State cercando un modo semplice per bloccare un sito web su Google Chrome in modo che voi o altri utenti non possiate accedervi?

Sia che vogliate evitare di farvi distrarre bloccando YouTube o Reddit, sia che vogliate bloccare siti web inappropriati non coperti dal controllo parentale, in modo che i vostri figli possano navigare in sicurezza, ci pensiamo noi.

In questo articolo vi mostreremo come bloccare i siti web in Google Chrome su desktop, Android e iOS. Vedremo in modo approfondito diversi modi, dall’uso di un’estensione, alla modifica del file host, alle impostazioni del cellulare.

Pronti?

Blocchiamo queste distrazioni!

Vuoi bloccare un sito web su Google Chrome per rimanere concentrato sul lavoro? Questa guida facile e veloce ti aiuterà a mantenere il focus 💪Click to Tweet

Come Bloccare i Siti Web su Chrome (Desktop)

Il modo più semplice per bloccare un sito web su una versione desktop di Chrome è quello di usare un’estensione. Ci sono molte opzioni disponibili, ma BlockSite è la più aggiornata e conta oltre 1.000.000 di utenti attivi.

Estensione Website Blocker for Chrome

Estensione Website Blocker for Chrome

Come per altre estensioni Chrome, il processo di installazione è quasi immediato. Basta fare clic sul link qui sopra o cercare “Block Site” nel Chrome Web Store per andare alla pagina dell’estensione.

Fate quindi clic sul pulsante “Add to Chrome Button” e confermate la richiesta facendo clic su “Add extension” nel prompt di installazione.

Installazione dell'estensione BlockSite

Installazione dell’estensione BlockSite

Una volta aggiunta l’estensione, vi verrà chiesto il permesso di registrare i dati di navigazione, che potrete negare.

Dopo di che, vedrete l’interfaccia utente dell’app dove potrete aggiungere il vostro primo sito bloccato. Basta digitare un URL e premere invio per bloccare qualsiasi sito web, ad esempio reddit.com:

Aggiunta di siti alla lista dei siti bloccati

Aggiunta di siti alla lista dei siti bloccati

Ora, se provate a visitare Reddit nel bel mezzo della vostra giornata lavorativa, vedrete invece comparire questa opzione.

La pagina quando si tenta di accedere a un sito bloccato

La pagina quando si tenta di accedere a un sito bloccato

Invece di una lista infinita di subreddit, il musino di questo cucciolo deluso vi motiverà a tornare al lavoro.

Come Bloccare i Siti in Modalità Incognito

Per impostazione predefinita, nessuna estensione funziona nella modalità in incognito del browser, e BlockSite non fa eccezione.

Quindi, per essere sicuri di bloccare un sito mentre usate anche la modalità in incognito di Chrome, andate sulle impostazioni dell’estensione. Se avete già chiuso la scheda, dovreste essere in grado di trovare l’estensione BlockSite nella vostra barra degli strumenti.

Impostazioni di BlockSites

Impostazioni di BlockSites

Da lì, navigate fino alla pagina delle impostazioni e fate clic sul pulsante “Enable in Incognito Mode” nella parte superiore della pagina.

BlockSite abilitato in modalità incognito

BlockSite abilitato in modalità incognito

Ora, anche se tentate di accedere alle pagine bloccate in modalità in incognito, non potrete raggiungerle.

Come Proteggere con Password i Siti Bloccati (per il Controllo Parentale e i Computer d’Ufficio)

Sia che siate un genitore preoccupato, sia che siate un manager dell’ufficio che vuole aumentare la produttività, dovete fare un passo in più.

Se usate solo l’estensione, gli utenti possono semplicemente trovare la pagina del plugin e sbloccare le pagine senza problemi. Per evitarlo, è necessario aggiungere una protezione con password all’estensione.

Per farlo, andate alla pagina dei dettagli di BlockSite e navigate fino alla scheda di protezione della password. Da lì, spuntate la prima opzione e inserite il vostro indirizzo email e la password desiderata.

Aggiunta della protezione con password a BlockSite

Aggiunta della protezione con password a BlockSite

Una volta effettuata la registrazione e l’accesso, tutti gli utenti di Chrome dovranno effettuare il login per apportare le modifiche.

Se volete controllare la vostra casella di posta elettronica Gmail allo stesso modo, abbiamo un elenco di 22 componenti aggiuntivi Gmail per aiutarvi a migliorare la vostra esperienza di posta elettronica.

Come Bloccare Temporaneamente un Sito Web in Chrome

Se non volete bloccare definitivamente i siti web, ma piuttosto bloccare temporaneamente le distrazioni mentre state lavorando, BlockSite offre anche questa opzione.

Ma per usarlo, è necessario che l’estensione sia bloccata. Quindi, se non riuscite a vedere l’icona nella barra degli strumenti, è necessario aggiungerla facendo clic sull’icona a forma di pezzo del puzzle, e poi di mettere un pin su BlockSite.

Mettere il pin sull'estensione BlockSite in Chrome

Mettere il pin sull’estensione BlockSite in Chrome

Successivamente, fate clic sull’icona BlockSite nella barra degli strumenti, passate alla scheda Work Mode e fate clic sul pulsante “Get Started”.

Work Mode

Work Mode

Poi, è possibile aggiungere i siti che desiderate bloccare a una lista e fare clic su continua una volta che li avete aggiunti tutti.

Aggiunta di siti alla modalità Work Mode di BlockSite

Aggiunta di siti alla modalità Work Mode di BlockSite

In seguito, potete impostare gli intervalli di lavoro e di pausa. Per impostazione predefinita è impostato l’intervallo di 25 minuti della Tecnica del Pomodoro, seguito da una pausa di 5 minuti. È anche possibile impostarlo su un giorno lavorativo di 8 ore.

Avvio del timer nella modalità Work Mode

Avvio del timer nella modalità Work Mode

Per fare ancora più cose, date un’occhiata alla nostra lista delle migliori estensioni di Chrome per gli utenti di WordPress che vogliono aumentare la produttività.

Come Bloccare un Sito Web su Chrome Senza Estensioni

Non volete usare un’estensione Chrome per bloccare i siti web? Potete bloccare completamente i siti web approfittando di due modi aggiuntivi:

  1. Se siete amministratori, potreste usare la modifica del file host per limitare l’accesso ai siti.
  2. Potete bloccare i siti web a livello di router, impedendo ai vostri figli (o dipendenti) di accedere a siti distraenti su qualsiasi dispositivo collegato al wifi.

1. Blocco dei Siti Web Che Modificano il File Host

In Windows è possibile bloccare i siti web per Chrome e tutti gli altri browser usando quello che viene chiamato “file host”.

Si trova nella seguente cartella: C:\Windows\system32\drivers\etc

Windows file explorer

Windows file explorer

Assicuratevi di aprire il file host con Notepad o un altro editor di testo di base.

Da qui, aggiungete delle linee con il vostro IP localhost davanti a qualsiasi dominio che desiderate bloccare come:

127.0.0.1 www.netflix.com
127.0.0.1 www.reddit.com

Aggiungete le nuove righe di codice dopo l’ultima riga commentata che inizia con #. Assicuratevi che ci sia uno spazio tra l’indirizzo IP localhost e i nomi di dominio del sito web.

Ora premete CTRL+S o salvate manualmente dal menu per aggiornare il file (non salvate il file con estensione . txt).

Se vedete un messaggio che non consente di salvare le modifiche, potrebbe essere necessario reimpostare i permessi del file. Per farlo, fate clic con il tasto destro del mouse sul file e selezionate il link “Proprietà” dal menu a tendina.

 Permessi dei file host in Windows

Permessi dei file host in Windows

Date all’utente i permessi di controllo completo e fate clic su “Apply”. Ora dovreste essere in grado di modificare il contenuto del file e salvarlo senza problemi.

Provate a salvare di nuovo il file e dovreste avere successo. Ora che avete salvato il file, è il momento della verità.

Aprite Chrome e provate a visitare uno dei siti bloccati.

Netflix bloccato tramite file host

Netflix bloccato tramite file host

Se avete fatto tutto nel modo giusto, non dovreste essere in grado di accedere a nessun sito web della lista da nessun browser. Non sarete nemmeno in grado di iniziare a caricare la pagina.

Per gli utenti di macOS, le cose non sono molto diverse. Ecco cosa dovreste fare.

Aprite il terminale e digitate il seguente comando:

sudo nano /etc/hosts

Poi, spostate il cursore sull’ultima riga e aggiungete tutti i siti web che volete bloccare seguendo questa struttura:

127.0.0.1 www.apple.com

Una volta aggiunti tutti i siti web, salvate le modifiche e uscite dal file. Per assicurarvi che tutte le modifiche siano state implementate, potrebbe essere necessario ripulire la cache del DNS.

2. Blocco dei Siti Web che Usano il Router (Mac e Windows)

Se il vostro router ha una funzione per bloccare i siti web sulla vostra rete, potete usarlo per bloccare i siti web in Chrome e altri browser. In realtà, bloccherà anche i siti su qualsiasi dispositivo collegato alla rete wifi, compresi tablet e telefoni cellulari.

Molti router usano 192.168.1.1.1 come indirizzo IP predefinito, ma non sempre è così, quindi è necessario confermare il loro indirizzo.

La prima cosa da fare è trovare l’indirizzo IP del router in modo da poter accedere alle impostazioni.

Per trovare l’indirizzo IP del router sui computer Mac, aprite le Preferenze di Sistema facendo clic sull’icona Mac. Successivamente, aprite la finestra Rete.

Impostazioni di rete su Mac

Impostazioni di rete su Mac

Da qui è necessario scegliere la relativa connessione, wifi o ethernet, e si possono vedere le informazioni IP sotto lo stato.

Indirizzo IP

Indirizzo IP

Copiate e incollate l’indirizzo nel browser per accedere al router.

Avete un computer Windows, invece? Ecco come trovare l’IP del router.

Nei computer Windows, è possibile aprire il prompt dei comandi cercando “cmd” e premendo invio.

Prompt dei comandi di Windows

Prompt dei comandi di Windows

Dopo averlo aperto, digitate “ipconfig” e premete invio. Vedrete l’indirizzo del vostro router sotto “default gateway”.

Default gateway

Default gateway

Copiate e incollate l’indirizzo nel browser per accedere al router.

Successivamente, dovete modificare le impostazioni del router.

Per farlo, è necessario disporre dei dati di accesso amministratore del vostro router. Se non le avete cambiate, sono scritte sui documenti/scatola del vostro router.

Copiate e incollate l’indirizzo in Chrome, e vedrete un prompt di login dell’amministratore.

Esempio di richiesta di accesso al router

Esempio di richiesta di accesso al router

Gli ultimi passi dipendono dal router. Ad esempio, i router Netgear hanno bloccato le impostazioni del sito nella scheda Security.

Impostazioni di sicurezza del router

Impostazioni di sicurezza del router

Da lì potete scorrere fino a una sezione “Block Sites” e bloccare i siti web per parole chiave o nomi di dominio.

Blocco dei siti con le impostazioni del router

Blocco dei siti con le impostazioni del router

Digitate un nome di dominio nel campo, fate clic sul pulsante Add Keyword e bloccherete con successo il sito web attraverso il vostro router.

Come Bloccare un Sito Web su Chrome (Mobile)

A differenza dei computer desktop, qui non si tratta dello stesso approccio per dispositivi diversi. L’iPhone offre migliori impostazioni native per la privacy, il che significa che non è necessaria un’applicazione per bloccare i siti.

Quindi abbiamo una sezione per i telefoni Android e una sezione per gli iPhone qui sotto.

Come Bloccare i Siti su Android

Il modo più semplice per bloccare i siti web su un telefono Android è usare l’applicazione BlockSite. Per prima cosa è necessario cercare e installare l’app nel Google Play Store.

App Android BlockSite

App Android BlockSite

In seguito dovete modificare le impostazioni di accessibilità per dare accesso all’app (l’app vi guiderà in questo percorso). Sulla maggior parte dei telefoni, la sezione BlockSite si trova in fondo alle impostazioni.

Alle prese con problemi di downtime su WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata pensando alle prestazioni e alla sicurezza! Dai un’occhiata ai nostri piani

Accessibilità dell'applicazione BlockSite

Accessibilità dell’applicazione BlockSite

Dopo averlo fatto, potete iniziare a bloccare i siti web sul vostro telefono.

Fate clic sul segno più per iniziare a bloccare il vostro primo sito.

Blocco del primo sito

Blocco del primo sito

Cercate una parola chiave o un nome di dominio e scegliete il sito web o l’app che volete bloccare.

Aggiunta di siti da bloccare

Aggiunta di siti da bloccare

Una volta selezionato il sito, fate premete su Done per salvare le impostazioni.

Blocco di un nuovo sito su Chrome (mobile)

Blocco di un nuovo sito su Chrome (mobile)

Ora avete ufficialmente bloccato il vostro primo sito su Android.

Se provate a visitare un sito bloccato, vedrete lo stesso cucciolo deluso che è apparso prima sul vostro computer desktop.

Messaggio del sito bloccato

Messaggio del sito bloccato

Come Bloccare i Siti su iOS

Se disponete di uno dei modelli di iPhone più recenti, non è nemmeno necessario installare un’applicazione per iniziare a bloccare i siti. Potete farlo dall’interno delle impostazioni dell’iPhone.

Per prima cosa, andate alla schermata delle impostazioni generali del telefono, scorrete fino in fondo e fate clic sul link Screen Time.

Opzione Screen Time dell'iPhone

Opzione Screen Time dell’iPhone

Successivamente, scorrete verso il basso e andate sul link “Content & Privacy Restrictions”.

Impostazioni iPhone - Content & Privacy

Impostazioni iPhone – Content & Privacy

Scorrete le impostazioni di restrizione dei contenuti fino a trovare la scheda “Web Content”.

Restrizioni di contenuto su iOS

Restrizioni di contenuto su iOS

Da qui è possibile scegliere una delle opzioni disponibili:

Scegliete l’opzione “Limited Adult Websites” e potete iniziare ad aggiungere siti web specifici da non permettere mai.

Limitare l'accesso al sito web in iOS

Limitare l’accesso al sito web in iOS

Una volta aggiunti i siti web alla lista, non sarà nemmeno possibile iniziare a caricarli, sia che siate collegati al vostro wifi di casa o al vostro piano dati.

Come Bloccare le Notifiche in Chrome

Il blocco dei siti web è solo metà della storia in questo caso, poiché anche le notifiche possono perturbare (e rovinare) la vostra produttività. Diamo quindi un’occhiata a come bloccarle in Chrome.

Per bloccare una notifica non è necessaria un’estensione né modificare i file o le impostazioni del sistema operativo.

È possibile bloccare le notifiche push dai siti nelle impostazioni generali sulla privacy di Chrome. Potete arrivarci istantaneamente con questo URL: chrome://settings/content/notifications o navigare fino alla schermata delle impostazioni e fare clic su Privacy and security.

Notifiche di blocco in Chrome

Notifiche di blocco in Chrome

Successivamente, andate su “Site settings” e fate clic sulla pagina delle notifiche.

Impostazioni Chrome - notifiche

Impostazioni Chrome – notifiche

Ora è possibile impedire completamente ai siti di chiedere l’autorizzazione all’invio di notifiche o bloccare i singoli siti per URL.

Blocca le notifiche dai siti web

Blocco delle notifiche dei siti web

Notifiche di Blocco su Chrome Mobile

La versione mobile di Chrome per iOS (iPhone e iPad) ha le notifiche disattivate di default, quindi non ci sono impostazioni di notifica e non è necessario modificarle.

Su Android è ancora più facile bloccare le notifiche rispetto alla versione desktop. Ecco come fare.

Aprite Chrome, fate clic sul pulsante “more” nell’angolo, scorrete verso il basso e fate clic sul link Settings.

Impostazioni mobile Chrome

Impostazioni mobile Chrome

Una volta lì, scorrete verso il basso e fate clic sul link Notifications.

Impostazioni delle notifiche

Impostazioni delle notifiche

Da qui è possibile disattivare tutte le notifiche delle app (compresi tutti i siti) con un solo tocco.

Abilitazione/disabilitazione delle notifiche in Chrome

Abilitazione/disabilitazione delle notifiche in Chrome

Se desiderate bloccare le notifiche da siti specifici, è possibile scorrere fino alla sezione dei siti e toccare il pulsante accanto al sito in questione.

Blocco delle notifiche da siti web specifici

Blocco delle notifiche da siti web specifici

Se vuoi bloccare i siti web per te stesso o per i tuoi figli, questa guida ti spiega come fare. ❌Click to Tweet

Riepilogo

Il vostro lavoro si basa su ciò che siete in grado di fornire, piuttosto che sulle ore che passate seduti davanti al vostro computer.

Ecco perché dovreste cercare di aiutare voi stessi e ridurre al minimo le distrazioni. Se seguite i passi di questa guida, potete bloccare facilmente i siti web su Chrome su qualsiasi dispositivo desiderato. Non dovrete più preoccuparvi delle distrazioni provenienti dal vostro computer, cellulare o tablet.

Ora tocca a voi: come evitate che le distrazioni rovinino i vostri flussi di lavoro? Quali sono le applicazioni che usate? Condividetele nella sezione dei commenti!


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani