Dal 6 dicembre 2018 abbiamo con noi WordPress 5.0 “Bebo”. Se avete ignorato tutti gli altri aggiornamenti di quest’anno, ora è il momento di arrendersi e di prenderne nota, in quanto questo è il più importante aggiornamento del 2018. WordPress sta rivedendo completamente il modo in cui utenti e sviluppatori utilizzano il CMS con l’introduzione del nuovo editor Gutenberg. Adesso è tutto basato sui blocchi. Abbiamo anche il nuovo tema Twenty Nineteen, che è il tema predefinito delle nuove installazioni.

Come facciamo con qualsiasi nuova versione di WordPress, consigliamo sempre di fare dei test prima dell’aggiornamento. Potrebbe sembrarvi un disco rotto, ma dato che questa versione produce effetti su tutto, a partire dall’editor, fino ai plugin di terze parti e finanche al tema, i test non sono un optional! Se non eseguite i test, potrebbe facilmente rompersi qualcosa. Questa è una di quelle versioni per cui non è proprio il caso solo di premere il pulsante aggiorna.

Detto questo, immergiamoci insieme nelle novità arrivate con WordPress 5.0.

  • WordPress 5.0 cambia tutto! 💥 Scopri le novità della versione più importante dell'anno. Click to Tweet

    WordPress 5.0 Cambia Tutto (Cosa c’è di Nuovo)

    Ancora alla ricerca dell'host perfetto per WordPress?

    Prova il servizio premium di hosting WordPress gestito di Kinsta per creare un'esperienza senza problemi del tuo sito.
    • Controlli stilizzati rappresentanti la gestione Completamente gestito
    • Scudo con una spunta che rappresenta la sicurezzaSicuro come Fort Knox
    • Linee convergenti rappresentanti migrazioniMigrazioni gratuite
    • Tre galloni verso destra che rappresentano la velocità del serverMassima velocità
    • Freccia circolare con un punto centrale che rappresenta i backupBackup giornalieri
    • Esagoni distanziati rappresentanti lo stack del nostro serverGoogle Cloud Platform
    Con WordPress 4.8 (Evans) abbiamo ricevuto una moltitudine di nuovi widget e svariate migliorie, con un interessante miglioramento nel funzionamento dei link nell’editor visuale.
    Con WordPress 4.9 (Tipton) abbiamo compiuto un passo significativo verso una modalità di personalizzazione e gestione dei siti web maggiormente incentrata sull’utente, con grandi miglioramenti al Customizer, nuove ottime funzionalità per i widget, un potente editor di testo per l’editing del codice.

    La maggior parte degli aggiornamenti passati è stata relativamente di poca importanza, e su molti di noi non ha avuto un grande impatto. WordPress 5.0 è diverso. Piuttosto che aggiungere piccoli miglioramenti qua e là, questa versione è interamente focalizzata su due aspetti:

    1. Il nuovo editor di WordPress, Gutenberg
    2. Il tema di WordPress, Twenty Nineteen

    Oltre a questo, modifiche minori e correzioni di errori vengono esaminate solo caso per caso. In realtà, è tutto incentrato su Gutenberg. 📇

    A tutta prima potrebbe sembrare che non ci siano molti cambiamenti, ma non si potrebbe essere più lontani dalla verità! Gutenberg rappresenta un tentativo di spingere in avanti WordPress come CMS nell’ambito della costruzione dei siti web. In effetti, il team di WordPress sta pensando di abbandonare il vecchio ciclo di rilascio, in cui riceviamo solo piccoli aggiornamenti, a favore di un ciclo in cui vedremo arrivare in un colpo solo grandi cambiamenti. Tuttavia, hanno anche affermato che il piano prevede che ci sia una minor release di WordPress due volte al mese, ora che WordPress 5.0 è stato rilasciato. Potete dare un’occhiata a quanto è stato pianificato per la fase 2 di Gutenberg.

    Quindi cos’è esattamente Gutenberg? Il manuale di Gutenberg fa un’ottima sintesi:

    Gutenberg è partito come una trasformazione dell’editor di WordPress – una nuova interfaccia per aggiungere, modificare e manipolare il contenuto. Gutenberg è un tentativo di rendere facile per chiunque creare layout di contenuti ricchi e flessibili, con una UI basata su blocchi. Tutti i tipi di componenti della pagina sono rappresentati come blocchi modulari, il che significa che è possibile accedervi da un unico menu di blocchi, rilasciati ovunque sulla pagina, e modificati direttamente per creare la presentazione personale desiderata dall’utente.

    Si tratta di una modernizzazione e di una trasformazione fondamentale dell’esperienza di WordPress, che crea nuove opportunità sia per gli utenti che per gli sviluppatori. Gutenberg introduce nuovi framework, modelli di interazione, funzionalità ed esperienze utente per WordPress …

    In altre parole, in WordPress 5.0, non avete più lo stesso classico editor di WordPress o l’editor di testo che siete stati abituati ad utilizzare negli ultimi dieci anni. 😱 Ora l’editor avrà questo aspetto:

    L’editor Gutenberg

    L’editor Gutenberg

    In realtà, potreste aver già visto un annuncio nella vostra dashboard di WordPress. Questo è stato aggiunto nella minor release di WordPress 4.9.8 per avvertire gli utenti di cosa stava per succedere.

    L’annuncio di Gutenberg in WordPress 5.0

    L’annuncio di Gutenberg in WordPress 5.0

    Gutenberg è l’editor predefinito ed è l’unico editor sulle nuove installazioni di WordPress 5.0. Ma non preoccupatevi, se lo desiderate, potete sempre installare il plugin Classic Editor. Questo vi permetterà di continuare ad utilizzare l’editor tradizionale insieme al nuovo editor Gutenberg.

    In ogni caso, un avvertimento: il team di WordPress ha annunciato che il plugin Classic Editor sarà ufficialmente supportato solo fino al 31 dicembre 2021. Quindi consigliamo vivamente di familiarizzare con Gutenberg e WordPress 5.0 prima possibile.

    Ma perché sta succedendo tutto questo? Ci sono un paio di ragioni.

    1. WordPress Deve Reggere la Concorrenza

    La prima ragione è che, anche se la versione self-hosted di WordPress è open source, Automattic, il team che è dietro WordPress.com, è pur sempre un’azienda. Deve competere con tutte le altre soluzioni per la creazione di siti web come Wix e Squarespace. Se date un’occhiata alla quota di mercato di WordPress, dal 2017 al 2018, la crescita di anno in anno è stata del 17,3%. Sebbene sembi un risultato eccezionale, date un’occhiata ad alcuni dei concorrenti. Squarespace è cresciuto del 180% e Wix del 233%.

    E sebbene il progetto open source e l’azienda siano tecnicamente separati, vanno comunque a braccetto. In altre parole, WordPress deve recuperare! Perché pensate che tutti i fantasiosi plugin page builder stiano crescendo a un tasso incredibile? È perché le persone hanno bisogno di sistemi più semplici per costruire i propri siti web e creare contenuti. Persino altre piattaforme di pubblicazione come Medium e Ghost offrono francamente un’esperienza di scrittura molto migliore se volete creare solo un blog.

    Per quel che riguarda WordPress, è sempre una questione di quota di mercato. 📈 Click to Tweet

    Non è necessariamente una brutta cosa. Dopo tutto, la concorrenza è ciò che spinge più velocemente in avanti il prodotto e la community.

    2. Era Necessaria una Riscrittura

    In secondo luogo, Gutenberg è basato su React, un framework JavaScript molto popolare utilizzato e gestito da aziende come Facebook e Instagram. I nostri sviluppatori di Kinsta adorano React, e infatti lo abbiamo utilizzato quando abbiamo deciso di implementare il nostro sistema di affiliazione. A parte questo, Gutenberg si avvale di molte altre tecnologie moderne come la REST API, ESnext + JSX, WebPack, ecc. Riad Benguella ha scritto un ottimo post su come Gutenberg sta cambiando lo sviluppo di WordPress.

    Per come è strutturato, Gutenberg apre un mondo completamente nuovo per gli sviluppatori, in termini di “sviluppo dei blocchi”. Ricordate, tutto in Gutenberg riguarda i blocchi. Quindi probabilmente sentirete molto spesso questo termine.

    Ma questo può anche complicare le cose, dato che in questi casi gli sviluppatori dovrebbero imparare nuovi linguaggi. Tuttavia, per fortuna, la community di WordPress è venuta subito in soccorso e ci sono già ottimi progetti open source come create-guten-block. Si tratta essenzialmente di un dev-toolkit a configurazione zero (#0CJS) che consente sviluppare blocchi di Gutenberg in pochi minuti, senza configurare React, webpack, ES6/7/8/Next, ESLint, Babel, ecc.

    Potreste anche dare un’occhiata a:

    Atomic Blocks

    Atomic Blocks

    Potreste pensare che, con tutto questo, l’obiettivo potrebbe mai essere quello di migliorare le prestazioni? Sebbene ci auguriamo tutti che sia così, molti dei report presentati fino ad ora segnalano prestazioni inferiori.

    Nota: alcuni di questi report dovrebbero essere presi con cautela, in quanto il team di Gutenberg ha rilasciato aggiornamenti continui. E adesso che WordPress 5.0 è qui, ce ne dovremo aspettare ancora molti in futuro.

    L’altro aspetto negativo di tutto questo è che la maggior parte (non tutti) dei temi e dei plugin di WordPress devono essere riscritti per funzionare con Gutenberg. Principalmente quelli che interagiscono con l’editor di WordPress. Yoast SEO è un ottimo esempio di uno sviluppatore di plugin di WordPress che è salito a bordo molto in fretta! Hanno rilasciato il loro primo aggiornamento per Gutenberg a luglio 2017 e da allora ne hanno rilasciati ancora. Anche se all’inizio erano un po’ preoccupati per l’accessibilità di Gutenberg.

    Se vuoi conoscere più approfonditamente tutte le funzionalità di Gutenberg e vedere come funziona realmente, ecco il nostro post approfondito sull’editor di WordPress Gutenberg.

    Il Tema Twenty Nineteen

    WordPress 5.0 comprende anche Twenty Nineteen, il nuovo tema minimal distribuito con supporto completo a Gutenberg, sia dal front che dal back-end. Approfondiremo questo argomento in un prossimo post. 😉

    Il tema WordPress Twenty Nineteen

    Il nuovo tema di WordPress, Twenty Nineteen

    Cosa Pensa la Community a Proposito di Gutenberg

    Dato che WordPress alimenta oltre il 32% di tutti i siti web su Internet, qualsiasi cambiamento importante come questo è destinato a causare qualche controversia. Dopotutto, siamo sinceri, l’editor di WordPress non è cambiato molto negli ultimi dieci anni.

    Se date un’occhiata alla pagina del plugin WordPress Gutenberg, vedrete che registra oltre 700.000 installazioni attive, con una valutazione media di 2,3 stelle su 5. Ci sono oltre 900 valutazioni a 1 stella. Anche se non sembra un buon risultato, bisogna tener presente che le persone hanno cominciato a valutare Gutenberg da quando era in beta. Inoltre, con un cambiamento così importante, molte recensioni negative possono essere dovute al fatto che alcuni utenti sono semplicemente resistenti al cambiamento.

    Valutazioni di Gutenberg per WordPress

    Valutazioni di Gutenberg per WordPress

    Abbiamo in corso un sondaggio su Twitter (vi invitiamo a votare) per vedere cosa pensano gli utenti di Gutenberg in questo momento. Con oltre 100 voti espressi fino ad ora, il 43% afferma di non averlo usato molto e quindi non ha in realtà un’opinione precisa. Con WordPress 5.0 e Gutenberg in rapido avvicinamento, è una situazione abbastanza preoccupante. Un altro 31% lo odia, il 14% dice di amarlo e il 12% afferma che ci si sta abituando.

    Sondaggio su Gutenberg

    Sondaggio su Gutenberg (Nota: aggiorneremo i dati quando il sondaggio sarà concluso)

    Anche Ian di Declious Brains ha pubblicato un ottimo post in cui condivide molte valide perplessità su Gutenberg. Indipendentemente dal fatto che WordPress stia spingendo tutti questi nuovi linguaggi e tecnologie, i siti, quando aggiornati a WordPress 5.0, semplicemente si romperanno. Non c’è modo di impedirlo. A meno che ogni singolo plugin e tema utilizzato sia stato completamente aggiornato, cosa che nella maggior parte dei casi non è stato, potreste trovarvi in un mare di guai quando dovrete mettere le cose a posto.

    E tutto questo su chi ricade maggiormente? Agenzie, freelancer e sviluppatori. Ecco perché questo po’ di aggiornamento potrebbe darvi qualche preoccupazione.

    Se tutto questo non bastasse, è venuto fuori ClassicPress. Si tratta di un hard fork di WordPress (senza Gutenberg) che serve il mercato dei siti web aziendali basati su CMS. Ed ecco la preoccupazione: inizieremo a frammentare? Persino il loro team non sa ancora come gestire la compatibilità dei temi e dei plugin. Ad ogni modo, è sicuramente un progetto interessante da tenere d’occhio.

    ClassicPress

    ClassicPress

    Data Ufficiale di Rilascio di WordPress 5.0

    Quindi la domanda che ora probabilmente avete tutti è: quando uscirà WordPress 5.0? Il team del Core di WordPress aveva fissato inizialmente come obiettivo la data del 19 novembre 2018. Tuttavia si trattava di una data provvisoria.

    Dal 6 dicembre 2018, WordPress 5.0 è ufficialmente tra noi!

    Se i vostri clienti utilizzano WordPress, è una cosa da tener presente. È possibile, naturalmente, installare l’Editor classico o semplicemente rimandare l’aggiornamento ad un momento successivo.

    Ad ogni modo, dovreste avere un piano di lavoro per le vacanze. Certo non vorreste mai essere chiamati da un cliente che si lamenta perché il suo sito è andato giù dopo l’aggiornamento a WordPress 5.0.

    Come Prepararsi ad Aggiornare a WordPress 5.0

    Non sottolineeremo mai abbastanza quanto sia importante testare WordPress 5.0 e Gutenberg. Dovete davvero assicurarvi che tutti i vostri temi e plugin funzionino correttamente. Se avete una soluzione personale, ricordatevi di contattare uno sviluppatore WordPress per effettuare un aggiornamento. Non è una cosa in cui il vostro host WordPress potrà esservi di aiuto.

    È importante notare che, a meno che non si sia configurato specificamente WordPress per l’aggiornamento automatico delle versioni principali, è necessario aggiornare manualmente a WordPress 5.0. Di default, WordPress aggiorna automaticamente solo le minor release nel loro stesso branch, ad esempio da 4.9.7 a 4.9.8, ma non le versioni principali, ad esempio da 4.9.8 a 5.0.

    Inoltre, Kinsta non forza gli aggiornamenti principali.

    Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

    WordPress 5.0 e WooCommerce

    WooCommerce ha emesso una dichiarazione ufficiale riguardante il rilascio di WordPress 5.0. Se state utilizzando WooCommerce, assicuratevi di aggiornare a WooCommerce 3.5.1+ prima di aggiornare a WordPress 5.0, per evitare di danneggiare il sito.

    WordPress 5.0 e i Plugin

    Il team di Yoast sta costantemente promuovendo nuove funzionalità, correzioni di bug e miglioramenti per la compatibilità tra Yoast SEO e Gutenberg. Vi consigliamo vivamente di aggiornare alla versione più recente (la versione 9.2.0 è stata rilasciata il 20 novembre) prima di eseguire l’aggiornamento a WordPress 5.0.

    1. Create un Ambiente di Staging

    Consigliamo vivamente di installare WordPress 5.0 su un sito di prova o di utilizzare l’ambiente di staging del vostro host. In questo modo non influenzerete il vostro sito live. Se siete clienti di Kinsta, potete facilmente copiare il vostro sito live in ambiente di staging con pochi semplici clic.

    Ambiente di staging di WordPress

    Ambiente di staging di WordPress

    2. Fate un Backup del Vostro Sito WordPress

    Se non fate dei test su un sito di sviluppo o di staging (come dovrebbe essere), assicuratevi di eseguire un backup completo del vostro sito WordPress. Ci sono un sacco di ottimi plugin di backup per WordPress tra cui potete scegliere. Se siete clienti di Kinsta, avrete a disposizione un sito di staging e a quattro diversi tipi di backup, inclusi i backup automatici archiviati per 14 giorni.

    Tuttavia, dato che WordPress 5.0 apporta un cambiamento così grande, vi consigliamo anche di effettuare un backup scaricabile dell’intero sito. Questo comprende tutti i vostri file e il vostro database MySQL. Non si sa mai, potreste sempre perdere qualcosa quando saranno trascorsi quei 14 giorni. È sempre utile poter avviare un backup, se necessario. I client Kinsta possono scaricare un backup completo con un semplice clic in qualsiasi momento nel cruscotto di MyKinsta.

    Scaricare un intero backup di WordPress

    Scaricare un intero backup di WordPress

    3. Come Aggiornare a WordPress 5.0 (Staging o Produzione)

    A seconda del vostro hosting provider, il vostro sito web potrebbe essere stato aggiornato automaticamente a WordPress 5.0 subito dopo il rilascio. Il core di WordPress non effettua l’aggiornamento in automatico. E da Kinsta non effettuiamo questo aggiornamento automaticamente, a meno che non abbiate impostato a true la costante WP_AUTO_UPDATE_CORE nel file wp-config.php della vostra installazione. Si tratta di un’operazione voluta da voi stessi, in quanto dovreste sempre fare prima dei test.

    WordPress 5.0 è disponibile nella dashboard di amministrazione. Basta fare clic sull’icona degli aggiornamenti nella barra degli strumenti e, quindi, sul pulsante “Aggiorna ora”. Mentre il vostro sito web viene aggiornato, sarà posto in modalità di manutenzione. Non appena i vostri aggiornamenti saranno completati, il vostro sito tornerà alla normalità.

    Aggiornare a WordPress 5.0

    Aggiornare a WordPress 5.0

    Vi sarà quindi richiesto di aggiornare il database di WordPress.

    Richiesta aggiornamento database in WordPress 5.0

    Richiesta aggiornamento database in WordPress 5.0

    Se l’aggiornamento va a buon fine, dovreste vedere la schermata “Cosa c’è di nuovo”. E questo è tutto! Facile e veloce.

    Risolvere i Problemi di Aggiornamento di WordPress

    Come avviene con ogni nuova versione di WordPress, c’è sempre qualcuno che incontra dei problemi, e questo è dovuto alle migliaia di temi e plugin che coesistono attualmente sul mercato. Ecco alcuni modi per risolvere problemi comuni.

    • Vi trovate di fronte allo schermo bianco della morte? Questo problema viene comunemente risolto semplicemente riavviando PHP e cancellando la cache a pagina intera del vostro sito WordPress.
    • Vedete una schermata con la scritta “Briefly unavailable for scheduled maintenance. Check back in a minute” che non vuole andar via? Il vostro sito potrebbe essere bloccato in modalità di manutenzione.
    • Provate a disattivare tutti i plugin per vedere se questo risolve il vostro problema. Quindi riattivateli uno per uno finché non trovate il plugin che potrebbe richiedere un aggiornamento dallo sviluppatore.
    • Provate a passare a un tema WordPress predefinito, ad esempio Twenty Nineteen (una volta che sarà disponibile). Se questo risolve il vostro problema, potrebbe essere necessario contattare lo sviluppatore del tema.
    • Cercate i problemi ed eseguite una diagnosi delle anomalie JavaScript nel vostro browser. Questo può essere particolarmente utile se si rompe un componente cruciale come il Visual Editor (TinyMCE).

    4. Controllate temi e plugin (potrebbero essere toccati da Gutenberg)

    Con WordPress 5.0 arriva il nuovo Editor Gutenberg. Potete disabilitarlo e ripristinare l’editor classico, se volere o se trovate un bug che rompe qualcosa.

    Come parte dei vostri test con Gutenberg, dovrete assicurarvi che tutti i plugin e il tema di terze parti funzionino correttamente con Gutenberg. Molto probabilmente, tutto ciò che interagisce con l’editor di WordPress sarà influenzato da Gutenberg. Yoast SEO è un buon esempio, in quanto ha meta box personalizzati. Advanced Custom Fields è un altro.

    Verificate con gli sviluppatori dei vostri temi e plugin. Molti hanno iniziato ad annunciare il supporto di Gutenberg o la data in cui questo sarà fornito. Inoltre, molti sviluppatori di temi pubblicano i propri blocchi per Gutenberg.

    Dopo aver installato WordPress 5.0, l’opzione “Modifica” sotto i titoli delle vostre pagine e dei vostri post aprirà automaticamente il nuovo editor Gutenberg. Se avete installato il plugin dell’editor classico, vedrete anche un’opzione per questo.

    Modifica con Gutenberg

    Modifica con Gutenberg

    Cosa Succede ai Contenuti Correnti?

    Cosa succede ai contenuti che avete creato nell’editor classico quando vengono aperti nel nuovo editor di Gutenberg? Fondamentalmente, l’intero post apparirà come una grande finestra dell’editor TinyMCE. Lo hanno fatto per preservare il formato dei contenuti di tutti i vostri post e delle vostre pagine. Per sfruttare l’editor Gutenberg, potete selezionare l’opzione “Converti in blocchi”.

    Converti in blocchi Gutenberg

    Converti in blocchi Gutenberg

    Tutto verrà automaticamente convertito nei nuovi blocchi di Gutenberg.

    Blocchi Gutenberg convertiti

    Blocchi Gutenberg convertiti

    Cosa Succede agli Shortcode?

    Lo stesso vale per gli shortcode. In questo esempio, nel nostro sito di sviluppo avevamo già un modulo di contatto per i form di NinjaForm. È stato inserito nell’editor classico utilizzando uno shortcode. Quindi, nell’editor di Gutenberg, selezioniamo nuovamente “Converti in blocchi”.

    Shortcode Gutenberg

    Shortcode Gutenberg

    Lo shortcode viene quindi trasformato in un blocco shortcode di Gutenberg. Nel nostro esempio, il modulo di contatto rende ancora bene sul front-end.

    Blocco shortcode convertito in Gutenberg

    Blocco shortcode convertito in Gutenberg

    Sommario

    WordPress 5.0 e Gutenberg costituiscono il più grande aggiornamento di WordPress che abbiamo avuto da molto tempo. Coinvolge tutti, a partire dal modo in cui gli utenti interagiscono con l’editor e scrivono contenuti, al modo in cui gli sviluppatori creano plugin e temi. Solo il tempo dirà quanto successo avrà il progetto Gutenberg. Ma, a parte tutto, incoraggiamo tutti
    a testare WordPress 5.0 in un ambiente di staging prima di effettuare l’aggiornamento.

    Avete qualche idea su WordPress 5.0 o Gutenberg? Ci piacerebbe sapere cosa ne pensate.