Non c’è niente di più preoccupante e irritante che navigare nel proprio sito WordPress e imbattersi in uno schermo bianco con un errore. Tra gli errori più comuni in cui potreste esservi imbattuti, ci sono gli errori 502 bad gateway, il sempre più popolare schermo bianco della morte o lo spaventoso errore nello stabilire una connessione al database. Per molti blog e siti di ecommerce, questi errori comportano la perdita di entrate a causa di visitatori che rimbalzano all’istante e clienti che non riescono a completare i loro acquisti. Oggi vogliamo analizzare in profondità l’errore 504 gateway timeout e darvi alcuni consigli per eliminarlo dal vostro sito WordPress. Ecco cosa causa questo errore e cosa potete fare per prevenirlo.

Che Cos’è un Errore 504 Gateway Timeout?

Prima di analizzare l’errore 504, è importante capire come vengono generati gli errori di questo tipo. Ogni volta che viene avviato il browser e si visita un sito web, viene inviata una richiesta al server su cui il sito è ospitato. Il server web elabora quindi la richiesta e restituisce le risorse richieste insieme a quella che chiamiamo “intestazione HTTP”. Questa intestazione HTTP contiene uno dei molti codici di stato HTTP, necessari a comunicare se l’operazione è stata eseguita correttamente o se qualcosa è andato storto. Non tutti i codici di stato HTTP sono portatori di cattive notizie. Ad esempio, un codice di stato 200 significa che “È Tutto OK”.

Esistono molti tipi di codici di errore di stato 500 (500, 501, 502, 503 504, ecc.), tutti aventi significati diversi. Questi codici indicano che la richiesta è stata accettata, ma il server ne ha impedito il completamento.

In questo caso, un errore 504 gateway timeout significa che “il server, che funge da gateway, è scaduto in attesa della risposta di un altro server”. Il codice viene restituito quando ci sono due server coinvolti nell’elaborazione di una richiesta e il primo server va in timeout mentre è in attesa del secondo server (upstream server), per inviare la risposta (RFC 7231, sezione 6.6.5).

504 gateway timeout error nel Chrome

Errore 504 Gateway Timeout nel Chrome

Varianti dell’Errore 504 Gateway Timeout

A causa della molteplicità di web browser, sistemi operativi e server, un errore 504 gateway timeout può presentarsi in diversi modi. In genere hanno tutti lo stesso significato. Di seguito sono riportate solo alcune delle numerose varianti che potreste visualizzare:

  • “504 Gateway Timeout”
  • “504 Gateway Timeout NGINX”
  • “NGINX 504 Gateway Timeout”
  • “Gateway Timeout Error”
  • “Error 504”
  • “HTTP Error 504”
  • “HTTP Error 504 – Gateway Timeout”
  • “HTTP 504”
  • “504 Error”
  • “Gateway Timeout (504)
  • “This page isn’t working – Domain took too long to respond”
  • “504 Gateway Time-out – The server didn’t respond in time”
  • A blank white screen

Alcune aziende hanno persino pagine personalizzate per gli errori 504 gateway timeout.

Errore di timeout 504 in Github

Errore di timeout 504 in Github

Gli Errori 504 Influiscono sulla SEO

A differenza degli errori 503, che vengono utilizzati per la modalità di manutenzione di WordPress e che comunicano a Google di ricontrollare in un secondo momento, un errore 504 può avere un impatto negativo sulla SEO se non viene risolto immediatamente. Se il vostro sito è inattivo per soli 10 minuti, e viene sottoposto a scansione in molte volte, il crawler scaricherà la pagina dalla cache. Oppure Google potrebbe non avere nemmeno la possibilità di eseguire nuovamente la scansione prima di eseguire il backup. In questa situazione, potete stare tranquilli.

Tuttavia, se il sito non è attivo per un lungo periodo di tempo, diciamo più di 6 ore, Google potrebbe vedere l’errore 504 come un problema a livello di sito che deve essere risolto. Questo potrebbe influire sul vostro ranking. Se siete preoccupati che gli errori 504 si ripetano, dovreste cercare di capire perché si stanno verificando. Ecco che possono venire in aiuto alcune delle soluzioni riportate di seguito.

