalità del modulo stesso.

Inserite le informazioni di un finto cliente – nome e indirizzo email – e fate clic sul pulsante Subscribe.

Un modulo di test con indirizzo email, nome e cognome e la ata di nascita
Inserite le informazioni di un cliente di prova, poi fate sul pulsante “Subscribe”

Verrà visualizzato un messaggio di ringraziamento per l’iscrizione (Thank You For Subscribing), che può essere personalizzato nella bacheca di Mailchimp.

Il messaggio in verde Thank You for Subscribing
Il modulo funziona se vedete il messaggio di ringraziamento

Tornando a Mailchimp, andate alla scheda All Contacts nella sezione Audience per verificare se il test di iscrizione dell’utente è andato a buon fine.

Come previsto, abbiamo un nuovo contatto (siamo passati da 2 a 3) e l’elenco degli indirizzi email in fondo alla pagina contiene l’email che abbiamo digitato nel modulo.

Schermata Audience della bacheca Mailchimp con la lista dei contatti
Controllate l’elenco dei contatti in Mailchimp (fonte: Mailchimp.com)

Altri Stili di Moduli di Iscrizione Incorporabili in Mailchimp

Abbiamo visto che nella pagina Signup Forms di Mailchimp sono disponibili una serie di altri stili di moduli.

Non tutti funzionano bene per essere incorporati nel vostro sito web WordPress. Tuttavia, tutti hanno una funzione, in particolare se desiderate generare una pagina web separata e condivisibile per il vostro modulo di iscrizione o far apparire una finestra pop-up quando le persone arrivano sul vostro sito.

Nella sezione Signup Forms, potete cliccare su questi stili di modulo per vedere quali possono essere utili per le vostre esigenze di design.

Il link Form Builder, per esempio, fornisce uno strumento di design per costruire una versione estesa di ciò che abbiamo creato con i moduli incorporati (Embedded Forms).

Opzione Form Builder nella sezione Signup Forms
Potete modificare ogni aspetto del design di un modulo nel “Form Builder”

Tuttavia, è bene notare che il Form Builder non genera un modulo di Mailchimp incorporabile, ma piuttosto un URL del modulo di iscrizione Signup Form URL da condividere con altre persone, da pubblicare sui vostri account social o da collegare potenzialmente a un pulsante sul vostro sito web.

È utile avere un link di questo tipo se avete bisogno di inviare il modulo a qualcuno in modo rapido. Il Form Builder offre un’esperienza di progettazione completa con campi e impostazioni di campo personalizzabili.

Ricordate che il link prodotto invia gli utenti a una pagina web ospitata da Mailchimp, non al vostro sito web. Il modulo è sempre vostro e continua a raccogliere informazioni sui clienti e a inserirle nel vostro pubblico, ma dovete optare per Embeddable Forms se volete configurare Mailchimp per WordPress. Potete sempre progettare un modulo nel Form Builder e passare alla pagina dei moduli incorporabili Embeddable Forms per individuarne il codice.

Il campo Signup Form URL nel Form Builder dove trovate l’URL da condividere
Il “Form Builder” fornisce un URL per condividere il vostro modulo in una pagina web esterna

Un altro stile di modulo, chiamato modulo Subscriber Pop-up, vi permette di incorporare un codice nascosto nei file del vostro sito WordPress in modo che un modulo pop-up appaia ogni volta che un cliente completa un’azione come lo scorrimento verso il basso della Homepage, oppure tenta di lasciare il vostro sito o la navigazione per un certo periodo.

Opzione Subscriber Pop-up nell’area Signup Forms
Scegliete l’opzione Subscriber Pop-up per generare e personalizzare i moduli pop-up

Mailchimp offre un elegante costruttore di moduli pop-up con opzioni per regolare tutto, dai campi del modulo ai messaggi di conferma.

Potete anche scegliere tra le seguenti impostazioni per decidere quando visualizzare il modulo pop-up:

  • Immediatamente
  • Dopo 5 secondi
  • Dopo 20 secondi
  • Dopo che l’utente scorre fino a metà pagina
  • Dopo che l’utente scorre fino alla fine della pagina
  • Quando un utente cerca di uscire dal vostro sito web

Il problema di un modulo pop-up in Mailchimp è che dovete aggiungere un po’ di codice ai file del vostro sito WordPress. Sebbene non sia necessario conoscere la programmazione, questo processo richiede una certa conoscenza dell’architettura dei file di WordPress. Vi consigliamo di leggere la nostra guida sui file di WordPress e sul loro utilizzo se intendete inserire un modulo pop-up di Mailchimp nel vostro sito.

In Mailchimp, dovete cliccare sul link Connect Site per creare un modulo pop-up in Mailchimp per WordPress.

Pulsante con il link Connect Site
Selezionate il link “Connect Site” per iniziare a collegare un modulo pop-up al vostro sito WordPress

Dopodiché, Mailchimp fornisce indicazioni dettagliate sulla pubblicazione del modulo pop-up su WordPress o su qualsiasi altro sistema di gestione dei contenuti o costruttore di siti web.

Esistono alcune integrazioni, ma in generale è necessario accedere alla sezione <head> dei file del vostro sito WordPress e incollare il codice consigliato. Inoltre, Mailchimp vi chiede di digitare l’URL del vostro sito web.

Per attivare un modulo pop-up form su WordPress, dovete inserire del codice nella sezione <head> del vostro sito e indicare a Mailchimp l’URL del vostro sito
Attivazione di un modulo pop-up su WordPress

Come Creare un Modulo di Iscrizione Mailchimp per WordPress con un Plugin

Molte persone non hanno interesse ad aggiungere un modulo Mailchimp a WordPress utilizzando il codice, soprattutto quando è necessario attingere ai file di WordPress. Sebbene il processo di base di inserimento del codice HTML in WordPress sia relativamente semplice, ci sono molti vantaggi nel lavorare con i plugin.

Innanzitutto, i plugin di Mailchimp per WordPress eliminano la necessità di lavorare sul codice grazie a editor drag-and-drop, visual designer e template di moduli. Inoltre, anche se può non sembrare una grande seccatura, non dovete nemmeno copiare un codice embed quando usate un plugin. È un vero lusso.

Inoltre, i plugin di Mailchimp per WordPress ampliano le funzioni di base per la creazione di moduli nella bacheca di Mailchimp e vi offrono più elementi di design, temi predefiniti e opzioni per creare notifiche uniche, moduli multipli e altri stili di moduli come le barre superiori.

Inoltre, decine di team di sviluppo e developer freelance esterni offrono le loro integrazioni da Mailchimp a WordPress con caratteristiche particolari che non potete trovare altrove.

Con questa sezione vogliamo guidarvi attraverso diversi tutorial per configurare Mailchimp per WordPress con i plugin.

Vi mostreremo come installare un plugin Mailchimp per WordPress su WordPress.com. Successivamente, vi spiegheremo come completare un processo simile per WordPress.org (la versione self-hosted di WordPress). Per maggiori informazioni, leggete le differenze tra WordPress.com e WordPress.org.

WordPress.org ha un plugin ufficiale chiamato Mail List Subscribe Form, ma non viene aggiornato da molti anni, probabilmente a causa delle scarse recensioni. Anche Mailchimp suggerisce alcuni plugin di terze parti nella sua documentazione e ne parleremo qui di seguito.

Come Configurare Mailchimp con Ninja Forms

Chi usa WordPress.org – la versione self-hosted di WordPress – dovrà utilizzare un plugin di terze parti per attivare Mailchimp per WordPress e inserire un modulo nel suo sito. Non esiste una funzione di connessione integrata come quella che potete trovare su WordPress.com. E sebbene Mailchimp offra un plugin ufficiale per WordPress, sembra che al momento abbia abbandonato il suo sviluppo. Forse ci sarà un aggiornamento in futuro, ma per il momento la scelta migliore è quella di installare un plugin di terze parti.

Uno di questi plugin si chiama Ninja Forms.

Homepage di Ninja Forms
Usate Ninja Forms per inserire i moduli Mailchimp su WordPress.org

Il plugin Ninja Forms offre funzioni per la creazione di bellissimi moduli di contatto, iscrizione e generazione di contatti, il tutto senza dover ricorrere al codice. Potete anche aggiungere campi aggiuntivi al modulo per ottenere informazioni specifiche dai clienti che lo compilano. Inoltre, Ninja Forms si integra con diversi provider di email marketing, tra cui Mailchimp. Grazie a questa integrazione, potete sfruttare le caratteristiche di design superiori di Ninja Forms e allo stesso tempo inviare le iscrizioni al buon vecchio Mailchimp Audience Manager.

Per usare Ninja Forms per creare una connessione tra Mailchimp e WordPress, accedete alla bacheca di WordPress e installate il plugin Ninja Forms. Per farlo, andate su Plugin > Aggiungi nuovo e digitate “Ninja Forms” nella barra di ricerca.

Installate e attivate Ninja Forms. Il plugin gratuito funziona per creare un’ampia gamma di stili di moduli di contatto, ma dovete anche acquistare e installare l’estensione di 49 dollari Mailchimp per Ninja Forms per aggiungere la funzionalità di collegamento di questi moduli al vostro database Mailchimp.

Homepage dell’estensione Mailchimp for Ninja Forms
L’estensione Mailchimp for Ninja Forms è necessaria

Potete quindi consultare la documentazione sul sito web di Ninja Forms per configurare un modulo per la vostra mailing list Mailchimp.

Come Configurare Mailchimp con Gravity Forms

Un altro plugin per la creazione di moduli che semplifica la configurazione di Mailchimp per WordPress e offre eccellenti strumenti per la progettazione di moduli si chiama Gravity Forms.

Gravity Forms non ha un piano gratuito, ma potete acquistare la versione base per 59 dollari all’anno. Dovrete anche attivare l’addon Mailchimp, che viene fornito gratuitamente con tutti i piani premium di Gravity Forms.

Homepage di Gravity Forms
Prendete in considerazione Gravity Forms per collegare Mailchimp a qualsiasi sito WordPress.org

Gravity Forms non ha una versione gratuita per WordPress, quindi è necessario registrare un account sul sito web di Gravity Forms. In seguito pagherete il plugin, lo scaricherete sul vostro computer e lo caricherete sul vostro sito WordPress.

Questo si può fare andando su Plugin > Aggiungi nuovo > Carica plugin nella bacheca di WordPress. Dopo l’installazione, fate clic sul pulsante Activate per farlo funzionare.

Il primo passo per utilizzare Gravity Forms con Mailchimp è attivare l’addon Mailchimp. In WordPress, fate clic su Forms > Add-Ons. Il pulsante Forms è il nuovo pulsante Gravity Forms.

Cercate la sezione del Mailchimp Add-on e fate clic sul pulsante Activate. Di solito è necessario accedere al vostro account Gravity Forms per attivare la funzione. Dovreste vedere un indicatore verde Active sotto il modulo del Mailchimp Add-on.

Estensione Mailchimp Add-on for Gravity Forms dentro la sezione Forms Add-ons nel backend di WordPress
Individuate e attivate “Mailchimp Add-on” per Gravity Forms

Ora il componente aggiuntivo di Mailchimp è pronto per l’uso, ma dovete ancora collegare il vostro account Mailchimp al componente aggiuntivo.

Come per Ninja Forms (e per tutti i plugin che si collegano al vostro account Mailchimp), dovete generare una chiave API nella bacheca di Mailchimp; questa chiave viene poi inserita nelle impostazioni di Gravity Forms per completare l’integrazione.

In Mailchimp, fate clic sull’avatar del vostro profilo nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Andate su Account > Extra > API Keys, quindi scorrete verso il basso per individuare la sezione Your API Keys.

Per ogni nuova integrazione di un’app, è consigliabile creare una nuova chiave API. Per esempio, se avete già testato la connessione di Mailchimp con Ninja Forms, dovete crearne una nuova anche per Gravity Forms.

Fate clic sul pulsante Create A Key per procedere.

La schermata successiva presenta una chiave API nella quarta colonna, che dovrete copiare negli appunti.

Schermata che evidenzia la chiave API.
La posizione della vostra chiave API.

Chiudete Mailchimp e tornate a WordPress.

Andate su Forms > Settings > Mailchimp.

Cercate il campo Mailchimp API Key sotto il pannello Mailchimp Settings.

Incollate la chiave copiata da Mailchimp nel campo.

Non dimenticate di fare clic su Save Settings per attivare l’integrazione.

Schermata delle impostazioni Mailchimp in Gravity Forms in cui inserire la chiave API
Andate su “Impostazioni” > “Mailchimp” sotto “Gravity Forms” per incollare la vostra “Mailchimp API Key”

Con la connessione Gravity Forms/Mailchimp attivata, potete accedere a tutte le mailing list del pubblico da Mailchimp all’interno dell’editor di Gravity Forms.

