Le persone scelgono di essere freelance per una serie di motivi, ma il più delle volte è perché desiderano la libertà:

Ma essere freelance non è tutto rose e fiori. I freelance devono prendersi cura delle proprie finanze (tasse incluse), trovare e concludere i propri progetti (perché il loro reddito dipende dall’avere abbastanza lavoro) e gestire saggiamente il proprio tempo (perché non hanno nessun altro che dice loro cosa fare). Certamente, per essere un freelance di successo è necessario indossare molti cappelli, e a volte questo include anche responsabilità legate all’assunzione e alla gestione di personale.

Essere freelance non è tutto rose e fiori. 🌈 Dai un'occhiata a questi strumenti per semplificare il tuo lavoro.Click to Tweet

I freelance stanno diventando una parte sempre più importante della forza lavoro di oggi. A partire dal 2018, un resoconto di Upwork afferma che 56,7 milioni di americani hanno lavorato come freelance. È più di un terzo dell’intera forza lavoro. Per fortuna, il mercato sta rispondendo offrendo strumenti molto potenti che permettono ai freelance di essere più produttivi.

Capendo l’importanza della disponibilità delle informazioni, indipendentemente dallo strumento che si ha al momento in uso, permetterà di integrare la maggior parte degli strumenti da noi scelti con altri strumenti popolari al fine di aumentare la produttività dei freelance.

Calendari

Una delle cose migliori e peggiori dell’essere un freelance è che ogni giorno è diverso. Questo è l’ideale se siete il tipo di persona che odia il lavoro di routine, ma non è una cosa eccezionale se non siete abbastanza autodisciplinati (o non avete un sistema) per tenere sotto controllo le scadenze e gli appuntamenti.

Con questo in mente, avere un calendario e uno strumento di pianificazione delle riunioni, oltre ad avere altri strumenti per freelance che dovreste iniziare a utilizzare, è un must.

1. Google Calendar

Molte persone acquistano più prodotti Apple per la facilità con cui si sincronizzano tra loro. Allo stesso modo, dato che la maggior parte delle persone ha un account Google, Google Calendar è il gold standard, uno dei migliori strumenti per freelance per la gestione del calendario, soprattutto ora che hanno introdotto nuove funzionalità orientate all’utilizzo aziendale.

Google Calendar

Google Calendar

Google Calendar:

Gli eventi di Google Calendar possono essere condivisi con altri membri del team, quindi, se lavorate come assistente virtuale per molti clienti, potete visualizzare e gestire più calendari contemporaneamente.

2. Calendly

Odiate perdere tempo a trovare gli orari delle riunioni che vanno bene per entrambe le parti? Calendly vi semplifica il compito: è sufficiente inviare ai destinatari il vostro link univoco di programmazione, che presenta più opzioni in base alla disponibilità del calendario.

Calendly

Calendly

Calendly vi consente di pianificare incontri uno-a-uno o di gruppo, integrandoli con Google Calendar, Outlook, Office 365 e iCloud, nonché con app come Salesforce, Zapier, Slack e MailChimp. Inoltre, Calendly gestisce automaticamente il rilevamento del fuso orario così da consentirvi di pianificare riunioni con clienti di altri paesi con maggior semplicità.

Archiviazione nel Cloud

Il cloud storage ha semplificato l’archiviazione, l’accesso, la condivisione ed anche la collaborazione sui file in tempo reale: da qualsiasi parte del mondo con una connessione Internet. Grazie a tutte queste utili funzioni, è necessaria una soluzione di archiviazione cloud per freelance che collaborano da remoto con clienti e committenti di tutto il mondo.

L’utilizzo degli strumenti di archiviazione cloud può anche fungere da soluzione di archiviazione di backup, soprattutto perché i dischi rigidi sono soggetti a virus e usura. Lavorando nel cloud, non dovete preoccuparvi di un arresto improvviso del computer e della perdita del lavoro: il vostro lavoro viene automaticamente salvato durante la digitazione!

Date un’occhiata agli strumenti che abbiamo scelto come migliori soluzioni di archiviazione nel cloud per freelancer:

3. Dropbox

Dropbox è un software di archiviazione cloud che può essere utilizzato gratuitamente con un dato limite di archiviazione.

Dropbox

Dropbox

Per aumentare lo spazio di archiviazione mensile, potete condividere file con i vostri amici ed completare determinate attività: ad esempio, invitare altri utenti e installare Dropbox su altri dispositivi. Potete anche scegliere di acquistare spazio di archiviazione aggiuntivo, in base alle vostre esigenze specifiche.

Oltre a lavorare all’interno delle app di Dropbox, potete installare Dropbox sul vostro computer. In questo modo potrete sincronizzare automaticamente i file online con il vostro computer.

4. Google Drive

Google Drive sta diventando una popolare alternativa a Dropbox perché quasi tutti hanno un account Google e Google Drive include l’accesso alla suite di strumenti software, tra Docs, Sheets e Slides.

Google Drive

Google Drive

Questi programmi vi consentono di lavorare online e collaborare con gli altri in tempo reale, archiviando i file nel vostro Drive. Come Dropbox, Drive viene offerto gratuitamente con uno spazio di archiviazione limitato (15 GB), ma con la possibilità di acquistarne in aggiunta. Potete anche installare Drive sul vostro computer per sincronizzare i vostri file online.

5. Spinbackup

I backup ridondanti sono sempre una buona cosa. Se siete un utente intensivo dei prodotti di Google (come Gmail), potete utilizzare uno strumento come Spinbackup per effettuare il backup dei vostri prodotti Google altrove.

Spinbackup

Spinbackup

Potrebbe sembrare strano eseguire il backup di qualcosa che dovrebbe già essere ridondante. E se il vostro account Google fosse violato? Spinbackup protegge gli utenti di Google dalla violazione dell’account nei casi in cui l’account Google originale è stato compromesso da criminali informatici. In questo modo, potete stare tranquilli sapendo che non perderete mai email, foto e documenti importanti. Inoltre, il backup è effettuato in modo incrementale, che significa che vengono salvate solo le modifiche, il che consente un backup super economico!

Strumenti di Comunicazione

Che stiate cercando un nuovo potenziale cliente o che abbiate già chiuso la vendita, rimanere in contatto con chi è interessato alla vostra attività è fondamentale per avere sempre progetti su cui lavorare.

Ecco cosa abbiamo scelto tra i migliori strumenti per freelance per la comunicazione con i clienti e i collaboratori in tutto il mondo:

6. Boomerang

Boomerang aiuta a rimanere aggiornati sulle comunicazioni via email. Il motivo principale per cui è conosciuto è la sua capacità di pianificare le email da inviare nel momento migliore. Potreste fare molto durante il fine settimana ma non volere che i clienti si abituino a ricevere le vostre risposte durante il vostro tempo “libero”. Quindi potete utilizzare Boomerang per scrivere le bozze delle risposte e lasciarle in sospeso, quindi programmare che vengano inviate durante il vostro normale orario di lavoro!

Boomerang for Gmail

Boomerang for Gmail

Boomerang può anche essere utilizzato per spostare le vendite in avanti, permettendovi di vedere se le vostre email sono state aperte, lette o cliccate e vi consente anche di impostare follow-up automatici. Boomerang offre opzioni gratuite e a pagamento, a seconda delle vostre esigenze.

Se state cercando uno strumento di produttività/vendita via email più affidabile, Cirrus Insight ha molte delle stesse funzionalità e molte altre!

7. Hunter.io

Hunter.io vi aiuta a trovare indirizzi email specifici quando volete presentare una particolare prospettiva e preferite raggiungere direttamente chi prende le decisioni. Basta cercare il sito web dell’azienda e il tool troverà gli indirizzi email disponibili.

Hunter

Hunter

Per avere i migliori risultati (e per determinare l’effettivo decision maker), fate un riferimento incrociato con i dati del profilo LinkedIn.

8. Voila Norbert

Voila Norbert è stato scelto come il più preciso email finder in circolazione, secondo quanto afferma Ahrefs. Norbert ha anche un tool di verifica delle email che vi consente di caricare un elenco di email e ottenere risultati in pochissimo tempo. Norbert fa per voi se state cercando di contattare influencer, di costruire connessioni di marketing o di raggiungere potenziali collaboratori da assumere.

Voila Norbert

Voila Norbert

Non perdete la nostra guida approfondita su come trovare l’indirizzo email di chiunque.

9. Slack

Sarebbe difficile trovare un’azienda che non utilizza Slack, o uno strumento di comunicazione simile, per mettere in contatto persone che lavorano insieme su progetti a lungo termine. Slack vi aiuta a organizzare le comunicazioni che richiedono una risposta semplice, in cui la posta elettronica potrebbe essere troppo voluminosa e fastidiosa. Il principale svantaggio di acconsentire a un cliente che vi chiede di entrare nel loro canale Slack? Sovraccarico di notifiche!

Slack

Slack

Se ancora non lo utilizzate, è meglio scaricare e iniziare a utilizzare Slack subito, così lo conoscerete già quando un cliente in futuro vi chiederà di utilizzarlo (e ve lo chiederanno inevitabilmente). Grazie alla sua popolarità, Slack si integra con molti altri ottimi strumenti per freelance presenti in questo elenco, come Google Drive, Trello e Asana (lettura suggerita: Trello vs Asana).

Un errore da principianti che fanno molti freelance è lavorare senza un contratto o una serie di termini e accordi. Un contratto scritto non solo aiuta a etichettarvi come professionisti, ma vi protegge tracciando una linea tra voi e il cliente e vi assicura di essere pagati equamente per il vostro tempo e i vostri servizi.

In parole povere, il contratto stabilisce ciò che ciascuna delle parti ha accettato di fare (lo scopo del lavoro), quanto viene pagato e quando viene pagato. Impostandolo in questo modo, si dispone di prove scritte, che è quindi possibile utilizzare per eventuali risarcimenti, qualora il cliente si dimostrasse difficile.

Prima di essere travolti dall’inserimento della dimensione giuridica nella vostra azienda, sappiate che i contratti non devono essere fantasiosi. Ci sono molte opzioni gratuite e convenienti che potete utilizzare a vostro vantaggio.

Date un’occhiata aglii strumenti per freelance che abbiamo scelto con riguardo a contratti e note legali:

10. LegalZoom

Anche se assumere un avvocato che capisca il vostro business e le leggi locali è l’ideale d’oro, quando si tratta di creare documenti legali, anche solo iniziare con modelli di documenti legali di base è argento (o bronzo, forse).