Soffre di 504 errori di timeout del gateway? Segui questi passi per risolverli. 👍 Click to Tweet

Come Correggere l’Errore 504 Gateway Timeout

Da dove iniziare per risolvere il problema in caso di errore 504 gateway timeout sul vostro sito WordPress? Senza avere un’idea del contesto, a volte può essere irritante o scoraggiante persino iniziare. In genere si tratta di problemi di connettività di rete o di problemi con il server su cui è ospitato il sito. Tuttavia, può anche essere un problema lato client o anche l’effetto di un plugin di terze parti. Quindi analizzeremo entrambi gli aspetti. Ecco una serie di cause comuni e di modi per correggere l’errore 504 gateway timeout e ritornare operativi all’istante.

1. Provate a Ricaricare la Pagina

Una delle cose più facili e da provare subito quando si incontra un errore di 504 Gateway Timeout è semplicemente aspettare un minuto o poco più e ricaricare la pagina (F5 o Ctrl + F5). Potrebbe essere che l’host o il server sia semplicemente sovraccarico e il sito sarà di nuovo disponibile. Mentre aspettate, potete anche provare rapidamente un altro browser per escludere questo problema.

Un’altra cosa che potete fare è incollare il sito web in downforeveryoneorjustme.com. Questo sito vi dirà se il sito è inattivo o se è un problema che si verifica dal vostro lato. Uno strumento come questo verifica il codice di stato HTTP restituito dal server. Se è diverso da un 200 “È Tutto OK”, restituirà informazioni sull’interruzione.

downforeveryoneorjustme

downforeveryoneorjustme

2. Disabilitare le Impostazioni Proxy

A volte potreste vedere un errore 504 se state utilizzando un servizio proxy. È una situazione piuttosto rara, specialmente dal lato client. Tuttavia, potrebbe essere stato impostato un proxy senza che voi nemmeno lo sappiate. Seguite questi tutorial per disabilitare o verificare che non siano state attivate le impostazioni proxy:

Disattivare le impostazioni proxy in Chrome

Disattivare le impostazioni proxy in Chrome

3. Problema di DNS

Un 504 gateway timeout potrebbe anche essere dovuto a un problema di DNS. Questo si può verificare da due lati, il primo è il lato server, come avviene quando il dominio non si sta risolvendo verso l’IP corretto. Se avete appena migrato il vostro sito WordPress su un nuovo host, è importante attendere che il DNS si propaghi completamente, cosa che può richiedere fino a 24 ore. Questo dipende dal valore TTL dei vostri record DNS. Potete utilizzare uno strumento gratuito come DNSMap per verificare se il vostro DNS si sia propagato in tutto il mondo.

Verificare la propagazione del dns

Verificare la propagazione del dns

Il secondo caso riguarda un problema DNS lato client. In tal caso, potete provare a svuotare la cache DNS locale. È una procedura simile alla cancellazione della cache del browser.

In Windows è sufficiente aprire il prompt dei comandi e inserire quanto segue:

ipconfig /flushdns
Prompt dei comandi - flush DNS

Prompt dei comandi – flush DNS

Se l’operazione è andata a buon fine, dovreste vedere un messaggio “Successfully flushed the DNS resolver Cache”.

Per gli utenti macOS, è possibile inserire nel terminale il seguente comando:

dscacheutil -flushcache

Nota: non esiste un messaggio di successo su Mac.

Infine, è possibile modificare temporaneamente i server DNS sul lato client. Di default, i server DNS vengono assegnati automaticamente dal proprio ISP. Ma potreste provare a cambiarli temporaneamente assegnando loro il valore di un server DNS pubblico, come ad esempio Google. In effetti, alcuni preferiscono utilizzare il DNS pubblico di Google a lungo termine perché a volte è più affidabile.

4. Disattivare Temporaneamente il CDN

Potrebbe anche esserci un problema con il content delivery network (CDN). Se utilizzate un provider CDN di terze parti, una modo semplice per risolvere questo problema è disattivare temporaneamente il CDN. Noi siamo grandi fan del plugin gratuito CDN enabler. Se lo state già utilizzando, vi basta semplicemente disattivare il plugin e quindi testare il sito. Se non riuscite ad accedere alla dashboard del vostro sito, accedete via SFTP e rinominate la cartella dei plugin in cdn-enabler_old. Questo disattiverà temporaneamente la connessione CDN. Lo stesso vale per WP Rocket o qualsiasi altro plugin che potreste aver collegato al vostro CDN.

Rinominare temporaneamente la cartella dei plugin

Rinominare temporaneamente la cartella dei plugin

Questo può verificarsi anche a volte con servizi “fully proxy” come Cloudflare o Sucuri, in quanto questi collocano firewall aggiuntivi nel mezzo. La maggior parte di essi memorizza nella cache i codici di stato 500 quando questi vengono restituiti dal server di origine. Abbiamo notato che ciò accade ogni tanto sul piano gratuito di Cloudflare. Sfortunatamente, dal momento che Cloudflare è un servizio fully proxy, non esiste un modo veloce per disattivarlo.

Tuttavia, prima di puntare il dito verso Cloudflare, è importante sapere che esistono due diverse varianti di errore 504 gateway timeout, come spiegato di seguito:

504 Gateway Timeout su Cloudflare (Variante 1)

Se vedete la schermata riportata di seguito, significa che c’è un problema dal lato di Cloudflare, nel qual caso dovreste contattarli per avere supporto. Oppure potete controllare la loro pagina di stato. Molto probabilmente sono già a conoscenza del problema e ci stanno lavorando.

504 gateway timeout di Cloudflare

504 gateway timeout di Cloudflare

504 Gateway Timeout su Cloudflare (Variante 2)

Se vedete la seguente schermata, si tratta di un problema del vostro host WordPress (server di origine), nel qual caso dovrete saltare alla raccomandazione n. 5 che troverete più sotto.

Errore 504 gateway timeout di Cloudflare sull’host

Errore 504 gateway timeout di Cloudflare sull’host

504 Gateway Timeout su Cloudflare con gli Upload

Un altra causa di timeout potrebbe essere la dimensione dei vostri upload. Sul piano gratuito, Cloudflare limita i POST (upload) a 100 MB. Tuttavia, a volte abbiamo riscontrato problemi con file o upload di dimensioni inferiori. A volte può essere un problema del vostro host, altre volte di Cloudflare. Un modo semplice per determinare la causa è bypassare Cloudflare con il file DNS hosts e riprovare a caricare. Oppure provate semplicemente a disabilitare provvisoriamente Cloudflare.

Se state utilizzando Cloudflare con WordPress, è sempre consigliabile utilizzare il loro plugin gratuito ed escludere gli URL importanti dalla cache (come il pannello di amministrazione di WordPress).

5. Problemi del Server (Consultare l’Host)

Una delle cause principali per cui gli utenti di WordPress visualizzano un errore 504 gateway timeout sono gli errori del server. Un profano direbbe Nginx o Apache è in attesa di una risposta da qualcosa e si è interrotto. Molti clienti si rivolgono a Kinsta perché ricevono continuamente questo tipo di errori su altri host WordPress. Ecco l’esempio di una conversazione che molto frequente.

Abbiamo circa 100.000 visitatori al mese, con oltre 200.000 visualizzazioni. Attualmente siamo ospitati da ____ e recentemente abbiamo riscontrato errori 504 causati da sovraccarichi del server. Non mi piace come ____ abbia gestito il problema e siamo stati anche avvisati che dovremo passare presto ai loro piani dedicati, cosa che io ritengo non sia necessaria.

Gli errori 504 si verificano più spesso nei siti ad alto traffico e di ecommerce, come quelli che utilizzano WooCommerce, in cui ci sono molte richieste non memorizzabili nella cache, poiché questi sito possono a volte soffrire di un sovraccarico del server. Però abbiamo rilevato questi errori in tutti i tipi di siti, anche in semplici blog. Molti host vi risponderanno semplicemente dicendo che, per risolvere il problema, è necessario passare ad un piano di livello superiore. E sebbene questo possa eliminare la maggior parte degli errori 504 gateway timeout, e talvolta è richiesto, non è sempre necessario.

Qui da Kinsta utilizziamo host gestiti LXD e container software LXC orchestrati per ogni sito. Ciò significa che ogni sito WordPress è ospitato in un proprio container isolato, che dispone di tutte le risorse software necessarie per la sua esecuzione (Linux, Nginx, PHP, MySQL). Le risorse sono private al 100% e non sono condivise con nessun altro sito, nemmeno tra i vostri stessi siti. Molti host WordPress condivisi non hanno questa capacità e quindi un sito vicino con alto traffico, che causa errori 504 gateway timeout, potrebbe avere molto probabilmente un impatto negativo sul vostro sito.

Da Kinsta, invece, i vostri siti non sono solo isolati, ma beneficiano di un’infrastruttura creata per gestire facilmente migliaia di connessioni simultanee. Anche i database MySQL sono ospitati su localhost, non su server remoto. Questo assicura che non vi sia latenza tra le macchine, il che si traduce in query più veloci e minori possibilità che si verifichino nel mezzo errori di timeout. Molti clienti che migrano su Kinsta registrano enormi riduzioni dei tempi di caricamento complessivi.

Oltre ai timeout del server dovuti al carico, ecco alcuni altri motivi per cui un server potrebbe riscontrare un errore 504:

  • Server lento: potrebbe benissimo essere che il server su cui è in esecuzione il vostro sito WordPress è troppo lento per rispondere alla richiesta, e quindi genera errori di gateway.
  • PHP worker non sufficienti: i PHP worker sono utilizzati per eseguire il codice del vostro sito WordPress. Su siti che consumano molte risorse, potrebbe essere benissimo che tutti i PHP worker siano occupati, nel qual caso iniziano a creare una coda. Se la coda e il backlog sono pieni, le richieste più vecchie iniziano ad essere ignorate. Potete chiedere al vostro host di aumentare il numero di PHP worker. PHP worker aggiuntivi consentono l’esecuzione simultanea di più richieste sullo stesso sito.
  • Problemi del firewall: il firewall sul vostro server potrebbe avere alcuni errori, una configurazione errata o regole che impediscono la corretta creazione di una connessione.
  • Connettività di rete: problemi di connessione di rete tra il server proxy e il server web potrebbero causare ritardi nella risposta alla richiesta HTTP. Potrebbero anche esserci problemi di connettività di rete con un servizio di bilanciamento del carico, nel caso in cui se ne stia facendo uso.
  • Timeout HTTP: possono verificarsi quando la connessione tra il vostro browser e il server web viene mantenuta aperta per un tempo troppo lungo. Questo succede normalmente quando si eseguono importazioni di WordPress. Un modo per risolvere questo problema è passare a una connessione Internet più veloce, oppure utilizzare uno strumento che supporta WP-CLI, come il plugin WordPress Importer, ed eseguire l’importazione direttamente sul server, bypassando completamente la connessione HTTP.

È anche importante notare che gli errori 504 possono apparire ingannevolmente come errori “503 service unavailable“, o addirittura errori “502 bad gateway“, ma in realtà sono errori di diverso tipo. Se riscontrate un errore 504 su Kinsta, basta aprire semplicemente un ticket di supporto e noi provvederemo a risolverlo immediatamente. Monitoriamo in modo proattivo errori come questi con New Relic, quindi è probabile che, quando voi ci contatterete, il nostro team ci stia già lavorando su.

Tichet di supporto WordPress

Tichet di supporto WordPress

Se siete preoccupati che questo si verifichi in futuro sul vostro sito, potete anche utilizzare uno strumento come updown.io per monitorare e inviare una notifica immediata. Il servizio invia periodicamente una richiesta HTTP HEAD all’URL di vostra scelta. Basta usare la propria homepage. Lo strumento vi permette di impostare le seguenti frequenze di controllo:

  • 15 secondi
  • 30 secondi
  • 1 minuto
  • 2 minuti
  • 5 minuti
  • 10 minuti

Il servizio vi invierà un’email se e quando il rileva l’errore. Ecco un esempio.

Notifica email dell’errore 504

Notifica email dell’errore 504

Questo tool può essere particolarmente utile se si è su un host condiviso, che tende a sovraffollare i propri server. Può darvi una prova di quanto spesso il vostro sito potrebbe effettivamente andare giù (anche nel mezzo della notte). Ecco perché consigliamo sempre di scegliere un host WordPress gestito. Su questo punto, non perdete il nostro post in cui analizziamo i 9 principali motivi per scegliere un servizio di hosting WordPress gestito.

6. Spam, Bot o Attacchi DDoS

Potrebbe benissimo essere che il vostro sito venga spammato dai bot o stia subendo un attacco DDoS. A volte queste situazioni possono finire col generare richieste non memorizzate nella cache e possono sovraccaricare il server con conseguenti errori 504 gateway timeout. Potete dare un’occhiata ai dati analitici del vostro server e vedere se riuscite a individuare eventuali schemi che si ripetono. Qui da Kinsta, forniamo questi dati nel nostro tool di analisi di MyKinsta. Questi dati potreste anche chiederli al vostro host. Il primo report che consigliamo di analizzare riguarda i principali client IP. Questo report può essere molto utile se il vostro sito comincia a generare all’improvviso un alto consumo di banda o viene colpito dai bot.

Geo & IP dei principali client IP

Geo & IP dei principali client IP

Il secondo report che consigliamo di analizzare riguarda l’analisi della cache. Qui potete vedere quante richieste bypassano la cache, non raggiungono la cache, e le migliori posizioni nel vostro sito. Per motivi di prestazioni e stabilità, è sempre meglio avere il maggior numero possibile di richieste memorizzato nella cache. Questo non è sempre possibile, anche se siti come quelli su cui gira WooCommerce generano molte richieste che non è possibile memorizzare nella cache. Per di più, queste richieste non devono essere memorizzate nella cache affinché funzionalità come il carrello degli acquisti e la procedura di checkout funzionino correttamente e rimangano sincronizzati.

Analisi cache

Analisi cache

Se riuscite ad individuare il traffico e gli IP che devono essere bloccati, potete utilizzare un plugin WordPress per la sicurezza. Tuttavia, se siete clienti di Kinsta, ricordate che normalmente non consentiamo plugin di sicurezza per un paio di motivi. Prima di tutto, questi possono avere un peso enorme sulle prestazioni, in particolare per le attività di scansione. In secondo luogo, noi utilizziamo gli equilibratori di carico con Google Cloud Platform, il che significa che spesso la loro funzionalità di blocco degli IP potrebbe non funzionare come previsto.

Alle prese con i tempi di inattività e problemi di WordPress? Kinsta è la soluzione di hosting progettata per farvi risparmiare tempo! Scopri i nostri servizi

Naturalmente, gli IP possono sempre essere bloccati dal nostro team di supporto, ma, a seconda della lunghezza e della portata dell’attacco, si potrebbe finire in un processo senza fine di inserimento in blacklist degli IP, che nella maggior parte dei casi non risolverebbe il problema con la dovuta tempestività. Molti attacchi o spam bloccati in un’area del sito possono semplicemente apparire in un’altra area, o cambiare indirizzi IP e proxy. Quindi, in questo caso, raccomandiamo al cliente di utilizzare una soluzione di sicurezza come Cloudflare o Sucuri.

Date un’occhiata ai nostri articoli su come installare Cloudflare sul vostro sito WordPress e come Sucuri ha aiutato uno dei nostri clienti a fermare un attacco DDoS.

7. Verificare i Propri Temi e Plugin

Molti potrebbero pensare che temi o plugin di terze parti non dovrebbero causare errori 504 gateway timeout. E, nella maggior parte dei casi, non succede. Tuttavia, nella nostra esperienza, una richiesta lenta proveniente da un plugin può causare ritardi in quanto questo impegna un maggior numero di PHP worker. Una volta raggiunto il limite di PHP worker, la coda inizia a eliminare le richieste più vecchie, e questo potrebbe generare errori 504. Questo non deve essere confuso con gli errori 502 del gateway, in cui l’errore si verifica dopo un timeout nella coda di 60 secondi.

Una prima soluzione per risolvere questo problema prevede la disattivazione di tutti i plugin. Ricordate che non perderete nessun dato se disattivate un plugin. Se riuscite ancora ad accedere al pannello di amministrazione, per disattivare velocemente i plugin selezionate “Plugin” e quindi “Disattiva” dal menu delle azioni di gruppo. Questo disabiliterà tutti i vostri plugin.

Disattivare tutti i plugin

Disattivare tutti i plugin

Se questo risolve il problema, bisognerà trovare il colpevole. Iniziate ad attivarli uno ad uno, ricaricando il sito dopo ogni attivazione. Quando vedete di nuovo il 504 gateway timeout, avrete trovato il plugin che non funziona correttamente. Potete, quindi, contattare lo sviluppatore del plugin per chiedere aiuto o pubblicare un ticket di supporto nella repository di WordPress.

Se non riuscite ad accedere al pannello di amministrazione, potete accedere via FTP al vostro server e rinominare la vostra cartella dei plugin con un nome come plugins_old. Quindi controllate di nuovo il vostro sito. Se funziona, dovrete testare ogni plugin uno per uno. Rinominate la cartella del plugin in “plugins” e quindi rinominate ogni cartella di plugin al suo interno, una alla volta, finché non lo trovate. Si potrebbe anche provare a replicare questa procedura prima in un sito di staging.

Rinominare la cartella dei plugin

Rinominare la cartella dei plugin

Assicuratevi sempre che i plugin, i temi e il core di WordPress siano aggiornati. E controllate anche di avere una versione di PHP supportata. Potete sempre contattare l’host per ricevere assistenza. Qui da Kinsta utilizziamo New Relic e altri metodi di risoluzione dei problemi per aiutare i nostri clienti a restringere il numero dei plugin, delle query o degli script potrebbero causare l’errore. Potete anche utilizzare la vostra chiave New Relic personale.

Query sul database che impiegano tempo

Query sul database che impiegano tempo

Se risulta esserci una query inefficiente o codice errato in un plugin, potrebbe essere necessario coinvolgere uno sviluppatore WordPress per risolvere il problema.

8. Controllare i Log

Dovreste anche sfruttare i log degli errori. Se siete clienti di Kinsta, potrete facilmente vedere gli errori nel log viewer del cruscotto di MyKinsta. Questo può aiutarvi a restringere rapidamente il problema, soprattutto se questo è generato da un plugin presente nel sito.

Verifica registro per errori 502 bad gateway

Verifica registro per errori 502 bad gateway

Se il vostro host non ha uno strumento di log, potete aggiungere il seguente codice al vostro file wp-config.php:

define( 'WP_DEBUG', true );
define( 'WP_DEBUG_LOG', true );
define( 'WP_DEBUG_DISPLAY', false );
Cartella dei registri degli errori di WordPress via SFTP

Cartella dei registri degli errori di WordPress via SFTP

Potete, inoltre, controllare i file di registro in Apache e Nginx, che normalmente si trovano qui:

  • Apache: /var/log/apache2/error.log
  • Nginx: /var/log/nginx/error.log

Se siete clienti di Kinsta, potete anche sfruttare il nostro tool di analisi per avere una ripartizione del numero totale degli errori 504 e avere la corretta visione del momento e della frequenza con cui si verificano. Questo può aiutarvi a risolvere i problemi in corso, oppure a verificare i problemi che si sono già risolti.

Analisi delle risposte 500 suddivisione degli errori

Analisi delle risposte 500 suddivisione degli errori

9. Impostazioni Nginx

Se gestite da soli il vostro server e i vostri siti WordPress su Nginx + FastCGI (php-fpm), oppure Nginx come proxy per Apache, ci sono alcune impostazioni aggiuntive che potete utilizzare per prevenire errori 504 gateway timeout.

504 Gateway Timeout Error su Nginx + FastCGI (php-fpm)

Se state utilizzando Nginx con FastCGI (php-fpm), dovrete prima apportare una modifica al vostro file PHP-FPM. Spostatevi su /etc/php5/fpm/pool.d/www.conf (il percorso può variare in base alla versione di PHP). Impostate la seguente direttiva:

request_terminate_timeout = 300

È necessario, poi, modificare il file php.ini, che in genere si trova in /etc/php.ini. Cercate la direttiva max_execution_time. Aumentare il valore a 300. Se la direttiva non è già presente, aggiungetela:

max_execution_time = 300

Infine, dovrete modificare il vostro file nginx.conf. Aggiungete il seguente codice all’interno della configurazione dell’host virtuale Nginx.

location ~ .php$ {
...
fastcgi_read_timeout 300;
}

Quindi ricaricate Nginx e PHP-FPM.

service nginx reload
service php5-fpm reload

504 Gateway Timeout Error su Nginx Proxy

Se state utilizzando Nginx come proxy per Apache, aggiungete quanto segue al vostro file nginx.conf:

proxy_connect_timeout 600;
proxy_send_timeout 600;
proxy_read_timeout 600;
send_timeout 600;

Quindi ricaricate Nginx.

service nginx reload

Riepilogo

Come potete vedere, esistono una moltitudine di metodi diversi per risolvere e correggere gli errori 504 gateway timeout sul vostro sito WordPress. In genere si tratta di un’anomalia del server, nel qual caso è possibile contattare il proprio host per risolvere rapidamente il problema. Ma è importante sottolineare che questi errori possono essere causati anche da plugin di terze parti o da code sovrabbondanti di PHP worker.

Se state aumentando il numero dei PHP worker, vi consigliamo di contattare il nostro supporto qui da Kinsta o assumere uno sviluppatore WordPress specializzato nell’ottimizzazione delle prestazioni web. Se, dopo aver scavato a fondo nel vostro sito, scoprite che i vostri plugin, temi e query funzionano correttamente, potrebbe benissimo essere necessario aggiornare il vostro piano o il numero di PHP worker.

Abbiamo dimenticato qualcosa? Forse avete un altro consiglio per risolvere gli errori 504 gateway timeout. Ditecelo di seguito nei commenti.

42
Condivisioni