I migliori operatori nel settore dei gateway di pagamento sono sempre all’opera per poter mantenere la pole position. Dopo tutto, ci sono più proprietari di negozi ecommerce che mai in questi giorni, e tutti hanno bisogno di un modo affidabile per riscuotere i pagamenti dai clienti.

Due delle opzioni di gateway di pagamento più consolidate sul mercato sono Stripe e Square. Entrambi offrono alle aziende modi semplici per elaborare i pagamenti effettuati online, tecnologia all’avanguardia e numerosi strumenti per facilitare la vita ai proprietari di ecommerce che cercano di gestire un business e guadagnare denaro.

Stripe vs Square: Come Si Differenziano?

Stripe e Square hanno le loro caratteristiche uniche, progettate per soddisfare esigenze molto diverse. E francamente, questo può rendere la decisione della piattaforma di pagamento da usare più difficile di quanto ci piacerebbe. Ecco perché vogliamo fare un confronto tra Stripe e Square, in modo che possiate prendere una decisione per la vostra piccola impresa basata sui dati.

Pronti? Cominciamo!

Stripe vs Square: Cosa Fanno?

Stripe è stata fondata nel 2011 ed è una piattaforma che vi permette di accettare pagamenti con carta di credito (di persona o online) trasferendo denaro tra il vostro conto commerciale e un processore di pagamento. Questo viene fatto utilizzando un terminale fisico per le carte di credito o un processore online.

Siete ancora confusi? Ecco un’immagine che può aiutarvi:

Procedura del gateway di pagamento

Procedura del gateway di pagamento (Fonte immagine: Orioly)

Stripe si basa su un’infrastruttura cloud progettata per garantire affidabilità, scalabilità e sicurezza. Per non parlare del fatto che è orientato a chi si occupa di sviluppo, funziona per siti web e applicazioni aziendali ed ha sia un codice che un design forti.

Stripe, inoltre, può essere utilizzato come soluzione indipendente per chi ha bisogno di inviare fatture e riscuotere pagamenti per prodotti o servizi. Anche se questo non è il modo più comune di usarlo, dal momento che la maggior parte delle persone lo integra nei siti di ecommerce, questo è solo un altro modo per approfittare della flessibilità e della potenza di Stripe.

Secondo Datanyze, Stripe rappresenta il 15,39% della quota di mercato (Stripe e PayPal sono sempre in lotta per il primo posto):

Quota di mercato di Stripe (Fonte immagine: Datanyze)

Quota di mercato di Stripe (Fonte immagine: Datanyze)

Per darvi un’idea di quanto sia potente Stripe, sappiate questo: giganti del commercio come Lyft, Amazon e Microsoft usano Stripe. Parlando di aziende, anche Kinsta usa Stripe.

Square, invece, è un po’ più vecchio (fondato nel 2009) e non è tecnicamente un gateway di pagamento. In realtà, si tratta più di un processore di pagamento end-to-end o di un terminale virtuale. Inoltre, a differenza di Stripe, che può essere utilizzato su qualsiasi piattaforma compatibile, Square non è una soluzione di pagamento autonomo. Fa invece parte di una soluzione di ecommerce più grande.

Questo software è estremamente versatile perché trasforma essenzialmente i dispositivi dei vostri clienti in terminali portatili per punti vendita. Per questo motivo, troverete spesso che il prodotto principale di Square è in realtà il loro sistema POS “in-person”. Offre ai commercianti un modo per riscuotere i pagamenti dai clienti leggendo le carte di credito grazie a un dispositivo intelligente o inserendo manualmente i dati della carta di credito (di persona o per telefono).

Detto questo, nel corso degli anni Square è salito sul podio per competere con aziende affermate come Stripe. Infatti, è ora possibile utilizzare Square per raccogliere facilmente i pagamenti dai clienti che acquistano nel vostro negozio online.

Stripe vs Square: Messa a Punto (e Facilità d’Uso)

Configurazione di Stripe

Impostare un’esperienza di pagamento Stripe sul vostro sito web è un’operazione che può essere super semplice così come complesso, a seconda di cosa chiedete di fare al vostro gateway di pagamento. E questo è solo uno dei punti di forza di Stripe.

L’orientamento verso chi si occupa di sviluppo significa offrire la flessibilità necessaria per creare un processo di checkout personalizzato per i clienti. Con Stripe Elements, permettete ai vostri clienti di inserire le loro informazioni in modo rapido e corretto grazie alla validazione in tempo reale, alla localizzazione dinamica, alla funzionalità di riempimento automatico e a una migliore formattazione e mascheratura.

Meglio ancora, Stripe Elements elimina la necessità di una pagina di pagamento ospitata sul vosro sito web. Invece, basta creare il vostro modulo di checkout o aggiungere un pulsante di donazione Stripe al vostro sito per raccogliere denaro con facilità.

Se non avete molte conoscenze tecniche e nessuno che vi possa aiutare, non preoccupatevi. Per usare Stripe tutto quello che dovete fare è tagliare e incollare una linea di javaScript sul vostro sito web. E se state usando Stripe per WordPress, tutto quello che dovete fare è installare il plugin open-source di Stripe.

La gestione dei pagamenti effettuati sul vostro sito di ecommerce è semplice con Stripe, grazie alla sua dashboard intuitiva:

Dashboard di Stripe

Dashboard di Stripe

Date un rapido sguardo all’attività del sito, controllate i grafici in tempo reale, vedete se ci sono azioni da voi richieste, come le controversie senza risposta, o identificate le verifiche (che è perfetto per ridurre al minimo le frodi con carta di credito).

Configurazione di Square

Dall’altro lato, con Square tutto è incentrato sulla semplicità. Tutti i software necessari per accettare i pagamenti e gestire la vostra attività sono in un unico sistema centralizzato. Infatti, è possibile accedere a strumenti avanzati di reporting, gestire le timecard e persino creare campagne di marketing direttamente dalla dashboard del vostro account Square:

Dashboard di Square

Dashboard di Square

E per quanto riguarda la configurazione di Square, ci sono alcune opzioni diverse. Per iniziare, potete tagliare e incollare uno snippet di codice (proprio come con Stripe) e creare un’opzione di checkout per i clienti direttamente sul vostro sito web. Oppure, è possibile utilizzare un plugin come WooCommerce Square per estendere la piattaforma di ecommerce e accettare pagamenti.

Ma forse la soluzione più semplice è quella di costruire il vostro negozio Weebly.

Nell’aprile del 2018, Square ha acquisito la piattaforma di ecommerce Weebly e vi ha integrato il suo gateway di pagamento, in modo che non ci sia più nulla da configurare una volta che il vostro sito Weebly è attivo e funzionante. A differenza di un sito WordPress self-hosted, Weebly è completamente ospitato su piattaforma, il che significa che non dovrete preoccuparvi di trovare il giusto fornitore di web hosting per il vostro sito.

Nel complesso, Square è una semplice soluzione omnicanale per i commercianti che vogliono vendere ovunque senza dover mettere mano al codice complicato o a integrazioni di terze parti.

Chi Vince: Square

Stripe vs Square: Commissioni di Transazione e Costi di Installazione

Stripe

Il costo per l’uso di Stripe è abbastanza semplice. Si tratta di una piattaforma pay-as-you-go e non ci sono spese di iscrizione, il che la rende un’opzione accessibile per le imprese di tutte le dimensioni.

Ecco un rapido sguardo ai costi di transazione di Stripe:

  • Operazione di base: 2,9% della transazione + $0,30.
  • Operazione internazionale: 3,9% per transazione (può essere applicata una commissione di conversione).
  • Transazioni di grandi dimensioni: scontate allo 0,8% per transazione (con un tetto massimo di $5: i metodi di pagamento includono l’addebito diretto ACH, il credito ACH e i bonifici bancari).

Per ogni chargeback, Stripe vi addebiterà una tassa di $15, a meno che il chargeback non sia deciso a vostro favore. Questo è molto competitivo se confrontato ad altri gateway di pagamento, eccetto Square.

Square

Proprio come Stripe, Square non addebita alcuna quota di iscrizione né vi rinchiude in alcun tipo di contratto. Inoltre, quelli di Square si vantano di non avere nessun altro tipo di spese nascoste come autorizzazione, dichiarazione, rimborso, conformità PCI, biglietto da visita, ecc.

Ciò detto, poiché Square fornisce sia transazioni di persona che online, così come altri servizi business, ci sono più costi associati.

I seguenti tipi di pagamento comporteranno una commissione di transazione del 2,9% + $0,30:

  • Fatture Square.
  • API online.
  • Negozi online.
  • Ecommerce card su file di pagamento.

Questi tipi di pagamento comporteranno una commissione di transazione del 3,5% + $0,15:

  • Transazioni con carta su file.
  • Inserimento manuale di carte di credito su hardware fisico.
  • POS API per i pagamenti keyed-in.
  • Inserimento manuale delle carte di credito online.

E, come abbiamo già detto, Square non addebita commissioni di chargeback, il che è raro e molto interessante. Inoltre, Square offre ai clienti il servizio di Chargeback Protection fino a $250 al mese per le transazioni qualificanti. Questo è solo per mostrarvi quanto Square tenga ai propri clienti e ai loro affari.

Costi Aggiuntivi con Square

Tenete a mente che Square offre ai proprietari di siti web la possibilità di creare un negozio Weebly o un negozio online Square. Ma se è questa la strada che volete prendere, dovrete pagare un extra.

Per costruire un negozio di ecommerce utilizzando la piattaforma Weebly, Square offre piani a partire da 8 dollari al mese. Questo può diventare più costoso man mano che il vostro negozio online si espande e voi avete bisogno di maggiori funzionalità.

E se desiderate creare un negozio online Square Online Store, potete creare un negozio gratuito, o investire in piani premium che vanno dai $12 ai $72 al mese per caratteristiche come:

Chi vince: Stripe

Stripe vs Square: Tipi di Pagamento Accettati

Stripe

Stripe rende le cose facili, così le aziende che lo utilizzano non devono avere a che fare con conti commerciali aggiuntivi. Ecco i tipi di pagamento che potete accettare nel vostro negozio online con Stripe:

  • Carte di credito.
  • Carte di debito.
  • Tessere internazionali.
  • ACG addebito diretto e credito (una caratteristica che Square non ha).
  • Trasferimenti bancari.

Stripe accetta anche Bitcoin, il che dimostra che questa piattaforma non ha paura di esplorare nuove aree e di essere coinvolta in tecnologie all’avanguardia. È anche possibile creare un pulsante di donazione Bitcoin con Stripe seguendo qualche semplice passo.

Inoltre, Stripe accetta wallet come Masterpass by Mastercard e Visa Checkout (tra gli altri). Il bello di tutto questo è il fatto che Visa e MasterCard coprono l’80,1% del network delle carte di credito.

Quota di mercato delle carte di credito (Fonte immagine: WalletHub)

Quota di mercato delle carte di credito (Fonte immagine: WalletHub)

Stripe supporta anche più di 135 valute diverse, per cui raggiungere una clientela internazionale non sarà mai un problema. L’unico inconveniente di Stripe è che attualmente non c’è modo di accettare pagamenti di persona.

Square

Il confronto tra Stripe e Square è diventato sempre più importante nel corso degli anni in quanto Square ha ampliato i suoi servizi per soddisfare le esigenze delle aziende che vogliono fare affari sia di persona che online.

Square opera online tutte le principali carte di credito:

  • Visa.
  • Mastercard.
  • Scoprire.
  • American Express.

Inoltre, accetterà pagamenti Apple Pay, Android Pay, Android Pay e eWallet. Una cosa che Square offre ai clienti, e che Stripe non offre, è l’hardware per il checkout. E la parte migliore è che il lettore di carte e il POS per accettare pagamenti mobili di persona è gratuito al 100%.

Chi Vince: Pareggio

Stripe vs Square: Qualità del Servizio Clienti

Assistenza Clienti Stripe

Stripe non sempre ha avuto la migliore reputazione quando si tratta di assistenza clienti. Infatti, prima del 2018, i clienti Stripe non avevano modo di accedere al supporto in tempo reale.

Per risolvere questo problema, Stripe ha rivelato nel 2018 che tutti i clienti di Stripe avrebbero avuto accesso alla chat dal vivo 24/7 e al supporto telefonico per completare il supporto email offerto durante l’orario di lavoro (lun-ven 9 am-5 pm). Se poi volete entrare in contatto con altri utenti di Stripe, c’è il forum Freenode (#stripe).

Ora possiamo affermare che Stripe eccelle per quanto riguarda l’assistenza clienti, specialmente se confrontato con il livello del supporto di Square. E questo prima che vi rendiate conto che, oltre ad un’ampia documentazione, Stripe ha anche un centro di supporto dedicato pieno di articoli e video che rispondono alle più impellenti domande di supporto:

Centro di supporto Stripe

Centro di supporto Stripe

Un dettaglio che può scoraggiare alcune persone è il fatto che Stripe offra anche un supporto premium a partire dall’enorme cifra di $1000/mese, che può andare bene per le grandi imprese che elaborano una tonnellata di pagamenti, ma non altrettanto per le piccole imprese con budget limitati.

Anche se può non sembrare giusto per coloro che non possono permettersi $1000/mese, ci sentiamo di affermare che Stripe si fa perdonare con l’efficiente chat dal vivo 24/7 e il supporto telefonico a cui tutti hanno accesso.

Supporto Clienti Square

Square offre attualmente le seguenti opzioni di supporto per i clienti:

  • Assistenza telefonica e via email.
  • Chat dal vivo.
  • Supporto Twitter dedicato: @SqSupport.

Potete anche attingere al forum delle comunità Square (Square Communities Forum) cercando domande o parole chiave e collegandovi con altri utenti di Square:

Square communities forum

Square communities forum

Anche se può sembrare fantastico in superficie, vale la pena notare che il servizio clienti di Square non è sempre il migliore. Molte persone hanno lamentato il congelamento o la chiusura dei loro conti senza motivo. E, a peggiorare le cose, quando questo accade Square interrompe automaticamente il supporto telefonico e comunica con voi solo via email, rendendo più difficile risolvere il problema.

A parte questo, Square offre gli stessi canali di supporto di Stripe (live chat, telefono, email e persino forum della comunità); c’è da dire però che non riescono a raggiungere la stessa qualità su cui Stripe ha lavorato così duramente nel corso degli anni.

Chi Vince: Stripe

Stripe vs Square: Documentazione

Stripe

Stripe offre una documentazione molto avanzata e orientata a chi si occupa di sviluppo, il che significa che per sfruttarla al massimo avrete bisogno di mettere mano al codice, sviluppare o avere competenze tecniche.

Documentazione Stripe

Documentazione Stripe

Non vogliamo dire che la documentazione non sia d’aiuto. Ma se nel vostro team non c’è qualcuno che si occupi di sviluppo (qui potete assumere una persona esperta in sviluppo WordPress), è probabile che vi imbatterete in qualche difficoltà.

Vuoi rendere il tuo negozio di ecommerce più veloce della concorrenza? Forniamo un supporto riconosciuto internazionalmente, disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, e server incredibilmente veloci. Dai un’occhiata ai nostri piani!!

Square

D’altra parte, Square si attiene al motto che tutto dovrebbe essere semplice e comprensibile per persone di tutti i livelli di abilità. Hanno una sezione guide, le Square Guides, che contiene una documentazione ideale anche per chi sta iniziando.

Square Guides

Square Guides

E se vi occupate di sviluppo, c’è sempre il Docs, il Developer Blog e il canale Slack dedicato agli sviluppatori.

In tutto, Square offre supporto sia per chi è alle prime armi sia a chi ha più esperienza, mentre Stripe si attiene principalmente alla documentazione avanzata che aiuta le persone a creare esperienze di checkout completamente personalizzabili sui loro siti web.

Chi Vince: Square

Stripe vs Square: Integrazioni Ecommerce

Sia Stripe che Square offrono integrazioni di plugin ecommerce che funzionano con le più popolari piattaforme di ecommerce. Hanno anche un’API aperta e strumenti di sviluppo, anche se quelli di Stripe sono più avanzati, hanno più funzioni e includono risorse per costruire processi di checkout completamente personalizzabili.

Ma è lì che le somiglianze tendono ad arrestarsi.

Stripe

Stripe è molto versatile, pur non avendo le stesse caratteristiche di Square. Ad esempio, si integra con decine di carrelli, tra cui quelli di Easy Digital Downloads, Ecwid e X-Cart. Funziona anche con una varietà di piattaforme di ecommerce come Squarespace, Shopify e WooCommerce.

Dal momento che Stripe è stato progettato pensando ai venditori online, può collegarsi praticamente a qualsiasi tipo di sito web, piattaforma di vendita online o piattaforma ecommerce. E con oltre 98 applicazioni per migliorare il processo di pagamento, è solo con Stripe che riuscirete davvero a far scalare il vostro negozio online.

Stripe e WordPress/WooCommerce

Stripe non ha un plugin o un’integrazione ufficiale di WordPress. Ma nella comunità WordPress ci sono moltissime persone esperte nello sviluppo di plugin che hanno reso l’integrazione di Stripe in un sito WordPress un gioco da ragazzi.

Ecco alcuni modi comuni per impostare Stripe per WordPress:

Square

Square è l’unico gateway di pagamento con un negozio online gratuito che si collega automaticamente ai pagamenti Square. È anche l’unica opzione che si associa con una piattaforma ecommerce (Weebly) e fornisce i pagamenti Square tramite la stessa piattaforma.

Square è pensato come soluzione omnicanale che include funzionalità di ecommerce. E anche se non è possibile personalizzare tutte le funzionalità come con Stripe, Square è facile da usare per chi è agli inizi e abbastanza avanzato da permettere anche ad esperti sviluppatori o alle grandi aziende di trarne vantaggio.

Square si integra con Wix, Weebly, Ecwid, BigCommerce e 3dcart, per chi sta appena iniziando. Per chi invece ha bisogno di qualcosa in più, Square funziona bene con Drupal, WooCommerce, Magento e siti web personalizzati.

Square e WordPress/WooCommerce

Square vanta una facile integrazione nei siti WordPress.com, se già ne avete uno. Per iniziare, tutto quello che dovete fare è avere un piano Business WordPress.com premium (a partire da $25 al mese) e utilizzare qualsiasi plugin ecommerce supportato da Square per WordPress come WooCommerce o WP EasyCart.

Se avete un sito web WordPress.org self-hosted, potete anche integrare Square nel vostro negozio online, proprio come fareste con Stripe. Ad esempio, WooCommerce Square vi darà il modo migliore per sincronizzare i dati di inventario e di prodotto tra WooCommerce e il POS Square.

Alla fine, se siete venditori multicanale, Square vince. Se invece siete un’azienda online, è Stripe a vincere, visto che accetta più tipi di pagamento e supporta più valute.

Chi vince: Stripe

Stripe vs Square: Pre e Contro

Stripe

Pro

  • Prezzi trasparenti, forfettari e competitivi.
  • Scalabilità e portata globale.
  • Nessun contratto mensile.
  • Soluzione di checkout completamente personalizzabile.
  • I clienti non lasciano mai il vostro sito per finalizzare l’acquisto.
  • Canali di supporto multipli, alcuni disponibili 24/7.
  • Piena conformità PCI.

Contro

  • Molte persone si lamentano della lentezza dei tempi di risposta via email e di altri problemi con l’assistenza clienti.
  • Chargeback non risolti da Stripe, che costano cari se si perde la controversia.
  • Curva di apprendimento ripida per chi ha conoscenze tecniche limitate.
  • Non adatto per business ad alto rischio.

Square

Pro

  • Molto facile da usare.
  • Perfetto per chi cerca una soluzione di pagamento omnicanale.
  • Ideale per commerci a basso volume.
  • Prezzi molto competitivi, inclusa la Chargeback Protection.
  • Soluzioni uniche di ecommerce.

Contro

  • Un sacco di reclami relativi a conti chiusi senza preavviso.
  • Mancanza di funzionalità, in particolare gli strumenti di abbonamento.
  • Non adatto a business ad alto rischio.
  • Costoso per le grandi aziende con alto giro di affari.

Stripe vs Square, Quale È Meglio?

Poiché i due gateway di pagamento fino a prova contraria sono molto simili, è difficile proclamare un chiaro vincitore fra Stripe e Square:

  • Se avete bisogno della flessibilità per vendere online e di persona, Square vince di gran lunga con le sue caratteristiche omnicanale.
  • Se avete bisogno di una soluzione strettamente online in grado di scalare a livello globale o di una soluzione autonoma di fatturazione e incasso, Stripe ottiene la prima posizione.
Stripe vs Square: quale opzione di pagamento dovreste usare? Abbiamo esaminato attentamente le loro caratteristiche principali, i costi, la documentazione e altro ancora. Il vincitore è... 💵🤝Click to Tweet

Riepilogo

Scegliere il giusto gateway di pagamento non è facile. E con Stripe vs Square che si assomigliano così tanto, la decisione finale si riduce alla valutazione delle singole caratteristiche.

Se gestite da poco un negozio online e avete conoscenze tecniche limitate, Square sarà l’opzione migliore. Ha un prezzo competitivo rispetto a Stripe e conta su un processo di configurazione semplice e una documentazione utile anche agli utenti principianti.

Tuttavia, per coloro che sono alla ricerca di un processo di checkout più personalizzato, Stripe sarà la scelta migliore. Se gestite un negozio di ecommerce che si basa sul volume, avrete bisogno di tutte le funzioni per espandere il vostro business e assicurarvi maggiori vendite. Questo significa una portata globale, l’accesso al supporto 24/7, e la flessibilità di aggiungere il gateway di pagamento Stripe a qualsiasi sito web o piattaforma che sceglierete.


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani