Grazie al protocollo di rete HTTP/2, potete raggiungere i siti web più velocemente che mai. Tuttavia, potreste imbattervi in un errore err_http2_protocol_error. Questo può impedirvi di accedere ad alcune pagine web.

Per fortuna esistono molte soluzioni per l’errore del protocollo HTTP/2. Sia che risolviate il problema all’interno del browser o del sistema operativo, potete facilmente eliminare questo fastidioso messaggio. In questo modo potrete continuare a navigare normalmente online.

In questo articolo vi presenteremo l’errore err_http2_protocol_error e le sue cause. Poi vi mostreremo come risolverlo sia su un browser che su un dispositivo personale. Iniziamo!

Cosa Significa err_http2_protocol_error?

Quando eseguite una ricerca, potreste ricevere un messaggio “err_http2_protocol_error”. Questo messaggio può impedirvi di accedere a una pagina web, indicando che è attualmente inattiva o che è stata spostata in modo permanente a un altro indirizzo:

Una schermata che mostra il messaggio err_http2_protocol_error
Il messaggio err_http2_protocol_error

Per comprendere il messaggio err_http2_protocol_error, parliamo innanzitutto dell’Hypertext Transfer Protocol (HTTP). Si tratta del protocollo applicativo che permette di recuperare le risorse online.

Un protocollo è un insieme di regole che controlla le modalità di trasferimento dei dati tra i client. In questo caso, può regolare le richieste HTTP tra gli utenti e i browser web.

Al momento la maggior parte dei browser, delle applicazioni e dei sistemi funziona con il protocollo di rete HTTP/2. Questo protocollo aggiornato è dotato di una maggiore efficienza per la comunicazione di dati virtuali.

Sebbene questo aggiornamento abbia molti vantaggi, è possibile che si verifichino degli errori durante l’accesso ai contenuti online. A volte, l’err_http2_protocol_error viene visualizzato come messaggio di errore HTTP e vi impedisce di accedere alla risorsa online che state cercando.

Torna subito a navigare grazie a questa guida pratica alla risoluzione dell'errore err_http2_protocol_error 🛠 Clicca per twittare

Cosa Causa l’Errore err_http2_protocol_error?

In generale, l’err_http2_protocol_error può comparire a causa di problemi con il browser, la rete o conflitti con software di terze parti. Di solito, questo accade quando HTTP/2 è obsoleto o non è supportato affatto.

Per un errore di protocollo HTTP/2, qualcosa interrompe la comunicazione tra il livello applicativo HTTP e il dispositivo dell’utente. Purtroppo, questo può accadere a un’ampia gamma di applicazioni o sistemi. Tuttavia, è più comune nei browser web come Google Chrome.

Se state riscontrando questo errore, ecco alcune cause comuni:

  • Software obsoleto. Quando il sistema operativo o il browser web del vostro dispositivo è obsoleto, può essere incompatibile con un determinato sito web. Questo causerà l’errore err_http2_protocol_error se il sito non riesce ad analizzare i pacchetti di dati del vostro dispositivo.
  • Cache del browser danneggiata. Se la cache, i cookie o la cronologia del browser sono danneggiati, il sito richiesto potrebbe non essere in grado di autenticare la legittimità del vostro dispositivo. Di conseguenza, il server web può rifiutarsi di effettuare la connessione e restituire questo errore.
  • Estensioni del browser in conflitto. In alcuni casi, le estensioni del browser di terze parti possono interrompere la comunicazione con il server del sito web. Questo può impedire il rendering del sito.
  • Software antivirus o firewall di terze parti. Se usate un software antivirus o firewall per proteggere le vostre connessioni, questo può impedirvi di accedere ad alcuni siti web.

Come potete vedere, ci sono diversi motivi per cui potreste visualizzare l’errore del protocollo HTTP/2. Fortunatamente, ci sono anche molti metodi che potete usare per risolvere questo problema.

