Kinsta offre diversi tipi di migrazioni che variano in base al piano scelto, al tipo di sito WordPress che avete e al numero di siti che dovete migrare. Partiamo dalla richiesta di una migrazione premium o di base gratuite, fino all’acquisto di migrazioni aggiuntive e alle offerte per migrazioni multiple; di seguito c’è tutto ciò che dovete sapere su come funzionano le migrazioni di WordPress.

Come Eseguire la Propria Migrazione

Prima di analizzare le nostre migrazioni premium e base, alcuni di voi potrebbero preferire migrare da soli il proprio sito WordPress per i seguenti motivi:

  • Avete dati sensibili che non volete divulgare.
  • Volete migrare immediatamente invece di raccordarvi con noi.

Se state migrando da soli, non vi preoccupate, vi assistiamo comunque con procedure dettagliate:

Importante: migrare da soli siti più grandi e complessi può facilmente portare alla perdita di dati o fallire del tutto se non si sa cosa si sta facendo. È molto più sicuro lasciare che il nostro esperto team migrazioni si occupi di tutto per voi. Spostare il vostro sito su Kinsta di solito non comporta tempi morti e vi aiuteremo a ispezionare il vostro sito migrato prima di mandarlo in produzione. Pertanto, vi consigliamo di approfittare delle nostre migrazioni premium gratuite.

Come Richiedere una Migrazione Premium Gratuita

Tutti i nostri piani comprendono uno o più crediti per migrazioni premium (vedi il numero previsto per ogni piano nella nostra pagina dei piani). Un credito di migrazione premium vi consente di richiedere una migrazione premium gratuita.

Per premium, intendiamo siti che hanno requisiti complessi. Ciò riguarda in genere i siti che cambiano continuamente (siti di ecommerce, siti ad iscrizione, ecc.) o quelli che utilizzano un proxy inverso. Questi spesso richiedono il posizionamento del sito in modalità manutenzione, un’installazione aggiuntiva e un’attenta pianificazione per evitare perdite di dati.

Per chi ha molti siti WordPress, offriamo anche prezzi di migrazione multipla.

Per avviare una migrazione premium dal cruscotto di MyKinsta, cliccate semplicemente su Migrazioni sul lato sinistro. Vedrete il numero di crediti premium che avete a disposizione per le migrazioni. Se non avete ancora crediti per migrazioni premium, vedrete l’opzione che vi consente di richiederne uno. Il costo è di $100 per ogni migrazione aggiuntiva e questo verrà automaticamente addebitato alla vostra successiva fattura.

Fate clic su “Richiedi migrazione Premium” per iniziare a compilare il modulo.

Richiedere una migrazione premium di WordPress.

Richiedere una migrazione premium di WordPress.

Passo 1

Vi verrà richiesto di compilare un modulo sicuro che vi guida nell’inserimento delle informazioni di cui il nostro team di supporto avrà bisogno, come ad esempio:

  • Dati del vostro host attuale
  • Dati sulla configurazione del vostro sito
  • Dati di connessione
  • Configurazione optionale di HTTPS del data center
  • Informazioni sul pagamento se sono richieste ulteriori migrazioni

Per eseguire il trasferimento, chiediamo un certo numero di password. Diamo importanza e tuteliamo la vostra privacy. Questo modulo è protetto e viaggia su SSL. Una volta concluso il trasferimento, distruggiamo tutte le password che riceviamo. Non modifichiamo mai il vostro sito web originale durante la migrazione. Continuerà a funzionare normalmente durante e dopo la migrazione. Vi avvisiamo sempre ogni volta che viene avviata una migrazione e quando termina. Basta fare clic su “Avanti” per iniziare.

Introduzione Premium migrazione.

Introduzione Premium migrazione.

Passo 2

Nella pagina successiva vi verranno richiesti i vostri attuali dati di hosting. Per gli host gestiti come WPEngine, questo include il nome dell’host, l’URL di accesso al pannello di hosting, il nome utente e la password.

Aggiungete i dettagli del vostro hosting.

Aggiungete i dettagli del vostro hosting.

Per le richieste di migrazione da alcuni host, richiederemo anche FTP, SFTP e credenziali. Di solito questi dettagli si trovano nel pannello di controllo del vostro attuale fornitore di hosting. Se non siete sicuri, contattate il vostro attuale host o chiedete aiuto a un membro del team del supporto di Kinsta.

Se state usando cPanel, ad esempio, il nome utente e i dettagli del server di hosting si trovano alla voce: User Area → My Accounts → Information & Settings page. Le informazioni sull’account FTP si trovano anche sotto File → FTP Accounts.

Dopo aver inserito le informazioni del vostro host, fate clic su “Next” per procedere con la richiesta di migrazione.

Passo 3

Nella pagina successiva, vi verranno richiesti il ​​vostro dominio, le credenziali di WordPress e opzioni di configurazione aggiuntive, come l’indicazione se il vostro sito è un sito di ecommerce o una community, se gira su HTTPS, se è un multisite, ecc. Se gestite un sito altamente dinamico come WooComerce, leggete questo articolo più approfondito su come Kinsta gestisce questi tipi di migrazione. Quindi fate clic su “Avanti”.

Dettagli del sito WordPress.

Dettagli del sito WordPress.

Passo 4

Nella pagina successiva vi verrà chiesto di specificare un nome per il vostro sito Kinsta. Questo nome sarà associato in modo permanente al vostro sito e non potrà essere cambiato dopo la migrazione.

Impostazioni di un sito su Kinsta.

Impostazioni di un sito su Kinsta.

Scegliete anche dove volete ospitare fisicamente il vostro sito. Mettiamo a disposizione le sedi del nostro centro dati 23. Infine, vi verrà chiesto se ci sono impostazioni speciali o istruzioni da seguire durante la migrazione del vostro sito. Ad esempio, forzare HTTPS o applicare qualsiasi regola speciale per .htaccess o  per Nginx di cui potreste aver bisogno. Fate clic su “Next” per rivedere i dettagli della migrazione.

Passo 5 e 6

Nella pagina successiva, vi verrà chiesto di controllare tutte le informazioni inserite per individuare eventuali errori.

Nella pagina finale, vi sarà comunicato quanti crediti di migrazioni premium sono rimasti. Se non vi è rimasto nulla, vi verranno anche richiesti i vostri dati di pagamento. Verrete indirizzati a una conferma 2FA con una password unica per completare il pagamento in modo sicuro.

Quando siete pronti, fate clic su “Fine”.

Controllate e inviate la vostra migrazione.

Controllate e inviate la vostra migrazione.

Dopo aver inviato il modulo di migrazione, uno dei membri del nostro team di supporto vi contatterà per pianificare la migrazione. Le migrazioni in sospeso verranno quindi visualizzate in “Migrazioni”, dove sarà possibile controllare lo stato in qualsiasi momento. Sarete inoltre costantemente aggiornati sullo stato della migrazione dal nostro team.

Migrazione in attesa su MyKinsta.

Migrazione in attesa su MyKinsta.

Come Richiedere una Migrazione Base Gratuita

Offriamo migrazioni di base gratuite illimitate dai seguenti host:

  • WP Engine
  • Flywheel
  • SiteGround
  • Pagely
  • Pantheon
  • Cloudways
  • GoDaddy
  • DreamHost
  • Bluehost
  • HostGator
  • A2 Hosting
  • tsoHost
  • WPX Hosting

Non importa se avete un solo sito WordPress o 50, il nostro esperto team migrazioni è pronto ad aiutarvi per rendere il vostro passaggio su Kinsta un gioco da ragazzi!

Restrizioni alle Migrazioni Base

  • L’offerta di migrazioni illimitate si applica alle installazioni standard di WordPress. Non è disponibile per network multisite o per siti che utilizzano LargeFS di WP Engine.
  • Completeremo le migrazioni il più presto possibile, il che potrebbe richiedere fino a 3 giorni lavorativi. Se riteniamo che l’elaborazione delle vostre migrazioni possa richiedere più tempo, vi informeremo al momento in cui riceviamo la richiesta.
  • I redirect che sono stati aggiunti a un file .htaccess o al pannello di controllo del vostro precedente provider di hosting non verranno migrati come parte di questo servizio. Se è necessario aggiungere redirect come parte della migrazione, è possibile aggiungerli utilizzando il nostro strumento di Redirect.
  • Alcuni siti devono essere migrati utilizzando una procedura in 2 passaggi, in cui è presente una migrazione di prova iniziale seguita da una seconda migrazione. Il primo passaggio di questa procedura, la migrazione di prova iniziale, può essere gestita all’interno di questa offerta, ma il secondo passaggio, quando il sito viene migrato per la seconda volta, comporterà l’addebito di una commissione.

Per avviare una migrazione di base dal cruscotto di MyKinsta, avviate semplicemente la pagina Migrazioni sul lato sinistro. Quindi fate clic su “Richiedi migrazione base” e iniziate a compilare il modulo.

Richiesta di una migrazione base.

Richiesta di una migrazione base.

Passo 1

Vi verrà richiesto di compilare un modulo sicuro che vi guida nell’inserimento delle informazioni di cui il nostro team di supporto avrà bisogno, come ad esempio:

  • Dati del vostro host attuale
  • Dati sulla configurazione del vostro sito
  • Dati di connessione
  • Configurazione optionale di HTTPS del data center
  • Informazioni sul pagamento se sono richieste ulteriori migrazioni

Per eseguire il trasferimento, chiediamo un certo numero di password. Diamo importanza e tuteliamo la vostra privacy. Questo modulo è protetto e viaggia su SSL. Una volta concluso il trasferimento, distruggiamo tutte le password che riceviamo. Non modifichiamo mai il vostro sito web originale durante la migrazione. Continuerà a funzionare normalmente durante e dopo la migrazione. Vi avvisiamo sempre ogni volta che viene avviata una migrazione e quando termina. Basta fare clic su “Avanti” per iniziare.

Introduzione alla migrazione basica su Kinsta.

Introduzione alla migrazione basica su Kinsta.

Passo 2

Nella pagina successiva vi verranno richiesti i vostri attuali dati di hosting. Per gli host gestiti come WPEngine, questo include il nome dell’host, l’URL di accesso al pannello di hosting, il nome utente e la password.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi
Aggiungete i dettagli del vostro hosting.

Aggiungete i dettagli del vostro hosting.

Per le richieste di migrazione da alcuni host, richiederemo anche FTP, SFTP e credenziali. Di solito questi dettagli si trovano nel pannello di controllo del vostro attuale fornitore di hosting. Se non siete sicuri, contattate il vostro attuale host o chiedete aiuto a un membro del team del supporto di Kinsta.

Se state usando cPanel, ad esempio, il nome utente e i dettagli del server di hosting si trovano alla voce: User Area → My Accounts → Information & Settings page. Le informazioni sull’account FTP si trovano anche sotto File → FTP Accounts.

Dopo aver inserito le informazioni del vostro host, fate clic su “Next” per procedere con la richiesta di migrazione.

Passo 3

Nella pagina successiva, vi verrà richiesto il vostro dominio, le credenziali di WordPress e se il vostro sito utilizza HTTPS. Fare clic su “Next” per passare alla fase successiva dopo aver inserito le informazioni del sito.

Dettagli sulla migrazione del sito.

Dettagli sulla migrazione del sito.

Passo 4

Nella pagina successiva ti verrà chiesto di specificare un nome per il vostro sito Kinsta. Questo nome sarà associato in modo permanente al vostro sito e non potrà essere cambiato dopo la migrazione.

Impostazioni del sito su Kinsta.

Impostazioni del sito su Kinsta.

Scegliete anche dove volete ospitare fisicamente il vostro sito. Mettiamo a disposizione le sedi del nostro centro dati 23. Infine, vi verrà chiesto se ci sono impostazioni speciali o istruzioni da seguire durante la migrazione del vostro sito. Ad esempio, forzare HTTPS o applicare qualsiasi regola speciale per .htaccess o  per Nginx di cui potreste aver bisogno. Fate clic su “Next” per rivedere i dettagli della migrazione.

Passo 5 e 6

Nella pagina successiva, vi verrà chiesto di controllare tutte le informazioni inserite per individuare eventuali errori.

Nell’ultima pagina, vi sarà chiesto di nuovo di ricontrollare che il sito che state inviando sia conforme ai requisiti della migrazione base gratuita. In caso contrario, vi consigliamo di richiedere una migrazione premium. Quando siete pronti, fate clic su “Fine”.

Controllate e inviate la vostra migrazione di base.

Controllate e inviate la vostra migrazione di base.

Dopo aver inviato il modulo di migrazione, uno dei membri del nostro team di supporto vi contatterà per pianificare la migrazione. Le migrazioni in sospeso verranno quindi visualizzate in “Migrazioni”, dove sarà possibile controllare lo stato in qualsiasi momento. Sarete inoltre costantemente aggiornati sullo stato della migrazione dal nostro team.

Migrazione in attesa su MyKinsta.

Migrazione in attesa su MyKinsta.

Note Aggiuntive Importanti Sulle Migrazioni

  • Tenete presente che le migrazioni sono gratuite solo se il vostro account è stato aperto da almeno 30 giorni. Se annullate prima il vostro abbonamento, la migrazione sarà addebitata al prezzo normale di $100. Una volta raggiunto il numero di migrazioni gratuite incluse nel vostro piano, potete comunque richiedere la migrazione del sito al nostro team per una commissione fissa di $100.
  • Potremmo non essere in grado di migrare installazioni WordPress altamente personalizzate, in cui i file e la struttura delle directory del Core di WordPress sono stati modificati.
  • In via occasionale migreremo un sito che fa ampio ricorso ad .htaccess per impostare reindirizzamenti complessi e regole di mascheramento degli URI. Sebbene il nostro team sia felice di impostare redirect semplici, se il file .htaccess del vostro sito contiene regole complesse, dovrete collaborare con uno sviluppatore per convertirle in formato Nginx e quindi fornire le regole convertite al nostro team in modo che possa aggiungerle alla configurazione di Nginx.
  • L’impostazione del DNS e la configurazione dei servizi di terze parti non sono comprese nel nostro servizio di migrazione e dovrete gestire da voi queste operazioni. Alcuni esempi comuni di attività di cui i clienti dovranno occuparsi in prima persona includono la migrazione dei record DNS sui DNS di Kinsta, l’impostazione di Cloudflare o Sucuri, l’aggiornamento del record A o dei nameserver nel registrar del nome di dominio e la configurazione del servizio di email.
  • In alcuni casi, un cliente può farci migrare il proprio sito ma non essere in grado di andare in produzione in modo tempestivo. Quando il cliente è pronto per mandare il sito live sui nostri server, potrebbe essere necessario aggiornare i contenuti del sito in modo che rifletta le modifiche apportate mentre era live ma ospitato altrove. Controllate i dettagli relativi alla richiesta di una seconda migrazione.

Migrazione di Siti WordPress.com

Per le migrazioni da WordPress.com, non possiamo effettuare una migrazione tradizionale perché WordPress.com non consente l’accesso ai file del sito né al database. Siamo in grado di esportare solo i vostri contenuti WordPress come post, pagine, commenti, meta tag, ecc. e importarli in una nuova installazione di WordPress sulla nostra piattaforma.

Quanto sopra non include lo spostamento del tema WordPress, dei plugin di WordPress o di qualsiasi altra personalizzazione che potreste aver effettuato su WordPress.com. Ciò significa che il vostro sito non apparirà esattamente come su WordPress.com

Dopo la migrazione, voi o il vostro sviluppatore dovrete reinstallare il tema e i plugin e apportare nuovamente le personalizzazioni apportate a WordPress.com, in modo che il sito corrisponda esattamente.

Dopo la Migrazione

Il team migrazioni di Kinsta sposterà il vostro sito sull’infrastruttura di Kinsta e vi avviserà che la migrazione è stata completata. A quel punto, dovrete fare alcune cose affinché il sito vada online dalla nostra infrastruttura:

  1. Verificare che il vostro sito funzioni correttamente
  2. Aggiornare i record DNS del vostro dominio

Se ti è piaciuto questo tutorial, allora apprezzerai molto il nostro supporto. Tutti i piani di hosting di Kinsta includono supporto 24/7 da parte dei nostri sviluppatori e tecnici veterani di WordPress. Chatta con lo stesso team che supporta i nostri clienti Fortune 500. Scopri i nostri piani