Leggiamo spesso commenti di utenti di forum e social media che lamentano il fatto che l’hosting WordPress gestito è un grande spreco di denaro. I loro motivi? Secondo loro è molto meglio gestire il server in proprio. Sfortunatamente, non dicono mai cosa comporta tutto questo. In un utente occasionale di WordPress, questo può dare probabilmente un’impressione sbagliata. Sembra facile ed economico, ma il risultato finale è che probabilmente finirete per impiegare molto più tempo e denaro di quanto crediate.

Probabilmente starete pensando: “ragazzi, voi siete un’azienda di hosting WordPress gestito, quindi non siete un po’ prevenuti?” Forse, ma abbiamo anche il vantaggio di vedere le prospettive di entrambi i lati. Nel team di Kinsta abbiamo amministratori di sistema che gestiscono tutti i nostri server per i clienti e, quindi, sappiamo cosa serve per farlo correttamente e perché, per la maggior parte di voi, fare l’amministratore di sistema è in realtà una cattiva idea. In effetti, in alcune situazioni può essere un vero incubo. Essere un amministratore di sistema richiede molta pazienza e competenze, e deve piacervi davvero molto sistemare le cose che si rompono!

Meme del sysadmin

Meme del sysadmin (Origine immagine: quickmeme)

Mettendo da parte il nostro team, leggiamo anche tutti i feedback dei clienti che hanno già provato a gestire tutto da soli. Una volta arrivati ​​ad un host WordPress gestito come Kinsta, la risposta è quasi sempre: “Vale ogni centesimo speso”.

Se state pensando di gestire il vostro server (come amministratori di sistema) o di scegliere un provider di hosting WordPress gestito, questo articolo è proprio per voi! Ci immergeremo nell’analisi di tutti i vantaggi e gli svantaggi. Sì, ci sono cose positive e negative in entrambe le soluzioni.

Chiunque, fino a un certo punto, può essere un amministratore di sistema. Ma questo non significa necessariamente che tutti siano bravi o dovrebbero farlo. 😉 Ma se una persona è responsabile della gestione dei server su cui sono ospitati i suoi siti WordPress, molto probabilmente sta svolgendo attività di amministratore di sistema. Qui di seguito analizzeremo tutte le responsabilità che in genere riguardano questa attività.

Vantaggi di Essere un Amministratore di Sistema

A tutta prima, potreste forse dire che abbiamo un’opinione piuttosto drastica su questo argomento. Ma non fraintenderci, essere un amministratore di sistema non è poi così male. In effetti, ha sicuramente dei vantaggi rispetto all’utilizzo di un host WordPress gestito.

Tuttavia, ci vuole sicuramente un certo tipo di mentalità e individualità per essere bravi in questo. E per bravo intendiamo non perdere denaro passando più tempo a risolvere i problemi che a fare il proprio lavoro. Se siete imprenditori, sviluppatori WordPress o un’agenzia, in tutti i casi dovreste chiederlo a voi stessi; quali sono i compiti più importanti a cui dovreste dedicare il vostro tempo? Avete le conoscenze per essere un amministratore di sistema?

1. Barebone/VPS Sono Davvero Economici

La prima ragione per essere l’amministratore di sistema di se stessi è che il costo della maggior parte dei barebone e dei server privati virtuali ​​(VPS) è in effetti abbastanza basso! Se vi siete fatti le ossa e avete la giusta esperienza tecnica, potreste sicuramente risparmiare un po’ di soldi.

Ad esempio, se date un’occhiata al VPS di Linode, Digital Ocean o Vultr, questi partono da appena $5 al mese. È più economico anche della maggior parte dei provider di hosting condiviso. E alcuni offrono anche piani di pagamento che dipendono dalle risorse utilizzate.

I prezi di Digital Ocean

I prezi di Digital Ocean

L’avvertimento qui è che queste macchine non sono solo plug-and-play. Voi pagate solo per CPU, RAM, disco, ecc. Sebbene molti di loro abbiano app ad un clic, siete responsabili di tutto il resto. Potete provare a rendere tutto un po’ più semplice con uno strumento come ServerPilot, ma questo non vi fornisce supporto 24/7 quando ne avete più bisogno. C’è una ragione per cui questo percorso viene in genere definito come hosting fai-da-te.

2. Potete Installare Tutto Quello che Volete

Ovviamente, uno dei maggiori vantaggi di essere il vostro amministratore di sistema è che avete il pieno controllo su tutto. Potete installare ed eseguire tutto ciò che volete sul vostro server. Avete bisogno di un pacchetto software o un’estensione PHP come Ioncube? Non dovete preoccuparvi di essere rallentati dal dover chiedere a un team di supporto, vi basta semplicemente entrare via SSH nel vostro server e installarlo da solo.

3. Avete Accesso Completo alla Root

In relazione a quanto detto sopra, alcune attività richiedono l’accesso alla root per l’installazione sui server. In genere non si ha accesso alla root quando si utilizza un host WordPress gestito. Perché? Perché l’host non può correre il rischio di rompiate qualcosa. Un comando errato e potreste mandar giù il vostro server. L’accesso alla root è una “lama a doppio taglio”. Tuttavia, se si hanno le competenze, è utile avere accesso completo alla root. Solo questo motivo è a volte la ragione per cui gli utenti scelgono di gestire i propri server.

4. È Possibile Avere Prestazioni Eccezionali

Un altro vantaggio è che, se configurato correttamente (e di solito questo richiede molto lavoro e conoscenze), potete raggiungere prestazioni eccezionali quando gestite da voi i vostri server. Questo perché le risorse barebone sono in genere abbastanza economiche e dal momento che gestite tutto, potete essere sicuri che nessuna risorsa venga condivisa con altri siti. In effetti, molti utenti di siti tendono a esagerare e ad acquistare più risorse di quelle effettivamente utilizzate dai loro siti WordPress.

Svantaggi di Essere un Amministratore di Sistema

È il momento di immergersi nell’analisi dei molti svantaggi che derivano dall’essere amministratori di sistema. E sì, come probabilmente avete indovinato, ci sono molti più svantaggi che vantaggi. Ma questo è anche il motivo per cui il lavoro di un amministratore di sistema è così importante. Dovete solo chiedere a voi stessi: devo essere proprio io quella persona?

Essere un amministratore di sistema richiede molta pazienza e competenze, e devi divertirti un sacco a sistemare le cose che si rompono! 😩Click to Tweet

Vi dimostreremo anche che è possibile portare a termine ciascuna delle attività quasi senza sforzo su Kinsta.

1. L’Installazione e la Configurazione del Server Sono Interamente di Vostra Responsabilità

Ogni volta che avete bisogno di un nuovo server, configurarlo è interamente a vostro carico. Se utilizzate una macchina barebone o un provider VPS, questo significa di solito far girare una nuova macchina. Quindi è meglio sapere di quanta RAM, CPU e PHP worker ha bisogno il vostro sito WordPress in base al vostro traffico. È inoltre necessario conoscere i requisiti di memoria (pool di buffer InnoDB per il database, requisiti di memoria del sistema, requisiti dei worker php-fpm, ecc.).

Una volta in esecuzione, dovrete configurarlo. A seconda di quello di cui avete bisogno, questo potrebbe includere tutti i tipi di task, come:

Se stai utilizzando una macchina barebone, l’installazione (e l’aggiornamento) e la configurazione di tutti i servizi richiesti per WordPress possono richiedere giorni. Se utilizzate un programma di installazione automatica, comunque non avete ancora la minima idea di come mantenere le macchine aggiornate o protette. Lo stesso vale per le impostazioni di MySQL e php-fpm. Sapere esattamente cosa cambiare e quale valore impostare può fare la differenza tra il giorno e la notte.

Molti non si rendono conto di tutto ciò che accade dietro le quinte. Da Kinsta, compiliamo una serie di pacchetti Linux per avere le massime prestazioni. Questo è quasi impossibile da fare da soli, e quindi perderete in prestazioni fin dall’inizio. Il nostro set di regole Nginx nasce dalla nostra esperienza basata su decine di migliaia di siti WordPress ad alto traffico. Questi set di regole includono tutto, dalla sicurezza alle rifiniture sulle prestazioni.

Disponiamo inoltre più di 30 diversi pacchetti software e estensioni PHP utilizzati comunemente dai clienti. E per quelli di voi che potrebbero non avere familiarità con l’installazione di software lato server, questi pacchetti in genere non sono programmi che si installano con un solo clic. Per darvi un’idea migliore, riportiamo di seguito i passaggi tipici necessari ad installare Ioncube (estensione di PHP) nel caso voleste farlo da soli:

  1. Scaricate ed estraete Ioncube sul server
  2. Copiate i file nelle directory PHP
  3. Modificate i file php.ini
  4. Provate e ricaricate Nginx
  5. Riavviate il motore PHP corrente
  6. Controllate i log, svuotate la cache, ecc.

In altre parole, se siete voi a gestire i vostri server, ricordatevi di dedicare un po’ di tempo alla configurazione dei server quando sono necessari. E, quando avrete finito, dovete ancora installare e configurare il vostro sito WordPress.

Lanciare un Nuovo Sito su Kinsta

Se siete su un host WordPress gestito come Kinsta, non dovete mai configurare nulla sul server. Potete avviare un nuovo sito WordPress in qualsiasi momento. Accedete al cruscotto di MyKinsta e fate clic su “Aggiungi un sito“. Il vostro compito più grande sarà semplicemente quello di cercare di scegliere strategicamente tra le 20 diverse località dei data center che offriamo per ospitare il vostro sito.

Lanciare un nuovo sito WordPress su Kinsta

Lanciare un nuovo sito WordPress su Kinsta

Avete bisogno di un nuovo pacchetto software o di installare un’estensione PHP come Ioncube? Molto probabilmente è già in esecuzione sui server di Kinsta. Ma se non lo è, potete abilitarlo facilmente facendo clic su un singolo pulsante del cruscotto.

2. Dovete Occuparvi dei Backup

Quando gestite i vostri server, molto probabilmente dovrete trovare una vostra soluzione di backup. Alcuni provider potrebbero offrire un servizio extra per questo, ma questo di solito non è perfetto. Ad esempio, se utilizzate Digital Ocean Droplet, questi offrono solo istantanee settimanali della macchina. E in più aggiungono il 20% al costo del Droplet. Chiunque sarebbe d’accordo, i backup settimanali non sono per niente sufficienti.

E questo è solo il backup del server. Probabilmente potreste anche configurare una soluzione di backup offsite separata per il vostro stesso sito WordPress, specialmente se avete più siti su un solo server. L’archiviazione può comportare un costo aggiuntivo, sia per la soluzione che per lo spazio su disco. Date un’occhiata ai plugin per i backup incrementali di WordPress che abbiamo consigliato.

Come Funzionano i Backup su Kinsta

I backup non potrebbero essere più semplici di quanto siano in Kinsta! A livello di server, creiamo e archiviamo nella nostra infrastruttura istantanee persistenti dei dischi di ogni macchina, ogni 4 ore per 24 ore e successivamente ogni 24 ore oltre per due settimane. Google Cloud Platform archivia automaticamente più copie di ciascuna istantanea in modo ridondante su più sedi, con checksum automatici per garantire l’integrità dei dati.

Questo significa che le istantanee vengono archiviate in diversi data center rispetto alla località in cui sono state originariamente create. Se la nostra infrastruttura di Google Cloud Platform dovesse essere compromessa, le istantanee saranno sempre ripristinate.

Quindi, quando si tratta di siti WordPress, Kinsta offre backup giornalieri automatici, backup scaricabili, punti di ripristino del backup manuali e persino backup generati dal sistema, ovvero un backup automatico del sistema creato durante determinati eventi. E se ciò non bastasse, abbiamo un add-on per il backup orario che potete acquistare per creare backup ogni ora o ogni 6 ore. I backup sono archiviati nelle istantanee persistenti del disco (in più posizioni).

Per questo motivo, se avete l’hosting con Kinsta non è necessario un plugin di backup. 🤘 Potete ripristinare i backup con il clic di un pulsante e persino copiarli nell’ambiente di staging. E, ancora meglio, Kinsta non include i backup nell’utilizzo totale dello spazio su disco.

Backup di WordPress

Backup di WordPress

3. La Messa in Sicurezza dei Server e dei Siti WordPress Dipende da Voi

Quando gestite i vostri server, la messa in sicurezza dipende da voi. La sicurezza di Linux, in generale, richiede anni di esperienza.

Siete responsabili se codice dannoso entra nella vostra rete o se qualcuno lancia un attacco brute force. Poi ci sono gli attacchi DDoS, che possono letteralmente mettere offline il vostro server in pochi minuti. E, fidatevi di noi, gli attacchi DDoS arrivano sempre nel momento peggiore. Sarà meglio che sappiate come identificare la fonte e bloccarla.

DDoSd di sabato sera mentre sei in campeggio? ⛺ È solo uno dei tanti motivi per cui non dovresti essere un amministratore di sistema.Click to Tweet

La protezione del server e dei siti WordPress può richiedere una serie di diverse attività, come ad esempio:

WordPress è fantastico, ma questo è stato uno degli anni peggiori che abbiamo mai visto in termini di vulnerabilità dei plugin. È meglio che sappiate come pulire correttamente il malware da un sito WordPress. Abbiamo spesso notizie da parte di utenti che cercano di farlo da soli e combattono per giorni!

Qui ci sono solo alcuni dei recenti incidenti che il nostro team di Kinsta ha dovuto affrontare:

Assicuratevi di leggere la nostra guida approfondita sull’iniezione SQL.

Alcuni provider di VPS come Digital Ocean forniscono firewall Cloud. Ma spetta a voi implementarli e sapere ad esempio quali regole in entrata vi servono sulle porte, quali indirizzi IP devono essere inseriti nella blacklist o nella whitelist, ecc.

La sicurezza per il sysadmin

La sicurezza per il sysadmin (Origine immagine: Reddit)

Passate Notti Tranquille con la Sicurezza alla Fort Knox di Kinsta

Volete davvero trascorrere il vostro weekend cercando di respingere un hacker o fermare un attacco DDoS? Ma sapete almeno come fare? Questo è il motivo per cui, a meno che non abbiate qualche trovata tecnica per quel che riguarda la sicurezza, è solo una questione di tempo prima che vi imbattiate in un serio problema di sicurezza che vi farà impazzire.

Se siete su un host WordPress gestito come Kinsta, pensiamo noi a tutto questo al posto vostro. Ecco solo alcune delle funzionalità di sicurezza che offriamo su tutti i nostri piani di hosting.

Architettura dell’hosting Kinsta hosting.

Architettura dell’hosting Kinsta hosting.

Nulla è mai a prova di hack al 100%, e questo è il motivo per cui Kinsta fornisce correzioni gratuite di hacking per tutti i suoi clienti. È giusto! In quelle recenti vulnerabilità dei plugin Social Warfare, WP Google Map, ecc. il nostro team ha permesso ai clienti di conoscere e ripulire i siti interessati. In alcuni casi, i nostri amministratori di sistema mettono in sicurezza le cose anche a livello di server. Prendiamo molto sul serio la sicurezza e siamo proattivi sui siti WordPress.

4. Assicuratevi di Scegliere la Giusta Soluzione di Caching

Per quel che riguarda le prestazioni di WordPress, nulla è più importante del caching!

Il caching è il processo di archiviazione delle risorse a partire da una richiesta e di riutilizzo di tali risorse per le richieste successive. Fondamentalmente, riduce il carico di lavoro necessario per generare una visualizzazione di pagina. Dovreste servire il più possibile il vostro sito WordPress dalla cache. Questo è ciò che si traduce in quelle velocità superiori.

Quando bisogna gestire i propri server, bisognerà prendere una decisione. Dovreste implementare una soluzione di caching a livello di server (come il modulo nginx fastcgi cache) o utilizzare un plugin per il caching di WordPress come WP Rocket? Un’altra soluzione è adottare un approccio ibrido.

A meno che non abbiate provato decine di soluzioni e tecnologie diverse tra quelle disponibili, come fare a sapere qual è il sistema migliore o il più veloce? Come amministratori di sistema, dovrete conoscere la differenza tra cache bytecode, cache a oggetti, cache di pagine, Varnish, Redis, ecc., e in che modo queste soluzioni interagiscono con il server e i plugin. Avere una soluzione di caching ben sintonizzata fa la differenza tra un sito WordPress lento e un sito veloce.

Kinsta Gestisce la Cache Per Voi (Nessun Plugin Necessario)

Se avete l’hosting su Kinsta, ricordate che gestiamo il caching automaticamente a livello di server. I nostri server utilizzano il modulo nginx fastcgi cache per fornire un rapido caching delle pagine.

La cache della pagina è configurata per funzionare subito con i siti standard di WordPress, BuddyPress, WooCommerce e Easy Digital Download. Non dovete fare niente! Avviate semplicemente il vostro sito WordPress e il caching delle pagine inizierà ad andare.

Ogni volta che modificate una pagina o un post del blog, la cache della pagina viene automaticamente eliminata, così come le pagine di archivio. Ciò vi assicura che i vostri visitatori vedano contenuti nuovi e aggiornati. Imponiamo anche un tempo minimo di accelerazione nelle pagine di archivio per garantire sempre un’elevata disponibilità.

E anche se tecnicamente non è un plugin di cache, il nostro plugin must-use (MU) è installato su ogni sito, cosa che vi offre un controllo più granulare sulla vostra cache. Potete cancellare facilmente la cache del vostro sito dalla barra degli strumenti di amministrazione di WordPress o aggiungere percorsi personalizzati da eliminare ogni volta che il sito viene aggiornato.

Controlli di caching granulari su Kinsta

Controlli di caching granulari su Kinsta

Potete anche cancellare l’intera cache del vostro sito WordPress dalla dashboard di MyKinsta con un semplice clic.

Svuotare la cache di WordPress nel cruscotto di MyKinsta

Svuotare la cache di WordPress nel cruscotto di MyKinsta

Ma abbiamo anche altri modi per analizzare i dati della vostra cache nel nostro tool MyKinsta analytics e nei log della cache di kinsta. Questi strumenti possono essere di aiuto nell’individuare richieste GET che BYPASSano la cache che potrebbero invece essere memorizzate nella cache, o richieste POST che potrebbero essere eliminate.

Lo stack dei componenti della cache (mostrato di seguito) consente di visualizzare lo stato di ciascuna richiesta, ossia HIT, BYPASS, MISS o EXPIRED. È possibile filtrare i dati delle ultime 24 ore o degli ultimi 7 o 30 giorni.

Stack dei componenti della cache di Kinsta

Stack dei componenti della cache di Kinsta

Il grafico dei componenti della cache vi offre la visualizzazione del vostro indica di caching. Più richieste vengono fornite dalla cache, meglio è. Come potete vedere nell’esempio qui sotto, questo sito WordPress ha un rapporto HIT della cache del 96,2%. È un buon risultato!

Diagramma dei componenti della cache di Kinsta

Diagramma dei componenti della cache di Kinsta

La sezione dei principali bypass della cache consente di vedere quali richieste non vengono servite dalla cache. In genere queste possono riguardare CRON job, richieste admin-ajax, pagine di checkout ecommerce, query string e parametri UTM, ecc.

Principali bypass della cache di WordPress

Principali bypass della cache di WordPress

5. L’ambiente di Staging Non È Lì per Magia

Gli ambienti di staging forniscono un modo semplice e privo di rischi per testare aggiornamenti (plugin, core di WordPress, temi), codice di debug, e a svolgere attività di sviluppo senza alcun impatto sul sito di produzione. Oggi come oggi, molti di noi danno i siti di staging per scontati. Ma immaginate se non ne aveste uno? Cosa fareste?

Se gestite i vostri server, dovete implementare voi stessi la vostra soluzione. Se utilizzate un provider VPS come Digital Ocean o Linode, potreste clonare la macchina, ma questa non è una soluzione rapida e non è gratuita.

Se desiderate una soluzione più incentrata su WordPress, ce ne sono alcune discrete, come WP Stagecoach (a partire da $120 l’anno) e ManageWP (a partire da $2 al mese per sito web), ma, ancora una volta, nessuna di queste soluzioni è gratuita.

Questa è una cosa importante da tenere presente se si confrontano il prezzo della gestione dei propri server rispetto al prezzo dell’hosting WordPress gestito.

Kinsta Offre lo Staging ad un Clic

Da Kinsta, ogni sito WordPress viene ditato del proprio ambiente di staging ad un clic. Tutto quello che dovete fare è cliccare su “Crea un ambiente di staging” e avrete immediatamente una copia del vostro sito di produzione. Ciò rende super facile testare ogni cosa.

Creare un nuovo ambiente di staging di WordPress

Creare un nuovo ambiente di staging di WordPress

Quando avete finito, puoi passare le modifiche alla produzione cliccando semplicemente su un pulsante. È anche possibile ripristinare i backup di WordPress del sito di produzione in staging.

Per darvi il ​​maggior spazio possibile, i siti di staging sono esclusi dai nostri report quando calcoliamo l’utilizzo totale dello spazio su disco. Solo i siti live contano sull’utilizzo dello spazio disco.

6. Non Dimenticate il Monitoraggio

L’ultima cosa che vorreste vedere è il vostro sito web andar giù il venerdì alle 2 di notte e voi non ve ne accorgete fino al lunedì mattina. Questo rischio riguarda sia il vostro server che i vostri siti WordPress, in quanto ognuno di essi potrebbe avere una specifica serie di problemi che potrebbero metterli offline.

I tempi di inattività dei siti web possono avere conseguenze su di voi in modi diversi.

  1. Il vostro reddito ne risentirà.
  2. È dannoso per il vostro brand e la vostra credibilità.
  3. A seconda della durata del tempo di inattività, la frequenza di scansione e i ranking di ricerca potrebbero risentirne.

Pertanto, è necessario monitorare il server e i siti 24 ore su 24, 365 giorni all’anno per verificare che tutto funzioni correttamente e senza intoppi. Se gestite i vostri server, significa che avrete bisogno di soluzioni di monitoraggio dei tempi di attività che vi avvisino in caso di interruzioni.

Updown

Updown

Mentre i provider di VPS come Digital Ocean e Linode offrono soluzioni di monitoraggio dei server, non lo fanno per i vostri siti WordPress. A seconda del numero di siti che avete e dei tipi di alert di cui avete bisogno, molto probabilmente dovrete pagare per un servizio separato. Ecco alcune delle soluzioni più popolari:

Non Preoccupatevi, Kinsta vi Copre 24/7/365

Se il vostro host è Kinsta, non è necessario preoccuparvi delle cose lato server. Se ne occupa il nostro team di amministratori di sistema! Se c’è un problema, riceverete un avviso nel cruscotto di MyKinsta o potete controllare la nostra pagina di stato.

Per quanto riguarda i vostri siti WordPress, includiamo il monitoraggio premium dell’uptime per tutti i clienti tramite New Relic. Controlliamo ogni 2 minuti lo stato di tutti i siti web che ospitiamo. Ciò si traduce in 720 controlli per ciascuno dei vostri siti WordPress ogni giorno.

Il nostro è un approccio proattivo. Ciò significa che, se il vostro sito web va giù, saremo i primi ad essere avvisati e i nostri ingegneri saranno subito al lavoro! Se necessario, vi contatteremo se dovessimo riscontrare qualcosa di sbagliato nel vostro sito. In questo modo non dovete preoccuparvi di controllarlo costantemente o durante le vacanze.

7. Avrete Bisogno di Certificati SSL

I vostri siti WordPress dovrebbero girare su HTTPS. Il modo più semplice ed economico per farlo è con i certificati SSL gratuiti di Let’s Encrypt. Il problema è che, se si utilizza un computer barebone o un provider VPS, sarà necessario un sistema per l’installazione e il rinnovo automatico (Let’s Encrypt scade ogni 90 giorni).

La soluzione più comune è probabilmente quella di utilizzare Certbot. Ma questo comporta:

  1. Installazione di Certbot sul vostro server
  2. Configurazione di Nginx
  3. Consentire HTTPS attraverso il firewall
  4. Ottenere un certificato SSL da Let’s Encrypt
  5. Verifica del rinnovo automatico di Certbot

Un altro metodo sarebbe quello utilizzare una soluzione come ServerPilot insieme al provider VPS. Ma questo non è gratuito, i piani di ServerPilot partono da $5 al mese.

Kinsta Vi Dà SSL Gratuito Con un Clic

Kinsta rende l’installazione dei certificati SSL incredibilmente semplice! Accedete al cruscotto di MyKinsta, andate al vostro sito e fate clic su “Genera un certificato HTTPS gratuito”. Il vostro sito WordPress viene eseguito all’istante su HTTPS. Non c’è bisogno di preoccuparsi dei rinnovi, il nostro sistema automatizzato si occupa di tutto.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

Avete, invece, un certificato SSL personale? Nessun problema, potete installare anche questo facilmente dal cruscotto.

SSL gratuito ad un click

SSL gratuito ad un click

Gestire un negozio online? Consulta la nostra guida approfondita su WooCommerce e SSL.

9. Siete Esperti nella Risoluzione dei Problemi di WordPress?

È lunedì mattina e il vostro sito WordPress ha improvvisamente rallentato. Da dove iniziate a risolvere i problemi di prestazioni? Qualcosa sta divorando tutte le risorse del server, oppure è qualcosa proprio sul sito WordPress? Ci sono letteralmente centinaia di cause dei problemi di prestazioni di WordPress.

Se utilizzate un eCommerce o un sito ad iscrizione, a un certo punto potreste imbattervi in problemi di performance, poiché questi tipi di siti vanno incontro ad una serie di problemi. Ecco cosa fare e cosa non fare per l’hosting di siti ad iscrizione basati su WordPress.

Il modo più semplice per risolvere un problema di performance e capire cosa sta succedendo è utilizzare uno strumento premium come New Relic. Il problema? Questo strumento costa almeno $75 al mese.

La Piattaforma di Kinsta è Scalabile e Possiamo Aiutarvi a Individuare i Problemi di Prestazioni

Su Kinsta non dovete preoccuparvi delle risorse del server. Utilizziamo macchine virtuali situate nei vari data center di Google Cloud Platform. Ciascuna delle nostre macchine ha fino a 96 CPU e centinaia di gigabyte di RAM. Per le regioni in cui è possibile, usiamo le loro macchine virtuali compute-optimized (C2): queste offrono le stesse ottime prestazioni per core che GCP mette a disposizione in Compute Engine, e sono ottimizzate per carichi di lavoro a elaborazione intensiva. Le risorse hardware (RAM/CPU) vengono assegnate automaticamente a ciascun container del sito dalle nostre macchine virtuali in base alle necessità.

Utilizziamo host gestiti LXD e contenitori software LXC orchestrati per ciascun sito. Ciò significa che ogni sito WordPress è ospitato in un proprio container isolato, che ha tutte le risorse software necessarie per la sua esecuzione (Linux, Nginx, PHP, MySQL). Le risorse sono private al 100% e non sono condivise con nessun altro e nemmeno con gli altri tuoi siti.

I database MySQL sono ospitati su localhost, non su un server remoto. Ciò garantisce che non vi sia latenza tra le macchine, il che si traduce in query più veloci e tempi di caricamento delle pagine più rapidi.

Per quanto riguarda i siti WordPress, su Kinsta utilizziamo New Relic per individuare ciò che genera strozzature nelle prestazioni. Avete bisogno di aiuto? Basta aprire un ticket con il nostro team di supporto e possiamo abilitare New Relic per un periodo di tempo per ottenere un quadro migliore di ciò che accade sul vostro sito WordPress.

Potrebbe esserci un servizio esterno che sta scadendo, un plugin o il tema attivo sta causando problemi, oppure potrebbe essere il database del sito che sta faticando a tenere il passo con la velocità delle query. Qualunque sia il problema, di solito possiamo restringere il campo e fornire suggerimenti per risolverlo.

Risolto un problema di performance di WordPress

Risolto un problema di performance di WordPress

Risolvere i problemi di prestazioni o i problemi di un plugin o di un tema sono cose che il nostro team fa ogni giorno. Siete in buone mani da Kinsta. Il nostro intero team di supporto è composto da sviluppatori WordPress e tecnici dell’hosting Linux. Potete star tranquilli, parlerete sempre con qualcuno in grado di darvi consigli utili.

Se volete tuffarvi direttamente in New Relic, abbiamo anche il supporto per il tracciamento New Relic personalizzato.

10. L’Aggiornamento del Software può Richiedere Tempo

Come preferireste impiegare il vostro tempo, facendo crescere la vostra attività o aggiornando il software? Quando gestite i vostri server, dovete aggiornare il software in ogni momento, controllare le patch di sicurezza e installare cose come le ultime versioni di PHP.

Per la maggior parte, queste operazioni devono essere fatte via SSH dalla riga di comando. Quindi preparatevi a eseguire i vostri comandi sudo apt-get update.

Kinsta Offre Sempre Quanto c’è di Meglio e Più Recente

Chi ha l’hosting su Kinsta non deve installare nulla. Da Kinsta impieghiamo solo la migliore tecnologia, dall’hardware dei nostri server al software che abbiamo in esecuzione. Indipendentemente dallo stack di sviluppo che utilizzate, avremo sempre le ultime versioni del framework installate e aggiornate.

Generalmente mettiamo a disposizione l’ultima versione di PHP entro poche settimane dal rilascio della versione ufficiale! È così, a differenza dei nostri concorrenti, non dovrete aspettare mesi o anni. Cerchiamo anche di rilasciare versioni beta se volete fare prima dei test.

Perché è così importante? Perché nei nostri recenti benchmark PHP, se mettete a confronto PHP 7.3 con PHP 5.6, emerge che PHP 7.3 può gestire un n umero di richieste (transazioni) al secondo 3 volte superiore! PHP 7.3 è anche mediamente più veloce del 9% rispetto a PHP 7.2. Le ultime versioni di PHP non solo aiutano ad accelerare il vostro sito, ma influenzano anche la reattività del pannello di amministrazione di WordPress.

Benchmark PHP WordPress 5.0

Benchmark PHP WordPress 5.0

Velocità superiori e sicurezza migliorata, questi sono i motivi per cui Kinsta offre sempre le versioni più recenti di PHP. Potete cambiare le versioni di PHP con un solo clic.

Cambiare la versione di PHP

Cambiare la versione di PHP

11. Dovete Impiegare Tempo alla Ricerca di Risposte

Non importa quanto siete bravi a gestire i server, è inevitabile che a un certo punto vi imbatterete in un problema in cui devi perdere tempo a cercare risposte. Che si tratti di navigare su StackOverflow o di chiedere a un collega, probabilmente non è un buon impiego del vostro tempo.

Abbiamo sempre nuovi clienti che migrano su Kinsta perché hanno difficoltà a eseguire il debug dei tempi di inattività sui loro VPS.

Il fumetto del sysadmin

Il fumetto del sysadmin (origine immagine: The Underfold, by Brian Russell)

Risparmiate il Vostro Tempo, Utilizzate l’Assistenza World Class 24/7 di Kinsta

Invece di affidarvi a Google per trovare le vostre risposte, approfittate del team di assistenza di Kinsta, che è a portata di clic, anche a Capodanno.

Supporto 24/7 di Kinsta

Supporto 24/7 di Kinsta

Abbiamo letteralmente cambiato il modo in cui funziona il supporto! Non abbiamo addetti al supporto di livello 1 o livello 2. Tutto il nostro team di supporto è composto da sviluppatori WordPress e tecnici di hosting Linux, molti dei quali hanno gestito i propri server, creato temi e plugin e contribuito al core. Ciò vi assicura di avere consigli esperti da qualcuno che utilizza attivamente e sviluppa con WordPress.

Ogni cliente Kinsta può chattare con gli stessi membri del team che supportano le nostre aziende di grandi dimensioni e Fortune 500. Fatto divertente, assumiamo meno dell’1% dei candidati che fanno domanda per le posizioni disponibili nel nostro team di supporto. Non troverete una squadra più competente da nessuna parte nel nostro settore!

12. Dovete Essere Pronti per il Traffico Virale

Siete appena entrati nella prima pagina di Hacker News o Reddit? Sebbene sia fantastico, significa anche che è meglio che il vostro server sia all’altezza del compito. Probabilmente il tuo risparmio di $10 non lo reggerà. Se servite contenuti non memorizzabili nella cache, scordatevelo!

Impennata per la cache di WordPress

Impennata per la cache di WordPress

Sfruttate la Tecnologia di Scaling Automatico di Kinsta

Parlare della tecnologia di scaling automatico di Kinsta significa essenzialmente dire che la nostra infrastruttura è pronta a gestire le improvvise impennate del traffico e del carico. Con la nostra tecnologia di container software isolati, le risorse hardware vengono assegnate automaticamente a ciascun container del sito dalle nostre macchine virtuali in base alle necessità. Il risultato è una configurazione di hosting progettata per essere sicura e privata, e consentendo allo stesso tempo alle risorse del server di scalare verso l’alto o verso il basso secondo necessità, in base alle esigenze del sito.

Se state diventando virali, facendo un’apparizione su Shark Tank o occupandovi di un evento, Kinsta vi tiene coperti!

Se venite a sapere in anticipo di un evento, potete fare un passo in avanti e sfruttare al massimo picchi e ondate di traffico. Durante questo processo, il nostro team terrà sotto controllo il vostro sito WordPress e i dati di analisi disponibili sulla nostra piattaforma e indicherà le aree dove migliorare, come ad esempio ridurre le chiamate di admin-ajax.php, disabilitare i plugin lenti, implementare un CDN, e apportare modifiche per aumentare l’uso del caching delle pagine del sito.

Quanto Vale il Vostro tempo? State Davvero Risparmiando Denaro?

Se state pensando di essere un amministratore di sistema o di gestire i vostri server, dovreste prima chiedere a voi stessi quanto vale il vostro tempo? E facendolo tutto da soli, state davvero risparmiando? Snoccioliamo qualche numero:

Il vostr totale arriva a $257 al mese.

Da Kinsta, i piani di hosting partono da $30 al mese e facciamo tutto il lavoro pesante per voi.

Ero scettico sull’utilizzo di un provider WordPress gestito quando in precedenza avevamo sempre gestito il nostro hosting, ma con Kinsta ne è valsa la pena. La loro piattaforma funziona perfettamente senza alcuna configurazione. Se avete siti ad alto traffico problematici come noi, vi innamorerete del loro servizio di migrazione: si sono occupati di tutto e hanno anche identificato alcuni plugin con problemi che erano stati installati da ex membri del nostro team. Avrei impiegato ore nella migrazione senza il loro aiuto, per via delle dimensioni del sito. Per finire, il loro team di supporto è molto reattivo — e risponde in pochi minuti. Grazie, Kinsta!
James Bradach
James Bradach, Technology Director presso People’s Action Institute
Recensione di Trustpilot

Riepilogo

Abbiamo solo un grandissimo rispetto per gli amministratori di sistema! Il team di amministratori di sistema di Kinsta mantiene online i siti WordPress dei nostri clienti. Come dice Opensource.com, “Gli amministratori di sistema sono gli eroi non celebrati del mondo tecnologico“.

Se siete esperti di tecnologia e vi piace lavorare con i server, con ogni probabilità, essere un amministratore di sistema e fare tutto da soli potrebbe essere la strada giusta da percorrere. Ma è importante snocciolare tutti i numeri, e in questo dovete tener conto del vostro tempo.

L’hosting WordPress gestito in molti casi può farvi risparmiare un sacco di soldi. Non dovete più preoccuparvi di problemi tecnici. Potete concentrarvi su altri aspetti, come la gestione della vostra attività, la creazione di contenuti, il marketing, le vendite, ecc.

Siete d’accordo o in disaccordo? Ci piacerebbe sentire la vostra opinione qui sotto nei commenti.


Se ti è piaciuto questo articolo, allora apprezzerai la piattaforma di hosting WordPress di Kinsta. Metti il turbo al tuo sito web e ricevi supporto 24×7 dal nostro team di veterani di WordPress. La nostra infrastruttura potenziata da Google Cloud è centrata su scaling automatico, performance e sicurezza. Permettici di mostrarti la differenza di Kinsta! Scopri i nostri piani