LegalZoom offre agli iscritti una libreria di template di documenti legali per soli $7,99 al mese. Per aggiungere il supporto dell’avvocato, che può essere di grande aiuto se vi bloccate cercando di compilare i template di LegalZoom, il costo complessivo è di $31,25 al mese. LegalZoom può anche aiutarvi nella creazione dell’azienda (e agire come agente registrato), se la vostra attività è ancora nuova.

LegalZoom

LegalZoom

Se avete un budget limitato, prendete in considerazione l’idea di portare i vostri template di contratto completati all’associazione di categoria locale: avranno alle loro dipendenze professionisti legali (e altri professionisti di attività aziendali) per aiutarvi a consigliarvi gratuitamente.

11. Bonsai

Bonsai è uno strumento software per la creazione di contratti e per la fatturazione che rende semplice per i freelance creare e revisionare i contratti con i clienti, nonché la gestione della firma elettronica quando i clienti sono pronti. In verità, i template da compilare rendono la procedura molto meno confuso rispetto alla necessità di creare o modificare il documento senza alcuno schema di riferimento!

Bonsai

Bonsai

Bonsai è anche dotato di un sistema di fatturazione che si integra con Stripe, Paypal e Coinbase. Bonsai, uno dei migliori strumenti per freelance, consente ai liberi professionisti di essere pagati con ACH, funzionalità che molti altri strumenti simili non offrono. Ciò può comportare costi di elaborazione dei pagamenti più bassi per i liberi professionisti.

La premessa di Bonsai è rendere tutto semplice per i freelane, motivo per cui questo strumento viene utilizzato da oltre 30.000 liberi professionisti (rispetto ai 10.000 del 2016!). I fondatori di Bonsai, Matt Brown e Matt Nish, affermano che gli utenti di Bonsai vengono pagati due settimane più velocemente rispetto alla media di altri strumenti e registrano pagamenti in ritardo 3 volte meno rispetto a quelli che registravano prima di utilizzare il loro strumento.

12. AND CO

Grazie alla recente acquisizione da parte di Fiverr, tutti i fantastici strumenti amministrativi per freelance di AND CO sono assolutamente gratuiti!

AND CO

AND CO

Come Bonsai, il loro tool dei contratti è abbastanza intuitivo e vi guida durante tutta la procedura. Potete anche utilizzare AND CO per il time tracking, il monitoraggio delle spese, la fatturazione e altro ancora. Funziona meglio se utilizzato come sistema completo.

13. HelloSign

Se avete già un template per contratti di cui siete fieri, prendete in considerazione HelloSign per le vostre firme elettroniche.

HelloSign

HelloSign

HelloSign offre un piano gratuito per un massimo di 3 firme di documenti al mese (e un piano illimitato abbordabile se avete necessità maggiori).

14. Termsfeed

Ammettiamolo, se siete dal lato dell’acquirente/destinatario di una transazione, non leggete realmente i termini e gli accordi. Ma è una cosa completamente diversa quando siete un venditore o un fornitore di servizi, come quando gestite un’attività di ecommerce. È necessario creare e pubblicare questi termini prima di offrire un prodotto o un servizio, per proteggervi legalmente, qualora la gente decidesse di venirvi dietro.

Termsfeed

Termsfeed

Termsfeed genera documentazione legale, come politiche sulla privacy, termini e condizioni, termini di servizio, politiche di restituzione e altro ancora.

Strumenti di Design

Molti freelance che forniscono servizi di marketing vengono trascinati nel graphic design, anche se chiariscono che non è proprio il loro forte! Fortunatamente, ci sono molti strumenti di graphic design gratuiti e convenienti per i freelance per produrre contenuti visivi che possano piacere ai clienti.

Ecco il nostro elenco dei migliori strumenti per freelance che progettano il design per i loro clienti:

15. Canva

Reso famoso grazie alla partecipazione nell’azienda dell’influencer dei social media Guy Kawasaki, Canva è cresciuta fino a diventare sinonimo dell’idea della creazione di splendide grafiche senza un background nel graphic design. Se volete saperne di più sulla creazione di immagini con Canva, date un’occhiata a questo tutorial.

Canva

Canva

16. InVision

Creato per i designer di siti web, InVision è uno dei migliori e più potenti strumenti in circolazione per il prototyping del design. Sebbene non sia possibile creare progetti all’interno dello stesso InVision, l’app consente di caricare progetti statici e modificarli aggiungendo animazioni, gesti e transizioni, creando prototipi completamente interattivi.

InVision

InVision

Alcune utili funzioni di InVision:

17. Behance

Se siete designer o writer freelance, vi consigliamo di creare un sito portfolio. Se non siete ancora pronti a sostenere i costi, oppure non avete le competenze tecniche necessarie per creare un sito web, vi consigliamo di prendere in considerazione un altro strumento per la creazione del portfolio.

Behance

Behance

Soprattutto per i designer freelance, Behance è un ottimo posto per mostrare il vostro lavoro. Oltre a fornire le basi su cui costruire un portfolio, la piattaforma vanta tra i suoi utenti un gran numero di appassionati di arte e design. Acquisendo familiarità con Behance e con i suoi utenti, vi sarà più facile avere ispirazione e anche un seguito.

18. Adobe Creative Cloud

Adobe Creative Cloud è un servizio in abbonamento che consente di accedere agli strumenti di progettazione standard di Adobe.

Adobe Creative Cloud

Adobe Creative Cloud

Questi strumenti includono Illustrator, Photoshop, Acrobat, Premiere Pro/After Effects e InDesign. Scegliete il vostro piano in base alle app di cui avete effettivamente bisogno: non pagate per applicazioni che non utilizzerete (potrete sempre aggiornare in seguito)!

19. Affinity Designer and Photo

Gli strumenti per freelance possono aumentare rapidamente e, anche se Adobe Creative Cloud è sicuramente uno dei migliori sul mercato, ci sono anche alternative più economiche. Affinity Designer e Affinity Photo sono diventati molto popolari negli ultimi due anni.

Affinity Designer

Affinity Designer

Offrono funzionalità quasi identiche (stessi shortcut, strumenti, ecc.), ma con un pagamento una tantum basso (meno di $50). Offrono versioni sia per Mac che per Windows.

Strumenti Finanziari

Che lo vogliano o no, i freelance devono prendersi cura delle proprie finanze: dalla gestione dei propri budget, alla riscossione dei pagamenti (e alla riduzione del numero di fatture pagate in ritardo) e alla gestione delle tasse. I migliori strumenti per freelance semplificano un po’ questa parte del lavoro!

20. PayPal

Per i freelance con clienti di altri paesi, ricevere un pagamento tramite bonifico bancario può costare molto in termini di commissioni e può volerci molto tempo per l’accredito del pagamento.

PayPal è la soluzione più conveniente per ricevere pagamenti per la maggior parte dei freelance. È disponibile in oltre 200 paesi, può supportare 25 valute ed è generalmente considerato molto sicuro. PayPal è anche molto flessibile: è accettato come metodo di pagamento da molti commercianti online.

PayPal

PayPal

L’unico avvertimento, che la maggior parte dei freelance conosce fin troppo bene, è che PayPal addebita commissioni un po’ eccessive che costituiscono un costo per gli affari. La buona notizia? Queste commissioni possono essere detratte dai redditi come costo dell’attività d’impresa!

21. Square

Square vi consente di accettare pagamenti con carta di credito e avere depositi il ​​giorno successivo.

Square

Square

Se avete un negozio di ecommerce, Square offre anche un sistema POS che si occupa di inventario, rimborsi, tasse, sconti e dispone di strumenti di reporting delle vendite. Date un’occhiata al nostro confronto approfondito: Stripe vs Square.

22. Mint

Mint è una delle migliori app di budgeting disponibili. È molto completo e raccoglie tutti i vostri conti (connessi) e le informazioni finanziarie in un’unica dashboard.

Mint

Mint

Vi aiuta anche a monitorare fatture, budget e investimenti, il che contribuisce ad avere sotto controllo il quadro finanziario completo. Questo è essenziale per un freelance nel conoscere la quantità di denaro di cui dispone davvero — ma dovrete assicurarvi di aver già implementato un sistema che comprenda una carta di credito aziendale separata, un conto corrente e persino un conto per il risparmio (fiscale).

23. Freshbooks

Freshbooks è un software di contabilità cloud gratuito che include potenti funzionalità come il time tracking, la fatturazione, il monitoraggio dei progetti e la possibilità di accettare pagamenti con carta di credito. Si integra anche con Hubstaff.

FreshBooks

FreshBooks

Molti freelance lo giurano, ma la scelta rispetto al competitor più prossimo (Quickbooks) dipenderà in gran parte dalle funzionalità specifiche di cui avete bisogno e da quanti clienti fatturerete attraverso la loro piattaforma.

24. Quickbooks

Quickbooks è un altro popolare strumento software per la contabilità che si collega ai vostri conti bancari permettendovi di monitorare facilmente le vostre entrate e uscite aziendali. Oltre alla contabilità, potete utilizzarlo per gestire e pagare i collaboratori (o voi stessi, tramite la funzione di Payroll), e può anche tenere traccia delle spese legate al chilometraggio dell’auto.

Quickbooks

Quickbooks

25. Gusto

Man mano che la vostra attività di freelance cresce, dovrete adattare le vostre prassi contabili. Molti liberi professionisti decidono di strutturare la propria attività come una S Corp (negli USA – n.d.t.) per avere vantaggi fiscali. Sebbene questo possa farvi risparmiare un sacco di soldi, può darvi un po’ di mal di testa per le buste paga.

Risparmiatevi il fastidio di gestire i dati fiscali giornalieri grazie ad uno strumento che sembra fatto apposta per voi come Gusto.

Gusto

Gusto

Se siete un committente indipendente e siete totalmente confusi su questo tipo di cose, vi consigliamo anche di contattare un’azienda come ICTaxAdvisors. In sostanza, hanno creato la vostra LLC per voi (S-Corp se necessario) e gestiscono tutta l’integrazione dei libri paga (utilizzano Gusto) e tutte le dichiarazioni fiscali. Questo può aiutarvi a superare il periodo delle dichiarazioni dei redditi.

Project Management

Per ogni miliardo di dollari investito in un’azienda, $122 milioni vengono sprecati per inefficienze. Seguendo questa premessa, gli strumenti di project management sono importanti per rimanere aggiornati con gli incarichi e non lasciare soldi sul tavolo!

Ecco i migliori strumenti che abbiamo scelto per i freelance che hanno bisogno di aiuto nella gestione dei progetti:

26. Asana

Asana è una soluzione di project management dal design accattivante, robusta, con funzionalità tali che a volte possono sembrare quasi eccessive. Per questo è meglio utilizzarlo per progetti specifici in cui è necessario collaborare con altri (o quando un cliente vi aggiunge alla loro istanza di Asana). Probabilmente dovrete utilizzare uno strumento diverso per il vostro personale project management.

Asana

Asana

27. Trello

Trello è uno strumento di project management più adatto a coloro che apprezzano grafiche ed elementi visuali.

Trello

Trello

In Trello, potete creare bacheche e aggiungere schede che rappresentano le attività che dovete svolgere o che vi hanno assegnato. Trello è molto flessibile e può essere utilizzato per qualsiasi cosa, dalla gestione delle attività personali alle attività relative al vostro business e ai vostri progetti. Molte importanti pubblicazioni online usano Trello come calendario editoriale (lo fa anche Kinsta!).

28. Basecamp

Basecamp è una soluzione all-in-one per la gestione dei progetti che include funzionalità per to-do list, message board e archiviazione nel cloud. È meglio utilizzarlo per gestire più persone in progetti multi-step.

Basecamp

Basecamp

Un’applicazione ideale? Se siete freelance e offrite servizi di social media marketing e nel vostro team ci sono altri membri che si occupano della creazione e della pianificazione del graphic design. L’utilizzo di uno strumento come Basecamp vi permette di mantenere tutte le informazioni importanti in un unico posto, per tutte i soggetti coinvolti.

Strumenti di Produttività

Una delle cose migliori dell’essere freelance è essere padroni del proprio tempo ed avere la possibilità di scegliere quali progetti accettare. Il rovescio della medaglia di lavorare sul proprio tempo è che nessun altro è lì per controllarvi, cosa che può portarvi a procrastinare o a perdere la concentrazione.

Inoltre, dato che siete da soli, dovete pensare ai dettagli di ogni piccola cosa. Tra i migliori strumenti per freelance bisogna includere gli strumenti di produttività che vi aiutano a rimanere al passo.

29. 1Password

Con tanti siti web e account di cui dovete tener traccia, 1Password vi semplifica la creazione di un database di queste informazioni, memorizzando in modo sicuro tutti le vostre credenziali per gli altri strumenti presenti in questo elenco di migliori strumenti per freelance. E quando siete pronti per utilizzare una specifica combinazione nome utente/password, 1Password la tira fuori automaticamente per voi (a condizione che abbiate effettuato l’accesso e utilizziate l’estensione di Google Chrome).

1Password

1Password

30. IFTTT

IFTTT è l’ acronimo di “if this then that” ed è uno dei migliori strumenti di automazione delle attività attualmente disponibili. IFTTT integra insieme diverse app e piattaforme. Tutto quello che dovete fare è selezionare un’app o una piattaforma e un’azione che attiverà un diverso evento in un’altra (o anche nella stessa) applicazione. Queste app sono chiamate “applet” e ce ne sono diverse su IFTTT.

IFTTT

IFTTT

Premesso che è abbastanza difficile creare queste applet da soli, senza una preventiva esperienza con la piattaforma, va detto che ce ne sono molte già pronte e disponibili per l’uso con applicazioni per social media, workflow, matrimoni, shopping e persino per il controllo della vostra smart home. Una volta capito come funziona, puoi crearne una vostra!

31. Pocket

Mentre lavorate o navigate in Internet in modo casuale, probabilmente vi imbatterete in articoli, video e link su cui vorreste tornare in un secondo momento. Invece di aggiungere questi segnalibri nel browser, perché non salvarli su Pocket? Pocket semplifica il salvataggio di risorse utili per un momento successivo e vi consente di accedere a tutte queste informazioni su altri dispositivi.

Pocket

Pocket

32. TextExpander

La scrittura fa parte della vita di ogni freelance. Dopo un po’, inizierete probabilmente ad accorgervi che ci sono alcune frasi che utilizzate regolarmente, che a volte sono lunghe da scrivere.

TextExpander può aiutarvi assegnando a queste frasi delle scorciatoie. Ad esempio, se scoprite che stai digitando spesso il vostro indirizzo, basta assegnare una scorciatoia come ‘indirizzo’ e TextExpander digiterà automaticamente il vostro indirizzo.

TextExpander

TextExpander

Dato che TextExpander è disponibile solo con un piano a pagamento, potreste apprezzare un’alternativa: Auto Text Expander, un’estensione di Google Chrome.

Strumenti per Proposte

Se nei vostri sogni di freelance c’è un reddito a sei cifre, dovrete aggiungere “business development” al vostro elenco di regole giornaliere.

Non è sufficiente candidarsi per le offerte di lavoro disponibili o cercare opportunità esclusivamente attraverso le bacheche di lavoro perché di solito queste fonti principali comportano una maggiore concorrenza e una retribuzione inferiore. Se siete appena agli inizi, queste opportunità di lavoro possono essere buone per costruire il vostro portfolio, ma quando avrete acquisito maggiore esperienza, non dovreste accontentarvi di lavori a basso costo.

Ryan Robinson (un cliente di Kinsta) condivide alcuni suggerimenti su come scrivere un’email a freddo che converte. E in più, ecco alcuni dei migliori strumenti per freelance che possono essere utilizzati per fare proposte.

33. Proposify

Con una vasta libreria di splendidi template, Proposify vi consente di creare splendide proposte nella metà del tempo normalmente necessario. Gli strumenti di Proposify vi consentono di controllare la tipografia e il layout e di aggiungere snippet che potete riutilizzare per risparmiare tempo in futuro.

Proposify

Proposify

Le proposte progettate su questo strumento sono ottimizzate per i dispositivi mobili. Potete anche aggiungere alla vostra proposta un video per renderla più coinvolgente. Proposify può essere integrato con molti altri strumenti presenti in questo elenco dei migliori strumenti per freelance. Vi dà anche informazioni su cose come il tempo in cui il cliente ha esaminato la vostra proposta e se l’ha accettata o meno.

34. Prospero

Prospero vi aiuta a creare proposte e allo stesso tempo vi aiuta a valutare ogni progetto. Per questo motivo, è l’ideale per i nuovi freelance che si stanno ancora abituando al loro territorio.

Prospero

Prospero

Mentre create la proposta, vi vengono poste domande come: la vostra tariffa, quanto tempo ci vorrà per completare il progetto e il tipo di lavoro che state facendo (web e app design, nonché proposte di stampa e branding). Vi aiuterà quindi a creare una proposta con prezzi ideali, in base alle vostre risposte.

35. Draftsend

I vostri prodotti e servizi sono abbastanza semplici? Invece di dedicare molto tempo alle chiamate di vendita, utilizzate uno strumento come Draftsend per guidare i potenziali clienti tra le proposte. Potete registrare un audio da abbinare a un PDF!

Draftsend

Draftsend

Strumenti di Gestione dei Social Media

Se tra le vostre offerte di servizi prevedete la gestione dei social media, uno di questi strumenti potrebbe aiutarvi a svolgere meglio il vostro lavoro. Ma anche se non offrite la condivisione nei social media come servizio ai clienti, questi strumenti possono aiutarvi anche a rafforzare la vostra presenza sui social.

Alle prese con tempi di inattività e problemi con WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per prestazioni e sicurezza! Dai un’occhiata ai nostri piani

36. SmarterQueue

SmarterQueue è un potente strumento di pianificazione dei social media che vi consente di pubblicare post su molti social network e su diversi tipi di pagine. SmarterQueue pubblica automaticamente i post per voi, anche se non avete programmato alcun contenuto specifico per la giornata, scegliendo da una libreria di contenuti a rotazione, organizzata per tipo di argomento. Per questo motivo, è particolarmente utile per riutilizzare i vostri contenuti sempreverdi.

SmarterQueue

SmarterQueue

37. Buffer

Il motivo principale per cui Buffer è famoso è la sua funzionalità di accodamento, che vi consente di aggiungere contenuti senza assegnargli una data o un’ora specifica. Da lì, Buffer pubblica i vostri post in coda in base all’ordine in cui li avete aggiunti (che può essere facilmente modificato o randomizzato), alla data e al numero di volte che avete stabilito di pubblicare ogni giorno. Buffer offre un piano gratuito e dei convenienti piani a pagamento, a seconda delle vostre esigenze.

Buffer

Buffer

38. Hootsuite

Hootsuite è un altro popolare strumento di gestione dei social media, con la possibilità di scalare in base alle esigenze di business/cliente che sono un po’ più ragionevoli di Buffer (almeno, una volta che le vostre esigenze superano quanto offerto nel loro piano superiore).

Hootsuite

Hootsuite

Potete creare dei “team” per i profili social dei clienti che consentano loro di visualizzare post programmati pertinenti, ma nessun altro. Potete generare report analitici e altro ancora.

Un’altra cosa grandiosa di Hootsuite è che hanno un’ottima piattaforma di formazione, non solo per utilizzare i loro strumenti, ma anche per ottimizzare i vostri sforzi di marketing sui social media nel loro insieme.

39. Sprout Social

Come Hootsuite e Buffer, Sprout Social è un altro strumento di gestione dei social media che è diventato uno standard del settore, particolarmente popolare tra le agenzie e coloro che gestiscono la fidelizzazione di più clienti sui social media. Come gli altri strumenti di gestione dei social media, Sprout Social offre agli utenti un calendario editoriale collaborativo, funzionalità di analisi e pianificazione.

Sprout Social

Sprout Social

Una delle funzionalità più uniche e utili di Sprout Social è la loro Social Inbox. La Social Inbox semplifica l’invio delle risposte ai clienti utilizzando i vostri canali social, per le vostre esigenze di servizio ai clienti.

40. Tailwind

Se avete lavorato o state lavorando con un brand visuale, Pinterest potrebbe essere parte di una strategia di social media coerente. A meno che non abbiate ogni settimana delle ore per aggiungere manualmente i contenuti, vi consigliamo di utilizzare Tailwind per essere più efficienti ed efficaci con il vostro tempo.

Tailwind

Tailwind

Tailwind offre diverse funzionalità che possono aiutarvi ad automatizzare la vostra strategia di marketing su Pinterest. Una è la possibilità di “Pin dump” alle bacheche segrete, quindi programmate questi Pin sulle bacheche che i vostri follower e chi visualizza il vostro profilo possono vedere alle ore ottimali.

Un’altra funzionalità è la possibilità di “loop” dei Pin, che aiuta a generare più impressioni e ad aumentare il coinvolgimento per i pin più popolari.

Timer e Strumenti di Monitoraggio

Come freelance, il tempo è la vostra risorsa più preziosa.

Dato che quando lavorate per voi stessi siete padroni del vostro tempo, molti freelance confondono il confine tra tempo di lavoro e tempo personale. Non avere una chiara linea di demarcazione tra i due tempi può alla fine portare al burnout, quindi assicuratevi di avere un controllo sul vostro equilibrio lavoro/vita prima che sia troppo tardi!

I timer o il software di monitoraggio del tempo possono essere essenziali all’inizio della vostra avventura da freelance, dato che vi aiutano a farvi un’idea del tempo che dedicate ai vostri servizi più richiesti. Quando iniziate a espandere la vostra attività, possono esservi di aiuto anche per monitorare il tempo dei vostri committenti.

Ecco alcuni dei migliori strumenti per freelance per quanto riguarda il monitoraggio del tempo:

41. Hubstaff

Hubstaff è un time tracker progettato appositamente per la gestione di team remoti.

Hubstaff

Hubstaff

Cattura delle istantanee delle attività degli utenti online così che possiate vedere se i vostri team stanno lavorando o si stanno riposando. Dovrete decidere se essere il big brother è un ruolo che volete avere con chi lavora per voi o se siete bravi con un cliente che vi richiede di utilizzare questo strumento!

Potete anche emettere fatture ed effettuare pagamenti direttamente da Hubstaff.

42. Harvest

Harvest è uno degli strumenti di monitoraggio del tempo più affidabili. Si integra con gli strumenti di project management come Asana, Trello, Basecamp e Quickbooks e consente di inviare fatture direttamente dall’app.

Harvest

Harvest

Vi consente inoltre di fatturare i clienti tramite la funzione Client Billing, semplificando anche la condivisione dei principali dati di monitoraggio dei tempi.

43. RescueTime

RescueTime monitora l’attività dello schermo e vi consente di tenere traccia del tempo che trascorrete su determinati siti web. Genera report dettagliati che potete utilizzare per analizzare i modelli in uso e correggere eventuali errori.

RescueTime

RescueTime

Qbserve offre uno strumento simile per gli utenti Mac.

44. StayFocusd

Siete il tipo di persona che non può fare a meno di perdersi nel buco nero dei suoi feed di notizie sui social media? StayFocusd è un’estensione di Google Chrome che limita il tempo che passate sui siti web che fanno perdere tempo. Dal momento che i nostri cervelli impiegano 25 minuti per recuperare la concentrazione dopo una distrazione, questo strumento vi aiuterà a migliorare la vostra produttività.

StayFocusd

StayFocusd

45. Toggl

Toggl è uno dei time tracker più semplici a disposizione. Vi permette di tenere traccia del tempo con un solo clic. È possibile passare facilmente da un’attività all’altra e creare report. Potete scaricare il tool come applicazione desktop o come estensione di Google Chrome.

Toggl

Toggl

Potreste anche provare Clockify, che è un software di monitoraggio del tempo per i team gratuito al 100%.

46. Timeneye

Timeneye è uno strumento di monitoraggio del tempo semplice e intelligente, che aiuta i team e i freelance a tenere traccia dei loro progetti e offre anche monitoraggio di budget e ore fatturabili.

Timeneye

Timeneye

Timeneye combina un monitoraggio del tempo di facile utilizzo con il reporting. I freelance e i singoli utenti possono iniziare con il piano base gratuito, poi passare al piano PRO superiore.

47. There.pm

Lavorando come freelance, in genere avete a che fare con persone di tutto il mondo. Siete stanchi di provare a capire in quale fuso orario si trova qualcuno? Allore utilizzate uno strumento gratuito come there.pm per tenere facilmente traccia dei fusi orari dei vostri amici e colleghi. C’è un’app per Mac, con una versione per Windows in arrivo!

There.pm

There.pm

Chat Video

Se lavorate con clienti all’estero, chiamarli su reti cellulari può essere costoso. Fortunatamente, c’è una soluzione alternativa: applicazioni di video chat che vi consentono di contattare persone in tutto il mondo, gratuitamente.

Che si tratti di chiamate audio o video, i migliori strumenti per freelance – app di video chat – hanno fatto sembrare il mondo più piccolo, facilitando le connessioni globali:

48. Skype

Skype è utile sia per le chiamate vocali che per le videochiamate, locali o internazionali. È gratuito quando entrambe le parti sono in wifi, ma potete anche acquistare crediti per utilizzarlo per chiamare i numeri di telefono internazionali.

Skype

Skype

49. Zoom

Zoom vi consente di tenere conferenze online (o webinar) di oltre 100 persone. Sono disponibili anche funzionalità di registrazione video. È gratuito per riunioni fino a 40 minuti con partecipanti limitati, ma i piani a pagamento per chi ha maggiori esigenze sono incredibilmente convenienti.