Come Risolvere l’Errore err_http2_protocol_error in un Browser

Una volta ricevuto l’errore err_http2_protocol_error, potete iniziare la risoluzione dei problemi per trovare l’origine del problema. Anche se discuteremo a fondo alcuni metodi utilizzabili, ci sono alcune soluzioni più semplici con cui iniziare.

Innanzitutto, provate ad aggiornare la pagina web. Premendo F5 sulla tastiera, invierete una richiesta con un header If-Modified-Since. Se il sito era temporaneamente inattivo, questo potrebbe risolvere il problema.

In alternativa, potete visitare il sito tramite un altro browser. Potreste anche chiudere alcune schede se ce ne sono troppe aperte. Se l’errore persiste, continuate con i seguenti metodi.

1. Aggiornare il Browser

Se state effettuando delle ricerche con un browser non aggiornato, è facile che si verifichi un errore del protocollo HTTP/2. Questo perché i dati del vostro browser non sono aggiornati. Questo accade perché i pacchetti di dati del browser sono incompatibili con il sito che state cercando di caricare.

Per risolvere questo problema, potete aggiornare il vostro browser. Utilizzando Google Chrome, potete semplicemente fare clic sull’icona con i tre puntini nell’angolo in alto a destra e selezionare Aggiorna Google Chrome.

Se non vedete questo pulsante, probabilmente il vostro browser è già aggiornato. Per verificare se è così, andate su Aiuto > Informazioni su Google Chrome:

Menu di Chrome aperto, il puntatore del mouse indica l’opzione Help - Google Chrome
Informazioni su Google Chrome

In questo modo Google Chrome verificherà la presenza di un nuovo aggiornamento. Se c’è, lo installerà automaticamente. Per terminare l’aggiornamento, dovrete rilanciare il browser:

Verifica di un nuovo aggiornamento in Google Chrome
Aggiornamento di Google Chrome

Se usate l’app mobile di Google Chrome, potete semplicemente aprire l’App Store o il Play Store, a seconda del tipo di dispositivo. Quindi, verificate la presenza di eventuali aggiornamenti dell’app e installateli!

2. Cancellare i Dati del Browser

Ogni volta che si verificano problemi durante il processo di rendering, è bene cancellare i dati del browser. Cancellando la cache, i cookie e la cronologia, consentite ai siti web visitati di autenticare il vostro dispositivo e soddisfare la richiesta.

A seconda del vostro browser, ci sono diversi modi per cancellare la cache. Per Google Chrome, potete selezionare Altri strumenti > Cancella dati di navigazione:

Cancellare i dati di navigazione in Chrome
Cancella dati di navigazione di Chrome

Con la finestra pop-up, potete specificare le informazioni che volete cancellare. Dovrete assicurarvi di selezionare le immagini e i file nella cache, ma potete anche eliminare la cronologia di navigazione, i cookie e altri dati:

Cancellare i dati di Chrome nella cache
Cancella i dati di Chrome nella cache

Se usate Safari, il processo è simile. Per farlo, andate su Safari > Cancella cronologia:

Fare clic sulla scheda Safari per cancellare la cronologia di navigazione del browser
Cancella la cronologia di Safari

A questo punto, potete scegliere di cancellare la cache, i cookie e i dati del sito da un intervallo di tempo specifico. Al termine, fate clic su Cancella cronologia:

Scegliere un intervallo di tempo per rimuovere i dati nella cache in Safari
Scegliere un intervallo di tempo per rimuovere i dati nella cache

Per cancellare i dati del browser su Mozilla Firefox, dovete trovare l’icona ad hamburger nell’angolo in alto a destra. Quindi, selezionate Cronologia:

Selezionare la cronologia nel browser Firefox
Cronologia di Firefox

Nella nuova scheda, fate clic su Cancella la cronologia recente:

Cancellare la cronologia recente di Firefox
Cancella la cronologia recente di Firefox

Come per altri browser, potete scegliere di cancellare solo alcuni dati. Tuttavia, è importante ricordare di selezionare l’opzione Cache:

Ricordate di selezionare l'opzione Cache in Firefox
Firefox cancella la cache

Ora che avete svuotato la cache del browser, provate a visitare il sito web in cui si è verificato l’errore. Se continuate a visualizzare il messaggio err_http2_protocol_error, dovrete provare alcune soluzioni alternative.

3. Aprire una Finestra Privata o in Incognito del Browser

Ogni volta che visitate un nuovo sito web, il vostro browser ne salva le informazioni nella cache. Una volta visitata di nuovo la pagina, il browser recupera i dati nella cache invece di richiedere nuovamente il server. Spesso questo può rendere più veloce il caricamento del sito durante le visite successive.

Per questo motivo, potreste voler evitare di svuotare la cache del browser quando cercate di aggirare l’errore del protocollo HTTP/2. In questo caso, potete lanciare la pagina del browser e fare clic sul pulsante “Salva”. In questo caso, potete avviare il browser in modalità privata o in incognito.

Questa può essere un’efficace soluzione una tantum per evitare di cancellare in modo permanente la cache o di disabilitare le estensioni di terze parti. Per farlo in Google Chrome, aprite il menu e fate clic su Nuova finestra in incognito. In questo modo si aprirà un browser privato:

Aprire la finestra Incognito in Google Chrome
Aprire una finestra in incognito

Dalla modalità in incognito, provate a visitare nuovamente il sito web. Questo vi permetterà di farlo senza dover ricorrere a soluzioni più complicate. Tuttavia, tenete presente che si tratta di una soluzione a breve termine.

4. Disattivare o Disinstallare le Estensioni del Browser

Come abbiamo detto in precedenza, le estensioni di terze parti possono potenzialmente interferire con le modalità di interazione tra il vostro browser e una pagina web. Dopo aver visto il messaggio err_http2_protocol_error, potete prendere in considerazione la possibilità di disabilitare queste estensioni per vedere se l’errore scompare.

Per farlo in Google Chrome, visitate Strumenti > Estensioni:

Aprire le estensioni di Chrome facendo clic sull'icona del menu a tre punti
Aprire le estensioni di Chrome

In questo modo accederete a una pagina web che elenca le vostre estensioni di Chrome. Per prima cosa, usate gli interruttori nell’angolo in basso a destra per disattivare ogni estensione:

Una schermata che mostra come disabilitare le estensioni di Chrome
Disattivare le estensioni di Chrome

Ora che le estensioni sono disattivate, provate a visitare la pagina web che ha causato l’errore. Se la pagina viene caricata, saprete che una delle vostre estensioni ha causato il problema.

Ora potete tornare alla pagina delle estensioni e attivarle una per una. Dopo aver attivato un’estensione, vedete se l’errore ritorna. Quando trovate l’estensione problematica, valutate se rimuoverla completamente.

5. Disattivare il Protocollo QUIC del Browser

Quick UDP Internet Connections (QUIC) è un protocollo di trasporto criptato sviluppato da Google. In sostanza, il suo obiettivo era quello di aumentare la velocità, la sicurezza e l’efficienza del traffico HTTP.

Al momento, solo l’8% dei siti web usa QUIC. Pertanto, quando i siti non sono configurati per elaborare questo tipo di traffico, possono causare incompatibilità tra il client e il server. Di conseguenza, può comparire un errore del protocollo HTTP/2.

Per risolvere questo problema, potete disattivare il protocollo QUIC nel vostro browser. In Chrome, dovrete semplicemente inserire il seguente URL nella barra di ricerca:

chrome://flags/#enable-quic

Ora vedrete un risultato evidenziato con la dicitura Experimental QUIC protocol. Per questa impostazione, cambiatela in Disabled:

Disabiltare il protocollo QUIC
Disabilita il protocollo QUIC

Una volta effettuata questa modifica, dovrete riavviare il browser. In questo modo disattiverete il protocollo QUIC e potrete visualizzare il sito web incompatibile.

6. Ripristinare le Impostazioni Predefinite del Browser

Utilizzando Google Chrome, potreste non accorgervi di piccoli inconvenienti che possono modificare le sue impostazioni predefinite. Con il tempo, questo può portare ad altri errori come err_http2_protocol_error.

Fortunatamente, potete riportare il vostro browser alla normalità ripristinando le impostazioni predefinite. Per iniziare, aprite la pagina delle impostazioni di Google Chrome:

Apertura delle impostazioni di Chrome
Apri le impostazioni di Chrome

A sinistra trovate la scheda Ripristina impostazioni. Quindi, selezionate l’opzione Ripristina le impostazioni originali:

Andare alla scheda Ripristino impostazioni di Chrome
Ripristina le impostazioni di Chrome

Infine, dovete confermare di voler cancellare le impostazioni attuali di Chrome. In questo caso, fate clic su Ripristina impostazioni:

Conferma la finestra popup di ripristino delle impostazioni
Confermare il reset delle impostazioni

È importante ricordare che questa operazione cancellerà la cronologia del motore di ricerca, la pagina di avvio, le schede selezionate, le estensioni, i segnalibri e altro ancora. In sostanza, il vostro browser tornerà a essere una tabula rasa. Tuttavia, può rimuovere eventuali software o impostazioni in conflitto che causano l’errore del protocollo HTTP/2.

Potete anche considerare di ripristinare le impostazioni sperimentali del browser. Non si tratta di funzioni completamente testate e funzionanti, quindi potrebbero impedire al vostro browser di comunicare correttamente con un sito web.

Per trovare le impostazioni sperimentali avanzate, cercate il seguente indirizzo:

chrome://flags/

Nell’angolo in alto a destra, selezionate l’opzione Ripristina tutto. Se alcune funzioni sono state attivate per sbaglio, questa operazione le riporterà alle impostazioni predefinite:

La pagina delle funzionalità sperimentali di Chrome
Funzionalità sperimentali di Chrome

In seguito, queste modifiche verranno applicate ogni volta che riavvierete Chrome!

7. Reinstallare Google Chrome

Dopo aver eseguito tutti questi metodi, potreste ancora visualizzare il fastidioso errore del protocollo HTTP/2. In tal caso, potrebbe esserci un errore all’interno dell’applicazione Google Chrome. Anche se avete ripristinato le impostazioni predefinite, potreste prendere in considerazione la possibilità di reinstallare l’intero browser.

Per prima cosa, dovrete cancellare il browser dal vostro dispositivo. Per farlo con un sistema operativo macOS, aprite la cartella Applicazioni e spostate l’app Google Chrome nel cestino:

Potete eliminare Google Chrome se necessario
Eliminare l’applicazione Chrome

Dovrete anche eliminare tutti gli aggiornamenti software di Chrome. Per trovarli, cercate “~/Library/Google” sul vostro dispositivo. Nei risultati, eliminate la cartella “GoogleSoftwareUpdate”:

Eliminare la cartella degli aggiornamenti software di Chrome
Eliminare la cartella degli aggiornamenti software di Chrome

Se siete utenti Windows, dovrete seguire una procedura diversa per eliminare Chrome. Per iniziare, fate clic sul pulsante Start di Windows e cercate il Pannello di controllo. Apritelo e trovate l’opzione Programmi. Fate clic su Disinstalla un programma sotto Programmi:

Disinstallare un programma in Windows
Disinstallare un programma in Windows

Ora dovrete trovare Google Chrome e fare clic con il tasto destro del mouse su di esso. Infine, premete su Disinstalla:

Trovare Google Chrome e disinstallarlo in Windows
Disinstallare Google Chrome in Windows

Sia gli utenti Mac che quelli Windows possono reinstallare Chrome nello stesso modo. Dovrete semplicemente scaricare il file incluso nel sito web di Google Chrome:

Scaricare Google Chrome dal sito web
Scaricare Google Chrome

Sebbene questo metodo possa potenzialmente risolvere l’errore err_http2_protocol_error, è meglio usarlo solo come ultima risorsa. L’eliminazione di Chrome rimuoverà anche tutti i suoi dati, quindi meglio provare prima alcune soluzioni più semplici.

Come Risolvere l’err_http2_protocol_error in un Dispositivo

Finora abbiamo esaminato alcuni metodi per risolvere l’errore err_http2_protocol_error utilizzando un browser web. Tuttavia, in alcuni casi, il browser potrebbe non essere la fonte del problema. Per aiutarvi a risolvere il problema, vediamo come rendere il vostro dispositivo compatibile con il protocollo HTTP/2.

1. Reimpostare la Data e l’Ora del Dispositivo

Anche se può non sembrare una cosa importante, è importante che sul vostro dispositivo siano visualizzate la data e l’ora corrette. Se queste informazioni non sono accurate, i pacchetti di dati con data e ora errate potrebbero essere rifiutati. Questo può portare a un err_http2_protocol_error.

Con un sistema operativo Windows, potete fare clic con il tasto destro del mouse sull’orologio nell’angolo in basso a destra del desktop. Quindi selezionate Regola data e ora:

Una schermata che mostra le impostazioni di data e ora di Windows
Impostazioni data e ora di Windows

Se il vostro computer non visualizza automaticamente l’ora giusta, dovrete disattivare l’impostazione Imposta l’ora automaticamente. Sotto questa opzione, impostate il fuso orario corretto:

Disabilitare le impostazioni automatiche di data e ora in Windows
Disattivare le impostazioni automatiche di data e ora in Windows

Successivamente, selezionate il pulsante Cambia per impostare manualmente la data e l’ora. Nella finestra pop-up, inserite la data e l’ora corrette:

Configurare manualmente data e ora in Windows
Configurare la data manualmente in Windows

Per gli utenti Mac, fate clic sul menu Apple. Quindi selezionate Preferenze di Sistema. Qui trovate l’opzione Data e ora:

Schermata delle Preferenze di Sistema sul Mac
Preferenze di Sistema Mac

Nell’angolo in basso a sinistra, fate clic sul lucchetto per apportare le modifiche. Ora potete deselezionare l’opzione Imposta data e ora automaticamente e scegliere i valori corretti:

Reimpostare la data su un computer Mac
Reimposta la data del computer Mac

Dopo aver apportato queste modifiche, provate a rilanciare la pagina web!

2. Aggiornare il Sistema Operativo

Se è da un po’ di tempo che non aggiornate il vostro dispositivo, questo può causare una serie di problemi di prestazioni. Per evitare conflitti tra il vostro sistema operativo e i siti web visitati, dovete controllare se ci sono aggiornamenti recenti.

Con un dispositivo macOS, potete iniziare eseguendo un backup. Poi andate in Preferenze di Sistema > Aggiornamento Software:

Eseguire un aggiornamento del software del Mac
Aggiornamento software Mac

In questa finestra vedrete i nuovi aggiornamenti disponibili. Se siete pronti a installarli, fate clic su Aggiorna ora.

Con un computer Windows, potete andare su Start > Impostazioni > Windows Update. Se non l’avete ancora fatto, installate l’ultimo aggiornamento:

Eseguire un aggiornamento di Windows
Impostazioni di aggiornamento Windows

Una volta aggiornato, il vostro dispositivo dovrebbe essere compatibile con la maggior parte dei siti web che volete visitare. Per verificare se è così, controllate se l’errore del protocollo HTTP/2 è stato risolto. In caso contrario, continuate con i seguenti metodi.

3. Svuotare il DNS

Su internet, il Domain Name System (DNS) funziona come un indice di tutti i siti web disponibili e dei loro indirizzi IP univoci. Quando visitate un sito web, il sistema operativo o il browser salvano queste informazioni in un database. Questo può portare a tempi di caricamento più rapidi sui siti web rivisitati.

Se state riscontrando l’errore err_http2_protocol_error, potete provare a svuotare la cache DNS. In parole povere, questa operazione cancella gli indirizzi IP e gli altri dati DNS dal vostro computer.

Per svuotare la cache DNS del Mac, aprite l’interfaccia a riga di comando chiamata Terminale. In questa finestra, inserite il seguente comando:

sudo killall -HUP mDNSResponder

Questo dovrebbe cancellare il DNS, eliminando l’errore del protocollo HTTP/2. Tuttavia, tenete presente che dovrete usare procedure leggermente diverse per le versioni più vecchie di macOS.

Se avete Windows 10, 8, 7 o XP, potete iniziare aprendo il Prompt dei comandi. Nella riga di comando, incollate questo comando:

ipconfig /flushdns

Dovreste vedere un messaggio di conferma una volta che il DNS è stato svuotato!

4. Controllare il Software Antivirus

Per mantenere il vostro computer al sicuro durante la navigazione, probabilmente avete installato un programma antivirus. Sebbene questo software offra molti vantaggi in termini di sicurezza, a volte può segnalare alcune applicazioni come dannose. Quando ciò accade, potrebbe limitare inutilmente l’accesso a un sito web.

Se nessuno dei metodi precedenti ha funzionato, potete controllare il vostro software antivirus per vedere se funziona correttamente. Per prima cosa, aprite le notifiche, che possono mostrare nuovi problemi di sicurezza:

Notifiche del software antivirus
Notifiche del software antivirus

La maggior parte dei software antivirus ha anche un elenco di quarantena che contiene tutte le minacce alla sicurezza rilevate sul vostro computer:

Pagina di quarantena del software antivirus
Quarantena del software antivirus

In entrambe le aree, valutate se vengono segnalate applicazioni indesiderate. In tal caso, potrebbe essere necessario disabilitare temporaneamente il software antivirus.

Hai problemi a navigare sulle pagine di un sito a causa di questo fastidioso errore? 😣 La soluzione è qui ⬇️ Clicca per twittare

Riepilogo

Quando si verifica l’errore err_http2_protocol_error, può essere estremamente frustrante. Invece di visualizzare rapidamente le risorse online necessarie, potrete vedere solo un messaggio di errore. Potete però adottare alcuni semplici accorgimenti per risolvere questo problema.

Anche se siete dei principianti, potete ottimizzare il vostro browser web per evitare gli errori del protocollo HTTP/2. Cancellando la cache, aprendo una finestra privata o disattivando le estensioni di terze parti, potrete visualizzare con successo i contenuti bloccati. Se il problema risiede nel sistema operativo, potete prendere in considerazione la possibilità di eseguire aggiornamenti del software o di svuotare la cache DNS.

Se gestite un sito web, dovete sapere che le vostre pagine web sono raggiungibili in qualsiasi momento. Con Kinsta, potete usare il nostro HTTP Status e Redirect Checker per assicurarvi che il vostro sito web funzioni correttamente. Inoltre potete controllare l’utilizzo del disco nel cruscotto di My Kinsta!


Tieni tutte le tue applicazioni, database e Siti WordPress online e sotto lo stesso tetto. La nostra piattaforma cloud ad alte prestazioni è ricca di funzionalità e include:

  • Semplici configurazione e gestione dalla dashboard di MyKinsta
  • Supporto esperto 24/7
  • I migliori hardware e network di Google Cloud Platform, con la potenza di Kubernetes per offrire la massima scalabilità
  • Integrazione di Cloudflare di livello enterprise per offrire velocità e sicurezza
  • Copertura globale del pubblico con 35 data center e 275+ PoP in tutto il mondo

Prova tu stesso con 20 dollari di sconto sul primo mese di Hosting di Applicazioni o Hosting di Database. Esplora i nostri piani oppure contattaci per trovare la soluzione più adatta a te.