Se la domanda “Cos’è un tema WordPress?” vi suona familiare, sappiate che non siete le uniche persone a chiedervelo.
In poche parole, un tema WordPress modifica il design del vostro sito web alimentato da WordPress. Queste modifiche al design includono aggiustamenti alla visualizzazione e all’aspetto, e la maggior parte delle volte anche alcuni aspetti della funzionalità.

L’utente medio di WordPress installa un tema per ridurre al minimo gli sforzi di personalizzazione e di codifica. I temi vi avvicinano anche a un design specifico desiderato, come per un ristorante o un sito web basato su video.

Cos’È un Tema WordPress?

WordPress di per sé offre un sistema completo di gestione dei contenuti per aggiungere pagine, menu, elementi multimediali, articoli di blog e altro. Ogni parte del vostro sito è gestita da WordPress, ma questo non significa che il design necessario sia già pronto

In effetti, è proprio il contrario. Un’installazione vuota di WordPress include un tema predefinito che è semplice e chiaro. Avete anche la possibilità di eliminare questo tema predefinito e costruire un sito web da zero. Tuttavia, farlo richiederebbe competenze avanzate di codifica. Per non parlare del fatto che anche le persone più esperte di sviluppo possono vedere questa attività come una perdita di tempo, dal momento che gran parte del lavoro di progettazione è già stato fatto per voi con il tema.

WordPress include gli strumenti per manipolare un sito web, ma non offre molto in termini di design front-end incorporato. È qui che entra in gioco un tema. Un tema aggiunge bellezza e stile al vostro sito web sotto forma di colori, font e formattazione. Vi permette di avere speciali menu di navigazione e intestazioni, insieme a design complessivi di nicchia come temi per siti web di membership o negozi online.

Ho Bisogno di un Tema WordPress?

Tecnicamente, no. Eppure, per molti utenti, non c’è molta logica dietro la costruzione di un sito WordPress senza un tema.

Un caso in cui si può considerare di non installare un tema è se desiderate usare WordPress come una piattaforma di prova per imparare a scrivere codice. In questo caso, non state producendo un prodotto finale ma state usando WordPress come uno strumento di formazione.

È anche possibile che alcune aziende preferiscano un design completamente personalizzato per il loro sito web. In questo caso, avrebbero bisogno delle risorse per assumere una sviluppatrice o uno sviluppatore e un/a designer, saltando completamente il processo di installazione del tema. Tuttavia, anche un design personalizzato fa molto probabilmente uso di template di qualche tipo per costruire il sito web.

Sei solo agli inizi con WordPress? 😄 Uno dei primi passi è l'installazione di un tema. Scopri cosa sono i temi di WordPress e su come usarli partendo da qui 👇Click to Tweet

Infine, alcuni utenti potrebbero voler usare un WordPress headless, dove la gestione dei contenuti back-end e il processo di pubblicazione sono gestiti da WordPress, mentre il componente visivo front-end è reso da un framework JavaScript come Gatsby.

In generale, la maggior parte delle agenzie e delle persone che possiedono un’azienda, si occupano di sviluppo o di blogging hanno in qualche modo bisogno di temi WordPress. I temi offrono la via più veloce verso la progettazione di un sito web professionale e in alcuni casi possono consentire di lanciare un bel sito in pochi minuti.

Se non avete esperienza nel design, con un tema è possibile creare un prodotto rispettabile. Se avete esperienza con il design, invece, un tema vi aiuta a concentrarvi su parti più importanti e avanzate del processo di design.

Qual È il Miglior Tema per WordPress?

È davvero difficile scegliere il miglior tema WordPress, ma possiamo parlare degli elementi che contribuiscono a un buon tema e di alcune raccomandazioni, come per esempio quelle relative ai negozi o ai tipi di temi considerare.

Elementi Che Contribuiscono a un Buon Tema WordPress

  • Un design generale e multiuso o un design di nicchia adatto alla vostra linea di negozio.
  • Tempi di caricamento delle pagine rapidi, in modo che il vostro sito funzioni senza problemi e non impieghi molto tempo per il rendering.
  • Codice leggero e pulito che non causa conflitti con i plugin.
  • Supporto clienti di alta qualità con accesso a forum, documentazione online, e potenzialmente un’opzione di contatto diretto con il supporto clienti.
  • Un layout responsive che funziona su più dispositivi, compresi telefoni e tablet.
  • Un design del blog robusto.
  • Contenuti demo che potete importare per rendere il vostro sito web immediatamente funzionale e bello. Altrimenti dovrete lavorare sulla personalizzazione molto più di quanto vogliate.
  • Un design semplice e minimalista che usa correttamente gli spazi bianchi ed elimina il disordine inutile.
  • Compatibilità con la maggior parte dei plugin popolari.
  • Opzioni per lavorare sia con l’editor di blocchi di WordPress integrato o con uno dei molti costruttori di pagine più rinomati. Idealmente, dovreste trovare un tema che funzioni con un costruttore di pagine drag-and-drop.
  • Impostazioni per regolare elementi di branding e design come la tipografia e i colori.

Tipi di Temi da Considerare

Avete diverse scelte da fare quando selezionate un tema WordPress.

Il primo passo è capire se desiderate un tema multiuso o di nicchia. Un tema multiuso funziona meglio per le agenzie WordPress o coloro che vogliono la possibilità di trasformare il tema di base in qualsiasi tipo di design, per qualsiasi tipo di settore. I temi multiuso sono più versatili, ma a volte non sono necessari se si conosce già la nicchia su cui ci si sta concentrando.

Un tema di nicchia si adatta al design di uno specifico settore, come il design per uno studio di architettura o un sito web di una band. Se selezionate un tema di nicchia, dovrete scegliere un tema basato sulla vostra industria o sui vostri desideri di funzionalità.

Per esempio, potete trovare molti temi nelle seguenti categorie:

Esempi di temi ecommerce gratuiti.

Esempi di temi ecommerce gratuiti.

Infine, è essenziale capire se volete installare un tema WordPress gratuito o premium/a pagamento.

I temi gratuiti sono disponibili su internet, alcuni di loro sono ottimi mentre altri sono spazzatura. Anche se lo stesso si potrebbe dire dei temi premium, di solito potete contare su un controllo di qualità più alto quando pagate per un tema.

Optare per un tema gratuito può finire per essere l’unica opzione se il vostro budget è limitato. Tuttavia, vi incoraggiamo a prendere almeno in considerazione un tema WordPress premium dal momento che il prezzo di solito non è così alto.

Ecco le principali differenze tra i temi gratuiti e quelli premium:

Temi WordPress Gratuiti

  • Potete scaricarli e installarli immediatamente e gratuitamente.
  • Di solito sono molto più semplici nel design e nella funzionalità.
  • I temi gratuiti sono scritti e recensiti abbastanza spesso online, quindi è più facile capire cosa pensano gli altri di loro. A volte è difficile capire cosa pensano gli utenti di un tema premium.
  • Di solito c’è una mancanza di supporto clienti, ma i temi gratuiti di solito vi danno accesso a un forum di utenti per discutere i problemi.
  • I migliori temi gratuiti sono mantenuti e aggiornati su base regolare, ma chi li sviluppa non ha alcun obbligo di farlo, quindi il processo di ricerca può allungarsi.

Temi WordPress Premium

  • I temi premium costano, di solito da 30 a 150 dollari. Si tratta di un pagamento una tantum, ma a volte dovete pagare per il supporto esteso e per gli aggiornamenti.
  • Spesso offrono funzioni più avanzate che minimizzano la necessità di plugin ingombranti.
  • I temi premium spesso forniscono un supporto clienti di alta qualità attraverso email e chat, invece di un forum come con i temi gratuiti.
  • Potete aspettarvi un lavoro costante sulla sicurezza e aggiornamenti delle caratteristiche da parte di chi sviluppa temi premium, poiché le loro entrate dipendono da questo.
  • Un altro vantaggio è che i temi premium di solito offrono documentazioni, articoli di supporto e tutorial su cui fare affidamento.
  • Chi sviluppa temi premium sta cercando di vendervi il suo prodotto, quindi è importante capire che i testi che inducono alla vendita possono essere fuorvianti o esagerati.

Dove Trovare Buoni Temi WordPress

Dai temi gratuiti ai temi premium, internet è un tesoro di librerie e mercati per trovare le opzioni perfette. Ecco alcune raccomandazioni sui posti in cui trovare temi gratuiti e premium di alta qualità:

Dove Trovare Temi Gratuiti per WordPress

Il repository dei temi di WordPress è di gran lunga la migliore opzione quando si cercano temi gratuiti. Non solo potete guardare le valutazioni e le recensioni, ma potete sfogliare i temi dalla vostra bacheca di WordPress, installarli con un clic di un pulsante, e boom… avete cambiato il vostro tema!

Il repository dei temi di WordPress.

