Elasticsearch è un motore di ricerca full-text open-source. Viene utilizzato per indicizzare i dati ed effettuare ricerche tra tali dati in modo incredibilmente rapido.

Nell’ambito di WordPress, Elasticsearch può essere utilizzato per velocizzare l’interrogazione del database di WordPress. Viene creato un indice del contenuto del database del vostro sito e quindi viene utilizzato Elasticsearch per cercare all’interno di questo indice molto più rapidamente rispetto ad una query MySQL che esegua la stessa ricerca.

Se avete il tempo e le conoscenze, Elasticsearch può essere integrato con un sito WordPress da uno sviluppatore altamente esperto con conoscenze sia di WordPress che di Elasticsearch. Se il vostro sito fa un uso relativamente standard di WP_Query, Elasticsearch può essere integrato comunque, installando ElasticPress, un plugin gratuito per WordPress distribuito da 10up, disponibile su WordPress.org, che si integra automaticamente con l’oggetto WP_Query per generare risultati di query con Elasticsearch invece che con MySQL.

I Siti che Trarranno Maggior Beneficio da Elasticsearch

Qualunque sito che fa un uso intenso di WP_Query può beneficiare di Elasticsearch. Ecco alcuni esempi di siti che possono beneficiare di Elasticsearch:

  • Siti in cui la ricerca è il mezzo principale di navigazione.
  • Siti WooCommerce con un numero enorme di ordini in cui gli amministratori del sito devono essere in grado di cercare regolarmente nell’elenco degli ordini.
  • Qualsiasi sito con un numero elevato di post in cui le query MySQL producono risultati inaccettabilmente lenti.

Se il vostro sito ha delle query che vengono eseguite in modo inaccettabile lento, o se ritenete che l’esecuzione di query pesanti stia sovraccaricando il database del vostro sito, potrebbe essere un buon candidato per Elasticsearch.

Aggiungere Elasticsearch ad un Sito su Kinsta

Se desiderate aggiungere Elasticsearch al vostro sito ospitato su Kinsta, procedete nel seguente modo:

  1. Contattate il team di supporto di Kinsta e chiedete di aggiungere Elasticsearch al vostro sito.
  2. Il team di supporto di Kinsta installerà Elasticsearch nel container del vostro sito e il nostro team di fatturazione aggiungerà l’iscrizione all’add-on di Elasticsearch al vostro account. Aver installato Elasticsearch sullo stesso server dell’ambiente PHP e del database MySQL aiuta a ridurre la latenza rispetto all’hosting in un’istanza separata o al ricorso all’hosting di Elasticsearch su Elastic.
  3. Il team di supporto di Kinsta andrà avanti e installerà il plugin ElasticPress sul vostro sito e lo collegherà al servizio di Elasticpress in esecuzione nel container del sito.
    Il Plugin WordPress ElasticPress

    Il Plugin WordPress ElasticPress

    Alcune funzionalità di ElasticPress: visualizzazione dei prodotti WooCommerce nei risultati di ricerca, completamento automatico delle ricerche, scelta di ciò che si desidera indicizzare e miglioramenti alle query per i post correlati. Se prevedete di utilizzare un plugin diverso o di creare la vostra personale integrazione, vi preghiamo di comunicarlo al nostro team di supporto perché salti questo passaggio.

Se si sceglie di interrompere l’utilizzo di Elasticsearch, potete chiedere di rimuoverlo dal container del proprio sito e dovreste chiedere anche di annullare l’abbonamento aggiuntivo. Riceverete il rimborso di eventuali costi di abbonamento non utilizzati in base alla nostra politica di rimborso.

Nota importante se il vostro sito ha sia uno STAGING che un ambiente di PRODUZIONE: Elasticsearch deve essere installato separatamente nei vostri ambienti di STAGING e di PRODUZIONE. Se il nostro team di supporto installa Elasticsearch in un unico ambiente, e tale ambiente viene sovrascritto (un backup ripristinato, uno staging spinto in produzione), Elasticsearch verrà sovrascritto e rimosso dal container. Pianificate attentamente l’installazione di Elastisearch in collaborazione con il nostro team di supporto per assicurarvi che Elasticsearch non venga inavvertitamente rimosso durante la procedura di installazione.

Utilizzare Elasticsearch con un Sito WordPress

Una volta che Elasticsearch è stato installato, deve essere integrato con il vostro sito. Il metodo più comune per integrare il vostro sito con Elasticsearch è installare ElasticPress. Durante il tipico setup, il nostro team di supporto installerà il plugin ElasticPress e lo collegherà al servizio di Elasticsearch.

Dopo l’installazione, sarà necessario accedere all’area di amministrazione del sito web e completare la configurazione del plugin ElasticPress. Parte di questa procedura è l’indicizzazione del contenuto del vostro sito. Se il contenuto del sito è estremamente grande, l’indicizzazione tramite il pannello di amministrazione di WordPress potrebbe non riuscire. Potete utilizzare i comandi wp-cli di ElasticPress per eseguire l’indicizzazione su SSH.

Se il tuo sito utilizza campi personalizzati e desideri cercare nel contenuto dei campi personalizzati, potrebbe essere richiesto un lavoro di sviluppo personalizzato per fare in modo che ElasticPress indicizzi e cerchi in quei campi.

Limiti al Supporto di Kinsta per Elasticsearch

Elasticsearch può accettare query passate localmente sul server o su un’API RESTful. Da Kinsta è possibile solo l’accesso locale a Elasticsearch. Non è possibile passare richieste a Elasticsearch tramite l’API RESTful e non è possibile aprire le porte necessarie per accettare tali richieste. Se avete bisogno di passare richieste HTTP per interrogare il sito, sarà necessario passare la query a WordPress tramite la WP REST API o utilizzando una chiamata Ajax.

Non supportiamo o installiamo alcun prodotto aggiuntivo Elasticsearch come Kibana o Logstash. L’utilizzo di Elasticsearch sulla nostra piattaforma è limitato all’integrazione del servizio con WordPress per il supporto di query più veloci.

Il supporto di Elasticsearch di Kinsta è limitato all’installazione di Elasticsearch e di eventuali dipendenze necessarie nel container del sito, all’installazione del plugin ElasticPress e alla garanzia che Elasticsearch sia disponibile per essere utilizzato da WordPress. L’integrazione di Elasticsearch con il vostro sito web è responsabilità di ciascun proprietario di sito e, se ritenete di aver bisogno di assistenza per una corretta integrazione di Elasticsearch con il vostro sito web, compresi l’indicizzazione e la ricerca di campi personalizzati, dovrete chiedere i servizi di uno sviluppatore WordPress qualificato.

19
Condivisioni