Pur con l’avvento di YouTube e dei social media, il blogging è ancora vivo e vegeto nel 2020. Oltre 409 milioni di persone leggono ogni mese i blog personali e professionali ospitati solo su WordPress.com.

Questo numero non include i blog WordPress auto-ospitati e quelli ospitati con altre soluzioni CMS. Quindi non è troppo tardi per iniziare un blog.

Ma qual è la migliore piattaforma di blogging?

Questo è ciò di cui parleremo in questo articolo.

Nel 2020 il blogging è ancora vivo e vegeto... e se state cercando di creare il vostro blog, vi consigliamo di dare un'occhiata a questo elenco delle migliori piattaforme di blogging 👩‍💻🧑‍💻.Click to Tweet

Le Migliori Piattaforme di Blogging in Self-Hosting nel 2020

Di seguito, parleremo nel dettaglio delle migliori piattaforme di blog in self-hosting e del perché sono le migliori scelte sul mercato. Self-hosting (o “auto-ospitato”) significa che è necessario un server e un dominio separato per utilizzare il software di blogging per creare il vostro blog o sito web.

1. WordPress.org

WordPress

WordPress

E quindi volete aprire un blog. Se vi siete guardati intorno anche solo un po’, è probabile che abbiate già sentito parlare di WordPress.

Il sito web .org è la sede di questo Content Management System (CMS) open source auto-ospitato. Un CMS è un software che aiuta a creare un sito web e a pubblicarne/gestire/aggiornare i contenuti.

WordPress è il CMS n.1 su internet e alimenta milioni di blog e siti web. È il leader indiscusso di tutte le piattaforme di blogging più popolari elencate in questo articolo.

Se state creando un blog o un sito web per scopi commerciali, siamo convinti che WordPress sia la vostra migliore opzione. È completamente gratuito, open source, e rende facile la creazione di un blog dall’aspetto professionale grazie alla disponibilità di molti temi.

Perché WordPress È lo Standard di Settore

Non sono solo i principianti, i solopreneurs e i blogger a usare WordPress. È diventato un chiaro leader nel settore dei CMS.

Distribuzione dell'utilizzo del CMS

Distribuzione dell’utilizzo del CMS

Quasi la metà del milione di siti internet più visitati al mondo utilizza WordPress. E non si tratta solo di blogger amatoriali o siti di aspiranti scrittori.

La gente usa WordPress perché ha oltre 55 mila plugin gratuiti e più di 7 mila temi gratuiti nella sua directory ufficiale. Ci sono anche migliaia di altri temi e plugin premium disponibili su altri siti (guarda le nostre liste curate dei migliori temi WordPress e plugin WordPress).

Così, se lo ritenete necessario, potete mescolare e abbinare, trovare il tema che desiderate ed estendere la funzionalità con i plugin WordPress.

Per non parlare del fatto che WordPress ha una delle più grandi e attive comunità di sviluppatori. Ci sono centinaia di sviluppatori che dedicano il loro tempo a fornire supporto agli utenti, a mantenere aggiornati i loro plugin/temi o a rilasciarne di nuovi.

Questa comunità attiva ed enorme ha un grande vantaggio per tutti gli interessati: i problemi e i bug vengono di solito scoperti e risolti rapidamente, il che è un bene per la sicurezza.

La presenza della comunità significa anche che è molto più facile ottenere aiuto e guida con potenziali problemi se la vostra azienda WordPress ne ha bisogno. Ad esempio, non è difficile assumere sviluppatori o designer di WordPress.

WordPress è anche SEO-friendly, il che rende facile il posizionamento dei contenuti in Google e in altri motori di ricerca.

Caratteristiche Principali

Interfaccia e Facilità d’Uso

Se avete una certa dimestichezza con Internet e utilizzate nuovi servizi o tecnologie, non sono necessarie nemmeno le istruzioni per capire l’interfaccia.

La maggior parte degli hosting web offrono l’installazione di WordPress con un solo clic, quindi è facile da installare e da configurare. (Con uno qualsiasi dei nostri piani di hosting WordPress gestiti, ci occupiamo noi dell’installazione al posto vostro).

Il tutorial integrato vi aiuterà a familiarizzare con la bacheca e a creare il vostro primo post sul blog.

Scheda di benvenuto in WordPress

Scheda di benvenuto in WordPress

E anche senza il tutorial, la bacheca di WordPress non è affatto difficile da navigare. Passate sopra con il mouse sul segno più per aprire un menu a tendina, dove potete scegliere di creare un nuovo post, una pagina o anche un nuovo utente.

Bacheca WordPress

Bacheca WordPress

Per modificare il design del vostro sito web, fate clic sulla sezione “Aspetto”, dove avrete diverse opzioni.

Prezzi

WordPress auto-ospitato si trova su licenza open source ed è 100% gratuito, per sempre.

Questo da solo, però, non basta. Avrete bisogno anche di un nome di dominio e di un hosting.

Se vi interessa la velocità di caricamento, la sicurezza e l’affidabilità, i piani di hosting gestiti da Kinsta partono da 30 dollari al mese e vengono forniti con migrazioni gratuite, un CDN, protezione da malware, backup automatici giornalieri e altro ancora.

2. Drupal

Drupal

Drupal

Drupal è il secondo più grande CMS open source. Piuttosto che un rigido strumento di blogging, è meglio descritto come una piattaforma di pubblicazione online professionale e scalabile.

Drupal ha il versionamento completo e la pianificazione/pianificazione dei contenuti integrati nel core. Avete un controllo molto più granulare sui permessi degli utenti. È anche possibile creare permessi unici per utenti specifici. C’è anche il supporto per i siti multilingue nel core, il che lo rende un’opzione privilegiata per le aziende più grandi.

Ma non è così facile da usare e potrebbe essere un po’ più difficile quando si tratta di creare un blog da “bell’aspetto”.

Caratteristiche

  • Basic Editor.
  • Monetizzazione.
  • Multilingue.
  • Protezione con password.
  • Navigazione globale.
  • Piena personalizzazione dei file del tema e di template.
  • Controllo accessi personalizzabile e autorizzazioni a livelli.
  • Programmazione avanzata dei contenuti.
  • Versioning completo (con modulo).
  • Struttura dei contenuti SEO-friendly.
  • Opzioni SEO avanzate (con modulo).

Interfaccia e Facilità d’Uso

L’interfaccia è abbastanza datata e non molto intuitiva per i principianti. Quando accedete per la prima volta alla vostra installazione, non c’è un tutorial. Al contrario, iniziate dalla pagina utente e dovete capire come modificare il nuovo sito web da soli.

Interfaccia Drupal

Interfaccia Drupal

Drupal ha una curva di apprendimento abbastanza ripida. Ora non fraintendetemi: per chi ha esperienza di CMS o di software simili, non è troppo difficile capire come costruire le basi.

Ma non è nemmeno lontanamente intuitivo. Quindi, se non siete sviluppatori o tecnici, Drupal non è probabilmente la scelta giusta per voi.

Prezzi

Drupal è open source e completamente gratuito e dovrete pagare il vostro nome di dominio e l’hosting provider.

Drupal vs WordPress

La differenza principale tra Drupal e WordPress è che è stato progettato specificamente per sviluppatori, agenzie e imprese. Ha caratteristiche avanzate, come il supporto multilingue nel core, ma può essere difficile per i principianti imparare ad usarlo.

Potete leggere di più sui pro e i contro di ciascuno nel nostro articolo di confronto Drupal vs WordPress.

3. Ghost

Ghost

Ghost

Quando Ghost è stato lanciato per la prima volta nel 2013, l’obiettivo principale era quello di essere una piattaforma di blogging rigorosa e facile da usare. Ma da allora, si è evoluta in un CMS Node.JS 100% headless.

Dispone di opzioni SEO avanzate integrate e di un’elegante bacheca per le applicazioni web, alimentata da JavaScript.

Caratteristiche

  • Elegante editor markdown.
  • Protezione con password.
  • Navigazione globale.
  • Ambiente multiutente.
  • Programmazione dei contenuti.
  • Struttura dei contenuti SEO-friendly.
  • Opzioni SEO avanzate.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Per quanto riguarda la facilità d’uso, l’installazione di Ghost può essere un po’ complicata poiché non è offerta come opzione di installazione con un solo clic. Ma una volta installato, la bacheca di Ghost è semplice, elegante e più facile da usare.

Interfaccia Ghost

Interfaccia Ghost

Le nuove installazioni vengono automaticamente popolate con contenuti che sono essenzialmente un tutorial su come usare Ghost.

Come l’editor di WordPress Gutenberg, anche l’editor di Ghost è veramente a pagina WYSIWYG. Sembra di scrivere e modificare una pagina in diretta sul sito, ma potete aggiungere solo immagini, link, citazioni e formattare il testo con il markdown.

Menu dinamico di Ghost

Menu dinamico di Ghost

Poiché l’intera bacheca, non solo l’editor come in WordPress, è basata su JavaScript, l’esperienza utente è eccezionalmente fluida. È un’applicazione web di una pagina e si comporta come tale. Non è mai necessario caricare una nuova pagina di amministrazione o aspettare che una pagina si aggiorni.

Prezzi

La versione self-hosted è open source e gratuita. La versione hosted pro parte da 29 dollari al mese.

Ghost vs WordPress

Sia Ghost che WordPress sono facili da usare e facili da imparare. Qualsiasi principiante completo può prendere l’uno o l’altro e far funzionare un blog entro un’ora.

Ma l’installazione di Ghost può essere un po’ più difficile dato che è un CMS meno popolare e pochi web host offrono un’installazione con un solo clic.

La dashboard di Ghost è un po’ più elegante, e per gli sviluppatori, usare un CMS alimentato da Node.JS potrebbe sembrare più attraente del buon vecchio PHP e MySQL.

L’estensibilità e la vivace comunità di WordPress ne fanno ancora la scelta migliore per la maggior parte dei principianti. C’è anche poco supporto per le opzioni di monetizzazione in Ghost, dovreste inserire manualmente gli annunci tramite il codice.

(Lettura suggerita: Come aggiungere Google AdSense a WordPress)

4. Joomla

joomla

Joomla

Joomla è un altro CMS open source che è stato lanciato nel 2005 ed è riuscito a rimanere attuale da allora.

È una piattaforma flessibile che permette molte personalizzazioni senza conoscere troppo codice. Potete estendere le funzionalità con “estensioni” e utilizzare modelli per modificare l’aspetto del sito.

Caratteristiche

  • Editor WYSIWYG.
  • Monetizzazione.
  • Multilingue (nel core).
  • Ambiente multiutente.
  • Permessi a livelli e gestione degli utenti.
  • Protezione con password.
  • Piena personalizzazione dei file di template.
  • Programmazione dei contenuti.
  • Struttura dei contenuti SEO-friendly.
  • Opzioni SEO avanzate (tramite estensioni).

Interfaccia e Facilità d’Uso

Joomla è un altro CMS che può essere installato con un solo clic se il vostro host utilizza cPanel o un’altra dashboard standard. Una volta installato, è possibile accedere alla bacheca di amministrazione.

Interfaccia Joomla

Interfaccia Joomla

La bacheca di Joomla 3 è un po’ datata, e nonostante sia stato annunciato come “dietro l’angolo” all’inizio del 2019, Joomla 4 ancora non si vede da nessuna parte.

Non esiste un tutorial intuitivo, ma un link alla buona vecchia documentazione.

Tutto sommato, non è un’interfaccia difficile da imparare e i principianti potrebbero probabilmente far funzionare il loro sito con un template a loro scelta senza troppi problemi.

Prezzi

Gratuito, ad eccezione dei costi di hosting e DNS come per altre piattaforme open source.

Joomla vs WordPress

Joomla offre un supporto multilingue e mette a disposizione le migliori opzioni per la gestione degli utenti. Detto questo, l’interfaccia è datata, più difficile da usare, e molti dei template e delle estensioni esistenti sono vecchi e hanno bisogno di aggiornamenti.

WordPress ha un’interfaccia migliore e molti più plugin e temi aggiornati. Per saperne di più sui pro e i contro, date un’occhiata al nostro post che tratta di WordPress vs Joomla.

Le Migliori Piattaforme Ospitate di Blogging nel 2020

Ora continuiamo con una lista delle migliori piattaforme di blogging hosted, cioè “ospitate”. Con un’alternativa hosted, non è necessario investire in un nome di dominio e un web server; il servizio include l’hosting e un sottodominio o un nome di dominio completo.

5. WordPress.com

WordPress.com

WordPress.com

Sul dominio .com, WordPress è una piattaforma di blogging/siti web ospitati. Non avete bisogno di un nome di dominio o di un hosting per iniziare: tutto quello che dovete fare è iscrivervi.

È difficile argomentare contro la tecnologia che alimenta il 36% del web, gratuitamente.

Caratteristiche

  • Editor WYSIWYG.
  • Visite illimitate e larghezza di banda.
  • Protezione con password.
  • Navigazione globale.
  • Personalizzazione limitata.
  • Programmazione dei contenuti.
  • Struttura dei contenuti SEO-friendly.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Dato che non avete bisogno di un web hosting o di un nome di dominio separato, iniziare è facile tanto quanto iscriversi e scegliere il nome del vostro blog.

L’interfaccia di WordPress.com è un’applicazione web basata su JavaScript e potrebbe ricordarvi maggiormente l’esperienza di Ghost.

Interfaccia WordPress.com

Interfaccia WordPress.com

La maggior parte dei principianti potranno cambiare il tema e aggiungere nuovi contenuti senza bisogno di un tutorial. Inoltre, l’editor che alimenta WordPress.com è quello che di solito viene chiamato editor a blocchi (alias Gutenberg), che fornisce una buona esperienza di scrittura:

L'editor di WordPress.com

L’editor di WordPress.com

Prezzi

Il piano di base è gratuito al 100%. Potete iscrivervi gratuitamente a un blog/sito web che sarà ospitato su un sottodominio WordPress. Sul vostro blog compariranno annunci di WordPress.com.

Se desiderate il vostro dominio .com, più personalizzabile e senza pubblicità, il piano Personal costa 4 dollari al mese. Con il piano base, il vostro blog sarà ospitato in un sottodominio come yourblog.wordpress.com.

WordPress.com vs WordPress.org

Stesso pacchetto, ma contenuti molto diversi. Invece di migliaia di temi tra cui scegliere, WordPress.com li limita a poche decine.

Se volete solo creare un semplice sito web o blog, e avete poche competenze tecniche e nessun piano per espandere o monetizzare il vostro sito web, la soluzione ospitata WordPress (. com) è la strada da percorrere.

Se desiderate un maggiore controllo sul design e avete la possibilità di espandere il vostro blog man mano che si procede, WordPress è la scelta migliore.

Per saperne di più sulle differenze tra WordPress.com e WordPress.org c’è la nostra guida.

6. Blogger

Blogger

Blogger

Blogger è la piattaforma di blogging hosted di Google. È gratuita, più personalizzabile della maggior parte delle altre opzioni ospitate (ad esempio, è possibile modificare i temi), e c’è una discreta quantità di temi disponibili.

Temi su Blogger

Temi su Blogger

Con un account gratuito, il vostro blog sarà ospitato nel sottodominio Blogger e sarà raggiungibile ad un URL tipo yourblog.blogspot.com.

Caratteristiche

  • Basic Editor.
  • Visite illimitate e larghezza di banda.
  • Monetizzazione.
  • Personalizzazione limitata.

Interfaccia e Facilità d’Uso

L’iscrizione è l’unico passo necessario per far funzionare il vostro blog. Una volta effettuato il login, potete facilmente creare nuovi contenuti o cambiare il tema del vostro nuovo blog.

Interfaccia di Blogger

Interfaccia di Blogger

L’interfaccia è semplice e facile da usare. Non ci sono sezioni inutili nella bacheca. I principianti completi saranno facilmente in grado di iniziare senza alcuna guida extra in quanto si tratta di un semplice editor di contenuti rich-text.

Prezzi

Gratuito (con sottodominio e annunci).

Blogger vs WordPress

Blogger è una soluzione semplice per aiutare i principianti a creare un blog. Se volete solo creare un semplice blog o un diario personale, non è una scelta terribile.

Se invece vi serve creare un blog o un sito web professionale e volete tirarci su un business in futuro, ci sono opzioni migliori tra cui WordPress.

7. Medium

medium

Medium

Medium è più una piattaforma social per condividere i vostri scritti e farli leggere più che una classica piattaforma di blogging.

Il design è elegante e intuitivo, e non ci si lascia distrarre da temi, loghi o layout. Tutto ciò a cui dovete pensare è la creazione di contenuti.

Caratteristiche

  • Rich Editor
  • Visite e larghezza di banda illimitate.
  • Monetizzazione limitata attraverso il Medium Partner Program.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Iniziare con Medium è estremamente semplice. Basta registrarsi con un account Twitter, Google o Facebook e iniziare a scrivere il primo post.

Scrivere su Medium

Scrivere su Medium

Non avete nessuna opzione di progettazione e potete concentrarvi al 100% sulla creazione e la condivisione di contenuti.

L’editor è elegante e i post pubblicati sono identici all’editor. Le opzioni limitate lo rendono molto facile da usare, ma il campo d’azione rimane ristretto.

Prezzi

Medium offre un accesso limitato agli articoli e un accesso completo con abbonamento Medium per 50 dollari all’anno. Vedendolo invece dal punto di vista di chi crea contenuti, potete ospitare gratuitamente tutti i contenuti che volete.

Medium vs WordPress

Medium è un’ottima opzione per gli scrittori che vogliono solo che i loro post sul blog vengano letti. Se desiderate un nome di dominio e un blog e sito personalizzabile, WordPress è la strada da seguire. Potete comunque condividere i vostri articoli su Medium anche se avete un blog dedicato.

Per saperne di più sui pro e i contro, consultate la nostra guida Medium vs WordPress.

8. Wix

wix

Wix

Wix è un costruttore di siti web drag-and-drop, ma è anche una decente piattaforma di blogging per i creativi.

Se siete aspiranti designer o un’anima creativa ma non volete avere a che fare con il codice o con aspetti tecnici, potreste voler provare Wix.

Caratteristiche

  • Costruttore di siti drag-and-drop (simile a quelli disponibili per WordPress).
  • Wix ADI (AI-powered Design).
  • Monetizzazione (solo piani a pagamento).
  • Fino a 500 MB di dati/larghezza di banda (con il piano gratuito).
  • Annunci (il piano gratuito quello da $4.50/mese mostrano gli annunci di Wix sul vostro sito web).
  • Monetizzazione (con i piani premium).

Interfaccia e Facilità d’Uso

Potete registrarvi effettuando il login con Facebook o Google o creando un account con il vostro indirizzo email. Una volta effettuato l’accesso, inizierà il tutorial di Wix che vi farà un paio di domande.

Se rispondete che non avete molta esperienza, vi suggerirà di lasciare che l’ADI crei il vostro sito web per voi.

Tutorial introduttivo di Wix

Tutorial introduttivo di Wix

L’ADI utilizza l’intelligenza artificiale per progettare il vostro sito web sulla base di alcune domande.

Interfaccia di Wix

Interfaccia di Wix

La bacheca standard è incentrata sul loro costruttore di siti drag-and-drop. È possibile modificare gli elementi facendo clic su di essi e riorganizzarli facendo clic sulle frecce in alto a destra.

È ragionevolmente intuitivo e facile da usare, ma è facile sprecare tempo a scegliere il design invece che concentrarsi sulla creazione di contenuti per il proprio blog.

Pieno controllo sulla progettazione, non sono richieste competenze di codifica.

Prezzi

Il piano gratuito viene fornito con gli annunci, un sottodominio Wix e una larghezza di banda limitata a 500 megabyte. I piani con funzionalità di monetizzazione e di ecommerce partono da 17 dollari al mese.

Wix vs WordPress

Anche se Wix vi aiuta a tirar su un sito in pochi minuti, sembra quasi progettato per farvi concentrare sulla cosa sbagliata, come blogger. È facile passare ore a spulciare il design e a ridimensionare i singoli elementi. Le funzioni avanzate sono poi bloccate dietro alcuni piani abbastanza costosi.

Non è l’ideale per i blogger, ma Wix potrebbe essere una buona opzione per i siti di portfolio per i professionisti della creatività (ecco come creare il vostro portfolio in WordPress).

Per saperne di più sui pro e i contro di Wix vs WordPress, consultate la nostra guida comparativa.

9. Squarespace

Squarespace

Squarespace

Squarespace è un altro costruttore di siti web drag-and-drop che vi dà il pieno controllo creativo del vostro sito o blog. È un servizio in hosting, quindi non è necessario preparare un server o un nome di dominio.

Caratteristiche

  • Elegante costruttore di siti drag-and-drop.
  • Monetizzazione e eCommerce.
  • Utenti multipli.
  • Programmazione dei contenuti.
  • Struttura dei contenuti SEO-friendly.
  • Campagne email.
  • Statistiche del sito.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Per creare il vostro sito web, registrate un account, scegliete un tema e iniziate a lavorare. Il costruttore di pagine è molto facile da usare.

Interfaccia di Squarespace

Interfaccia di Squarespace

Semplicemente spostando il mouse e facendo clic sugli elementi, potete modificare e spostare facilmente testo e immagini nel sito.

Tenete a mente che non c’è un piano gratuito, quindi avrete accesso gratuito al sito solo durante i 14 giorni della prova gratuita.

Prezzi

I piani personali partono da 12 dollari al mese (se pagati annualmente).

Squarespace vs WordPress

Squarespace offre la piena personalizzazione e i loro piani premium forniscono alcune opzioni piuttosto impressionanti per l’ecommerce, ma l’azienda richiede “un po’ troppo controllo” su di esso.

Ecco a cosa mi riferisco.
Nella loro pagina dei Termini del servizio, sezione 2.2, potete leggere:

2.2. Concessione di licenza a Squarespace. Quando fornisci il Contenuto utente tramite i Servizi, concedi a Squarespace (inclusi i nostri provider di hosting di terze parti che operano per nostro conto) una licenza non esclusiva, valida in tutto il mondo, perpetua, irrevocabile, a titolo gratuito, concedibile in sublicenza e trasferibile per utilizzare, ospitare, archiviare, riprodurre, modificare, creare materiali derivati (ad esempio, lavori risultanti da traduzioni, adattamenti o altre modifiche apportate in modo che il Contenuto utente funzioni meglio con i Servizi), comunicare, pubblicare, mostrare in pubblico, eseguire in pubblico e distribuire il Contenuto utente per gli scopi limitati previsti per fornire, migliorare, promuovere e proteggere i Servizi. Questa Sezione non riguarda eventuali diritti che potresti avere in base alle leggi sulla protezione dei dati applicabili.

Voglio che sia chiaro: non stanno “rubando” nessuno dei vostri contenuti e tutti i diritti che possedete su di essi rimangono vostri. Eppure potreste trovare, diciamo, una vostra foto che viene usata per promuovere la loro piattaforma. Anche se a volte può essere lusingante, non sempre è così e i permessi non dovrebbero essere concessi per default.

Stanco di un host lento per il tuo sito WordPress? Forniamo server velocissimi e un supporto di livello mondiale da parte di esperti WordPress, 24/7. Dai un’occhiata ai nostri piani

Tuttavia, Squarespace alimenta circa il 2,5% dei siti che utilizzano un CMS nel mondo e, di fatto, è una buona opzione per coloro che cercano di avere una piattaforma all-in-one senza volersi occupare di questioni tecniche.

Per saperne di più sui pro e i contro, consultate la nostra guida di confronto su Squarespace vs WordPress.

10. Weebly

weebly

Weebly

Weebly è l’ultimo costruttore di siti web di questa lista, anch’esso alimentato da un simpatico costruttore drag-and-drop. Offre un piano gratuito dove è possibile creare un sito e pubblicarlo su un sottodominio come yourblog.weebly.com.

Caratteristiche

  • Costruttore di siti drag-and-drop.
  • 500 MB di memoria (piano gratuito) / memoria illimitata (tutti i piani a pagamento).
  • Monetizzazione.
  • Visite e larghezza di banda illimitate.
  • Acquisizione lead di base.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Anche in questo caso, iniziare è facile e veloce. Niente di tecnico, nessun server, nessuna preparazione necessaria. Basta registrarsi e decidere un tema.

Questo apre il costruttore del sito web, che è quasi intuitivo e utilizza un sistema a blocchi che permette di personalizzare il design.

Interfaccia di Weebly

Interfaccia di Weebly

L’esperienza è un po’ insoddisfacente: WordPress self-hosted dispone di plugin per la creazione di pagine che offrono un design e un’usabilità uguali se non migliori.

Prezzi

Gratuito con un sottodominio, $5/mese per collegare il vostro dominio e piani pro che partono da $12/mese.

Weebly vs WordPress

Anche se l’impostazione richiede un po’ più di preparazione, con WordPress self-hosted potete ottenere costruttori di pagine altrettanto buoni e migliori opzioni di personalizzazione.

Weebly è facile per partire e potrebbe essere un buon posto per creare il vostro primo blog personale o sito web.

Leggete di più su Weebly vs WordPress nel nostro post dedicato.

11. Typepad

typepad

Typepad

Typepad era una piattaforma di blogging all’avanguardia nei primi tempi del blogging, ma nel corso degli anni ha perso forza. Fino al 2018, Seth Godin gestiva il suo blog su Typepad, ma poi è passato a…WordPress!

Caratteristiche

  • Utenti multipli.
  • Monetizzazione.
  • Protezione con password.
  • Programmazione dei contenuti.

Interfaccia e Facilità d’Uso

L’interfaccia è datata, proprio come la lista delle caratteristiche. Se vi piacciono i design semplici e retrò, non è male. Non è del tutto difficile da usare, ma non è nemmeno intuitiva. Potrebbe ricordarvi la bacheca di WordPress di un paio di anni fa.

Prezzi

I piani partono da 8,95 dollari al mese per uno storage e una larghezza di banda illimitati.

Typepad vs WordPress

Typepad non è una valida alternativa a WordPress. Anche se desiderate un’opzione semplice, dovete preparare un DNS e un nome di dominio per Typepad. L’opzione ospitata di WordPress.com è più facile da usare, ha un’interfaccia più elegante, temi più belli e costa meno di Typepad per i piani professionali.

Curiosità: Typepad è stata la prima piattaforma di blogging con cui ho lavorato nel 2005.

12. LiveJournal

LiveJournal

LiveJournal

LiveJournal è stata una delle prime piattaforme di blogging online su internet, ora di proprietà di SUP Media, una società mediatica russa. LiveJournal è un mix tra una piattaforma di microblogging e un social network.

Caratteristiche

  • Programmazione dei contenuti.
  • Comunità.
  • Analisi.
  • Rimozione degli annunci (funzione a pagamento).

Interfaccia e Facilità d’Uso

L’interfaccia, anche se un po’ datata, non è del tutto difficile da usare. Però non è nemmeno intuitiva, se proprio me lo chiedete. Potrebbe ricordarvi la dashboard di WordPress di un paio di anni fa.

Interfaccia LiveJournal

Interfaccia LiveJournal

Prezzi

La maggior parte delle funzioni sono disponibili nel loro piano gratuito, ma c’è la possibilità di sbloccarne altre con un Professional Package che vi permette di pagare 19,95 dollari all’anno se optate per i pagamenti automatici.

LiveJournal vs WordPress

Nel 2020, onestamente, penso che LiveJournal difficilmente avrebbe potuto trovare un posto nella lista delle piattaforme di blogging preferite da qualcuno, perché mi ha dato l’impressione di star usando uno strumento anacronistico. Tuttavia, se il vostro target di riferimento parla russo, potreste trovare LiveJournal degno di prova.

13. Tumblr

tumblr

Tumblr

Tumblr è un sito di microblogging molto popolare, anche se molto meno popolare di qualche anno fa.

È interessante notare che Automattic, la società che sta dietro a WordPress.com, ha acquisito Tumblr nel 2019 da Verizon, per cui potremmo vedere alcuni interessanti cambiamenti alla piattaforma nei prossimi anni.

Caratteristiche

  • Pubblico e condivisione.
  • Caricamenti/visite/banda illimitata.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Tumblr ha un’interfaccia elegante ed è possibile pubblicare il primo post in pochi secondi.

Interfaccia di Tumblr

Interfaccia di Tumblr

La grande interfaccia mobile rende facile scrivere brevi messaggi dal cellulare. È anche un ottimo posto per leggere contenuti e trovare ispirazione per il vostro prossimo lavoro.

Bacheca Tumblr

Bacheca Tumblr

Prezzi

Gratuito, con spazio di memoria/larghezza di banda illimitata.

Tumblr vs WordPress

Se siete artisti o un fotografi che vogliono aprire un blog per condividere la loro arte, piuttosto che costruire una piattaforma per il vostro business, allora Tumblr potrebbe essere una buona opzione.

È facile registrarsi e iniziare a condividere il proprio lavoro in pochi passi. C’è un solido pubblico pronto da raggiungere.

Ma se volete la piena personalizzazione del vostro blog e il totale controllo dei vostri contenuti, WordPress è la strada da seguire. Ecco come importare Tumblr in WordPress.

14. Instagram

instagram

Instagram potrebbe non adattarsi alla vostra idea di piattaforma di blogging, ma in alcuni casi può essere il posto migliore per costruire un pubblico, visto come è cresciuto.

Caratteristiche

  • Pubblico e condivisione.
  • Caricamenti/visite/banda illimitata.
  • Strumenti per il coinvolgimento del pubblico.

Interfaccia e Facilità d’Uso

Se non sapeste già come è fatto Instagram, beh, vi dico solo che è davvero facile da usare. L’unico aspetto negativo dell’interfaccia di Instagram è che non è possibile aggiungere post dal proprio portatile. Per farlo ci vuole uno stratagemma.
Questo lo rende scomodo per qualsiasi scrittore o blogger che preferisce i contenuti a lungo termine.

Prezzi

Gratuito, con spazio di memoria/larghezza della banda illimitata (proprio come Facebook).

Instagram vs WordPress

Ci sono alcuni scenari in cui Instagram ha più senso di WordPress per i blog. Se siete videografi o un vlogger, Instagram potrebbe davvero essere il vostro canale principale e la vostra piattaforma di blogging preferita.

Nella maggior parte dei casi, però, sarebbe probabilmente meglio scegliere entrambi e avere anche un blog/sito web professionale. Ecco come potete inserire il vostro feed Instagram su WordPress.

Qual È la Migliore Piattaforma di blogging?

Se avete letto fino a questo punto, è giusto che riceviate risposta alla domanda: Qual è la migliore piattaforma di blogging e perché?

Avviso anteprima: Pensiamo che la scelta migliore per i blogger più seri e per le aziende in generale sia WordPress.

Ci potrebbero essere delle alternative che vi faranno pubblicare i vostri contenuti più velocemente, ma WordPress è l’opzione migliore per le persone che cercano di rendere il loro blog uno strumento per la loro presenza online e il loro business a lungo termine.

Qual È la Migliore Piattaforma di Blog per Principianti?

Dipende dalla vostra intenzione con il blog. L’opzione migliore per chi vuole creare un blog personale è probabilmente una soluzione hosted gratuita come WordPress.com, Blogger o Medium.

Se volete solo un posto dove condividere la vostra arte, potete anche dare una chance a Tumblr o Instagram.

Ma se volete creare un blog aziendale per il business e far crescere visitatori e clienti, opzioni auto-ospitate come WordPress o Drupal offrono il maggior numero di opzioni per l’espansione futura.

Qual È la Migliore Piattaforma di Blogging per Fare Soldi?

WordPress contiene la maggior parte delle opzioni necessarie per espandere il vostro blog, sia grazie a plugin per il posizionamento di annunci e marketing di affiliazione, sia con lo sviluppo di un vero e proprio negozio di ecommerce o di un sito su abbonamento.

Qual È la Migliore Piattaforma di Blogging per gli Scrittori?

Se tutto ciò che volete è trovare un pubblico online, Medium potrebbe essere il miglior punto di partenza per gli scrittori esordienti che vogliono condividere il loro mestiere.

Ma se siete un autore pubblicato e volete mantenere una piattaforma professionale, coinvolgere il vostro pubblico esistente, e creare risorse come le mailing list, WordPress auto-ospitato è la strada da seguire.

Qual È la Migliore Piattaforma di Blogging per la SEO?

Le soluzioni auto-ospitate che vi danno il pieno controllo sui contenuti delle pagine, come WordPress, Drupal e Joomla, sono le migliori per la SEO.

WordPress è facile da configurare, e molti ottimi plugin SEO consentono ai principianti di creare contenuti SEO-friendly. Naturalmente, è necessario anche un host affidabile con tempi di caricamento veloci per ottenere i migliori risultati.

Pronti a iniziare a bloggare 💻? Leggete questa guida per sapere quale piattaforma può può andar meglio per voi! ⚡️Click to Tweet

Riepilogo

Le migliori piattaforme di blogging forniscono ai blogger non solo un posto dove scrivere i propri pensieri, ma tutti gli strumenti necessari per far crescere il loro seguito e anche un business.

Questo è ciò che distingue le soluzioni self-hosted come WordPress dal resto delle piattaforme di questa lista.

Se tutto quello che volete è un blog personale, oppure condividere e ottenere un feedback sulla vostra scrittura, una soluzione ospitata come Medium o WordPress.com potrebbe fare al caso vostro.

In definitiva, la migliore piattaforma di blogging dipende dai vostri obiettivi e dalla vostra situazione attuale. Per noi – ovviamente – nulla è paragonabile a WordPress.

E voi che ci dite? Qual è la vostra piattaforma di blogging preferita?


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani