Dalla richiesta di migrazione di un sito, all’acquisto di migrazioni aggiuntive e ai prezzi per migrazioni cumulative; di seguito c’è tutto quello che dovete sapere sul funzionamento delle migrazioni di WordPress su Kinsta.

Come Fare la Tua Migrazione

Alcuni di voi potrebbero preferire migrare da soli il proprio sito WordPress per i seguenti motivi:

  • Il nostro piano Starter include una migrazione gratuita solo se pagate annualmente.
  • Avete dati sensibili che non volete rivelare.
  • Desiderate migrare immediatamente anziché coordinarvi con noi.

Se state migrando da soli, non vi preoccupare, vi aiutiamo comunque fornendovi istruzioni dettagliate:

Importante: migrare autonomamente siti grandi e complessi può facilmente causare la perdita di dati o fallire del tutto se non sapete bene cosa state facendo. È molto più sicuro lasciare che il nostro team di esperti delle migrazione si occupi di tutto al posto vostro. Spostare il vostro sito su Kinsta normalmente non comporta tempi di inattività e vi aiuteremo a ispezionare il vostro sito migrato prima di metterlo in produzione.

Migrazioni a Pagamento e Prezzi Comulativi

Tutti i nostri piani comprendono una o più migrazioni gratuite. I piani Starter richiedono il pagamento annuale per rietrare nell’offerta. Potete richiederne altre inviando una richiesta nella pagina Migrazioni nel cruscotto di MyKinsta. Il costo è di $100 per ogni migrazione aggiuntiva e questo verrà automaticamente addebitato alla vostra successiva fattura.

Per quelli che hanno un sacco di siti WordPress, offriamo anche prezzi di migrazione cumulativa.

Come Richiedere una Migrazione

Per avviare una migrazione dall’interno del cruscotto di MyKinsta, avviate semplicemente “Migrazioni” sul lato sinistro e fate clic su “Richiedi migrazione”. Vedrete il numero di migrazioni gratuite comprese nel piano, quante ne avete utilizzate e quante ve ne sono rimaste.

Richiesta migrazione WordPress

Richiesta migrazione WordPress

Passo 1

Quando avviate una migrazione, vi verrà richiesto di compilare un modulo sicuro, che aiuta a fornire le informazioni necessarie al nostro team di supporto, come ad esempio:

  • Dati del vostro attuale host
  • Dati di configurazione del vostro sito
  • Dati connessione
  • Configurazione opzionale HTTPS e data center
  • Informazioni di pagamento se sono richieste ulteriori migrazioni

Per eseguire il trasferimento chiediamo diverse password. Stiamo molto attenti alla vostra privacy. Questo modulo è trasmesso in gran sicurezza su SSL e, una volta concluso il trasferimento, distruggiamo tutte le password che riceviamo. Non modifichiamo mai il vostro sito web originale durante la migrazione. Continuerà a funzionare normalmente durante e dopo la migrazione. Vi avvisiamo sempre ogni volta che viene avviata una migrazione e quando finisce. Basta fare clic su “Next” per iniziare.

Modulo richiesta migrazione WordPress

Modulo richiesta migrazione WordPress

Passo 2

Nella pagina successiva, vi verranno chiesti i dati di hosting correnti. Se doveste essere clienti di WP Engine, la procedura sarà ancora più semplice e veloce. Quindi fate clic su “Next”.

Dati hosting

Dati hosting

Se non siete clienti di WP Engine, allora vi sarà chiesto l’host corrente, il nome utente Cpanel e la password. Quindi fate clic su “Next”.

Altra opzione dati hosting

Altra opzione dati hosting

Passo 3

Nella pagina successiva, vi saranno chiesti il dominio, le credenziali di WordPress e opzioni aggiuntive di configurazione, ad esempio se il tuo sito è un sito di ecommerce o una community, se è in esecuzione su HTTPS, se è un multisite, ecc. Se gestite un sito altamente dinamico come WooComerce, leggete queste informazioni più dettagliate su come Kinsta gestisce questi tipi di migrazione. Quindi fate clic su “Next”.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi
Dati sito

Dati sito

Passo 4

Nella schermata successiva, vi saranno richieste le vostre impostazioni di connessione, come i dati di accesso SFTP e SSH al vostro host attuale. Se non avete questi dati, potrete richiederli al vostro host corrente. Quindi fate clic su “Next”.

Impostazioni connessione

Impostazioni connessione

In genere i dati di connessione FTP, SFTP e SSH possono essere trovati nel pannello di controllo del vostro provider di hosting corrente. Se non siete sicuri di avere questi dati, contattate l’host corrente o chiedete aiuto a un membro del team di supporto Kinsta.

Ad esempio, se utilizzate cPanel, il nome utente e i dati del server di hosting sono riportati nella pagina User Area → My Accounts → Information & Settings. I dati dell’account FTP sono disponibili anche in File → FTP Accounts.

Passo 5

Nella pagina successiva vi verrà chiesto se ci sono impostazioni o istruzioni particolari che dovrebbero essere considerate durante la migrazione del sito. Ad esempio, forzando HTTPS, la località del data center che preferite, ecc. Quindi fate clic su “Next”.

Impostazioni Kinsta

Impostazioni Kinsta

Passi 6 e 7

Nella pagina successiva vi sarà chiesto di controllare tutte le informazioni fornite per verificare eventuali errori di inserimento o di battitura. Nella pagina finale, vi sarà mostrato il numero di migrazioni gratuite che vi sono rimaste sul tuo piano. Se non avete migrazioni gratuite, vi saranno richieste anche le informazioni di pagamento. Quando siete pronti, fate clic su “Submit Migration Request”.

Conclusione richiesta migrazione

Conclusione richiesta migrazione

Dopo che avrete inviato il modulo di migrazione, uno dei membri del nostro team di supporto vi contatterà per pianificare la migrazione. Le vostre migrazioni in sospeso verranno quindi visualizzate in “Migrazioni”, dove potrete verificarne lo stato in qualsiasi momento. Inoltre, sarete costantemente aggiornati sullo stato della migrazione dal nostro team.

Migrazioni WordPress in attesa

Migrazioni WordPress in attesa

Note Aggiuntive sulle Migrazioni

  • Tenete presente che le migrazioni sono gratuite solo se il vostro account è aperto da almeno 30 giorni. Se annullate la vostra iscrizione prima di questo termine, la migrazione sarà addebitata al prezzo normale di $100. Una volta raggiunto il numero di migrazioni gratuite comprese nel vostro piano, potete comunque richiedere migrazioni di siti al nostro team per un costo fisso di $100.
  • Potremmo non essere in grado di migrare installazioni WordPress altamente personalizzate, in cui sono stati personalizzati i file del Core di WordPress e la struttura delle directory.
  • Di tanto in tanto migriamo un sito che fa un uso considerevole di .htaccess per impostare reindirizzamenti complessi e regole di mascheramento delle URI. Anche se il nostro team è felice di impostare semplici redirect, se il file .htaccess del vostro sito contiene regole complesse, dovrete collaborare con uno sviluppatore per convertirle in formato Nginx e quindi fornire le regole già convertite al nostro team affinché siano aggiunte alla configurazione di Nginx.
  • La configurazione del DNS e di servizi di terze parti non sono compresi nel nostro servizio di migrazione e dovrete gestire da voi queste attività. Alcuni esempi comuni di compiti di cui i clienti dovranno occuparsi comprendono la migrazione dei record DNS nei DNS di Kinsta, l’impostazione di Cloudflare o Sucuri, l’aggiornamento del record A o dei server dei nomi presso il registrar del nome di dominio e la configurazione del servizio di posta elettronica.
  • In alcuni casi, un cliente potrebbe farci migrare il suo sito ma non essere in grado di andare in produzione tempestivamente. Quando il cliente è pronto per andare in produzione sui nostri server, potrebbe aver bisogno di aggiornare il contenuto del sito per riflettere le modifiche apportate al sito stesso mentre era ancora ospitato altrove. Date un’occhiata ai dettagli riguardanti la richiesta di una seconda migrazione.

Dopo la Migrazione

Il team di migrazione di Kinsta trasferirà il vostro sito sull’infrastruttura di Kinsta e vi avviserà che la migrazione è stata completata. A quel punto, ci sono alcune cose che dovrete fare per andare in produzione dalla nostra infrastruttura:

  1. Verificare che il sito funzioni correttamente
  2. Aggiornare i record DNS del vostro dominio
14
Condivisioni