Kinsta offre diversi tipi di migrazioni che variano in base al piano scelto, al tipo di sito WordPress che avete e al numero di siti di cui dovete migrare. Dalla richiesta di una migrazione del sito premium o di base gratuita, all’acquisto di migrazioni aggiuntive e ai prezzi all’ingrosso; di seguito è riportato tutto ciò che dovete sapere su come funzionano le migrazioni di WordPress.

Come Eseguire la Migrazione del Vostro Sito

Prima di approfondire le nostre migrazioni premium e di base, alcuni di voi potrebbero preferire migrare in autonomia il sito WordPress per i seguenti motivi:

  • Avete dati sensibili che non volete divulgare.
  • Volete migrare subito invece di coordinarvi con noi.

Se state migrando da soli, non preoccupatevi, abbiamo pensato a voi con una serie di procedure dettagliate:

Importante: migrare in autonomia siti più grandi e complessi può facilmente comportare la perdita di dati o il fallimento completo se non sapete cosa state facendo. È molto più sicuro lasciare che il nostro team di esperti in migrazione si occupi di tutto per voi. Spostare il vostro sito su Kinsta di solito non comporterà alcun tempo di inattività e vi aiuteremo a ispezionare il vostro sito migrato prima di andare online. Pertanto, vi consigliamo di sfruttare le nostre migrazioni premium gratuite.

Come Richiedere una Migrazione di Base Gratuita

Offriamo migrazioni di base gratuite illimitate da tutti i provider di hosting, tra cui:

Non importa se avete un sito WordPress o 50 , il nostro team di esperti in migrazione è pronto ad aiutarvi a rendere il vostro passaggio a Kinsta un gioco da ragazzi! I clienti Kinsta possono eseguire la migrazione dei siti Web in uno dei due modi sicuri direttamente tramite MyKinsta:

  1. Condividendo le informazioni sul loro attuale provider di hosting
  2. Utilizzando un file di backup:
    • condividendo un collegamento ai file con servizi di archiviazione cloud come Drive, Dropbox, ecc. o
    • caricare il file di backup su un sito Web Kinsta esistente, creato con Duplicator, ManageWP o cPanel

Restrizioni sulle Migrazioni di Base

  • L’offerta di migrazione illimitata si applica alle installazioni standard di WordPress. Non è disponibile per reti multisito o per siti che usano LargeFS di WP Engine.
  • Completeremo le vostre migrazioni il prima possibile, operazione che potrebbe richiedere fino a 2 giorni lavorativi. Se riteniamo che l’elaborazione delle vostre migrazioni possa richiedere più tempo, vi informeremo nel momento in cui riceveremo la richiesta.
  • I siti che cambiano continuamente (siti di eCommerce, siti di appartenenza, ecc.) spesso richiedono il posizionamento del sito in modalità di manutenzione e un’attenta pianificazione per evitare la perdita di dati. Un sito che richiede la modalità di manutenzione o la pianificazione del tempo di migrazione non è idoneo per questa offerta e verrà elaborato come una normale migrazione premium.
  • I siti che richiedono proxy inverso o altri requisiti complessi (per esempio configurazioni Bedrock o Trellis) non sono idonei per questa offerta e dovrebbero invece essere migrati tramite una normale migrazione premium.
  • I reindirizzamenti che sono stati aggiunti a un file .htaccess o al pannello di controllo del vostro precedente provider di hosting non verranno migrati come parte di questo servizio. Se avete bisogno di aggiungere reindirizzamenti come parte della vostra migrazione, potete aggiungerli utilizzando il nostro strumento Reindirizzamenti.
  • Alcuni siti devono essere migrati con un processo in 2 fasi in cui è prevista una migrazione di prova iniziale seguita da una seconda migrazione in un momento successivo. Il primo passaggio di questo processo, la migrazione di prova iniziale, può essere gestito come parte di questa offerta, ma il secondo passaggio, quando il sito viene migrato per la seconda volta, comporta una commissione.
  • I siti per i quali potete fornire solo l’accesso come admin di WordPress (e non l’accesso alla bacheca di hosting o al SSH) devono essere eseguiti tramite una migrazione premium.

Per avviare una migrazione di base dal cruscotto MyKinsta, andate su Migrazioni che si trova sul lato sinistro in MyKinsta. Quindi fate clic sull’opzione che funziona meglio per voi.

Come richiedere una migrazione da un altro host

Per avviare il processo di richiesta di una migrazione dall’host corrente, fate clic sul pulsante Richiedi migrazione di base dall’host.

Richiedere una migrazione gratuita da qualsiasi host
Richiedere una migrazione gratuita da qualsiasi host

Ci sono alcuni dettagli che dovrete completare nel modulo di richiesta. Se non li avete già a portata di mano, ora è un buon momento per raccogliere questi dettagli:

  • Dettagli del vostro host attuale
  • Dettagli della configurazione del vostro sito
  • Dettagli della connessione

Passo 1

Dopo aver letto l’introduzione, comprese le condizioni e altre informazioni, fate clic sul pulsante Avanti nella parte inferiore della pagina per confermare di aver letto e compreso le informazioni presentate e che volete continuare con la richiesta di migrazione.

Passo 2

Nella pagina successiva, vi verranno richiesti i dettagli dell’hosting attuale. Ciò potrebbe includere il nome del vostro host, l’URL di accesso del pannello di hosting, il nome utente e la password.

Aggiungi i dettagli dell'hosting.
Aggiungi i dettagli dell’hosting.

A seconda dell’host attuale, potremmo richiedere dettagli aggiuntivi come FTP, SFTP e/o credenziali del pannello di hosting. In genere questi dettagli si trovano nel pannello di controllo del vostro attuale provider di hosting. Se non avete a portata di mano tutti questi dettagli, contattate il vostro attuale host o chiedete aiuto a un membro del team di supporto di Kinsta.

Se state usando cPanel, per esempio, il vostro nome utente e i dettagli del server si trovano nella vostra User Area > My Accounts > Information & Settings. Le informazioni sull’account FTP possono essere trovate anche in File > Account FTP. Dopo aver inserito le informazioni sull’host, fate clic su Avanti per procedere al passaggio seguente della richiesta.

Passo 3

Successivamente, chiederemo il vostro dominio, le credenziali di WordPress, l’URL di accesso di WordPress e se il vostro sito usa HTTPS. Fate clic su Avanti per procedere al passaggio successivo dopo aver inserito queste informazioni.

Dettagli del sito di migrazione.
Dettagli del sito di migrazione.

Passo 4

Ora è il momento di inserire i dettagli per la nuova casa del vostro sito qui su Kinsta! Inserite un nome univoco e scegliete il data center del vostro sito. Abbiamo 34 data center disponibili.

Impostazioni del sito Kinsta.
Impostazioni del sito Kinsta.

Infine, vi verrà chiesto se ci sono impostazioni o istruzioni speciali da eseguire durante la migrazione del vostro sito. Per esempio, forzare HTTPS o qualsiasi regola speciale .htaccess o Nginx di cui potreste aver bisogno. Fare clic su Avanti per rivedere i dettagli della migrazione.

Passo 5

Esaminate attentamente i dettagli della vostra richiesta per eventuali errori di battitura o errori. Se è necessario modificare qualcosa nella richiesta, fare clic sul pulsante Indietro per tornare alla pagina precedente e aggiornare le informazioni.

Rivedete e inviate la vostra migrazione di base.
Rivedete e inviate la vostra migrazione di base.

Nella pagina finale, vi verrà chiesto di nuovo di ricontrollare che il sito che avete inviato sia conforme ai requisiti di migrazione di base gratuita. In caso contrario, vi consigliamo di richiedere una migrazione premium.

Quando tutto è pronto, fate clic su Fine.

Dopo aver inviato il modulo di migrazione, le migrazioni in sospeso verranno quindi visualizzate in Migrazioni e potrete verificarne lo stato in qualsiasi momento. Inoltre il nostro team vi aggiornerà con puntualità sullo stato della migrazione.

Migrazioni in sospeso in MyKinsta.
Migrazioni in sospeso in MyKinsta.

Se avete altre migrazioni da inviare mentre una è in attesa, i pulsanti di richiesta si trovano nella parte superiore della pagina.

Come richiedere una migrazione da un backup

MyKinsta usa semplicemente un’opzione per gestire tutte le richieste di migrazione di base. Iniziate facendo clic sul pulsante Richiedi migrazione di base.

Richiesta di una migrazione gratuita da un file di backup
Richiesta di una migrazione gratuita da un file di backup

Passo 1

Dopo aver letto l’introduzione, comprese le condizioni e altre informazioni, fate clic su Avanti nella parte inferiore della pagina per confermare di aver letto e compreso le informazioni presentate e di avere tutto pronto per continuare con la richiesta di migrazione.

Condizione e altre informazioni per avviare il processo di migrazione
Condizione e altre informazioni per avviare il processo di migrazione

Passo 2

Nella pagina successiva, vi chiederemo i dettagli del vostro backup, incluso il tipo di backup e come preferite condividere con noi il backup.

Caricare su un sito esistente su Kinsta

Se avete un sito esistente su Kinsta in cui desiderate caricare e archiviare temporaneamente il backup, potete selezionarlo nel campo fornito. Il vostro sito esistente su Kinsta non verrà modificato e continuerà a funzionare normalmente. La migrazione verrà eseguita in un nuovo sito.

Caricamento dei file di backup su un sito esistente
Caricamento dei file di backup su un sito esistente

Dopo aver scelto il sito su cui caricare, vi mostreremo le credenziali SFTP per caricare il file. Assicuratevi di caricare il vostro file di backup nella cartella /private per assicurarvi che rimanga privato.

Collegamento ai file

Scegliete questa opzione se il backup è archiviato in una posizione a cui potete fornire un collegamento. Assicuratevi che il link sia accessibile a chiunque abbia l’URL o condividete il file di backup con l’indirizzo email del nostro team Migrazioni: [email protected] in modo che possano accedere al file.

Caricamento dei file di backup sui servizi di archiviazione cloud
Caricamento dei file di backup sui servizi di archiviazione cloud

Nota: Dropbox è preferito in quanto consente una gestione più efficiente del file di backup.

Passo 3

Successivamente, chiederemo il vostro dominio, le credenziali di WordPress, l’URL di accesso di WordPress e se il vostro sito utilizza HTTPS. Fare clic sul pulsante Avanti per procedere al passaggio successivo dopo aver inserito tali dettagli.

Dettagli del sito per il processo di migrazione
Dettagli del sito per il processo di migrazione

Passo 4

Ora è il momento di inserire i dettagli per la nuova casa del vostro sito qui su Kinsta! Inserite un nome univoco e scegliete il data center del vostro sito. Abbiamo 34 data center disponibili.

Infine, fateci sapere se ci sono informazioni o istruzioni speciali di cui dovremmo essere a conoscenza per il vostro sito, come forzare HTTPS o regole speciali .htaccess o Nginx di cui potreste aver bisogno.

Impostazioni e istruzioni speciali relative al vostro sito
Impostazioni e istruzioni speciali relative al vostro sito

Passo 5

Esaminate attentamente i dettagli della vostra richiesta per eventuali refusi o errori. Se è necessario modificare qualcosa nella richiesta, fate clic sul pulsante Indietro per tornare alla pagina precedente e aggiornare le informazioni.

Riepilogo dei dettagli del sito forniti
Riepilogo dei dettagli del sito forniti

Vi verrà anche chiesto di ricontrollare che il sito che state inviando soddisfi le condizioni per una migrazione di base gratuita. In caso contrario, vi consigliamo di richiedere invece una migrazione premium.

Quando tutto è pronto, fate clic sul pulsante Fine per inviare la vostra richiesta. Le vostre migrazioni in sospeso verranno visualizzate in Migrazioni su MyKinsta, quindi potete controllare lo stato in qualsiasi momento. Il nostro team vi manderà aggiornamenti costanti.

Migrazioni in sospeso in MyKinsta.
Migrazioni in sospeso in MyKinsta.

Come richiedere una migrazione premium gratuita

Tutti i nostri piani includono crediti per una o più migrazioni premium (il numero incluso in ogni piano è indicato sulla nostra pagina dei piani). Un credito di migrazione premium vi consente di richiedere gratuitamente una migrazione premium da qualsiasi host.

Nella categoria premium entrano siti che hanno requisiti complessi. Ciò include in genere i siti che cambiano continuamente (siti di eCommerce, siti di membership, ecc.) o quelli che usano un proxy inverso. Questi spesso richiedono il posizionamento del sito in modalità di manutenzione, una configurazione aggiuntiva e un’attenta pianificazione per evitare la perdita di dati.

Per quelli di voi con molti siti WordPress, offriamo anche prezzi per la migrazione in blocco.

Per avviare una migrazione premium dal cruscotto di MyKinsta, avviate Migrazioni dal menu sinistro. Vedrete il numero di crediti per migrazioni premium di cui disponete. Se non avete ancora crediti di migrazione premium, vedrete l’opzione per richiederne uno. Il costo è di 100 dollari per ogni migrazione aggiuntiva e questo verrà automaticamente aggiunto alla vostra prossima fattura.

Fate clic su Richiedi migrazione Premium per iniziare a compilare il modulo.

Richiedere una migrazione premium.
Richiedere una migrazione premium.

Passo 1

Vi verrà richiesto di compilare un modulo sicuro che aiuta a fornire le informazioni di cui il nostro team di supporto avrà bisogno, come per esempio:

  • Dettagli del vostro host attuale
  • Dettagli della configurazione del vostro sito
  • Dettagli della connessione
  • HTTPS e data center opzionale
  • Informazioni sul pagamento se sono previste migrazioni aggiuntive

Per eseguire il trasferimento chiediamo un numero di password. Apprezziamo e proteggiamo la vostra privacy. Questo modulo è protetto su SSL, una volta finalizzato il trasferimento distruggiamo tutte le password che riceviamo.

Non modifichiamo mai il vostro web originale durante la migrazione. Continuerà a funzionare normalmente durante e dopo la migrazione. Vi avvisiamo sempre ogni volta che una migrazione viene avviata e quando termina. Basta fare clic su Avanti per iniziare.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi
Introduzione alla migrazione premium.
Introduzione alla migrazione premium.

Passo 2

Nella pagina successiva, vi verranno richiesti i dettagli dell’hosting attuale. Ciò potrebbe includere il nome del vostro host, l’URL di accesso del pannello di hosting, il nome utente e la password

Aggiungere i dettagli di hosting.
Aggiungere i dettagli di hosting.

Per le richieste di migrazione da determinati host, richiederemo anche FTP, SFTP e credenziali. In genere questi dettagli si trovano nel pannello di controllo del vostro attuale provider di hosting. Se non avete a portata di mano questi dettagli, contattate il vostro attuale host o chiedete aiuto a un membro del team di supporto di Kinsta.

Se per esempio state usando cPanel, il vostro nome utente e i dettagli del server di hosting sono indicati in User Area → My Accounts → Information & Settings. Le informazioni sull’account FTP possono essere trovate anche in File → Account FTP.

Dopo aver inserito le informazioni sull’host, fare clic su Avanti per procedere con la richiesta di migrazione.

Passo 3

Nella pagina successiva, vi verranno richiesti il vostro dominio, le credenziali di WordPress e ulteriori opzioni di configurazione, per esempio se il vostro è un sito di ecommerce o community, in esecuzione su HTTPS, multisite, ecc. Se gestite un sito altamente dinamico come WooComerce, date un’occhiata ai dettagli su come Kinsta gestisce questi tipi di migrazioni. Quindi fate clic su Avanti.

Dettagli del sito WordPress.
Dettagli del sito WordPress.

Passo 4

Nella pagina successiva, vi verrà chiesto di specificare un nome per il vostro sito Kinsta. Questo nome sarà permanentemente associato al vostro sito e non potrà essere modificato dopo la migrazione.

Impostazioni del sito Kinsta.
Impostazioni del sito Kinsta.

Sceglierete anche dove desiderate ospitare fisicamente il vostro sito. Abbiamo 34 data center disponibili. Infine, vi verrà chiesto se ci sono impostazioni o istruzioni speciali da eseguire durante la migrazione del vostro sito. Per esempio, forzare HTTPS o qualsiasi regola speciale .htaccess o Nginx di cui potreste aver bisogno. Fate clic su Avanti per rivedere i dettagli della migrazione.

Passi 5 e 6

Nella pagina successiva, vi verrà chiesto di esaminare tutte le informazioni fornite per ricontrollarle per eventuali errori o refusi.

Nella pagina finale, riceverete una notifica di quanti crediti di migrazione premium vi sono rimasti. Se non ne avete più, vi verranno richiesti anche i dati di pagamento. Verrete indirizzati a una conferma 2FA con una password monouso per completare il pagamento in modo sicuro.

Quando tutto è pronto, fate clic su Fine.

Rivedere e inviare la migrazione.
Rivedere e inviare la migrazione.

Dopo aver inviato il modulo di migrazione, uno dei membri del nostro team di supporto si metterà in contatto con voi per pianificare la migrazione. Le migrazioni in sospeso verranno quindi visualizzate in Migrazioni dove potete controllare lo stato in qualsiasi momento. Il nostro team inoltre vi invierà costanti aggiornamenti sullo stato della migrazione.

Migrazioni in sospeso in MyKinsta.
Migrazioni in sospeso in MyKinsta.

Note aggiuntive importanti sulla migrazione

  • Potremmo non essere in grado di migrare installazioni WordPress altamente personalizzate in cui i file core di WordPress e la struttura delle directory sono stati personalizzati.
  • Occasionalmente migreremo un sito che fa un uso massiccio di .htaccess per impostare reindirizzamenti complessi e regole di mascheramento degli URI. Sebbene il nostro team sia felice di impostare reindirizzamenti semplici, se il file .htaccess del vostro sito include regole complesse, dovrete collaborare con uno sviluppatore per convertirle in formato Nginx e quindi fornire le regole convertite al nostro team da aggiungere alla configurazione di Nginx .
  • L’impostazione del DNS e la configurazione di servizi di terze parti non sono incluse nel nostro servizio di migrazione e dovrete gestire queste attività. Alcuni esempi comuni di attività di cui i clienti dovranno occuparsi includono la migrazione dei record DNS su Kinsta DNS, la configurazione di Cloudflare o Sucuri, l’aggiornamento del record A o nameserver presso il registrar dei nomi di dominio e l’impostazione del servizio di posta elettronica.
  • In alcuni casi, un cliente potrebbe farci migrare il proprio sito ma non essere in grado di andare in diretta in modo tempestivo. Quando il cliente è pronto per andare in diretta con il sito sui nostri server, potrebbe aver bisogno che il contenuto del sito venga aggiornato per riflettere le modifiche apportate al sito mentre era attivo e ospitato altrove. Scoprite i dettagli sulla richiesta di una seconda migrazione.

Migrazione dei Siti WordPress.com

Per i siti WordPress.com, non possiamo eseguire una migrazione tradizionale perché WordPress.com non consente l’accesso ai file del sito né al database. Possiamo solo esportare i vostri contenuti WordPress come articoli, pagine, commenti, meta tag, ecc. e importarli in una nuova installazione di WordPress sulla nostra piattaforma.

Quanto sopra non include lo spostamento del tema WordPress, dei plugin di WordPress o di qualsiasi altra personalizzazione che potreste aver apportato su WordPress.com. Ciò significa che il vostro sito non apparirà esattamente come su WordPress.com

Dopo la migrazione, voi o il vostro team di sviluppo web dovrete reinstallare il tema e i plugin e apportare nuovamente le personalizzazioni apportate su WordPress.com in modo che tutto nel vostro sito corrisponda.

Dopo la migrazione

Il team di migrazione di Kinsta sposterà il vostro sito nell’infrastruttura di Kinsta e vi avviserà che la migrazione è stata completata. A quel punto, ci sono alcune cose che dovete fare affinché il sito diventi attivo dalla nostra infrastruttura:

  1. Verificare che il tuo sito funzioni correttamente
  2. Aggiornare i record DNS del vostro dominio

DOMANDE FREQUENTI

Come faccio a migrare un sito web su Kinsta?

Offriamo migrazioni gratuite illimitate da tutti i provider di hosting per i siti che usano installazioni WordPress standard. I clienti di Kinsta possono far migrare i siti web direttamente attraverso MyKinsta, condividendo le informazioni sul loro attuale provider di hosting o usando un file di backup.

Come faccio a migrare manualmente un sito web su Kinsta?

Se state effettuando la migrazione in autonomia, non preoccupatevi, abbiamo una guida approfondita per voi:

Quanto tempo ci vorrà per migrare il mio sito web su Kinsta

Completeremo le migrazioni il prima possibile, il che potrebbe richiedere fino a 2 giorni lavorativi. Se riteniamo che l’elaborazione delle migrazioni possa richiedere più tempo, ve lo comunicheremo al momento della ricezione della richiesta.

Il mio sito web deve essere su WordPress per migrare su Kinsta?

Sì, il vostro sito web deve essere un sito WordPress per poterlo migrare su Kinsta o per poter usufruire della nostra offerta di migrazioni di base gratuite. Se state cercando di migrare un sito non WordPress, contattate il nostro partner WordHerd e seguite il nostro supporto clienti.

Posso migrare il mio sito web da un backup?

Sì, i clienti Kinsta possono far migrare i siti web condividendo un link a un file di backup tramite servizi di cloud storage come Drive, Dropbox, ecc. o caricando il proprio file di backup su un sito web Kinsta esistente, sia esso creato con Duplicator, ManageWP o cPanel.

Qual è la differenza tra una migrazione di base e una migrazione premium?

Tutti i nostri piani includono uno o più crediti di migrazione premium (controllate la pagina dei piani per maggiori dettagli). Un credito di migrazione premium consente di richiedere gratuitamente una migrazione premium da qualsiasi host. Le migrazioni premium sono necessarie per i siti con requisiti complessi, che di solito includono siti che cambiano continuamente (siti di ecommerce, siti associativi, ecc.) o che usano un reverse proxy.


Risparmia tempo e costi e massimizza le prestazioni del sito con:

  • Aiuto immediato dagli esperti dell’hosting WordPress, 24/7.
  • Integrazione di Cloudflare Enterprise.
  • Copertura globale del pubblico con 34 data center in tutto il mondo.
  • Ottimizzazione del sito con il nostro Monitoraggio delle Prestazioni delle Applicazioni integrato.

Tutto questo e molto altro, in un piano senza contratti a lungo termine, con migrazioni assistite e una garanzia di 30 giorni di rimborso. Scopri i nostri piani o contattaci per trovare il piano che fa per te.