Migrate Guru è un plugin di migrazione gratuito disponibile su WordPress.org. È relativamente facile da usare, funziona bene anche con siti WordPress più grandi ed è compatibile con Kinsta.

Questi sono i passaggi da seguire per migrare il vostro sito WordPress a Kinsta con Migrate Guru:

Questa guida serve per aiutarvi a eseguire la migrazione. Tuttavia, ricordare che Migrate Guru potrebbe non essere del tutto compatibile con alcuni siti WordPress. Il nostro team di supporto è sempre felice di aiutare con le domande di base sulla migrazione, ma non può supportarvi in caso di problemi di migrazione, perché questo aspetto non rientra nell’ambito del nostro supporto.

Tutti i nostri piani includono una o più migrazioni. Se vi preoccupa l’integrità dei vostri dati, vi consigliamo vivamente di rivolgervi al nostro team professionale dedicato alle Migrazioni. Potete acquistare migrazioni aggiuntive per una tariffa una tantum di 100 dollari, e offriamo anche prezzi per migrazioni di massa.

Aggiungere un Sito in MyKinsta

Una volta che avete fatto l’iscrizione a un piano di hosting Kinsta, per usare Migrate Guru dovrete aggiungere un sito in MyKinsta.

Quando create il sito, assicuratevi di selezionare l’opzione Installa WordPress.

 Creare un sito in MyKinsta e installare WordPress.
Creare un sito in MyKinsta e installare WordPress.

Che Dominio Dovreste Usare?

Quando create un sito, avete la possibilità di specificare un dominio personalizzato o lasciare vuoto il campo del nome del dominio.

Aggiungendo il vostro dominio live come dominio personalizzato, MyKinsta creerà un’installazione impostata per usare il vostro dominio live. Se non aggiungete un dominio personalizzato, il sito sarà impostato per utilizzare un URL temporaneo.

Potete usare entrambe le opzioni durante la migrazione del vostro sito, ma la vostra scelta influenzerà il processo da seguire.

L’uso di un dominio personalizzato renderà un po’ più difficile l’anteprima del sito migrato, ma più facile andare live con il sito migrato quando sarete pronti. Usare l’URL temporaneo di Kinsta farà il contrario: l’anteprima del sito migrato sarà più facile, ma andare live richiederà qualche passo in più.

Nella nostra esperienza, abbiamo scoperto che essere in grado di visualizzare l’anteprima del sito con un dominio temporaneo è molto importante per gli utenti che migrano a Kinsta. Raccomandiamo quindi di lasciare il campo del nome del dominio vuoto durante la creazione del sito e di migrare all’URL temporaneo fornito da Kinsta.

Altri Dettagli del Nuovo Sito

Il resto dei campi nel modulo in MyKinsta può essere compilato come volete voi. Una volta fatta la migrazione, il nome del sito WordPress, l’utente e la password saranno sovrascritti dal sito che state migrando.

Una volta compilati tutti i campi, fate clic su Aggiungi Sito. MyKinsta avrà bisogno di qualche minuto per impostare il vostro sito. Mentre ciò avviene, potete passare al passo successivo.

Installare Migrate Guru

Mentre il sito viene creato in MyKinsta, accedete al vostro sito esistente (quello che volete migrare). Una volta entrato nell’area di amministrazione di WordPress, andate su Plugin > Aggiungi Nuovo e poi cercate Migrate Guru.

 Installare Migrate Guru dal repository WordPress.
Installare Migrate Guru dal repository WordPress.

Una volta individuato il plugin, fate clic sul pulsante Installa ora per installarlo.

Iniziare la Migrazione

Dopo aver installato Migrate Guru, attivate il plugin. Una volta attivato, verrete reindirizzati al menu di amministrazione di Migrate Guru. Se vi capita di fare clic via e avete bisogno di ritrovare la strada, potete trovare questa schermata facendo clic su Migrate Guru nel menu della barra laterale di WordPress.

 Inserite la vostra email e iniziate la migrazione in Migrate Guru.
Inserite la vostra email e iniziate la migrazione in Migrate Guru.

Nella pagina Migrate Guru, inserite il vostro indirizzo email, spuntate la casella per accettare i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy di Blogvault e poi fate clic sul pulsante Migrate Site.

Nella pagina successiva, selezionate Kinsta come host su cui migrare.

 Selezionate Kinsta come host su cui migrare.
Selezionate Kinsta come host su cui migrare.

Dettagli del Dominio e SFTP

Successivamente, tornate su MyKinsta e appuntatevi il dominio e i dettagli SFTP per il sito che avete appena creato.

Dettagli del Dominio

Trovate il vostro dominio kinsta.cloud su Siti > sitename > Domini.

 Trovate il vostro dominio kinsta.cloud in MyKinsta.
Trovate il vostro dominio kinsta.cloud in MyKinsta.

Dettagli SFTP

Trovate il vostro nome utente, password, porta e percorso della directory SFTP in Siti > sitename > Info.

 Trovate i vostri dettagli SFTP in MyKinsta.
Trovate i vostri dettagli SFTP in MyKinsta.

Se non sapete dove trovare questi dettagli, il nostro articolo su Come usare SFTP può aiutarvi a trovarli. Una volta che avrete i dettagli necessari, inserite queste informazioni nel modulo Migrate Guru.

Dettagli Importanti per la Migrazione

Qui sotto ci sono impostazioni di migrazione molto importanti che dovete configurare correttamente. Altrimenti, non sarete in grado di arrivare alla schermata successiva.

  • URL del sito di destinazione – Dovete includere il protocollo del vostro sito, che sia https:// o http://. Per i domini kinsta.cloud, potete usare https://.
  • Percorso della directory – Assicuratevi di usare il percorso completo /www/sitename_123/public come mostrato in MyKinsta.

Iniziate la Migrazione

Successivamente, inserite il vostro dominio kinsta.cloud nel campo Destination Site URL in Migrate Guru e aggiungete i dettagli SFTP e il percorso della directory. Dopo aver verificato che i dettagli siano corretti, scorrete verso il basso e fate clic sul pulsante Migrate per avviare la migrazione.

Aggiungete i dettagli del vostro sito WordPress a Migrate Guru.
Aggiungete i dettagli del vostro sito WordPress a Migrate Guru.

Migrate Guru ora testerà le credenziali SFTP fornite. Se viene riscontrato qualche problema, Migrate Guru tornerà alla schermata dei dettagli SFTP ed evidenzierà i campi che devono essere rivisti. Controllate i dettagli, correggete eventuali errori e fate clic nuovamente su Migrate.

Se non inserite il percorso corretto della directory o l’indirizzo di destinazione, riceverete il seguente errore:

Impossibile accedere al file wpconfig. Verificate se WordPress è installato sull’indirizzo di destinazione. Inoltre, verificate di avere il permesso di accedere alla cartella.

Se Migrate Guru segnala ripetutamente problemi con i dettagli SFTP, contattate il nostro team di supporto per assistenza. Tentativi multipli di connessione SFTP falliti possono innescare un blocco dell’indirizzo IP.

Una volta che la connessione è stata effettuata con successo, Migrate Guru migrerà il sito e visualizzerà una pagina che è possibile utilizzare per monitorare il progresso della migrazione. A seconda delle dimensioni del vostro sito WordPress, la migrazione può richiedere un po’ di tempo.

Migrazione in corso su Migrate Guru
Migrazione in corso su Migrate Guru

Quando la migrazione è finita, vedrete una pagina che dice Migration completed successfully.

Una migrazione WordPress di successo con Migrate Guru
Una migrazione WordPress di successo con Migrate Guru

Testate il Sito Migrato

Dopo che la migrazione è finita, potete testare il vostro sito. Nel nostro esempio, useremo l’URL temporaneo di Kinsta. Nello screenshot qui sotto, il nostro sito migrato è accessibile su kinstalifenew.kinsta.cloud e appare esattamente come il nostro sito precedente su kinstalife.com.

Un sito WordPress migrato da Migrate Guru
Un sito WordPress migrato da Migrate Guru

Passate al Vostro Dominio Live

Se avete usato un URL temporaneo di Kinsta per l’anteprima del vostro sito, potete cambiare il sito per usare il dominio live seguendo questi passi:

  1. Create un backup manuale del vostro sito che potete ripristinare se qualcosa va storto durante questo processo.
  2. Aggiungete il vostro dominio live al sito e rendetelo il dominio principale, ma non puntatelo ancora.
  3. Lanciate un ricerca-sostituzione sul database del sito per aggiornare tutte le istanze dell’URL nel database.
  4. Svuotate la cache del sito.
  5. Modificate il vostro file hosts o usate uno strumento per vedere in anteprima il vostro sito e confermate che si carica correttamente sul dominio live.

Dopo aver confermato che il sito si carica correttamente usando il dominio live, aggiornate il vostro DNS per puntare il vostro dominio live a Kinsta.

(Opzionale) Installare il Certificato SSL

Se il vostro sito usa un certificato SSL e si carica su HTTPS (o adesso o dopo averlo spostato su Kinsta), dovrete installare un SSL qui su Kinsta. A seconda del tipo di SSL che state usando, ci sono alcuni passi che potrebbero essere necessari:

  • Se avete acquistato un certificato SSL, potete installare o trasferire il certificato.
  • Se volete usare l’opzione SSL gratuita di Kinsta, tutti i domini verificati sono automaticamente protetti dalla nostra integrazione Cloudflare. Questo significa che non dovrete preoccuparvi di configurare manualmente un SSL su Kinsta.

Una volta installato l’SSL, sarà necessario eseguire un ricerca-sostituzione nel database del sito per aggiornare ogni occorrenza dell’URL del sito nel database e sostituire HTTP con HTTPS. Il nostro articolo sulla correzione degli avvisi di contenuto misto include una descrizione dettagliata di come aggiornare questi URL.

Una volta che il sito viene caricato con successo su HTTPS, potete usare lo strumento Force HTTPS in MyKinsta. Questo farà sì che tutte le richieste HTTP siano reindirizzate a HTTPS, assicurando che il vostro sito sia accessibile solo su HTTPS.

Installare il MU Plugin Kinsta

Il nostro MU plugin Kinsta è installato automaticamente sulle nuove installazioni di WordPress fatte qui a Kinsta. Tuttavia, poiché avete migrato il vostro sito in autonomia e i file del sito sono stati sovrascritti (compreso questo plugin), dovrete scaricare e installare il plugin Kinsta MU manualmente. Questo include il nostro caching completo di pagina e altre funzionalità, come la possibilità di lanciare Kinsta CDN.