Dopodiché, leggete la documentazione del plugin sul sito web di Gravity Forms per completare operazioni come la creazione di un modulo di opt-in, la segmentazione delle liste email e l’abilitazione di moduli a doppio opt-in.

Come Aggiungere un Widget Mailchimp per WordPress

Oltre a inserire un modulo Mailchimp in una pagina o in un articolo di WordPress, potete inserire un widget WordPress per mostrare il modulo. I widget hanno diversi vantaggi, soprattutto quando si tratta di moduli opt-in di Mailchimp: sono ottimi per ridurre al minimo lo spazio occupato da un modulo e i widget vengono visualizzati sulla maggior parte delle pagine, in modo che i visitatori non vengano invitati a iscriversi alla vostra lista email solo in una pagina.

Esistono diversi metodi per configurare Mailchimp per WordPress utilizzando i widget:

  1. Copiare e incollare il codice HTML in un widget
  2. Con uno shortcode
  3. Da un plugin

Per iniziare, vi mostreremo come aggiungere un widget per un modulo Mailchimp copiando e incollando il codice HTML in un widget. Si tratta praticamente dello stesso metodo che abbiamo illustrato in precedenza in questo articolo – in cui si prende il codice HTML da Mailchimp e lo si incolla in un blocco HTML – ma questa volta incolliamo il codice in un widget invece che in un blocco di pagina o di articolo.

Pertanto, andate su Mailchimp e fate clic su Audience > Signup Forms > Embedded Forms.

Scegliete lo stile del modulo che volete incorporare nel widget. Il modulo Classic funziona bene, ma la versione Condensed facilita l’inserimento nello spazio ridotto di un widget. Potreste anche scoprire che un modulo con stile Horizontal ha un aspetto migliore a seconda del layout del vostro tema WordPress.

Per questo esempio, sceglieremo un modulo Condensed.

Indipendentemente dal formato scelto, configurate tutte le impostazioni desiderate, quindi selezionate l’intero blocco di codice nella sezione Copy/Paste Onto Your Site. Copiate il codice negli appunti.

Schermata Embedded Forms in cui copiare il codice da trasferire in WordPress
Progettate un modulo nella sezione “Embedded Forms”, quindi copiate il codice per trasferirlo in un widget di WordPress

Tornando a WordPress, andate su Aspetto > Personalizza. C’è anche un pulsante Widget che vi porta nello stesso posto.

Menu WordPress con evidenziati i campi Aspetto > Personalizza
In WordPress, fate clic su “Aspetto” > “Personalizza”

Una volta dentro il Personalizza di WordPress, selezionate il pulsante Widgets.

Sezione Widgets del Personalizza
Aprite la sezione “Widgets”

In questo modo vengono mostrate diverse aree designate per i widget del tema attualmente installato. Ogni tema ha un supporto specifico per i widget, quindi potreste vedere le opzioni per i widget nelle barre laterali, negli header o nei footer. Alcuni temi non consentono di inserire widget, mentre altri ne prevedono numerosi.

Fate clic sull’area di widget che ha più senso per il vostro modulo Mailchimp. Per questo tutorial sceglieremo la posizione della Footer Column 1.

Area Widget nel Personalizza con le varie opzioni di posizione nel footer
Scegliete una delle “Aree widget”

Potete inserire i widget proprio come fareste con i blocchi nelle pagine o negli articoli. Fate clic su Add Block (pulsante bianco e nero con segno più) per visualizzare la libreria Add A Block.

Cercate “html”, quindi fate clic sul widget del blocco Custom HTML quando lo vedete.

Il campo di ricerca Add A Block da cui cercare il blocco dell’HTML personalizzato
Usate il pannello di ricerca “Add Block” per trovare e scegliere il blocco “Custom HTML”

Il blocco Custom HTML offre un campo vuoto in cui incollare l’HTML che desiderate. Incollate quindi il codice del modulo Mailchimp che avete precedentemente copiato negli appunti.

Il Personalizza di WordPress dovrebbe ora presentare un’anteprima del modulo widget sul lato destro dello schermo.

Fate clic sul pulsante Publish per applicare le modifiche al vostro sito web.

Area dell’anteprima HTML in cui incollare il codice
Incollate il codice del modulo nel blocco “Custom HTML” per vedere un’anteprima live

Aggiungere un Modulo Widget Tramite Shortcode

Gli shortcode sono linee di codice più semplici e facili da capire che fanno essenzialmente la stessa cosa dei blocchi di codice HTML, solo che sono leggermente più facili da consultare e copiare in un’altra posizione.

V consigliamo di usare gli shortcode solo se avete già installato un plugin per moduli che offre gli shortcode come funzionalità. In caso contrario, potete sfruttare la versione HTML gratuita di cui sopra o trovare un plugin che abbia anche un blocco Gutenberg per avere un maggiore controllo sulle impostazioni del modulo.

Vi invitiamo quindi a controllare tutti i plugin per moduli che avete installato. Se ha una funzione shortcode e la trovate più intuitiva rispetto agli altri metodi, usatela!

Per esempio, Ninja Forms fornisce uno shortcode per ogni modulo creato con il plugin.

Per inserire lo shortcode di un modulo in un widget, andate al plugin scelto (in questo caso, Ninja Forms). Potete trovare gli shortcode andando su Ninja Forms > Dashboard. Scorrete l’elenco dei moduli e copiate lo shortcode accanto al modulo che volete inserire nel widget.

Backend di WordPress con l’editor di Ninja Forms
Ninja Forms genera shortcode per ogni modulo che create

Andate su Aspetto > Personalizza.

Menu WordPress dove sono evidenziati i campi Aspetto e Personalizza
Prendete lo shortcode copiato e andate alla scheda “Personalizza” di WordPress

Selezionate la scheda Widget per modificare i vostri widget.

Schermata del pannello Widgets nel Personalizza
Tornate al pannello “Widgets”

Fate clic sul pulsante Add Bloc (il segno più bianco e nero) e digitate “shortcode” per visualizzare il blocco Shortcode integrato.

Antprima del Personalizza e del campo ricerca in cui cercare il blocco shortcode
Usate lo strumento “Add A Block” per trovare e inserire il blocco “Shortcode”

Incollate lo shortcode precedentemente copiato nel campo disponibile.

Il Personalizza di WordPress dovrebbe produrre un’anteprima del vostro modulo nell’area widget.

