Con l’add-on per i backup esterni di Kinsta, potete facilmente eseguire il backup del vostro sito WordPress su Amazon S3 o Google Cloud Storage. La funzione di backup esterno può essere impostata per backup settimanali o mensili e non richiede l’installazione di plugin o strumenti aggiuntivi.

L’add-on per i backup esterni di Kinsta è un’ottima soluzione se state cercando un modo semplice per gestire i backup offsite.

Per aggiungere l’add-on dei backup esterni al vostro piano, accedete a MyKinsta, fate clic su Siti > [il tuo sito] > Backup e selezionate l’opzione “Esterno”. Al momento, per i backup esterni sono supportati i bucket di Amazon S3 e Google Cloud Storage.

Attivare i backup esterni in MyKinsta.

Attivare i backup esterni in MyKinsta.

L’addon dei backup esterni costa $2/mese per ogni backup di sito più $1/GB al mese per larghezza di banda. I calcoli di esempio riportati di seguito mostrano come funziona il calcolo del prezzo per tre siti che utilizzano backup esterni.

Tenete presente che questo esempio non include i costi di storage, che vengono fatturati separatamente e direttamente da Google Cloud Platform o AWS.

Come Configurare un Bucket di Google Cloud Storage per i Backup Esterni

Per utilizzare Google Cloud Storage per i vostri backup esterni, dovrete prima configurare un account su Google Cloud Platform (GCP). Se avete già un account, passate subito alla fase successiva.

Se non avete un account su Google Cloud Platform, registratevi qui.

Creare un Bucket di Google Cloud Storage

Per creare un Bucket GCS, andate su Storage nel menu di navigazione.

Creare un bucket di Google Cloud Storage.

Creare un bucket di Google Cloud Storage.

Quindi fate clic sul pulsante Create Bucket.

Creare un bucket di Google Cloud Storage.

Creare un Bucket di Google Cloud Storage.

Specificate un nome per il vostro bucket di archiviazione. Per il nostro esempio, abbiamo utilizzato “kinstalife”.

Assegnare un nome al bucket di Google Cloud Storage.

Assegnare un nome al bucket di Google Cloud Storage.

Poi selezionate il tipo di posizione e la posizione dei backup esterni. Google offre tre diversi tipi di località: region, dual region, multi-region.

Il tipo di località scelto dovrebbe riflettere le vostre esigenze di backup. Se gestite un’azienda che richiede un’infrastruttura di backup strategica con la massima disponibilità e la minima latenza, la soluzione multi-region è una buona scelta. D’altra parte, se state cercando un’opzione più semplice ed economica per i backup mensili, la regione o la doppia regione vanno bene.

Dopo aver selezionato il tipo di località, andate avanti e selezionate la località. A seconda del tipo di località scelta, le opzioni di localizzazione variano.

Ad esempio, in questo momento il tipo di località Dual-region supporta solo “Americas” e “Europe”. In generale, dovreste selezionare la località più vicina a voi.

Selezionare una regione per il vostro bucket GCS.

Selezionare una regione per il vostro bucket GCS.

Di seguito, selezionate una classe di archiviazione per i backup esterni. È importante selezionare la classe di archiviazione corretta per il vostro specifico caso d’uso perché ogni classe ha costi di archiviazione diversi.

Se non siete sicuri della classe di archiviazione, vi consigliamo di selezionare la classe “Standard”.

Selezionare una classe di archiviazione per il vostro bucket GCS.

Selezionare una classe di archiviazione per il vostro bucket GCS.

Successivamente, scegliete Fine-Grained per l’opzione di controllo dell’accesso.

Selezionare una politica di controllo degli accessi per il vostro bucket GCS.

Selezionare una politica di controllo degli accessi per il vostro bucket GCS.

La sezione “Advanced Settings” ha diverse opzioni. Queste non devono essere modificate. Dopo aver rivisto le impostazioni del bucket, fate clic su Create per finalizzare la procedura.

Creare il vostro bucket di Google Cloud Storage.

Creare il vostro bucket di Google Cloud Storage.

Dopo aver creato il bucket, dovreste vederlo nel browser di archiviazione.

Un bucket GCS di nuova creazione.

Un bucket GCS di nuova creazione.

Creare un Account di Servizio

Successivamente, sarà necessario creare un account di servizio con i permessi per gestire il bucket di archiviazione. Andate su “IAM & Admin” nel menu di navigazione e fate clic su Service Account.

Creare un account di servizio GCP.

Creare un account di servizio GCP.

Cliccate sul pulsante Create Service Account.

Creare un account di servizio GCP.

Creare un account di servizio GCP.

Fornite al vostro Account di servizio un nome, un ID e una descrizione. Consigliamo di utilizzare “mykinsta-external-backups” o una cosa simile per chiarire che questo account di servizio è collegato all’add-on di Kinsta per i backup esterni. Dopo aver compilato i campi del modulo, fate clic sul pulsante Create.

Specificare i dettagli dell'utente per l

Specificare i dettagli dell’utente per l’account di servizio GCP.

Sarà, quindi, necessario assegnare i permessi di Storage Admin all’account di servizio. Questo dà all’account di servizio la possibilità di gestire i file presenti nel vostro bucket di Google Cloud Storage.

Se non trovate “Storage Admin” nell’elenco, potete utilizzare la funzione di ricerca per trovare il ruolo corretto. Dopo aver assegnato il ruolo, cliccate su “Continue” per passare alla fase successiva.

Aggiungete le autorizzazioni

Aggiungere le autorizzazioni di “Storage Admin” al vostro account di servizio.

Opzionalmente, potete aggiungere un utente che faccia da amministratore per l’account di servizio. Premettendo che l’amministratore dell’account di servizio non è richiesto, può essere comunque utile se in futuro si intende utilizzare l’account di servizio per altre cose.

Se siete utenti avanzati e avete un motivo per specificare un amministratore, potete farlo qui. Altrimenti, potete lasciarlo in bianco. Fate clic su Done per concludere la procedura di creazione dell’account di servizio.

Aggiungete un utente amministratore al vostro account di servizio (opzionale).

Aggiungete un utente amministratore all’account di servizio (opzionale).

Creare una Coppia di Chiavi dell’Account di Servizio

Di seguito, sarà necessario creare una coppia di chiavi per autenticare le connessioni tra il vostro account di servizio e MyKinsta. Per farlo, cliccate sull’account di servizio appena creato.

Accedere all

Accedere all’account di servizio.

Scorrete fino in fondo alla pagina, fino alla sezione “Keys” e fate clic su Add Key e Create New Key.

Creare una coppia di chiavi per l

Creare una coppia di chiavi per l’account di servizio.

Selezionare l’opzione “JSON” come tipo di chiave e premere Create.

Creare una coppia di chiavi JSON per l

Creare una coppia di chiavi JSON per l’account di servizio.

Il vostro browser dovrebbe scaricare automaticamente un file JSON contenente i dati della chiave del vostro account di servizio. Tenete presente che questo file JSON contiene una chiave privata e altre informazioni importanti sul vostro account di servizio. Assicuratevi di conservarlo in un luogo sicuro e di non condividerlo con nessuno, a meno che non ci sia un motivo per farlo.

Il nome del file JSON dovrebbe avere questo aspetto:

kinstalife-280115-42d3c1d04a09.json

In seguito, durante la procedura di configurazione del backup esterno in MyKinsta, avrete bisogno del contenuto di questo file JSON. Per ora, basta tenerlo in un luogo sicuro.

Configurare l’Add-On dei Backup Esterni in MyKinsta

Per collegare il vostro bucket di archiviazione al tool di backup esterno di Kinsta, avrete bisogno di tre informazioni da Google Cloud.

  1. Nome del bucket di Google Cloud
  2. ID del progetto Google Cloud
  3. La chiave privata del vostro account di servizio

Nome del Bucket di Google Cloud

Per trovare il nome del vostro bucket di Google Cloud, andate alla pagina dello Storage Browser nel vostro cruscotto di Google Cloud e cercate nella colonna “Name”. Nella schermata sottostante, il nome del nostro bucket è “kinstalife”.

Trova il nome del bucket nel browser di archiviazione della GCP.

Trovare il nome del bucket nel browser di archiviazione della GCP.

Project ID di Google Cloud

Per trovare il Project ID di Google Cloud, andate su IAM & Admin > Settings. L’ID del progetto si trova in questa pagina. Nella schermata sottostante, il nostro Project ID è kinstalife-280115.

Project ID di Google Cloud.

Project ID di Google Cloud.

Chiave Privata dell’Account di Servizio

La chiave privata del vostro account di servizio si trova nel file JSON precedentemente scaricato. Di seguito dovrete copiare il contenuto del file JSON in MyKinsta, quindi aprite il file in un editor di testo. Il contenuto del file dovrebbe essere qualcosa di simile a questo:


{
  "type": "service_account",
  "project_id": "kinstalife-280115",
  "private_key_id": "01sxigr0jy9p5przs80gijgcd1ouacn6d417l3ia",
  "private_key": "-----BEGIN PRIVATE KEY-----\nMIIEvgIBADANBgkqhkiG9w0B...\n-----END PRIVATE KEY-----\n",
  "client_email": "mykinsta-external-backups@kinstalife-280115.iam.gserviceaccount.com",
  "client_id": "043137139116347916375",
  "auth_uri": "https://accounts.google.com/o/oauth2/auth",
  "token_uri": "https://oauth2.googleapis.com/token",
  "auth_provider_x509_cert_url": "https://www.googleapis.com/oauth2/v1/certs",
  "client_x509_cert_url": "https://www.googleapis.com/robot/v1/metadata/x509/mykinsta-external-backups%40kinstalife-280115.iam.gserviceaccount.com"
}

In MyKinsta, andate su Siti > Il Tuo Sito > Backup > Esterno e fate clic sul pulsante Scegli sotto l’opzione “Google Cloud Storage”.

Selezionare l'opzione Google Cloud Storage per i backup esterni.

Selezionare l’opzione Google Cloud Storage per i backup esterni.

Compilate il modulo dei dati di archiviazione del vostro bucket di Google Cloud Storage e le informazioni del vostro account di servizio.

  1. Nel campo “Nome del bucket di Google Cloud” incollate il nome del bucket.
  2. Nel campo “Project ID di Google Cloud” incollate il vostro Project ID.
  3. Nel campo “Chiave privata dell’account di servizio” incollare il contenuto del file JSON.
  4. Se volete eseguire il backup del sito in una cartella unica specifica del sito, selezionate la casella “Crea sottocartella (tuosito)”. Cliccate su “Avanti” per passare alla fase successiva.
Aggiungere le credenziali GCP in MyKinsta.

Aggiungere le credenziali GCP in MyKinsta.

Successivamente, scegliete se volete eseguire il backup dei file del vostro sito, del database o di entrambi. Potete anche scegliere tra backup mensili e settimanali.

Dopo aver effettuato le selezioni, premere Avanti per continuare.

Specificare il tipo e la frequenza di backup per i backup esterni.

Specificare il tipo e la frequenza di backup per i backup esterni.

Infine, rivedete i dati dell’iscrizione ai backup esterni e le impostazioni che avete scelto. Se avete bisogno di apportare modifiche alle opzioni di backup, premete il pulsante “Indietro”. Se tutto va bene, premete il pulsante “Abilita Backup Esterni” per completare la procedura di configurazione.

Confermare la configurazione dei backup esterni.

Confermare la configurazione dei backup esterni.

Ora dovreste vedere l’add-on nella sezione Esterno della vostra pagina dei backup.

Add-on per i backup esterni di Google Cloud Storage.

Add-on per i backup esterni di Google Cloud Storage.

Come Impostare un Bucket di Amazon S3 per i Backup Esterni

Per utilizzare Amazon S3 per i vostri backup esterni, dovrete prima configurare un account Amazon Web Services (AWS).

Se avete già un account, passate alle fasi successive. Se non avete un account AWS, registratevi qui.

Creare un Bucket di Amazon S3

Per creare un bucket di Amazon S3, cliccate su Services nella barra dei menu. Nel menu a tendina, selezionate S3 sotto la voce “Storage”.

Creare un bucket Amazon S3.

Creare un bucket Amazon S3.

Fate clic sul pulsante Create Bucket per impostare il bucket S3 per i backup esterni.

Stanco di un hosting lento? Kinsta è stata progettata pensando alla velocità e alle prestazioni. Dai un’occhiata ai nostri piani

Creare un bucket Amazon S3.

Creare un bucket Amazon S3.

Successivamente, specificate il nome e la regione del bucket per il vostro bucket S3. Nella schermata sottostante, il nostro nome del bucket è “kinstalife” e la nostra regione è “US East (Ohio) us-east-2”.

Specificare un nome e una regione per il bucket S3.

Specificare un nome e una regione per il bucket S3.

Accertatevi che sia selezionata l’opzione “Block all public access”. In questo modo eviterete che i vostri backup siano accessibili pubblicamente senza autenticazione. Poi fate clic sul pulsante Create Bucket.

Creare un bucket Amazon S3.

Creare un bucket Amazon S3.

Ora dovreste vedere il bucket appena creato nel vostro cruscotto di S3.

Il vostro bucket nel cruscotto di S3.

Il vostro bucket nel cruscotto di S3.

Creare un Utente AWS

Di seguito dovrete creare un utente AWS, che verrà utilizzato per fornire a MyKinsta l’accesso al vostro bucket S3. Per iniziare, cliccate su Services nella barra dei menu e poi su IAM, sotto la voce sotto “Security, Identity, & Compliance”.

Impostazioni IAM in AWS.

Impostazioni IAM in AWS.

Nella barra laterale, fate clic su Users sotto “Access Management” e fate clic su Add User.

Aggiungere un utente IAM.

Aggiungere un utente IAM.

Specificate un nome utente per l’utente IAM. Consigliamo di utilizzare un nome come “mykinsta-external-backups” che identifichi chiaramente lo scopo dell’utente. Per il “tipo di accesso”, selezionate Programmatic Access e premete Next: Permissions per passare alla fase successiva.

Specificare un nome utente e un tipo di accesso per l'utente IAM.

Specificare un nome utente e un tipo di accesso per l’utente IAM.

Nella pagina dei permessi IAM, selezionate “Attach existing policies directly”. Per il nome della policy, scegliete AmazonS3FullAccess. Se non riuscite a trovare la policy, potete utilizzare la casella di ricerca per cercare “S3”.

L’assegnazione della policy “AmazonS3FullAccess” permetterà all’utente associato di accedere a tutti i vostri bucket AWS. Dopo aver assegnato la policy, fate clic su Next: Tags per passare alla fase successiva.

Aggiungere la politica di AmazonS3FullAccess al vostro utente IAM.

Aggiungere la politica di AmazonS3FullAccess al vostro utente IAM.

Opzionalmente, è possibile aggiungere i tag di IAM per l’utente. Questo è utile quando si fa un uso avanzato e si richiedono ulteriori metadati a livello utente. Se non è necessario aggiungere tag, fate clic su Next: Review per passare alla fase successiva.

Aggiungere tag per l'utente IAM (opzionale).

Aggiungere tag per l’utente IAM (opzionale).

Rivedete i dettagli del vostro nuovo utente IAM. Se notate un problema, potete fare clic su “Previous” per tornare a un passaggio precedente. Se tutto va bene, cliccate su “Create User“.

Riepilogo delle impostazioni dell'utente IAM.

Riepilogo delle impostazioni dell’utente IAM.

Copiate Access Key ID e Secret Access Key in un luogo sicuro. Tenete presente che questa coppia di chiavi dà accesso ai vostri bucket S3, quindi assicuratevi di tenerla in un luogo sicuro. In seguito avrete bisogno della coppia di chiavi per collegare il vostro bucket S3 allo strumento di backup esterno di Kinsta.

Conservare la coppia di chiavi utente IAM in un luogo sicuro.

Conservare la coppia di chiavi utente IAM in un luogo sicuro.

In MyKinsta, andate su Siti > Il Tuo Sito > Backup > Esterno e fate clic sul pulsante Scegli sotto l’opzione “Amazon S3”.

Selezionare l'opzione Amazon S3 per i backup esterni.

Selezionare l’opzione Amazon S3 per i backup esterni.

Compilate il modulo dei dati di archiviazione con le vostre informazioni utente S3 e IAM.

  1. Nel campo “Nome bucket AWS S3”, incollate il nome del vostro bucket S3.
  2. Nel campo “ID chiave di accesso AWS”, incollare l’ID della chiave di accesso dell’utente IAM.
  3. Nella “Chiave d’accesso segreta AWS”, incollate la chiave d’accesso segreta dell’utente IAM.
  4. Se desiderate eseguire il backup del sito in un’unica cartella specifica per il sito, selezionate la casella “Crea sottocartella (tuosito)”. Cliccate su “Avanti” per passare alla fase successiva.
Aggiungere le credenziali AWS in MyKinsta.

Aggiungere le credenziali AWS in MyKinsta.

Successivamente, scegliete se volete eseguire il backup dei file del vostro sito, del database o di entrambi. Potete anche scegliere tra backup mensili e settimanali. Dopo aver effettuato le selezioni, premete Avanti per continuare.

Specificare il tipo e la frequenza di backup per i backup esterni.

Specificare il tipo e la frequenza di backup per i backup esterni.

Infine, rivedete i dettagli dell’iscrizione ai backup esterni e le impostazioni che avete scelto. Se è necessario apportare modifiche alle opzioni di backup, premete il pulsante “Indietro”. Se tutto va bene, premete il pulsante “Abilita Backup Esterni” per completare la procedura di configurazione.

Confermare la configurazione dei backup esterni.

Confermare la configurazione dei backup esterni.

Ora dovreste vedere il componente aggiuntivo nella sezione Esterno della vostra pagina dei backup.

Add-on dei backup esterni Amazon S3.

Add-on dei backup esterni Amazon S3.

Come Rimuovere l’Add-On dei Backup Esterni

Per rimuovere (e interrompere) l’add-on dei backup esterni, andate su Siti > Il Tuo Sito > Backup e fate clic su Modifica.

Rimuovere il componente aggiuntivo dei backup esterni.

Rimuovere il componente aggiuntivo dei backup esterni.

Fate clic su Scegli sotto “Nessun backup esterno” per rimuovere il componente aggiuntivo dei backup esterni dal vostro sito WordPress.

Scegliere l'opzione

Scegliere l’opzione “Nessun backup esterno”.

Per confermare la rimozione del componente aggiuntivo dei backup esterni, fate clic su Modifica impostazioni di backup.

Confermare la rimozione del componente aggiuntivo dei backup esterni.

Confermare la rimozione del componente aggiuntivo dei backup esterni.

La vostra successiva fattura includerà i backup esterni dal momento dell’ultima fattura fino all’annullamento dell’add-on.

Riepilogo

L’add-on per i backup esterni di Kinsta offre un modo semplice per archiviare i backup del sito WordPress sul vostro bucket di Amazon S3 o Google Cloud Storage. Se avete domande sul nostro add-on per i backup esterni, contattate il nostro team di supporto per avere assistenza.


Se ti è piaciuto questo tutorial, allora apprezzerai molto il nostro supporto. Tutti i piani di hosting di Kinsta includono supporto 24/7 da parte dei nostri sviluppatori e tecnici veterani di WordPress. Chatta con lo stesso team che supporta i nostri clienti Fortune 500. Scopri i nostri piani