Zoom

Zoom

Strumenti di Scrittura

Una delle competenze più richieste oggi ai freelance è la scrittura di contenuti. Se è uno dei servizi da freelance che desiderate offrire, iscrivetevi alla newsletter di Kaleigh Moore per imparare dal maestro (oppure date un’occhiata al podcast di Creative Class di cui è co-host).

È stato scoperto che il content marketing è efficace nel favorire conversioni e acquisti, motivo per cui molti siti web hanno una costante necessità di contenuti (soprattutto contenuti ottimizzati per la SEO). Se state facendo content marketing per un cliente o per il vostro marchio, ecco alcuni dei migliori strumenti per freelance:

50. Hemingway

L’app di Hemingway è uno strumento gratuito di controllo grammaticale che offre una serie di informazioni utili sui contenuti scritti che create per voi o per un cliente. Una delle funzionalità più interessanti è la capacità di valutare il livello di lettura dei vostri contenuti, come l’utilizzo di parole e strutture di frasi che potrebbero essere troppo avanzate per il generico pubblico online.

Hemingway

Hemingway

Andando ancora più in profondità, Hemingway aiuta a rendere la vostra scrittura più concisa e leggibile dandovi suggerimenti riferiti a cose come la sostituzione del gergo con parole più semplici, l’interruzione dei paragrafi e il cambiamento della voce attiva e passiva per mantenere la coerenza. Per altri suggerimenti per la correzione di bozze, leggete il nostro post dedicato.

51. Yoast SEO

Se utilizzate WordPress per il vostro portfolio di freelance, il plugin Yoast SEO è un must. E, essendo uno dei primi 5 plugin di WordPress più scaricati, usarlo significa essere in buona compagnia.

Yoast SEO plugin

Yoast SEO plugin

Yoast SEO semplifica l’implementazione delle best practice SEO sul sito su ogni articolo e pagina. Naturalmente, perché sia efficace, dovrete fare la vostra ricerca di parole chiave — Yoast può dirvi solo se state utilizzando una parola chiave in modo corretto, non se state usando una parola chiave efficace.

Yoast può anche aiutarvi con la SEO di WordPress in generale, grazie a funzionalità come la gestione dei redirect e la generazione di sitemap XML per il vostro sito web.

52. Grammarly

Grammarly offre lo strumento di controllo grammaticale meglio pagato. È difficile pensare a un freelance cui non possa essere utile utilizzare Grammarly. Anche se non siete writer, dovete comunque assicurarvi di scrivere correttamente nelle email ai clienti, sui social media personali, sul sito web del vostro portfolio da freelance, e così via.

Grammarly

Grammarly

Grammarly corregge gli errori grammaticali, inclusi l’accordo soggetto-verbo, la punteggiatura e la collocazione delle preposizioni, e può persino rilevare le parole scritte correttamente ma usate nel contesto sbagliato. La cosa migliore di Grammarly è che spiega perché è stata fatta una correzione, aiutandovi a migliorare continuamente nella scrittura.

Se lavorate con altri writer, può tornare utile anche lo strumento di controllo del plagio.

53. KWFinder

Se scrivete per la SEO, è importante trovare una parola chiave per cui ottimizzare il contenuto. KWFinder può esservi di aiuto. Offre una serie di ricerche gratuite al giorno, rispetto all’ormai limitato ma sempre popolare Google Keyword Planner o rispetto a Ubersuggest.io. Potete utilizzare questo strumento per andare in profondità e ottimizzare davvero per diversi motori di ricerca e diversi paesi.

KWFinder

KWFinder

Se la SEO è una parte importante della vostra offerta di servizi da freelance, considerate la possibilità di investire nel più solido Ahrefs per la pianificazione delle parole chiave, la gestione dei backlink e altro ancora.

54. Evernote

Cercare di tenere in mente tutto ciò che è necessario sapere è una ricetta per il disastro. Non c’è modo in cui il vostro cervello, da solo, sia in grado di memorizzare ogni cosa da fare e ogni dettaglio della vostra giornata.

Utilizzate uno strumento come Evernote per togliervi le cose dalla testa e tenerle in note dal formato fruibile (e in cui poter fare ricerche). Organizzate le note in notebook (forse in base ai client) e aggiungete etichette per facilitare la ricerca di informazioni. Evernote è un’app semplice ma estremamente utile per fare brainstorming, scrivere post per il blog e prendere appunti mentre siete in movimento.

Evernote

Evernote

Se state solo prendendo semplici appunti, un’alternativa che potreste tenere in considerazione è Google Keep, dato che si integra molto bene nell’ecosistema di Google e nel nuovo Gmail.

Considerazioni Finali

Far crescere la vostra attività da libero professionista è infinitamente più semplice se utilizzate i migliori strumenti per freelance a vostra disposizione. Per essere efficaci, dedicate del tempo alla configurazione e alla conoscenza delle soluzioni più rilevanti per quello che fate, quindi osservate come crescono i vostri redditi!

E se volete davvero migliorare la vostra produttività della posta elettronica, date un’occhiata a questi add-on ed estensioni Gmail top.

Ora tocca a voi: quali sono secondo voi i migliori strumenti per i freelancer?


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani