La maggior parte delle aziende con un solido seguito hanno abbracciato pienamente tutto ciò che l’email marketing ha da offrire. Newsletter, risposte automatiche, e così via. L’email marketing è un modo coerente per seguire da vicino le esigenze della vostra clientela e allo stesso tempo promuovere tutti gli ultimi prodotti o servizi che avete in offerta.

Il fatto di poter raggiungere i clienti molto tempo dopo che hanno lasciato il vostro sito web è qualcosa di potente. Tuttavia, un’email vecchio stile non è più sufficiente. Il modo in cui presentate il contenuto delle vostre email è una parte essenziale per catturare l’attenzione e incoraggiare i clienti a leggere effettivamente le vostre email piuttosto che cancellarle appena arrivano.

In questo caso il design gioca un ruolo cruciale. Ma probabilmente uno degli aspetti più importanti da considerare è la scelta dei font. I font sicuri per le email facilitano ai clienti la lettura di quello che avete da dire, il che significa che avrete più probabilità di ottenere conversioni.

Questo è ciò di cui parleremo qui oggi.

Cosa Sono i Font Sicuri per le Email?

A volte è allettante l’idea di usare font fantasiosi per le vostre email. Dopotutto volete un’impressione positiva e far risaltare i vostri contenuti. Tuttavia, non sempre i font speciali vengono visualizzati correttamente in tutti i client di posta elettronica. Infatti, se un font non è supportato, un client di posta elettronica potrebbe finire per usare un font di ripiego che, nel migliore dei casi, potrebbe rovinare il tono desiderato o, nel peggiore dei casi, oscurare la leggibilità del contenuto.

Ecco perché vi consigliamo vivamente di attenervi solo ai font sicuri per le email quando create contenuti di email marketing. Arriveremo alle specifiche in un attimo. Ma prima di tutto, vediamo brevemente come una buona scelta di font possa effettivamente avere un impatto enorme sul vostro tasso di conversione.

Il modo in cui si presentano le vostre email può fare la differenza tra il pubblico che le legge... e quello che le manda direttamente al cestino. 😬 🗑 Scoprite di più sui font sicuri per le email e perché ne avete bisogno. ⬇️Click to Tweet

In Che Modo i Buoni Font Aumentano le Conversioni

La maggior parte delle persone dedica solo 11 secondi a ogni email. Ciò significa che qualsiasi font scelto deve essere ben leggibile e comunicare praticità “a colpo d’occhio”. Spesso questo significa affidarsi a font standard che tutti conoscono già. Vi sembra noioso? L’alternativa è peggiore. Infatti, le persone impiegano il doppio del tempo a leggere i font speciali. E se la gente passa solo 11 secondi su un’email, siamo di fronte a una tonnellata di tempo sprecato.

Tempo di lettura di un font sans serif vs. script

Tempo di lettura di un font Sans Serif vs. Script

Tuttavia, non è solo il font scelto che ha un impatto sulle conversioni. Conta anche la dimensione del font. Infatti, secondo una ricerca condotta da Click Laboratory, un leggero aumento delle dimensioni di un font può avere un impatto enorme sul vostro tasso di conversione.

La ricerca ha misurato l’impatto dell’aumento di un blocco di testo scritto con il font Arial da 10pt a 13pt. È stato aggiunto anche più spazio tra le linee di testo. La versione 13pt del font ha funzionato molto meglio perché il contenuto era più confortevole per gli occhi e più leggibile.

Questo piccolo cambiamento ha ridotto la frequenza di rimbalzo del 10% e ha aumentato il tasso di conversione di un enorme 133%! Il tutto a causa dell’aumento di due punti della dimensione del carattere!

Nelle scelte dei font entra anche la psicologia. Questo vale soprattutto per i loghi, ma sarebbe utile tenere a mente queste informazioni, dato che state selezionando anche i font per le email. Alcuni tipi di font sono associati a certi “sentimenti”. Secondo Crazy Egg, i cinque tipi di font più popolari suscitano emozioni o associazioni diverse:

Font Serif

Alcuni esempi di font Serif sono il Times New Roman, Baskerville e Georgia. I font Serif comunicano un senso di rispettabilità, affidabilità e tradizione. I brand più anziani (o quelli che vogliono apparire come se fossero in giro da decenni) fanno un uso solido di questo tipo di caratteri per infondere fiducia. Il logo di Tiffany & Co è un ottimo esempio.

Tiffany & Co

Tiffany & Co

Lo stesso vale per Vogue:

vogue

Vogue

Font Sans Serif

Alcuni esempi popolari sono Helvetica, Calibri e Franklin Gothic. I font Sans Serif danno un aspetto moderno, pulito, semplice e lineare. Questi font danno l’impressione di affidabilità e stabilità. I font Sans Serif hanno un aspetto molto corporativo. Netflix, ad esempio, usa un font Sans Serif:

netflix

Netflix

Font Moderni

Alcuni esempi di font moderni sono Futura e Century Gothic. I font moderni possono apparire eleganti, chic o comunicare un senso di forza. Il logo di Hulu è un esempio popolare di un brand che usa un font moderno:

Hulu

Hulu

Font Script

Alcuni esempi di font Script sono Edwardian Script e Bickham Script. I font Script non sono una scelta molto saggia da usare nelle vostre email. Tuttavia, hanno un certo impatto quando vengono usati nei loghi e potrebbero funzionare per gli elementi grafici. Coca-Cola ci offre un esempio senza tempo di un font script usato bene:

Coca-Cola

Coca-Cola

Font Display

Alcuni esempi sono Cooper e Valencia. Le parole e i sentimenti comunemente associati ai font display includono il senso di individualità o unicità, la cordialità o l’espressività. Per i loghi (ed eventualmente le intestazioni), i font display possono avere un impatto reale e distinguersi. La Disney offre uno dei loghi più noti al mondo, con un font display:

Disney

Disney

Tenendo conto di queste informazioni, possiamo ora vedere in che modo selezionare il font migliore per le email.

Come Scegliere i Migliori Font per Email

Ora conoscete i cinque tipi di font base disponibili (oltre ai simboli, suppongo). Sapete anche come font diversi suscitano emozioni diverse nei vostri clienti. Ma come si passa dal sapere che tipo di font usa Coca-Cola alla scelta del font giusto per le vostre newsletter via email?

Vediamolo subito.

Qualsiasi font scegliate di usare nelle vostre email aziendale, cercate le seguenti 4 qualità:

Qualità n. 1: Leggibilità

Abbiamo già accennato a questa caratteristica, ma va ripetuta perché è di gran lunga la più importante. Se il vostro font non è leggibile, nessuno sarà in grado di leggere le vostre email. E se non possono essere lette, di certo non potete aspettarvi delle conversioni, vero?

Qualità n. 2: Chiarezza

I font puliti e nitidi con linee precise sono quelli che funzionano meglio nel copy delle vostre email. Lasciate da parte tutto ciò che presenta orpelli o svolazzi. E nemmeno i font dalle linee super sottili o leggere. Dimensioni di font più grandi vanno meglio. Rendete il vostro font un pt o due più grande di quanto fareste normalmente, assicuratevi che il peso del font sia decente (ma non grassetto), e puntate a un’interlinea 1,15.

Qualità #3: Psicologicamente Pertinente

Come già detto, alcuni tipi di font sono associati a specifiche sensazioni. Assicuratevi che i font che selezionate si adattino all’atmosfera generale e allo scopo che state cercando di trasmettere con il vostro contenuto. Apparire affidabile o autorevoli potrebbe essere utile se state cercando di vendere qualcosa, per esempio.

Qualità #4: Pertinenti alla Marca

Allo stesso modo, il font che scegliete dovrebbe avere un senso quando calato nel contesto del vostro settore o della vostra nicchia. Se la vostra azienda si basa su un’atmosfera d’altri tempi, l’uso di un font super moderno o in stile display non sarebbe adatto. Allo stesso modo, se gestite un’azienda tecnologica, qualcosa di rustico o formale probabilmente non sarebbe adatto. Cercate sempre quello che sentite più affine al vostro brand.

Gli 8 Migliori Font per Email

Abbiamo definito cosa si intende con font sicuri per le email. Abbiamo anche parlato di come si può restringere la selezione dei font.
Ora è il momento di arrivare a specificare quali font sono effettivamente sicuri per il contenuto delle email e come pensare fuori dagli schemi senza sacrificare la leggibilità o danneggiare il vostro tasso di conversione.

La Base dei Font Sicuri per le Email

Esiste un set di base di font leggibili (anche se noiosi) per le email che la maggior parte dei client di posta elettronica è in grado di riconoscere. Diamo un’occhiata a ognuno di questi.

Arial

arial

Arial

Arial è un font molto usato. Nasce nel 1982 da Patricia Saunders e Robin Nicholas di Monotype Imaging. Sebbene originariamente progettato per l’uso in una stampante laser IBM, da allora è diventato uno dei preferiti per i contenuti web.

Verdana

verdana

Verdana

Verdana è un font progettato pensando alle visualizzazioni a schermo. È stato sviluppato da Matthew Carter e presenta caratteri ampi e grande spaziatura tra ogni carattere per migliorare la leggibilità sullo schermo. È un’altra scelta di base supportata dalla maggior parte dei client di posta elettronica.

Helvetica

Helvetica

Helvetica

E poi c’è Helvetica, uno dei font più popolari attualmente esistenti. È leggibile, facile da usare ed è supportato dalla maggior parte dei programmi di elaborazione testi, dai client di posta elettronica e dai browser web.

Georgia

georgia

Georgia

Georgia è un altro font comune da trovare supportato nei client di posta elettronica. È leggibile per natura: presenta lettere di grandi dimensioni e usa caratteri che rendono ogni lettera distinta per evitare confusione. C’è anche una buona variazione tra pesi regolari e grassetti che lo rendono utile per una maggiore enfasi.

Tahoma

tahoma

Tahoma

Tahoma è un’altra opzione supportata dalla maggior parte dei client di posta elettronica. È una delle famiglie di font Sans Serif più popolari sui sistemi operativi Windows. È stato creato pensando alla visualizzazione su schermo. La chiarezza e la leggibilità sono garantite anche con caratteri di dimensioni più piccole. È stato originariamente creato da Matthew Carter.

Lucida

lucida

Lucida

Oppure potreste usare Lucida, un’altra famiglia di font Sans che dà priorità a linee pulite, uno stile chiaro e forme di lettere distinte. La spaziatura delle lettere è più ampia dello standard e ogni carattere è anche un po’ più alto, aggiungendo più elementi di leggibilità.

Trebuchet

trebuchet

Trebuchet

Trebuchet è un’altra opzione disponibile che potreste facilmente usare nei vostri progetti di email. È stato creato da Vincent Connare nel 1996 ed è un font Sans Serif.
È stato progettato per la lettura da schermo e presenta altezze di linea più grandi, bordi arrotondati e spaziatura dei caratteri più ampia.

Times New Roman

times new roman

Times New Roman

Infine, c’è il Times NewRoman, un font che non ha bisogno di molte presentazioni. Ha un aspetto tradizionale ed è spesso usato come font di default nei programmi di videoscrittura. È leggibile sia su schermo che in stampa.

Il vostro client di posta elettronica può avere accesso ad altri font, ma questi sono i più leggibili e i più comunemente riconosciuti.

Font Email Personalizzati

Se le opzioni dei font di base non vi piacciono, c’è un’altra opzione. Potete usare i font HTML per creare un look più personalizzato. Tuttavia, è importante notare che non tutti i servizi di email marketing possono o potranno visualizzare i font web in modo corretto.

Ma prima soffermiamoci ad analizzare come funzionano i font web.

Come Funzionano i Font Web

I font web, come il loro nome suggerirebbe, esistono solo sul web. Non sono inclusi in sistemi operativi, dispositivi, applicazioni o software. Esistono online e possono essere aggiunti ai vostri progetti tramite snippet di codice, plugin e altri mezzi. Il più delle volte vedrete che i siti web usano solo font web. Diversi client di posta elettronica attualmente supportano l’uso dei web font, tra cui:

I font web non sono però supportati da tutti questi client di posta elettronica allo stesso modo. Alcuni richiedono solo un link, mentre altri richiedono uno snippet di codice che importi il font web. Tra un po’ approfondiremo questo aspetto. È importante innanzitutto riconoscere che, anche se un client di posta elettronica non supporta il tipo di carattere web scelto (o il suo metodo di inclusione), il contenuto non avrà necessariamente un aspetto terribile.

La maggior parte dei client di posta elettronica include un’opzione di riserva. Cioè, se il font web incluso nella vostra email non si carica correttamente, il client di posta elettronica servirà invece un font di riserva. Di solito è una delle opzioni generiche che abbiamo elencato sopra, ma la cosa buona è che a) il vostro contenuto sarà ancora leggibile, b) il vostro contenuto non sarà così male perché i font standard sono diventati standard per una ragione (sono semplicemente facili da leggere), e c) spesso potete selezionare quale font usare come fallback.

Per darvi un’idea di cosa intendiamo, il font predefinito di Gmail è Arial mentre Apple Mail usa l’Helvetica. Outlook usa Calibri mentre iOS usa San Francisco (un font che Apple ha creato appositamente per i suoi dispositivi e che è stato fortemente ispirato dall’Helvetica Neue.

Se decidete di usare i font web, dovreste testarli su varie piattaforme prima di lanciarli.

Alcuni servizi di email marketing includono già il supporto di font web. Campaign Monitor, ad esempio, include diverse opzioni di font web nel suo editor di posta elettronica drag-and-drop e le opzioni di riserva sono impostate automaticamente per voi con il minimo sforzo.

campaign monitor

Web Font su Campaign Monitor

Se la vostra piattaforma di email marketing non include il supporto dei font web in modo nativo, è probabile che possiate aggiungerlo tramite codice.

Ci sono diversi snippet di codice che possono essere usati per incorporare i font web nelle email HTML.

<link>

L’uso di <link> per aggiungere font web alle vostre email è una scelta popolare. Qualsiasi font web selezionato definirà l’URL per voi. Quindi, se state ospitando localmente il font, cambiatelo con l’URL del vostro font sul vostro sito. Se invece il font è ospitato dal fornitore di web font, usate l’URL che vi fornisce.

Inserite lo snippet di codice nella sezione < head> del codice della vostra email. Dovrebbe apparire proprio all’inizio. Questo metodo è supportato dalla maggior parte dei client di posta elettronica e si carica abbastanza rapidamente. Potreste tuttavia incorrere in alcuni problemi se il file di font web è molto grande.

Quindi, se ottenete il vostro font web da Google Fonts, vedrete quanto segue dopo aver selezionato gli stili del vostro font e aver selezionato link come metodo di incorporazione preferito:

link

Roboto su Google Fonts

@import

Un altro modo per aggiungere font web alle email è usare @import. Questo metodo è super semplice e funziona bene anche sulla maggior parte dei client di posta elettronica. Gli unici intoppi possono verificarsi con alcune versioni precedenti di Android.

Proprio come per lo snippet di codice <link>, anche @import va inserito nella sezione < head> della vostra email. In Google Fonts, questo è ciò che si vede dopo aver selezionato un font, i suoi stili, e aver fatto clic sul circoletto accanto a @import:

@import per il font Roboto

@import per il font Roboto

Se usate un servizio di web font diverso, potrebbe non essere possibile ottenere un codice embed come questo e, invece, dovrete digitare da voi lo snippet di codice. Usate l’URL che il vostro servizio di web font vi fornisce o, se scegliete di ospitare il font voi stessi, usate l’apposito link sul vostro server.

Stanco di avere problemi con WordPress e di un hosting lento? Kinsta fornisce un supporto di livello mondiale da parte di esperti WordPress disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e server incredibilmente veloci. Dai un’occhiata ai nostri piani

@font-face

Questa regola permette di scaricare un font da un server o di ospitarli in modo da poterli usare su un sito web, o in questo caso, nelle vostre email. Funziona in modo simile ai due metodi precedenti in quanto scarica i font al volo in modo che possano essere usati dal vostro sito web o dai vostri messaggi di posta elettronica. Come per tutti gli altri metodi qui discussi, inserite questo snippet di codice nella sezione < head> dell’HTML della vostra email.

Quindi, secondo Mozilla, dovendo aggiungere il font Open Sans alle vostre email, usereste il seguente frammento di codice:

@font-face{

font-family:"Open Sans";

src:url("/fonts/OpenSans-Regular-webfont.woff2")format("woff2"),

url("/fonts/OpenSans-Regular-webfont.woff")format("woff");

}

Specificare le Alternative ai Font Web

Anche se vi aspettate che il font web che avete attentamente selezionato funzioni senza problemi, non sarà sempre così. Che si tratti di problemi dovuti a un errore del server o alla compatibilità del sistema, è una buona idea non lasciare al caso l’opzione di riserva selezionata. Quindi, usando un nuovo @font-face, è possibile specificare quale font locale desiderate usare nel caso in cui il vostro font web preferito non possa essere scaricato.

Possiamo usare lo stesso snippet di codice di cui sopra e modificarlo semplicemente per includere un’opzione di font di riserva:

@font-face{

font-family:"Open Sans";

src:url("/fonts/OpenSans-Regular-webfont.woff2")format("woff2"),

url("/fonts/OpenSans-Regular-webfont.woff")format("woff");

local("Helvetica")

}

Dove Trovare i Font Web da Usare nelle Vostre Email

Ci sono diversi posti online dove reperire i font web. Dovete però essere consapevoli di tutti i loro requisiti di licenza. Ogni sito può avere specifiche diverse che dovete seguire, quindi tenetelo a mente.

Font Web di Alta Qualità e Leggibili

Se avete bisogno di un po’ di ispirazione, qui di seguito elenchiamo alcuni esempi di font web di facile lettura che potrete aggiungere alle vostre email con i metodi che abbiamo descritto sopra.

Open Sans

Open SansOpen Sans è un font Sans Serif altamente leggibile, ideale per la lettura su schermo. È stato progettato da Steve Matteson e offre forme aperte. Tutte le lettere sono facili da leggere e rimangono belle in tutte le dimensioni.

Roboto

RobotoRoboto è un altro font web di alta qualità che mantiene un ottimo aspetto sugli schermi. Ha un design geometrico con curve aperte, creando una dicotomia accattivante che, semplicemente, funziona. Ogni lettera mantiene un’ampiezza naturale, resistendo alla rigidità tipica dei caratteri grotesk.

Raleway

Raleway

Oppure, potreste optare per Raleway, un altro font Sans Serif che offre linee più sottili e un appeal più elegante. Questa famiglia di caratteri tipografici è stata originariamente progettata da Matt McInerney, poi ampliata in seguito da Pablo Impallari e Rodrigo Fuenzalida.

Century Gothic

century gothic

Century Gothic

Century Gothic è un font web che offre un look classico. E ha senso che sia così, visto che si tratta in realtà di una versione modernizzata di vecchi font degli anni Venti e Trenta. Trova ampio supporto sui browser ed è leggibile sugli schermi.

Proxima Nova

proxima nova

Proxima Nova

Proxima Nova è un’altra opzione di font web che è in realtà una versione rivisitata del font Proxima Sans, creato per la prima volta nel 1994. Il font è leggermente geometrico, ma anche naturale e costituirebbe un’ottima scelta per i testi delle vostre email.

Quasimoda

quasimoda

Quasimoda

Quasimoda è un font web elegante, facile da usare e universale nel suo fascino. È stato creato da Lettersoup, una type foundry con sede a Berlino, in Germania, avviata da Botio Nikoltchev nel 2014.

PT Sans Pro

pt sans pro

PT Sans Pro

PT Sans Pro potrebbe offrire proprio quello che state cercando in un font web. Presenta forme di lettere arrotondate e un aspetto naturale. È stato progettato da Paratype, un’azienda di font digitali che ha iniziato negli anni ’80.

Brandon Grotesque

brandon grotesque

Brandon Grotesque

Il font web Brandon Grotesque è stato creato da HVD Fonts. HVD è stata fondata da Hannes von Döhren e l’azienda si concentra sulla creazione di font di facile lettura, professionali ma eleganti, che funzionano per un numero illimitato di applicazioni.

Sofia Pro

sofia pro

Sofia Pro

Sofia Pro è un font Sans Serif progettato da Mostardesign nel 2008. Mantiene un senso di modernità pur includendo anche forme arrotondate. Trova un solido equilibrio tra disegni armoniosi e geometrici.

Museo Sans

museo sans

Museo Sans

Infine, c’è Museo Sans, che è una nuova versione del popolare font Museo. È caratterizzato da un disegno geometrico Sans Serif che può essere usato sia per i titoli che per il corpo del testo. È leggibile e polivalente, il che lo rende una grande risorsa per le email. È stato progettato da Exljbris nel 2008.

Una Nota sull’Uso delle Immagini o del Testo nelle Email

Inserire un’immagine come un poster o anche uno screenshot di testo scritto con un bel font, può essere un modo per aggirare il problema dei font sicuri per le email. Questo ha i suoi problemi, tuttavia, dato che le immagini nelle email non sempre vengono visualizzate, o potrebbero non essere visualizzate correttamente su alcuni dispositivi. C’è anche il problema dei lettori di schermo, che, a meno che non si includa l’alt-text, non potranno interpretare cosa dice l’immagine.

Fate attenzione quando usate le immagini nelle email e usatele solo per migliorare il contenuto del vostro messaggio, non per fornire informazioni chiave. Quindi, se volete annunciare una vendita speciale sul vostro sito web, non limitatevi a includere un’immagine del vostro banner di vendita con i dettagli del prodotto elencati su di esso.

Dovrete, come minimo, includere il testo dell’immagine come testo semplice. Meglio ancora, evitate del tutto questa ridondanza e usate solo testo sicuro per le email, tenendo le immagini per suscitare un interesse visivo solo occasionale.

L’unica eccezione che ci viene in mente che renderebbe appropriato l’uso del testo come immagine è un logo, dove il nome dell’azienda o del marchio è già un dato di fatto.

Curiosità: la maggior parte delle persone spende solo 11 secondi per leggere un'email.⏱ Non sprecate tempo prezioso con font difficili da leggere. 🙅‍♀️ Date un'occhiata a questa guida sulle opzioni di font sicuri per le email e attraete più contatti!Click to Tweet

Riepilogo

Non basta un font qualsiasi per inviare messaggi email ai potenziali clienti e ai clienti. Infatti, non scegliere un buon font può danneggiare significativamente il vostro tasso di conversione. Quindi, i font che scegliete devono essere sicuri per le email, fare una buona impressione e offrire un’ottima leggibilità.

In questo articolo abbiamo esaminato i principali tipi di font in circolazione e l’impatto psicologico che possono avere. Abbiamo mostrato esempi di font che la maggior parte dei clienti di posta elettronica supportano. Abbiamo anche parlato dei font per il web, di come è possibile aggiungerli al vostro sito, nonché delle risorse offerte e degli esempi di font per il web che potete usare per iniziare.

Speriamo che ora abbiate un’idea più chiara dell’impatto dei font sicuri per le email. E con questa guida in mano, potrete fare scelte informate man mano che vi avvicinate alla vostra prossima campagna email.


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani