Gli imprenditori sono sempre alla ricerca di nuovi modi di ridurre i costi. È comprensibile. Dopotutto, il denaro contante è la linfa vitale di qualsiasi attività commerciale e, una volta esaurito, avete finito.

Tuttavia, una cosa è stare attenti e gestire il budget con saggezza, un’altra cosa è essere avari e rifiutarsi di spendere soldi anche quando questo ha un senso. In effetti, molto spesso, quando la gente pensa di risparmiare denaro, in realtà sta diventando pessimista e sterile e sta facendo male alla propria impresa.

Non importa per quanto moltiplicate uno zero, il totale di tutte le moltiplicazioni sarà sempre zero. Se il successo arrivasse a costo zero, tutti sarebbero milionari, giusto?

La realtà è che a volte dovete spendere dei soldi per fare altri soldi. Ma cosa dovreste investire esattamente per far crescere il vostro business online? Vediamo.

Scegliete il Giusto Stack tecnologico

L’hosting è diventato estremamente conveniente, quasi al limite del ridicolo. Potete averlo per pochi dollari al mese. Quindi perché dovreste spendere di più?

È importante capire che la qualità dell’hosting influisce sulle prestazioni del vostro sito web, le cui misure più importanti sono la velocità e il tempo di attività.

La velocità di caricamento del sito potrebbe non sembrare un problema importante. Alcuni secondi qui o pochi secondi lì non possono fare molta differenza, giusto? Sbagliato.

Infatti, Google ha rilevato che il 53% delle visite mobili viene abbandonato se la pagina impiega più di 3 secondi per essere caricata. Nel frattempo, la maggior parte delle pagine di destinazione mobili analizzate richiedono il doppio del tempo di caricamento.

La nostra ricerca fa aprire gli occhi. Per il 70% delle pagine di destinazione mobili analizzate, sono occorsi più di cinque secondi per visualizzare sullo schermo il contenuto above the fold, e sono stati necessari più di sette secondi per caricare completamente tutto il contenuto above e below the fold. – Google Researchers

Page speed mobile

Page speed mobile (origine immagine: Google)

Inoltre, secondo la ricerca di Akamai, un ritardo di 100 millisecondi nel tempo di caricamento del sito può danneggiare i tassi di conversione del 7%. Per fare un confronto, un singolo battito di ciglia dura tra 100 e 400 millisecondi.

Può essere difficile comprendere l’importanza della velocità di caricamento dei siti perché non ha molto senso da una prospettiva razionale. Sicuro che le persone abbiano davvero tanta fretta che un solo secondo (o anche meno) gli possa far abbandonare un sito? Ma i dati sono chiari – la velocità è impoortante.

E l’hosting è un fattore importante per quel che riguarda la velocità di caricamento del sito. Per rendere veloce il vostro sito web, avete bisogno di un host che utilizzi le più recenti tecnologie come Nginx, PHP 7, MariaDB e container software LXD. Non è possibile ottimizzare completamente la velocità del vostro sito web senza un’architettura di hosting che sia lo permetta.

Stack tecnologico

Stack tecnologico

Un’altra cosa importante da considerare è il tempo di attività. Questo è il tempo durante il quale un server rimane operativo. In parole povere, se il tempo di attività è del 99%, significa che potete aspettarvi che il vostro sito rimanga online il 99% del tempo.

Come dimostra Jennifer Kyrnin di Lifewire, anche le differenze apparentemente minime di operatività accumulano una notevole quantità di tempo:

  • 98% uptime = 28.8 minuti al giorno o 3.4 ore alla settimana o 14.4 ore al mese o 7.3 giorni all’anno
  • 99% uptime = 14.4 minuti al giorno o 1.7 ore alla settimana o 7.2 ore al mese o 3.65 giorni all’anno
  • 99.5% uptime = 7.2 minuti al giorno o 0.84 ore alla settimana o 3.6 ore al mese o 1.83 giorni all’anno
  • 99.9% uptime = 1.44 minuti al giorno o 0.17 ore alla settimana o 0.72 ore al mese o 8.8 ore all’anno

Se il vostro sito web porta $1000 al mese, un host con il 98% di uptime potrebbe ridurre i profitti di $20 al mese e fino a $240 all’anno. E questo è solo in vendite perse. Se i vostri clienti o i motori di ricerca iniziano a pensare che il vostro sito sia inaffidabile, non torneranno, e inizieranno a sottrarre $1000 al mese. – Jennifer

In altre parole, i tempi di inattività sono terribili per gli affari. E qual è il fattore più importante a proposito di tempi di inattività? L’hosting.

Quello che spesso la gente non comprende è che le aziende che offrono hosting a basso costo possono farlo perché forniscono hosting condiviso. Ciò significa che il vostro sito web potrebbe condividere risorse con oltre 200 altri siti web. Significa andare ad infilarsi in una situazione precaria perché non avete alcun controllo su ciò che accade agli altri siti. Un problema su uno di questi potrebbe influire sul rendimento del vostro sito web.

Infine, le società di hosting a basso costo semplicemente non possono permettersi di assumere abbastanza personale di supporto tecnico, il che significa che, se qualcosa va storto, potrebbe volerci un bel po’ di tempo per risolvere il problema.

Quindi se pagate $10 al mese per l’hosting, ciò che ottenete è una minore velocità di caricamento del sito, maggiori tempi di inattività e supporto meno affidabile. State davvero risparmiando?

O stai perdendo denaro a causa delle prestazioni non ottimali del vostro sito?

Investire in un hosting WordPress gestito premium vi aiuterà a ottimizzare la velocità del vostro sito web, a ridurre al minimo i tempi di inattività e ad avere un supporto affidabile in caso di problemi. Inoltre, non dovrete preoccuparvi di altri problemi come violazioni della sicurezza, attacchi DDOS o XML-RPC, o il backup del vostro sito. Kinsta offre anche correzioni di hack gratuite se il vostro sito WordPress è compromesso.

Distinguetevi dalla Massa con un Design Unico

Ci sono migliaia e migliaia di temi WordPress gratuiti in giro.

Tuttavia, anche se potrebbero andar bene per gli hobbisti, i temi gratuiti non sono ideali per chi è in affari per tre motivi:

  • Di solito non sono ottimizzati per la velocità. Codice ridondante, elementi di pagina non necessari, file immagine di grandi dimensioni… Tutte queste cose possono rallentare notevolmente il vostro sito web. E sapete già che anche un piccolo ritardo nel caricamento può danneggiare il saldo finale.
  • Non sono ottimizzati per le conversioni. Lo scopo del vostro sito web è quello di vendere i vostri prodotti, e ogni pagina dovrebbe essere progettata con l’obiettivo di spingere il visitatore a copmpiere il passo successivo nell’imbuto delle vendite.
  • Il più delle volte, non sono unici. Non vorreste mai che il vostro sito web assomigli a una copia carbone di altri siti nello stesso spazio. Il suo design dovrebbe essere coerente con il vostro marchio e aiutarvi a distinguervi dalla concorrenza.

Inoltre, i temi gratuiti spesso non sono stati testati a sufficienza prima del rilascio, il che significa che potrebbero avere bug, non funzionare bene su tutti i browser, non funzionare bene su tutti i dispositivi, ecc.

Inoltre, non potete aspettarvi di ottenere supporto immediato con un tema gratuito, il che significa che dovrete capire tutto da soli. Volete davvero passare ore su forum WordPress cercando di risolvere un problema minore?

Ecco perché è meglio avere un tema WordPress di alta qualità che sia veloce, ottimizzato per le conversioni e abbastanza personalizzabile per renderlo davvero vostro, e che abbia anche un supporto affidabile.

Ecco alcuni temi WordPress che consigliamo di provare.

GeneratePress

GeneratePress è un tema WordPress veloce, leggero (meno di 1 MB zippato), reattivo al mobile, progettato con velocità, SEO e usabilità in mente. È sviluppato da Tom Usborne, uno sviluppatore Canadese. È aggiornato attivamente ed è ben supportato. Anche alcuni membri del team di Kinsta utilizzano GeneratePress per i loro progetti.

Anche se è disponibile una versione gratuita, vi consigliamo di investire nella versione premium per sfruttare tutte le funzionalità di personalizzazione.

GeneratePress

GeneratePress

Una delle grandi caratteristiche di GeneratePress è che tutte le opzioni utilizzano il Customizer nativo di WordPress, il che significa che potete vedere istantaneamente ogni modifica che fate prima di premere il pulsante di pubblicazione. Questo significa anche che non dovete imparare ad utilizzare un nuovo pannello di controllo del tema.

OceanWP

Il tema OceanWP è leggero ed estremamente estensibile e consente di creare quasi tutti i tipi di siti web, come blog, portfolio, siti aziendali e vetrine di negozi WooCommerce, con un design bello e professionale. Sviluppato da Nicolas Lecocq, è anche aggiornato regolarmente e ben supportato.

Il tema OceanWP

Il tema OceanWP

Astra

Astra è un tema veloce, completamente personalizzabile e bello, adatto a blog, portfolio personali, siti web aziendali e vetrine di negozi WooCommerce. È molto leggero (meno di 50 KB sul frontend) e offre una velocità senza pari. Sviluppato dal team di Brainstorm Force, è attivamente aggiornato e ben supportato. Potreste ricordarli come i creatori del famoso plugin All In One Schema Rich Snippets, che è stato utilizzato per molti anni.

Tema WordPress Astra

Tema WordPress Astra

Tuttavia, se potete permettervelo, potreste prendere in considerazione l’ipotesi di assumere un web designer o uno sviluppatore su un sito come Codeable per ottenere un design personalizzato, fatto su misura per la vostra attività.

Assumere un designer/sviluppatore WordPress

Assumere un designer/sviluppatore WordPress

Trovare la persona giusta che comprende la vostra visione ed ha le capacità per farla vivere può essere un po’ complicato.

Cercate qualcuno che in passato ha già lavorato per aziende simili alla vostra (ad esempio, se avete un negozio online, cercate un designer che abbia già lavorato con società di ecommerce, ecc.).

Inoltre, assicuratevi che capiscano come il design si intersechi con il business e che possano spiegarvi come utilizzeranno il design per aiutarvi ad aumentare le vendite (in altre parole, dovrebbero avere una solida conoscenza dell’ottimizzazione del tasso di conversione).

All’inizio, investire in design potrebbe sembrare un po’ frivolo, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità.

Dopo tutto, il design del vostro sito web influenza direttamente il comportamento dei vostri visitatori, e rendere il vostro sito web più gradevole e piacevole da usare può avere un impatto drastico sulla vostro bilancio finale.

Quando abbiamo lanciato il nuovo sito web di Kinsta nel 2017, abbiamo lavorato con un’agenzia esterna di talento. Facciamo un salto in avanti di un paio d’anni, e quelle persone fanno ora parte del team Kinsta. 😄 Abbiamo sicuramente dovuto investire di più (sia in termini di tempo che di denaro), ma alla fine ne è valsa la pena.

Spendete negli Strumenti e nel Software Giusti

Potete trovare un’app gratuita praticamente per qualsiasi cosa.

Tuttavia, è importante capire che “gratuito” significa quasi sempre che le persone che lo supportano non possono spendere molto tempo, energia e denaro per gli aggiornamenti, lo sviluppo e il supporto, il che porta a un prodotto scadente rispetto alle opzioni premium. Gli sviluppatori e i creatori di software hanno famiglie da mantenere, proprio come tutti noi.

Ecco alcuni prodotti premium cui vi consigliamo di dare un’occhiata:

Basecamp è un’app di comunicazione in team e di project management che vi aiuta a stare al passo quando lavorate con un team remoto. Niente più caos! Lettura consigliata: Trello vs Asana.

Basecamp

Basecamp

Ahrefs è una suite tutto-in-uno di strumenti SEO che consente di cercare parole chiave, creare collegamenti, condurre verifiche sul sito e altro ancora. Usiamo questo strumento da Kinsta e sappiamo che si ripaga facilmente da solo. In effetti, questo strumento è uno dei motivi per cui siamo riusciti a far crescere il traffico del nostro sito web del 571% in soli 13 mesi.

Ahrefs

Ahrefs

MailChimp è un’app di email marketing con cui potete costruire la vostra mailing list, inviare blast, impostare una sequenza di risposte automatiche e altro ancora. Da Kinsta usiamo MailChimp ogni settimana per pubblicare la nostra newsletter.

Email marketing di MailChimp

Email marketing di MailChimp

Buffer è un software per l’automazione del social media marketing che vi aiuta a far crescere i vostri social media con il pilota automatico, programmando gli aggiornamenti e gestendo tutti i vostri account da un unico posto. Tutto quello che vedete dal team di marketing di Kinsta passa attraverso il nostro account Buffer!

Buffer social media

Buffer social media

Sì, potete trovare alternative gratuite a tutti questi, ma le app gratuite non saranno potenti come quelle premium. Inoltre, provare a fare le stesse cose con app gratuite, o, peggio ancora, manualmente, potrebbe rivelarsi estremamente dispendioso in termini di tempo.

Investire in software premium può farvi risparmiare tempo, rendervi più efficace nelle vostre attività quotidiane e aiutarvi a far crescere la vostra attività più velocemente.

Non esitate a farlo se ve lo puoi permettere. Assicuratevi anche di dare un’occhiata alle oltre 20 app SaaS che usiamo da Kinsta per sviluppare la nostra attività.

Investite nel Marketing Inbound a Lungo Termine

L’Inbound marketing punta a coinvolgere le persone attraverso i contenuti.

Cose come SEO, content marketing, email marketing, ecc. sono tutti metodi inbound perché con essi coinvolgete il potenziale cliente.

Tuttavia, ora che le aziende di tutto il mondo la utilizzano come principale strategia di marketing, è diventato un ambito estremamente competitivo a causa della grande quantità di contenuti di alta qualità in circolazione.

Metodologia globale inbound

Metodologia globale inbound (origine immagine: HubSpot)

Ciò significa che è necessario produrre costantemente contenuti di prima qualità se si desidera creare un blog, un podcast o un canale Youtube.

Avete due opzioni:

  • Fatelo da soli. Questo può funzionare bene se avete già le competenze necessarie per eccellere nel mezzo prescelto. Ad esempio, se avete una precedente esperienza nella scrittura di pubblicazioni online, dovreste essere in grado di scrivere articoli di qualità per il vostro blog. Tuttavia, anche se sapete cosa state facendo, la produzione di contenuti di qualità richiede molto tempo.
  • Assumete persone. Questo è quello che dovreste fare se non avete le competenze necessarie. Ad esempio, se l’ultima volta che avete scritto qualcosa di più sostanzioso di una email era il vostro SAT essay (“test attitudinale”), allora potreste prendere in considerazione l’ipotesi di assumere uno writer per il vostro blog.

Naturalmente, in teoria, è possibile apprendere da zero le competenze necessarie, ma in pratica ciò richiederebbe molto tempo e quindi non sarebbe fattibile per chi ha già molte responsabilità.

È importante capire che il contenuto non è mai gratuito. Lo pagate con il tempo o con i soldi. Il primo caso ha senso quando siete in difficoltà, ma il secondo potrebbe essere una soluzione migliore se ve lo potete permettere.

Inoltre, anche se volete produrre da soli i contenuti, non abbiate paura di investire per migliorarli.

Ad esempio, Noah Kagan, il fondatore di AppSumo, ha un podcast chiamato “Noah Kagan Presents”.

Dopo aver pubblicato un paio di episodi del mio spettacolo, mi sono reso conto che avevo bisogno di un aiuto esterno per rendere il mio podcast GRANDE… Ho deciso di chiedere a un esperto di ‘istruirmi’ a realizzare un buon podcast.

Così ha contattato un produttore della NPR, Nick Fountain, che ha accettato di dargli qualche feedback.

Leggete alcune delle osservazioni che Nick ha fatto riguardo all’episodio “My BIGGEST Rich Asshole Moment” del podcast di Noah:

Contenuti podcast

Contenuti podcast (origine immagine: OkDork)

Noah dice che non si è reso conto di quanto aiuto avesse bisogno fino a quando non ha visto quei commenti.

Conclusione: Le lezioni che ho imparato hanno aumentato ENORMEMENTE la qualità del mio podcast.

Avere quel tipo di aiuto da un professionista esperto può migliorare significativamente la qualità dei vostri contenuti.

Il contenuto non è mai gratuito. Lo pagate con il tempo o lo pagate con il denaro. 💸 Click to Tweet

Utilizzate il Marketing Outbound per Integrare l’Inbound

Il marketing outbound riguarda il contatto con le persone. È vero che i metodi antiquati come la pubblicità con cartelloni, giornali, riviste, radio e TV stanno perdendo la loro efficacia.

Tuttavia, metodi moderni come gli annunci su Facebook, gli apprezzamenti su Instagram e i podcast possono funzionare bene.

Ma gli annunci non sono considerati marketing inbound? Sì e no. I marketer discuteranno se cose come il PPC siano o meno una strategia inbound o outbound. Normalmente outbound significa che si sta tentando di interrompere il flusso di lavoro giornaliero e attirare la vostra attenzione. Questo è quello che fanno gli annunci. Tuttavia, gli annunci pubblicitari possono anche spingere le persone a leggere i vostri fantastici contenuti. Quindi, indipendentemente dalla definizione della strategia, la cosa importante è integrare l’inbound con outbound.

Ad esempio, Laura Roeder, la fondatrice di MeetEdgar, ha utilizzato le pubblicità di Facebook per far decollare la sua startup.

Nella sua intervista al podcast di Indie Hackers, Laura ha detto che sebbene fosse una grande fan del content marketing, sapeva che ci voleva tempo per ottenere dei risultati, ed è per questo che ha scelto di concentrarsi sugli annunci quando hanno iniziato, spendendo $40.000 al mese in annunci su Facebook.

Penso che la gente abbia paura di spendere soldi, ma preferirei spendere di più in pubblicità all’inizio, perché in seguito la maggior parte dei miei clienti potrebbe provenire dalle ricerche. – Laura

Nel frattempo, la start-up specializzata in consegna di fiori, Bloom & Wild, ha avuto successo con gli annunci su Instagram.

Avevano un budget limitato, così hanno utilizzato la loro lista di email per creare un pubblico omogeneo, e poi hanno mostrato i loro annunci alle persone simili ai loro iscritti via email.

Poi, dopo alcuni test, si sono accorti che gli annunci video erano più efficaci e hanno deciso di raddoppiarli. Il risultato? I loro ordini di bouquet sono aumentati del 62%.

Pubblicità Instagram

Pubblicità Instagram

E MeUndies, una società che vende “l’intimo più comodo del mondo”, ha utilizzato gli annunci su podcast per prendere la parola.

Hanno pubblicizzato i loro prodotti su alcuni dei podcast più popolari al mondo, tra cui “The Tim Ferriss Show” e “Joe Rogan Experience”.

La pubblicità è il modo più semplice per fare vendite perché mettete il vostrtuo prodotto proprio davanti ai potenziali clienti.

Quindi non abbiate paura di spendere soldi per gli annunci se riuscite a capire come trarne profitto.

Ottenete Quello per cui Pagate

C’è la realtà economica sottostante che bisogna tenere in considerazione.

Un prodotto di fascia bassa sarà quasi sempre inferiore a un prodotto di fascia alta. Perché? Perché l’azienda che produce il prodotto di fascia alta può investire sul prodotto maggiori risorse.

Ad esempio, come ha spiegato il nostro CFO nel suo articolo sul settore dell’hosting web, un’azienda che offre hosting a $10/mese ha bisogno di 1389 clienti per assumere un amministratore di sistema.

Ma come può un amministratore di sistema, il tipo che può risolvere qualsiasi assurdo problema di hosting che si presenta, gestire circa 1.400 problemi tecnici dei clienti? La risposta è che non può. – Tom

Quindi invita le persone a creare aspettative di conseguenza.

Dovrebbero aspettarsi che il loro sito vada giù di tanto in tanto (dato che a $10/mese, è molto probabile che condividiate un server con troppe altre persone) e aspettatevi che non si risolva tutto in fretta. È solo il modo in cui i conti tornano. – Tom

Lo stesso vale per tutto il resto. È probabile che chi rilascia un tema WordPress o un’applicazione gratuiti lo faccia come hobby. Oppure l’unica ragione per cui la versione è gratuita è quella di incentivare le vendite della versione premium. Probabilmente fa un lavoro per pagarsi le bollette. Ciò impone severe restrizioni alla quantità di tempo, energia e denaro che possono essere impiegati sul il prodotto. Probabilmente non possono competere con un’azienda che ha un team di persone che lavorano su un software simile a tempo pieno.

Ora, questo non vuol dire che non dovreste mai usare prodotti gratuiti o di fascia bassa. Potrebbero funzionare perfettamente bene per i progetti personali. Ci sono anche molti grandi progetti open source in circolazione.

Tuttavia, quando si tratta di affari, è meglio stare attenti a tali “occasioni”, perché probabilmente non sono affatto economiche una volta che si tiene conto di tutto (perdita di produttività, vendite perse, crescita più lenta, ecc.).

Tenete sempre in mente che ottenete quello per cui pagate.

Qual è il trade-off?

Ovviamente, in un mondo ideale, avreste denaro illimitato da investire nella vostra attività e potreste avere il ​​meglio di tutto. Tuttavia, non è il mondo in cui viviamo e non avete denaro illimitato da investire nella vostra attività.

Ed è per questo che è importante individuare i compromessi quando valutate dove spendere e dove tagliare i costi. Ad esempio, un hosting a basso costo vi costerà meno, ma porterà a una minore velocità di caricamento, minori tempi di attività e ritardi nella risoluzione dei problemi, che a loro volta porteranno a una riduzione delle vendite. Valeva la pena risparmiare questi soldi?

Oppure, un’applicazione gratuita non vi costerà nulla, ma, dati i suoi limiti, completare la stessa attività potrebbe richiedere 5 ore in più, il che significa che avrete 5 ore in meno per altri lavori. Valeva la pena risparmiare questi soldi?

Oppure potreste scrivere un post sul blog, ma ci vorranno 10 ore per farlo, il che significa che avrete 10 ore in meno per altre attività. Valeva la pena risparmiare quei soldi?

In definitiva, questi trade-off si riducono a una delle due cose:

  • Tempo contro denaro. Potete impiegare del tempo e risparmiare denaro, oppure potete spendere soldi e risparmiare tempo. Quale risorsa vi è più disponibile al momento?
  • Guadagno a breve termine rispetto a guadagno a lungo termine. Ora potreste risparmiare denaro, ma alla lunga perdere denaro, oppure potete spendere soldi e risparmiare denaro nel lungo termine. Cosa è più importante?

Non ci sono risposte giuste e sbagliate a queste domande. Tutto dipende dalla vostra situazione specifica. Solo voi sapete cosa è giusto per la vostra azienda.

Ad esempio, se state esaurendo le risorse, dovreste dare la priorità al guadagno a breve termine per mantenere a galla la vostra attività, anche se vi può fa male nel lungo periodo. Ma, se la vostra situazione finanziaria è stabile, dovreste dare la priorità al guadagno a lungo termine anche se punge un po’ nel breve termine.

Tuttavia, qualunque cosa voi facciate, ricordate che ogni decisione ha conseguenze positive e negative, e dovreste pesarle attentamente. Pensare in termini di trade-off può aiutarvi a fare un po’ di chiarezza, perché è facile farsi trasportare dall’idea di ridurre i costi ogni volta che sia possibile, fino a perdere di vista il quadro generale.

La realtà è che a volte devi spendere soldi per fare soldi. 💰 Click to Tweet

Riepilogo

Nessuno sta dicendo che dovreste spendere soldi che non avete.

Ma dovete essere disposti a investire nella vostra attività se volete che cresca, altrimenti sarà quasi impossibile portarla ad un livello superiore. Oppure questo potrebbe richiedere molto più tempo di quanto vogliate.

Quindi non lasciate che l’impulso a risparmiare qualche euro oggi ostacoli il successo a lungo termine della vostra azienda. Non abbiate paura di spendere soldi per fare soldi.

Ci piacerebbe sentire le vostre opinioni su questo argomento! Lasciale qui sotto nei commenti.

46
Condivisioni