Tra i codici di stato HTTP, il 402 è un codice un po’ strano (anche tra i codici di errore 400). Il codice HTTP 402 o “Pagamento richiesto” non è una risposta standard e la maggior parte dei browser non lo utilizza. Pertanto, se vedete uno stato 402, di solito significa che c’è stato un problema con un pagamento.

Lo stato HTTP 402 è un codice raro classificato come “sperimentale” o in fase di sviluppo. È stato creato per essere utilizzato in futuro in vista delle microtransazioni. Tuttavia, alcuni sviluppatori hanno già iniziato a utilizzarlo per far sapere agli utenti che c’è un problema con un pagamento.

In questo articolo spiegheremo cosa significa l’errore 402 “Pagamento richiesto” e quali sono le cause. Poi vedremo come risolvere l’errore di questo strano codice di stato HTTP. Cominciamo!

Cosa Significa Stato 402 “Pagamento richiesto”?

Con la continua evoluzione del web, non è raro che i browser aggiungano nuovi codici di errore HTTP per far fronte ai problemi che si presentano. L’HTTP 402 è un codice ancora in fase di sviluppo e riservato ad usi futuri.

L’obiettivo del codice di stato 402 è quello di aiutare a risolvere i problemi di pagamento che potrebbero verificarsi in futuro quando gli utenti utilizzeranno microtransazioni o pagamenti in denaro digitale attraverso i propri browser (se tale implementazione dovesse arrivare).

Nel 2022, l’errore HTTP 402 non è ancora molto diffuso e non esiste una convenzione per i messaggi che potrebbero apparire quando si verifica.

Errore HTTP 402
Errore HTTP 402

Alcuni sviluppatori utilizzano il codice 402 per diversi tipi di errori. L’API di Google Developers, ad esempio, utilizza questo codice quando uno sviluppatore supera il limite di richieste. Inoltre, piattaforme come Stripe e Shopify utilizzano il codice di errore 402 per segnalare agli utenti un problema nei pagamenti.

In generale, il significato dello stato 402 può variare a seconda del sito web che genera il problema. Tuttavia, se parliamo strettamente di codici di stato HTTP, il 402 è un tipo di errore che non ha un’implementazione diffusa.

Per quanto riguarda i codici di stato HTTP, il 402 è un codice un po' strano (anche tra i codici di errore 400). Questa guida può aiutarti a risolverlo 😅. Clicca per twittare

Cosa Causa l’Errore HTTP 402?

Come abbiamo già detto, il codice HTTP 402 è ancora sperimentale. Ciò significa che non è molto diffuso e che non esiste una forma di implementazione standard per questo codice tra i browser.

Molte piattaforme utilizzano il codice di errore 402 nello spirito con cui è stato sviluppato: segnalare gli errori di pagamento. Due esempi che abbiamo citato in precedenza sono Shopify e Stripe, che restituiscono questi codici di errore quando si verifica un problema con un pagamento, come ad esempio il rifiuto di una carta.

Altre piattaforme, invece, utilizzano il codice 402 per la risoluzione dei problemi interni. In alternativa, potrebbero restituire il codice attraverso le loro API senza mostrare il messaggio di stato HTTP agli utenti.

Queste implementazioni di errore non avvengono a “livello” di browser. Ad esempio, quando si cerca di visitare una pagina che non esiste, la maggior parte dei browser restituisce un errore 404.

Un esempio di errore 404 in Google
Un esempio di errore 404 in Google

Se incontrate un problema durante un pagamento online, non significa che vedrete un errore HTTP 402. Il messaggio che riceverete dipenderà dalla piattaforma o dal processore di pagamento che state utilizzando. Se il sito web non vuole mostrare o non supporta il codice di errore 402, vedrete un altro tipo di messaggio o stato HTTP.

Come Risolvere l’Errore HTTP 402

Dato che non esiste un’implementazione standard per il codice di errore 402, non esiste nemmeno un modo universale per risolverlo. Nella maggior parte dei casi, se vi imbattete in un codice di errore 402, ciò è dovuto a un problema di pagamento online, come ad esempio il rifiuto della carta.

In questo caso, la piattaforma online o il processore di pagamento che state utilizzando vi dirà come procedere. Tuttavia, potreste anche imbattervi in piattaforme che utilizzano il codice di errore 402 per altri tipi di problemi, come ad esempio Google Developers.

Se vedete un errore 402 e non siete sicuri della causa, la cosa migliore è controllare la documentazione della piattaforma o del software che state utilizzando. In caso contrario, dovrete contattare direttamente l’assistenza per capire il motivo dell’errore 402.

Se gestite un sito WordPress, i vostri visitatori non dovrebbero imbattersi in codici di errore 402 perché non sono implementati dalla maggior parte dei plugin di ecommerce (incluso WooCommerce). Gli stati HTTP 402 non compaiono da nessuna parte, quindi non dovreste risolverli sul vostro sito WordPress.

Se vi imbattete in altri problemi lato client o in messaggi di errore HTTP utilizzando Kinsta, il nostro team di supporto può aiutarvi a capirne la causa. Potete accedere alla nostra assistenza direttamente dalla dashboard di MyKinsta.

Kinsta APM
Kinsta APM

Avrete anche accesso a Kinsta APM. Il nostro strumento di monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni può aiutarti a monitorare le prestazioni del vostro sito web e a risolvere gli errori!

Lo stato HTTP 402 è un codice raro classificato come 'sperimentale' o in fase di sviluppo... ma con l'aiuto di questa guida, non fermerà il vostro sito ✅ Clicca per twittare

Riepilogo

Sono molti i codici di stato e gli errori HTTP in cui ti imbatterete navigando online o lavorando al vostro sito web. La maggior parte di questi errori è relativamente facile da risolvere se si comprende il significato di ciascun codice. L’errore 402 è un po’ più complicato perché è ancora un codice sperimentale senza un’implementazione diffusa.

Se vi imbattete in un errore HTTP 402 online, la piattaforma o il servizio ha deciso di implementare il codice internamente. Tradizionalmente, gli errori 402 segnalano un errore di pagamento. Tuttavia, alcune piattaforme potrebbero utilizzare gli stati 402 per diversi tipi di problemi tecnici.

State cercando una soluzione di hosting ecommerce che possa aiutarvi a risolvere qualsiasi problema tecnico? Date un’occhiata ai nostri piani di hosting WooCommerce gestiti da Kinsta e liberatevi dello stress di gestire un negozio online!


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.