Se volete creare contenuti veramente personalizzati sul vostro sito WordPress, l’utilizzo di template di articoli, o post, personalizzati è un ottimo modo per garantire che tutto ciò che pubblicate sia unico. Template di questo tipo fanno risparmiare tempo e garantiscono una certa coerenza coerenza del vostro sito.

Fortunatamente, template specifici per scopi specifici migliorano l’esperienza dell’utente e il vostro flusso di lavoro. Potete progettare template di post che si adattano alle vostre esigenze in modo piuttosto semplice. Che stiate usando l’Editor a blocchi, Elementor, Divi o codice personalizzato, avrete solo l’imbarazzo della scelta.

Oggi vedremo come fare con istruzioni step by step per creare template di articoli WordPress personalizzati utilizzando ciascuno di questi strumenti.

Cos’è un template di post di WordPress?

Un template di post di WordPress è un layout e un design predefinito che potete utilizzare per dare una struttura ai post del vostro blog. Piuttosto che un layout standard (o una pagina vuota), questi template offrono un modo predeterminato per visualizzare i contenuti.

Ma se i vostri contenuti non rientrano nell’opzione standard del post singolo, cioè se volete strutturare i vostri contenuti in modo diverso, potete creare dei template personalizzati. Poi, ogni volta che vorrete creare un post con quel formato, vi basterà selezionare quel template e il post sarà formattato in quel modo. Non sarà necessario inserire blocchi o riorganizzare nulla.

Vantaggi dell’uso dei template di post

Come potete immaginare, la creazione di template di post personalizzati comporta una serie di vantaggi. Questi includono:

  • Coerenza. I template di articoli assicurano che ogni post aderisca alle stesse linee guida di stile, facendo apparire il vostro blog professionale e coeso. Che si tratti dello stile dei caratteri, delle dimensioni dell’intestazione o del posizionamento delle immagini, i template mantengono tutto uniforme.
  • Efficienza. Con i template di post, potete accelerare notevolmente il processo di creazione dei contenuti. Invece di impostare manualmente la struttura di ogni nuovo articolo, potete selezionare un template e concentrarvi sulla scrittura. Si tratta di una funzionalità particolarmente utile per blogger e aziende che pubblicano contenuti frequentemente.
  • Design migliorato. I template consentono una personalizzazione avanzata e un design migliore senza dover avere grandi competenze di codifica. Strumenti come il Block Editor e Elementor permettono di creare layout visivamente accattivanti che migliorano l’esperienza del lettore e di salvarli per un uso successivo e ripetuto. Ad esempio, potete includere widget dinamici, header e footer personalizzati per specifici tipi di post o categorie.

I template di articoli fanno risparmiare tempo. Se li create voi, potete fare in modo che i post del vostro blog siano più facili da produrre e più coinvolgenti per i visitatori del sito. Ma per cosa possono essere utilizzati? Vediamolo.

Per cosa possono essere utilizzati i template di articoli personalizzati?

I template di post personalizzati in WordPress sono versatili e permettono di personalizzare la presentazione dei vostri contenuti. Ma senza esempi concreti, tutto ciò può suonare un po’ troppo astratto.

Innanzitutto, questi template possono adattarsi a tipi di contenuti specifici. Questo rende ogni tipo di contenuto più accattivante e adatto al suo scopo. Per esempio, potete creare template di post personalizzati per:

  • Articoli del blog. Potrete creare un look coerente per tutti gli articoli, garantendo l’uniformità dei caratteri, delle intestazioni e del posizionamento delle immagini.
  • Landing page. Progettate template che mirino alle conversioni con pulsanti di call to action ben visibili, distrazioni minime ed elementi persuasivi.
  • Recensioni sui prodotti. Potete sviluppare template che mettano in evidenza le caratteristiche principali dei prodotti, i pro e i contro e le testimonianze dei clienti in modo organizzato.
  • Portfolio. Mettete in mostra il vostro lavoro con un template che enfatizzi i contenuti visivi, come immagini e video, e fornisca un layout pulito per le descrizioni dei progetti.

Ma oltre ai tipi di articoli, potete usare i template per sperimentare diversi layout e incorporare vari elementi di design. In questo modo, potete richiamare diversi template mentre lavorate a diversi tipi di contenuti, come ad esempio un post che necessita di una sezione galleria completa o una recensione con tabelle di confronto.

Ecco alcune opzioni di layout comunemente utilizzate che potreste aggiungere ai vostri template personalizzati:

  • Layout a tutta larghezza. Ideali per i contenuti che necessitano di un effetto più “arioso”, come i blog di fotografia o i case study.
  • Layout con barra laterale. Utili per i blog che necessitano di una navigazione o di informazioni aggiuntive, come i post recenti, le categorie o le pubblicità.
  • Layout a griglia. Perfetti per i portfolio o i siti di e-commerce, che presentano più articoli in un formato ordinato e a griglia.
  • Header e footer personalizzati. Da personalizzare per includere informazioni specifiche, link di navigazione o branding in linea con il contenuto del post.

I template di post personalizzati fanno risparmiare tempo e assicurano che ogni tipo di contenuto sia presentato nel modo più efficace possibile.

Ora che vi abbiamo convinti del valore dei template di post personalizzati, parliamo di come crearli.

Come creare un template di post WordPress personalizzato

Abbiamo già stabilito che la creazione di un template di post WordPress personalizzato è un modo efficace per garantire che i vostri contenuti si distinguano e soddisfino le vostre esigenze specifiche.

In questa guida vi illustreremo il processo di creazione di template di post personalizzati utilizzando i seguenti metodi:

  1. Editor a blocchi
  2. Elementor
  3. Divi
  4. Codice

Scopriamo ora come migliorare i vostri post su WordPress con design personalizzati da riutilizzare più volte.

Metodo 1: Creare template di post personalizzati utilizzando l’Editor a blocchi

L’Editor a blocchi, introdotto in WordPress 5.0, ha cambiato il modo di creare contenuti in WordPress. Il suo approccio modulare e a blocchi permette di creare layout visivamente accattivanti senza dover avere conoscenze approfondite di codifica o senza dover lottare con diversi widget o plugin.

Sebbene sia possibile creare layout personalizzati utilizzando i blocchi sul momento, la creazione di template di post personalizzati da riutilizzare è preferibile. In questo modo, non dovrete creare manualmente il layout di ogni post prima di inserire i vostri contenuti. Basterà selezionare il template e partire.

Vediamo il processo di creazione di template di post personalizzati utilizzando l’Editor dei blocchi.

Passo 1: Accedere all’editor di template

Per iniziare, accediamo a WordPress per accedere alla bacheca.

Andiamo su Aspetto > Editor o Template > Aggiungi nuovo template per creare un nuovo template.

Aggiungere un nuovo template nell'Editor a blocchi
Aggiungere un nuovo template nell’Editor a blocchi.

Passo 2: Scegliere il tipo di template

Selezioniamo il tipo di template che vogliamo creare, ad esempio un singolo post, una pagina o un tipo di post personalizzato.

Selezionare un tipo di post per il nuovo template.
Selezionare un tipo di post per il nuovo template.

In questo esempio abbiamo selezionato un template Articolo.

Passo 3: Creare il template personalizzato

Da questo punto in poi, la personalizzazione segue lo stesso processo che utilizzeremmo per creare un layout di post standard. Usiamo l’interfaccia drag-and-drop per aggiungere blocchi come header, footer, testo, immagini e altri elementi di contenuto. Ottieniamo così il design che vogliamo.

In questo esempio, abbiamo inserito dei blocchi per creare un template per descrivere un processo di flusso di lavoro. Si tratta di una pagina che descrive ciò che i nuovi clienti possono aspettarsi quando lavorano con noi su un progetto.

Per creare un nuovo template dell'Editor a blocchi basta fare un drag-and-drop.
Per creare un nuovo template dell’Editor a blocchi basta trascinare e rilasciare gli elementi.

In questo template abbiamo aggiunto dei blocchi per un titolo, un contenitore a tre colonne per aggiungere testo o immagini, un blocco per descrivere il processo di lavoro e un blocco call-to-action nella parte inferiore.

Una volta completato il design del template, clicchiamo su Salva nell’angolo in alto a destra.

Salvare il lavoro una volta finito di apportare modifiche.
Salvare il lavoro una volta finito di apportare modifiche.

Passo 4: Utilizzare il nuovo template in un post

Per applicare il template a un post, apriamo un post nel Block Editor e andiamo nella barra laterale delle impostazioni del post. Qui vedremo un link con la scritta Post singolo, in quanto si tratta del template di post predefinito del tema Twenty Twenty-Four.

Facciamo clic su questo link e appariranno nuove opzioni. Qui, clicchiamo su Scambia template.

Sostituire il template predefinito con quello personalizzato.
Sostituire il template predefinito con quello personalizzato.

Quindi, scegliamo il nostro template personalizzato nella schermata successiva.

Selezionare il template personalizzato e iniziare a modificarlo.
Selezionare il template personalizzato e iniziare a modificarlo.

Pro e contro dell’uso dell’Editor di blocchi

Questo processo è molto semplice e offre molti vantaggi. Ma comporta anche alcuni svantaggi. Analizziamo ora entrambi i lati della medaglia.

Pro:

  • Semplicità. L’interfaccia user-friendly dell’Editor a blocchi lo rende accessibile a tutti i livelli di competenza. Anche la creazione e la modifica dei template è semplice grazie alla funzionalità drag-and-drop. Inoltre, non sono richiesti strumenti aggiuntivi, ma solo un’installazione aggiornata di WordPress.
  • Efficienza. I blocchi riutilizzabili e la possibilità di salvare i template semplificano il processo di creazione dei contenuti, facendo risparmiare tempo e garantendo la coerenza tra i post.

Contro:

  • Personalizzazione limitata. Sebbene l’editor di blocchi sia ottimo per la personalizzazione di base, potrebbe non offrire le funzioni avanzate di cui alcuni utenti hanno bisogno. Per progetti più complessi, potrebbero essere necessari plugin aggiuntivi o codici personalizzati.

L’uso dell’editor a blocchi per creare template di post personalizzati è un modo pratico per migliorare il design di un sito WordPress senza dover conoscere il codice. Ma se avete bisogno di maggiore flessibilità, potrebbe essere utile esplorare strumenti come i page builder o la codifica personalizzata. Parliamo di questi metodi.

Metodo 2: Creare template di post personalizzati con Elementor

Elementor è un popolare plugin di page builder per WordPress. Con esso è possibile creare siti complessi e apportare ogni tipo di personalizzazione utilizzando solo un’interfaccia drag-and-drop. Come per l’Editor a blocchi, potete usare Elementor per creare template di post WordPress che soddisfino le vostre esigenze.

Vediamo come procedere.

Passo 1: Installare e attivare Elementor

Accediamo alla dashboard di WordPress e installiamo il plugin Elementor. Per farlo, andiamo su Plugin > Aggiungi un nuovo plugin e digitiamo “Elementor”. Il plugin dovrebbe essere il primo risultato della ricerca.

Clicchiamo su Installa e poi su Attiva.

Per creare template di post personalizzati è necessaria la versione premium del plugin.

Passo 2: Accedere al costruttore di template

Una volta completata l’installazione, andiamo su Elementor > Template > Aggiungi nuovo.

Scegliere il tipo di template in Elementor.
Scegliere il tipo di template in Elementor.

Scegliamo un Post singolo come tipo di template, poi diamo un nome al template e clicchiamo su Crea template.

Passo 3: Personalizzare il layout

Personalizzare il template in Elementor.
Personalizzare il template in Elementor.

Possiamo aggiungere e disporre diversi elementi del post utilizzando l’editor drag-and-drop. Le opzioni più comuni per i template di articolo includono Titolo del post, Contenuto del post, Immagine in primo piano, Estratto del post, Meta del post e Box autore.

Ma possiamo scegliere quello che meglio si adatta alle nostre esigenze. Personalizzate le impostazioni di ogni elemento per adattarlo alle vostre esigenze di design. Ad esempio, potete regolare la tipografia, i colori e la spaziatura nella scheda Stile di ogni elemento.

Regolare lo stile di ogni elemento aggiunto al template del post.
Regolare lo stile di ogni elemento aggiunto al template del post.

Considerate anche la possibilità di aggiungere elementi dinamici come i post correlati, i commenti e i pulsanti di condivisione social.

Passo 4: Applicare il template a un post

Una volta soddisfatti del nostro design, clicchiamo su Pubblica.

Elementor vi chiederà di impostare le condizioni per l’utilizzo di questo template. Potete applicarlo a tutti i post, ai post di categorie specifiche, ai post di autori specifici o anche a singoli post.

Pro e contro dell’uso di Elementor

Elementor rende generalmente semplice la creazione di template di post. Tuttavia, come per l’Editor a blocchi, presenta aspetti positivi e negativi.

Pro

  • Personalizzazione avanzata. Elementor offre un alto livello di flessibilità nel design. Si possono realizzare layout più complessi e design unici che non sarebbero possibili con l’editor di blocchi predefinito.
  • Facile da usare. L’interfaccia drag-and-drop è relativamente facile da usare. Basta trascinare e rilasciare gli elementi nel punto in cui devono apparire. Le anteprime in tempo reale rendono intuitivo anche il processo di progettazione.
  • Contenuti dinamici. Elementor permette di aggiungere anche contenuti dinamici, il che è utile per chi vuole che le sezioni dei post si aggiornino automaticamente con nuovi contenuti.

Contro

  • Difficoltà. Sebbene Elementor sia facile da usare, il numero di opzioni e impostazioni può essere eccessivo per i principianti. C’è una certa curva di apprendimento per utilizzare appieno le sue funzioni.
  • Problemi di prestazioni. L’utilizzo di un numero eccessivo di elementi può influire sui tempi di caricamento della pagina. Sarà necessario quindi fare attenzione a non esagerare per non compromettere le prestazioni del sito.

Elementor è una valida opzione per creare template di post WordPress altamente personalizzati. Le sue funzioni avanzate permettono di progettare template che hanno un aspetto fantastico e migliorano l’esperienza dell’utente.

Metodo 3: Creare template di post personalizzati con Divi

Il Divi Theme Builder, parte del tema Divi di Elegant Themes, offre un altro modo per creare template di post personalizzati utilizzando un editor drag-and-drop. Permette di progettare layout complessi e di applicarli facilmente al sito WordPress.

Passo 1: Accedere al costruttore di temi Divi

Per utilizzare questo metodo, è necessario acquistare Divi. Supponendo che abbiate acquistato il tema e il relativo plugin Divi Builder, potete installare il tema come qualsiasi altra opzione premium. Basta andare nella dashboard di WordPress, quindi Aspetto > Temi > Aggiungi un nuovo tema. Quindi selezionate il file .zip di Divi e caricatelo sul vostro sito. Cliccate su Installa.

Una volta completato questo processo, andate su Divi > Theme Builder.

Accedere al Theme Builder di Divi.
Accedere al Theme Builder di Divi.

Cliccate su Add New Template e poi su Build New Template per creare un nuovo template.

Passo 2: Regolare le impostazioni del template

Nelle Impostazioni del template, selezionate la posizione in cui desiderate che venga utilizzato il vostro nuovo template. Dato che state creando un template per i post, dovrete sceglierne uno che appaia sotto la sezione Post.

È possibile selezionare il punto in cui si vuole che il nuovo template venga utilizzato immediatamente.
È possibile selezionare il punto in cui si vuole che il nuovo template venga utilizzato immediatamente.

Nel nostro esempio abbiamo selezionato Blog.

Quindi, selezionate Add Custom Body e scegliete Build Custom Body.

Selezionare Add Custom Body per iniziare a progettare il template del post.
Selezionare Add Custom Body per iniziare a progettare il template del post.

Passo 3: Personalizzare il layout con i moduli Divi

Progettate il vostro template di post utilizzando il Divi Builder. Poi, utilizzate i Moduli Divi integrati per creare il layout che desiderate.

Selezionare il modulo Post Title da aggiungere a un template di post nella documentazione ufficiale di Divi.
Selezionare il modulo Post Title da aggiungere a un template di post nella documentazione ufficiale di Divi.

Divi offre un’ampia gamma di moduli che potete utilizzare per personalizzare i template, come Titolo del post, Contenuto del post, Estratto del post, Meta del post e Commenti.

Potete anche utilizzarne altri per ottenere l’aspetto e le funzionalità che desiderate.

Trascinate e rilasciate questi moduli nel vostro layout e personalizzate le loro impostazioni per adattarle al vostro design. Regolate la tipografia, i colori, la spaziatura e altro ancora per ottenere l’aspetto che desiderate.

Potete anche aggiungere contenuti dinamici come i post correlati e le informazioni sull’autore per mantenere le caratteristiche del template più in linea con un template di post tradizionale.

Passo 4: Salvare e applicare il template

Una volta completato il design del template, salvatelo cliccando sul pulsante Save nel Divi Builder.

Per applicare il template ai vostri post, impostate le condizioni di visualizzazione nelle impostazioni del Theme Builder. Potete scegliere di applicare il template a tutti i post, a categorie specifiche, a tag o a singoli post.

Pro e contro dell’uso di Divi

Lavorare con Divi per creare template di post personalizzati è piuttosto semplice. Offre un’interfaccia pulita che ci piace molto. Come per tutti i metodi discussi oggi, ci sono alcuni aspetti negativi e altri positivi.

Pro

  • Alto livello di personalizzazione. Divi offre ampie opzioni di personalizzazione che permettono di creare template di post unici. L’ampia gamma di moduli e impostazioni di design permette di avere un controllo completo sull’aspetto del vostro template.
  • Interfaccia intuitiva. L’editor visuale drag-and-drop è facile da usare e rende semplice la progettazione di layout complessi. Le anteprime in tempo reale aiutano a vedere esattamente come apparirà il vostro progetto sul front-end.

Contro

  • Dipendenza dal Theme Builder. Utilizzare il Theme Builder di Divi significa essere legati al plugin. Sebbene sia possibile utilizzare il plugin Divi Builder separatamente dal tema, può risultare limitante allontanarsi da questo binomio.
  • Troppe opzioni. Sebbene Divi sia molto potente, può risultare troppo complesso per i principianti. È vero che è facile da usare, ma usarlo significa essere rapidamente sopraffatti dalle opzioni. Troppe possibilità possono paralizzare.

Divi è un’altra buona scelta per creare template di post WordPress personalizzati. Ma se cercate una personalizzazione di alto livello, la codifica manuale è sempre la scelta migliore.

Metodo 4: Creare template di post personalizzati manualmente con il codice

La codifica personalizzata in WordPress offre il pieno controllo sul design e sulle funzionalità dei template dei post. Creando manualmente dei template personalizzati, potete adattare ogni aspetto dei vostri post alle vostre esigenze. Questo metodo prevede di lavorare direttamente con i file del tema di WordPress, HTML, CSS e PHP.

Passo 1. Creare un tema child

Per prima cosa, create un tema child per assicurarvi che le vostre personalizzazioni vengano conservate quando il tema principale viene aggiornato.

Nella directory di WordPress, andate in wp-content/themes e create una nuova cartella per il vostro tema child. Qualcosa come mytheme-child sarà sufficiente.

All’interno di questa cartella, create un file style.css e un file functions.php.

In style.css, aggiungete la seguente intestazione per collegarlo al tema principale:

/*
 Theme Name: My Theme Child
 Theme URI: http://example.com/my-theme-child
 Description: My Theme Child Theme
 Author: Your Name
 Author URI: http://example.com
 Template: mytheme
 Version: 
*/

In functions.php, enqueue the parent theme’s styles:

<?php
function mytheme_child_enqueue_styles() {
    wp_enqueue_style('parent-style', get_template_directory_uri() . '/style.css');
}
add_action('wp_enqueue_scripts', 'mytheme_child_enqueue_styles');

Una volta creati questi file, accedete alla dashboard di WordPress e andate su Aspetto > Temi. Il nuovo tema child dovrebbe essere presente nell’elenco. Attivate il tema child come fareste con qualsiasi altro.

2. Aggiungere un nuovo file template

Nella cartella del tema child, create un nuovo file chiamato single-custom.php. Questo file sarà il template del vostro post personalizzato. Iniziate aggiungendo l’intestazione del template necessaria:

<?php
/**
 * Template Name: Custom Post
 * Template Post Type: post
 */
get_header();
if ( have_posts() ) : 
    while ( have_posts() ) : the_post();
        // Your custom template code goes here
    endwhile; 
endif;
get_footer();
?>

3. Personalizzare il template utilizzando HTML, CSS e PHP

Ora potete personalizzare il file single-custom.php per creare il layout del vostro post. Utilizzate HTML e CSS per la struttura e lo stile e PHP per recuperare dinamicamente il contenuto dei post.

Ecco un rapido esempio di come può apparire la personalizzazione:

<div class="post-wrapper">
    <h1><?php the_title(); ?></h1>
    <div class="post-meta">
        <span>Published on: <?php the_date(); ?></span>
        <span>by <?php the_author(); ?></span>
    </div>
    <div class="post-content">
        <?php the_content(); ?>
    </div>
</div>
<style>
    .post-wrapper {
        max-width: 800px;
        margin: 0 auto;
        padding: 20px;
        background: #fff;
    }
    .post-meta {
        font-size: 14px;
        color: #555;
    }
</style>

4. Applicare il template nell’editor dei post

Per utilizzare il vostro template personalizzato, aprite un post nell’editor di WordPress.

Nella barra laterale delle impostazioni del post, individuate il menu a tendina Template. Proprio come avete fatto per creare un template con l’Editor a blocchi, cliccate sul nome del template corrente (probabilmente Post singolio) e cliccate su Scambia template. Il nuovo template creato dovrebbe apparire nella finestra popup.

Fate clic su di esso per applicare il template single-custom.php appena creato al post.

Pro e contro della codifica personalizzata di un template di post

Quest’ultimo metodo prevede la codifica per creare un template di post, il che è un po’ più complicato, ma offre dei vantaggi reali.

Pro

  • Pieno controllo. La codifica personalizzata offre un controllo completo sul design e sulle caratteristiche dei template di post. È possibile aggiungere qualsiasi funzione o stile senza restrizioni.
  • Flessibilità totale. Si possono creare layout e caratteristiche altamente specifiche che si adattano alle proprie esigenze. Non sono necessari compromessi. Questo offre una vera flessibilità per creare esattamente il tipo di sito che si desidera.

Contro

  • Complessità. La codifica personalizzata richiede la conoscenza di HTML, CSS e PHP. È una vera sfida per chi non ha esperienza di codifica.
  • Manutenzione. I template codificati manualmente possono essere più difficili da mantenere e aggiornare. Se il tema principale o WordPress stesso si aggiorna, potrebbe essere necessario modificare manualmente i template personalizzati per garantire la compatibilità.

La creazione manuale di template di post personalizzati offre una flessibilità e un controllo senza pari. Quindi, se avete bisogno di una soluzione altamente personalizzata, questa dovrebbe essere la vostra scelta. Ma se non avete esperienza di codifica, è meglio adottare un altro approccio.

Suggerimenti per creare template di post efficaci per il blog

La creazione di template di post WordPress efficaci può aiutarvi a garantire la coerenza di tutti i vostri contenuti senza dover ricreare manualmente il loro aspetto ogni volta che create un post. Inoltre, offre una certa flessibilità in termini di funzionalità che potete aggiungere e di esperienza utente che potete offrire.

Indipendentemente dall’approccio che sceglierete, comunque, ci sono alcuni consigli essenziali da tenere a mente quando create i template dei vostri post:

Usare un tema child quando è opportuno

Quando personalizzate il vostro tema WordPress in qualsiasi modo, dovreste sempre creare un tema child per evitare che le modifiche vengano sovrascritte durante gli aggiornamenti del tema. Questa pratica garantisce che i vostri template di post personalizzati rimangano intatti e funzionali nel tempo.

Se utilizzate l’Editor di blocchi o uno strumento di creazione di pagine, potreste riuscire a saltare questo passaggio, poiché questi strumenti offrono funzioni di creazione di template integrate. Ma è comunque una buona pratica.

Mantenere un design facile da usare

Concentratevi sulla creazione di un design pulito e intuitivo che favorisca la leggibilità e la navigazione. Evitate il disordine e assicuratevi che elementi importanti come titoli, immagini e pulsanti di invito all’azione siano facilmente accessibili.

Un design facile da usare rende più semplice per i visitatori navigare nel vostro sito, interagire con i vostri contenuti e seguire le CTA. Certo, potete creare qualsiasi template desiderate, ma assicuratevi che segua le best practice di progettazione del sito.

Aggiornare regolarmente i template per adeguarli alle attuali tendenze del design

Le tendenze del design si evolvono ed è importante che i vostri template siano sempre aggiornati per mantenere un aspetto moderno e professionale. Rivedete e aggiornate regolarmente i template dei vostri post per incorporare le ultime tendenze del design, pur rimanendo fedele al design generale del vostro brand. Rimanere aggiornati aiuta a mantenere il fascino e la funzionalità del vostro sito.

Avere un’idea chiara dell’uso che si farà del template

Prima di progettare un template, definite chiaramente il suo scopo. Diversi tipi di contenuti richiedono layout diversi. Ad esempio, una recensione di un prodotto potrebbe richiedere sezioni per i pro e i contro, valutazioni e descrizioni dettagliate, mentre un post di un blog potrebbe concentrarsi maggiormente sulla leggibilità e sugli elementi visivi.

Conoscere il caso d’uso specifico assicura che il vostro template serva efficacemente lo scopo per cui è stato creato.

Mantenere l’accessibilità

Ogni template di post che create deve essere accessibile a tutti gli utenti, compresi quelli con disabilità. Usate i tag HTML corretti, fornite il testo alt per le immagini e assicuratevi che il vostro sito sia navigabile tramite tastiera. Inoltre, usate un contrasto di colori sufficiente nel vostro stile e limitatevi a utilizzare font leggibili.

Mantenere l’accessibilità amplia il vostro pubblico e si allinea alle best practice e ai requisiti legali.

Sperimentare una vera personalizzazione creando template di post personalizzati

La creazione di template di post personalizzati in WordPress dà un grande controllo sul design del sito e sui processi di creazione dei contenuti. Che utilizziate l’editor a blocchi, Elementor, Divi o del codice personalizzato, ogni metodo offre vantaggi unici e si adatta a diversi livelli di competenza ed esigenze. Se non sapete quale scegliere, sperimentate questi metodi per trovare quello più adatto al vostro sito, al vostro livello di competenza e alle vostre esigenze.

Per un’esperienza WordPress senza intoppi, prendete in considerazione l’hosting gestito di Kinsta. Con prestazioni e assistenza di alto livello, Kinsta può aiutarvi a concentrarvi su ciò che sapete fare meglio: creare contenuti fantastici.

Jeremy Holcombe Kinsta

Content & Marketing Editor at Kinsta, WordPress Web Developer, and Content Writer. Outside of all things WordPress, I enjoy the beach, golf, and movies. I also have tall people problems ;).