Il repository dei temi di WordPress.

Un’altra opzione per i temi gratuiti è quella di rivolgersi a fornitori premium. Spesso producono versioni limitate dei loro temi premium mettendoli a disposizione con download gratuito.

Dove Trovare Temi Premium per WordPress

I marketplace di temi premium forniscono migliaia di temi da sfogliare e comprare. Offrono filtri e funzioni di ricerca per localizzare il tema ideale, nonché recensioni e valutazioni che vi aiutano prima di effettuare un acquisto.

Envato è un popolare mercato di temi premium.

Envato è un popolare mercato di temi premium.

Ecco i migliori marketplace di temi premium:

D’altra parte, potreste evitare il caos dei marketplace e comprare direttamente da aziende o freelance che sviluppano temi. Queste aziende presentano il loro portfolio di temi, e spesso offrono un supporto clienti di prim’ordine. L’unico problema è che non vedrete le valutazioni degli utenti come succede in un marketplace.

È possibile trovare centinaia di grandi opzioni attraverso una ricerca su Google, ma alcune aziende produttrici di temi affidabili includono:

Una collezione di temi premium da ThemeIsle.

Una collezione di temi premium da ThemeIsle.

Come Faccio a Installare un Tema WordPress?

Vediamo ora un breve tutorial su come installare un tema WordPress, ma vi consigliamo di imparare tutti e tre i metodi con il nostro articolo ufficiale sull’installazione di temi WordPress.

Per installare, attivare e modificare un tema WordPress, andate alla bacheca di WordPress e fate clic su “Aspetto > Temi”.

Installare un tema WordPress nella bacheca di amministrazione.

Installare un tema WordPress nella bacheca di amministrazione.

WordPress include già un tema predefinito. Tuttavia, potete fare clic sul pulsante “Aggiungi nuovo” per cercare o caricare un nuovo tema.

Aggiungere un nuovo tema WordPress.

Aggiungere un nuovo tema WordPress.

Un tema di terze parti di solito richiede di scaricare un archivio ZIP del tema sul vostro computer e caricarlo su WordPress. Per farlo, fate clic sul pulsante “Carica tema” e caricate il tema su WordPress.

Avete anche la possibilità di sfogliare la collezione di temi gratuiti in WordPress o usare la casella di ricerca per digitare una parola chiave desiderata.

Caricare un file del tema di WordPress.

Caricare un file del tema di WordPress.

Una volta trovato o caricato un tema, dovete installarlo e attivarlo.

Basta fare clic sul pulsante “Installa” seguito dal pulsante “Attiva”.

Installare e attivare un tema WordPress.

Installare e attivare un tema WordPress.

Come Faccio a Modificare le Impostazioni del Mio Tema?

Sotto la stessa sezione “Aspetto > Temi”, viene mostrato un elenco di temi disponibili, insieme al tema attualmente installato e attivato. Per cambiare il design di quel tema, fate clic sul pulsante “Personalizza”.

Personalizzare il tema WordPress.

Personalizzare il tema WordPress.

A questo punto appare il visual builder predefinito in WordPress che offre una grande libreria di impostazioni. Potete modificare tutto, dai colori del tema ai menu, dai widget all’identità del sito (come il vostro logo).

Un’altra opzione è quella di installare e usare un costruttore di pagine drag-and-drop come Elementor o WPBakery. Questi sono strumenti di terze parti con caratteristiche di design visivo più avanzate.

Modificare le impostazioni del tema WordPress.

Modificare le impostazioni del tema WordPress.

Qual È la Differenza tra un Tema WordPress Parent e un Tema Child?

Quando acquistate o sviluppate un tema, si possono incontrare i seguenti termini: tema parent e tema child.

Fino ad ora, ci siamo riferiti a loro solo come temi principali o temi “regolari”. Abbiamo parlato di come i temi possano avere contenuti demo, ma questo non copre i temi child e come interagiscono con i temi parent.

In breve, ci riferiamo alla distinzione tra temi parent e child solo quando è necessario. Pertanto, se acquistate un tema e vi viene semplicemente richiesta la sua installazione, non si tratta né di tema parent né di tema child.

I temi WordPress parent e child sono confezionati insieme e lavorano in tandem per creare un design unico. A volte i temi premium sono progettati in questo modo, con un parent e un child. La ragione di questo è quella di fornire ulteriori opzioni di progettazione in cui un parent è lo stile predefinito e si possono ricevere diversi temi child per trasformare istantaneamente il design in qualcosa di drasticamente diverso.

Cos’È un Tema Padre di WordPress?

Nella combinazione tema parent/child, un tema parent fornisce la maggior parte delle funzionalità e delle impostazioni di base del sito web. Questo tema parent costruisce le fondamenta per quel sito web e spesso non è personalizzato quanto il tema child. Anzi, non è proprio una buona idea personalizzare un tema parent.

A sviluppatrici e sviluppatori piace usare i temi parent perché così hanno la possibilità di stabilire le caratteristiche di base del tema, ma anche di modificare il design del sito web pasticciando con il tema child. È anche più facile creare delle estensioni sul tema child perché è più flessibile del tema parent.

Quando si lavora con una combo tema parent/child, il tema parent viene installato per primo. In seguito si installa e si attiva il tema child.

Cos’È un Tema Child di WordPress?

 

Un tema child di WordPress aggiunge un livello di estensibilità e sicurezza a un sito web e a un tema perché non c’è bisogno di scrivere molto codice o modificare i file del tema parent. Invece, un tema child serve come “manichino di prova” più flessibile per il design.

Quando si personalizza un tema normale senza un tema child, si modificano permanentemente i file del core. Altre opzioni per le personalizzazioni includono il lavoro con un visual builder o l’installazione di un plugin. Molte sviluppatrici e sviluppatori trovano che sia più facile installare sempre un tema child per un tema parent, beneficiandone quindi in sicurezza e flessibilità.

Un tema child contiene almeno i seguenti file: un foglio di stile e il file functions.php.

Infatti, la maggior parte dei temi child si attiene al numero minimo di file possibile. Per cambiare il tema child, solo i file functions.php o il foglio di stile devono essere modificati. Avete anche la possibilità di aggiungere altri file al tema child. Per esempio, potreste sovrascrivere un file di template di pagina nel tema parent aggiungendone uno nuovo nella cartella del tema child. È anche possibile controllare gran parte del design e della funzionalità del tema parent con aggiunte ai file functions e al foglio di stile.

Ne abbiamo parlato brevemente, ma ecco una spiegazione più dettagliata dei vantaggi del tema child:

  • Estensibilità – Non è necessaria una codifica eccessiva quando si lavora su un tema child. La maggior parte del codice viene salvata e memorizzata nel tema parent. Tuttavia, sono diverse le opzioni di personalizzazione disponibili nel tema child. Lavorare con un tema child è solo più semplice e meno dannoso per i file principali.
  • Aggiornamenti e sicurezza – Non c’è motivo di cambiare qualcosa nel vostro tema parent se avete un tema child. Tutte le modifiche vanno fatte nel tema child: questo facilita di molto le modifiche al tema child perché le funzionalità si mantengono nel tema parent e gli aggiornamenti del parent sono sicuri, visto che le modifiche sono salvate nel tema child. Pensatelo come un insieme non distruttivo di livelli. Più livelli di design avete, meno possibilità ci sono di causare danni al livello principale.

Come Sono Fatti i Temi WordPress?

Se avete un’impresa, probabilmente non avete mai pensato a come viene realizzato il vostro tema WordPress. Tuttavia, è importante per chi sviluppa capire il funzionamento interno dei temi. Inoltre, non è una cattiva idea per chiunque usi un tema WordPress conoscere almeno le basi.

È come possedere una casa. Forse non sapete come riparare il forno, ma dovreste sapere dove si trova, come spegnerlo e forse alcune pratiche di manutenzione. Un tema funziona allo stesso modo. Il vostro business si basa anche su un tema che funziona correttamente, quindi non è una cattiva idea capire un po’ come funziona.

Come accennato brevemente prima, un tema WordPress è un insieme di file, ognuno con i propri scopi, che si uniscono e funzionano per fornire un’interfaccia grafica e funzionale su internet.

Un tema WordPress rende le sue caratteristiche e gli elementi di design sul sistema di gestione dei contenuti WordPress, ma tecnicamente, i file del tema WordPress sono memorizzati su un server, gestito dalla vostra azienda di hosting.

Cosa C’È Dentro Quei File di WordPress?

Sentirete parlare di file template: comprendono una vasta gamma di file che cambiano il modo in cui il vostro sito viene mostrato su internet, il tutto senza modificare gli strumenti di base di WordPress.

Alcuni dei tipi di file sono i seguenti:

  • File PHP – I file PHP contengono tutto il codice necessario per dire agli altri file cosa fare sul sito web. Tengono la struttura generale del tema e interagiscono con i CSS e i file multimediali per dare loro ordini su come funzionare.
  • File CSS – Sono fogli di stile per modificare il modo in cui il design dei dati viene visualizzato sul vostro sito web. I file CSS possono controllare qualsiasi cosa, dalla dimensione dei font al posizionamento dei pulsanti, alla formattazione delle colonne.
  • File GIF, PNG o JPG – Questi sono file di immagine, e non sono diversi da un normale file di immagine JPG o PNG che memorizzate sul vostro computer. L’unica differenza è che sono organizzati in una cartella del sito web e gli viene detto di comparire in una determinata posizione sul vostro sito.

I formati di file trattati sopra indicano i tipi di file memorizzati nel vostro modello. Ci sono centinaia, se non migliaia, di ogni tipo di file. Inoltre, il numero di file aumenta man mano che si costruisce il sito. Per esempio, ogni volta che caricate un’immagine di un nuovo articolo del blog, questa viene memorizzata come un file JPG o PNG nella cartella del tema.

Ognuno di questi file è memorizzato in una cartella a tema, che è tipicamente suddivisa in una manciata di altre cartelle categorizzate.

Per quanto riguarda i file specifici, i temi di WordPress contengono file speciali che forniscono contenuti statici a determinate pagine. Ogni volta che si modifica uno di questi file, le modifiche vengono rilevate in modo che si riflettano sulla giusta pagina o posizione del sito web.

File del tema WordPress.

File del tema WordPress.

Ecco alcuni dei file specifici del tema WordPress che vedrete in quasi tutte le cartelle dei temi:

  • header.php – Un file che funziona globalmente e presenta elementi statici come menu di navigazione, titolo, header. Il file memorizza anche i file HTML. Il suo scopo principale è permettere a chi sviluppa di fare semplici modifiche al file di header che mostrino i cambiamenti indipendentemente dalla pagina che si visita sul sito web, come accade per il menu.
  • footer.php – Questo è un altro file globale che controlla il footer statico, con dati di formattazione e contenuto, come quando avete un menu nel vostro footer a un link alla vostra documentazione di supporto. I tag HTML degli altri file sono alla fine chiusi da questo file.
  • sidebar.php – Qualsiasi barra laterale che si attivi sul vostro tema WordPress è controllata da questo file. Le barre laterali non sono sempre statiche come un menu, ma è possibile. Le barre laterali sono in realtà configurate nel file functions.php ma voi attivate e controllate il contenuto di una barra laterale nell’area di amministrazione di WordPress.
  • The Loop – Ci riferiamo a “The Loop” come i file del tema WordPress che presentano il contenuto primario del sito sul vostro sito web.
  • page.php – Questo file gestisce l’aspetto di tutte le pagine di WordPress. Pertanto, quando create una nuova pagina per una sezione About Us o Testimonial del vostro sito, il suo stile viene dal file page.php. Nel file, è possibile modificare le opzioni come avere una barra laterale o meno. Potete anche generare modelli di pagina unici come sostituti del modello di pagina principale.
  • single.php – Visto che i post sono separati dalle pagine nella bacheca di WordPress, ha senso che abbiano anche i loro propri file. Questo perché ogni singolo articolo del blog può avere un design drasticamente diverso da quello di una pagina. Il file single.php controlla il formato e lo stile dei singoli post, così potete specificare aspetti come le barre laterali e le dimensioni dei titoli.
  • index.php – Il file index è piuttosto importante, visto che su di lui si regge l’aspetto della vostra homepage. Anche se i file index dei temi variano abbastanza, il file index di default di WordPress esegue un ciclo che presenta i post recenti del blog e i link a tutti i post precedenti. Questo è uno dei file principali che viene cambiato con un tema perché un ecommerce o un tema aziendale spesso ha bisogno di più di una semplice lista di articoli del blog.
  • tag.php, category.php, e archive.php – Sono alcuni degli altri file che controllano l’aspetto delle pagine di archivio e dei post sui vostri siti web. I file category e tag possono essere creati per modificare l’aspetto di specifiche pagine categoria e tag quando finiscono negli archivi.

Tenete a mente che tutti i file del tema WordPress potrebbero tecnicamente avere nomi diversi da quelli di cui stiamo discutendo qui. Non è comune, considerando che il download di un file standard di WordPress include già i nomi dei file di default, ma è possibile che durante un lavoro di sviluppo personalizzato vengano dati loro altri nomi. Per esempio, alcune persone usano single-post.php invece di single.php.

File Aggiuntivi del Tema WordPress

I seguenti file sono spesso considerati file di sfondo. Sono ancora estremamente importanti per il funzionamento di un tema, ma hanno più un ruolo di fondo per la manipolazione dei file che abbiamo menzionato poco fa.

  • style.css – Il foglio di stile CSS è richiesto per tutti i temi WordPress e viene fornito di default quando si scarica un tema premium o gratuito. Questo è il principale file CSS per controllare molti aspetti visivi del vostro sito web. I CSS lavorano fianco a fianco con l’HTML e altri file di WordPress per dare stile alla struttura fondamentale del vostro sito.
  • functions.php – Ecco un file che vi permette di inserire il vostro codice PHP per cambiare alcune aree del tema principale. Un esempio potrebbe essere l’implementazione di più barre laterali rispetto al tema iniziale o l’eliminazione di un’anteprima del post.
  • comments.php – Questo file è pronto e in attesa se avete commenti sui vostri post o pagine, ma di solito sui post. Il file comments.php ha l’opzione per un override se preferite installare un plugin di terze parti che fornisce una sezione commenti più avanzata. Potete anche disattivare completamente i commenti.

Una Breve Descrizione di The Loop

The Loop è spesso considerato l’elemento di lavoro più difficile di qualsiasi tema WordPress. È una parte essenziale della struttura del file che invia una query per capire i post e le pagine giuste da consegnare all’utente finale. Dopo la query, una dichiarazione PHP termina il processo e consegna il risultato finale all’utente.

Stai cercando un hosting WordPress ad alte prestazioni alimentato dai server più veloci di Google Cloud Platform? Dai un’occhiata ai nostri piani.

Tuttavia, i pezzi tra la query e la dichiarazione PHP dipendono interamente da voi e dal design del vostro tema. Per esempio, potete scegliere cosa viene inviato nel momento della dichiarazione PHP, come il contenuto e i titoli degli articoli, o i commenti e i metadati.

Sono possibili più cicli per servire una singola pagina o post, ma sono tutti confinati tra la query e la dichiarazione PHP, e l’uscita del ciclo. Pertanto, tutto il contenuto della pagina non apparirà finché tutte le query e i cicli non saranno stati completati.

Cosa Possono Fare i Temi con Questi File?

Esistono quindi cicli, file e molti altri elementi che compongono un tema WordPress. Tutto ciò è fantastico, ma cosa fanno effettivamente quei file? Cosa vogliono raggiungere?

In generale, i temi di WordPress, e i loro file, compilano i file, i contenuti e i dati memorizzati su WordPress e nei file sul vostro server. Il tema poi mostra i file – nel formato suggerito – al computer dell’utente o al browser mobile (date un’occhiata a questa guida se non vedete cambiamenti quando aggiornate WordPress).

Ogni file e ciclo detta il modo in cui il contenuto viene visualizzato nel browser.

I file del tema mostrano cose semplici come la giusta colorazione per il testo e per i pulsanti. Inviano anche il codice e i file corretti per presentare il vostro menu nel modo giusto.

Una versione del tema WP Astra dopo il caricamento.

Una versione del tema WP Astra dopo il caricamento.

Ecco alcune altre cose che fanno i temi di WordPress:

  • Caricano immagini ed elementi multimediali nelle giuste posizioni e li mostrano all’utente.
  • Personalizzano vari elementi con l’uso di CSS, come la tipografia o i pulsanti.
  • Mostrano contenuti dinamici in base al dispositivo utilizzato o alla pagina su cui si fa clic. Anche i design responsive sono inclusi in questo.
  • Presentare layout alternativi e decidere se usare una o due colonne.

Qual È la Differenza tra un Tema e un Plugin?

Uno dei vantaggi principali di WordPress è la sua estensibilità. In modo simile a uno smartphone con le app, WordPress offre estensioni sotto forma di plugin. I temi sono anche elementi di terze parti che si aggiungono al core di WordPress, ma sono diversi dai plugin.

Sia i temi che i plugin assicurano che il Core WordPress rimanga leggero e flessibile. Siete in grado di installare i temi e i plugin di cui avete bisogno senza dover lavorare con un sistema di gestione dei contenuti che si porta dietro tonnellate di strumenti integrati.

Sì, WordPress ha già un sacco di caratteristiche integrate, ma solo l’essenziale. Plugin e temi forniscono personalizzazioni uniche e la possibilità di aggiungere ulteriori funzionalità e stili al vostro sito.

Quindi, temi e plugin sono entrambi estensioni di WordPress. Entrambi vengono installati come strumento di terze parti per migliorare il design e la funzionalità del vostro sito.

Ma cosa li rende diversi?

Temi WordPress

I temi WordPress funzionano modificando la funzionalità e il design del vostro sito WordPress. In generale, chi sviluppa o possiede un sito web installa i temi per incorporare un aspetto specifico del sito.

In questo modo, invece di pubblicare un design noioso e vuoto, sono in grado di adattare quasi istantaneamente un sito web per settori e scopi specifici, come per esempio un design incentrato sul settore immobiliare o un forum simile a Reddit.

La libreria dei temi di WordPress.

La libreria dei temi di WordPress.

Questo non è sempre il caso, ma gli sviluppatori in genere iniziano il loro processo installando un tema WordPress. Non ha senso reinventare la ruota, quindi i temi WordPress permettono a sviluppatori e designer di saltare la codifica personalizzata e la costruzione di un sito web da zero. In breve, qualcuno ha già fatto il lavoro per loro, un po’ come scrivere il vostro curriculum usando un modello.

I temi di WordPress modificano molte aree del vostro sito WordPress, alcune delle quali includono:

  • Menu
  • Layout
  • Header
  • Colori
  • Font
  • Barre laterali

Un nuovo sito WordPress ha già un tema predefinito installato. Avete la possibilità di usare questo tema o sostituirlo con un tema gratuito o premium. Il tema di default è leggero e stabile, ma è piuttosto semplice e tipicamente usato solo per un blog personale.

Tenete presente che potete attivare solo un tema alla volta su WordPress. Questo è in contrasto con i plugin, visto che potete avere un numero illimitato di plugin sul vostro sito WordPress.

Ogni volta che installate un nuovo tema, gli elementi di design cambiano drasticamente. La ragione di questo è che ogni tema è sviluppato per scopi specifici. Alcuni sono solo per siti eCommerce, mentre altri offrono funzioni tipiche di un sito in abbonamento.

D’altra parte, i temi multiuso si rivolgono tipicamente a chi sviluppa o possiede siti che necessitano di un design più flessibile. Un tema multiuso non si concentra su un solo settore. Fornisce invece un modello di base da personalizzare su vasta scala. Questi temi sono popolari perché non vi bloccano su un design dopo l’acquisto del tema. Sono anche scelte molto comuni da parte di agenzie e sviluppatori per creare più siti web per diversi clienti.

Un tema WordPress multiuso viene generalmente fornito con una libreria di contenuti demo o temi di nicchia: il tema extra viene installato per trasformare il tema multiuso in qualcosa di più specifico, come per un sito web di fotografia o di una parrocchia.

Plugin WordPress

Mentre i temi WordPress trasformano il design visivo e alcune funzioni del vostro sito web, i plugin sono di solito creati per aggiungere una nuova caratteristica al vostro sito WordPress, estendendo la funzionalità di base di WordPress.

Il repository dei plugin di WordPress.

Il repository dei plugin di WordPress.

I plugin differiscono dai temi in quanto generalmente non influenzano molto il design del vostro sito web. Tuttavia, questo non è sempre il caso come nel caso dei plugin per megamenu che possono alterare il modo in cui il appare il vostro menu.

I plugin variano nel funzionamento e nei contenuti che offrono. Alcuni plugin aggiungono solo una o due caratteristiche specifiche, mentre altri includono lunghe liste di strumenti.

Per esempio, il plugin Contact Form 7 fa una cosa, aggiunge una soluzione di modulo di contatto a WordPress. Jetpack, d’altra parte, offre una vasta gamma di caratteristiche come la sicurezza del sito web, i backup e i miglioramenti della velocità.

Inoltre, molti plugin funzionano semplicemente come collegamenti ad altri software di terze parti, collegando suite di software in modo da poter sincronizzare i dati e automatizzare il processo con il vostro sito WordPress e il software. Un esempio di questo potrebbe essere il collegamento di un complesso software di gestione delle relazioni con i clienti (CRM) a WordPress. Il CRM di Salesforce ha un’integrazione con un plugin, ma la maggior parte della funzionalità è ancora gestita in Salesforce.

Plugin e Temi Sono Separati ma Lavorano Insieme

Temi e plugin di WordPress hanno le loro somiglianze, ma nel complesso compiono per lo più attività separate. Sono entrambi estensioni di WordPress, ma i primi si concentrano sul design e i secondi sull’espansione delle funzionalità.

Detto questo, temi e plugin lavorano insieme in diverse aree e hanno alcune sovrapposizioni in termini di ruoli.

Per esempio, molti temi vanno oltre la modifica del design del vostro sito. Alcuni temi includono costruttori di pagine o designer di slider, entrambe caratteristiche che sono spesso fornite attraverso i plugin. I temi tendono anche a cambiare la funzionalità del menu, specialmente quando si tratta di temi eCommerce. Un tema per un negozio online tipicamente aggiunge un pulsante per il carrello della spesa e un modulo di checkout completo. Questo esempio va ben oltre la regolazione del design del vostro sito, aggiungendo miglioramenti dell’interfaccia molto potenti.

Scoprirete anche che temi e plugin a volte svolgono compiti molto simili. Per esempio, ci sono molti plugin che aggiungono un forum di community al vostro attuale tema WordPress. Tuttavia, avete anche la possibilità di cercare semplicemente un tema che include già una funzionalità forum.

Infine, i plugin e i temi sono installati su WordPress insieme. Ciò significa che i loro file e le loro strutture di codice interagiscono. È del tutto possibile che un plugin causi dei conflitti con il vostro tema attuale se non è progettato per funzionare con esso, e viceversa.

Per evitare questi problemi, cercate temi e plugin affidabili che sono stati testati con altri temi e plugin popolari. Un esempio in tal senso sarebbe un tema WordPress che è noto per funzionare bene con il plugin WooCommerce.

Quando C’È Bisogno di un Tema WordPress?

Non è raro chiedersi quando un tema WordPress è davvero necessario. Di solito, non dovete scegliere tra un tema e un plugin, ma piuttosto decidere quando è giusto utilizzare ciascuno separatamente.

Ecco alcuni esempi di quando potreste aver bisogno di un tema WordPress:

  • Quando volete implementare un design specifico del sito web senza programmare un sito web da zero.
  • Per rendere il design del vostro sito web specifico per un dato settore, come per un portfolio di fotografia o un sito di business sull’edilizia.
  • Se gestite un’agenzia o un’azienda di sviluppo e avete bisogno di creare rapidamente numerosi siti web per i clienti.
  • Quando volete rinnovare il design del vostro sito web dalla sua configurazione attuale. Questo spesso comporta la ricerca di un tema con i giusti colori, layout e font.

Quando Avete Bisogno di un Plugin per WordPress?

Di solito è facile capire quando un plugin è necessario rispetto a un tema. Detto questo, ecco alcune situazioni in cui un plugin è più adatto:

  • Quando volete cambiare o aggiungere una o due caratteristiche al vostro sito WordPress, invece di rivedere l’intero design come fareste con un tema.
  • Quando non vi soddisfa un certo aspetto del vostro tema, come i pulsanti dei social media o i menu di navigazione, e li volete sostituire con altri.
  • Se l’idea di cambiare l’intero tema non ha senso. I plugin servono come alternativa al processo potenzialmente frustrante di alterare l’intero design del vostro sito web.
Torniamo alle basi... cos'è un tema WordPress e come configurarlo sul tuo sito? 🚀 Tutte le risposte si trovano proprio qui 💥Click to Tweet

Riepilogo

Un tema WordPress è un prezioso tipo di estensione che viene usato per modificare e controllare lo stile, il design e alcuni elementi funzionali del vostro sito WordPress. Mantiene intatte le caratteristiche base di WordPress mentre vi offre la flessibilità per fare qualsiasi cosa, da un sito di ecommerce a un semplice blog.

In breve, un tema WordPress rende più bello il vostro sito. Un tema guida anche quel bel design verso un certo prodotto finito in termini di funzionalità, come un sito di fotografia o un forum. I temi si integrano con i plugin per espandere le caratteristiche di WordPress e dare a chi sviluppa il sito più flessibilità.

Mentre i temi di WordPress sono fatti con una grande varietà di file essenziali, l’utente medio può acquistare e installare temi facilmente, anche senza sapere molto su come funzionano da un punto di vista tecnico. E questo è uno dei fattori chiave che aiutano WordPress ad accrescere la sua quota di mercato.


Se ti è piaciuto questo tutorial, allora apprezzerai molto il nostro supporto. Tutti i piani di hosting di Kinsta includono supporto 24/7 da parte dei nostri sviluppatori e tecnici veterani di WordPress. Chatta con lo stesso team che supporta i nostri clienti Fortune 500. Scopri i nostri piani