Potreste aver sentito parlare di alcuni dei più popolari siti di web directory. eBay, Yahoo, Facebook, Bing, Foursquare e Yelp sono solo alcuni dei tanti siti web che elencano per noi prodotti e servizi da esplorare. Potete creare facilmente un sito di web directory per elencare di tutto. Potete, infatti, trovare esempi di immobili, attività commerciali locali, automobili. Se potete dargli un nome, potete crearne un elenco.

Questo è il motivo per cui i siti di web directory sono uno dei tipi di sito più popolari da creare e da cui provare a fare soldi.

Ma, come per qualsiasi progetto complesso, è fondamentale seguire la strada giusta per assicurarsi che il sito sia un successo. In questo articolo vi accompagneremo attraverso tutti i passaggi chiave per creare di un sito directory:

Scegliere una Nicchia per il Vostro Sito Directory

Ora che avete deciso di creare un sito web di questo tipo, la domanda principale è:

Che cosa esattamente avete intenzione di elencare sul vostro sito di directory?

Identificare il vostro mercato potrebbe fare la differenza tra il vostro prossimo business redditizio e quello che diventerà semplicemente un altro progetto fallito sul web.

Ecco i passaggi da seguire per valutare in cosa sarà specializzato la vostra directory.

Pensate a Cosa Sareste Interessati a Vendere:

In un primo momento, è importante pensare a quali tipi di prodotti, settori e servizi siete interessati. Se iniziate con questo obiettivo in mente, sarete maggiormente coinvolti nel vostro progetto e diventerà auspicabilmente più facile trovare quattro o cinque settori, nicchie o integrazioni verticali da utilizzare come base per il resto della vostra ricerca.

Ad esempio, se ti piace uscire con gli amici, avrete già una buona idea di quali siano i ristoranti più famosi della vostra città, del tipo di cibo che servono e dei loro piatti migliori.

Questo vi dà il giusto tipo di conoscenza che potreste utilizzare per puntare su ristoranti specifici, che sapete essere ottimi, invece di sprecare risorse sugli altri.

Guardate Cosa Cerca la Gente:

Una volta che avete chiarito cosa vi piacerebbe vendere, potete passare ad una ricerca più approfondita per scoprire le attività più popolari nella vostra nicchia preferita. Uno dei modi più efficaci è guardare ciò che le persone cercano online. Per farlo, ci sono molti strumenti SEO che potete usare, come Google Keyword Planner, Ahrefs e Moz.

Il punto chiave qui è trovare le giuste parole chiave di coda lunga, che possiedono quella magica combinazione di alta popolarità e competizione relativamente bassa.

Ecco cosa intendo: immaginiamo che abbiate deciso di creare una directory per consentire alle persone di trovare costruttori locali. Ho usato Ahrefs per trovare termini di ricerca popolari (oltre 200 ricerche al mese) e non sono troppo competitivi (una valutazione di difficoltà di parole chiave inferiore a 50). Eccone un elenco:

La pagina dei risultati di Ahrefs per una data query

La pagina dei risultati di Ahrefs per una data query

Da questo vedrete quali parole chiave dovreste scegliere come target per ottenere il ranking più alto per il vostro sito. Ma c’è di più: grazie a questa ricerca, sarete in grado di vedere che tipo di costruttori cercano le persone. Ad esempio, la query “Costruttori di piscine vicino a me” è una ricerca popolare per la quale potreste creare una sezione dedicata nel vostro sito directory.

Maggiori informazioni sull’ottimizzazione della SEO del vostro sito web sono disponibili nella checklist della SEO di Kinsta.

Controllate se Sono Già Presenti Siti Web Nella Vostra Nicchia:

Avere una lista di parole chiave di coda lunga popolari è una buona cosa, ma sarà meno utile se ci sono già siti directory che le ustilizzano già. Potete utilizzare gli strumenti SEO per scoprire chi è più in alto nelle ricerche. Potete anche vedere quanto sia competitiva ciascuna delle vostre parole chiave. Se non c’è concorrenza, allora avete trovato il mercato giusto.

Continuando con il nostro esempio della directory dei costruttori, questi sono i siti web che si posizionano bene per “costruttori di recinti”.

Panoramica delle SERP in Ahrefs

Panoramica delle SERP in Ahrefs

Come potete vedere, non ci sono molti siti di directory per costruttori. Inoltre, quelli che si classificano tra i primi 10 non hanno una grande rank in Ahrefs, il che significa che dovremmo essere in grado di superarli se siamo bravi con la nostra SEO.

Cercate Aziende che Vorranno Utilizzare il Vostro Sito Web di Directory:

Ora che sapete che c’è una domanda per la vostra nicchia, dovete parlare con le aziende per vedere se avranno voglia di pagare per utilizzare il vostro servizio. Ad esempio, se state creando un sito di directory immobiliari a New York, le aziende immobiliari saranno disposte a utilizzare la vostra piattaforma per pubblicizzare le loro proprietà?

Avrete bisogno di contattarli una volta che il vostro sito directory inizia a funzionare bene, ma è sempre una buona idea che vi abbiano sul radar, in modo che si ricordino chi siete quando tornate da loro.

A chi non piace l'idea di fare più #soldi? 💵 I siti directory sono ottimi per questo! Guarda con quanta facilità potete impostare il vostro sito! 📊Click to Tweet

Come Monetizzare il Vostro Sito Directory

Ci sono due semplici modi per iniziare a far soldi con il vostro sito directory in pochissimo tempo:

1. Far Pagare le Inserzioni

Una volta che iniziate a portare traffico prezioso verso il vostro sito web, il che porta a conversioni per le inserzioni, le aziende inizieranno ad accorgersene e vorranno inviare più contenuti per il vostro sito web.

A questo punto potete iniziare a farvi pagare per dargli quel privilegio. Potete offrire annunci premium che si posizionano nella parte superiore dei risultati di ricerca (simili ai risultati di ricerca di Google) e che non scadono mai.

È possibile impostare tariffe mensili per listener regolari o un semplice pagamento una tantum per coloro che non hanno in programma di inviare grandi volumi di contenuti.

2. Vendere Spazi Pubblicitari

Dato il (auspicabilmente) grande numero di visitatori del vostro sito web, sarete in grado di monetizzare ulteriormente fornendo annunci pertinenti.

Potete utilizzare strumenti come Google Analytics per capire cosa dirige gli utenti al vostro sito web e se ci sono prodotti rilevanti che potete vendere loro. Ad esempio, se gli utenti stanno sciamando verso il vostro sito web in cerca di costruttori per la loro nuova piscina, ci potrebbero essere altri prodotti che saranno disposti a comprare come i costumi da bagno. Quindi potete mettervi in contatto con le aziende e vendere i loro prodotti basandovi sui vantaggi della pubblicità.

Un altro modo semplice è quello di utilizzare Google Adsense e le sue alternative, che sarà in grado di identificare gli annunci di alta qualità più rilevanti per il tuo sito web e di inserirli automaticamente. Leggi la nostra guida su come aggiungere Google AdSense al tuo sito WordPress.

3. Siti ad Iscrizione o Abbonamento

Una volta che il vostro sito directory diventa una fonte affidabile di annunci in un particolare campo, sarete in grado di chiedere un pagamento sia agli inserzionisti che agli utenti che accedono alle vostre informazioni.

Gli inserzionisti vorranno accedere al gran numero di potenziali clienti che visitano il vostro sito web. Pertanto, saranno disposti a pagare per avere vantaggi come inserzioni senza scadenza o annunci in primo piano che appaiono nella parte superiore delle ricerche.

Allo stesso modo, i clienti potrebbero essere propensi a pagare per vedere le migliori offerte del vostro sito web. In alternativa, potete consentire agli utenti di vedere tutti i vostri annunci, ma fornendo l’accesso ai dettagli del contatto solo ai membri paganti.

Esistono numerosi plugin WordPress membership per le iscrizioni che possono soddisfare tutte le vostre esigenze di controllo degli accessi.

Branding

Prima di iniziare a costruire il vostro sito web, è importante pianificare la strategia di branding.

Naturalmente, la vostra speranza è quella di attirare due tipi di utenti: quelli in cerca di annunci e quelli che cercano di vendere annunci. Per questo dovrete pensare a ciò che funziona per entrambi i gruppi.

Aspetti importanti del vostro branding possono essere:

Il vostro nome – Date un’occhiata a questi suggerimenti nella scelta di un nome di dominio

L’aspetto del vostro sito web – ponete attenzione al tema, ai colori, allo stile del carattere e a qualsiasi altro aspetto della progettazione. Con WordPress, ci sono tantissimi temi gratuiti e a pagamento tra cui scegliere.

Il vostro stile di blogging – quali contenuti andranno meglio per voi? Quale sarà il vostro tono? Come comunicherete con i vostri lettori? Leggete i suggerimenti del blog di Kinsta per avere maggiori informazioni su tutti questi argomenti.

Altri modi per promuovere il vostro sito web – oltre alla buona SEO, ci sono anche altri modi per indirizzare il traffico verso il vostro sito web. Per la pubblicità a pagamento, date un’occhiata a GoogleAds per vedere quali annunci sono più efficaci per il vostro sito. Anche i social media come Facebook sono un’ovvia strada verso il successo. Seguite la nostra guida per sfruttare Facebook per il successo del marketing per maggiori informazioni.

Configurare il Vostro Sito Directory

Prima di iniziare ad aggiungere funzionalità e contenuti al vostro sito directory, è necessario impostare quattro punti.

1. Scelta della Piattaforma del Vostro Sito Web

Ci sono numerose piattaforme gratuite come WordPress.com che potrebbero sembrare allettanti se cercate di contenere i costi. Ma se volete davvero un sito directory avanzato che possa essere monetizzato, allora avrete bisogno di qualcosa di molto più solido.

La soluzione migliore è WordPress.org che vi dà la completa libertà di personalizzare il vostro sito directory e sarà in grado di supportare le migliaia (ci si augura!) di visitatori del vostro sito. Ecco le differenze tra WordPress.com e WordPress.org.

Di seguito, alcuni dei motivi per cui scegliere WordPress.org per il vostro sito directory:

2. Scegliete un Host Web Affidabile

Assunto che gestite un sito directory che volete monetizzare e che vedrete una crescita costante del traffico, avrete bisogno di un host affidabile per stare tranquilli.

L’hosting è come una vera e propria casa su cui punta il vostro sito web. All’interno di questa “casa”, il vostro host ospiterà tutti i file del vostro sito web.

Quando scegliete un host per un sito directory, è bene optare per una soluzione che può sostenere picchi di traffico, migliorare le prestazioni del vostro sito e essere affidabile nell’evitare interruzioni.

La migliore opzione per il vostro sito directory è Kinsta, che ti darà la sicurezza di cui avete bisogno per la crescita del vostro business. Oltre ai vantaggi di cui sopra, Kinsta si distingue dalla concorrenza per svariate altre caratteristiche:

Cruscotto MyKinsta

Cruscotto MyKinsta

Confronto tempi di caricamento di Kinsta

Confronto tempi di caricamento di Kinsta

3. Personalizzare l’Aspetto del Vostro Sito Web con un Grande Tema

Una volta installato il vostro sito WordPress, dovede decidere che aspetto avrà. Il passo più importante è la scelta del tema del sito.

WordPress offre molte ottime soluzioni gratuite e a pagamento, molte delle quali si rivolgono a siti directory. Oltre all’aspetto del vostro tema, ci sono altre domande che vale la pena di porsi prima di decidere quale sia per voi il migliore:

La homepage della directory dei plugin di WordPress

La homepage della directory dei plugin di WordPress

4. Scegliere il Plugin per Creare il Sito Directory

Una rapida ricerca tra i plugin di directory vi offrirà una miriade di soluzioni. Ma quale è il migliore? Qualsiasi plugin scegliete, dovrà essere in grado di farvi creare le funzionalità di cui avrete bisogno in modo rapido e semplice per far emergere il vostro sito web.

Ho utilizzato Toolset Directory per creare il mio sito directory di auto classiche che userò come esempio per il resto di questo articolo. Ho usato il tema Astra.

Esempio di un directory website costruito con WordPress

Esempio di un directory website costruito con WordPress

Ho utilizzato Toolset perché:

Prima di iniziare a esaminarne le funzionalità, assicuratevi di seguire la guida per installare i plugin di Toolset per creare un sito directory.

Creare le Funzionalità per un Sito Directory

Queste sono le funzionalità che di cui ho dotato il mio sito directory di macchine classiche:

Ci sono altre funzionalità che potete aggiungere a un sito directory ma, anche ad opinione di altri sviluppatori con cui ho parlato, queste sono le più importanti.

Iniziamo!

Lettura consigliata: Esercitazione campi personalizzati avanzati: La tua guida finale

Creare i Custom Post Type

Un custom post type vi consente di creare diverse sezioni per il vostro sito web. WordPress ha due sezioni predefinite: post e pagine. Naturalmente, abbiamo bisogno di una sezione per memorizzare le nostre auto d’epoca che ora aggiungeremo.

Ho aggiunto un tipo di post personalizzato chiamato Listings, che mi serve a visualizzare tutte le mie auto classiche.

Custom post type in Toolset

Custom post type in Toolset

1. Nel pannello di amministrazione di WordPress, andate alla dashboard di Toolset e fate clic su Add new post type.

2. Inserite quanto segue nella sezione Name and Description:

Aggiungere un nuovo costom post type in Toolset

3. Fate clic su Save Post Type e il vostro tipo di post è pronto.

Creare i Custom Field

Utilizziamo campi personalizzati per memorizzare ciascuna delle informazioni che riguardano le nostre inserzioni. Nel nostro classico esempio di auto, vogliamo fornire ai nostri utenti le informazioni che vogliono avere su ciascuno di essi.

Queste includono l’anno di produzione, il prezzo, la marca, il chilometraggio e molte altre informazioni. Per ogni informazione, abbiamo bisogno di creare un custom field. In questo modo tutto ciò che dovremo fare è compilare ogni sezione man mano che modifichiamo il nostro elenco e questo apparirà sul front-end (una volta che abbiamo creato il nostro template, ovviamente, cosa che faremo in seguito).

Ecco i passaggi per la creazione di un custom field per l’anno di produzione:

Anno di produzione come esempio di custom field in Toolset

Anno di produzione come esempio di custom field in Toolset

1. Nella dashboard di Toolset, fate clic su Create field group, accanto al custom post type Listings.

2. Nella pagina successiva inserite un nome per il vostro campo e una descrizione se ritenete che sia necessaria. Ho chiamato il mio gruppo Field group for listings.

Come modificare un gruppo di campi di un post in Toolset

Come modificare un gruppo di campi di un post in Toolset

3. Fate clic su Add New Field. Ora potete visualizzare un elenco dei vari tipi di campi che potete aggiungere. Ad esempio, se desiderate aggiungere un sito web, selezionare URL, per un indirizzo utilizzerete Address, per un numero di telefono utilizzerete Phone. L’anno di produzione sarà sempre un anno, quindi selezioniamo Number.

Come aggiungere un nuovo campo in Toolset

Come aggiungere un nuovo campo in Toolset

4. Aggiungete i dettagli del vostro custom field, come Field name e Field slug. Ho chiamato il mio Production year. Potete ignorare il resto dei campi per questo custom field.

Come aggiungere dati ad un custom field

Come aggiungere dati ad un custom field

5. Fate clic su Save field group e il custom field verrà visualizzato mentre modificate gli articoli del vostro custom post type.

Come vengono visualizzati i custom field nel backend

Come vengono visualizzati i custom field nel backend

Creare Custom Taxonomy

Utilizziamo le tassonomie personalizzate per classificare i nostri contenuti. Per chiarire, se elenchiamo ristoranti, potremmo utilizzare le tassonomie per classificare ciascuna delle nostre schede in base alla cucina. Pertanto, potremmo avere tassonomie per Indiana, Italiana, Cinese, Hamburger e molti altri tipi di ristoranti.

Nel mio esempio di directory di auto classiche, ho creato tassonomie per i diversi tipi di auto che ho in elenco. Ecco le categorie che appaiono quando modifico uno dei miei articoli di Linstings:

Custom taxonomy

Custom taxonomy

Ecco come l’ho fatto:

1. Nella Dashboard di Toolset, fate clic su Add custom taxonomy

2. Inserite il nome della vostra Name and description:

Come aggiungere custom taxonomy

Come aggiungere custom taxonomy

3. Nella successiva sezione, chiamata Taxonomy type, scegliete tra una tassonomia gerarchica (Hierarchical)o non gerarchica (Flat). Una tassonomia gerarchica conterrà una tassonomia genitore (come il cibo italiano) e una serie di tassonomie figlie ad essa correlate (come pizza, pasta, gelato). Una tassonomia non gerarchica è semplicemente un insieme di categorie.

4. Selezionate a quale tipo di post volete assegnare queste tassonomie. Nel mio esempio, le ho assegnate al custom post type Listings.

Impostazioni tassonomia

Impostazioni tassonomia

5. Fate clic su Salva Tassonomia

6. Tornate al vostro post type Listings e, quando modificate uno dei vostri tipi di post o ne create uno nuovo, potete iniziare ad aggiungere i termini della vostra tassonomia.

7. in [Taxonomy name] categories, fate clic su Add New [Taxonomy name] category.

8. Digitate il nome della nuova categoria. Qui potete anche stabilire se volete che sia una categoria genitore, nel caso in cui le le vostre tassonomie sono gerarchiche.

Termini di una tassonomia assegnati ad un elenco

Termini di una tassonomia assegnati ad un elenco

Ora potete utilizzare le caselle di controllo per assegnare i termini della tassonomia a ciascuna delle vostre inserzioni.

Un Template per Visualizzare Ciascuno dei Nostri Articoli

Ora che abbiamo aggiunto i nostri cutom type, la successiva domanda è come visualizzarli sul front-end? Per farlo possiamo creare un modello per ciascuna delle nostre inserzioni.

Ecco come appare il mio template sul front-end per ciascuna delle mie liste di automobili:

Esempio di template di un sito web con liste

Esempio di template di un sito web con liste

1. Andate nella dashboard di Toolset e fate clic su Create template, accanto al vostro tipo di post personalizzato. Si aprirà l’editor drag and drop di Toolset Layouts, dove possiamo stabilire dove visualizzare il contenuto.

Prima di continuare, una rapida divagazione per spiegare come funzionano i layout e individuare alcune delle celle che dobbiamo usare.

Il layout di Toolset si basa sulla griglia di Bootstrap che visualizza la pagina in righe di 12 colonne. Ciò significa, ad esempio, che se si desidera visualizzare un’immagine sul lato sinistro della pagina, si selezioneranno le prime sei colonne a sinistra.

Come configurare il layout

Come configurare il layout

Potete usare il pulsante + per aggiungere altre righe al vostro template.

Quando selezionate le celle in cui volete visualizzare il contenuto, ci sono due tipi di celle rilevanti per questo scopo particolare.

Hai bisogno di un hosting potente e affidabile per vendere di più attraverso il tuo sito directory? Kinsta offre pagine e architettura ottimizzate per le prestazioni. Dai un’occhiata ai nostri piani!

Layout tipi di celle

Layout tipi di celle

Ora possiamo riprendere. Continuiamo vedendo come ho visualizzato il custom field per l’Anno di produzione (Production year), che potete vedere nell’immagine qui sotto del mio template:

Come visualizzare i custom field con il Visual Editor

Come visualizzare i custom field con il Visual Editor

2. Selezionate il numero di colonne da utilizzare per la cella – nel mio caso ne ho scelte quattro.

3. Verrà ora visualizzato l’elenco dei tipi di celle Layout che conoscete già. Selezionate l’editor visuale.

4. Fate clic su Fields and Views, dove sarete indirizzati all’elenco di shortcode che è possibile aggiungere. Scorrete fino a trovare il nome del vostro elenco di custom field (nel mio caso il gruppo di campi Listings) e selezionate Production year.

Shortcode campi e viste

Shortcode campi e viste

5. Fate clic su Insert shortcode.

6. Ora possiamo vedere lo shortcode nella nostra cella editor. Ciò significa che gli utenti vedranno ora l’anno di produzione dell’auto che hanno selezionato. Ma ora abbiamo bisogno di aggiungere un titolo in modo che l’utente sappia cosa significa l’anno. Ho digitato Production year e un po’ di HTML per lo stile. Ho messo lo shortcode in una box nell’immagine qui sotto così da farvi vedere come appare:

Anno di produzione aggiunto con uno shortcode e un po' di HTML

Anno di produzione aggiunto con uno shortcode e un po’ di HTML

7. Fate clic su Apply e la cella è completa.

Ecco come appare il campo personalizzato sul front-end con un po’ di stile CSS:

Come viene visualizzato il custom field nel fronted

Come viene visualizzato il custom field nel fronted

Aggiungere una Ricerca

Possiamo creare uno strumento di ricerca con filtri multipli che consentirà agli utenti di trovare esattamente gli annunci che desiderano.

Ecco la ricerca che ho aggiunto al mio sito directory di macchine classiche. Ho sei filtri, che ora potete vedere in alto nella barra di ricerca:

Funzionalità ricerca con filtri

Funzionalità ricerca con filtri

Innanzitutto, dove volete che vada la vostra ricerca personalizzata? Potete visualizzarla sulla vostra homepage, sulla sua pagina specifica, in un widget o in un archivio.

Ho aggiunto la mia ricerca personalizzata alla homepage. Ecco come ho fatto:

1. In Toolset > Layouts create un nuovo template e fate clic per aggiungere una cella.

2. Selezionate la cella View

Layout pagina dei risultati di ricerca

Layout pagina dei risultati di ricerca

3. Nella pagina successiva, selezionate l’opzione Display the results as a custom search e fate clic su Create.

4. Sotto Content selection, scegliete il contenuto in cui cercare. Nel mio esempio, selezionerò il tipo di post Listings.

5. In Custom Search Settings, scegliete il modo in cui la ricerca aggiorna i risultati. Ad esempio, potete selezionare gli aggiornamenti AJAX (aggiorna i risultati senza ricaricare la pagina) tra le altre opzioni.

Impostazioni ricerca personalizzata

Impostazioni ricerca personalizzata

6. In Search and Pagination, potete aggiungere i filtri per la ricerca che gli utenti utilizzeranno per restringere i risultati. Questi possono includere campi personalizzati, tassonomie e relazioni tra post. Ad esempio, ho utilizzato il campo personalizzato Price per aggiungere un filtro Minimum price e Maximum price alla mia ricerca. Fate clic su New filter e cercate il campo personalizzato che desideta filtrare (nel mio caso è il prezzo).

Aggiungere nuovi filtri di ricerca personalizzata come shortcodeAggiungere nuovi filtri di ricerca personalizzata come shortcode

Aggiungere nuovi filtri di ricerca personalizzata come shortcode

7. Nella pagina successiva, cambiate le opzioni in modo da leggere come nell’immagine che segue, quindi fate clic su Insert shortcode. Ecco come appare Search and Pagination quando ho aggiunto nei miei filtri. I filtri hanno di default un bell’aspetto, ma ho inserito un po’ di HTML e CSS per dare stile.

Ricerca e paginazione con filtri e HTML

Ricerca e paginazione con filtri e HTML

8. Fate clic sul pulsante Submit per aggiungere il pulsante su cui gli utenti faranno clic per vedere i risultati.

9. Fate clic sul pulsante Reset per aggiungere un pulsante che consenta agli utenti di reimpostare i propri filtri.

La nostra ricerca ora è pronta. Tutto ciò che dobbiamo fare adesso è il design dei nostri risultati.

Il Design dei Risultati di Ricerca

Potremmo aver creato il design della nostra ricerca personalizzata, ma dobbiamo ancora decidere come visualizzare i nostri risultati. Possiamo farlo nella stessa pagina in cui abbiamo creato la nostra ricerca.

Alla voce Search and Pagination, possiamo trovare un’altra sezione chiamata Loop Editor dove possiamo progettare l’output dei risultati.

L'editor del loop

L’editor del loop

1. Fate clic su Loop Wizard e selezionate la modalità di visualizzazione del loop. Per il mio sito directory di auto classiche, ho utilizzato Bootstrap grid con quattro colonne per i risultati.

La finestra del Loop Wizard

La finestra del Loop Wizard

2. Nella pagina successiva, possiamo aggiungere i filtri che saranno visualizzati come parte dei risultati. Di seguito sono elencati i filtri che ho aggiunto per il mio sito directory di auto classiche.

Impostare i filtri per i risultati di ricerca

Impostare i filtri per i risultati di ricerca

3. Fate clic su Finish. Ora dovreste vedere i vostri campi nell’Editor del loop.

Come appare l'editor del loop con i campi

Come appare l’editor del loop con i campi

4. Fate clic su Save View nella parte inferiore della pagina.

5. Cliccate su Salva sul vostro layout, che è ora pronto per il front-end.

Ecco come appare il mio:

Esempio layout di ricerca

Esempio layout di ricerca

Creare un Modulo di Front-End

I moduli di front-end sono un ottimo modo per consentire ai vostri utenti di aggiungere le loro inserzioni nello stile e nel formato che desiderate. Tutto quello che devono fare è compilare e inviare il modulo che appare sul front-end.

Ecco un esempio di form che ho creato per il mio sito directory di auto classiche:

Esempio di modulo di front-end

Esempio di modulo di front-end

Una volta che un utente lo compila, ecco quello che apparirà sul front-end:

Esempio template lista automobili

Esempio template lista automobili

Ed ecco come ho fatto:

1. Andate sui form in Toolset > Post e fate clic su Add New.

2. Viene visualizzata il Toolset Wizard. Fate clic su Continue e inserite un titolo per il modulo.

3. Nella sezione Settings, inserite i dati del modulo. Qui potete decidere quale pagina viene visualizzata dagli utenti dopo aver inviato il modulo, se l’annuncio è pubblicato immediatamente o come bozza e se il post ha una scadenza. Ecco cosa ho impostato per il mio modulo:

Opzioni di visualizzazione per il form del front-end

Opzioni di visualizzazione per il form del front-end

4. Utilizzate l’editor drag and drop di Toolset per decidere quali campi devono essere compilati dagli utenti. Potete anche aggiungere elementi extra e lo stile CSS. Ecco come appare il mio editor:

Campi dell'editor del form

Campi dell’editor del form

5. Il passaggio conclusivo vi consente di modificare le notifiche email che gli utenti e i gestori del sito directory ricevono quando viene inviato un modulo. Di seguito è riportato un esempio di quello che ho creato, che informerà l’inserzionista quando il post è stato approvato e pubblicato.

Pagina impostazioni notifiche email

Pagina impostazioni notifiche email

Naturalmente, se necessario, potete aggiungere altre email da inviare ad altre persone.

6. Ora è il momento di visualizzare il modulo sul front-end. Proprio come avviene con gli altri contenuti, lo aggiungerò come cella in uno dei miei layout. Andate su Toolset > Layouts, create un nuovo Layout e fate clic per inserire una cella.

7. Fate clic sulla cella Post Form e poi su Create Cell.

Salvate il vostro layout e vedrete il vostro modulo sul front-end.

Riepilogo

Come accennato in precedenza, ci sono molte altre funzionalità, come le mappe, una sezione di appartenenza ed elenchi correlati che potrete aggiungere a un sito directory. Ma questi sono le funzionalità principali di cui avete bisogno per iniziare nel minor tempo possibile.

Quali sono i vostri consigli per creare un sito directory? Tweet su @Kinsta e condivideremo i nostri migliori insight! Oppure lasciateli qui sotto nei commenti.


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani