Anche se la nostra integrazione gratuita di Cloudflare funziona benissimo per la maggior parte dei clienti, se si desidera un controllo più preciso o si ha bisogno di implementare qualcosa su Cloudflare che non è offerto nella nostra integrazione, è possibile apportare delle modifiche al sito per utilizzare il proprio account Cloudflare pur continuando a ospitare il sito qui su Kinsta.

Note:

  • Questo tutorial presuppone che si abbia già aggiunto, verificato e puntato il dominio del sito su Kinsta.
  • Queste istruzioni servono a modificare il dominio esistente in modo da utilizzare il proprio account Cloudflare, non l’integrazione Cloudflare di Kinsta. Se si vuole abilitare la nostra integrazione di Cloudflare per un dominio, è necessario consultare questo articolo: Come abilitare l’integrazione di Cloudflare di Kinsta per un dominio esistente.
  • Per utilizzare il proprio account Cloudflare, è necessario puntare i server dei nomi del dominio su Cloudflare. Ciò significa che, se al momento si utilizza il DNS di Kinsta, non sarà più possibile utilizzarlo e il DNS del dominio sarà gestito da Cloudflare.

Come Installare e Configurare Cloudflare

Se non avete ancora un account Cloudflare, per iniziare andate sulla pagina di registrazione.

Passo 1

Aggiungete il vostro dominio al vostro account Cloudflare. Quando vi viene richiesto, selezionate il piano Cloudflare desiderato per il vostro dominio (non è richiesto un piano minimo per funzionare con Kinsta).

Aggiungere un sito all'account Cloudflare.
Aggiungere un sito all’account Cloudflare.

Passo 2

Cloudflare cercherà di inserire i record DNS del vostro dominio. Controllate bene che tutti i record DNS del vostro dominio siano stati copiati correttamente.

Revisione dei record DNS di un dominio appena aggiunto in Cloudflare.
Revisione dei record DNS di un dominio appena aggiunto in Cloudflare.

Passo 3

  1. Rimuovete tutti i record A esistenti nel DNS di Cloudflare
  2. Aggiungete un record CNAME per il dominio root/apex che punta su hosting.kinsta.cloud.

    Aggiungere un nuovo record CNAME al dominio in Cloudflare.
    Aggiungere un nuovo record CNAME al dominio in Cloudflare.

  3. Se avete già un CNAME per www, puntatelo al dominio root/apex (@) o a hosting.kinsta.cloud. Se non avete un CNAME per www, createne uno che punti al dominio root/apex (@) o a hosting.kinsta.cloud.
  4. Assicuratevi che la nuvola arancione (proxy) sia abilitata per entrambi i record CNAME e fate clic sul pulsante Continua.

    La nuvola arancione (proxy) è abilitata per entrambi i record CNAME di Cloudflare.
    La nuvola arancione (proxy) è abilitata per entrambi i record CNAME di Cloudflare.

Passo 4

Presso il registrar del vostro dominio, aggiornate i server dei nomi del dominio in modo che puntino su quelli del vostro account Cloudflare.

Server dei nomi Cloudflare su cui far puntare il dominio.
Server dei nomi Cloudflare su cui far puntare il dominio.

Durante il periodo di propagazione, il sito dovrebbe rimanere sempre attivo. Lo stato del dominio in MyKinsta potrebbe cambiare in “Stiamo verificando se i record DNS del vostro dominio puntano su Kinsta”. Questo è normale e dovrebbe risolversi una volta completata la propagazione.

Plugin Cloudflare per WordPress

Utilizzare il plugin di Cloudflare non è obbligatorio ma è consigliato. Le caratteristiche includono:

  • Correzione dei commenti su WordPress che appaiono dallo stesso indirizzo IP
  • Eliminazione automatica della cache
  • Riscrittura degli header per evitare un ciclo di redirect quando è abilitato l’SSL universale di Cloudflare
  • Possibilità di modificare le impostazioni dell’account di Cloudflare dall’interno del plugin stesso (eliminazione della cache, livello di sicurezza, ottimizzazione delle immagini, ecc.)
  • Visualizzazione di analisi come i visitatori totali, la larghezza di banda risparmiata e le minacce bloccate
  • Supporto di HTTP2/Server Push

Dopo aver installato il plugin, dovrete inserire l’indirizzo email che utilizzate con il vostro account Cloudflare e la vostra chiave API. La chiave API si trova nella pagina Tokens API del vostro profilo Cloudflare. Copiate la Global API Key, aggiungetela alle impostazioni del plugin e fate clic su Save API Credentials.

Impostazioni del plugin Cloudflare nella bacheca di WordPress.
Impostazioni del plugin Cloudflare nella bacheca di WordPress.

Risoluzione dei Problemi Comuni di Cloudflare

Quando si aggiunge un livello di complessità come un CDN e/o un proxy, può capitare che qualcosa non funzioni come previsto. Di seguito sono riportati alcuni dei problemi più comuni che possono verificarsi quando si utilizza il proprio account Cloudflare e le relative soluzioni.

Le Modifiche non Vengono Visualizzate sul Sito

Utilizzando un proprio account Cloudflare, il sito avrà un ulteriore livello di cache che potrebbe essere necessario cancellare. Se non vedete le modifiche sul vostro sito o se un plugin non si comporta come previsto dopo l’installazione o la reinstallazione, provate a cancellare la cache a tutti i livelli:

  1. Plugin (se applicabile)
  2. Temi (se applicabile)
  3. Cache del sito/server su Kinsta (da MyKinsta o dal plugin Kinsta MU)
  4. Cache su Cloudflare sia dalla dashboard di Cloudflare che dal plugin Cloudflare.
  5. Cache del browser

Errore SSL

Se vedete uno dei seguenti errori, di solito la causa è l’attivazione di Flexible SSL nelle impostazioni di Cloudflare:

  • “ERR_TOO_MANY_REDIRECTS” in Chrome oppure
  • “La pagina non viene reindirizzata correttamente” (Firefox).

Per risolvere il problema, controllate che la modalità di crittografia SSL/TLS del vostro dominio (SSL/TLS > Panoramica) in Cloudflare sia impostata su Full.

Impostazioni Avanzate e Compatibilità

Ci sono altre cose importanti da tenere a mente quando un sito utilizza il proprio account Cloudflare con l’integrazione Cloudflare di Kinsta. Se avete domande su impostazioni specifiche di Cloudflare che non trovano risposta qui di seguito, consultate il nostro articolo più approfondito sulle impostazioni di Cloudflare e il funzionamento con l’integrazione Cloudflare di Kinsta oppure aprite una nuova chat con il nostro team di supporto e saremo lieti di verificare la questione.

Minificazione Automatica

Può essere abilitato sia in Cloudflare che in Kinsta CDN, ma non c’è alcun vantaggio nell’abilitarlo in entrambi.

Applicazioni Cloudflare

Le app Cloudflare possono essere utilizzate e funzionano con l’integrazione Cloudflare di Kinsta. Le impostazioni delle app saranno gestite nella dashboard di Cloudflare (non in MyKinsta).

Regole di Pagina di Cloudflare

Le regole di pagina vengono applicate prima di tutto dal vostro account Cloudflare. Questo permette di impostare i redirect all’edge. Nota: alcune Regole di pagina legate alla cache possono avere un comportamento inaspettato. Se doveste riscontrare dei problemi, aprite una nuova chat con il nostro team di supporto che vi aiuterà a risolvere eventuali conflitti legati alla cache.

Cloudflare Workers

I Cloudflare Workers sono compatibili, a patto che lo script del worker non trasformi l’URL del sito in modo tale da impedirgli di caricare i domini aggiunti al sito in MyKinsta.

Brotli

Brotli è abilitato con l’integrazione di Cloudflare di Kinsta e non può essere disattivato. Anche se lo disattivate nel vostro account Cloudflare, l’impostazione Brotli di Kinsta sarà comunque attiva e lo manterrà attivo per il sito.

Impostazioni del Firewall

Le impostazioni configurate nel vostro account Cloudflare vengono applicate per prime. Ciò significa che, se un indirizzo IP è bloccato dalle impostazioni del nostro firewall, le vostre impostazioni non potranno annullare il blocco. Se voi o un visitatore del sito riscontrate una richiesta bloccata che non viene mostrata nei log del firewall, aprite una nuova chat con il nostro team di supporto in modo che possa verificare la presenza di eventuali blocchi nel nostro firewall.

Polish

Le impostazioni del vostro account Cloudflare non vengono applicate.

Rocket Loader

Nell’integrazione Cloudflare di Kinsta è disattivato di default, ma può essere attivato nel vostro account Cloudflare.

Waiting Room

La funzione Waiting Room di Cloudflare dovrebbe funzionare senza alcuna configurazione.

Impostazioni e Funzionalità non Compatibili con l’Integrazione Cloudflare di Kinsta

Le seguenti impostazioni sono già abilitate o non sono compatibili con l’integrazione Cloudflare di Kinsta, quindi non devono essere attivate per i nuovi siti aggiunti nell’account Cloudflare:

  • Tunnel Argo
  • Websocket
  • Polish + Webp