Modalità incognito. Modalità privacy. Navigazione privata. Indipendentemente da come la chiamate voi o il vostro browser, la modalità incognito mantiene private le vostre abitudini di navigazione, ma non è così privata come potreste pensare.

Quando la maggior parte delle persone passa alla modalità incognito, sa che la cronologia e i cookie non verranno salvati. Anche se il browser non salva nulla, questo non significa che i siti web, i server o i motori di ricerca visitati non lo facciano. La modalità incognito potrebbe essere meno, beh, incognita di quanto molti potrebbero pensare.

Ma quanto è privata la navigazione privata?

Guarda la Nostra Video Guida alla Navigazione Privata in Modalità Incognito

Continuate a leggere per scoprire i dettagli della modalità incognito, come configurarla, come scegliere le alternative e scoprie quanto sono davvero privati i vostri dati.

Cos’è la Modalità Incognito?

Passare alla modalità incognito
Passare alla modalità incognito

Conosciuta anche come navigazione privata, la modalità incognito è un’impostazione del browser che fa in modo che non tenga traccia della cronologia, dei cookie, dei dati del sito o dei login durante la navigazione.

Può sembrare un ottimo modo per nascondere le vostre abitudini di navigazione, e in effetti lo è, ma solo fino a un certo punto. Anche se il vostro browser non tiene traccia di alcuni dati, la vostra attività di navigazione può comunque essere vista dai siti web, da alcuni motori di ricerca e dal vostro Internet Service Provider (ISP).

Di conseguenza, la navigazione privata spesso non è così privata come molti di noi sperano. Tuttavia, come vedremo nella prossima sezione, le sue funzioni di base offrono comunque un prezioso livello di privacy per gli utenti che utilizzano dispositivi condivisi.

Ma prima vediamo cosa fa esattamente la modalità incognito e come queste funzioni siano diverse da quelle che molti si aspettano.

Quanto è incognita la modalità incognito? 🔎 La risposta potrebbe sorprenderti... 👀 Clicca per twittare

Cosa fa la Modalità Incognito?

Come abbiamo visto, la modalità incognito impedisce al browser di registrare diverse informazioni della vostra attività di navigazione, come i cookie e la cronologia di navigazione. Anche se le funzioni esatte della modalità incognito variano da un browser all’altro, la maggior parte di questi mantiene privata la vostra navigazione sotto i seguenti aspetti.

  • Non conserva la cronologia. Quando navigate sul web, il vostro browser (come Firefox o Chrome) conserva un registro dettagliato di tutti i siti che avete visitato, a meno che voi non stiate utilizzando la modalità incognito.

Con la modalità incognito attivata, il browser non registra la cronologia di navigazione, in modo che, dopo la sessione, nessuno possa vedere quali siti web avete visitato. Tuttavia, alcuni browser potrebbero mantenere una cronologia temporanea durante l’utilizzo della modalità incognito, che verrà eliminata automaticamente una volta che avrete smesso di utilizzarla.

  • Non memorizza i cookie. Sebbene a tutti piacciano i cookie, la modalità incognito non li apprezza, tanto che non li memorizza nemmeno. Naturalmente, non stiamo parlando di veri e propri cookie come quelli con le gocce di cioccolato o il pan di zenzero. Stiamo invece parlando di cookie HTTP, ovvero di piccoli pacchetti di dati memorizzati dal browser sul computer durante la navigazione.

I cookie sono ampiamente utilizzati per tracciare e memorizzare i dati di navigazione, come nomi e password. Ad esempio, quando aggiungete articoli a un carrello online, il sito memorizza un cookie nel vostro browser che salva i dati del vostro carrello. In questo modo, alla successiva visita, tutto sarà ancora nel vostro carrello.

Sebbene i cookie siano la spina dorsale di gran parte della nostra esperienza di navigazione, non sempre li vogliamo. In alcuni casi possono anche essere un po’ fastidiosi, soprattutto se non vogliamo che alcuni siti memorizzino dati indesiderati sul nostro browser.

A tal fine, il vostro browser non memorizza i cookie quando è in modalità incognito.

  • Non memorizza i dati del sito. Oltre a non memorizzare i cookie, in modalità incognito il vostro browser non memorizzerà altri tipi di dati del sito. Altri dati del sito possono includere immagini, file, dati dei moduli e login attivi.

Come avrete capito, i cookie sono un’altra forma di dati del sito. Tuttavia, dato che i cookie vengono utilizzati per il tracciamento e l’identificazione sul web, di solito vengono trattati separatamente. Ad esempio, la cancellazione della cronologia del browser spesso offre opzioni separate per la cancellazione dei cookie e dei dati del sito.

Dato che la maggior parte dei dati del sito sono solo immagini e file HTML, cancellarli non fa molta differenza, a parte il fatto che il browser deve scaricarli nuovamente alla visita successiva. L’unico problema di sicurezza potrebbe essere rappresentato dai login attivi al sito, che non verranno salvati in modalità incognito.

  • Non salva le informazioni dei moduli. Anche se si tratta di un altro tipo di dati del sito, l’invio di moduli crea un importante problema di sicurezza, soprattutto sui computer condivisi. In questo caso, la modalità incognito ha il vantaggio di non salvare le informazioni del modulo, che potrebbero includere nomi utente e altre informazioni sensibili.

Non salvando le informazioni del modulo, riducete al minimo il rischio che un altro utente sullo stesso computer scopra il vostro nome utente o, se avete scelto un’opzione di riempimento automatico, la vostra password. Questa caratteristica rende la modalità incognito essenziale per la sicurezza quando si utilizzano dispositivi pubblici o condivisi.

  • Non vi fa accedere al sito. Ormai sapete che la modalità incognito non salva i login al sito e gli altri dati del sito. Di conseguenza, verrete disconnessi da tutti i siti su cui avete effettuato l’accesso mentre eravate in modalità incognito.

A seconda del browser e delle impostazioni, la modalità incognito non mantiene i login precedenti durante la sessione. In altre parole, se avete effettuato l’accesso a un sito prima di passare alla modalità incognito, di solito non sarete più connessi durante la modalità incognito. Tuttavia, la sessione di accesso precedente verrà ripristinata una volta disattivata la modalità incognito.

  • Disattiva le estensioni del browser. Oltre a disconnettervi temporaneamente da qualsiasi sessione attiva, la modalità incognito disattiva anche le estensioni del browser. Sebbene possiate scegliere di riattivarle, mantenerle inattive impedisce di memorizzare ulteriori dati. Molti utilizzano questa funzione anche per godere di un’esperienza di navigazione “pulita” e priva di ingombranti componenti aggiuntivi.

Anche se abbiamo toccato molti punti, c’è solo una cosa da capire: La modalità incognito non salva i dati di navigazione. Come vedremo nella prossima sezione, tuttavia, questa non è una garanzia di privacy.

Cosa NON fa la Modalità Incognito?

Uno dei maggiori malintesi sulla modalità incognito è che sia completamente privata, ma non lo è affatto.

La navigazione privata non è così privata come si potrebbe pensare
La navigazione privata non è così privata come si potrebbe pensare

Sebbene il vostro browser, quando è in modalità incognito, non salvi la cronologia o i dati, ciò non significa che i siti e i motori di ricerca che visitate non lo facciano. Anzi, le terze parti fanno poca distinzione tra le modalità di navigazione: dal loro punto di vista, è tutto uguale.

Di conseguenza, ci sono molte cose che la modalità incognito non fa, soprattutto per quanto riguarda la privacy e l’identità. Ecco alcune delle cose più importanti da tenere a mente.

  • Non nasconde il vostro indirizzo IP. Ogni dispositivo connesso a Internet ha un indirizzo IP (Internet Protocol), che è una sorta di equivalente virtuale dell’indirizzo fisico di una casa o di un edificio. Quando vi connettete a un sito web, state essenzialmente scrivendo una “lettera” indirizzata all’indirizzo IP del sito.

Dato che la modalità incognito non modifica il vostro indirizzo IP, questo è ancora completamente visibile a tutti i siti web o ai motori di ricerca che visitate. Di conseguenza, la vostra identità e la vostra attività rimangono completamente esposte a terzi, indipendentemente dal fatto che stiate utilizzando la modalità incognito o meno.

Per nascondere il vostro IP e le vostre attività, dovrete criptare la vostra connessione e/o utilizzare una rete privata virtuale (VPN) o un server proxy. Ne parliamo nella sezione “Alternative” alla fine di questa guida.

  • Questo non impedisce agli amministratori di rete di vedere la vostra attività. Se state navigando su una rete aziendale o scolastica, tutto il vostro traffico viene instradato attraverso il router della rete prima di andare sul web. Di conseguenza, tutto il vostro traffico in uscita (e quello in entrata, come i download) è perfettamente visibile all’amministratore di rete.

Così come non è possibile nascondere il vostro indirizzo IP, la modalità incognito non può impedire all’amministratore di rete di vedere le vostre attività. Tuttavia, anche le VPN e i proxy offrono valide soluzioni, anche se l’amministratore continuerà a vedere la vostra comunicazione con la VPN o il proxy.

  • Non impedisce che l’attività del vostro account venga tracciata. Se accedete ad un account (come la vostra email o i vostri social media) mentre siete in modalità incognito, qualsiasi attività dell’account è sempre visibile a terzi, il che vi rende anche rintracciabili.

Ad esempio, se accedete a Facebook e visitate una pagina dedicata ai proprietari di un cane, Facebook può comunque vedere che avete visitato la pagina e potrebbe persino pubblicare annunci mirati basati su questa attività.

Per questo motivo, molti browser disconnettono gli utenti quando utilizzano la modalità incognito. Si tratta di una sorta di “salvaguardia” che riduce al minimo il rischio che gli utenti vengano tracciati quando non ne hanno intenzione.

  • È sempre visibile ai siti, ai motori di ricerca e agli ISP. Dato che la modalità incognito non nasconde il vostro IP, la vostra identità è ancora visibile ai siti o ai motori di ricerca che visitate. Anche se non possono rintracciarvi facilmente senza i cookie (un aspetto positivo della modalità incognito), possono comunque trovare delle soluzioni semplicemente conoscendo il vostro IP e le pagine che visitate, soprattutto se accedate a uno dei vostri account.

Ma, soprattutto, sia la vostra identità che i dati di navigazione sono ancora visibili al vostro ISP e alle autorità (cioè al governo). Proprio come nell’esempio dell’amministratore di rete di prima, tutto il vostro traffico viene instradato attraverso il vostro ISP, che è visibile anche alle autorità governative di molti paesi.

Anche in questo caso, le VPN e i proxy possono essere d’aiuto. Ricordate che quando cercate di accedere a un sito web, la vostra richiesta passa attraverso il vostro router (o quello della vostra rete) e il vostro ISP prima di essere indirizzata al server web che ospita il sito.

Di conseguenza, non potete fare molto per nascondere la vostra navigazione tra voi e il vostro ISP. Con una VPN o un proxy, invece, tutta la vostra navigazione sembrerà comunicare solo con il server della VPN o del proxy.

  • Non blocca il malware. La modalità incognito non serve a nulla per proteggervi da malware, phishing o dal rischio di visitare siti web pericolosi. Assicuratevi sempre di utilizzare un solido software anti-malware e di fare attenzione durante la navigazione, indipendentemente dal fatto che stiate utilizzando o meno la modalità incognito!

In breve: la modalità Incognito non nasconde i vostri dati di navigazione a terzi. Dovete sempre pensare che i vostri dati siano completamente visibili, indipendentemente dalla modalità incognito. Per fortuna esistono diverse alternative più adatte a mantenere la privacy.

A Cosa Serve Principalmente la Modalità Incognito?

Come potete immaginare (o come già sapete per esperienza), ci sono molti motivi per utilizzare la modalità incognito. Per la maggior parte delle persone, il motivo principale è solitamente quello di nascondere la propria cronologia di navigazione ad altri utenti dello stesso dispositivo. Anche se le ragioni esatte per cui si desidera farlo possono essere diverse, la modalità incognito è un’opzione estremamente efficace.

Naturalmente, la discrezione non è l’unico motivo per utilizzare la modalità incognito. Eccone alcuni tra i più diffusi.

  • Nascondere la cronologia. Indipendentemente da ciò che state facendo online, il pensiero che qualcun altro possa vedere la vostra cronologia di navigazione è piuttosto fastidioso, soprattutto per gli utenti che utilizzano dispositivi condivisi o pubblici. Di conseguenza, molte persone utilizzano la modalità incognito semplicemente per nascondere la propria cronologia ad altri utenti (o addirittura a se stessi).

Nascondere la cronologia può anche salvaguardare la vostra sicurezza sui dispositivi condivisi. Ad esempio, se accedete al vostro conto bancario ma non nascondete o cancellate la cronologia, l’utente successivo potrà vedere qual è la vostra banca. Inoltre, se non avete cancellato i dati dei moduli e del sito, potrebbero vedere i vostri dati di accesso!

  • Evitare i cookie indesiderati. La maggior parte dei siti web utilizza i cookie per salvare i vostri accessi attivi, mantenere il contenuto del carrello della spesa e tracciare i vostri spostamenti online. Come potete immaginare, ci sono molti motivi per cui non lo volete.

Utilizzando la modalità incognito, i siti web non manterranno il vostro login o i dati di tracciamento esistenti. Di conseguenza, molti utilizzano questa funzione per accedere a più account contemporaneamente o per assicurarsi di ottenere i prezzi migliori sui siti di shopping.

  • Evitare alcuni tipi di tracciamento. Senza salvare i cookie o i login, nella modalità incognito potete evitare la maggior parte delle forme di tracciamento. Di conseguenza, non riceverete gli stessi annunci o suggerimenti mirati che avreste normalmente. Tuttavia, questo funziona solo se non accedete a nessuno dei vostri account.
  • Rimanere organizzati. Se siete abituati a una certa esperienza di navigazione, sapete bene che la verifica di nuovi siti o prodotti può facilmente sconvolgere le cose. Con la modalità incognito, potete navigare liberamente senza preoccuparvi di annunci strani o suggerimenti di prodotti.

Ad esempio, supponiamo che stiate pensando di dedicarvi al tennis. Potreste utilizzare la modalità incognito per navigare tra i siti e i prodotti legati al tennis senza essere prematuramente classificati (leggi: ricevere annunci pubblicitari mirati) come appassionati di tennis.

  • Navigare senza estensioni. Sebbene le estensioni del browser siano spesso molto utili, possono anche rendere la nostra esperienza di navigazione molto più macchinosa del necessario. Dato che la modalità incognito disattiva le estensioni nella maggior parte dei browser, è utile quando si desidera un’esperienza di navigazione “pulita”.

Ad esempio, le estensioni che bloccano i siti sono molto diffuse e utilizzate per ridurre al minimo le distrazioni o, in alcuni casi, per controllare l’utilizzo di Internet. Disattivando le estensioni dei siti, la modalità incognito può essere uno strumento efficace per sbloccare i siti web.

  • Sviluppo web. Le prestazioni di un sito sono un aspetto cruciale per gli sviluppatori web. Tuttavia, è difficile da misurare quando i dati del sito, come le immagini e i file HTML, sono già stati memorizzati (o messi in cache) da visite precedenti. Di conseguenza, molti sviluppatori utilizzano la modalità incognito per testare le prestazioni e i tempi di caricamento forzando il browser a memorizzare nuovamente i dati del sito.

La Modalità Incognito è Davvero Privata?

La modalità incognito rende la vostra navigazione privata solo agli altri utenti del vostro dispositivo. Non nasconde il vostro indirizzo IP o la vostra attività di navigazione ai siti web, ai motori di ricerca o al vostro ISP.

Posso Essere Tracciato in Modalità Incognito?

Blocco dei cookie di terze parti in modalità incognito
Blocco dei cookie di terze parti in modalità incognito

Dipende. Sebbene la modalità incognito impedisca ai siti web di tracciarvi con i cookie, potete comunque essere tracciati se accedete ad un account o se un sito web può collegare il vostro indirizzo IP alla vostra identità.

Quali Sono gli Svantaggi della Modalità Incognito?

Il principale svantaggio della modalità incognito è che il vostro indirizzo IP, la vostra identità e la vostra attività di navigazione sono visibili a terzi. Di conseguenza, non è una buona scelta se volete evitare di essere tracciati online.

Come Utilizzare la Modalità Incognito

La maggior parte dei browser consente di passare facilmente alla modalità incognito. Per un rapido riferimento, ecco come utilizzare la modalità incognito sui browser più diffusi al mondo.

Google Chrome

Apertura della modalità incognito in Google Chrome
Apertura della modalità incognito in Google Chrome

Passo 1: aprite Google Chrome.

Passo 2: fate clic sul pulsante del menu (punti verticali) in alto a destra e selezionate “Nuova finestra incognito”

Fase 3: passate alla nuova finestra e verificate di essere in modalità incognito.

Mozilla Firefox

Apertura della modalità incognito in Mozilla Firefox
Apertura della modalità incognito in Mozilla Firefox

Passo 1: aprite Mozilla Firefox.

Passo 2: fate clic sul pulsante del menu (linee orizzontali sovrapposte) in alto a destra e selezionate “Nuova finestra privata.

Fase 3: passate alla nuova finestra e verificate di essere in modalità incognito.

Microsoft Edge

Apertura della modalità incognito in Microsoft Edge
Apertura della modalità incognito in Microsoft Edge

Passo 1: aprite Microsoft Edge.

Passo 2: fate clic sul pulsante del menu (punti orizzontali) in alto a destra e selezionate “Nuova finestra in privato.

Fase 3: passate alla nuova finestra e verifica di essere in modalità incognito.

Apple Safari

Apertura della modalità incognito in Safari
Apertura della modalità incognito in Safari

Passo 1: aprite Safari.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

Passo 2: fate clic su “File” nella barra degli strumenti in alto a sinistra e selezionate “Nuova finestra privata.

Passo 3: passate alla nuova finestra e verifica di essere in modalità incognito. La barra degli indirizzi dovrebbe avere uno sfondo scuro.

Browser mobili

Sebbene la maggior parte dei browser più diffusi disponga di un’applicazione mobile, molti utenti si affidano al browser predefinito del sistema operativo del proprio dispositivo mobile. Si tratta di Chrome per Android e Safari per iOS.

Android (Chrome)

Apertura della modalità incognito in Google Chrome su Android
Apertura della modalità incognito in Google Chrome su Android

Passo 1: aprite l’applicazione mobile di Google Chrome.

Fase 2: toccate il pulsante del menu (punti verticali) in alto a destra e selezionate “Nuova scheda incognito”

Fase 3: passate alla nuova scheda e verificate di essere in modalità incognito. Come nella versione desktop, la finestra predefinita dovrebbe indicare “Sei in incognito”

iOS (Safari)

Apertura della modalità incognito in Safari su iOS 15
Apertura della modalità incognito in Safari su iOS 15

Passo 1: aprite l’applicazione mobile Safari.

Fase 2: toccate il pulsante del menu (due quadrati sovrapposti) in basso a destra.

Passo 3: toccate il pulsante “1 scheda” o “X schede” in basso.

Passo 4: selezionate “Privato” dalle impostazioni di “Gruppi di schede”.

Passo 5: toccate l’opzione “+” nell’angolo in basso a sinistra per aprire una nuova scheda privata. Capirete che siete in modalità incognito quando il tema del browser diventa scuro.

Altri Browser

Anche altri browser come Opera e Brave offrono funzioni di navigazione privata. Come avrete notato, tuttavia, la procedura per andare in incognito è in qualche modo la stessa indipendentemente dal browser: basta aprire il menu principale e selezionare l’opzione corrispondente.

Per conoscere le soluzioni alternative e le altre funzioni di navigazione privata, consultate il manuale d’uso o la guida alla risoluzione dei problemi del vostro browser.

Alternative alla Modalità Incognito

Avete diverse eccellenti alternative alla modalità incognito, a seconda delle vostre esigenze di navigazione privata. Alternative come le VPN e il browser Tor offrono una privacy e una sicurezza ancora maggiori rispetto alla modalità incognito.

Server Proxy

Conversazione tra due utenti instradata attraverso un server proxy
Conversazione tra due utenti instradata attraverso un server proxy

Un server proxy funge da intermediario tra il vostro dispositivo e i siti web che visitate. Inoltrando il vostro traffico attraverso un proxy, i terzi non sapranno che siete voi a navigare.

L’immagine qui sopra fornisce un buon esempio di come funziona. In questo caso, il mittente Alice vuole chiedere a Bob che ora è senza che Bob sappia che è lei. Per farlo, invia la sua richiesta attraverso un proxy, che chiede a Bob per suo conto. Dal punto di vista di Bob, è il proxy a chiedere l’ora, non Alice. Bob invia la sua risposta al proxy, che la rimanda ad Alice.

Sebbene un proxy sia uno strumento efficace per camuffarsi, non serve a proteggere la connessione. Per questo motivo, molti utilizzano le VPN per svolgere la stessa funzione di un proxy, ma con un ulteriore livello di sicurezza.

Reti Private Virtuali (VPN)

Una connessione VPN tra un dispositivo utente e Internet
Una connessione VPN tra un dispositivo utente e Internet

Sebbene condividano gli stessi principi di base, le VPN differiscono dai proxy sotto diversi aspetti fondamentali.

La differenza principale è nella sicurezza della connessione. Mentre i proxy fanno poco per proteggere la connessione, le VPN crittografano i dati e forniscono una connessione sicura. In questo modo, solo voi e la VPN potete vedere i dati che inviate, in modo che nemmeno il vostro ISP sappia cosa state facendo. Naturalmente, proprio come un proxy, i terzi vedranno l’indirizzo IP del server proxy invece del vostro.

Un’altra differenza è il costo. Mentre molti proxy sono economici (se non addirittura gratuiti), una VPN di alta qualità costa in genere tra i 5 e i 12 dollari al mese.

Tor

La connessione di un utente viene deviata attraverso la rete Tor
La connessione di un utente viene deviata attraverso la rete Tor

Abbreviazione di “The Onion Router”, Tor nasconde la vostra identità criptando i vostri dati e inviandoli attraverso una rete casuale di relay.

Come una VPN o un proxy, i terzi non sapranno che siete voi a navigare. Tuttavia, a differenza di questi strumenti, il browser Tor utilizza ogni volta un percorso casuale di più relay. Non facendo affidamento su un’unica connessione predefinita, Tor rappresenta un’opzione molto più sicura per mantenere la vostra privacy online.

Potete accedere a Tor utilizzando il browser gratuito Tor.

Software Anti-Tracciamento

Il software anti-tracciamento Disconnect.
Il software anti-tracciamento Disconnect.

Se volete bloccare i cookie e altre forme di tracciamento senza l’esperienza “spoglia” della modalità incognito, valutate l’utilizzo di un software anti-tracciamento. Come minimo, il software anti-tracciamento impedisce al vostro browser di memorizzare i cookie di tracciamento, impedendo così il tracciamento cross-site.

La maggior parte delle alternative di cui abbiamo parlato (come VPN e Tor) includono già un qualche tipo di funzionalità anti-tracciamento. Tuttavia, se non avete bisogno di maggiore sicurezza o privacy, sono disponibili molte estensioni anti-tracciamento indipendenti.

Vuoi controllare le tue impostazioni sulla privacy? 👀 Leggi questo articolo ✅ Clicca per twittare

Riepilogo

La modalità incognito permette di mantenere privata la vostra cronologia di navigazione ed evitare di essere tracciati.

Tuttavia, non impedisce ai siti web, ai motori di ricerca o al vostro ISP di visualizzare il vostro indirizzo IP e la vostra attività di navigazione. Di conseguenza, gli utenti più attenti alla privacy dovrebbero valutare alternative come una VPN o Tor.

La vostra privacy non è l’unica cosa da tenere al sicuro online. Grazie alle funzioni di sicurezza di Kinsta, il vostro sito web WordPress è sorvegliato e protetto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Per maggiori informazioni, contattateci al numero +1 (888) 610-2915 o prenotate una demo gratuita oggi stesso.


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.