Ricordate che i moduli pubblicati con codice HTML o shortcode richiedono la modifica delle impostazioni del modulo all’interno di Mailchimp. Non c’è modo di personalizzare elementi come i campi o le intestazioni dei campi all’interno dei widget di codice di WordPress.

Anteprima del campo Shortcode
Potete incollare il vostro shortcode nel campo “Shortcode”; dopo di che, apparirà un’anteprima

Usare un Plugin (con un Blocco WordPress) per Aggiungere Mailchimp a un Widget

È sempre più comune che i plugin per i moduli di Mailchimp includano blocchi di WordPress anziché shortcode, perché i blocchi sono meno intimidatori, forniscono impostazioni integrate e possono essere inseriti in articoli, pagine e widget.

Vi consigliamo di saltare il metodo degli shortcode di cui sopra, a meno che non abbiate già installato un plugin con shortcode, e vi raccomandiamo di usare invece i plugin con blocchi. È innegabile che lavorare con un blocco sia molto più semplice, quindi non c’è nulla di male a dotarsi di un plugin completamente separato che offra questa comodità.

Un plugin per aggiungere un blocco di widget si chiama Another Mailchimp Widget. Utilizzeremo questo plugin per dimostrare come inserire un blocco in un widget, ma ci sono molti altri plugin da prendere in considerazione, che funzionano tutti allo stesso modo, almeno per inserire il blocco nel widget. Tuttavia, il blocco in questione avrà un nome diverso e impostazioni uniche a seconda del plugin scelto.

Per quanto riguarda il plugin Another Mailchimp Widget, andate nella bacheca di WordPress e installatelo.

Una volta attivato, andate su Settings > Another Mailchimp.

Backend di WordPress con Another Mailchimp che compare nel menu Plugins
Trovate la scheda “Another Mailchimp” in WordPress per gestire tutte le impostazioni del plugin

Andate alla bacheca di Mailchimp per ottenere una chiave API.

Per farlo, fate clic sull’icona Profile nell’angolo in basso a sinistra dello schermo. Quindi, andate su Profile > Extra > API Keys. Fate clic sul pulsante Create a Key per generare una nuova chiave.

Nella sezione Your API Keys, la combinazione appare sotto la colonna API Keys.

Campo "API Key" nella bacheca di Another Mailchimp
Come per la maggior parte dei plugin di Mailchimp, dovete prima ottenere la chiave API da Mailchimp

Tornate alla bacheca di WordPress e aprite la pagina delle impostazioni del plugin.

Incollate la chiave API nel campo Mailchimp API Key.

Fate clic su Save Changes.

Bacheca di Another Mailchimp con il campo in cui incollare la chiave API
Incollate la chiave e fate clic su “Save Changes”

Ora il plugin è collegato al vostro account Mailchimp per selezionare il pubblico giusto e inviare nuovi iscritti al database della mailing list.

Sempre in WordPress, andate su Aspetto > Personalizza > Widget. Seleziona l’area del widget che volete personalizzare, quindi fate clic pulsante Add Block (segno più bianco e nero) per aprire la libreria dei blocchi WordPress disponibili.

Digitate “mailchimp” e selezionate Another Mailchimp Widget.

Schermata del Personalizza WordPress da cui inserire il blocco Another Mailchimp Widget
Aggiungete “Another Mailchimp Widget” nella sezione “Widget”

Trattandosi di un widget e non di un pezzo di codice incollato, vedrete le impostazioni per personalizzare alcuni aspetti del modulo Mailchimp. Per esempio, il widget vi chiede di digitare un titolo (campo Title). Dovrete anche selezionare le liste e i gruppi di utenti (il pubblico di Mailchimp) per generare il modulo nell’anteprima a destra. Per esempio, una volta scelto il pubblico (WordPress List Audience) il modulo opt-in appare nel Personalizza di WordPress.

Sezione del Personalizza con il campo Another Mailchimp Widget
Selezionate una lista Mailchimp per visualizzare l’anteprima del widget del modulo

Infine, potete sfogliare tutte le impostazioni di questo particolare widget. Cambiate le etichette dei campi, decidete di raccogliere qualche informazione in più del solo indirizzo email e scrivete un messaggio di successo personalizzato. Come già detto, queste impostazioni sono solo uno dei motivi per cui l’utilizzo dei blocchi all’interno dei widget offre un vantaggio rispetto agli shortcode o al codice HTML.

Campi personalizzabili del widget
Personalizzate parti del widget del modulo utilizzando i campi appositi

Come Inviare Automaticamente gli Articoli del Blog da WordPress a Mailchimp

Non sarebbe fantastico inviare automaticamente una campagna email ogni volta che pubblicate un articolo su WordPress?

Ci sono molti modi per ottenere questa funzionalità, ma molti di loro non vi danno il controllo del design fornito da Mailchimp. Vogliamo assicurarci che le email vengano inviate a una lista Mailchimp aggiornata. Quindi ha senso configurare Mailchimp per inviare le notifiche automatiche degli articoli del blog.

Per fortuna è facile da configurare se trovate il feed RSS del vostro blog. Per iniziare, trovate il feed RSS del blog WordPress e verificate che funzioni.

Il feed RSS principale di un sito WordPress si trova all’indirizzo http://example.com/feed/. Dovete quindi inserire /feed/ alla fine del vostro URL e verificare se funziona.

Tuttavia, non è sempre così, quindi potreste aver bisogno di provare altre opzioni come:

  • http://example.com/feed/rss/
  • http://example.com/feed/rss2/
  • http://example.com/feed/rdf/
  • http://example.com/feed/atom/

Mailchimp cerca di trovare il vostro URL RSS se tutto il resto fallisce quando incollate l’URL del blog nei passaggi seguenti.

Una volta ottenuto il feed RSS, è il momento di incollarlo in Mailchimp.

Dalla bacheca di Mailchimp, fate clic sulla voce di menu Automations.

Homepage di Mailchimp con una freccia che indica l’icona Automations nel menu a sinistra
Andate alla voce “Automations” di Mailchimp per iniziare a inviare notifiche sui nuovi articoli del blog

Ci sono decine di automazioni precostituite da creare su Mailchimp, quindi dovete scorrere la pagina delle automazioni per individuare quella relativa alla condivisione degli articoli del blog (Share Your Blog Posts).

Questa particolare automazione collega un feed RSS a una campagna email in modo che non dobbiate mai inviare manualmente un’email per i nuovi articoli del blog. Potete personalizzare il design di queste email invece di affidarvi al design generico di un altro plugin.

Schermata delle opzioni nell’area Automations di Mailchimp
Fate clic sul link “Get Started” nel riquadro “Share Your Blog Posts”

Il seguente modulo pop-up vi chiede di digitare il nome della campagna (Campaign Name). Dovrete inoltre selezionare la lista (Mailchimp list) che riceverà le vostre email RSS automatiche.

Fate clic sul pulsante Begin per procedere.

I campi Campaign Name e lista da selezionare nella sezione Share Blog Updates
Create un nome per la campagna e indicate quale lista Mailchimp deve ricevere gli aggiornamenti del blog

Potete personalizzare il feed RSS e le tempistiche di invio (RSS Feed And Send Timing) da questa pagina, ma la parte più importante è l’inserimento dell’URL del feed RSS (RSS Feed URL) per consentire a Mailchimp di prelevare i dati dal vostro blog.

Dopodiché, decidete la frequenza, i giorni e le ore in cui verranno inviate le email automatiche per gli articoli del blog.

Infine, specificate se volete che Mailchimp tenti di ridimensionare le immagini Resize RSS Feed Images per la vostra campagna email. Abbiamo riscontrato risultati diversi con questo strumento, quindi assicuratevi di eseguire inizialmente un test in cui siete l’unico membro della lista. Potete rimuovere l’impostazione Resize RSS Feed Image se vedete un’immagine difettosa.

Selezionate il pulsante Next quando avete terminato questa pagina.

Campi della sezione Resize RSS Feed Images
Incollate l’URL del feed RSS e aggiungete le impostazioni di invio desiderate

Nella pagina dei destinatari (Recipients), scegliete di inviare gli aggiornamenti del blog a uno dei seguenti gruppi:

  • Tutto il pubblico (Entire Audience)
  • Segmento o tag (Segment or Tag)
  • Gruppo o nuovo segmento (Group or New Segment)

Molto probabilmente otterrete risultati migliori inviando a un segmento o a un gruppo, ma molte aziende hanno una sola lista di email. In questo caso, non c’è alcun problema a mandare l’aggiornamento sui nuovi articoli del blog a tutto il vostro pubblico.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

Fate clic sul pulsante Next Step: Setup per andare avanti.

Area con le opzioni della lista Mailchimp
Potete scegliere tra “Entire audience”, “Segmento or tag” o “Group or new segment”

Qui potete configurare le informazioni della campagna, come il nome della campagna, l’oggetto dell’email e molte altre impostazioni.

Ricordate che questo messaggio automatico non viene personalizzato per ogni singolo articolo del blog che pubblicate. Per questo motivo, dovete creare un oggetto e un testo di anteprima invitanti ma non specifici.

Altre impostazioni da configurare in questa pagina sono il nome del mittente From Name, l’indirizzo del mittente From Email Address e l’opzione per personalizzare il campo destinatario (Personalize The “To” Field).

I campo della sezione Campaign Info
Andate alla pagina “Campaign Info” per configurare impostazioni come “Campaign name”, “Email subject” e altro

Prima di fatre clic sul pulsante Next, scorrete la pagina verso il basso per contrassegnare tutti gli elementi di tracciamento (Tracking) o di Social Media che volete includere nell’email. Potreste voler tracciare le aperture, i clic o anche collegare l’email a Facebook o Twitter per la pubblicazione automatica.

Dopo tutto questo, fate clic sul pulsante Next.

Sezione Tracking
Impostate tutto, dal tracciamento all’automazione dei social media, in questa pagina

La sezione Select a Template vi permette di creare un template di campagna scegliendo tra Layout, Themes, Saved Templates e Campaigns. Se lo desiderate, potete anche scegliere l’opzione per creare il vostro template personalizzato (Code Your Own).

Le email automatizzate per gli articoli del blog dovrebbero attenersi alle basi: i colori, i font e il logo del vostro marchio.

Are di Mailchimp in cui selezionare un template
Scegliete un template di email per gli aggiornamenti automatici degli articoli del blog

Una volta dentro il Mailchimp Designer, dovrete eliminare tutti i contenuti di riempimento come immagini, testi di esempio e pulsanti.

Mailchimp inserirà automaticamente un’immagine, un testo di anteprima e un pulsante nell’email per ogni articolo proveniente dal feed RSS automatico. Qualsiasi altra cosa che non sia il vostro logo e i colori del vostro marchio risulterà fuori luogo.

Fate clic sul pulsante Next per visualizzare la pagina di conferma finale.

Are del design dell’email in Mailchimp
Assicuratevi di inserire elementi del vostro marchio come il logo e i colori

Se c’è qualcosa che non va nella vostra campagna (per esempio troppi contenuti di riempimento in una campagna RSS), Mailchimp ve lo fa sapere in questa pagina. Altrimenti, vi conferma che tutto è pronto per l’invio delle email automatiche.

Fate clic sul pulsante Start RSS per attivare la campagna. Ricordate che non viene inviato nulla al vostro pubblico Mailchimp fino a quando non pubblicate un articolo sul vostro blog WordPress, dato che è il feed RSS che attiva la campagna.

Ultima pagina di riepilogo di Mailchimp prima del lancio della campagna
Controllate che tutto sia a posto con Mailchimp, quindi fate clic sul pulsante “Start RSS”

Nota: WordPress.com offre le stesse funzionalità RSS di WordPress.org. Quindi, a patto che abbiate individuato l’URL RSS, la procedura rimane la stessa se usate WordPress.com.

Configurare Mailchimp per i Negozi Online WooCommerce

Mailchimp offre un’integrazione per i negozi online WooCommerce, consentendo a chi possiede un ecommerce di aumentare il potenziale di guadagno con l’aiuto dell’automazione, delle email di retargeting e molto altro ancora.

Alcune delle email ecommerce più standard da configurare con Mailchimp includono: carrello abbandonato, retargeting dei prodotti, email post-acquisto, ricevute, messaggi di benvenuto e notifiche di coupon promozionali.

Si tratta di elementi essenziali per la gestione di un negozio online, quindi queste aziende devono avere un’integrazione affidabile. È qui che entra in gioco il plugin Mailchimp for WooCommerce.

In questa sezione vi spiegheremo come configurare Mailchimp for WooCommerce e vi spiegheremo come gestire i messaggi ecommerce automatizzati.

Per iniziare, installate il plugin Mailchimp for WooCommerce nella bacheca di WordPress. Il plugin è disponibile sia per i siti WordPress.org che per quelli WordPress.com. L’unica limitazione è che, se usate WordPress.com, dovete avere un Business Plan per installare un plugin come questo.

Homepate del plugin Mailchimp for WooCommerce
Installate il plugin Mailchimp for WooCommerce per le automazioni ecommerce

Dopo aver attivato il plugin, vi verrà presentata una procedura guidata per collegare il vostro sito WooCommerce con Mailchimp.

Fate clic sul pulsante Connect Account per avviare il processo.

Bacheca di Mailchimp for WooCommerce con il setup wizard per la configurazione
Il plugin inizia con una procedura di configurazione guidata, dove potete fare clic sul pulsante “Connect account”

Accedete a Mailchimp usando il vostro nome utente e la vostra password. Fate poi clic sul pulsante Log In.

Schermata di Mailchimp Log in and authorize
Molto probabilmente dovrete accedere nuovamente al vostro account Mailchimp

Il plugin fornisce informazioni sulle modalità di accesso al vostro account Mailchimp.

Scegliete il pulsante Allow per specificare che vi fidate di questo plugin.

Notifica di approvazione di Mailchimp for WooCommerce prima di procedere con la connessione dell’account
Scegliete “Allow” nella schermata successiva

Il plugin Mailchimp for WooCommerce ha bisogno di alcune informazioni aggiuntive per poter inserire i contenuti giusti nelle sue email, soprattutto in quelle automatizzate.

Pertanto, compilate i campi richiesti con informazioni quali nome, email, indirizzo e numero di telefono.

Schermata di Mailchimp for WooCommerce con i campi da compilare
Completate i campi con tutte le informazioni personali

Andate in fondo alla pagina per le impostazioni locali (Locale Settings) e i permessi del plugin (Permission Settings). Potete dare l’accesso ai gestori e agli amministratori del negozio (Shop Managers and Administrators) o solo agli amministratori (Administrators).

Impostazioni e permessi in Mailchimp for WooCommerce
Modifica le impostazioni “Locale” e “Permissions”

Tornate all’inizio della pagina per fare clic sul pulsante Next Step.

Pulsante Next Step nelle impostazioni di Mailchimp for WooCommerce
Tornate all’inizio della pagina per fare clic sul pulsante “Next Step”

Alla voce Audience Name, scegliete il pubblico Mailchimp (Mailchimp Audience) che volete collegare al plugin. Se ne avete solo uno (come noi), questo verrà selezionato per impostazione predefinita.

Potete anche scegliere di auto-iscrivere tutti gli iscritti esistenti, aggiungere un oggetto predefinito alle vostre email e includere un messaggio di promemoria per i permessi dati (Permission Reminder Message) in modo che le persone sappiano perché ricevono email dalla vostra azienda.

Impostazioni del pubblico per Mailchimp for WooCommerce
Scegliete il pubblico desiderato, poi inserite elementi come oggetto, nome e il messaggio di promemoria

Il plugin Mailchimp for WooCommerce aggiunge automaticamente una casella di controllo per l’iscrizione (Subscribe) nel modulo di pagamento di WooCommerce. Ci sono alcune impostazioni per modificare la visibilità della casella di controllo e il messaggio che gli utenti vedono.

Impostazioni di Opt-in
Alla voce “Opt-in Settings”, modificate l’aspetto della casella di opt-in della pagina di checkout

Gli ultimi campi di questa pagina possono essere lasciati così come sono. Se avete esperienza con le azioni dei moduli di WooCommerce, potete gestire la posizione della casella di opt-in (Optin Checkbox). Potete anche assegnare a ogni nuovo iscritto un tag quando si iscrive alla vostra lista.

Infine, la sezione Product Settings offre un menu a tendina per regolare le dimensioni predefinite delle immagini (Product Image Size) quando vengono generate automaticamente nelle vostre email. Potrebbe essere necessario fare delle prove per vedere come appaiono le immagini con dimensioni diverse. In generale, non è una cattiva idea attenersi alle dimensioni predefinite dell’immagine Medium 300×300.

Schermata Advanced Opt-In Settings di Mailchimp for WooCommerce
Non dimenticate di decidere la dimensione dell’immagine prodotto predefinita per le email di WooCommerce

Tornate in cima alla pagina delle impostazioni sul pubblico (Audience Settings) e fate clic sul pulsante Start Sync. La sincronizzazione inizia a prelevare tutti i dati necessari da Mailchimp per funzionare bene con WooCommerce.

Pulsante Start Sync
Fate clic sul pulsante “Start Sync”

Vedrete un messaggio di conferma (Success) che indica che Mailchimp è collegato al vostro plugin WooCommerce.

Sotto di esso, il plugin visualizza informazioni come il numero di prodotti presenti nel vostro negozio, il numero di iscritti e le email transazionali presenti nel vostro account Mailchimp.

Pagina di successo di Mailchimp for WooCommerce
La pagina “Success” mostra i dettagli sul numero di prodotti e sul numero di abbonati

È del tutto ragionevole lasciare le cose come stanno. Il plugin Mailchimp for WooCommerce è attivo e raccoglie gli indirizzi email degli utenti durante la procedura di acquisto.

Tuttavia, vi invitiamo a non limitarvi a un modulo di iscrizione di base, visto che Mailchimp offre un numero incredibile di automazioni che funzionano attraverso questo plugin.

La buona notizia è che la maggior parte di queste è facilmente gestibile all’interno della bacheca di Mailchimp. Non c’è molto altro da completare in WordPress.

In Mailchimp, fate clic sulla voce di menu Integrations.

Pagina delle integrazioni in Mailchimp
Andate alla pagina “Integrations” di Mailchimp

La pagina delle integrazioni contiene un lungo elenco di programmi di terze parti. Scorrete verso il basso (o guardate sotto la sezione E-commerce) per trovare e cliccare su WooCommerce. Dovrebbe già esserci un segno di spunta verde che indica che l’integrazione è avvenuta attraverso il plugin Mailchimp for WooCommerce.

Riquadro con il pulsante WooCommerce nella libreria delle integrazioni
Trovate il pulsante “WooCommerce” nella libreria “Integrations”

Fate clic sul pulsante Manage Your Sites.

Link Manage Your Sites
Il link “Manage Your Sites” vi porta ai siti che avete collegato a Mailchimp, in questo caso un sito WooCommerce

Il nome del vostro sito viene visualizzato nella parte superiore della pagina. Questo dovrebbe indicarvi che avete trovato l’integrazione giusta. Vi informa anche su quando è stato collegato WooCommerce, il che può essere utile.

In generale, questa pagina fornisce le opzioni di messaggistica automatica più popolari per la vostra nuova integrazione WooCommerce/Mailchimp.

Potete fare clic sul pulsante Add per creare una delle seguenti opzioni per il vostro negozio online:

  • Pop-Up Forms
  • Abandoned Cart Email
  • Product Retargeting Email
  • Order Notifications
Strumenti Mailchimp da integrare con WooCommerce
Per WooCommerce sono disponibili numerosi strumenti, tra cui “Pop-Up Forms”, “Abandoned Cart Email” e altro ancora

Un link più piccolo in basso vi permette di vedere un elenco più esteso di automazioni disponibili per WooCommerce. Fate clic sul link E-commerce Automations per vederle.

Freccia che indica il messaggio Browse More E-Commerce Automations
Non dimenticate che c’è un intero elenco di automazioni ecommerce

Nell’elenco troverete utili email di automazione per:

  • Ringraziare i primi clienti
  • Premiare i clienti migliori
  • Retargeting dei visitatori del sito
  • Attivare le email per i carrelli abbandonati
  • Seguire gli acquisti
  • Riconquistare i clienti non attivi
Opzioni per le email di automazione eCommerce in Mailchimp
Considerate le automazioni per ringraziare i primi clienti, seguire gli acquisti e fare retargeting

Non vi mostreremo ognuna di queste potenziali automazioni per l’ecommerce. Creeremo invece una rapida notifica di carrello abbandonato per mostrarvi quanto sia facile da configurare con un template e i tag merge già implementati da Mailchimp.

Se scegliete l’opzione Abandoned Cart Notification, Mailchimp popola la maggior parte delle impostazioni al posto vostro.

Tuttavia, potete fare clic sul pulsante Edit per modificare qualsiasi aspetto:

  • Le impostazioni del campo Send To, per decidere quanto tempo aspettare prima di inviare un’email
  • L’indirizzo email del mittente (campo From)
  • L’oggetto (Subject) di ogni singolo messaggio di carrello abbandonato
  • Il contenuto (Content) dell’email
Tutte le automazioni di WooCommerce tramite Mailchimp hanno pagine di configurazione simili, in cui si configurano elementi come l'oggetto, i destinatari e il contenuto.
L’automazione di WooCommerce ha pagine di configurazione simili

Come bonus, Mailchimp fornisce modelli per tutti i tipi di automazione WooCommerce.

Dovete selezionare uno dei template di Abandoned Cart e poi passare all’area di design.

Sezione dei template Mailchimp dedicata al carrello abbandonato (Mailchimp include template specifici per tutte le automazioni di WooCommerce)
Sceglite un template per il carrello abbandonato

Come per la maggior parte dei messaggi automatici, non dovrete personalizzare molto oltre al vostro logo, ai colori del marchio e ai font. Per il resto, tutto ciò che si trova all’interno del modello è progettato per essere popolato dinamicamente per ogni singolo cliente. Appariranno i prodotti giusti, con i prezzi, i titoli dei prodotti e i link che rimandano al vostro negozio.

Schermata di un template WooCommerce in Mailchimp
Ogni template WooCommerce in Mailchimp ha diversi tag merg e ed elementi di contenuto automatizzati

Una volta terminata la progettazione, andate alla pagina successiva per confermare che tutto, dal campo Submit to a Content, sia approvato da Mailchimp e dal vostro processo di revisione.

Fate clic sul pulsante Start Sending per attivare l’automazione.

Pulsante Start Sending nella schermata finale di invio di Mailchimp.
Controllate che tutto sia a posto, poi fate clic sul pulsante Start Sending.

Dopo aver fatto tutto ciò, le vostre email per i carrelli abbandonati inizieranno a raggiungere le caselle di posta dei clienti!

I Migliori Plugin Mailchimp per WordPress per una Migliore Funzionalità

Se vi siete affidati a Mailchimp per raccogliere email, inviare newsletter e potenzialmente gestire la messaggistica transazionale, potreste voler ampliare il funzionamento di Mailchimp per il vostro sito web.

Trattandosi di un sistema di email marketing molto diffuso, potete trovare numerose risorse su Mailchimp e sui plugin di terze parti progettati per aggiungere ulteriori funzioni o integrazioni all’infrastruttura standard di Mailchimp.

Questi plugin hanno comunque bisogno di Mailchimp per funzionare, ma non sono necessariamente prodotti dall’azienda Mailchimp o in linea con le normali funzioni che trovate nella bacheca di Mailchimp.

Potete già creare moduli di opzione per le email, newsletter e altri oggetti come siti web, landing page e customer journey. Tuttavia, i seguenti plugin di Mailchimp offrono ancora più possibilità.

Ecco altri plugin Mailchimp da prendere in considerazione. Uno o due di essi potrebbero aiutarvi a ottenere qualche funzione a caso che avreste voluto vedere in Mailchimp fin dall’inizio.

1. MC4WP

MC4WP è uno dei più popolari plugin di terze parti per Mailchimp. Lo trovate come plugin premium al prezzo di 59 dollari all’anno, oppure potete optare per la versione base gratuita.

Rispetto all’integrazione standard di Mailchimp per WordPress, MC4WP vanta funzioni più avanzate per lo stile dei moduli, l’integrazione con l’ecommerce e la sincronizzazione degli utenti.

Nel complesso, MC4WP ha mantenuto una valutazione così alta da parte degli utenti grazie ai suoi design dei moduli opt-in molto più eleganti e avanzati rispetto a quelli di Mailchimp..
MC4WP offre design di moduli opt-in eleganti e avanzati

Potete generare un numero illimitato di moduli e lavorare con il costruttore di stili del plugin per regolare qualsiasi elemento del modulo utilizzando un costruttore visivo. Non c’è bisogno di pensare a codici e programmazioni complesse perché tutti gli aspetti del modulo sono gestiti tramite campi di controllo visivi. Un’anteprima del modulo appare accanto al costruttore per darvi un’idea dell’aspetto del modulo.

Inoltre, MC4WP offre un’incredibile sezione di report con metriche uniche sui metodi di accesso utilizzati dai visitatori, sui moduli più utilizzati nel vostro sito web e molto altro ancora. Ci piacciono anche i miglioramenti che potete apportare al vostro negozio di ecommerce, visto che MC4WP offre un pannello per visualizzare esattamente ciò che ogni persona iscritta ha acquistato dal vostro negozio, oltre a quanti introiti derivano da ogni email che inviate ai clienti.

2. MC4WP: Mailchimp Top Bar

MC4WP plugin
Il plugin MC4WP

Realizzato dallo stesso team di sviluppo di Ibericode, MC4WP: Mailchimp Top Bar fa esattamente quello che dice il nome. Si integra con il plugin MC4WP ma offre la funzionalità aggiuntiva di una bellissima barra superiore per raccogliere gli indirizzi email appena le persone arrivano sul vostro sito web.

La barra superiore rimane su tutte le pagine del vostro sito, a meno che non decidiate di visualizzarla solo in alcune aree. Potete personalizzare le impostazioni come il colore della barra superiore, i dati raccolti e il messaggio che appare sulla barra e sul pulsante Submit.

3. Easy Forms for Mailchimp

3. Easy Forms for Mailchimp
Easy Forms for Mailchimp

Il plugin Easy Forms for Mailchimp amplia quanto già incluso in Mailchimp, permettendovi di progettare un numero illimitato di moduli per il vostro pubblico, anche multipli per lo stesso pubblico. In Mailchimp è possibile progettare un solo modulo per pubblico, quindi il plugin Easy Forms offre maggiori opportunità di creatività.

Il plugin funziona con i moduli shortcode e block così potete includere i vostri moduli nelle pagine, negli articoli e nelle aree widget. Ci piace anche il fatto che offra un’alternativa al form designer predefinito di Mailchimp, visto che alcuni utenti potrebbero preferire il design di questo plugin o magari ci sono alcuni modelli o campi che si adattano meglio al vostro brand.

In generale, è sufficiente inserire la chiave API di Mailchimp nel plugin per stabilire la connessione. Riceverete un costruttore di moduli visuale con opzioni per i tag di unione, i campi obbligatori e le etichette per tutti i campi. All’interno del plugin è presente anche un eccellente modulo per le statistiche che consente di verificare l’andamento della vostra lista.

4. MailOptin

MailOptin
MailOptin

Il plugin MailOptin si integra con diversi servizi di email marketing come Mailchimp, Hubspot e AWeber. La funzione Mailchimp, in particolare, offre strumenti per creare moduli, generare pop-up e inviare newsletter direttamente dalla bacheca di WordPress. Pertanto, non dovrete necessariamente accedere al vostro account Mailchimp per completare questo processo.

Il vantaggio principale di MailOptin è il miglioramento dei template per elementi come i moduli e le caselle per la generazione di contatti. Potete aggiungere facilmente moduli in tutto il vostro sito web, compresi quelli che appaiono nel carrello dell’ecommerce, e poi personalizzare tutto, dai font ai colori, dai titoli agli effetti che si verificano quando i moduli appaiono. Riteniamo che i moduli di MailOptin siano un po’ più moderni rispetto ai moduli di base di Mailchimp. Ci piacciono anche le impostazioni uniche come il rilevamento di AdBlock, il rilevamento dei referrer e l’attivazione del tempo di permanenza sul sito per i moduli pop-up.

5. WooChimp

WooChimp plugin
WooChimp

WooChimp è un plugin premium che al momento ha un prezzo di 59 dollari. Offre funzioni simili a quelle del plugin Mailchimp for WooCommerce ma con alcune aggiunte. Per esempio, questo plugin vi permette di aggiungere automaticamente gli utenti ai gruppi, di configurare i webhook e di implementare moduli in qualsiasi punto del vostro sito web utilizzando widget e shortcode. C’è anche un’interessante tracciabilità delle campagne di marketing per capire meglio come le vostre campagne di email marketing influenzano le vendite.

6. Contact Form 7 Extension for Mailchimp

Contact Form 7 Extension for Mailchimp
Contact Form 7 Extension for Mailchimp

Alcuni utenti di WordPress amano il plugin Contact Form 7 perché è gratuito, semplice da usare e potete mantenere moduli eleganti e belli senza troppi problemi. Pertanto, ha senso che esista un’estensione Contact Form 7 per il plugin Mailchimp che vi permette di usare Contact Form 7 con Mailchimp.

Come Contact Form 7, anche questa estensione è completamente gratuita. Potete abbonarvi alle funzioni premium, ma solo se avete bisogno di un supporto aggiuntivo per i campi della data di nascita, le categorie di Mailchimp o i campi personalizzati illimitati.

Nella versione gratuita, il plugin si integra perfettamente con Contact Form 7 e vi offre il supporto per numerosi campi personalizzati, moduli di contatto illimitati e la possibilità di scegliere tra opt-in doppi e singoli.

Non è molto diverso dalla creazione di un modulo tramite Mailchimp o qualsiasi altro plugin per moduli, ma sappiamo che Contact Form 7 è uno dei plugin più popolari per la creazione di moduli, quindi è fantastico che ci sia un’integrazione con Mailchimp.

7. Featured Images in RSS for Mailchimp & More

Featured Images in RSS for Mailchimp & More
Featured Images in RSS for Mailchimp & More

Il plugin Featured Images in RSS for Mailchimp è utile se avete problemi a generare immagini in evidenza nel feed RSS del vostro sito. A volte questo problema si verifica a causa di un problema con il vostro tema, un plugin che avete installato o semplicemente perché il feed RSS non è stato configurato correttamente.

In ogni caso, ecco un plugin che aggiunge una soluzione a tutti i problemi legati alle immagini e vi offre più opzioni per personalizzare le immagini in primo piano nei vostri feed RSS. Inoltre, potete collegare il feed RSS a Mailchimp in modo da inviare email ogni volta che pubblicate un nuovo articolo sul blog. Il plugin vi permette di regolare impostazioni come il padding, la posizione e le dimensioni dell’immagine per tutte le immagini in evidenza. Non solo, ma WooCommerce si integra con il plugin per aggiungere istantaneamente le foto dei prodotti ai feed RSS, se necessario.

Scopri come configurare Mailchimp per WordPress, impostare campagne di email marketing e molto altro in questa guida ✅Click to Tweet

Riepilogo

Configurare Mailchimp per WordPress offre diversi vantaggi. Potete iniziare con un piano gratuito (fino a un massimo di 2.000 iscritti). In genere potete integrarlo con WooCommerce con un rapido copia e incolla. Mailchimp offre anche una serie di automatismi per l’ecommerce che aiutano ad aumentare le entrate.

Inoltre, offre alcune delle migliori funzioni di design che si possano trovare in un programma di email marketing. In questo modo la vostra attività avrà un aspetto professionale, anche se non avete conoscenze di programmazione.

Avete mai usato Mailchimp per raccogliere indirizzi email sul vostro sito WordPress?


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 34 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.